Ad
Ad


Sport invernali, festa, novità e nuova stagione della Fisi del Trentino

domenica, 21 novembre 2021

Levico Terme – La Federazione Italiana Sport Invernali del Trentino ha scelto il PalaLevico per alzare il sipario sulla stagione sportiva 2021/2022, proponendo «Fisi Event»ovvero il doppio appuntamento per premiare gli atleti che si sono distinti nell’ultimo inverno sportivo e per presentare la nuova stagione agonistica, che si annuncia sempre particolarmente ricca di appuntamenti. Foto di Elvis Piazzi e Raffaele Merler.

A celebrare la ripartenza del movimento della neve, coordinato dal presidente Tiziano Mellarini, ci hanno pensato il presidente della Giunta della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti, l’assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo della provincia di Trento Roberto Failoni, il vice presidente vicario della FISI Angelo Dalpez, il presidente del Coni trentino Paola Mora, quindi il presidente del consiglio provinciale Walter Kaswalder, nonché il sindaco di Levico Gianni Beretta e il direttore dell’Apt Valsugana Lagorai Stefano Ravelli. Tutti gli interventi hanno ribadito la necessità di proseguire nell’attività sciistica e agonistica, nonostante il momento non facile legato alla diffusione del virus. Ma tutti si sono soffermati sulla prossima sfida che attende il mondo dello sci trentino, ovvero le Olimpiadi del 2026, un appuntamento importante che per la Federsci provinciale vuol essere un motivo per lavorare con parsimonia per far crescere i giovani talenti più interessanti.

A causa dell’emergenza sanitaria della scorsa primavera non era stato possibile proporre il tradizionale appuntamento della «Festa dello Sci» e quindi il direttivo della Federsci provinciale ha pensato di racchiudere in un’unica manifestazione il momento celebrativo 2020/2021 e la presentazione dell’Agenda 2022, che racchiude il calendario gare, regolamenti e tutte le informazioni relative al mondo delle 12 discipline della neve che si praticano in Trentino.

PREMIATO LUCA DE ALIPRANDINI. Per il movimento dello sci trentino, la stagione 2020/2021 resterà sicuramente nella storia soprattutto per il fatto che per la prima volta uno sciatore della nostra provincia ha centrato una medaglia ad un mondiale o olimpiade nel settore dello sci alpino. Merito del noneso, che vive a Riva del Garda, Luca De Aliprandini, capace ai mondiali di Cortina dello scorso febbraio di mettersi al collo uno straordinario argento in slalom gigante. I numeri dell’ultima stagione sciistica parla chiaro: con ben 33 atleti che hanno partecipato ai campionati mondiali, 13 podi ai campionati mondiali, 1 vittoria ai campionati mondiali, 23 podi in gare di Coppa del Mondo, 2 vittorie in gare di Coppa del Mondo, 10 podi nella generale di Coppa del Mondo, 7 podi in Coppa Europa, 4 vittorie in Coppa Europa. Per quanto riguarda invece i campionati italiani le medaglie conquistate dagli alfieri made in Trentino sono risultate 142, delle quali 47 del metallo più prezioso. I protagonisti? Oltre a De Aliprandini, la rendenese Laura Pirovano (adesso ai box per infortunio); Giorgia Felicetti, Davide Magnini, Lisa Moreschini e Federico Nicolini nello sci alpinismo; Simone Deromedis e Andrea Chesi nello skicross; Annika Sieff, Iacopo Bortolas, Domenico Mariotti e Veronica Gianmoena nel salto e combinata nordica; Fabio Longo e Alessandro Chiocchetti nello sci di fondo; Miro Tabanelli nel freestyle ski; Tommaso Giacomel nel biathlon, Mirko Felicetti nello snowboard, e Filippo Zamboni nello sci d’erba, disciplina che viene premiata per la stagione estiva 2020. Sono questi alcuni dei tanti protagonisti della scorsa stagione sportiva, che si è disputata per il 92% del calendario programmato.

