Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad

L’agenda delle Valli

Tutti gli appuntamenti giorno per giorno nelle zone montane. Sport, spettacoli ed eventi di ogni genere tra Valtellina, Valle Camonica, Val di Sole per arrivare in Trentino. L’Agenda delle Valli contiene eventi, manifestazioni, iniziative delle zone bresciane e trentine di cui si occupa il portale. Valli che spesso ospitano campionati nazionali e internazionali di diverse discipline e personaggi di fama internazionale. Esibizioni di cori, manifestazioni ciclistiche, raduni degli Alpini. Giorno per giorno tutti gli eventi tra Breno, Edolo, Passo Tonale, Vermiglio, Malè, Cles, Trento passando per Ponte di Legno, Temù, Vezza d’Oglio, Incudine, Malonno, Sonico, Cedegolo, Aprica, Cortenedolo, Caldes, Stavel, Velon.

 

gen
25
sab
2020
Bolzano, al centro Trevi serate di visione di film in lingua straniera accompagnate da tutor
gen 25@10:30–gen 26@23:45
Trento – E’ ripartita la programmazione culturale sulle lingue al Centro Trevi con il progetto “Lingue al cinema-Kino und Sprachen”, serate di visione di film in lingua straniera accompagnate da tutor.

Imparare una lingua significa anche varcare la soglia di una cultura. Le parole di una lingua si adattano all’ambiente in cui vengono usate, rappresentano una visione del mondo legata ad un luogo. Ed ecco che guardare un film in lingua originale, oltre a scoprire i toni profondi della voce di Al Pacino, offre il doppio valore aggiunto di abituarsi all’ascolto, acquisire nuove competenze, rafforzare la comprensione e la curiosità per una lingua che non è la nostra. È ripartita giovedì 23 gennaio al Centro Trevi, con un gran pubblico di spettatori interessati, la rassegna Lingue al cinema - Kino und Sprachen, una iniziativa curata dal Centro studi e ricerche “Palladio” di Bolzano con il sostegno dell’Ufficio bilinguismo e lingue straniere della Ripartizione cultura italiana. “Il Centro Trevi offre a tutta la cittadinanza importanti occasioni di conoscenza e di confronto – sottolinea l’assessore Giuliano  Vettorato – e con questo spirito sono ripartite le serate di visione di film in lingua straniera accompagnate da tutor che aiutano a capire e aumentano la conoscenza delle lingue sul nostro territorio”.

Ogni giovedì film in lingua originale 

Film in lingua originale con sottotitoli nella stessa lingua vengono introdotti, proiettati e discussi insieme ad un tutor di madrelingua. Oltre che nell’ascolto gli spettatori potranno quindi cimentarsi anche in momenti di vera e propria conversazione e, se per qualcuno, ci fosse il desiderio di riprendere alcuni passaggi linguistici ma non solo, potrà prendere in prestito il film presso il Centro Multilingue di Bolzano o la Mediateca Multilingue di Merano. Al notevole bagaglio si aggiunge anche la scheda di accompagnamento e approfondimento che ricevono gli spettatori. Gli appuntamenti della rassegna sono tutti gratuiti, è sufficiente essere utenti del Centro Multilingue, della Mediateca Multilingue Merano o del Centro Studi “A. Palladio”. Le proiezioni sono programmate, a cadenza settimanale, tutti i giovedì fino al 14 maggio alle ore 18 presso il Centro Trevi di via Cappuccini 28 a Bolzano e il martedì, sempre alle 18, presso il Centro per la cultura di Merano. Il programma completo della rassegna è a disposizione sul portale web della Provincia dedicato alle lingue nella sezione Lingue al cinema, da cui si può accedere anche all’archivio delle scede di accompagnamento e approfondimento sui singoli film.

 

Il diritto di invecchiare a casa propria, convegno a Trento
gen 25@12:00–23:45

Trento – Il diritto di invecchiare a casa propria. Mercoledì 29 gennaio Spi Cgil e Auser del Trentino presentano al Muse i dati di una ricerca sulla domiciliarietà in provincia

Invecchiare a casa propria è un diritto per gli anziani, che va reso esigibile anche attraverso un nuovo welfare per la terza età. E’ da qui che parte la riflessione proposta da Spi Cgil del Trentino e Auser regionale sulla domicialiarietà delle  cure e dei servizi nell’ambito di un convegno in programma mercoledì 29 gennaio alla sala conferenze del Muse, a partire dalle 9,30.

In Trentino gli anziani sono 119 mila e rappresentano il 22,1% della popolazione residente (Annuario statistico Ispat); le persone con più di 80 anni sono il 6,9% della popolazione residente, in crescita rispetto al 2,5% del 1981. Cifre che sono destinate a crescere nei prossimi anni.

A fronte dell’allungamento delle aspettative di vita la nostra comunità come il resto del Paese deve, dunque, fare i conti con il calo delle nascite e una platea di giovani sempre più ristretta: ci saranno sempre più anziani e molti di loro non saranno autosufficienti. Bisogna, allora, pensare a nuovi strumenti di welfare e nuovi servizi per dare risposte agli anziani e alle loro famiglie. Le strade maestre per andare in questa direzione sono principalmente due, la domiciliarità dell’assistenza e della cura e l’invecchiamento attivo. Perché vivere più anni non vuol dire automaticamente vivere bene.

Durante il convegno di Spi e Auser verranno presentati i risultati della ricerca sulla domicialirietà in Provincia di Trento, sulle principali criticità del sistema e sui limiti che impediscono agli anziani di invecchiare serenamente a casa loro.

I dati saranno anche lo spunto per interrogarsi e riflettere sugli attuali servizi di assistenza e cura per la terza età, sull’incompiuta riforma del welfare anziani e sulla sperimentazione dello spazio Argento.

Dopo gli interventi introduttivi del segretario provinciale dello Spi Ruggero Purin e della presidente regionale di Auser Chiara Vegher alla sala conferenza del Muse prenderanno la parola Renzo Dori, presidente della Consulta provinciale della Salute ed Enzo Costa, presidente dell’Auser nazionale.

E’ previsto anche l’intervento della vicesindaco e assessora comunale Maria Chiara Franzoia e della responsabile del Servizio Politiche Sociali della Pat Federica Sartori.

“Mövess!” Corso di Viticoltura Eroica Valtellinese 2020
gen 25@14:00–18:00

“MOVESS! La Valtellina ha bisogno di voi!” Il Corso di Viticoltura Eroica Valtellinese inizierà sabato 25 gennaio, con la presentazione aperta a tutti gli interessati.

L’incontro di sabato 25 gennaio alle ore 14 è libero e aperto a tutti, sarà presentato il Corso agli interessati, con visita guidata nei vigneti e degustazione nella cantina storica di Pila Boscarini. Per tutti gli iscritti al Corso, oltre a ricevere il Manuale di Viticoltura eroica, vi sarà la possibilità di seguire e partecipare alle fasi della Vinificazione in naturale delle uve, senza solfiti aggiunti, in Cantina.

Info: https://www.facebook.com/events/594175244682180/

Short Track, l’Italia parte forte agli Europei di Debrecen
gen 25@14:55–15:55

Grande avvio per l’Italia dello short track nella prima giornata degli Europei di Debrecen, in Ungheria. Nella prima sessione dedicata alle batterie sono state infatti moltissime le note positive: Arianna Fontana (Fiamme Gialle) e Cynthia Mascitto (Skating Club Courmayeur) hanno superato i turni di qualificazione su tutte e tre le distanze in programma mentre Martina Valcepina (Fiamme Gialle) ha ottenuto il pass sui suoi 500 e sui 1500restando invece fuori soltanto dai quarti di finale dei 1000 metri. Così, se la Freccia Bionda punterà forte su tutte le gare cercando un grande piazzamento nella classifica overall e la Mascitto tenterà l’accesso nelle finali in programma, Valcepina proverà a concentrarsi soprattutto sulla distanza più breve dove resta tra le favorite assolute.

Al maschile Tommaso Dotti (Fiamme Oro) e Yuri Confortola (C.S. Carabinieri) hanno mancato soltanto la qualificazione sui 500 centrando invece il risultato su 1000 e 1500Andrea Cassinelli (Fiamme Gialle) supera invece il turno su 500 e 1500 venendo eliminato soltanto nei 1000. Molto bene pure le staffette con il quartetto maschile formato da CassinelliDotti, Confortola e Marco Giordano (Carabinieri) capace di chiudere al secondo posto la batteria dei quarti di finale conquistando l’accesso alla semifinale di domani contro Olanda e Germania. Netta vittoria nei quarti invece per la staffetta femminile formata da Fontana, ValcepinaMascitto e Arianna Sighel (Fiamme Oro), pronta così a sfidare domani in semifinale Germania, Russia e Bulgaria.

Giornata in definitiva più che positiva per la Nazionale azzurra degli allenatori Assen Pandov e Ludovic MathieuDomani si torna sul ghiaccio per ribadire tutta la competitività del gruppo tricolore.

Sabato 25 gennaio (diretta online su RaisportWeb)
Ore 10.45: ripescaggi 1500 e 500
Ore 14: semifinale e finali 1500, quarti di finale, semifinali e finali 500, semifinali staffette

Domenica 26 gennaio (diretta online su RaisportWeb)
Ore 11.15: ripescaggi 1500 e 500
Ore 14: quarti di finale, semifinali e finali 1000, super finali 3000, finali staffette

Malattia da meningococco: ambulatori straordinari a Grumello
gen 25@15:00–16:00

L’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo comunica che, grazie alla collaborazione tra i Pediatri di libera scelta e l’ASST Bergamo Est, domanisabato 25 gennaio 2020, dalle 9 alle 16 è prevista una seduta straordinaria (con due postazioni operative) dell’ambulatorio di Grumello del Monte, una dedicata agli adulti e l’altra, affidata ai pediatri, dedicata ai bambini fino a 14 anni.

L’ambulatorio è presso il PRESST in via Nembrini 1.

Trento, chiusura anticipata della mostra a Torre Mirana
gen 25@15:00–16:00

Fino al 2 febbraio è ospitata nella sala Thun di Torre Mirana la mostra Il Teatro Sociale in due secoli di storia – Memorie di scena: le opere, i balli, il cinema che, a conclusione del ciclo di eventi realizzati per il secondo centenario dall’apertura del Teatro, ne ripercorre la travagliata storia.

L’esposizione, ad ingresso libero, è aperta al pubblico tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Sabato 25 gennaio, in occasione della visita del Presidente della Repubblica, la mostra chiuderà alle 16.

Sarà inoltre temporaneamente istituito il divieto di sosta nelle vie Belenzani, Roma e Manci e il divieto di transito in via Belenzani per il tempo strettamente necessario allo svolgimento della visita allo Spazio De Gasperi.

 

“Trento incontra Chiara”, arriva Mattarella
gen 25@16:00–17:00

Nel contesto delle celebrazioni per il centenario della nascita di Chiara Lubich, sabato 25 gennaio avrà luogo presso il Centro Mariapoli “Chiara Lubich” a Cadine di Trento, l’evento “Trento incontra Chiara”, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Nel corso dell’incontro, accanto agli interventi delle autorità, fra le quali la presidente del Movimento dei Focolari, Maria Voce, saranno ripercorsi i tratti più significativi della figura di Chiara e saranno offerte alcune testimonianze, da tutto il mondo, di persone che sono state, e sono, ispirate da Chiara e dal suo carisma nel proprio agire personale e sociale: Lawrence Chong di Singapore e Stanislaw Lencz della Slovacchia, imprenditori; Amy Uelman, avvocato e docente universitario degli Stati Uniti; João Braz de Aviz, cardinale del Brasile; Arthur Ngoy e Florance Mwanabute, medici della Repubblica Democratica del Congo, Alberto Pacher, ex-sindaco di Trento ed altri.
L’evento prenderà il via alle ore 16.00 per concludersi attorno alle 17.30.

L’accesso alla sala Marilen, sede dell’evento nel contesto del Centro Mariapoli, per motivi di sicurezza, è riservato e ad invito. Sarà possibile seguire l’evento in videocollegamento nella sala Athenagoras, sempre al Centro Mariapoli, ed in Sala Depero presso il palazzo della Provincia, in piazza Dante. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul sito www.centenariolubichtrento.it e www.focolare.org.

Gek Tessaro e Berardi Casolari: a Breno due appuntamenti al Teatro delle Ali
gen 25@16:00–17:00

Due spettacoli in programma questa settimana al Teatro delle Ali di Breno.

Si comincia giovedì 23 gennaio alle 20.30, con il quinto appuntamento della fortunata stagione di prosa In Tournéé. In scena la Compagnia Berardi Casolari alle prese con AMLETO TAKE AWAY, un Amleto del giorno d’oggi in balìa delle complessità della contemporaneità, interpretato da uno straordinario Gianfranco Berardi, attore non vedente vincitore nel 2018 del prestigioso Premio Ubu.

Sabato 25 gennaio alle 16, invece, il Teatro delle Ali torna a fare sognare gli spettatori più piccoli con lo spettacolo DIMODOCHÉ di Gek Tessaro. Gli spettacoli di Gek Tessaro consistono nella narrazione di alcune storie originali dell’autore e illustratore di libri per bambini. I racconti si “animano” mediante l’utilizzo di una lavagna luminosa. Nella grande magia della suggestione data dal buio, la lavagna luminosa proietta le immagini ingigantendole. Queste, per la maggior parte, vengono realizzate sul momento. Con tecniche diverse – acrilico, collage, acquarello, inchiostri e sabbia – si sviluppano così scenografie bizzarre, divertenti e poetiche. Il risultato è un gigantesco libro che si anima, si colora e si racconta. In Dimodoché Gek Tessaro racconta una coloratissima storia di macchinari – ruspetta, ruspa, betoniera, gru – che amano il proprio lavoro. Tra di loro una piccola ruspa piena di entusiasmo e domande e “però, però” che fanno sorridere e appassionare. Surreale e poetico, lo spettacolo ci fa immaginare montagne capovolte e laghi con barche e pesci e montagne con mucche dalle facce buffe, una storia circolare che dà voce agli improrogabili perché dell’infanzia. (Biglietti: 6 €)

News allenamenti FeralpiSalò
gen 25@16:00–17:00
Allenamento pomeridiano oggi per i Leoni del Garda che sono tornati a calcare il manto dell’antistadio “Amadei”.

Il nuovo terreno in erba naturale, completato la settimana scorsa, è già stato collaudato e oggi, per la prima volta, utilizzato anche dalla Prima squadra verdeblù. Che ha sostenuto lì una seduta di riscaldamento prima di spostarsi sull’erba del Turina per la parte tecnico-tattica.

Domani la rifinitura si terrà a Salò, dalle 14,30, a porte chiuse. A seguire la partenza per Verona.

Sono tornati in gruppo Pesce e Rinaldi. Ancora lavoro differenziato per Zambelli. Caracciolo accusa dolore a livello cervico dorsale, attualmente trattato con terapie fisiche fino ad ulteriori accertamenti.

Trento, appuntamento a teatro con la fiaba di “Cappuccetto e il lupo”
gen 25@16:00–17:00

L’ottavo appuntamento di Anch’io a teatro con mamma e papàla rassegna che il Centro Servizi Culturali S. Chiara, in collaborazione con il Coordinamento Teatrale Trentino, dedica al teatro per ragazzi, avrà per protagonista la Compagnia Bella, impegnata con uno spettacolo nato da un’idea di Giampiero Pizzol, che rilegge una tra le fiabe più celebri di sempre: “CAPPUCCETTO E IL LUPO” andrà in scena sabato 25 e domenica 26 gennaio(ore 16) al Teatro Cuminetti di Trento. Sul palco saliranno Laura Aguzzoni, Giampiero Bartolini, Raffaella Bettini e Giampiero Pizzol.

