Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Romagnano di Trento, la Polizia arresta 37enne dopo rapina in farmacia

venerdì, 22 maggio 2020

Romagnano di Trento – Arrestata dopo rapina in farmacia. Nel tardo pomeriggio di ieri, le Volanti della Questura sono intervenute a Romagnano di Trento, presso la locale farmacia, per una rapina in corso. Gli agenti, giunti sul posto, hanno appreso dal personale impiegato nell’esercizio che, poco prima, una donna era entrata nella farmacia brandendo un grosso coltello da cucina ed aveva minacciato una delle due impiegate, strattonandola, al fine di farsi consegnare l’incasso di giornata.

poliziaLa donna aveva tentato di aprire la cassa gridando: “datemi l’incasso, datemi l’incasso”. L’impiegata, in tal frangente, è riuscita a divincolarsi e con l’aiuto dell’altra farmacista ha arginato l’azione della donna e a disarmarla. Le farmaciste sono riuscite inoltre a dare l’allarme alla Questura. La rapinatrice, resasi conto dell’imminente arrivo della Polizia, si è data alla fuga abbandonando il coltello a terra. La stessa è stata notata poco dopo da un poliziotto della Questura di Trento, presente in zona ma libero dal servizio, che ha indicato alle volanti che la stavano cercando il luogo in cui si era rifugiata: la propria abitazione nella zona sud dell’abitato di Romagnano.

Grazie alla pronta azione delle Volanti la donna, E. B., 37 anni, con precedenti di polizia a carico, abitante nel sobborgo di Romagnano, è stata quindi intercettata. La stessa ammetteva di essere l’autrice del fatto criminoso. E’ stata pertanto tratta in arresto per il reato di tentata rapina aggravata e messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria presso la Casa Circondariale di Spini di Gardolo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136