Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Trento, l’attività del Nucleo civico della Polizia locale si allarga alla città: espulsioni e multe, le ultime operazioni

venerdì, 4 settembre 2020

Trento – Il personale del Nucleo civico della Polizia locale di Trento, impegnato quotidianamente a rafforzare la sicurezza urbana e l’azione di contrasto alla microcriminalità nella zona di piazza Dante e Santa Maria Maggiore, ha di recente ampliato il proprio ambito di intervento ad altre zone della città.

Nella seconda metà del mese di agosto ha ricevuto da un privato cittadino una denuncia querela relativa all’occupazione abusiva di un immobile nel quartiere della Bolghera.

Dopo un sopralluogo per la valutazione di accessi e vie di fuga, sono state raccolte informazioni dai vicini di casa e nella mattinata del 26 agosto gli agenti sono entrati nell’edificio, individuando all’interno due uomini, un algerino di 52 anni e un marocchino di 41 anni, entrambi privi di documenti di identificazione e di permesso di soggiorno.

Condotti presso il Comando della Polizia locale, sono stati sottoposti a fotosegnalamento ed identificati. Entrambi sono risultati gravati da numerosi precedenti penali ed è stato quindi contattato il personale dell’ufficio Immigrazione della Questura.

Ai due uomini è stato notificato il decreto di espulsione e l’ordine di allontanamento dal territorio nazionale. Il proprietario dell’immobile ha poi effettuato un intervento di chiusura degli accessi dell’edificio, per evitare nuove occupazioni.

Mercoledì 2 settembre vari cittadini hanno segnalato una situazione di degrado all’interno del parco delle Albere e in generale nella zona del Muse, causata da numerosi extracomunitari che bivaccano sul prato lasciando sporcizia e rifiuti, e un presunto spaccio di stupefacenti.

Personale del Nucleo civico, sia in divisa che in abiti civili, ha effettuato un accurato controllo della zona, identificando otto soggetti extracomunitari. Gli agenti in borghese, insospettiti per l’anomalo comportamento di un giovane centroafricano, che tentava di allontanarsi, l’hanno seguito, fermato e perquisito.

È stato trovato in possesso di circa 13 grammi di hashish e di 450 euro in contanti in banconote di piccolo taglio, presumibilmente provento dell’attività di spaccio. Sia lo stupefacente che il denaro sono stati posti sotto sequestro e l’uomo, un senegalese di 27 anni, denunciato a piede libero per spaccio. Sono tuttora in corso le verifiche, in sinergia con l’ufficio Immigrazione della  Questura, per verificare la regolarità del giovane sul territorio nazionale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136