Cappuccetto Rosso è senza ombra di dubbio una tra le fiabe più antiche e conosciute, che hanno accompagnato – e continueranno ad accompagnare – intere generazioni di bambini e ragazzi. Nel racconto proposto da Compagnia Bella, però, la favola scritta dai fratelli Grimm acquista un nuovo significato: Cappuccetto è infatti rosso come il Sole che entra ogni Notte nella pancia buia del Lupo per uscire fuori al mattino in tutto il suo splendore. Ecco dunque che la fiaba si trasforma nella parola della Luce e la legge della speranza che dà ritmo alla vita. A raccontare nuovamente questa storia celeste è una banda musicale di angioletti che trasforma i fatti in favole, tra un cacciatore spaccone e burlesco, un lupo trasformista e buongustaio, ma ahimè troppo ingordo, una mamma sempre indaffarata con caffè e ciambelle, una divertente nonnina e una bambina sveglia e birichina.

Al termine dello spettacolo è infine previsto un piccolo intrattenimento a cura delle compagnie. Verrà inoltre distribuita una sana merenda per i bambini gentilmente offerta da Almaverde Bio

.

 

Riva del Garda, “Per la Giornata della Memoria”
gen 25@17:00–18:00

Per la Giornata della Memoria, il Comune di Riva del Garda e l’associazione Amici della Musica propongono sabato 25 gennaio all’auditorium del Conservatorio un pomeriggio di musica e letture con il trio d’archi Quia Musica e il gruppo di lettura «Il tè delle letture». Inizio alle ore 17.

 

Il concerto di Quia Musica (Davide Moro al violino, Alberto Magon alla viola e Camillo Lepido violoncello) inizia con la Serenata per trio d’archi in re maggiore, opera 8 di Ludwig van Beethoven (I. Marcia, allegro, adagio; II. Menuetto, allegretto; III. Adagio, scherzo, allegro molto, adagio, allegro molto, adagio; IV. Allegretto alla polacca; V. Thema con variazioni, andante quasi allegretto, variationen I-IV, marcia, allegro).

 

Quindi il trio esegue due brani di Hans Krása (Praga, 30 novembre 1899 – Auschwitz, 17 ottobre 1944), compositore ceco di origine ebraica vittima dell’Olocausto, che contribuì alla vita culturale nel campo di concentramento di Terezín, prima di essere deportato e ucciso ad Auschwitz: «Dance per trio d’archi» (Terezín, 1943) e «Passacaglia and fugue for trio d’archi» (Terezín, Auschwitz, 1944).

 

Quindi le letture: Maria Luisa Crosina legge un suo elaborato tratto da vari testi, dal titolo «Musica a Terezín»; Federica Fanizza legge dal «Discorso alla nazione tedesca» di J. G. Fichte; Maddalena Brighenti dalle lettere di Etty Hillesum; e Walter Piombini da «Se questo è un uomo», «Lilìt» e «Il nostro sigillo» di Primo Levi.

Volley, info biglietti Serie A1 Monza
gen 25@17:00–18:00

Pallavolo, la Serie A1 a Monza con Cisterna e Cuneo che sfidano Vero Volley e Saugella alla Candy Arena: l’invito della società brianzola.

“Vuoi venire con la tua squadra, i dirigenti, genitori, atleti e tesserati a vedere la grande pallavolo di serie A? Il Consorzio Vero Volley ti invita ad assistere alle partite dei suoi Team alla Candy Arena di Monza riservando alla Fipav una convenzione dedicata!
Tutti i tesserati della Federazione Italiana Pallavolo, infatti, sabato 25 gennaio alle ore 20.30 con il match di SuperLega maschile del Vero Volley Team Monza contro la Top Volley Cisterna e domenica 26 alle 17.00, per la sfida di serie A1 femminile tra il Saugella Team Monza e Bosca San Bernardo Cuneo, potranno assistere alle gare usufruendo di un’offerta esclusiva: 7 euro per gli Altri Settori e 10 euro in tribuna Rossa*.
Inoltre, tutti i tifosi che si presenteranno al match di domenica contro Cuneo esibendo il tagliando acquistato per la gara di sabato 25 contro Cisterna (non omaggio) o l’abbonamento alla Vero Volley Monza, avranno diritto ad entrare alla Candy Arena con un biglietto a prezzo ridotto Special (5€ tribuna rossa o 2€ altri settori)*.
Ai gruppi di almeno 15 persone è riservata un’ulteriore tariffa promozionale*: per tutte le informazioni in merito è possibile scrivere a biglietteria@verovolley.com.
Per ulteriori approfondimenti è possibile contattare Alfredo de Martini: 328 1436729.
Per tutti gli aggiornamenti sulle partite e le iniziative in programma vi invitiamo a seguire il sito ufficiale verovolley.com e i social network del Consorzio.

(*Offerte valide fino all’esaurimento dei posti disponibili).”

Darfo Boario, settimana educativa dell’oratorio di Corna e Bessimo
gen 25@18:00–gen 26@00:00

Darfo Boario – Settimana educativa dell’oratorio di Corna e Bessimo a partire da sabato 25 gennaio. Gli appuntamenti, nell’ambito della proposta ‘OratoriAmo’, prevedono attività comunitaria per i ragazzi del catechismo, celebrazioni eucaristiche, concerti e incontri di testimonianze. Il clou si avrà domenica 2 febbraio nell’ambito della Giornata della Vita e festa di San Giovanni Bosco. Domenica 9 e giovedì 13 altre due iniziative: clicca sulle immagini per ingrandire la locandina dell’incontro con Christopher Castellini e il programma completo.locandina2 locandina

Space Rock Symphony – i più grandi successi del rock in uno show
gen 25@20:10–21:10

È con uno nuovo show musicale che il Planetarium Alto Adige a San Valentino in Campo apre l’anno nuovo. Questo sabato, 25 gennaio alle ore 20 la struttura della Val d’Ega proietta per la prima volta “Space Rock Symphony”, una moderna fiaba rock che unisce musica rock sinfonica, virtuose chitarre elettriche ed immagini cosmiche.

 

La sensazione dell’infinito: chi guarda il cielo in una notte limpida con le stelle sospese nel nero della notte può perdersi nella vastità del cosmo. Un sentimento, che gli amanti della musica conoscono bene, quando il loro cuore batte nel ritmo delle loro canzoni preferite. Il nuovo show nel Planetarium Alto Adige “Space Rock Symphony” accompagna i suoi spettatori per un viaggio nel cielo stellato, nell’infinità dell’universo e in mondi fantastici. Questa moderna fiaba rock unisce un’orchestra sinfonica, virtuose chitarre elettriche ed immagini cosmiche in uno spettacolo dal ritmo incessante con i più grandi successi del rock degli ultimi decenni. I Metallica, i Rolling Stones, gli Aerosmith, i Guns n’ Roses, i Linkin Park e tante altre band leggendarie trasportano gli spettatori nell’unico luogo ancor più vasto dell’universo: la nostra immaginazione.

 

La première del nuovo show nel Planetarium Alto Adige si terrà questo sabato, 25 gennaio alle ore 2:000. Ulteriori appuntamenti sono previsti per venerdì 24 aprile, sabato 26 settembre, sabato 7 novembre e venerdì 20 novembre. Prenotazioni ed informazioni si possono avere sul sito www.planetarium.bz.it, via e-mail a info@planetarium.bz.it o telefonando a 0471 610020; costo: 7 Euro; età consigliata: a partire dai 16 anni.

 

Il trailer dello show è consultabile sotto: https://www.youtube.com/watch?v=AeKG9H8rLxQ

 

Basket, Serie A: Banco di Sardegna Sassari-Dolomiti Energia Trentino
gen 25@20:30–21:30

Banco di Sardegna Sassari (15-3) vs. Dolomiti Energia Trentin(8-10)

20a giornata LBA Serie A | PalaSerradimigni | sab 25.01 h 20.30 Eurosport Player

Game Notes (.pdf) | Kinesi Injury Report

Probabili quintetti

Sassari
G – Marco Spissu, G – Michele Vitali, F – Dyshawn Pierre, F – Dwayne Evans, C – Miro Bilan

Trento
G – Aaron Craft, G – James Blackmon, F – Alessandro Gentile, F – Davide Pascolo, C – Rashard Kelly

1) Toto wow!

La Dolomiti Energia si prepara alla trasferta di Sassari reduce da tre sconfitte consecutive in casa fra campionato e 7DAYS EuroCup, ma con la voglia di ripartire dal carattere e dalla qualità messe in campo nella seconda parte di match contro la Virtus Bologna che avevano permesso ai bianconeri di accarezzare il sogno dell’impresa prima della sfuriata di Milos Teodosic negli ultimissimi minuti di gioco.

Non è bastato un clamoroso capitan Toto Forray, che ha toccato il suo massimo stagionale con 24 punti a referto mettendo in mostra una volta di più le doti tecniche e umane che a Trento lo hanno reso una bandiera e una pedina fondamentale.

Curiosamente in trasferta in Serie A i bianconeri hanno una striscia aperta di due successi consecutivi, arrivati tra l’altro su campi caldi e difficili da espugnare come quelli di Varese e Pistoia: l’ennesima “mission impossible” della Dolomiti Energia in questo gennaio esigente e intensissimo questa volta si gioca al PalaSerradimigni.

2) Nove di fila

Il Banco di Sardegna si presenta alla sfida contro Trento forte della qualificazione agli ottavi di FIBA Champions League ottenuta con due turni di anticipo con una bella vittoria in trasferta a Strasburgo, ma soprattutto cavalcando un’impressionante striscia di nove successi consecutivi in campionato che hanno lanciato i vicecampioni d’Italia ai vertici della classifica.

I “Giganti” non perdono in Serie A dal 24 novembre, un 90-78 al Forum di Milano, ma da quel momento in poi sono stati senza grossi dubbi la squadra più costante e per certi versi impressionante del campionato: nelle nove vittorie consecutive sono stati 103, in totale, i punti di scarto per i sardi, capaci in stagione di tirare con percentuali superlative sia da due (54%) che da tre (41 abbondante). I tre migliori tiratori dall’arco di tutta la Serie A per percentuale di realizzazione sono della Dinamo: Michele Vitali con il 50,7% (36 su 71), Dyshawn Pierrecon il 49,2% (32 su 65) e Marco Spissu con il 48,5% (33 su 68). Un attacco scoppiettante, una difesa fisica e attenta, una grande attitudine al rimbalzo in attacco: per lo Scudetto, insomma, c’è anche Sassari.

3) Molti precedenti

La Dolomiti Energia Trentino nelle ultime cinque stagioni conta più precedenti solo con Milano (28) e Venezia (26): quella contro i sardi sarà infatti la diciannovesima volta per i bianconeri, che fra regular season e playoff scudetto in Serie A contro la Dinamo hanno un bilancio complessivo di 10 vittorie e otto sconfitte.

All’andata vinsero i biancoblù 73-76 grazie ad una spietata tripla allo scadere di Curtis Jerrells (16 punti per Justin Knox, miglior realizzatore dell’incontro); l’ultimo precedente in Sardegna invece è datato 24 marzo, e la Dinamo con una grande prova di forza battè Trento 88-70 anche grazie a 16 punti di Tyrus McGee.

Serata Finale Orobie Film Festival a Seriate
gen 25@20:45–21:45

Serata Finale Orobie Film Festival: ingresso libero a Seriate sabato 25 gennaio alle ore 20.30

Nago, teatro “Cantiere a luci rosse”
gen 25@21:00–22:00

Per la 25ª rassegna di teatro amatoriale dialettale «Bruno Cattoi», la compagnia di Cavaion Veronese Teatro dell’Attorchio propone sabato 25 gennaio la commedia comica dialettale di Igino Dalle Vedove «Cantiere a luci rosse», al teatro di Nago con inizio alle ore 21. Come sempre, è disponibile l’apprezzato servizio di bus navetta gratuito (per chi dispone dell’abbonamento o del biglietto in prevendita), con fermate ad Arco e a Bolognano (la prenotazione si fa al momento dell’acquisto in Cassa Rurale).

 

«No gh’è polsar che straca» esclama Polpetta, manovale fannullone del muratore Enrico, tra un giro all’osteria e una chiacchierata con Santina, la strana vecchia che vive con la Pasquina e ce l’ha a morte con i «botegheri». Entrambi si trovano a lavorare sul cantiere dell’ingenuo impresario Mariolino, che sta ristrutturando un grazioso appartamento per regalarlo alla sua amante Rossella, affascinante e giovane arrivista. Ma se la moglie Gemma lo venisse a sapere? E se insieme alla sua amica Carla cercasse di escogitare qualcosa per mandare a monte questa lussuriosa tresca? Come finirà questa storia potrebbe svelarlo solo la famosa astrologa «Mimì la francese».

 

In scena Igino Dalle Vedove (Polpetta, il manovale), Franco Salvetti (Enrico detto Rico, il muratore), Livia Malesani (Santina, la pensionata), Roberto Tenca (Mariolino, l’impresario), Ilenia Righetti (Gemma, la moglie di Mariolino), Nadia Penaccini (Carla, l’amica di Gemma), Tania Aldrighetti (Rossella, l’amante di Mariolino) e Livia Malesani (Mimì, l’astrologa). Scenografia Igino Dalle Vedove, allestimento scenografico Franco Salvetti, Gianni Bonfioli, Igino Dalle Vedove, Roberto Tenca e Stefano Polinari, costumi Ilenia Righetti e Sabrina Tramonte, trucco e parrucco Anna Maria Cremonini, luci e audio Geppe Marconi, fotografo Gianni Bonfioli, progetto grafico Enrico Gastaldelli. Regia di Ermanno Regattieri.

 

Le prossime proposte
Il primo febbraio la compagnia di Revò La Revodana porta in scena «Na fiola da maridar», commedia dialettale brillante nell’adattamento di Stefano Palmucci: l’8 febbraio l’ospite è la Filobastia di Preore con «Ti posso spiegare» di Michele La Ginestra e Adriano Bennicelli; la rassegna si chiude il 15 febbraio con la compagnia di Cogollo (comune di Tregnago, provincia di Verona) La Nogara e la commedia brillantissima in due atti di Loredana Cont «Le me toca tute».

 

Bruno Cattoi

Attore, autore e regista generoso, Bruno Cattoi ha lasciato nel mondo del teatro locale un segno che resiste al tempo. Attore di provata esperienza, recitò anche a fianco di nomi importanti del teatro del Novecento (ad esempio Anna Proclemer) in spettacoli di livello nazionale, ma soprattutto fu cultore e amante delle espressioni più genuine e semplici dell’amore per il teatro, che ritrovava fra gli attori dilettanti della sua Arco e delle città vicine. Proprio per le filodrammatiche locali infatti, ha scritto copioni che ancora si ricordano con affetto e nostalgia per l’arguzia e la pungente satira, e per il grande cuore che egli ha saputo infondere ad ogni battuta.

 

Ingressi

biglietto unico: 7 euro

abbonamento alle cinque serate: 28 euro

Servizio di prevendita Primi alla Prima delle Casse Rurali del Trentino.

Servizio cassa in teatro a partire dalle ore 20.30 del giorno dello spettacolo (limitatamente ai biglietti invenduti).

I posti in abbonamento non occupati entro le ore 20.55 saranno rimessi in vendita

 

Bus-navetta

Per chi acquista l’abbonamento o il biglietto in prevendita, è previsto un servizio bus-navetta gratuito, da prenotare al momento dell’emissione in Cassa Rurale. Partenza: ore 20.30 dal parcheggio Alla Sarca (nuovo parcheggio di Caneve); ore 20.35 da piazza Vittoria a Bolognano. Fino all’esaurimento dei posti (54)

 

Collaborazione: associazione per il Coordinamento Teatrale Trentino di Trento; biblioteca comunale di Nago-Torbole.

