Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Ufficio Passaporti, le indicazioni della Questura di Brescia

domenica, 9 febbraio 2020

Brescia – L’Ufficio Passaporti della Questura di Brescia, aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, pone quotidianamente a disposizione degli utenti che intendono presentare l’istanza per il rilascio del passaporto, 80 appuntamenti da riservare on-line attraverso la piattaforma “Passaporto Elettronico – Agenda On-line” raggiungibile alla pagina https://www.passaportonline.poliziadistato.it/. Di seguito le indicazioni della Questura.

“Alle ore 8 di ogni giorno, tranne il sabato e la domenica, l’agenda passaporti on-line rende disponibili i predetti posti al primo giorno utile che attualmente si attesta a 98 giorni dalla data di accesso al sistema; a titolo di esempio il cittadino che in data 29 gennaio 2020 accederà al sistema troverà i posti liberi al 6 maggio 2020.

Terminate le disponibilità, il sistema non permetterà altre prenotazioni fino al giorno seguente quando, con le modalità sopra esposte, verranno aperti altri 80 posti e così via; utilizzando tale modalità il sistema permette al cittadino la compilazione a video dei campi modulo, che verranno poi richiamati dagli operatori della Polizia di Stato al momento della presentazione agli sportelli. 

Qualora le persone che intendano richiedere il rilascio del passaporto, non sono state in grado di effettuare la prenotazione in tempo utile, perché le date sono già superate dalla disponibilità della agenda passaporti on-line, possono recarsi direttamente presso l’Ufficio Passaporti dove, acquisendo la priorità per lo sportello uno (dedicato alle urgenze ed alle informazioni), illustreranno al personale preposto le proprie esigenze e, se effettivamente ne ricorreranno le condizioni (ovvero l’imminenza del viaggio da documentare), verrà accolta l’istanza o, in alternativa, verrà fissato un appuntamento compatibile con gli impegni rappresentati. 

In questo caso si suggerisce di portare con sé la modulistica, differente per maggiorenni e minorenni, scaricabile dalla sezione Passaporti della pagina web della Polizia di Stato, all’interno della quale vengono fornite molte utili informazione ai richiedenti il documento valido all’espatrio.

Si ricorda a tal proposito che la documentazione da esibire allo sportello deve essere completa del modulo anzidetto, compilato nelle parti previste, del contributo amministrativo di 73,50 euro, del versamento in conto corrente postale di 42,50 euro, delle fotocopie della carta d’identità del richiedente e di chi rilascia l’assenso, di due fotografie recenti (non devono avere più di sei mesi) formato fototessera del volto su uno sfondo bianco privo di copricapo (ammesso solo per motivi religiosi) e conforme alle altre caratteristiche stabilite dalle normative ICAO.

Si informa che per i minori che non hanno compiuto il dodicesimo anno di età non è prevista l’acquisizione delle impronte e, quindi, non è richiesta la presenza del minore stesso che può essere sostituito allo sportello dalla presentazione di una foto legalizzata (si effettua presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di residenza); per tale ragione non è necessario ottenere un appuntamento on-line, ma è sufficiente che almeno uno dei genitori si rechi presso l’Ufficio Passaporti, sportello uno, per il deposito dell’istanza. 

Si raccomanda all’utenza di rispettare gli orari di prenotazione, al fine di non congestionare gli spazi dell’Ufficio Passaporti, ma anche l’appuntamento riservato in quanto la mancata presentazione o la mancata cancellazione anticipata, sottrae di fatto la possibilità ad un altro utente di utilizzare tale servizio. 

Data la forte richiesta si consiglia di iniziare le procedure di prenotazione dell’appuntamento per il rilascio del nuovo passaporto almeno sei mesi prima della scadenza naturale del documento stesso, anche in considerazione del fatto che molti Stati esteri chiedono per l’accesso, almeno tale validità residua del passaporto.

Si ricorda che l’agenda passaporto on-line deve essere utilizzata anche per le richieste di dichiarazione di accompagnamento per i minori che non hanno ancora compiuto gli anni 14 e che vanno presentate almeno un mese e mezzo prima della partenza; in caso di urgenza, ovvero di partenza ravvicinata, si consiglia, dopo aver effettuato la richiesta on-line, di recarsi con tutta la documentazione richiesta direttamente all’Ufficio Passaporti, sportello uno, segnalando la necessità di un rapido rilascio.

Con l’occasione, giova precisare che per quanto riguarda l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea il Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale segnala, sul sito internet www.viaggiaresicuri.it che al momento non vi sono indicazioni tali per ritenere un rapido cambiamento dello status quo per quanto concerne l’accesso in quel Paese che viene tutt’ora garantito anche con la carta d’identità. 

Non è pertanto necessario, per tale fine, affannarsi nella ricerca di un appuntamento per il rilascio del passaporto anche se non si può che condividere la raccomandazione fornita dal M.A.E.C.I. di dotarsi di tale documento valido all’espatrio; nell’ipotetico caso in cui dovessero repentinamente mutare le condizioni per l’ingresso del Regno Unito, la Questura di Brescia appronterà tutte le misure necessarie al fine di soddisfare il conseguente prevedibile aumento di richieste per il rilascio del passaporto.

Infine, in caso di persistenti criticità nell’ottenere una prenotazione tramite l’agenda passaporti on-line, è sempre possibile rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Questura scrivendo all’indirizzo email di posta certificata “urp.quest.bs@pecps.poliziadistato.it” ovvero contattando il numero di telefono 030 3744846 dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:00 alle ore 12:00″.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136