Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Ala, Fugatti in visita alla Casa della Salute: da lunedì una Rsa di transito

sabato, 9 maggio 2020

Ala – Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, stamani in visita alla Casa della Salute di Ala (Trento). Qui lunedì verrà aperta una Rsa di transito per le persone in attesa di entrare stabilmente in una Rsa territoriale, e che potranno quindi trascorrere un periodo di quarantena, necessario ad accertarne la negatività al Coronavirus, in un contesto accogliente e sicuro. Assieme al presidente Fugatti i rappresentanti delle amministrazioni comunali dei Comuni di Ala e Avio, con i loro sindaci, rispettivamente Claudio Soini e Federico Secchi, e il presidente e il direttore dell’Apsp di Ala Andrea Bandera, e Andrea Zencher, nonché l’onorevole – anche consigliera comunale ad Ala – Vanessa Cattoi.

fug“Questo è un progetto innovativo, che parte per la prima volta – ha sottolineato Fugatti – creando una sorta di ponte fra le famiglie e le case di riposo. Qui i futuri ospiti delle Rsa trovano ad ospitarli delle stanze apposite dove effettuare la quarantena, per poi poter entrare nelle case di riposo di riferimento in assoluta sicurezza. Si tratta un’opportunità importante anche per la struttura alense, che si è resa disponibile a svolgere una funzione strategica per l’intero sistema socio-sanitario provinciale”.

Per il sindaco di Ala Soini “questa è una giornata molto importante. Da un lato siamo felici di poter offrire un contributo concreto a tutto il Trentino per la sconfitta della pandemia, ma siamo anche molto felici di vedere riaperta una nuova sezione del nostro ex-ospedale, a cui tutta la comunità è molto affezionata. In questi anni abbiamo lavorato con impegno per ricavare al suo interno 20 spazi di Rsa (a pandemia terminata) a cui si aggiungeranno probabilmente anche altri posti sempre dedicati agli anziani. E’ quindi una struttura che rinasce, che darà lavoro a diverse persone e offrirà servizi concreti alla popolazione”.

Il sindaco di Avio Secchi ha aggiunto che da questa iniziativa emerge “la capacità del Trentino di fare squadra, dall’Azienda sanitaria alla stessa Apsp Ubaldo Campagnola di Avio che gestirà la struttura di Ala e che con questo progetto riparte alla grande, tornando ad essere un cuore pulsante della vita della comunità”.

La struttura, la prima in Trentino con questo scopo, è dotata di 11 posti dove gli ospiti trascorreranno la prevista quarantena di 15 giorni.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136