Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad

L’agenda delle Valli

Tutti gli appuntamenti giorno per giorno nelle zone montane. Sport, spettacoli ed eventi di ogni genere tra Valtellina, Valle Camonica, Val di Sole per arrivare in Trentino. L’Agenda delle Valli contiene eventi, manifestazioni, iniziative delle zone bresciane e trentine di cui si occupa il portale. Valli che spesso ospitano campionati nazionali e internazionali di diverse discipline e personaggi di fama internazionale. Esibizioni di cori, manifestazioni ciclistiche, raduni degli Alpini. Giorno per giorno tutti gli eventi tra Breno, Edolo, Passo Tonale, Vermiglio, Malè, Cles, Trento passando per Ponte di Legno, Temù, Vezza d’Oglio, Incudine, Malonno, Sonico, Cedegolo, Aprica, Cortenedolo, Caldes, Stavel, Velon.

 

lug
2
gio
2020
Trento, un nuovo parcheggio da 141 posti in via Fersina
lug 2@14:50–15:50

L’intervento prevede la realizzazione di un parcheggio a raso di 141 posti auto nelle immediate vicinanza  ad est della nuova rotatoria davanti alla BLM Group Arena per un’area  di circa 3.400 m2, dotato di impianto di illuminazione, sistema di videosorveglianza e di arredo a verde.

Si prevede lo sbancamento di gran parte del rilevato terroso con allontanamento ad impianto di recupero per terre e rocce da scavo. Questo è necessario per guadagnare superficie planimetrica utile per la realizzazione del maggior numero di posti auto possibili.

La successiva operazione da svolgere è la realizzazione di una trincea drenante sufficiente a disperdere le acque meteoriche della superficie a parcheggio.

L’impianto di illuminazione è progettato con 24 pali dell’altezza di 4,50 m fuori terra e 37 corpi illuminanti a LED testapalo doppi o singoli in base alle aree da illuminare.

Il progetto prevede la piantumazione nel parcheggio in modo geometrico di 28 alberature della specie Morus alba fruitless con griglia in ghisa ed elementi di protezione in acciaio, in continuità con le scelte fatte per i parcheggi recentemente realizzati in zona. Anche le rampe esterne saranno piantumate con arbusti in varietà. Il progetto prevede l’irrigazione delle essenze vegetali con apposito impianto allacciato all’impianto esistente della vicina rotatoria.

Il progetto prevede nell’area posta a nord-est del parcheggio un’aiuola pianeggiante piantumata con essenze vegetali. In caso di necessità tale area può essere convertita

facilmente in area di rimessaggio di biciclette o motocicli.

Gli accessi in entrata ed uscita sono posti sul lato nord dell’area e sono studiati in modo tale da poter essere regolati da apposite stanghe comandate elettricamente se ritenuto necessario dal gestore del parcheggio.

Il progetto sarà completato con la realizzazione dell’impianto di videosorveglianza.

 

L’ammontare complessivo della spesa per la realizzazione dell’opera risulta pari a 670.000 euro. Inizio dei lavori presunto: primavera 2021. Tempo per esecuzione lavori : 150 giorni presunti.

Il progetto esecutivo è stato redatto dal Servizio Opere di Urbanizzazione Primaria – Ufficio Opere stradali nel febbraio 2020. Il gruppo di progettazione è composto dal tecnico comunale p.ind. Mauro Patton per la progettazione esecutiva, dal dott. Geol Alberto Pisoni del comune di Trento per gli aspetti geologici e geotecnici e dall’ing. Renzo Marchiori per la redazione del Piano della Sicurezza.

 

Formazione, anticipato il bando per le borse di studio in Alto Adige
lug 2@14:55–15:55

Per l’anno scolastico 2020/21 il bando di concorso per la concessione di borse di studio per studenti e studentesse viene anticipato. Oggi (30 giugno) la decisione della Giunta provinciale.

Il supporto della Giunta per la ripartenza dopo il coronavirus passa anche attraverso le borse di studio per studentesse e studenti. Per questo oggi (30 giugno), su proposta dell’assessore provinciale Philipp Achammer, la Giunta ha stabilito di anticipare il bando di concorso per la concessione di borse di studio, così da far pervenire alle famiglie gli aiuti già il prossimo autunno. Per consentire questa anticipazione la Giunta ha approvato il ricorso al Fondo di riserva.

