QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

#inLOMBARD1A a Brescia: la DMO Valle Camonica sale sul palco

giovedì, 23 marzo 2017

Brescia – Si è svolta a Brescia la seconda tappa del progetto “#inLombard1a” dedicato alla formazione degli operatori turistici in materia di promozione, attrattività e digitalizzazione, organizzato dalla DMO di Regione Lombardia Explora, Unioncamere Lombardia e Camera di Commercio di Milano.

dmoLa sessione di lavoro è iniziata con un Talk Show durante il quale sono state presentate 2 best practice provenienti direttamente dal territorio: l’esperienza vissuta dal Lago d’Iseo con The FloatingPiers, il progetto dell’artista Christo che ha conquistato i media di tutto il mondo, e quella creatasi attraverso la collaborazione e condivisione di intenti tra la DMO Valle Camonica, la Valle dei Segni ed Explora.

Barbara PanteghiniProduct Manager della DMO Valle Camonica, ha illustrato ai presenti in sala il lavoro svolto in stretta collaborazione con Explora sin dalla nascita dellaDestination Management Organization camuna, risalente a poco meno di due anni fa.  Tra le azioni più significative si segnalano:

  • l’accostamento dei rispettivi loghi turistici territoriali (Valle Camonica, la Valle dei Segni e in Lombardia) nei materiali divulgativi prodotti, come, ad esempio, all’interno del catalogo Bike e del recentissimo Nature&Parks;
  • il lavoro per Club di Prodotto, in piena sintonia con l’impostazione turistica regionale, che consente anche di preparare il territorio alla partecipazione di bandi a temache Regione Lombardia sta predisponendo a supporto dell’azione promozionale dei territori;
  • la Ciclovia del Fiume Oglio, sul cui asse la DMO Valle Camonica ha recentemente presentato, insieme a Bresciatourism e altri operatori territoriali, un progetto per il bando regionale sul cicloturismo;
  • la partecipazione con Regione Lombardia a fiere e workshop in Italia e all’estero, che permette di ampliare in modo esponenziale le occasioni in cui presentare l’offerta turistica camuna a pubblico e operatori, ottimizzando nel contempo i costi;
  • l’importanza degli eventi territoriali di richiamo che, come nel caso della Mostra Mercato di Bienno, oltre ad attrarre molti visitatori (nel caso specifico oltre 200.000 a edizione), possono costituire un volano per attirare l’attenzione di media e stampa italiana e internazionale, dando l’occasione di presentare l’offerta dell’intera Valle Camonica, come successo lo scorso anno con il principale blog olandese dedicato ai viaggi nel Bel Paese.

Al termine della presentazione del lavoro svolto dalla DMO Valle Camonica, Mauro Parolini,Assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, ha manifestato il suo apprezzamento per l’attività svolta e per aver colto le possibilità offerte dalla Regione e dal suo assessorato.

L’appuntamento è poi proseguito con la partecipazione, anche da parte del rappresentante della DMO Valle Camonica e del Social Media Manager della Comunità Montana di Valle Camonica, a workshop formativi che si sono susseguiti toccando diversi temi, tra i quali lo scenario dell’accoglienza e del turismo odierno, il corretto utilizzo dei Social Media nel turismo, il cicloturismo, il Sentiment online e l’utilizzo degli strumenti digitali per la promozione online.

L’Assessore Mauro Parolini ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa di formazione di filiera pensata per far crescere la Lombardia. #inLombard1a è un progetto B2B che si propone di fornire formazione, in modo non convenzionale e innovativo, con strumenti di base concreti su modalità di accoglienza turistica e digitalizzazione, per operare al meglio nel settore tutti insieme.

Per chi non fosse riuscito a intervenire all’evento, ricordiamo che è disponibile una sezione online sul sito di Explora dove consultare la documentazione dei panel, visionare i videoclip dei workshop e le interviste realizzate ad ospiti, formatori e testimonial, un piano di comunicazione sui Social e sulle community locali e una campagna dedicata con tanto di “passaporto” speciale per l’occasione.

L’Assessore Parolini ha commentato “Il nostro obiettivo è quello di diventare la prima regione italiana anche in ambito turistico e la formazione è una componente strategica indispensabile per raggiungerlo” […] “Per completare il salto di qualità che la Lombardia sta compiendo è necessario investire su questo aspetto e riacquistare consapevolezza del nostro grande potenziale. Il turismo è innanzitutto relazione ed incontro con luoghi e persone e in questo settore – ha continuato l’assessore – il fattore umano gioca un ruolo fondamentale, perché è l’elemento che può fare di un viaggio un’esperienza indimenticabile”.

“Per questo – ha concluso Parolini – abbiamo deciso di offrire questo cammino di formazione innovativo, che fa tappa oggi in una delle province più dinamiche e ricche nella offerta turistica, per dare agli operatori, e a tutta la filiera, un’occasione per arricchire le loro competenze, migliorare la promozione, accrescere l’attrattività delle destinazioni e migliorare l’accoglienza”.

Renato Borghipresidente di Explora, ha dichiarato: “Siamo giunti alla seconda tappa e con piacere notiamo l’entusiasmo con cui questa iniziativa, fortemente voluta dai soggetti promotori, è recepita dai territori. Explora, in qualità di DMO della Lombardia, ha come principale obiettivo non solo di promuovere la destinazione come meta turistica, ma anche di formare, guidare e fornire gli strumenti del mestiere agli operatori della filiera. #inLombard1a ha proprio questo scopo: mettere a disposizione di strutture ricettive, fornitori di servizi, addetti degli infopoint turistici e esperti di promozione turistica territoriale, le nozioni di base per poter accogliere al meglio il turista, per potersi promuovere in rete, sui social e online, ma anche attraverso eventi, fiere e iniziative speciali, e anche essere aggiornati sui trend di mercato e prendere esempio dalle best practice internazionali o locali”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136