Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Risultati Hockey Inline

lunedì, 28 settembre 2020

Quando:
28 settembre 2020@23:00–29 settembre 2020@00:00 Europe/Rome Fuso orario
2020-09-28T23:00:00+02:00
2020-09-29T00:00:00+02:00

Non vedevamo l’ora di tornare a respirare l’aria dei palazzetti e l’attesa è stata ripagata con una lunga serie di gol e tante emozioni seppur nel silenzio degli spalti (quasi del tutto) vuoti per via delle note restrizioni sanitarie. Rispettano i pronostici della vigilia sia Vicenza che Milano. I Diavoli non hanno problemi sul campo del Ferrara, mentre ad Asiago i rossoblù la spuntano al termine di una sfida a lunghi tratti davvero equilibrata e con i portieri protagonisti su entrambi i lati del campo. Gare in bilico anche tra Torino e Cittadella e tra Monleale e Padova, con il Real e i Ghosts che alla fine portano a casa una vittoria davvero sudata (per Torino vittoria “da 2 punti”). Chapeau al CUS Verona che, tra le mura amiche, sfrutta tutte le proprie cartucce (tra cui i veterani Valbusa e Stevanoni) “impallinando” il Piacenza del ritrovato Simunek.

SERIE A Due le vere e proprie goleade di giornata, ovvero quella del Verona e quella del Vicenza. Il CUS Verona non fa sconti ad un Piacenza che regge nei primi 20′ per poi crollare nel secondo tempo. Dopo l’1-1 iniziale infatti i ragazzi di Alessandro Corso dilagano e portano a casa il primo bottino pieno della stagione con un sonoro 6-2. Buona la prima dunque per i gialloblù, che vantano una rosa pronta e affidabile nonostante la giovane età dei suoi componenti. Il tecnico scaligero ha così commentato la gara: << Abbiamo giocato bene, con un ritmo abbastanza alto e buone uscite di zona. Manca di certo un po’ di esperienza, ma vi abbiamo sopperito con l’aggiunta di Stevanoni e Valbusa che possono sempre dire la loro in questa serie A >>. Di tutt’altro umore il tecnico piacentino, Zagni, che così ammonisce in vista del prossimo durissimo match che vedrà la Lepis opposta ai pluri-campioni del Milano Quanta: << L’esordio non è stato soddisfacente! Aldilà del risultato ci sono davvero tante cose da rivedere. Bisognerà lavorare molto anche in vista della gara contro Milano (mercoledì ore 20.30 a Piacenza, ndr) altrimenti per noi sarà presto notte fonda >>.

Gol a ripetizione anche per il Vicenza che si impone per 7-2 in quel di Ferrara. I Diavoli rispettano dunque il pronostico della vigilia regalando spettacolo anche grazie ai due nuovi acquisti Sigmund e MacDonald, decisivi sin dall’inizio insieme a Delfino (che mette “in saccoccia” già 6 punti). I Warriors pagano i pochi allenamenti sulle gambe e le assenze pesanti di Bellini e Veronese oltre a quella dell’americano Koslow Jr non ancora schierabile per alcuni ritardi burocratici nell’ottenimento del visto. Nel complesso però non tutto il male vien per nuocere; nonostante il primo tempo finito sull’1-4, nella ripresa gli estensi hanno infatti fatto vedere fisicità e dinamismo, arginando il più possibile il bel gioco della formazione biancorossa. << C’è da migliorare, ma considerando le assenze sono fiducioso per il futuro >> ha infatti affermato coach Buzzo. Ustignani per i Diavoli ha invece così brevemente commentato: << Oggi è andata bene, i nuovi innesti girano a meraviglia e il campionato è iniziato al meglio. Ora subito sotto con la gara contro Verona (martedì ore 20.30 a Vicenza, ndr) >>.

