QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica, dopo gli incendi di Sonico e Cedegolo è caccia ai piromani. Massima allerta

martedì, 29 marzo 2016

Sonico – Caccia ai piromani in Valle Camonica. Negli incendi degli ultimi giorni, da Sonico a Grevo di Cedegolo, potrebbe esserci la mano di piromani. Il rischio incendi – per la siccità del periodo – è elevato.

La Valle Camonica è colpita da una lunga serie di incendi causati da piromani o da disattenzioni di chi accende fuochi per bruciare le sterpaglie in giardini e prati. Il 2015 è stato l’anno nero, mentre nell’ultima settimana si sono registrati quattro casi, concentrati tra Sonico, Grevo di Cedegolo e Paspardo.

incendio bosco a Cevo

Mobilitazione degli uomini della Forestale, che stanno accertando l’origine dei roghi, e cercando di scoprire l’autore (o gli autori), dei vigili del fuoco di Edolo, Vezza d’Oglio, Breno e Darfo Boario, dei gruppi di Protezione civile, Gicom.

Nell’ultimo weekend sono stati divorati dalle fiamme più di otto ettari di boschi e vegetazione e se a Sonico l’intervento di vigili del fuoco, gruppi anticendio e Protezione civile ha subito circoscritto il rogo, a Grevo di Cedegolo è stato necessario l’utilizzo di elicotteri per evitare che le fiamme si propagassero ad alcune baite.

La zona è stata bonificata e messa in sicurezza. L’allerta è comunque alta anche per i prossimi giorni, oltre ad essere intensificati i controlli.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136