Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Targa d’argento: in arrivo il popolo della montagna e della solidarietà, ci si sposta al Paladolomiti

lunedì, 16 settembre 2019

Pinzolo – Sarà fuori dall’ordinario la 48ma edizione della consegna della Targa d’argento del Premio Internazionale della Solidarietà Alpina in programma a Pinzolo sabato 21 settembre.

SAM_3322La cerimonia, da sempre un evento speciale per l’atmosfera, lo spirito, la condivisone dei valori, la commozione e l’empatia che l’hanno accompagnata fin dalla sua istituzione, quest’anno è stata spostata – per la verità a malincuore, ma non si poteva fare altrimenti  – dall’aula consiliare del municipio di Pinzolo al vicino Paladolomiti, sempre alla stessa ora, a mezzogiorno.

La popolarità del premiato, padre Antonio “Topio” Zavaratelli, ha mosso un gran numero di persone, in particolare volontari dell’Operazione  Mato Grosso, mentre la stima e l’affetto dei compaesani di Antonio De Rasis, tecnico del Soccorso alpino tragicamente scomparso nell’aiutare escursionisti in difficoltà, li hanno spinti a salire dalla Calabria in pullman insieme ai suoi famigliari per ritirare la medaglia d’oro alla memoria.

Veramente tante anche le Autorità (consolari, della pubblica amministrazione, della magistratura, militari e religiose) e le Associazioni locali che hanno dato la loro adesione e preannunciato il loro arrivo. Come al solito saranno a Pinzolo parecchi fra i premiati degli anni precedenti, famigliari di caduti, il popolo della montagna cui naturalmente faranno da cornice gli abitanti della Rendena.

Secondo una tradizione consolidata la mattina di venerdì 20 settembre il premiato incontrerà gli alunni dell’Istituto comprensivo della val Rendena, ai quali parteciperà il suo mondo e le sue esperienze attraverso documenti filmati per concludere con un simpatico a domanda/rispondo.

La giornata di sabato comincerà alle ore 11 con il rinfresco offerto ai convenuti in piazza San Giacomo, la successiva cerimonia di consegna al Paladolomiti allietata dal  Coro Presanella con i vari interventi, e, a seguire, il pranzo degli invitati all’Hotel Olympic. La sera alle 20.30 sempre al Paladolomiti, serata alla quale la popolazione è cordialmente invitata dal titolo “L’alpinismo e la solidarietà sulle Ande” con Padre Topio e il Coro Cròz da la Stria presentati dallo scrittore e giornalista Franco Michieli.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136