Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Violenza e droga sull’Altopiano della Vigolana, i carabinieri arrestano un giovane

sabato, 8 agosto 2020

Altopiano della Vigolana – Un quadro di disagio legato a doppio filo con il mondo delle sostanze stupefacenti è quello che circonda l’esecuzione della misura cautelare eseguita dai Carabinieri della Stazione dell’Altopiano della Vigolana nel corso della settimana corrente.

carabinieri largeI carabinieri, sulla base delle informazioni assunte nella piccola comunità, nella metà del mese di giugno hanno approfondito alcuni contrasti avvenuti fra tre giovani del posto, una coppia di 26 e 25 anni e un 34enne, che condividevano lo stesso tetto e seguivano un percorso riabilitativo presso il SERD di Trento. Apparentemente per motivi riconducibili a crisi di astinenza, tra gli stessi erano sorti dei malumori che con il tempo si sono trasformati in condotte aggressive e minatorie da parte del 34enne nei confronti della coppia, tanto da indurla ad abbandonare l’abitazione. I militari hanno così appreso della possibile presenza di un’arma all’interno di quella casa e per questo nei giorni successivi è scattato il blitz. La perquisizione domiciliare ha consentito di accertare che il giovane, 34enne, già noto alle forze dell’ordine, era effettivamente in possesso, senza averne titolo, di una pistola antica che è stata quindi sequestrata.

Pochi giorni dopo, i Carabinieri del NORM della Compagnia di Trento sono intervenuti presso il SERD di Trento per un’aggressione fisica, avvenuta proprio tra gli attori della vicenda della Vigolana. Il giovane 34enne, già denunciato per il possesso abusivo dell’arma, alla vista degli ex coinquilini li ha minacciati e poi aggraditi, colpendo l’uomo al fianco con un coltello a serramanico e procurandogli una lesione guaribile in 10 giorni.

Alla luce dell’inesorabile acuirsi del contrasto tra i giovani, degenerato nella violenta aggressione fisica, e dei risultati degli accertamenti di laboratorio dei Carabinieri del RIS di Parma sulla pistola sequestrata che – benché antica – è risultata perfettamente funzionante, il Tribunale di Trento, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha disposto la cattura del giovane 34enne e la sua conduzione presso il carcere del capoluogo.

Il provvedimento è stato eseguito nei giorni scorsi dai Carabinieri di Trento che, durante la perquisizione domiciliare, hanno inoltre rinvenuto e sequestrato marijuana e prescrizioni mediche per l’acquisto di psicofarmaci, risultate contraffatte, di cui l’arrestato dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria, oltre ai reati di lesioni personali aggravate, minaccia, detenzione illegale di arma comune da sparo, porto di armi e oggetti atti ad offendere.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136