Le borse di studio vengono concesse a studenti di scuole elementari, medie, superiori e istituti di formazione professionale che studiano fuori sede, così come studenti alloggiati in convitti. L’entità della borsa di studio concessa è calcolata sulla base del reddito familiare.

Torna A tutto Müller
lug 2@14:55–15:55

Nonostante, causa Coronavirus, sia slittata all’autunno la XXXIII Rassegna Müller Thurgau: Vino di Montagna, che tradizionalmente accompagna l’estate della Valle di Cembra con la possibilità di degustare molteplici espressioni di Müller Thurgau non solo della zona ma anche di fuori provincia e dall’estero, la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino ha deciso di rinnovare l’appuntamento con A tutto Müller, calendario di iniziative e proposte vacanza – che solitamente si svolgeva in concomitanza della manifestazione cembrana – pensato per celebrare e valorizzare questo vitigno su tutto il territorio provinciale.

 

E così, da giovedì 2 a domenica 12 luglio si susseguiranno oltre 25  appuntamenti, nati dalla collaborazione di più di 40 soci dell’Associazione, tra degustazioni a palazzo, speciali aperitivi, passeggiate nei vigneti, menù a tema e proposte vacanza, con cui i visitatori potranno conoscere da vicino questa eccellenza e avere al contempo occasione di visitare territori davvero suggestivi, dalla Valsugana all’Altopiano della Paganella, dalla Vallagarina all’Altopiano di Pinè, dal Lago di Garda alla Valle di Cembra, passando per la città di Trento.

 

Immancabile, come consueto, la Proposta Roccabruna Speciale Müller (link) in programma presso Palazzo Roccabruna – Enoteca Provinciale del Trentino nei weekend del 3-4 luglio, che segnerà anche la riapertura ufficiale post lockdown, e dal 9 all’11 luglio, con il Müller, declinato in vino e in grappa, protagonista principale delle degustazioni.

 

Per tutta la durata della rassegna, dalle 9.00 alle 16.00, Borgo dei Posseri di Ala propone il suo Enotour in vigna (link), percorso multisensoriale tra le “Isole” dislocate lungo i filari in cui fermarsi per degustazioni in self tasting del Müller Thurgau e di altri vini aziendali in abbinamento ad un cestino di prodotti locali tra cui i salumi di Salumeria Belli e i formaggi di Caseificio Sociale di Sabbionara.

 

Sempre in Vallagarina, ma ad Isera, dal 2 al 5 e dal 7 al 12 luglio la Locanda delle Tre Chiavi organizza 3 chiavi di lettura di Müller (link) che prevede la degustazione di Müller Thurgau di Azienda Agricola Pojer e Sandri, Società Agricola Pelz e Vivallis abbinati a una proposta gastronomica del ristorante.

 

Spazio invece alle nuove modalità di comunicazione del vino per Cavit, che giovedì 2 luglio, alle ore 18.30, organizza sui canali social aziendali Degustazione virtuale(link), in diretta dai vigneti del Monte Baldo a Brentonico, in cui il Müller Thurgau Trentino DOC – Bottega Vinai, proposto in abbinamento ai salmerini di ASTRO – Associazione Troticoltori Trentini, sarà raccontato dal Brand Ambassador Luca Sabatino. E per tutta la durata della rassegna, sarà attiva la promozione Müller in e-noteca (link) sullo shop aziendale.

 

Panorama garantito anche presso il Rifugio Crucolo di Scurelle, in Valsugana, dove dal 2 al 12 luglio è in programma Müller Thurgau in rifugio (link), tour degustativo tra i formaggi e salumi del rifugio proposti con il Müller Thurgau di Zanotelli.

 

In tema di aperitivi, davvero tante le proposte in programma, accessibili durante tutte le giornate. Ad Andalo, per esempio, Le Chicche Ecostube organizza Bio-aperitivo Trentino (link), con Müller Thurgau di Cantina Aldeno abbinato a salumi, formaggi e conserve, 100% trentini e biologici. Alla Locanda 2 Camini di Baselga di Pinè, è invece previsto Müller in giardino (link), con sfiziosità preparate dal ristorante in abbinamento a Müller Thurgau di Villa Corniole.