 

Informazioni
Ufficio attività culturali del Comune di Arco

Arco, via Segantini 9, Palazzo dei Panni

telefono 0464 583619

email cultura@comune.arco.tn.it

web www.comune.arco.tn.it

 

Biblioteca comunale di Nago-Torbole

Nago, Casa della Comunità

telefono 0464 505181

Pallanuoto, finali di Coppa Italia a Brescia
gen 25@21:00–22:00

Dopo tre anni, la piscina di Mompiano tornerà ad ospitare la final four di Coppa Italia: sabato 29 febbraio e domenica 1 marzo, sarà di nuovo un autentico riferimento per la pallanuoto nazionale e questo grazie all’iniziativa dell’An Brescia che si è presa in carico l’organizzazione dell’evento – con il patrocinio dell’Amministrazione comunale cittadina – con entusiasmo, spirito di sacrificio e, ovviamente, anche con l’obiettivo di togliersi delle grosse soddisfazioni. La rinnovata formula del torneo prevede l’accesso alle finali per le prime quattro classificate in campionato, con semifinali nella giornata di sabato, e le sfide per il podio, alla domenica (gli orari verranno definiti in funzione del palinsesto Rai); con il primo titolo nazionale in palio, la manifestazione promette spettacolo ed emozioni in quantità, e, per tifosi e appassionati, si tratterà del classico appuntamento da non perdere.

«L’epilogo della Coppa Italia – dichiara il presidente dell’An, Andrea Malchiodi – è un momento di sport con la esse maiuscola, rappresentando un evento che dà prestigio a Brescia, e l’An è lieta di sostenere le fatiche organizzative per fare questo regalo al suo pubblico. L’assegnazione del trofeo è uno dei momenti clou del movimento pallanuotistico tricolore e giocare davanti ai nostri tifosi, fornirà senz’altro un grande stimolo in più per fare bene; saranno sfide ad altissima intensità e noi daremo il massimo per chiudere con una grossa gioia. Speriamo che queste finali siano anche l’occasione per inaugurare la sala ospitality dell’impianto natatorio, e, allo stesso tempo, ci si augura che la sala venga intitolata a Piero Borelli».

Scuola italiana, bando da 34 posti per insegnanti di tedesco in Alto Adige
gen 25@21:00–22:00

La Sovrintendenza ha pubblicato il bando per il reclutamento di 34 insegnanti di tedesco seconda lingua nelle scuole in lingua italiana. Vettorato: “Passo avanti garantire la continuità”.

Nei mesi scorsi, in Alto Adige, è emersa chiaramente la problematica relativa al reclutamento di insegnanti di tedesco L2 nella scuola in lingua italiana. Una carenza di organico alla quale la Sovrintendenza ha deciso di porre rimedio pubblicando in data odierna (15 gennaio) il bando di concorso per l’accesso al ruolo di docenti di tedesco (L2) nella scuola secondaria di primo e secondo grado in lingua italiana. “Una prima risposta importante – evidenzia l’assessore Giuliano Vettorato – per sopperire ad una carenza di personale emersa nel tempo e anche per offrire garanzia di continuità agli istituti scolastici”.

Bando per 34 insegnanti di tedesco L2

Complessivamente saranno 34 i posti a disposizione, così suddivisi: 18 posti per la scuola media, 16 riservati alla scuola superiore. “Un traguardo significativo – evidenzia il Sovrintendente Vincenzo Gullotta - da un lato questo bando offre a docenti professionisti la possibilità di accedere al ruolo di insegnante, regolarizzando in modo definitivo la propria posizione, dall’altro garantisce alle famiglie e agli studenti la possibilità di contare su personale qualificato”. Il termine ultime per la presentazione delle domande è il 14 febbraio 2020 alle ore 12. Il bando e il modello di presentazione della domanda sono disponibili sul portale web della Provincia dedicato alla scuola italiana nella sezione concorso per l’assunzione di personale docente di L2.

Trento: incendio di Vigo Meano, un conto corrente in aiuto delle famiglie
gen 25@21:00–22:00

L’incendio scoppiato sabato scorso a Vigo Meano ha tolto tutto alle famiglie che abitavano negli appartamenti coinvolti. Grande e immediato è stato l’aiuto e il supporto della comunità.

I vigili del fuoco volontari di Meano hanno attivato un conto corrente per raccogliere fondi a favore delle vittime dell’evento.

Per chi volesse partecipare a quest’importante iniziativa di solidarietà, ecco i riferimenti:

c.c. Cassa rurale di Trento

IBAN: IT 75 R 08304 01817 000016386733

Vela, streaming e risultati Hempel World Cup Series Miami
gen 25@21:00–22:00

La Coppa del Mondo di Vela Olimpica a Miami, Hempel World Cup Series, vive la sua penultima giornata riuscendo a fatica a portare a termine una sola regata per le due classi 470, e poche altre manche per il resto delle classi. Condizioni limite su Biscayne Bay: vento scarsissimo, tra 3 e 5 nodi, appena percettibile, e complicato da interpretare nei cambi di direzione. Percorsi molto brevi.

Decise le classifiche finali, con i top-ten di ciascuna classe che sabato 25 saranno in acqua per le finali Medal Race a punteggio doppio. Il programma è stato modificato e le Medal dei 470 inizieranno alle 9 del mattino (le 15 italiane), e sarà possibile seguirle in diretta streaming (sotto il link).

Nel 470 femminile l’Italia porta due equipaggi in finale: Elena Berta (Aeronautica Militare) e Bianca Caruso (Marina Militare), dopo un 5° nell’unica prova del giorno, partiranno in finale dal 5° posto, ma a 1 solo punto dal terzo gradino del podio, la prospettiva per loro è una Medal tutta all’attacco. Benedetta Di Salle (Marina Militare) e Alessandra Dubbini (Fiamme Gialle), 14° nell’ultima prova, entrano in finale con il decimo posto.

Nel 470 maschile la Medal Race sfuma per soli 4 punti per Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare), ottimi secondi nell’ultima prova, a parte la penalità di 1 punto per il cambio del tracker malfunzionante, probabilmente revocata, ma in ogni caso ininfluente. Il tardivo risveglio dei due velisti romani non basta a recuperare i punti necessari a entrare nei top-ten della Medal Race. Prova opaca per Matteo Capurro e Matteo Puppo (Yacht Club Italiano) diciottesimi di manche e anche in generale.

Immutate le classifiche Laser Radial femminili, con Matilda Talluri (CN Livorno) che partirà nell Medal Race dal 3° posto a 5 punti dalla testa della classifica. Fermi anche i Laser Standard, con Edoardo Libri che chiude Miami al 18° in generale.

Il programma Hempel World Cup Series prevede sabato le Medal Race tra i primi dieci di tutte le classi. Il fuso orario a Miami è 6 ore in anticipo rispetto all’ora italiana.

QUI IL LINK PER VEDERE LE MEDAL RACE DI MIAMI DALLE ORE 15 ITALIANE: https://youtu.be/kBBpDfCOzRU

Programma gare Hockey Inline
gen 25@23:00–gen 26@00:00

Tutte sfide più che interessanti quelle del giro di boa. Padova riceve Ferrara che trama il sorpasso, Cittadella va a Monleale (che sogna l’aggancio) e Piacenza-Verona si giocano la salvezza. Turno interlocutorio in B dove spicca Tergeste-Legnaro

Che turno! Davvero più che interessante quello che propone il calendario di serie A per l’ultima di andata: sfide salvezza, sfide playoff e molte possibilità di aggancio o sorpasso in praticamente tutte la fasce della classifica! Occhi su Torino (3°) vs Milano (1°) ma come non seguire con massimo interesse anche il derby vicentino fra Vipers e Vicenza oppure la sfida tra Ghosts (4° a 12 punti) e Ferrara (7° a 10 punti)? E che dire della sfida di Monleale in cui i padroni di casa con una vittoria potrebbero agganciare proprio il Cittadella a quota 12? Da vivere tutta d’un fiato poi la sfida salvezza di Piacenza dove la Lepis (9° a 3 punti) riceve un Verona (10° a 0 punti) rigenerato dalla Coppa Italia.

SERIE A – In strettissimo ordine cronologico, partiamo dalla gara fra Padova e Ferrara che nelle premesse sarà una sfida davvero eccezionale con in campo moltissimi ex a giocarsi 3 punti dal peso specifico davvero “importante”. Ferrara, ridisegnata nel mercato invernale, ha aggiunto cartucce di assoluto valore alla squadra di Buzzo (sulla panca di Padova fino alla stagione 17-18) prelevandole proprio dalla città del Santo: Leben, Fink e Grancara dopo gli innesti della scorsa stagione quali Pistellato, Veronese e Gadioli (sempre da Padova). Una vittoria degli estensi varrebbe il sorpasso in classifica ed un ipotetico quarto posto (in attesa di sapere il risultato del Cittadella a Monleale) mentre la conquista dei 3 punti per la formazione dei Ghosts scolpirebbe un +5 in classifica che potrebbe essere un buon “tesoretto” da difendere nel girone di ritorno. In dubbio Valente fra i padroni di casa mentre è certa l’assenza di Chelodi; al gran completo la formazione ospite dei Warriors. Cesare Calore ci racconta le sensazioni nello spogliatoio del Padova: << Dopo l’amara eliminazione in Coppa Italia si ritorna al campionato e lo si fa con un match molto sentito. Ci aspetta una partita molto importante ai fini della classifica e dai risvolti psicologici interessanti in quanto incontreremo molti ex compagni di squadra e avremo quindi un ulteriore motivo per dare il meglio in campo! >>. Raffaele Zabbari ci svela invece l’attesa in casa Ferrara: << Chiudiamo il girone d’andata con una partita importante sotto tutti i punti di vista. Importante per poter vedere come si muoverà la squadra in gara con i nuovi innesti, importante nell’ottica dei 3 punti per portarsi in zone di classifica più tranquille e, non ultimo, importante banco di prova perché il Padova è un squadra forte e ben impostata! Affrontiamo quindi questa trasferta carichi e motivati a dare il meglio >>.

Alle 19.00 al Pala Trecate, il big match di giornata con il Milano Quanta a rendere visita al Real Torino indiscussa e positiva sorpresa di stagione pronta a cercare lo sgambetto alla corazzata di coach Rigoni. Ovviamente servirà il miglior Real in tutti i reparti ma l’umore è alto nello spogliatorio dei piemontesi come confermano le parole e le citazioni del vice presidente Massimo Traversa: << Il Real ha già raggiunto e superato il suo obiettivo dei 18 punti nel girone di andata (ne ha 19, ndr) come il Milano ha la certezza di essere Campione d’inverno con una giornata di anticipo e quindi non vedo nessun particolare stress per le due formazioni. Il tema sarà sicuramente lo stesso per le due squadre: il Milano non avrà nessuna intenzione di perdere la prima partita nella regular season e il Real non avrà nessuna intenzione di non provare fino al fischio finale di essere la prima squadra a battere il Milano in questa stagione. Comunque vada, come diceva Chiambretti, sarà un successo e, aggiungerei, sicuramente una bella partita! >>. In casa Quanta, data per assodata l’assenza di Ronco (operato ai tendini della mano), rispetto alla formazione di sabato scorso è previsto il rientro di Barsanti e dovrebbe essere a disposizione anche Caletti, fermo da impegni sul ghiaccio. Si deciderà solo all’ultimo se “rischiare” gli influenzati Mai e Buggin. Questa la fotografia di Belcastro sul match che attende i campioni d’Italia a Torino: << E’ una trasferta che nasconde parecchie insidie per noi, in primo luogo per la superficie in cemento alla quale loro sono abituati e noi no ma soprattutto perché, come certificano i risultati, il Real Torino è un’ottima squadra! Il loro è un gruppo che possiamo considerare assolutamente maturo per il salto di qualità avendo anche aggiunto giocatori esperti come Di Fabio e Perazzelli ad un roster di giovani di assoluto valore >>.

Alle 20.30 un trittico di partite in cui spicca il derby vicentino fra Vipers e Diavoli che si giocherà nell’impianto di via Cinque. Un derby che più che vicentino si potrebbe definire proprio asiaghese essendo ben 8 (7 giocatori + il tecnico) i Diavoli residenti in altopiano. Vicenza, nel turno infrasettimanale di Coppa, ha confermato di essere vicina alla quadratura del cerchio dopo il rientro di Simsic e la conseguente “rivisitazione” delle linee da parte di Angelo Roffo mentre Asiago è tutt’ora in piena evoluzione dopo l’arrivo di Sommadossi. Infortuni ed assenze varie dell’ultimo mese non hanno praticamente mai permesso al coach bolzanino di lavorare con l’intero roster a disposizione ma questo non vuole essere assunto ad alibi in casa Vipers come confermano le parole di Davide Rodeghiero: << Per vari motivi ed un po’ di sfortuna ci stiamo allenando in pochi ma come abbiamo dimostrato a Milano (sconfitta per 4-2), giocando in maniera accorta ed intelligente non partiamo sconfitti in partenza contro nessuno. Certo che sarebbe meglio poter giocare certe sfide al completo ma sono cose che in una stagione così lunga possono succedere e quindi sono certo che chi scenderà in pista darà il tutto per tutto per provare a fermare Vicenza e non rimpiangere gli assenti. Le motivazioni di un derby poi, possono far trovare energie che manco ci si aspetta di avere! >>. Sicuro il forfait di Schivo (out 25 giorni per una frattura al viso in Coppa contro Verona) e di Spiller, i Vipers proveranno a recuperare in extremis capitan Marco Frigo e Cantele due difensori “titolarissimi” usciti malconci dalla gara di Milano e mai allenatisi in settimana; dato per certo il rientro di Pertile. Fra gli ospiti regna invece un evidente ottimismo anche alla luce della qualificazione alla Superfinal di Coppa Italia ottenuta contro Padova, come conferma il match preview di Andrea Delfino, bomber dei biancorossi: << Il derby è per antonomasia una gara “complicata” e questo di sabato non credo sfuggirà a tale regola. Asiago ha in panchina l’allenatore che è stato da noi ad inizio stagione e quindi ci conosce tutti oltre a conoscere l’ambiente berico anche se è rimasto poco. Sono certo che preparerà la partita in modo molto scrupoloso; hanno fatto una buona prestazione e un ottimo risultato con Milano in casa loro la scorsa settimana e quindi sabato sarà sicuramente una partita difficile. Lo è sempre, ma con gli avversari in forma lo sarà ancora di più >>.

Stesso orario per la super-sfida salvezza di Piacenza dove la Lepis attende il Cus Verona ringalluzzito dal passaggio del turno in Coppa a spese del Monleale. Le squadre sono attualmente penultima ed ultima in campionato con gli emiliani a 3 punti frutto dell’imprevedibile vittoria esterna in quel di Ferrara prima dello stop natalizio mentre è ancora fermo al palo il Cus che in campionato ha registrato otto sconfitte in altrettanti incontri. Inutile dire che, alla luce di quanto visto finora, una vittoria del Piacenza potrebbe valere mezza salvezza per la squadra di patron Berardi mentre una vittoria degli scaligeri riaprirebbe completamente la corsa al nono posto che garantisce un posto in serie A nella stagione 20-21. Per Piacenza queste le parole della vigilia di Maurizio Varasi, direttore sportivo degli emiliani: << Si chiude il girone di andata con una partita molto importante ai fini della lotta per la salvezza. E’ inutile nascondere che Piacenza e Verona si contenderanno tre punti che potrebbero essere fondamentali per perseguire il proprio obiettivo stagionale. Noi arriviamo da una sconfitta assai pesante maturata in quel di Vicenza mentre i veronesi saranno galvanizzati dal fresco passaggio del turno di Coppa e relativa conquista della Final Six. Speriamo di poter recuperare i numerosi infortunati e di riuscire finalmente a scendere in campo a ranghi completi. In tal caso potremo sicuramente dire la nostra!>>. Per Verona dovrebbe rientrare il portiere Del Villano mentre non sono previste altre variazioni rispetto alla vittoriosa formazione scesa in pista mercoledì scorso contro Monleale.

