QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Sonico, rotatoria sulla statale 42: siglato l’accordo di programma tra Provincia e Comune

mercoledì, 22 marzo 2017

Sonico – La rotatoria sulla statale 42, all’altezza dei centri commerciali di Sonico (Brescia), fa passi avanti. Nel pomeriggio a Palazzo Broletto è stato sottoscritto l’accordo di programma tra la Provincia di Brescia e il Comune di Sonico. Presenti il presidente della Provincia, Pierluigi Mottinelli, il consigliere provinciale delegato ai Lavori Pubblici, Antonio Bazzani, e il sindaco di Sonico, Gian Battista Pasquini (Nella foto al centro Pierluigi Mottinelli e Gian Battista Pasquini).Accordo Provincia- Comune Sonico 1

Nel presentare l’accordo di programma per le attività propedeutiche alla realizzazione della nuova intersezione il presidente della Provincia e il primo cittadino di Sonico hanno sottolineato: “La statale 42 del Tonale e della Mendola costituisce un importante asse stradale di collegamento fra la Provincia di Brescia e le Province di Trento e Sondrio”. Diventa quindi fondamentale risolvere le criticità: in quest’ottica gli obiettivi comuni di Provincia, Amministrazioni locali ed Anas, finalizzati ad incrementare i livelli di sicurezza stradale e a garantire maggiore fluidità dei flussi di traffico, hanno portato a realizzare negli ultimi anni diversi interventi di riqualificazione ed ammodernamento dell’importante dell’arteria stradale in questione.

L’intersezione a raso presente lungo la statale 42 in Comune di Sonico, non più idonea per una viabilità urbana secondaria, quindi l’intervento di riqualificazione prevede la costruzione di circolazione rotatoria. Siglando l’accordo di Programma, Provincia e Comune si sono fatti carico delle attività propedeutiche alla sua realizzazione: la Provincia di Brescia comparteciperà alle spese di progettazione il cui importo è stato quantificato in 54mila 560 euro, mentre il Comune di Sonico sosterrà i costi di acquisizione delle aree necessarie alla realizzazione dell’intervento, quantificati in 30mila euro.

“Lungo il tracciato sono presenti infrastrutture turistico alberghiere, che rivestono interesse regionale e che rappresentano una delle maggiori fonti economiche della zona – hanno dichiarato il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, e il Consigliere delegato Antonio Bazzani – abbiamo per questo ritenuto opportuno progettare una rotatoria nel tratto Berzo Demo–Edolo, certamente strategica per il territorio”.

Soddisfatto il sindaco di Sonico, Gian Battista Pasquini: “Ringrazio la Provincia di Brescia per questo importante Accordo di Programma, che permette di realizzare una rotatoria sulla statale 42, in corrispondenza dei centri commerciali di Sonico. Si tratta di un punto decisamente pericoloso, che negli anni è stato oggetto di numerosi incidenti stradali. Mi auguro che entro il 2018 abbiano inizio i lavori”.

La nuova rotatoria si inserisce nel quadro di riqualificazione della viabilità in Alta Valle Camonica: infatti oltre a Sonico sono previsti interventi a Edolo, sempre sulla statale 42 del Tonale e della Mendola e sulla statale 39 di Aprica.

I TEMPI  

Il sindaco di Sonico ha indicato le tappe: a breve sarà avviata la procedura da parte del Comune per l’acquisizione delle aree adiacenti alla statale 42, nella zona dei centri commerciali, mentre entro un paio di settimane Gian Battista Pasquini e i tecnici comunali  incontreranno i vertici di Anas per definire la fase preliminare del progetto.  ”Oltre a ringraziare la Provincia di Brescia per esserci vicini – afferma il primo cittadino Gian Battista Pasquini – sono soddisfatto che Anas abbia inserito l’opera di Sonico nel piano delle opere 2017-2018″. Il progetto esecutivo dell’opera – che costerà attorno ai 400 mila euro – dovrebbe essere definito entro l’estate, poi ci sarà l’iter del bando d’appalto e il cantiere potrebbe aprire a inizio-primavera 2018.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136