Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Itinerari estivi: escursione da Santa Caterina Valfurva ai rifugi Branca e Pizzini

domenica, 16 agosto 2020

Santa Caterina Valfurva – Sui sentieri dell’Alta Valfurva con lo sguardo sui ghiacciai. L’itinerario proposto per la domenica dopo Ferragosto porta ai rifugi Branca e Pizzini.

Il giro ad anello offre molti punti panoramici. Il dislivello è di oltre mille metri, la quota di partenza è 1740 metri mentre quella di arrico è 2706 metri, con un’escursione di circa sette ore. Invece partendo dal rifugio Ghiaccaio dei Forni il tempo è di poco superiore alle 4 ore.

L’ITINERARIO Con l’auto da Santa Caterina Valfurva (Sondrio) al rifugio Ghiacciao dei Forni, dove c’è un ampio posteggio. Da qui per raggiungere la prima tappa, il rifugio Pizzini, ci sono due possibilità: la prima – ritenuta più comoda – si snoda su una strada sterrata che si prolunga nella valle del Cedec, la seconda è più panoramica e in un’ora e mezza si raggiunge la meta. Dopo la prima tappa si prosegue verso il rifugio Branca (nella foto) e si imbocca il sentiero che si trova alla destra del rifugio (con segnavia numero 28c), con un tempo di percorrenza di circa 2 ore. Da qui per tornare al rifugio del Ghiacciaio dei Forni si percorre il sentiero 28a e in 45 minuti si giunge al posteggio. Se invece la partenza a piedi dell’escursione è da Santa Caterina Valfurva il tempo di percorrenza è di tre ore in più.

di Chiara Panzeri



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136