Proprio Monleale (inizio gara sempre alle 20.30) sarà la sede dell’ultima sfida che ci regala il calendario della serie A con Sportleale e Cittadella a contendersi i 3 punti in palio. Nell’unico precedente stagionale, nel girone di Coppa Fisr del 21 dicembre, fu la formazione di Pierobon a spuntarla, ma solo all’overtime, grazie al golden goal di Lago. Sfida assai complessa da decifrare visti anche i risultati recenti delle due formazioni; l’ultimo successo in campionato dei piemontesi risale al 7 dicembre scorso quando fu l’Asiago ad uscire sconfitto dal Pala Massa e le ultime prestazioni della squadra di Zagni sono state tutt’altro che da incorniciare. Sembra essere invece tornato il sereno a Cittadella che, dopo un avvio assai promettente di stagione, era incappato in un filotto di sconfitte davvero preoccupante per la classifica dei granata. Le ultime due gare di campionato sono infatti coincise con il sacco di Piacenza e con la “pirotecnica” affermazione nel derby contro Padova che ha permesso a Covolo e compagni di risalire fino alla quarta posizione proprio in coabitazione con i cugini Ghosts. Con le squadre divise da soli 3 punti (Cittadella 12 e Monleale 9) viene immediato capire quanto possa pesare una vittoria di una o dell’altra contendente in ottica playoff nonostante vi sia un intero girone di ritorno ancora da giocare. Fra i padroni di casa importantissimo rientro del goalie titolare Peruzzi. Arbitri dell’incontro gli “inseparabili” signori Zoppelletto e Chiodo.

Serie A – Il programma della 9a giornata (sabato 25 gennaio):

ore 18:30 Ghosts Padova – Ferrara Hockey (arbitri Rigoni M. e Gallo)

ore 19:00 Real Torino – Milano Quanta (Marri e Ferrini)

ore 20:30 Lepis Piacenza – CUS Verona (Fiabane e Faragona)

ore 20:30 Asiago Vipers – Diavoli Vicenza (Grandini e Zatta)

ore 20:30 Monleale Sportleale – Cittadella HP (Zoppelletto e Chiodo)

La classifica dopo 8 giornate: Milano Quanta 24 punti; Diavoli Vicenza 21 punti; Real Torino 19 punti; Cittadella HP e Ghosts Padova 12 punti Asiago Vipers e Ferrara Hockey 10 punti; Sportleale Monleale 9 punti; Lepis Piacenza 3 punti; Cus Verona 0 punti.

SERIE B – Turno transitorio in serie B che vede il via del girone di ritorno in cui, classifica alla mano, spicca il match di Trieste (sponda Tergeste) dove si affronteranno i Tigers di coach McAdams e i Fox allenati da Cintori. Due soli punti distanziano i club in classifica con Legnaro a quota 19 e Tergeste a 17; all’andata dopo un continuo “batti e ribatti” finì con la vittoria dei Fox all’overtime e questo potrebbe essere di ulteriore conferma di quanto possa essere equilibrato il match affidato alla direzione dei romagnoli Liotta e Faragona. Con gli Snipers fermi per il turno di riposo sono altre le sfide che caratterizzeranno comunque il sabato della serie cadetta con il derby fra Modena e Forlì e la sfida del Pala Ariccia fra Castelli Romani e Torre Pellice a tenere banco. In entrambi i casi la formazione ospite è quella che attualmente ricopre una miglior posizione in classifica ma non è detto che sia sinonimo di facili vittorie in quanto sia Modena che Castelli Romani sono pronte a “vender cara la pelle” piuttosto che spianare la strada alle avversarie. Il momento con più ombre che luci del Forlì rende ancor più incerta la gara del Pala Sacca (all’andata servì l’overtime per Forlì per avere la meglio sull’Invicta) come la particolare superficie del campo dei Castelli Romani e l’efficacia di “Panella & Co.” fra le mura amiche, potrebbero rendere assai complicate le cose agli Old Style che affrontano la trasferta laziale pronti a dimenticare le recenti sconfitte subite in quel di Trieste per mano di Edera e Tergeste. Per quanto riguarda l’Edera Trieste, attuale capolista della serie B, non sembra poter riservare particolari insidie l’incontro che vedrà Frizzera e compagni opposti alla generosa formazione dei Mammuth Roma attualmente fanalino di coda del campionato.

Questi alcuni dei commenti dei vari protagonisti che calcheranno i campi da gioco nel prossimo weekend: Aurora Benedetto (Torre Pellice): << A causa di molteplici e svariati impegni, molto probabilmente andremo ad Ariccia ridotti ai minimi termini. Il morale non è dei migliori ma siamo comunque pronti per la scalata della classifica >> ; Yahyaoui (Libertas Forlì): << Siamo pronti ad affrontare un altro derby contro Modena su un campo che sappiamo essere molto difficile e nel quale, storicamente, non riusciamo mai ad esprimere il nostro gioco. Nota positiva per noi il ritorno sui pattini del difensore Moreno Guerzoni dopo l’intervento al ginocchio >>; Giuseppe Carboni (Modena): <>. Roberto Florean (Edera Trieste): << A Trieste gli ederini incontrano i Mammuth Roma. Saremo ancora senza Sotlar ma siamo carichi per aver appena messo a segno il primo obiettivo della stagione, ovvero laurearci campioni d’inverno, in questa sua stagione di rientro nei campionati senior, dopo anni di assenza. Siamo primi e contiamo di restarci il più a lungo possibile >>; Daniele Gobbi (Mammuth Roma): << Ci attende una trasferta impegnativa, c’è molta strada da fare e si partirà presto dato l’orario di inizio gara. Ad aspettarci ci saranno niente meno che i primi in classifica. Sappiamo che contro l’Edera Trieste abbiamo pochissime possibilità ma questo non ci demoralizza. Non ci preoccuperemo del risultato, ma solo di cercare di giocare dando del nostro meglio >>. Gianluca Cavalieri (Tergeste): << In casa ci attende un’altra partita impegnativa di fronte ad un Legnaro che è partito forte inanellando risultati positivi nella prima parte di campionato. Abbiamo ora il morale giusto per cercare di far nostri punti assai importanti che ci consentirebbero di proseguire con la nostra rimonta in classifica >>.

Serie B – Il programma della 10a giornata (sabato 25 gennaio):

ore 16:00 Edera Trieste – Mammuth Roma (Fiabane e Biacoli)

ore 17.00 Castelli Romani – Old Style Torre Pellice (Pioldi – Zoppelletto)

ore 19:30 Invicta Modena – Libertas Forlì (Niederegger e Gallo)

ore 20:30 Tergeste Tigers – Fox Legnaro (Liotta e Faragona)

La classifica dopo 9 giornate: Edera Trieste (8) punti 21; Fox Legnaro (8) punti 19; Civitavecchia (8) punti 18; Tergeste Tigers (8) punti 17; Torre Pellice (8) punti 11; Libertas Forlì (9) punti 10; Castelli Romani (9) punti 9; Invicta Modena (8) punti 4; Mammuth Roma (8) punti 2.

(gare giocate)

gen
26
dom
2020
MelaVerde in Valle Camonica con Terre Camune
gen 26@11:55–12:25

Edolo – Domani – domenica 26 gennaio, su canale 5 il programma MelaVerde si occuperà della Valle Camonica
Lo speciale «Terre Camune» per la presentazione del nuovo progetto di Asso camuna dedicato alle eccellenze e all’accoglienza del territorio, con la storica e seguita trasmissione MelaVerde, programma condotto da Vincenzo Venuto ed Ellen Hidding che accompagneranno il pubblico in un viaggio attraverso tutta la Valle Camonica, con tappa al Liquorificio di Edolo (Brescia)

Tuffo della Merla nel Lago di Ledro
gen 26@12:00–13:00

Nonostante le bizze del lago di Ledro – il cui livello dell’acqua è sceso nelle ultime settimane di parecchi metri rispetto ai livelli estivi – il Tuffo della Merla in programma per la dodicesima volta domenica 26 gennaio si svolgerà regolarmente. Lo confermano gli organizzatori dopo aver ricevuto rassicurazioni circa il supporto da parte dell’Amministrazione comunale, che interverrà per addolcire le sponde del lago - oggi molto più ripide rispetto alle precedenti edizioni proprio per il calo del livello dell’acqua – nella zona dell’Hotel Lido ormai tradizionale base logistica dell’evento. Al Tuffo sono attesi un centinaio di nuotatori provenienti da tutt’Italia, dall’Europa, ma anche dagli Stati Uniti e dal Canada, capaci di dare vita alla sfida con sé stessi che coinvolge bambini, giovani e meni giovani. Certamente un cimento da arditi considerando i tre-quattro gradi dell’acqua e il fatto che ci si tuffa e nuota senza protezioni (muta o grasso animale) tranne il normale costume.

Anche quest’anno sarà insomma un Mezzogiorno da…. brividi. Il Tuffo della Merla 2020 sarà ancora una volta il più gelido tuffo d’Italia complice la quota del lago di Ledro, gioiellino naturale della splendida località di vacanza del Trentino posta tra il Garda e la Valle del Chiese a 650 metri di quota. Lo scorso anno gli arditi partecipanti al Tuffo della Merla di Ledro furono 86, tutti protagonisti di un doppio tuffo e di una doppia nuotata di venti metri nelle cristalline acque del lago caratterizzate da una temperatura di quattro gradi. E quest’anno l’esperienza si preannuncia ancora…. più gelida, complici le temperature rigide di questo periodo.

Per il gioco delle date l’evento anticiperà di tre giorni la data 29 gennaio ovvero il giorno della Merla, che la tradizione popolare abbina proprio al giorno più freddo dell’anno. Ad organizzarlo sono Luca Degara e Marco Bertolotti con il supportato del Consorzio Turistico Valle di Ledro: è a iscrizione libera con info al numero telefonico +39 0464 591037 o mail info@hotellidoledro.it.

A rendere quasi unico questo bagnetto a Pieve è anche lo splendido comprensorio turistico della valle di Ledro, ideale per le attività outdoor tra il Garda e la Valle del Chiese entrato con il Progetto Biosfera nel novero del Patrimonio Unesco dove già figura il sito delle Palafitte preistoriche.

La prima edizione del Tuffo della Merla si svolse il 31 gennaio 2009 allo scoccare del mezzogiorno a Mezzolago quando 14 tuffatori decisero di provare il tuffo ed un breve tragitto a nuoto fino al pontile ormeggiato a poca distanza. Tempo da lupi con una temperatura esterna sotto lo zero con nevischio e la temperatura dell’acqua a 2° C. Dal 2010 il tuffo si è spostato a Pieve di Ledro nella spiaggetta attigua all’Hotel Lido che mette a disposizione dei partecipanti docce calde e spogliatoi. Identica la formula con nuotata sino al pontile e rientro a riva.

Con il Winter Ledroman di Triathlon di inizio gennaio Il tuffo della Merla segna l’apertura della stagione outdoor in Valle di Ledro che nei prossimi mesi ospiterà, tra l’altro, la Ledro Trail (16 maggio), la Ledro Sky Race (7 giugno)laLedroman di Triathlon (12 luglio) e la Ledro Running (23 agosto) e poi regate veliche, competizioni di canoa e manifestazioni di running. A conferma che qui c’è il paradiso per chi ama la vacanza attiva o cerca un pò di relax.

Orari apertura piscine a Trento
gen 26@13:35–14:35

Per permettere lo svolgimento di alcune manifestazioni natatorie, sabato 25 gennaio le piscine dei centri sportivi saranno aperte al pubblico con il seguente orario: G. Manazzon dalle 9 alle 19, Ito Del Favero dalle 9 alle 19, Trento nord dalle 9 alle 12.

 

Domenica 26 gennaio è aperto solo il Centro sportivo G. Manazzon dalle 9 alle 17.

47a Marcialonga di Fiemme e Fassa
gen 26@15:00–16:00

La ski-marathon di Fiemme e Fassa di 70 km percorsa per tutta la giornata (domenica 26 gennaio) da 7500 fondisti è un evento stellare, ma non è solo quello. Marcialonga è un uragano di eventi collaterali che riempiranno un intero weekend, da domani fino a domenica.

Domani infatti dalle ore 9 alle ore 19, al Palafiemme di Cavalese, la distribuzione pettorali verrà accompagnata da una miriade di iniziative tra lo Story Village, la mostra di sci Nynsen e delle collezioni Marcialonga, il Registro degli sci d’epoca, gli annulli filatelici e lo store Marcialonga fornito di nuovi prodotti, con la possibilità di visitare l’Expo e la test area in compagnia degli sponsor.

Alle ore 15.30 la ‘baby dance’ intratterrà i piccini in attesa di Marcialonga Baby, che si svolgerà dalle ore 16 alle ore 17.30 a Predazzo. Sabato la festa continua – sempre ricordando la distribuzione pettorali e l’Expo a Cavalese – con l’ottava edizione di Marcialonga Story, 11 km dal Centro del Fondo di Lago di Tesero al centro di Predazzo, che ha fatto il pieno di concorrenti con 300 pettorali esauriti prima del previsto. La ricorrenza di giornata è invece la 20.a edizione di Marcialonga Stars, l’evento benefico che accompagna Marcialonga e che raccoglie fondi in favore della LILT. La ‘Stars’ si svolgerà sabato alle ore 13 al Centro del Fondo di Lago di Tesero, una corsa con ciaspole o sci di fondo adatta a tutti, adulti e bambini, divertendosi e dando nuovamente un contributo concreto alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Al via ci sarà il neo testimonial ed ex pilota di MotoGP Marco Melandri accompagnato dalla moglie Manuela Raffaetà, ma non mancheranno altro volti noti, tra Marco Albarello, un oro olimpico e uno mondiale nello sci di fondo, Maria Canins, l’atleta con più vittorie in assoluto alla Marcialonga, Antonella Confortola, bronzo olimpico e argento mondiale, il corridore Antonio Molinari, il ciclista italiano più vincente di sempre Francesco Moser, il leggendario Franco Nones nello sci di fondo, la biker Claudia Paolazzi, i ciclisti Letizia Paternoster, Gilberto Simoni e il campione del mondo in linea Maurizio Fondriest, Don Franco Torresani, il pilota Renato Travaglia e l’ex fondista oro olimpico Giorgio Vanzetta, il campione di corsa in montagna e marito di Antonella Confortola, Jonathan Wyatt, e il mitico Cristian “Zorro” Zorzi plurititolato nello sci di fondo. Ci si potrà iscrivere alla Marcialonga Stars anche la mattina stessa, presentandosi prima delle ore 12. Un’ora più tardi è prevista la 35.a Minimarcialonga di 3 km in tecnica classica, riservata ai bambini dai 6 ai 12 anni, cui farà seguito la 10.a Marcialonga Young, 4 km per la categoria Ragazzi.

Domenica non mancheranno stand gastronomici, musica ed intrattenimento per tutta la giornata a Cavalese. La partenza dei fenomeni Visma Ski Classics avverrà da Moena alle ore 7.50 (donne) e alle ore 8 (uomini), a seguire tutti i ‘bisonti’, mentre alle 8.45 a Lago di Tesero scatteranno le categorie Allievi, Aspiranti e Junior della Marcialonga Young.

20 reti internazionali collegate in diretta, con Sky Sport e Sky Sport Arena a trasmettere Marcialonga dalle ore 7.40 alle ore 12, e al via della 47.a Marcialonga ci saranno tra gli altri Marco Melandri – per lui un’altra parentesi ‘stellare’ dopo la Stars, il leggendario Petter Northug, il plurititolato Dario Cologna e Sjur Roethe a dare del filo da torcere ai campionissimi delle lunghe distanze che da sempre sognano di vincere Marcialonga almeno una volta nella vita. E la sera si attenderà l’arrivo dell’ultimo marcialonghista, accolto come sempre da uno spettacolo pirotecnico attorno alle ore 18.30…

Brescia, laboratorio per bambini e famiglie al MarteS
gen 26@15:00–16:00

MarteS significa Museo d’Arte Sorlini e racconta il cammino di cultura e d’amore che, a partire dalle prime acquisizioni nel dopoguerra – inizialmente per arredare e impreziosire le proprie residenze tra Lombardia e Veneto – ha condotto l’imprenditore bresciano Luciano Sorlini (1925-2015) alla costituzione, nel 2002, della Fondazione che porta il suo nome affinché questo grande patrimonio artistico fosse fruibile.

La straordinaria collezione, con oltre 150 dipinti votati principalmente al Settecento veneziano, apre le sue porte per avvicinare i bambini all’arte. La grande dimora storica seicentesca a Calvagese della Riviera, nell’entroterra bresciano del lago di Garda, si svela con proposte dedicate ai bambini e alle loro famiglie.