 

Dal 2 al 5 e dall’8 al 12 luglio, nel cuore della Valle di Cembra, sulla terrazza panoramica di Green Grill – Info e Sapori di Grumes di Altavalle sarà invece la volta di Müller & Aperigreen (link), dove i Müller Thurgau di Azienda Agricola Pojer e Sandri, Cembra cantina di montagna, Villa Corniole oppure Zanotelli saranno abbinati ai salumi di Macelleria Zanotelli e la grappa di Müller Thurgau di Azienda Agricola Pojer e Sandri ad una dolce proposta.

 

Dal 2 al 4 e dal 6 all’11 luglio, vi sarà occasione di visitare cantina e distilleria dell’Azienda Agricola Pojer e Sandri di Faedo di San Michele all’Adige e partecipare ad una degustazione di Müller Thurgau e grappa di Müller Thurgau ed altri vini aziendali per Espressioni di Müller (link).

 

E ancora, venerdì 3 luglio, presso Cembra cantina di montagna a Cembra Lisignago, è in programma Müller Thurgau sotto le stelle (link) , serata in musica dove i Müller Thurgau aziendali saranno abbinati a salumi e formaggi locali, mentre venerdì 10 luglio, sempre in Valle di Cembra ma presso il ristorante Maso Franch di Giovo, dalle 18.00 in poi il Comitato Mostra Müller Thurgau organizza Aspettando la Rassegna (link), presentazione della XXXIII Rassegna Müller Thurgau: Vino di Montagna arricchita da aperitivo musicale nel giardino sul retro della struttura con finger food realizzati ad hoc dalla chef e mescita di una selezione di Müller Thurgau, tra cui quello di Villa Corniole, Cembra cantina di montagna, Zanotelli, Cantina La Vis, Azienda Agricola Pojer e Sandri.

 

Non mancano le iniziative nel capoluogo. Dal 2 al 12 luglio, per esempio, presso la Locanda Le Due Travi a Trento spazio ai Nuovi gusti trentini (link), con il Müller Thurgau di Cavit abbinato a delle particolari tapas tutte trentine. Nella vicina Dispensa delle Due Travi, invece, sarà attiva la promozione 3 Müller x 1 enoteca (link) con Müller Thurgau di Azienda Agricola Pojer e Sandri e Cavit e grappa di Müller Thurgau di Distilleria Marzadro. Nelle stesse date, presso il Panificio Moderno-piazza Lodron, invece, sarà tempo de Il trentino e la romana (link), con il Müller Thurgau di Azienda Agricola Pojer e Sandri abbinato alle delle ghiotte proposte da forno del Panificio Moderno. Nel quartiere Le Albere, infine, la Gelateria Pasticceria Dolcemente Marzari, proporrà Dolcemente Müller (link), una irresistibile pausa dolce-salata abbinata a Müller Thurgau o grappa di Müller Thurgau di Azienda Agricola Pojer e Sandri.

 

Non mancano, al solito, anche diverse proposte gastronomiche, in programma per tutta la durata della rassegna, come A Tavola col Müller (link) presso l’Antica Trattoria Due Mori di Trento, con i piatti dello chef abbinati al Müller Thurgau di Azienda Agricola Donati Marco. Il Ristorante al Vò di Trento dà appuntamento per Müller Thurgau e sapori di montagna (link), con i propri piatti in abbinata al Müller Thurgau di Cantina La Vis; la Locanda delle Due Travi di Trento per Tra Müller Thurgau e sapori rurali (link) e l’Osteria a “Le due Spade” di Trento per La proposta di mezzodì (link) , entrambe con piatti in abbinamento a Müller Thurgau di Azienda Agricola Pojer e Sandri.

