Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Piano d’azione dei Consorzi turistici Valle del Chiese e Giudicarie Centrali

martedì, 2 giugno 2020

Pieve di Bono-Prezzo – Dare vita ad una azione straordinaria a supporto del settore turistico locale per garantire la ripartenza dopo il blocco legato al coronavirus: con questo scopo i Consorzi turistici della Valle del Chiese e Giudicarie Centrali hanno predisposto un piano di azioni concrete di strategia per fronteggiare l’attuale situazione legata al Covid e affiancare gli imprenditori nella ripresa dell’attività verso la nuova stagione turistica.

“Il progetto – spiegano i due presidenti Daiana Cominotti e Daniele Bertolini - è quello di proporre, nonostante le difficoltà del periodo, delle opportunità di soggiorno nei due ambiti, offrendo ai turisti delle occasioni di svago e divertimento in luoghi e strutture che pongano particolare attenzione al tema della sicurezza. Tale ragionamento – viene detto – scaturisce anche dalla convinzione che le prossime stagioni, estiva e autunnale 2020, saranno inevitabilmente caratterizzate dalla possibilità di accogliere principalmente i turisti italiani, i quali potrebbero riservare particolari attenzioni verso le destinazioni “minori”, poiché meno soggette ad affollamento e assembramenti. Naturalmente le nostre montagne, che si distinguono per la presenza di spazi ampi e tranquilli, ma anche estremamente suggestivi, possono “emergere” in un contesto di questo tipo, prospettando agli ospiti possibilità di vacanza all’insegna della “protezione” e del sano relax. In termini sostanziali, stiamo cercando di raccogliere energie ed idee auspicando che, nella difficoltà contingente, come spesso accade, si possano rilevare delle inedite opportunità”.

Per questo i due Consorzi hanno dato vita ad un gruppo di lavoro specifico per tracciare e concretizzare quello che è stato definito “il progetto ripartenza”: visti i tempi molto ristretti, il team ha iniziato ad operare immediatamente, con la prerogativa di mettere a disposizione del comparto delle azioni concrete. Innanzitutto un raccordo con l’assessorato provinciale al Turismo provinciale e con Trentino Marketing per la realizzazione e fornitura a tutte le strutture ricettive di un pacchetto di cartelli informativi studiati ad hoc per valorizzare i brand territoriali e offrire un’immagine coordinata legata alle raccomandazioni sanitarie.

Vi è poi l’Iniziativa “Adotta un ospedale” grazie alla quale i due Consorzi offriranno un soggiorno gratuito nella Valle del Chiese e nelle Giudicarie Centrali, agli operatori sanitari di un ospedale lombardo impegnati in prima linea nell’assistere i pazienti - aggiungono -. Previsto poi l’affiancamento e sistematico supporto gratuito a tutte le strutture ricettive della Valle del Chiese e Giudicarie Centrali per la gestione della propria Area Web e l’implementazione di tutte le azioni programmate per potenziare e migliorare la presenza sul web degli operatori del ricettivo; supporto all’ideazione e relativo caricamento in Feratel di pacchetti offerta commercializzabili online, gestione del booking center per gli operatori del ricettivo; aggiornamento costante di prezzi e disponibilità”.

Infine verrà attuata l’analisi e il monitoraggio costanti da parte del “Team” per pianificare e ripensare le formule dell’ospitalità, vagliando modelli inediti e adeguati tesi a favorire l’esperienza di vacanza in una condizione di sicurezza rispetto al rischio di contagio. L’iniziativa punta ad offrire un reale supporto pragmatico agli operatori economici impegnati nel comparto turistico, incentivandoli ad aprire le rispettive attività nonostante le grandi preoccupazioni del momento.

“Per questo gli operatori – concludono  i due presidenti Daiana Cominotti e Daniele Bertolini – stati contattati direttamente dai due Consorzi per un confronto sul tema e per recepire la disponibilità ad interagire a favore dei territori, mettendo a disposizione del progetto l’esperienza, la struttura, i servizi e la professionalità. Oltre agli imprenditori, l’iniziativa è stata illustrata in una lettera anche ai responsabili amministrativi dei due ambiti”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136