Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Scomparsa imprenditore di Marcheno, a dicembre la decisione del Gup

lunedì, 16 novembre 2020

Ponte di Legno – Il Giudice dell’udienza preliminare di Brescia ha rinviato al 10 dicembre la decisione su Giacomo Bozzoli, nipote dell’imprenditore di Marcheno, Mario Bozzoli scomparso l’8 ottobre 2015. E’ indagato per omicidio volontario e distruzione di cadavere e a distanza di cinque anni sarà definita la sua posizione. Giuseppe Ghirardini, addetto al forno grande della fonderia, che la sera dell’8 ottobre di cinque anni quando è scomparso Bozzoli era in fabbrica, è stato poi ritrovato privo di vita in località Case di Viso a Ponte di Legno (Brescia).

tribunale Brescia

Nell’udienza che si è svolta oggi al tribunale di Brescia il Pm Silvio Bonfigli ha chiesto il rinvio a giudizio, la difesa ha invocato una sentenza di “non luogo a procedere” per mancanza di prove, mentre le parti civili, moglie e due figli dell’imprenditore scomparso, si sono associati al sostituto procuratore e hanno invece chiesto il processo per Giacomo Bozzoli.

Il Gup Alberto Pavan ha quindi deciso di aggiornare al prossimo 10 dicembre l’udienza per le repliche e la decisione finale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136