Equilibrio e altalena di emozioni a Torino, dove i padroni di casa del Real mettono in cascina due punti al termine di un match da cardiopalma con il Cittadella. I locali schizzano infatti sul 3-0 con Corio e Meirone (doppietta), ma i veneti non demordono e pareggiano i conti trascinando la gara ai rigori resistendo anche ad una lunga situazione di inferiorità fra il finale di secondo tempo e l’inizio dell’overtime. I ragazzi del neo coach Marcuzzi riescono poi a chiuderla con Letizia ai rigori ma, nonostante la vittoria il coach piemontese non è del tutto soddisfatto: << Siamo partiti col piede giusto, ma come al solito in vantaggio sul 3-0 ci siamo rilassati. C’è molto da lavorare ancora >>. Il giovane Campos del Cittadella invece sottolinea la buona prestazione della squadra ospite: << Il nostro è un team giovane, unito e con tanta voglia di migliorare, quindi restiamo positivi per le prossime partite, è solo l’inizio e questo è senza dubbio un buon punto conquistato su un campo difficile sia per l’avversario che per la superficie >>.

Colpi di scena anche a Monleale, dove i padroni di casa si portano in vantaggio inizialmente con il giovane Lusignani per poi rimanerci per gran parte della gara. Un calo di tensione nel finale favorisce però il Padova che senza pensarci due volte ne approfitta punendo gli orange per 2-4 (Tripletta di Francon). Roberto Cantele, da questa stagione sulla panca della serie A dei Ghosts, può dunque esultare: << Abbiamo esordito ottimamente mostrando subito carisma e personalità. Abbiamo avuto qualche penalità di troppo perché siamo caduti in qualche provocazione da parte di giocatori avversari più navigati. Alla fine la qualità ed il ritmo del nostro gioco hanno pagato e non posso che essere felice di questo! >>. Per Monleale è intervenuto invece Alberto Faravelli: << Sono convinto che possiamo fare decisamente meglio di così! Ci siamo giocati male tutte le nostre carte sprecando in pochi secondi un vantaggio che avevamo meritato. Abbiamo sicuramente perso un’occasione per partire bene in campionato ma pazienza, ci rifaremo >>.

A chiudere la carrellata sulla prima giornata è il big match tra Asiago e Milano. Tensione (sportiva) alle stelle, bel gioco e gran parte delle reti in situazione di superiorità numerica sul campo dei Vipers che nonostante il doppio svantaggio dopo i primi 5′ non si lasciano andare e riaprono il risultato prima della sirena dei primi 20′ con la sassata di Munari sotto la traversa. Nella ripresa dopo un lungo equilibrio la chiudono i rossoblù del Quanta con Comencini che avanza indisturbato (in superiorità) e firma l’1-3 con cui passa agli archivi la gara. Coach Sommadossi prende comunque quanto di buono nel questo match nonostante la sconfitta: << Sono molto soddisfatto della partita e dei ragazzi. Ricordiamoci che è solo la prima giornata e quindi speriamo sia di buon auspicio per tutta la stagione. Abbiamo giocato un bel primo tempo perché abbiamo tenuto alta la concentrazione e difeso bene, mentre nel secondo tempo non siamo riusciti a rubare i dischi che avremmo dovuto in quanto Milano, con i suoi campioni, ha gestito bene la partita >>. Per il Quanta, il tecnico Luca Rigoni fotografa così la gara: << Sapevamo che sarebbe stata una partita dura. Il campo è difficile, le dimensioni non agevolano il nostro gioco e affrontavamo dei ragazzi ben allenati. E’ un Asiago che quest’anno darà filo da torcere a tutti. Potevamo fare meglio ma riconosco ai miei ragazzi un ottimo secondo tempo e vi assicuro che vincere soffrendo è sempre più bello. Partita corretta e ben gestita dagli arbitri, quindi proprio un bel match >>.

SERIE A – I risultati della prima Giornata (sabato 26 settembre)

CUS Verona – Lepis Piacenza: 6-2 (pt.1-1)

Ferrara Warriors – Diavoli Vicenza: 2-7 (pt.1-4)

Real Torino – Cittadella HP: 4-3 (pt.1-0)

Monleale – Ghosts Padova: 2-4 (pt.1-0)

Asiago Vipers – Milano Quanta: 1-3 (pt.1-2)

La classifica dopo la prima giornata: Diavoli Vicenza, CUS Verona, Milano Quanta e Ghosts Padova punti 3; Real Torino punti 2 ; Cittadella HP punti 1; Monleale Sportleale; Asiago Vipers; Lepis Piacenza e Ferrara Warriors punti 0.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136