Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Giornata del malato, il messaggio del vescovo Lauro Tisi

giovedì, 11 febbraio 2021

In occasione della giornata del malato, il vescovo di Trento, monsignor Lauro Tisi, ha lanciato un messaggio: “Abbiamo la certezza che le nostre lacrime sono nel cuore di Dio. Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?, queste parole di Gesù mi sembrano le più adatte per interpretare il momento difficile che stiamo vivendo. Ma noi sappiamo che Gesù ha trasformato quel grido in una consegna fiduciosa al Padre: “Nelle tue mani consegno il mio spirito”. L’augurio è che avvenga anche per noi lo stesso itinerario, che il dolore si ricomponga in quella certezza che viene dal fatto che le nostre lacrime sono portate nel cuore di Dio, la nostra speranza è quel Cristo che ben conosce il patire, è quel Dio che Gesù ci ha rivelato, che conta i capelli del capo, non lascia disattesa nessuna speranza. Quel Dio che si è manifestato in Gesù di Nazareth come il Dio fedele. Alla nostra comunità cristiana, cari ammalati, chiedo di farsi vicina a voi in modo creativo, realizzando le parole dell’apostolo Giovanni: “Siamo passati dalla morte alla vita perché amiamo i fratelli”. Questa è la vera salute, amare i fratelli. Buon cammino, siate sicuri che pregherò per voi”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136