Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Blitz dei carabinieri nella casa dello spaccio: due algerini arrestati a Trento

giovedì, 21 maggio 2020

Trento – Blitz dei carabinieri nella casa dello spaccio: due arrestati a Trento. Il continuo movimento lungo via Salita dei Molini del capoluogo ha insospettito i militari: a tutte le ore del giorno e della sera c’erano persone che si muovevano e l’anomalo “passeggio” – anche nell’appena concluso periodo di lockdown – non è passato inosservato in primis ai residenti, che avevano anche lamentato un incivile parcheggio lungo la via di accesso ad un condominio.

carabinieri large trentinoI carabinieri della locale Compagnia hanno avviato una serie di servizi di osservazione e approfondite verifiche, che in breve tempo, hanno permesso ai militari  della Sezione Operativa di via Barbacovi, di riscontrare le segnalazioni e indirizzare una mirata e specifica attività di controllo, conclusa – nel tardo pomeriggio di ieri – all’ingresso dell’ennesimo “cliente”, che ha determinato l’intervento.

Bloccata l’autovettura su cui viaggiava l’uomo trovato in possesso di una dose di “cocaina”, confezionata nel cellophane, i militari hanno fatto irruzione nell’appartamento, nel frattempo individuato.

E con il supporto dell’unità cinofila della Guardi di Finanza, sono state trovate altre sette dosi di cocaina nascoste e già pronte per la vendita, quattro di hashish, la somma in contanti di 650 euro, verosimilmente, provento dell’attività di spaccio nonché un bilancino di precisione e tre telefonini. Il tutto posto sotto sequestro.

Al termine delle operazioni, i due domiciliati, un 20enne e un 34enne algerini, entrambi irregolari sul territorio italiano, già noti alle Forze dell’Ordine e gravati da reati specifici, sono stati condotti presso il Comando Provinciale e successivamente dichiarati in arresto. Più tardi sono stati trasferiti presso il carcere a Spini di Gardolo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria tridentina.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136