Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Breno: positivo al Covid spara a quattro giovani, arrestato

martedì, 6 aprile 2021

Breno – Spara a quattro giovani che avevano affittato una baita vicino alla sua abitazione a Degna di Breno (Brescia), 55enne, in quarantena perché positivo al Covid-19, arrestato per tentato omicidio plurimo. La follia di Pasqua costerà caro a un 55enne, padre di famiglia.

Quattro giovani avevano raggiunto la baita nel tardo pomeriggio di sabato, location ideale per festeggiare in tranquillità le festività di Pasqua. Il 55enne – che abita vicino – in quarantena come tutta la famiglia per la positività al Covid-19 – ha cercato di prendere contatto con i giovani, farsi amico, ma alla notizia della quarantena per il coronavirus i quattro si sono allontanati.

La reazione del 55enne è stata violenta: ha preso il suo fucile da caccia e sparato ad altezza uomo contro le finestre dell’abitazione, dove all’interno c’erano due giovani, mandando in frantumi i vetri e danneggiando televisore e play station. I quattro giovani in preda al panico sono riusciti a fuggire, ad avvisare i familiari e i carabinieri, ma il 55enne li ha inseguiti in auto. Il suo cellulare è stato localizzato a Costa Volpino (Brescia), quindi l’ha buttato. A quel punto ha raggiunto la sorella a Calcinato (Brescia) per trovare un rifugio. I carabinieri l’hanno però rintracciato e arrestato (è a domiciliari): tentato omicidio plurimo aggravato dai futili motivi, minacce aggravate e violazione di domicilio sono le accuse contestate dal sostituto procuratore di Brescia Antonio Bassolino. Ora si attende l’udienza che dovrà affrontare davanti al giudice delle indagini preliminari quando sarà nelle condizioni di rispondere alle domande. L’interrogatorio di garanzia non è ancora fissato, perché prima deve essere negativo al Covid 19.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136