Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Vendere auto incidentate? Oggi è possibile

mercoledì, 26 agosto 2020

Un servizio relativamente nuovo, che già da qualche anno ha fatto la propria comparsa ma che di recente ha iniziato ad assumere una dimensione alquanto rilevante. Sarà che il mercato delle auto sta vivendo un momento particolarmente delicato, sulla scia di una crisi economica diffusa resa ancor più forte dalla diffusione della pandemia.

Incidente Vezza 1Fatto sta che si cerca di trovare soluzioni alternative in materia di automobili e si prova a monetizzare in ogni modo, anche da vetture non più funzionanti. Pensiamo alle auto incidentate, più o meno compromesse a seguito di un sinistro stradale. Che fare con una vettura del genere?

Spesso si opta per la rottamazione, perdendo quindi l’intera cifra pagata per l’auto e andando anche a rimetterci qualcosa per le relative pratiche. La crisi economica ha segnato, come si diceva, la crescita di tutta una serie di strumenti alternativi per monetizzare, anche nel caso di cui sopra. Da un po’ di tempo sono sempre più ‘battuti’ i servizi di compro auto incidentate; diffusi un po’ in tutto il paese, con prevalenza per il nord Italia come nel caso di Autosinistrate24, nascono per offrire ai proprietari di vetture incidentate una soluzione alternativa.

Come funzionano i compro auto incidentate?

Chi abbia una macchina reduce da un incidente stradale a seguito del quale risulti non essere più utilizzabile, può ricercare servizi di questo genere in rete: il tutto con massima attenzione alla scelta, come sempre.

I servizi di compro auto incidentate possono essere professionali o decisamente meno affidabili a seconda dell’intermediario che va a fornirli. Prediligere quindi soggetti italiani, con partita iva e sede fisica, presenti sul territorio, in grado di rilasciare tutte le dovute documentazioni.

In sostanza la vendita deve essere fatta in piena regola, onde evitare che l’utente resti esposto ad eventuali rischi futuri nel caso di problematiche che dovessero registrarsi. Anche per quanto riguarda il pagamento (per il quale non ci si possono aspettare certamente cifre da capogiro), è fondamentale informarsi per tempo ed optare solo per intermediari che forniscano tutte le garanzie del caso.

Ricordarsi ad esempio che in Italia vige una apposita legge sui pagamenti in contanti che possono essere ricevuti: attualmente è di 1.999 euro, mentre dal 1 gennaio 2022 scenderà ulteriormente a 999 euro. In sostanza con un po’ di attenzione ed accortezze è possibile riuscire a vendere la propria vettura incidentate, andare a mettersi in tasca qualcosa e portare a termine un’operazione ‘pulita’, senza rischi, evitando i tanti intermediari truffaldini che oggi esistono in questo settore.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136