 

Fuori città, invece, il Ristorante Al Faggio di Andalo propone Gusto di Müller (link), con i propri piatti in abbinata al Müller Thurgau di Società Agricola Pelz; l’Osteria Cà dei Giosi di Covelo di Vallelaghi Müller in osteria (link), in abbinata a Müller Thurgau e grappa di Müller Thurgau di Azienda Agricola Casimiro, Azienda Agricola Pojer e Sandri e Cavit; il Ristorante Villetta Annessa di Riva del Garda Profumi e sapori del Garda (link), in abbinata a Müller Thurgau e grappa di Müller Thurgau di Azienda Agricola Pojer e Sandri; e la Casa del Vino della Vallagarina Profumi d’estate (link), con il Müller Thurgau di Cantina d’Isera. Dal 2 al 9 luglio, invece, Maso Franch di Giovo propone Müller & fish (link), in abbinata al Müller Thurgau di Villa Corniole.

 

Quattro, infine, le proposte vacanza pensate in questo periodo: Scoprendo il Müller (link), presso Maso Besleri Agritur di Cembra Lisignago, che prevede un pacchetto di due notti per due persone in abbinata ad una visita speciale all’Acetaia ospitata presso la struttura ricettiva e ad una visita e degustazione guidata presso l’Azienda Agricola Pojer e Sandri a Faedo; Un Müller in collina (link), presso 8 Grappoli Agritur di Povo di Trento, pacchetto di due notti alla scoperta del Müller Thurgau di Cantine Monfort o della Grappa di Müller Thurgau  di Azienda Agricola Zeni; Weekend tra Müller Thurgau e sapori locali (link), presso il B&B Alla Loggia dell’Imperatore di Levico Terme, pacchetto di una notte alla scoperta del Müller Thurgau di Cavit; e Il Müller in Vallagarina (link), presso il B&B Le Tre Chiavi di Reviano di Isera, pacchetto di due nottialla scoperta del Müller Thurgau di Cantina d’Isera.

 

La rassegna “A tutto Müller”, fa parte del calendario di manifestazioni enologiche provinciali denominato #trentinowinefest ed è organizzata dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino in collaborazione con il Consorzio La Trentina, presente con le proprie mele in alcune delle iniziative in programma.

Dettagli e maggiori informazioni su tastetrentino.it/atuttomueller 

Cia riparte con “Il Paese che Vogliamo” dopo il lockdown
lug 2@15:00–16:00

Torna il “Il Paese che Vogliamo”, il progetto di Cia-Agricoltori Italiani che mette al centro l’agricoltura e il rilancio delle aree interne per lo sviluppo del territorio nazionale. Un piano inaugurato la scorsa estate con un roadshow da Nord a Sud Italia, inevitabilmente interrotto dal lockdown, ma che adesso – alla luce degli stravolgimenti provocati dall’emergenza Coronavirus – diventa ancora più strategico e importante.

Il nuovo appuntamento della “fase 2” de “Il Paese che Vogliamo” si terrà giovedì 2 luglio, alle ore 15, in videoconferenza. Titolo e tema saranno di stretta attualità: “Superare l’emergenza. I sistemi produttivi del territorio: modello per ripartire”, con l’intervento delle rappresentanze Cia, coordinate dal presidente nazionale Dino Scanavino, ed esponenti autorevoli delle istituzioni nazionali.

Nell’occasione, verrà presentato lo studio di Nomisma su “Il ruolo economico e produttivo dell’agroalimentare di fronte alla sfida del Covid-19”, che analizzerà l’andamento del settore e dei consumi alimentari nel periodo dell’emergenza e fornirà un quadro di scenario del prossimo futuro.  L’evento ha il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

Per seguire la diretta dei lavori, basterà collegarsi al link: https://youtu.be/WCkxrpfDk9c

Il rock degli Hania e la voce di Roberta Faccani insieme per “Cuori in confusione”
lug 2@15:45–16:45

Nei digital store e nelle radio arriva “Cuori in confusione”, il nuovo singolo della band capitolina HANIA, con la prestigiosa collaborazione della cantautrice e nota performer italiana Roberta Faccani (ex voce Matia Bazar, Zerovskij di Renato Zero, Romeo e Giulietta ama e cambia il mondo di David Zard) che torna in scena con una band per dare supporto alle nuove generazioni del panorama musicale italiano, mettendo a disposizione la sua esperienza e caratura e anticipando il suo ritorno discografico da solista con la Joseba Publishing

“Cuori in confusione” (musica di Giacomo EVA, testo di Roberta Faccani e Giacomo EVA, arrangiamento di Matteo Caretto, Nèra, direzione artistica Gianni Testa per la Joseba Publishing) è un invito a vivere questa estate con più voglia di sempre tenendo per mano la persona amata. “Sei sei sei” vuole essere, infatti, un’affermazione rivolta all’amore ma anche all’estate.