Al via domenica 26 gennaio il primo appuntamento dell’edizione 2020 dei laboratori tematici:

Storie di donne, di cavalier, d’arme e di amori. Scopri: costruisci la spada.

 

Ogni quarta domenica del mese, con eccezione dei mesi estivi, il MarteS aprirà le sue porte ai bambini e alle loro famiglie con laboratori pratici e creativi che coinvolgeranno i piccoli visitatori, e gli adulti che li accompagneranno, alla scoperta di una rosa di dipinti della collezione Sorlini. L’attività al museo, con inizio alle ore 15.00, prevede una breve visita con la presentazione di alcuni dipinti scelti. A seguire, un laboratorio con attività divertenti volti ad approfondire le tematiche introdotte durante la visita.

Il filo rosso che unirà tutte le domeniche sarà il desiderio di far raccontare ai personaggi dipinti le proprie storie, i propri aneddoti e le proprie gesta: storie di cavalieri, di eroine, di dei, di donne e di uomini del passato. I protagonisti faranno rivivere le loro gesta, le loro vite e le condivideranno con i bambini.

Durante l’attività, a supporto delle narrazioni, i bambini avranno l’opportunità di sfogliare e leggere alcuni libri, identificati in base al tema di ciascun appuntamento. Potranno così rivivere le storie dei protagonisti dei dipinti, raccontare altre vicende e immergersi, con la fantasia, in nuovi mondi.

Il percorso di scoperta e conoscenza del 26 gennaio ruoterà intorno a Corone, spade e scudiA chi appartengono questi oggetti? Attraverso una divertente caccia al dettaglio, i bambini scopriamo i dipinti dedicati alle storie di alcuni personaggi. Seguirà un momento dedicato alla manualità con la costruzione di una spada personale!

Quadri protagonisti del laboratorio:

Santa Edvige regina di Polonia di Andrea Celesti

San Giorgio e il drago di Girolamo da Treviso

Ipsicrate di Antonio Molinari

Putti che giocano con lo scudo di Gaspare Diziani

Putti che giocano con le armi di Gaspare Diziani

 

Storie di donne, di cavalier, d’arme e di amori. Scopri: costruisci la spada.

Domenica 26 gennaio 2020 – Ore 15.00

 

Prossimi appuntamenti:

Sabato 22 febbraio 2020: Dogi e dogaresse. Una grande festa del Cinquecento a Venezia. OsservaInterpreta il ruolo

Domenica 22 marzo 2020: Storie di eroine ed eroi dell’antichità. Ascolta. Crea il tuo libro

Domenica 26 aprile 2020: Storie di… Mamme e figliOsserva. Crea un regalo

Domenica 24 maggio 2020: Il mestiere delle arti. La storia di una pittrice: Rosalba CarrieraOsserva. Crea con i pastelli

Domenica 25 ottobre 2020: Le stagioni nell’arteScopri. Crea con la natura

Domenica 22 novembre 2020: Venere, Marte & C. storie, miti e leggende dall’AntichitàScopri. Crea un mito

Domenica 27 dicembre 2020: Storia di… San Nicola e il NataleOsserva. Crea la festa

 

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Turno unico: ore 15.00.

Il laboratorio ha una durata di 1 ora e mezza – 2 ore.

Età consigliata: 5 – 11 anni. I bambini che devono essere accompagnati da un genitore (o da un adulto) per tutta la durata del laboratorio.

Il costo è di € 3,00 a partecipante. Posti limitati.

Per informazioni e prenotazioni: prenotazioni@museomartes.com oppure 338.9336451.

Arco, «Domeniche in Musica»: chiude la 25ª edizione
gen 26@15:30–16:30

Il concerto strumentale di Barbara Broz (violino) e Stefano Chiozzi (pianoforte) assieme alla Camerata musicale «Città di Arco» diretta da Michele Brescia conclude domenica 26 gennaio la 25ª edizione di «Domeniche in musica», la rassegna che come tradizione saluta l’anno nuovo all’insegna della musica. Il concerto si tiene nel salone delle feste del Casinò municipale con inizio alle 15.30 e ingresso libero.

Les Saponettes in Uffa! Pillole di noia contro la follia del tempo
gen 26@16:25–17:25

Le giornate dei bambini assomigliano sempre di più a quelle degli adulti per la quantità di impegni di cui sono costellate. Educazione, sport, creatività, socialità fanno sì che anche i più piccoli non abbiano mai un attimo di tempo libero per abbandonarsi al puro relax e, anche, per annoiarsi un po’.

Da questa premessa nasce lo spettacolo teatrale “Uffa! Pillole di noia contro la follia del tempo” per bambini dai 5 agli 11 anni prodotto da Les Saponettes, giovane compagnia teatrale bergamasca, interpretato da Francesca Cecala, Miriam Gotti e Ilaria Pezzera, in programma in ExSA – Ex Carcere di Sant’Agata domenica 26 gennaio alle ore 16.30.

Protagoniste della messa in scena sono 3 simpatiche Dis-Fate, apprendiste pasticcione e un po’ maldestre impegnate nel cercare di risolvere un’epidemia che sta colpendo i bambini della Terra: sommersi dai tantissimi impegni della quotidianità i bambini terrestri si riempiono di strane macchie verdi. Le 3 fate scopriranno che l’unica cura possibile è la noia.

Alternando la recitazione al canto, le attrici accompagneranno il pubblico in uno spettacolo divertente ma, al contempo, che aiuterà a riflettere sul valore della noia nel processo formativo.

Contributo 5 euro

Durata: 50 minuti

 

 

Produzione: Les Saponettes

Di e con: Francesca Cecala, Miriam Gotti, Ilaria Pezzera

Scene: Marco Muzzolon

Costumi: Letizia Di Blasi

Luci: Pietro Bailo

 

 

 

 

 

Les Saponettes

Les Saponettes sono Elena Borsato, Miriam Gotti e Ilaria Pezzera. Tre attrici, tre cantanti, tre amiche che condividono la stessa passione per il teatro, la musica e il canto polifonico. Dopo alcuni anni di lavoro in teatro e di studi formativi differenti, Elena Borsato, Ilaria Pezzera e Miriam Gotti si incontrano nel 2006, fondando con altri 4 soci l’Associazione Teatrale Araucaìma Teater (dal 2010 Residenza Teatrale grazie al progetto Être di Fondazione Cariplo). Fortemente orientate verso l’indagine sonora e musicale in 4 anni portano in scena (come coautrici, attrici e cantanti) 10 produzioni teatrali.  Nel 2012, le tre attrici decidono di portare avanti un percorso in autonomia fondando il gruppo Les Saponettes. In pochi anni mettono in scena numerose produzioni teatrali come Canti dalla fabbrica, (debutto presso il Teatro alle Vigne di Lodi), La Valle che fila (debutto all’interno del “Teatro Festival deSidera”), Sola me ne vò, I promessi sposi_una partitura per quattro voci, D’altro canto_Polifonie dal mondo, ShakespeareINcanto; Madre di misericordia, S-Concerto  (debutta all’interno del Festival Internazionale d’Arte di StradaMagie al Borgo), L’Arminuta (debutto all’interno della Festival nazionale di lettura Fiato ai libri). Nell’ottobre del 2018 presentano il primo studio dello spettacolo UFFA! Pillole di noia contro la follia del tempo.

 

 

Volley, programma Coppa Italia Serie A2 femminile: Trento-Ravenna
gen 26@17:00–18:00

Obiettivo Busto Arsizio. A separare la Delta Informatica Trentino dalla sua prima storica finale di Coppa Italia di serie A2 è rimasto un solo ostacolo, rappresentato dalla Conad Olimpia Teodora Ravenna. Domenica alle 17 nel fortino di Sanbàpolis, dove in questa stagione le gialloblù di Matteo Bertini non hanno mai perso una partita, ospiteranno infatti la compagine romagnola per la semifinale di Coppa Italia, conquistata dalla Delta grazie al successo di mercoledì sera su Martignacco. Grazie al miglior posizionamento in regular season, Trento potrà sfruttare nuovamente il vantaggio del fattore campo in quella che sarà la terza sfida stagionale con la Conad Ravenna dopo i due match di regular season giocati in autunno. In entrambe le occasioni la Delta Informatica ha conquistato la vittoria, faticando però non poco per avere la meglio del sestetto di Bendandi, terzo classificato nel girone B alle spalle di Trento e Mondovì e dunque qualificato alla prossima pool promozione. Numerose le giocatrici di spicco del sestetto romagnolo, dall’esperta Lucia Bacchi alla temibilissima Manfredini, ma in generale l’intera squadra sa esprimersi su ottimi livelli. «Ci attenderà una semifinale ricca di difficoltà, una gara ben diversa rispetto alla partita dei quarti di finale giocata contro Martignacco – spiega Matteo Bertini, tecnico della Delta Informatica Trentino – Andremo ad affrontare una squadra che vanta un’ottima correlazione muro-difesa e che nel quarto di finale giocato con Soverato ha dimostrato di essere tornata su livelli di gioco eccellenti. Per avere la meglio dovremo confermarsi ai massimi livelli e proseguire la crescita, soprattutto in battuta e in attacco, mostrata di recente. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere la finale di Busto Arsizio e faremo di tutto per centrarlo». Nell’altra semifinale si sfideranno San Giovanni in Marignano e Mondovì.

 

ARBITRI. I direttori di gara del match tra Delta Informatica Trentino e Conad Olimpia Teodora Ravenna saranno Luca Cecconato e Serena Salvati.

I PROBABILI SESTETTI. Out la sola Moncada, il sestetto sarà quello visto all’opera nelle ultime uscite con Berasi in regia, Piani opposto, Melli e D’Odorico in posto-4, Furlan e Fondriest al centro e Moro libero. Bendandi, tecnico della Conad, dovrebbe rispondere con Morolli al palleggio, Manfredini opposto, Bacchi e Strumilo in banda, Guidi e Torcolacci al centro e Rocchi libero.

CURIOSITÀ. Sono sei i precedenti ufficiali tra le due società, con un bilancio di 5-1 in favore di Trento. In questa stagione le due squadre si sono già sfidate in due occasioni, nei match validi per la regular season: in entrambe le occasioni vittoria per la Delta Informatica Trentino che si è imposta al tie break in terra romagnola e in quattro parziali al Sanbàpolis. Saranno due le ex dell’incontro: Sofia D’Odorico, in forza alla Conad Olimpia Teodora Ravenna nel 2017/2018 ed Elisa Morolli che nella stagione 2014/2015 ha vestito la maglia della Delta Informatica Trentino.

MEDIA. Chi non potrà seguire la gara dagli spalti di Sanbàpolis potrà farlo tramite internet. Gli aggiornamenti punto a punto saranno curati dal sito della Lega Pallavolo, che offre inoltre la pratica applicazione “Livescore Lega Volley Femminile” grazie alla quale si possono seguire i risultati in diretta di tutte le partite. Ovviamente saranno costantemente aggiornati anche i canali social della Delta Informatica Trentino; sul  canale Youtube ufficiale (TRENTINO Rosa) potrete seguire la diretta streaming della partita.

BIGLIETTI. I tagliandi per la partita saranno acquistabili direttamente alla cassa del palazzetto dello sport di Sanbàpolis, domenica a partire dalle ore 15.30, al prezzo di 6 euro con diritto di prelazione per gli abbonati che potranno seguire il match dal proprio posto abituale. Tutte le informazioni per raggiungere il palazzetto di Sanbàpolis sono disponibili sul sito internet.

Il programma delle semifinali (domenica 26 gennaio, ore 17)

Omag S.G. Marignano – LPM BAM Mondovì
Delta Informatica Trentino – Conad Olimpia Teodora Ravenna

Le date della Coppa Italia di serie A2

Semifinali: domenica 26 gennaio (ore 17)
Finale: domenica 2 febbraio (Busto Arsizio, ore 14.30)

Il Circuito Danza fa tappa a Ala con “L’Albero dei sogni”
gen 26@21:00–22:00

Prosegue il Circuito Danza del Trentino – Alto Adige organizzato dal Centro Servizi Culturali S. Chiara, che domenica 26 gennaio 2020 fa tappa ad Ala (ore 21.00). Sul palco del Teatro Sartori salirà il Balletto di Roma con “L’ALBERO DEI SOGNI”, recital musicale di Riccardo Joshua Moretti, con le coreografie di Valerio Longo interpretate dai danzatori Paolo Barbonaglia e Giulia Strambini.

Proprio come un albero, la cui forma verticale che parte dalle radici, per arrivare fino alle foglie indica una chiara connessione tra il mondo terreno e l’ultraterreno – incarnando il concetto universale di protezione, sopravvivenza ed evoluzione – l’ultima creazione del Balletto di Roma mette in scena un uomo e una donna, pronti ad un reciproco scambio di energie vitali che s’intrecciano facendosi corpo. Uno scenario teatrale alimentato dall’idea del sogno, durante il quale le immagini prendono forma e consistenza come se fossero oggetti reali. Per questo, nella letteratura ebraica l’attività onirica è presa in considerazione come diretta emanazione del Volere Divino, poiché contiene una “verità”, un messaggio che rende il sogno stesso un mezzo di comunicazione e trasmissione tra cielo e terra.
Ne “L’albero dei sogni”, musica e danza si fondono, dando vita ad un immaginario fatto di visioni sia interiori sia esteriori, capace di ricondurre lo spettatore al senso profondo di un’Universalità impressa nella mente e nell’anima dell’essere umano.

Il Balletto di Roma nasce nel 1960 dal sodalizio artistico tra Franca Bartolomei, prima ballerina e coreografa dei principali teatri d’Opera italiani ed esteri, e Walter Zappolini, dal 1973 al 1988 Direttore della Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma. Nel corso dei suoi 59 anni di vita, il Balletto di Roma ha visto susseguirsi prestigiose collaborazioni e molteplici anime creative e negli anni l’attività produttiva e cresciuta sia in termini di quantità che di qualità delle opere allestite nel corso delle stagioni, con un crescente consenso di pubblico. E per la straordinarietà degli eventi nonché per la notevole richiesta che il Balletto di Roma presenta ogni anno tutto il proprio repertorio, arricchito delle nuove produzioni a serata intera.

gen
27
lun
2020
Commemorazione Giorno della Memoria a Brescia, consegna 48 “Medaglie d’Onore”
gen 27@10:00–11:00

Lunedì 27 gennaio prossimo, alle 8.30, in Brescia, presso rAuditorium San Barnaba (Corso Magenta, 44/A), il Prefetto Attilio Visconti, nell’ambito della commemorazione del “Giorno della Memoria”, alla presenza delle Autorità Civili, Militari e Religiose del comprensorio bresciano, consegnerà 48 “Medaglie d’Onore” conferite dal Presidente della Repubblica ai cittadini italiani vittime delle deportazioni e degli internamenti nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra nel corso del secondo conflitto mondiale.

Lombardia, Giorno della Memoria: Presidente Fermi a cerimonia ex Albergo Regina
gen 27@10:25–11:25

 Il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi interverrà lunedì 27 gennaio a Milano alla cerimonia del “Giorno della Memoria” promossa da Comune di Milano, ANED, Comitato Permanente Antifascista, Comunità Ebraica di Milano, Fondazione Centro Documentazione Ebraica Contemporanea, Memoriale della Shoah di Milano e Milano è Memoria per celebrare il 75° anniversario della vittoria sul nazifascismo.
L’iniziativa avrà inizio alle ore 9.30 e si terrà presso l’ex Albergo Regina in via Silvio Pellico angolo Santa Margherita, dove ha agito il comando nazista a Milano dall’11 settembre 1943 al 30 aprile 1945.
Sono previsti anche gli interventi di Roberto Tasca, Assessore Comune di Milano; Roberto Cenati, Presidente Comitato Antifascista; Giuliano Banfi, Vicepresidente Aned; Pia Jarach, Comunità Ebraica di Milano; Mario Artali, Vicepresidente Fondazione Corpo Volontari della Libertà e Melissa Oliviero, Camera del Lavoro di Milano.

