Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Giornata della legalità, a Riva del Garda un lenzuolo bianco e un minuto di silenzio

sabato, 23 maggio 2020

Riva del Garda - Il Comune di Riva del Garda ha celebrato sabato 23 maggio la Giornata nazionale della legalità, data dell’anniversario della strage di Capaci.

comIn quel giorno terribile persero la vita Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della sua scorta. Riva del Garda ha accolto con favore l’invito dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani (Anci), che a sua volta ha aderito alla proposta di Maria Falcone, presidente della Fondazione intitolata a suo fratello Giovanni, di dedicare questa giornata a tutti coloro che in questi mesi si sono prodigati, con abnegazione e grande senso del dovere, nella difficile gestione dell’emergenza sanitaria.

Il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, e il segretario generale dell’Anci, Veronica Nicotra, con una lettera indirizzata a tutti Comuni hanno invitato i primi cittadini a raccogliere l’invito di Maria Falcone di partecipare al flashmob che consiste nell’esposizione, il 23 maggio, di un lenzuolo bianco dal palazzo del Comune e osservando, alle 17.57 (ora dell’esplosione che uccise Falcone, la moglie e gli uomini della scorta), un minuto di silenzio, indossando la fascia tricolore, simbolo dell’unità nazionale e dei valori costituzionali.

Sabato 23 maggio in piazza Tre Novembre sotto il municipio di Riva del Garda – sul cui edificio è stato esposto un lenzuolo bianco – a osservare un minuto di silenzio c’era l’assessore Massimo Accorsi, indosso la fascia tricolore, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale e della città.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136