Videoclip: https://youtu.be/WB9FJhfHuPg

Mercato, Marco Azzola al Basket Iseo
lug 2@15:45–16:45

Si chiude con il botto il mercato del Basket Iseo che per la stagione 2020/2021 trova l’intesa con Marco Azzola. Per la guardia/ala di 196 cm classe 1994 si tratta di un ritorno in riva al lago avendo vestito per tre campionati (2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018) la maglia gialloblu conquistando una promozione in Serie B. L’atleta orobico dopo i primi passi nella Seriana Basket ha proseguito il percorso formativo nel settore giovanile della Blu Orobica Bergamo con cui ha esordito (nel 2011/2012) tra i grandi nell’allora Serie C Regionale. Nel 2013/2014 è alla Pallacanestro Costa Volpino mentre la stagione successiva è al Basket Bergamo 2014 sempre in Serie B. Quindi il triennio iseano e poi il passaggio alla New Basket Prevalle con cui ha giocato gli ultimi due campionati: il primo chiuso con 18.43 punti, 4.80 rimbalzi e 2.54 assist mentre l’ultimo (condizionato da un problema fisico) con 15.55 punti, 4.82 rimbalzi e 2.18 assist. Azzola, abile ad attaccare il ferro e buona mano dalla lunga distanza, andrà a formare con il confermato Caramatti una delle copie offensive più temibili della Serie C Gold lombarda.
La società gialloblu comunica poi il mancato rinnovo con Mike De Guzman e Giovanni Medeghini. Infine a completare il roster a disposizione di coach Mazzoli vengono aggregati dal settore giovanile Giorgio Buizza (centro di 200 classe 2003), Battista Piva (guardia/ala di 190 cm classe 2001) e Giovanni Staffiere (guardia di 180 cm classe 2003).
Con queste ultime mosse il mercato del Basket Iseo può considerarsi chiuso per la soddisfazione dei dirigenti gialloblu, ecco le parole del GM Giacomo Zani: “se penso a cosa si prospettava ad Aprile non posso che essere contento per come ci siamo mossi. In quel momento il futuro era un enorme punto di domanda e avrei messo la firma per ritrovare la maggior parte dei ragazzi che erano stati con noi. La speranza era quella di riproporre lo stesso roster della stagione interrotta per la pandemia perché i risultati stavano dando ragione a quel gruppo. Ma questo non è stato possibile per diversi motivi, in ogni caso il ritorno di Azzola è la classica ciliegina sulla torta. Abbiamo un mix di giocatori esperti e atleti di prospettiva, la volontà è anche quella di dare grande spazio ai ragazzi del nostro settore giovanile. Infine voglio ringraziare gli sponsor che ci hanno dato fiducia in questo difficile momento dimostrando, se mai ce ne fosse bisogno, la loro passione e il loro attaccamento al Basket Iseo. Un grazie che va esteso anche agli atleti, allo staff sia della prima squadra che delle giovanili perché tutti hanno capito il momento particolare e hanno accettato il sacrificio richiesto”. E per chiudere il pensiero di coach Mazzoli: “anche quest’anno la società ha fatto il massimo per assemblare il miglior gruppo possibile, con tutta onestà penso fosse difficile fare meglio. Felice poi di ritrovare quasi tutti i ragazzi che erano con noi la scorsa stagione, in attacco abbiamo un grande potenziale mentre in difesa la possibilità di poter cambiare in base alle diverse situazioni che si verranno a creare. A questo punto non vedo l’ora di tornare in palestra!”.

Primi lavoratori stagionali extraUE in Italia
lug 2@15:45–16:45

Con la riapertura dei confini dell’Unione Europea arrivano i primi lavoratori stagionali extracomunitari, provenienti dai 14 Paesi ammessi della lista Ue, per assicurare la raccolta delle principali produzioni Made in Italy messa a rischio dalla mancanza di manodopera a causa del lungo periodo di lockdown con la chiusura delle frontiere.