Lombardia, Commissione Ambiente a Brescia
gen 27@13:55–14:55

Focalizzare gli aspetti della pianificazione e gestione dei rifiuti in riferimento ai particolari temi della “Multiutility dei territori” e della “Circular economy ed impiantistica per la chiusura del ciclo rifiuti”. Con questo obiettivo la Commissione Ambiente lunedì 27 gennaio visiterà il sito del Termovalorizzatore A2A di Brescia, il più grande impianto in Italia e all’avanguardia in Europa.

 

Saranno presenti il Presidente Riccardo Pase (Lega), il Vice Presidente Gabriele Barucco (FI) e i consiglieri Massimo De Rosa (M5S), Federica Epis (Lega), Barbara Mazzali (FdI), Alessandro Corbetta (Lega), Francesca Ceruti (Lega), Roberto Mura (Lega) e Andrea Monti (Lega).

 

La delegazione sarà accolta dai vertici di A2A con il Presidente Giovanni Valotti, l’amministratore delegato Valerio Camerano, il Presidente A2A Ambiente Fulvio Roncari e il Responsabile impianti di termovalorizzazione Simone Malvezzi.

 

Lombardia, “Green Deal”
gen 27@15:30–16:30

 Il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi introdurrà lunedì 27 gennaio in Sala Albertoni al 25° piano di Palazzo Pirelli l’incontro con i rappresentanti di Conftrasporti – Confcommercio  sulle problematiche relative ai provvedimenti previsti dal “Green Deal” europeo e sulle possibili ricadute che interesseranno il territorio lombardo in termini di mobilità, infrastrutture e attività commerciali.

Il Presidente Fermi parteciperà all’incontro anche in qualità di componente del Comitato delle Regioni, all’interno del quale ha chiesto di far parte quest’anno della Commissione Ambiente, Cambiamenti climatici ed Energia (ENVE), cui spetterà l’esame del “Green Deal” presentato da Ursula von der Leyen con l’obiettivo di rendere l’Europa il primo continente a impatto ambientale neutro con l’azzeramento totale delle emissioni di gas serra.

All’incontro, che avrà inizio alle ore 15.30, parteciperà anche il Presidente della Commissione regionale “Programmazione e Bilancio” Marco Alparone, con l’obiettivo di raccogliere contributi utili in vista della Sessione Europea regionale già calendarizzata per il 31 marzo, da condividere e inserire nell’apposita Risoluzione comunitaria che il Consiglio regionale sarà chiamato in tale data a discutere e approvare.
Saranno presenti all’iniziativa di lunedì Paolo Uggè, Presidente Nazionale FAI/Conftrasporto; Andrea Manfron, Segretario Generale FAI (Federazione Autotrasportatori Italiani); Stefano Spennati, Senior Advisor Confcommercio Bruxelles; Giorgio Colato, Presidente Istituto formazione professionale per l’autotrasporto “Mario Remondini” di Brescia; Antonio Petrogalli, Presidente FAI della Lombardia; Sergio Piardi, Presidente FAI di Brescia; Giuseppina Mussetola, Segretario provinciale FAI di Brescia; Claudio Fraconti, Presidente FAI di Milano; Giuseppe Cristinelli, Presidente FAI di Bergamo.

L’incontro è finalizzato ad acquisire elementi utili per costruire la posizione regionale lombarda nei confronti del “Green Deal”, grazie anche al supporto che i rappresentanti di Conftrasporti possono fornire, con particolare attenzione ai temi dello sviluppo sostenibile, della qualità dell’aria, dell’innovazione nel trasporto pubblico e della riqualificazione delle aree degradate periferiche, senza dimenticare le politiche regionali su decarbonizzazione e trasporto intermodale.

Programma appuntamenti UniTrento
gen 27@15:30–16:30

UNITRENTO
APPUNTAMENTI E SEGNALAZIONI DAL 25 GENNAIO AL 7 FEBBRAIO 2020

Domenica 26 gennaio
L’UniTrento Volley sul campo di San Donà di Piave – UniTrento Volley è impegnata nella trasferta di San Donà di Piave per la quarta giornata di ritorno del girone bianco di Serie A3 Credem Banca. Per seguire i pallavolisti universitari dal vivo è sufficiente collegarsi al sito www.legavolley.it e vedere la partita in diretta streaming.
Informazioni: https://unitrentosport.unitn.it/lunitrento-volley-sul-campo-di-san-dona-di-piave

Lunedì 27 gennaio alle 15.30
Raccontaci… Fenomeni e funzioni. Capire il linguaggio per interpretare le rappresentazioni – Incontro con Natalia Cristinelli (neolaureata in Matematica, Università di Trento) che affronterà il tema dell’apprendimento e insegnamento nella scuola secondaria superiore di secondo grado del concetto di grafico di funzione e derivata di funzione, oggetto della sua tesi di laurea. Si presenteranno i principali contributi dalla ricerca in didattica della matematica dove si sottolinea come le difficoltà possono essere causate sia dalla natura complessa del concetto in gioco sia da problematiche di natura cognitiva e didattica. A seguire verranno illustrate le potenzialità di una proposta didattica di tipo laboratoriale finalizzata alla ricostruzione del concetto di grafico di funzione come strumento efficace di rappresentazione di un fenomeno. Polo Ferrari 2, aula B103 (Povo – Via Sommarive, 9).
Informazioni: https://r.unitn.it/it/maths/dicomatlab/raccontaci

Giovedì 30 gennaio alle 10 e venerdì 31 gennaio alle 9
Archeodays 2020 – Incontro annuale di metodologie della ricerca archeologica, coordinato da Diego E. Angelucci e organizzato nell’ambito del corso di dottorato “Culture d’Europa. Ambiente, spazi, storie, arti, idee” dell’Università di Trento. Momento aperto a tutte le persone interessate a fare il punto sul lavoro nel settore e sulle più recenti scoperte archeologiche. Si parlerà di storie paleolitiche; metallurgia alpina; sepolture femminili; strategie venatorie nel paleolitico; archeologia d’alta quota; insediamenti rurali tra II a.C. e VI d.C.; metodi e ricostruzione storica. Palazzo Paolo Prodi, aula 1 (Trento – Via Tommaso Gar, 14).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/73764/

Giovedì 30 gennaio alle 17.30
Usi civici, domini collettivi e beni comuni: “prospettive dialogo e intersezioni” – Intervengono Giuseppe Micciarelli (Università degli Studi di Salerno); Bianca Elzenbaumer e Cristina Dalla Torre (Eurac Research, Bolzano); Eugenio Caliceti (Università di Trento). Incontro organizzato nell’ambito del corso di Istituzioni locali. Palazzo di Giurisprudenza, sala conferenze (Trento – Via Verdi, 53).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/73908/

Venerdì 31 gennaio alle 9 e sabato 1 febbraio alle 9
Genere e r-esistenze in movimento: soggettività, azioni, prospettive – Convegno nazionale. Sarà presente anche Kimberle W. Crenshaw, professoressa di diritto alla Columbia Law School e alla University of California e attivista di fama internazionale, nota per aver introdotto il termine “intersezionalità”. La teoria suggerisce che le varie forme di discriminazione e oppressione – come razzismo, sessismo, omofobia, xenofobia e tutti i pregiudizi basati sull’intolleranza – agiscono in modo interconnesso. L’obiettivo del convegno è analizzare quattro aree: università e carriere accademiche; movimenti sociali; diritti e politiche; educazione e formazione. In linea con l’impostazione interdisciplinare con cui ci si propone di interrogare le relazioni tra saperi di genere, scienza e conoscenza, si sollecitano contributi originali, collocati entro una pluralità di ambiti empirici, prospettive teoriche e impostazioni metodologiche. Palazzo di Sociologia (Trento – Via Verdi, 26).
Informazioni: www.unitn.it/csg

Venerdì 31 gennaio alle 9 e sabato 1 febbraio alle 9.30
Infermità mentale, imputabilità e disagio psichico in carcere – Convegno di due giorni su definizioni, accertamento e risposte del sistema penale. È necessaria la prenotazione online. L’evento è inoltre accreditato dall’Ordine degli avvocati di Trento e in corso di accreditamento per l’Ordine degli assistenti sociali. Palazzo di Giurisprudenza, aula 1 (Trento – Via Verdi, 53).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/72188/

Sabato 1 febbraio
Cibio Open 2020 – Il Dipartimento di Biologia cellulare computazionale integrata Cibio dell’Università di Trento apre le porte agli studenti delle scuole superiori. Nella giornata “Cibio open” studenti e studentesse dell’ultimo anno avranno la possibilità di visitare i laboratori e interagire in prima persona con i team del Cibio e di assistere anche ad alcuni esperimenti dimostrativi delle attività di ricerca che si svolgono nel Dipartimento. Sono previste tre visite, ognuna della durata di circa un’ora, con inizio alle 10, 11 e 12. Il numero massimo è di 50 partecipanti per volta. L’iscrizione va effettuata dalla scuola di appartenenza entro il 27 gennaio. La partecipazione sarà confermata via mail dal Servizio Orientamento. Polo Ferrari 2 (Povo – Via Sommarive, 9).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/74068/; Servizio Orientamento tel. 0461 283207 -3206 -3246; email orienta@unitn.it

Domenica 2 febbraio alle 18
L’UniTrento Volley nella tana del Porto Viro – L’UniTrento Volley è impegnata nella trasferta di Porto Viro per la quinta giornata di ritorno del girone Bianco di Serie A3 Credem Banca. Per seguire i pallavolisti universitari dal vivo è sufficiente collegarsi al sito www.legavolley.it a partire dalle 18 e godersi la diretta streaming.
Informazioni: https://unitrentosport.unitn.it/lunitrento-volley-nella-tana-del-porto-viro

Domenica 2 febbraio alle 20
Il Cus Trento di scena a Lavis – Per la seconda giornata del campionato di Serie D il Cus Trento è di scena a Lavis, ospite del Paganella.
Informazioni: https://unitrentosport.unitn.it/il-cus-trento-di-scena-a-lavis

Venerdì 7 febbraio alle 15
Recenti orientamenti della suprema Corte in tema di compravendita – Saranno analizzati gli aspetti legati a tutela degli acquirenti di immobili da costruire, requisiti urbanistici e conformità del bene, vizi dell’immobile ed onere della prova. Relatori: Franco Casarano (Foro di Milano), Aldo Giuliani (magistrato, Corte costituzionale) e Ubaldo La Porta (notaio a Milano). L’incontro fa parte dei “Dialoghi di Diritto civile”. Evento accreditato dai rispettivi ordini professionali. La partecipazione è gratuita, ma è necessaria l’iscrizione. Palazzo di Giurisprudenza, aula B (Trento – Via Verdi, 53).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/68161/

VISITE E PERIODICI

Visita guidata ai palazzi della città di Trento
Tutti i sabati pomeriggio Palazzo Sardagna, sede del Rettorato dell’Università, apre alle visite guidate promosse e organizzate dall’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi. Una tappa all’interno di un percorso più ampio – nel centro storico cittadino – che toccando il Rettorato si chiude a Palazzo Roccabruna. Nella visita è possibile ammirare le opere di Marcello Fogolino che affrescano le sale al piano terra. La visita, che inizia alle 15, è a pagamento, prenotazione non necessaria. Prossimi appuntamenti: 25 gennaio, 1 e 8 febbraio 2020.
Informazioni: https://event.unitn.it/unitrentotour/palazzo-sardagna.html

Giorno della Memoria, in iSchool la mostra aperta a tutti “Luoghi- Auschwitz e Fossoli: la loro storia, la nostra memoria”
gen 27@17:00–18:00

Una giornata per ricordare, ma soprattutto per riflettere affinché la storia non si ripeta: questo il senso della Giornata della Memoria delle vittime dell’Olocausto. Anche iSchool, l’Istituto scolastico di Via Ghislandi, partecipa alle iniziative promosse dal Comune di Bergamo e da ISREC, l’Istituto Bergamasco per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea, per rendere omaggio a questa giornata.

All’interno della scuola verrà infatti allestita una mostra dal titolo “Luoghi- Auschwitz e Fossoli: la loro storia, la nostra memoria”, a cura di Elisabetta Ruffini e prodotta da ISREC Bergamo, in collaborazione con il Comune di Bergamo, l’Accademia di Brera e l’Associazione Nazionale ex deportati politici.

 

Fulcro della mostra, alcuni scatti fotografici di Isabella Balena che raffigurano il campo di raccolta e transito di Fossoli e il tristemente noto campo di sterminio di Auschwitz. Accanto a questi, alcuni pannelli con scatti di questi due luoghi come sono oggi, realizzati da una fotografa su richiesta dell’Isrec. Non solo memoria e passato ma anche un viaggio nel presente e nel sentimento che questi luoghi lasciano in noi.

 

La mostra, aperta a tutti, sarà visitabile per tutta la giornata di lunedì 27 gennaio dalle ore 8.00 alle ore 18.00. A fare da guida ai visitatori gli studenti delle classi quinta liceo, mentre altri studenti leggeranno alcune testimonianze della Shoah. L’inaugurazione ufficiale sarà alle ore 16.00, e sarà accompagnata da una piccola degustazione di dolci tipici della tradizione ebraica preparati dagli studenti dell’Alberghiero.

Programma iniziative Giorno della Memoria a Trento
gen 27@17:00–18:00

La cittadinanza, le autorità civili e militari e le rappresentanze delle associazioni sono invitate a partecipare alla celebrazione ufficiale il giorno 27 gennaio 2020 alle ore 17.00 presso Sala Falconetto, Palazzo Geremia in via Belenzani 20 a Trento.

Intervengono:

  • Alessandro Andreatta
    Sindaco di Trento
  • Salvatore Panetta
    Presidente del Consiglio comunale di Trento
  • Sandro Lombardi
    Commissario del Governo per la Provincia di Trento
  • Giuseppe Ferrandi
    Direttore della Fondazione Museo storico del Trentino
  • Mario Cossali
    Presidente ANPI Trentino
  • Maurizio Tomasi
    Rappresentante ANEI – Associazione nazionale Ex Internati

A seguire si terrà la cerimonia di consegna delle Medaglie d’onore ex internati IMI

Altre iniziative:

Dal 20 al 31 gennaio

sede Caritro di Trento via Calepina 1 (lun. – ven. 9 – 13 | 14 – 16,30 – sab. e dom. 10 – 19)
sede Carito di Rovereto piazza Rosmini 5 (lun. – ven. 9 – 13 – sab. e dom. 10 – 19)

mostra “Disegna ciò che vedi. Helga Weissova: da Terezin i disegni di una bambina” (curata da Pro forma Memoria).
Visite guidate (dal lunedì al venerdì) a cura dell’Area educativa della Fondazione Museo storico del Trentino.
La visita è indicata per le classi di ogni ordine e grado, previa prenotazione info@fondazionecaritro.it

Venerdì 24 e lunedì 27 gennaio

dalle 10 alle 12 sede Caritro di Trento via Calepina 1
attività didattica “Alle origini della Shoah”, rivolta alle classi delle scuole secondarie di secondo grado, previa prenotazione (info@fondazionecaritro.it) a cura dell’Area educativa della Fondazione Museo storico del Trentino

Mercoledì 22 gennaio

ore 21 Teatro San Marco via S. Bernardino
spettacolo teatrale “Il taccuino di Simone Weil”
Ingresso a pagamento

Lunedì 27 gennaio

ore 20,30 Teatro di Villazzano via Giordano 6
proiezione del film “Un sacchetto di biglie”

Venerdì 31 gennaio

ore 16 Fondazione Demarchi piazza S. Maria Maggiore
“Solidarietà o Barbarie” incontro con R. Ballardini partigiano e M. Cossali, presidente ANPI Trentino

Dal 15 al 31 gennaio

Biblioteca comunale sede di Villazzano via Villa 3
“Il mio nome è Anna Frank. La figura di Anna Frank nella letteratura per ragazzi” - mostra libri

Dal 15 al 31 gennaio

Biblioteca comunale sede dell’Argentario piazza dell’Argentario 2
“I libri della Memoria” - esposizione di opere per ragazzi

Mercoledì 29 gennaio

ore 14 Biblioteca comunale sede di Gardolo piazza L. Groff 2
“Ragazzi nella tormenta – i bambini nei campi di sterminio” - lettura a cura del bibliotecario

Economia circolare, al via il bando
gen 27@20:00–21:00

Si apre la terza fase del “Bando innovazione delle filiere di economia circolare in Lombardia” promosso da Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, Unioncamere Lombardia e Regione Lombardia. Sarà possibile presentare la propria candidatura dalle ore 10 del 27 gennaio 2020. Consulta il bando nella sezione dedicata.

