Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Covid-19, nelle scuole altoatesine 11 nuovi positivi

giovedì, 22 ottobre 2020

Laives – Sono 11 i nuovi casi di positività al Covid-19 nelle scuole italiane dell’Alto Adige. Didattica a distanza alle “Chini” di Bolzano e alle “Gandhi” di Laives.

alto adige bolzano montagne gdvNella giornata di oggi sono stati registrati 11 nuovi casi di positività al Covid-19 nelle scuole italiane in Alto Adige. Alla scuola elementare Don Bosco di Bolzanosono stati segnalati due casi positivi e una classe è stata posta in quarantena. Tre i casi positivi registrati alle scuole Gandhi di Laives. Un caso di positività è stato registrato alla scuola media Archimede a Bolzano, tre i casi alla scuola Ada Negri, un caso alle scuole Foscolo (una classe in quarantena) e alle scuole medie Alfieri, sempre nel capoluogo (con una classe in quarantena). All’Istituto superiore Galilei di Bolzano è stato segnalato un caso di positività, con tre classi in quarantena.

Didattica a distanza alle Chini e alle Gandhi

La dirigenza della scuola elementare Chini, su indicazione dei medici dell’Azienda Sanitaria, ha stabilito il passaggio alla didattica a distanza fino al 1° novembre. Si tratta di una decisione seguita ad uno screening svoltosi il 19 ottobre presso la scuola, a cui hanno partecipato la totalità degli alunni e dei docenti (circa un centinaio). Situazione simile anche a Laives, dove la scuola primaria Gandhi passerà da domani (23 ottobre) alla didattica digitale integrata e verranno effettuati test su tutti gli studenti. Allo stesso modo anche una classe delle scuole Alfieri rimarrà a casa domani (venerdì), in attesa che sabato venga effettuato il tampone, con successivo rientro a scuola previsto per lunedì.

Test antigenici rapidi alle Ada Negri

“Nella scuola italiana sono numerose le indagini svolte a tappeto su alunni e insegnanti – spiega l’assessore provinciale Giuliano Vettorato - si tratta di una scelta concordata con l’Azienda Sanitaria, che rappresenta un’ulteriore misura di prevenzione nei confronti di tutta la comunità, scolastica e non”. E proprio in questa ottica, si svolgeranno da oggi itest antigenici rapidi anche presso la scuola secondaria di I grado Ada Negri. “È importante che a questi screening partecipi il maggior numero possibile di persone – dichiara il Sovrintendente Vincenzo Gullotta - perché lo scopo è quello di individuare con tempestività i casi positivi ed arginare la diffusione del virus”



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136