Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Lockdown a Natale, Crisanti: “Inaccettabile riaprire”

martedì, 17 novembre 2020

Brescia – “Sarebbe moralmente inaccettabile riaprire tutto a Natale, per fare tutto il casino fatto in Sardegna quest’estate e ricominciare dall’inizio. Sicuramente le misure hanno avuto l’effetto di rallentare l’andamento della curva: la prossima settimana vedremo se la curva inizierà a scendere. Se non scende, bisogna fare qualche altra cosa. Sono morte 9 mila persone dall’inizio della seconda ondata, le famiglie stanno pagando un prezzo emotivo immenso”. Il professor Andrea Crisanti, direttore di microbiologia e virologia all’università di Padova, con queste parole rilasciate ad “Agorà” su Rai Tre si allinea alla linea dura di diversi esperti e colleghi che vorrebbero proseguire a Natale il lockdown in atto in Italia in queste settimane, senza considerare la catastrofe socio-economica generata da mesi di limitazioni anti-Covid.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136