 

Il bando - Sono messi a disposizione delle piccole e medie imprese lombarde fino a 80 mila euro a fondo perduto per la realizzazione di progetti che promuovano il riuso e l’utilizzo di materiali riciclati, di prodotti e sottoprodotti o residui derivanti dai cicli produttivi in alternativa alle materie prime vergini e la riduzione della produzione dei rifiuti, e per progetti di eco-design che tengano conto dell’intero ciclo di vita del prodotto secondo la metodologia Life Cycle Thinking. L’obiettivo è di favorire la transizione delle piccole e medie imprese lombarde verso un modello di economia circolare, sostenibilità ambientale ed economica. Una crescita sostenibile delle imprese e dell’intero sistema produttivo (filiere) prevede iniziative imprenditoriali innovative che impattino sulle fasi più importanti dell’intero ciclo di vita della produzione e della commercializzazione di prodotti e servizi, anche ai fini del raggiungimento di ulteriori e nuovi vantaggi competitivi per le imprese.

 

Le imprese green a Milano - Con le sue quasi 31 mila imprese ecoinvestitrici Milano si posiziona in vetta alla classifica nazionale, sia per numero assoluto di imprese, sia per l’incidenza che hanno sul totale delle imprese della provincia, valore che nel capoluogo lombardo supera il 35%. E’ quanto emerge da dati Unioncamere diffusi attraverso il rapporto GreenItlay 2019 (www.milomb.camcom.it/ambiente).

Milano dunque è regina dell’innovazione green, anche per quanto riguarda i cosiddetti green jobs, le occupazioni orientate alla green economy, che nel capoluogo lombardo superano quota 74 mila. Bene la provincia di Monza Brianza che registra nel 2019 9.122 green jobs e quasi 6 mila imprese ecoinvestitrici. Lodi raggiunge i 1148 lavori con il bollino verde e 1244 imprese green.

I dati della Lombardia - Con Milano, ottime performance si registrano in tutta la Lombardia: rispetto al numero di imprese che hanno effettuato eco-investimenti in prodotti e tecnologie green, rappresenta l’area con la concentrazione di valori più elevati, quasi 78 mila imprese, il 18,0% del totale nazionale. Risultati importanti in Lombardia anche per numero di tipologie occupazionali definite green, 138 mila, il 21,3% del totale nazionale, e 5 province nella top 20, Brescia (10.200 imprese), Bergamo(8.095) Monza Brianza (5.932) e Varese (5867). Dati positivi anche rispetto all’incidenza delle imprese green sul totale delle imprese della provincia, valore che a Brescia raggiunge il 30,6% (15esimo posto in Italia), a Monza e Brianza il 30,1 (17esimo posto) e a Varese 29,9%.

 

 

I dati nazionali - In Italia sono ormai più di 3 milioni i green jobs, il 13,4% degli occupati, con 432 mila imprese che, negli ultimi 5 anni, hanno investito sulla green economy. Per la maggior parte si tratta di lavori qualificanti, ad alto potenziale occupazionale e di carriera, con ricadute in termini di innovazione e orientamento alla sostenibilità, selezionate grazie alla banca dati Excelsior di Unioncamere e al rapporto Greenitaly della Fondazione Symbola. Rispetto al numero di imprese green-oriented, dopo la Lombardia, prima in Italia per numero di imprese che effettuano eco-investimenti, segue il Veneto, con quasi 43 mila unità, che concentra il 9,9% delle investitrici green del Paese e, sempre con un valore che supera quota 40 mila, il Lazio (9,3% del dato Italia). A livello provinciale, in termini assoluti, dopo Milano viene Roma, con oltre 30 mila imprese che investono in tecnologie green. A seguire Napoli, Torino, Bari.

 

Settori – Il comparto dove si registra una maggiore propensione agli eco-investimenti è quello industriale (34,4%), ma anche nel comparto manifatturiero si evidenzia un’apprezzabile propensione agli investimenti in tecnologie green con una quota di imprese arrivata al 35,8%. Molto bene anche le costruzioni con il  32% ben superiore al 20,8% evidenziato l’anno precedente, così come si è incrementata la quota relativa al terziario, pari quasi al 30%. Nel manifatturiero valori molto elevati si registrano per gomma e plastica, in cui le eco-investitrici sono diventate quasi due su tre (65,4%), e nel petrolchimico (54,2%). Bene anche la metallurgia (40,1%) e il cartario e la stampa (35,0%). Nel terziario, i servizi di trasporto e logistica raggiungono una percentuale di imprese ecoinvestitrici pari a 38,2%, e i servizi di alloggio e ristorazione pari al 34,3%.

 

 

Assistenze specialistiche gratuite in Camera di commercio – il tema ambiente è tra i capisaldi degli interventi a sostegno delle imprese messi a disposizione dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi che fra le varie iniziative offre percorsi di orientamento e assistenze specialistiche gratuite prenotabili online dalle imprese (www.milomb.camcom.it/assistenza-specialistica-ambiente).

Soccorso alpino, serata sulla prevenzione a Ispra
gen 27@20:40–21:40

“L’imprevisto in montagna” è il tema di una serata aperta al tutti in programma lunedì 27 gennaio a Ispra. Saranno presenti i tecnici della Stazione di Varese, XIX Delegazione Lariana del CNSAS (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico), che parleranno di incidenti in montagna, con una particolare attenzione alla prevenzione del rischio durante l’attività invernale. La serata si svolgerà alle ore 20:15 presso la sala Azalee del JRC Clubhouse in via Esperia a Ispra.

Fellini Satyricon a Riva del Garda
gen 27@21:00–22:00

Per il ciclo tematico «Cento anni con Fellini», il cineforum Lunedì Cinema propone il 27 gennaio all’auditorium del Conservatorio di Riva del Garda il film fantastico del 1969 «Fellini Satyricon», noto anche semplicemente come «Satyricon», liberamente tratto dall’omonima opera dello scrittore latino Petronio Arbitro. Inizio alle 21, durata due ore e 8 minuti.

L’ingresso avviene con tessera FIC (sottoscrivibile la sera della proiezione), che costa 12 euro (5 euro per gli studenti fino ai 25 anni d’età) ed è valida per l’intera stagione.

Trentino, Scuole dell’infanzia: iscrizioni per l’anno scolastico 2020/2021
gen 27@21:00–22:00

La Giunta provinciale ha approvato i termini e le modalità di iscrizione alla scuola dell’infanzia per l’anno scolastico 2020/2021. Le iscrizioni saranno aperte da lunedì 3 febbraio 2020 a lunedì 10 febbraio 2020. Hanno diritto all’iscrizione i bambini residenti o domiciliati in provincia di Trento che compiono il terzo anno di età entro il 31 gennaio 2021 e fino all’età d’inizio dell’obbligo scolastico. Anche per l’anno scolastico 2020/2021 la domanda di iscrizione dovrà essere presentata on line mediante l’accesso al portale https://www.servizionline.provincia.tn.it – area infanzia, scuola e formazione.

TEMPI E CRITERI
Il periodo per la raccolta delle iscrizioni va dal 3 al 10 febbraio 2020. Le iscrizioni on line sono effettuabili dalle ore 8.00 del 3 febbraio 2020 fino alle ore 20.00 del 10 febbraio 2020, attraverso l’accesso al portale www.servizionline.provincia.tn.it – area infanzia, scuola e formazione, mediante SPID, utilizzando le credenziali fornite dal proprio gestore. In alternativa è ancora possibile utilizzare la Tessera sanitaria/Carta Provinciale dei Servizi, in precedenza abilitata presso gli sportelli presenti sul territorio (sportelli periferici della provincia, comuni, azienda provinciale per i servizi sanitari). Il completamento delle operazioni di iscrizione a cura dei richiedenti si esplica con la compilazione delle schede predefinite e successivo invio telematico delle stesse.
Si può presentare domanda presso una sola scuola dell’infanzia. Possono essere iscritti i bambini residenti o domiciliati in provincia di Trento che compiono il terzo anno di età entro il 31 gennaio 2021 e fino all’età di inizio dell’obbligo scolastico (bambini nati nel periodo dal 1° gennaio 2015 al 31 gennaio 2018).
Anche per l’anno scolastico 2020/2021particolare attenzione viene riservata alle famiglie di bambini residenti e domiciliati fuori dall’area di utenza della scuola, per i quali la scelta della scuola è legata alla sede di lavoro di almeno uno dei due genitori, o in caso di genitori entrambi lavoratori, da fattori di organizzazione familiare legati all’accudimento dei bambini da parte dei nonni residenti o domiciliati nell’area di utenza della scuola individuata.
PRE-ISCRIZIONI
Le domande di pre-iscrizione per i bambini che compiono i tre anni di età fra il 1° febbraio e il 31 marzo 2021, residenti o domiciliati in provincia di Trento, sono da presentare negli ordinari termini fissati dal 3 al 10 febbraio 2020 presso la scuola dell’infanzia dell’area d’utenza.
La pre-iscrizione consentirà alle famiglie di acquisire la precedenza nell’assegnazione dei posti disponibili per gennaio 2021, salva la necessità di conferma della domanda dal 1 al 7 ottobre 2020. Nella pianificazione del servizio scolastico provinciale, tenuto conto delle esigenze manifestate dalle famiglie e dell’offerta sul territorio dei servizi socio-educativi per la prima infanzia, si porrà particolare attenzione alle iscrizioni dei bambini nati nel periodo febbraio-marzo 2018 al fine di favorire l’ingresso anticipato alla scuola dell’infanzia dal mese di gennaio 2021.
ORARIO PROLUNGATO
Come stabilito dalla Giunta provinciale, il concorso finanziario per l’utilizzo del servizio dell’orario prolungato resterà invariato rispetto alle tariffe dell’anno in corso. La riduzione interessa sia le tariffe massime che le tariffe agevolate, su base Icef, del servizio di orario prolungato. La tariffa mensile agevolata per un’ora di prolungamento ulteriore rispetto alle 7 ore ordinarie di servizio di scuola dell’infanzia, andrà da un minimo di 7,50 euro ad un massimo di 20 euro; per due ore di servizio giornaliere si pagheranno da 15,00 a 40 euro al mese, mentre per 3 ore massime di servizio giornaliero si pagheranno dai 22,50 euro ai 60 euro. Le tariffe annuali sono determinate moltiplicando le tariffe mensili per dieci mesi, durata massima di fruizione del servizio.
ACCESSO AI PERCORSI “MONTESSORI”
Il provvedimento stabilisce inoltre i criteri per l’accesso ai percorsi “Montessori”, garantendo l’accesso anche ai bambini esterni al bacino d’utenza della scuola. Per l’ammissione ai percorsi sono stabiliti criteri di priorità che tengono conto in primo luogo della pregressa esperienza educativa di impostazione montessoriana di scuola dell’infanzia sul territorio provinciale (reiscrizioni) e della continuità familiare.
DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PREVENZIONE VACCINALE
La legge prevede specifici adempimenti vaccinali nella fascia di età fra i 0 e i 16 anni, stabilendo in particolare che la presentazione della documentazione attestante la regolarità della posizione vaccinale è requisito di accesso ai servizi educativi/scolastici.
Nella Provincia autonoma di Trento la verifica della regolarità vaccinale dei bambini iscritti alle scuole dell’infanzia provinciali ed equiparate è effettuata tramite la trasmissione all’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari degli elenchi dei bambini iscritti. Lo stato di conformità vaccinale è condizione per l’ammissione alla frequenza del servizio di scuola dell’infanzia. Per le iscrizioni ordinarie le famiglie dei minori risultanti non in regola con gli adempimenti vaccinali saranno invitate a depositare, entro il 10 luglio 2020, la documentazione comprovante lo stato di conformità vaccinale, pena la decadenza dall’iscrizione prevista dalla citata normativa per l’anno scolastico 2020/21.
La versione integrale del provvedimento può essere scaricata dal portale della scuola trentina all’indirizzo: www.vivoscuola.it

Iscrizioni Granfondo Dobbiaco Cortina
gen 27@22:00–23:00

La pausa forzata dalla Granfondo Dobbiaco-Cortina della scorsa stagione ha lasciato ancor più voglia di ripartire ai fondisti, che l’1 e il 2 febbraio accorreranno in massa. E a circa dieci “lune” dall’evento Visma Ski Classics la pista è stata completata, garantendo due spettacolari percorsi di 42 e 32 km da affrontare nella medesima direzione di marcia, questa la novità sostanziale di questa stagione.

Il dato dei 2000 partecipanti potrà addirittura rimpinguarsi viste le iscrizioni ancora apertissime, con quote da saldare entro il 28 gennaio a 100 euro per competere in tecnica classica nei 42 km, o 75 euro per divertirsi in tecnica libera nei 32 km, tariffe comprendenti un fantastico berrettino con le località della Granfondo bene in evidenza, un braccialetto Fischer con lo slogan “Skiing is not a lifestyle. It’s Life”, e tutti i servizi, come trasporto in autobus prima e dopo la gara (servizio shuttle tra Cortina e Dobbiaco), il servizio di sciolinatura, assistenza tecnica e medica, un gadget e il pettorale, il trasporto dei sacchi indumenti dalla zona di partenza alla zona di arrivo e i ristori lungo il percorso e all’arrivo, inoltre il pettorale non si dovrà restituire, resterà in ricordo ad ogni partecipante, così come una medaglia di bronzo destinata a tutti coloro i quali taglieranno il traguardo.

Il comitato organizzatore presieduto da Herbert Santer afferma che: “dall’Aeroporto di Dobbiaco alla periferia di Cortina il percorso è un gioiello”, e sta ultimando i dettagli procedendo in sintonia, con solo il tratto finale da innevare all’ultimo: “Stiamo innevando verso il centro di Cortina una prima striscia, in modo tale da essere pronti per ‘tirare’ il velo finale – afferma il vicepresidente Igor Gombac. – Il nostro prodigarci ha dato subito fiducia agli atleti che hanno risposto presente”. Il comitato tiene a ringraziare i privati che consentono il passaggio sui loro terreni dei fondisti sbuffanti, i migliori dei quali saranno ‘premiati’ dalla inusuale consegna (metaforica) dei due tori “Giovanni” e “Ferdinando”. Il dobbiachese Hansjörg Bergman, il cortinese Sergio Bachmann, il piacentino Vittorio Dall’O e il bellunese Giuseppe Floridia (40 edizioni) sono ‘senatori’ dell’evento, capace di raccogliere l’affezione dei ‘locals’ così come di tanti scandinavi.

Per quanto riguarda ‘la conta’ dei favoriti attenzione a Tord Asle Gjerdalen, che sta rientrando in forma e dopo la Marcialonga ha un altro obiettivo dichiarato: “Cerco il poker alla Dobbiaco-Cortina, una delle competizioni che mi piace di più affrontare, poiché regna l’incertezza fino all’ultimo e mi posso giocare la mia strategia”. Attualmente i leader di classifica nel circuito Visma Ski Classics sono i portacolori del team Koteng, Stian Hoelgaard e Astrid Slind che sta mettendo i bastoni tra le ruote alla favorita Britta J. Norgren.

42 chilometri in tecnica classica ‘Visma Ski Classics’ da affrontare il 1° febbraio, 32 km in tecnica libera ‘Challengers’ da gustare nella giornata successiva, un menù di gran classe per i fondisti di tutto il mondo.

gen
28
mar
2020
Lombardia, seduta di Consiglio regionale: in apertura la visita dell’Arcivescovo di Milano Mons.Delpini
gen 28@10:00–11:00

La seduta di Consiglio regionale di martedì 28 gennaio inizierà con la visita dell’Arcivescovo di MilanoMons. Mario Delpini che, accogliendo l’invito dei Presidenti Alessandro Fermi e Attilio Fontana, interverrà in Aula a distanza di sei anni dalla visita del Cardinale Scola, la prima di un capo della Chiesa ambrosiana nella sede del terzo parlamento nazionale.

