Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Arco, il PATT pronto ad impegnarsi nel polo civico

venerdì, 31 gennaio 2020

Arco – Proseguono gli incontri del PATT in vista delle elezioni amministrative di Arco (Trento). Intervento del Patt: “L’attuale coalizione sfilacciata e al capolinea. Gli autonomisti pronti ad impegnarsi nel polo civico”

I vertici del Partito Autonomista, dopo numerosi incontri e un’attenta valutazione della situazione politica di Arco hanno preso la seguente posizione: “Il PATT non può che registrare come lo sfilacciamento dell’attuale maggioranza in consiglio comunale, registratasi già da alcuni mesi a questa parte, abbia portato alla totale dissoluzione del progetto che 6 anni fa aveva consentito la vittoria del sindaco Alessandro Betta alle elezioni, premiando al contempo un chiaro progetto per il futuro del più grande comune altogardesano.

I mutati scenari politici e la decisione della parte civica della coalizione di prendere altre strade in vista del 3 maggio, hanno provocato la rottura dell’equilibrio iniziale che consentiva a questa alleanza di esistere. Per questo il PATT, pur rimanendo fedele agli impegni presi fino al termine del mandato, non può che prendere atto della situazione e, in vista del voto, rivedere il proprio posizionamento.

In questo momento, infatti, la nascita di un polo civico che al suo interno non vede alcun movimento nazionale, rappresenta l’approdo naturale per un Partito che anche a livello provinciale ha deciso con forza di puntare sul rafforzamento dell’area territoriale dialogando con tutti quei movimenti che si ritengono autonomisti, territoriali, popolari e civici così da riportare le nostre comunità, ed in prospettiva anche la provincia, ad essere un laboratorio politico non omologato alle dinamiche nazionali e che possa interpretare in maniera più diretta e puntuale i bisogni dei cittadini e la necessità di una visione chiara di futuro”.

Per questo motivo è stato dato preciso mandato alla sezione PATT di Arco di iniziare celermente a ragionare con il polo civico così da arrivare alla stesura di un programma comune che abbia al centro lo sviluppo economico, sociale, culturale di Arco e che sappia rispondere alle sfide che nella prossima consiliatura ci si troverà sul cammino.

La notizia della decisione di Carlo Pedergnana di non candidare alle prossime comunali è arrivata, inaspettatamente, prima della decisione del Partito e non è, quindi, ad essa collegata. Peraltro preme in questo momento sottolineare l’impegno instancabile di Carlo come amministratore ed esponente di primo piano degli autonomisti. Il Partito, di fronte a questa decisione, pur rispettandola, spera ci possa essere spazio per una sua revisione, ma vuole pubblicamente ringraziare Carlo per la sensibilità, l’impegno, la competenza e la passione con cui ha svolto il suo mandato al servizio generoso e disinteressato della comunità e augurargli il meglio per ogni suo futuro impegno personale, sociale o politico”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136