Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Intervento notturno sul Carega: escursionista recuperato sul sentiero attrezzato Pojesi

lunedì, 18 maggio 2020

Ala – Un escursionista residente in Veneto del 1968 è stato recuperato questa notte nella parte finale del sentiero attrezzato Pojesi nel gruppo del Carega, a una quota di circa 2.000 m.s.l.m. L’uomo era partito da solo da San Giorgio (Lessinia, Veneto) ed ha allertato il Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 22.30 di ieri sera, non riuscendo a proseguire in autonomia a causa del buio e della presenza di neve in quota.

elisoccorso notturnoIl coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha caricato a bordo un secondo tecnico di elisoccorso della Stazione di Ala. La nebbia e il temporale non hanno però reso possibile l’operazione. Una squadra di terra della Stazione di Ala è quindi partita in macchina verso il rifugio passo Pertica per poi risalire dal sentiero verso cima Costa Media insieme a un’altra squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Veneto. Verso le 2 le condizioni meteo sono migliorate consentendo all’elicottero di alzarsi in volo e di concludere l’intervento con il recupero dell’escursionista tramite verricello. Per lui non è stato necessario il ricovero in ospedale. Le squadre di terra sono rientrate in autonomia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136