LA FISI AL CANCELLETTO CON OLTRE 1000 GARE DI CATEGORIA. La stagione degli sport invernali è pronta al cancelletto di partenza. E in particolar modo il Trentino, con i suoi 78 sciatori inseriti nelle squadre nazionali e ben 149 ragazzi che fanno parte dei team agonistici delle varie specialità, pronti a fare il salto di qualità in un inverno che tutti si augurano possa essere contrassegnato dalla normalità.

Molte le attese dal punto di vista dei risultati, ma pure per quanto riguarda i grandi eventi che animeranno la stagione, complessivamente ben 214, per 1057 gare di categoria, delle quali ben 79 internazionali. Gli eventi top, che si disputeranno in Trentino sono racchiusi in 18 appuntamenti fra gare di Coppa del Mondo, Coppa Europa, Internazionali e Campionati italiani.

Ad aprire le danze saranno i campionati italiani di sci alpinismo di inizio dicembre sulla Paganella. Sempre ai primi di dicembre quindi due gare di Coppa Europa femminile ad Andalo, lo slalom maschile sulla Aloch e due discese libere a Passo San Pellegrino con valenza continentale. Non dimentichiamo poi la 3Tre di Campiglio del 22 dicembre. Coppa Europa di skicross poi in Val di Fassa il 10 e 11 dicembre.

Gennaio è il mese delle discipline nordiche con il Tour de Ski il 3 e 4 gennaio e la coppa del Mondo di combinata nordica il fine settimana successivo. Fra gli eventi internazionali la regina Marcialonga sarà sempre l’ambasciatrice del Trentino, così come i due eventi giovanili Skiri Trophy e AlpeCimbra Fis Children Cup.

Per quanto riguarda gli appuntamenti tricolori giovani appuntamenti a Vermiglio con lo sci alpinismo, a Predazzo e Pellizzano con il salto speciale e combinata nordica, a Lago di Tesero con il biathlon, per finire a San Martino di Castrozza con i campionati italiani aspiranti di sci alpino.

I 18 eventi Top della stagione Fisi Trentino

3-5 dicembre: Campionati Italiani Assoluti (skialp) Andalo
10-11 dicembre: Coppa Europa (skicross) Passo San Pellegrino
11-12 dicembre: Gigante femminile Coppa Europa (sci alpino) Andalo
16 dicembre: Slalom maschile Coppa Europa (sci alpino) Val di Fassa
20-21 dicembre: Discesa libera femminile Coppa Europa (sci alpino) Val di Fassa
22 dicembre: 3Tre Slalom Coppa del Mondo (sci alpino) Madonna di Campiglio
3-4 gennaio: Tour de Ski (sci fondo) Val di Fiemme
6 gennaio: Campionati Italiani Giovani (skialp) Vermiglio
7-9 gennaio: Coppa del Mondo (combinata nordica) Val di Fiemme
16 gennaio: Campionati Italiani Under 16 (salto e combinata) Predazzo
22-23 gennaio: 38° Skiri Trophy Xcountry (sci di fondo) Lago di Tesero
24-29 gennaio: 51ª AlpeCimbra Fis Children Cup (sci alpino) Folgaria
29-30 gennaio: 49ª Marcialonga (sci di fondo) Val di Fiemme e Fassa
5-6 febbraio: Alpen Cup (salto e combinata nordica) Predazzo
12 febbraio: Campionati Italiani Under 14 (salto e combinata) Pellizzano
26-27 febbraio: Campionati Italiani ragazzi e allievi (biathlon) Val di Fiemme
14-18 marzo: Campionati Italiani aspiranti (sci alpino) San Martino di Castrozza
17-20 marzo: Coppa del Mondo (sci alpinismo) Madonna di Campiglio

I NUMERI DELLA STAGIONE 2021/2022. Gli atleti trentini inseriti nelle nazionali di specialità sono complessivamente 78 (11 nello sci alpino, 15 nello sci di fondo, 4 nel biathlon, 3 nel salto speciale, 9 nella combinata nordica, 12 nello snowboard, 2 nel freestyle, 6 nello skicross, 3 nello sci alpinismo, 4 nello skiroll, 9 nello sci d’erba).