L’Arcivescovo di Milano sarà accolto alle ore 9.50 dai Presidenti Fermi e Fontana sul piazzale di Palazzo Pirelli che guarda verso piazza Duca D’Aosta, da dove si recherà subito in Aula consiliare. Qui sarà introdotto dai saluti istituzionali di benvenuto del Presidente del Consiglio Alessandro Fermi e a seguire del Presidente della Giunta Attilio Fontana: al termine Mons.Delpini terrà quindi il suo discorso rivolto ai Consiglieri regionali.
Conclusa la cerimonia in Aula, Mons.Delpini dalle ore 11 alle ore 11.30 incontrerà e saluterà i dipendenti regionali in Sala Pirelli e visiterà poi presso lo Spazio Eventi la mostra promossa dall’istituzione regionale in collaborazione con il Museo della Brigata Ebraica e con l’Associazione Figli della Shoah.
Al termine, prima di lasciare Palazzo Pirelli, indicativamente verso le ore 11.45, l’Arcivescovo di Milano riceverà dalle mani del Presidente Fermi il Sigillo longobardo, riconoscimento attribuito dalla Regione ai cittadini lombardi che hanno portato alto il nome della Lombardia nel mondo.

 

La seduta di Consiglio regionale, convocata fino alle ore 17, proseguirà quindi con l’esame del progetto di legge a sostegno delle associazioni combattentistiche, d’arma e delle associazioni delle forze dell’ordine (relatore il Presidente della Commissione CulturaCurzio Trezzani, Lega).
All’ordine del giorno anche tre mozioni sui seguenti temi: adozione di ulteriori misure per il miglioramento delle condizioni ambientali lombarde (prima firmataria Antonella Forattini, PD); sospensione dell’inserimento nel comparto agroalimentare italiano del sistema di etichettatura semaforica Nutri-score a tutela del made in Italy (prima firmataria Federica Epis, Lega); superamento dell’utilizzo di animali nello svolgimento delle attività circensi (primo firmatario Luigi Piccirillo, M5Stelle).

Rovereto, Robo_reti: la rete delle biblioteche
gen 28@16:00–17:00

Il progetto di una “Rete delle Biblioteche e degli archivi” nelll’ottica di una sinergia culturale tra le comunità della Vallagarina ha compiuto un passo in avanti. E’ stata infatti istituita la “Rete delle biblioteche e degli archivi di Rovereto e della Vallagarina – RoboRETI”. In allegato un comunicato e ed anche la delibera assunta nell’ultima seduta di Giunta di martedì 21 gennaio che provvede all’ampliamento del servizio di front-Office.

 

Iscrizioni 6a «Bondone Nordic Ski Marathon»
gen 28@17:25–18:25

A poco più di un mese di distanza dalla sesta edizione della «Bondone Nordic Ski Marathon» gli atleti che sono già certi di prendere parte alla gara organizzata nella piana delle Viote cominciano a mettere nel mirino la competizione, per giungere preparati all’appuntamento del 22 e 23 febbraio. I cultori dello stile classico guardano alla gara di sabato 22 febbraio, mentre gli affezionati della tecnica libera entreranno in gioco domenica 23. Ci sarà anche chi deciderà di essere presente ad entrambe le giornate con il fine di approfittare delle promozioni previste in sede di iscrizione, nonché dell’opportunità di sfruttare una pista tirata a lucido dallo staff dell’Asis. La scelta non si limita alla tecnica di esecuzione della sciata, ma si estende anche alla distanza, visto che in entrambe le giornate si potrà optare per il tracciato lungo 15 chilometri e quello lungo 30. Un’opzione che, oltre a creare le condizioni per soddisfare un ampio ventaglio di atleti, conferisce una certa suspense alla competizione, dato che i concorrenti possono scegliere liberamente fino al termine del primo giro se affrontare anche il secondo, tuffandosi nella 30 chilometri, o concludere la giornata entrando nella classifica della 15 km.
La manifestazione, organizzata da APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Trento Eventi Sport, in collaborazione con il Comune di Trento, Asis e la Scuola Italiana Sci Fondo Viote, sarà valida per la Coppa Italia Master e Cittadini ed inoltre, per la prima volta, anche per i neonati «Campionati Trentini 2020 Senior e Master – Circuito Itas Mutua». Una grande novità che coinvolge tutti i concorrenti tesserati per una società trentina, ma anche tutti i trentini appartenenti a corpi militari o civili dello Stato. Saranno premiati i primi tre Senior (uomini e donne) e i primi tre Master (uomini e donne).
Oltre a tanti amatori al via vi saranno ovviamente anche numerosi agonisti di alto livello, che sono soliti utilizzare la «Bondone Nordic Ski Marathon» per affinare la preparazione in vista degli appuntamenti top di fine stagione. Il percorso, infatti, è molto diversificato e quindi molto allenante, tanto che lo scorso anno fu scelto anche da fondisti della nazionale russa quali Artem Maltsev, Alexey Chervotkin ed Elena Soboleva, che dominarono la scena nella 30 Km in tecnica libera.
Per iscriversi bisogna accedere al sito www.nordicskimarathon.it. Fino al 21 febbraio il costo per assicurarsi il pettorale valido per una delle due gare è di 42 euro, di 69 per prendere parte ad entrambe. Si avrà diritto ad un pacco gara con prodotti tipici e un gadget tecnico, ai ristori, all’eventuale assistenza medico-sanitaria, ad un parcheggio riservato e al voucher per il pranzo. Sarà inoltre a disposizione dei partecipanti il servizio skibus da Vason a Viote. Per chi arriverà da fuori regione l’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ha predisposto un pacchetto vacanza, che viene offerto al prezzo di 49 euro e comprende una notte in B&B e la Trentino Guestcard.

Riva del Garda, Bilancio: la presentazione pubblica
gen 28@18:30–19:30

È rinviata a martedì 28 gennaio la presentazione pubblica della proposta di Bilancio di previsione per l’anno 2020 e pluriennale 2020-2022 (inizialmente fissata per il 23 gennaio), che si svolge nella caserma dei vigili del fuoco in viale Rovereto 19 con inizio alle ore 18.30.

Saranno presenti il sindaco Adalberto Mosaner e gli assessori, che illustreranno le opere pubbliche e i servizi di propria competenza, destinatari di risorse pubbliche, e i funzionari comunali dei vari uffici competenti.

Il Bilancio, predisposto in via preliminare dalla Giunta e deliberato dal Consiglio comunale, per la sua rilevanza merita l’attenzione della cittadinanza e la massima partecipazione, che l’Amministrazione comunale vuole incentivare per mezzo di questa serata di presentazione pubblica.

MUSE: Sabbia, lo spettacolo teatrale su emergenza climatica e migrazioni
gen 28@20:30–21:30

“Sabbia”, uno spettacolo teatrale sull’emergenza climatica

Martedì 28 gennaio 2020, ore 20.30

MUSE – Museo delle Scienze

 

Ingresso libero, fino ad esaurimento posti

 

 

Dieci persone, una città, un appartamento abbandonato. Dieci storie che si intrecciano intorno a un unico tema: l’impatto delle azioni dell’uomo sull’ambiente. Uno spettacolo che racconta le interconnessioni tra cambiamenti climatici e migrazioni e sarà introdotto dall’intervento di Roberto Barbiero, climatologo dell’Osservatorio Trentino sul Clima.

 

 

Il titolo, “Sabbia”, richiama l’ambientazione dello spettacolo: un futuro più o meno prossimo in una città che è stata abbandonata dall’uomo a causa della desertificazione. In scena: dieci personaggi, ognuno con la propria storia alle spalle, che hanno dovuto stravolgere le proprie condizioni di vita a causa dei cambiamenti climatici.

Dopo il debutto a Madrid dello scorso dicembre, in occasione della Conferenza Internazionale dei Giovani sul Clima (COY15), lo spettacolo “Sabbia” – prima di cominciare il suo tour per le scuole del Trentino – approda martedì 28 gennaio, alle 20.30, al MUSE – Museo delle Scienze per una serata-evento in cui si affronteranno diversi temi legati all’attuale situazione climatica.

Ideata da dieci alunni delle scuole superiori trentine sotto la guida del regista Michele Trotter e realizzata nell’ambito del progetto di educazione alla cittadinanza globale “Visto Climatico”, la pièce teatrale racconta l’emergenza climatica e le migrazioni con uno sguardo giovanile nuovo e coinvolgente: i protagonisti sono infatti i ragazzi e le ragazze che nel corso del 2019 hanno lavorato con passione approfondendo, attraverso le tecniche e i linguaggi del teatro, le interconnessioni che sussistono tra crisi climatica e migrazioni umane, partecipando anche alla Conferenza Internazionale dei Giovani sul Clima di Madrid.

 

Lo spettacolo, ad ingresso libero (fino ad esaurimento posti), sarà preceduto da una riflessione condotta da Roberto Barbiero, climatologo dell’Osservatorio Trentino sul Clima, sulle principali ed urgenti sfide che dovrà affrontare la comunità internazionale nel corso del 2020, anno della partenza formale dell’Accordo sul Clima di Parigi. Ad introdurre la serata Michele Lanzinger, direttore del MUSE, e Paulo Lima, presidente dell’Associazione Viração&Jangada.

 

Scheda tecnica dello spettacolo:

 

Studenti delle scuole superiori: Daniele Roat, Devki Costa, Elisa Andreolli, Francesco Loss, Jessica Caridad Rossi, Ludovico Klaassen, Maia Barbiero, Marianna Stancher, Martina Pisetta e Rachele Zanella

 

Regista: Michele Trotter

 

Coordinatori del progetto: Paulo Lima e Giulia De Paoli

 

“Visto Climatico” è un progetto triennale di educazione alla cittadinanza globale dell’associazione Viraçao&Jangada, co-finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento, realizzato in collaborazione con il Centro europeo Jean Monnet, Fondazione Fontana, Associazione Mazingira, Associazione Culturale In Medias Res, MED – Associazione Italiana di Educazione ai Media e alla Comunicazione e con il supporto scientifico dell’Osservatorio Trentino sul Clima.

inDanza Trento, al Sociale arriva in prima nazionale il Ballet British Columbia
gen 28@20:40–21:40

Uno stile audace e un repertorio di 45 titoli firmati dagli autori di punta della scena mondiale del XX e del XXI secolo con occhio di riguardo al panorama canadese. Ecco in sintesi il Ballet British Columbia, compagnia fondata nel 1986 a Vancouver, definita dalla critica “fisicamente rigorosa, drammaticamente solida e veramente contemporanea”. Per la prima volta in Italia, la compagnia si esibisce al Sociale di Trento nell’ambito di InDanza (rassegna organizzata dal Centro Servizi Culturali S. Chiara) con un trittico di lavori firmati da tre coreografe di fama mondiale: Crystal Pite, Aszure Barton e Sharon Eyal. Teatro Sociale, 28 gennaio, ore 20.30.

Diretta dal 2009 da Emily Molnar, ex ballerina del National Ballet of Canada e del tedesco Frankfurt Ballet di William Forsythe, la compagnia da luglio 2020 avrà un nuovo direttore: Medhi Walerski, danzatore formatosi all’Opéra di Parigi, per un decennio membro del Nederlands Dans Theater all’Aja e coreografo in costante ascesa, già autore di pezzi per la compagnia. Parallelamente Molnar verrà in Europa a dirigere il prestigioso NDT, la compagnia che fu di Jiri Kylian, ereditando un testimone con oltre sessant’anni di storia. Forte del fatto che sotto la sua guida il Ballet British Columbia ha conquistato il mondo intero, vuoi per la ricchezza del repertorio, che annovera numerose creazioni originali per l’ensemble, vuoi per il piglio deciso della direttrice Molnar, a sua volta coreografa, che ha saputo incoraggiare al contemporaneo i danzatori e affascinare il pubblico.

Il programma scelto per InDanza/Trento è una rarità, presenta tre pezzi in prima nazionale. Una serata tutta ‘al femminile’ con coreografie firmate dall’israeliana Sharon Eyal, direttrice con il compagno Gai Behar della compagnia L-E-V, e dalle canadesi Aszure Barton e Crystal Pite, quest’ultima ex collega di Molnar al Frankfurt Ballet. L’universo portato in campo è assai variegato e in ciascun pezzo è possibile vedere valorizzati in una poetica singolare i prestanti danzatori della compagnia. Si trascolora dai ritmi techno eseguiti in sincrono di Bedroom Folk di Eyal/Behar al lirismo di Solo Echo di Pite, fino al divertente mondo degli artisti di strada di Busk firmato dalla Barton.

Apre proprio Busk della canadese, attiva negli States, Aszure Barton, pezzo nato del 2009 per la Aszure Barton & Artists ispirato al mondo del busking(gli artisti di strada) in cui il fascino di questo tipo di intrattenimento ‘a numeri’ si cosparge di malinconia. Brevi assoli in contrasto a esplosioni di gruppo sotto l’effetto magico delle luci ideate da Nicole Pearce, un luccichio argenteo che si riverbera sulle figure in nero.

Al centro della serata il travolgente Bedroom Folk di Sharon Eyal e Gai Behar, nato nel 2012 per il Nederlands Dans Theater I, qui in una nuova veste, ampliata nella durata e nel numero degli interpreti, pensata appositamente per il Ballet British Columbia (2019). Diciotto danzatori – sulla musica elettronica battente firmata dal fedele collaboratore della coppia Ori Lichtik – pulsano nello spazio circostante elettrizzato dal loro ipnotico sincrono.

Chiude il poetico Solo Echo di Crystal Pite, altro pezzo nato per il NDT nel 2012. Si tratta di un’intensa danza condotta sotto una simbolica nevicata composta su due meravigliose Sonate per violoncello di Johannes Brahms (quella in Mi minore op.38 e in Fa maggiore op 99) nell’esecuzione di Yo-Yo Ma e di Emanuel Ax al pianoforte. Nel brano Pite descrive il passaggio dall’adolescenza all’età adulta in una coreografia poetica che parla di tutto ciò che perdiamo crescendo ispirata sia alle opere del compositore romantico tedesco sia dall’evocativa poesia Lines for winter del nordamericano Mark Strand (1934-2014).

Al termine dello spettacolo è in programma l’appuntamento con i “Talk inDanza”, una serie di incontri con le compagnie protagoniste. Nel quarto “talk” di quest’anno, martedì 28 gennaio, sarà ospite Emily Molnar, direttrice artistica della compagnia. L’incontro sarà moderato da Emanuele Masi.

Si avvisa infine il gentile pubblico che da mercoledì 1 gennaio 2020 il Centro Servizi Culturali S. Chiara non offrirà più il servizio di ticketing per il parcheggio di Piazza Fiera Trento (P4).

News 72esima edizione della Viareggio Cup
gen 28@21:00–22:00

La partita inaugurale della 72esima edizione della Viareggio Cup (16-30 marzo 2020) verrà disputata allo stadio “Alberto Picco” di La Spezia. Questa decisione è il frutto dell’accordo sottoscritto dall’amministrazione comunale della città ligure e il Centro Giovani Calciatori, che da quasi tre quarti di secolo organizza la manifestazione. Al momento infatti non è ancora stato riaperto lo stadio dei Pini-Bresciani di Viareggio, chiuso dal 30 giugno 2018.

Intanto il Cgc Viareggio ha ufficializzato le otto formazioni femminili della categoria Primavera che dall’11 al 19 febbraio 2020 daranno vita alla seconda edizione della Viareggio Women’s Cup: si tratta di Juventus (campione uscente), Sassuolo, Fiorentina, Inter, Roma, Genoa, Spezia e una selezione americana. Lunedì prossimo (20 gennaio) alle 12, nella nuova sede del Cgc – all’interno del PalaBarsacchi – si svolgerà il sorteggio per la composizione dei due gironi eliminatori del torneo femminile.

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136