Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Auto elettriche, 33 nuove stazioni di ricarica veloce in Alto Adige

giovedì, 7 gennaio 2021

Quando:
22 gennaio 2021@20:00–21:00 Europe/Rome Fuso orario
2021-01-22T20:00:00+01:00
2021-01-22T21:00:00+01:00

Lungo le strade dell’Alto Adige ci sono già più di 100 stazioni di ricarica pubbliche, di cui circa 20 sono stazioni di ricarica rapida. Nel prossimo anno e mezzo – grazie a un bando statale che finanzia una collaborazione tra STA – Strutture Trasporto Alto Adige, Alperia, l’altoatesino Konsortium ARO e l’azienda Alpitronic di Bolzano – se ne aggiungeranno altre 33 per la ricarica rapida. A questi cosiddetti hypercharger si può ricaricare un veicolo elettrico con una potenza da 100 kW a 150 kW a seconda dell’alimentazione elettrica locale. Ciò significa che le comuni auto elettriche attualmente in uso possono essere caricate fino all’80% in circa mezz’ora.

Rete capillare di stazioni di ricarica

“Le nuove stazioni di ricarica rapida saranno costruite lungo le strade principali e in tutte le zone dell’Alto Adige. In questo modo vogliamo dare un ulteriore impulso alla mobilità elettrica, perché più possibilità di ricarica ci sono, più i veicoli elettrici possono circolare liberamente in Alto Adige” afferma l’assessore provinciale Daniel Alfreider. Tra l’altro, è prevista la costruzione di due nuovi hypercharger sulla superstrada MeBo, mentre nella città di Bolzano verranno aggiunte tre nuove stazioni di ricarica rapida.

Bando di gara statale

Le stazioni di ricarica rapida sono finanziate dalla Provincia di Bolzano con il sostegno del Ministero dei Trasporti. “Lo Stato aveva incaricato Green Mobility di STA – Strutture Trasporto Alto Adige di gestire il progetto. Le stazioni di ricarica saranno costruite e gestite da Neogy, un’azienda del gruppo Alperia, e Dolomiti Energia, che si è aggiudicata questo contratto insieme al consorzio altoatesino ARO Konsortium nel lvh.apa in una gara d’appalto” spiega il presidente della STA Martin Ausserdorfer.

Trentino-Alto Adige un passo avanti in tema mobilità elettrica

Solo di recente, il Politecnico di Milano ha pubblicato l’ultimo Smart Mobility Report, che identifica il Trentino-Alto Adige come una delle regioni italiane che si colloca al livello dei principali Paesi europei per quanto riguarda la mobilità elettrica. “Ora in Alto Adige si stanno aggiungendo altre 33 stazioni di ricarica rapida, ed è per questo che in futuro saremo sicuramente un esempio a livello europeo, in termini di densità, ma anche di prestazioni tecniche dell’infrastruttura di ricarica” ha dichiarato il CEO di Neogy Sergio Marchiori.

Sito web con dati in tempo reale

Per avere sempre una visione d’insieme di dove si trova una stazione di ricarica nelle immediate vicinanze e se questa è disponibile basta visitare il sito charge.greenmobility.bz.it dove si trovano posizioni e dati della maggior parte delle stazioni di ricarica pubbliche in tempo reale. Il sito è costantemente aggiornato con nuove informazioni sulle stazioni di ricarica pubbliche.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136