Il Trentino è ben rappresentato anche come tecnici inseriti in nazionale, per l’esattezza 38(12 nello sci alpino, 3 nel fondo, 4 nello snowboard, 2 nello skicross, 1 nel biathlon, 8 nella combinata nordica, 2 nel salto speciale, 2 nello sci alpinismo, 1 nello sci d’erba, 3 nel freestyle).

Per quanto riguarda gli eventi in programma nella prossima stagione, in Trentino andranno in scena 4 eventi di Coppa del Mondo, 5 di Coppa Europa, 3 eventi top di caratura internazionale, 6 appuntamenti di Campionato italiano.

Le competizioni giovanili dei vari circuiti sono complessivamente 195 per un totale di 954gare di categoria. Nel dettaglio: 124 per lo sci alpino, 36 per lo sci di fondo, 5 di salto e combinata nordica, 7 di biathlon, 2 di skicross, 7 di snowboard, 2 di freestyle, 7 di sci alpinismo, 4 di slittino sportivo e 1 di sci d’erba.

NOVITA’ NEI QUADRI TECNICI DI FISI DEL TRENTINO. La Fisi ha deciso di ripartire puntando senza mezze misure al mondo giovanile, grazie anche al Progetto Trentino Azzurro, che ha come mission quella di far maturare i giovani sciatori più talentuosi delle 12 discipline degli sport invernali, per traghettarli verso la nazionale e sui palcoscenici più importanti al mondo.

In che modo? Avviando un nuovo percorso con uno staff tecnico rivisto, che metterà a disposizione dei giovani sciatori allenatori di grande esperienza internazionale. Come il predazzano Matteo Guadagnini nello sci alpino e il moenese Giuseppe «Sepp» Chenetti nello sci di fondo. Entrambi hanno già collaborato con il Comitato Trentino: Guadagnini avviò tecnicamente il Progetto Trentino Azzurro dal 2011 al 2016, mentre Chenetti da tre anni è consulente tecnico della Federsci provinciale.

Il settore che ha subito il cambiamento più importante è quello dello sci alpino, che sarà guidato appunto da Matteo Guadagnini ed avrà come allenatori Enrico Vicenzi e Davide Marchetti che seguiranno la squadra maschile, quindi Rudj Redolfi quella femminile.

Lo staff del settore sci fondo vedrà un cambio direttore tecnico, con appunto Giuseppe Chenetti che subentra a Stefano Corradini (dopo più di un lustro con Fisi Trentino), mentre gli allenatori zonali sono Fernando Pedergnana, Matteo Betta, Marcello Bosin, Nicolò Orler, Nicola Fruner e Michele Benamati.

Conferme anche nel salto e combinata nordica con direttore tecnico Andrea Bezzi e allenatore referente Walter Cogoli, così come nel biathlon che avrà come allenatore responsabile sempre Marco Zanon, e pure nello skicross con Loris Donei e Dario Dellantonio come consulente tecnico.

Convalidata anche la coppia invincibile nello sci alpinismo con Rino Pedergnana e Franco Nicolini, mentre lo slittino proseguirà con gli allenatori Simone Scalet per la pista naturale e Corrado Lucian per lo slittino sportivo.

Nel settore snowboard molte le variazioni con Alessandro Cloch per il settore cross e Lorenzo Buzzoni per il park. Skiroll curato da Alessio Berlanda, sci d’erba da Roberto Parisi.

NUOVE DENOMINAZIONI PER I CIRCUITI FISI. Il mondo degli sport invernali del Trentino è in continua crescita, grazie ad un’organizzazione di buon livello, allo straordinario lavoro dei tanti sci club e delle squadre agonistiche di Fisi del Trentino e per merito dei grandi eventi che si disputano ogni anno. Senza tralasciare che fra quattro anni anche le nostre piste ospiteranno competizioni delle Olimpiadi Invernali di Milano – Cortina. Proprio in quest’ottica aumenta anche l’interesse di importanti realtà economiche, che hanno deciso di abbinare il proprio marchio a quello di Fisi del Trentino. E in quest’ottica sono da segnalare le new entry Policura, Oros e il Gruppo Paterno Eurobrico e Casa Tua. Inevitabilmente variano anche le denominazioni dei circuiti giovanili e senior per l’inverno 2021/2022. Ecco il dettaglio:

DAO CONAD: Baby e cuccioli sci alpino e sci fondo
OROS: ragazzi sci alpino
ITAS MUTUA: allievi sci alpino e giovani e senior sci fondo
PASTIFICIO FELICETTI: Fis e Fis Junior sci alpino
DOLOMITI ENERGIA: sci alpino giovani
POLICURA: sci alpino senior
EUROBRICO: ragazzi sci di fondo
CASSE RURALI TRENTINE: allievi sci fondo
MELINDA: snowboard
TRENTINGRANA: biathlon
CAVIT: sci alpinismo
CODIPRA: salto e combinata nordica

FISI TRENTINO EDITRICE DI 2 PROGRAMMI TV E DI UN MAGAZINE.  Fisi del Trentino prosegue anche nella prossima stagione nello strategico impegno di divulgazione dell’affascinante mondo degli sport invernali, attraverso i propri canali di comunicazione. Partendo da due trasmissioni televisive autoprodotte, la prima in collaborazione con Rai 3 Trentino, la seconda in onda sulle emittenti regionali Trentino Tv e Alto Adige Tv.
La prima prima puntata della quinta stagione del programma “Bianco & Nero”, che vede come conduttrice Alice Rachele Arlanch (miss Italia 2017) andrà in onda domenica 21 novembre su Raitre a diffusione regionale, all’interno della rubrica Tapis Roulant, alle ore 9,00 circa e in replica sul canale 103 del Digitale Terrestre alle ore 22:30 dello stesso giorno. La prima puntata è stata registrata sul ghiacciaio Presena, con l’ospite di eccezione Luca De Aliprandini, vincitore della medaglia d’argento in gigante ai mondiali di Cortina d’Ampezzo, e presenterà i principali appuntamenti della prossima stagione, nonché quanto è successo negli appuntamenti sportivi autunnali. Tutte le puntate (10 in totale con cadenza quindicinnale) fino al 27 marzo sono visibili anche in internet sulla piattaforma Rai Play.
Proseguirà per il quindicesimo anno poi anche il format “SkiTrentino”, il contenitore televisivo seguito dall’Ufficio Stampa della Fisi, della durata di 30 minuti che andrà in onda i giovedì sera alle ore 20,30 (in replica sempre il giovedì alle ore 23,15 e la domenica alle 14,30). Prima puntata il 2 dicembre, l’ultima il 31 marzo. In ogni puntata verranno raccontati i principali eventi del fine settimana, con interviste e approfondimenti.
Confermata la pubblicazione anche della rivista cartacea SkiTrentino (tre numeri ogni inverno con spedizione gratuita a tutti i tesserati FISI) e i prodotti editoriali Agenda FISI e Annuario FISI.

Sci: la Provincia crede nello sport e nei giovani

Neve, sport, giovani, valori: sono quattro assi su cui la Provincia intende scommettere per affrontare il futuro all’insegna del coraggio e dell’ottimismo. Il messaggio è stato lanciato questo pomeriggio al Palalevico dal presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti e dall’assessore al turismo e allo sport, Roberto Failoni che hanno partecipato a Fisi Event, appuntamento dedicato agli atleti che si sono distinti nell’ultimo inverno sportivo durante il quale è stata presentata anche la nuova stagione agonistica.

“Veniamo da un anno difficile – ha ricordato il presidente – che ci ha obbligati ad uno stop sofferto ma necessario. Adesso però ci sono tutti i presupposti per ripartire, all’interno di regole e della necessaria prudenza che continuiamo a raccomandare a tutti i cittadini. Sappiamo del resto che gli atleti, per definizione, sono allenati all’impegno, alla fatica ed al rispetto e ringraziamo quanti, come Luca De Aliprandini, raggiungendo risultanti così importanti diventano esempio per molti altri giovani in cui la Provincia continuerà a credere”.

Fugatti e Failoni hanno ricordato ad esempio il progetto Trentino azzurro recentemente rinnovato proprio con l’obiettivo di favorire la crescita di giovani promesse dello sport, lanciando la sfida in direzione Olimpiadi 2026 che vedrà proprio il nostro territorio sotto i riflettori di uno degli appuntamenti sportivi più prestigiosi al mondo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136