 

L’appuntamento – annuncia Coldiretti – è per domani giovedì 2 luglio, all’aeroporto “San Francesco d’Assisi” di Perugia, dove alle ore 15,00 atterrerà il primo volo charter da Casablanca con 110 lavoratori stranieri specializzati che finita la stagione torneranno nel loro Paese.

 

Si tratta di operai agricoli stagionali qualificati che ormai da anni sono impiegati sul territorio nazionale, tanto da essere diventati indispensabili per l’attività di molte aziende nostrane dove lavoreranno soprattutto alla raccolta della frutta e degli ortaggi in piena produzione nei mesi di luglio ed agosto in Umbria, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Valle d’Aosta.

 

Per l’occasione verrà diffuso l’esclusivo report di Coldiretti su “Il lavoro e le frontiere nell’era del coronavirus” sull’impatto che la pandemia e la riapertura delle frontiere Ue hanno sull’occupazione, sull’economia e sulle produzioni agroalimentari Made in Italy.

Bonus bici: ulteriore integrazione dei fondi per Arco e Riva del Garda
lug 2@15:55–16:55

Sono circa 2000 le nuove biciclette in circolazione, di cui il 98% elettriche, in conseguenza del bonus bici provinciale, per il quale la Provincia ha stanziato un milione di euro. La ricaduta sul settore, considerato lo stanziamento della Giunta provinciale e la spesa dei cittadini è pari a circa 3,6 milioni di euro. L’incentivo, fissato nel 50% della spesa, fino ad un massimo di 600 euro per le bici a pedalata assistita, cargobike e pieghevoli e 100 euro per le bici tradizionali, era riferito ai residenti nei comuni trentini con più di 15.000 abitanti che si spostano per ragioni lavorative all’interno del loro comune, oppure a coloro, residenti in comuni diversi, che svolgono attività lavorativa continuativa nei comuni oggetto del bonus, ovvero Trento, Rovereto, Pergine Valsugana, Arco e Riva del Garda. Complessivamente sono state 2252 le richieste pervenute, 2141 quelle regolari.

La Giunta provinciale, su proposta del presidente Maurizio Fugatti, ha integrato il budget dei comuni di Arco e Riva del Garda che si sono resi disponibili a cofinanziare le domande in eccesso, ma comunque presentate entro i termini previsti dal sistema di prenotazione telematica. Nel dettaglio, la Giunta ha stanziato 36.940 euro per Riva del Garda e 57.560 euro per Arco.
Con l’importo di pari entità messo a disposizione dai due comuni si aggiungono all’iniziativa, all’incirca, altri 200 mila euro.

L’aiuto del Lions Club Trento Clesio alle istituzioni locali
lug 2@15:55–16:55

Per un totale di 9mila euro, il Lions Club Trento Clesio ha contribuito alla donazione di mascherine alla Azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento e alla copertura di spese sostenute per far fronte alle nuove necessità sanitarie legate all’emergenza Covid dell’Aziend apubblica di servizi alla persona Civica di Trento e ha acquistato buoni spesa donati poi alla Caritas (che donerà i buoni a famiglie in difficoltà per un utile sostegno alimentare) e al Comune di Trento attraverso il servizio Spazio argento e politiche abitative (in favore di anziani vulnerabili per l’acquisto e la consegna a domicilio della spesa).

UniTrento – Cinquemila mascherine dai Cavalieri di Trento
lug 2@16:35–17:35

Cinquemila mascherine chirurgiche per l’Università di Trento. L’UNCI, Unione Nazionale Cavalieri d’Italia, sezione provinciale Trento le ha donate all’Ateneo e in particolare al Dipartimento di Biologia cellulare, computazionale e integrata – Cibio per i ricercatori e le ricercatrici ancora impegnati in prima linea nel fare tamponi e nella ricerca contro il Covid-19. Un gesto di vicinanza e attenzione da parte di un’associazione che per sua missione tutela i valori della solidarietà, dell’impegno civile e morale per la società.
La donazione è stata sancita in un incontro privato che si è svolto ieri in Rettorato. Il rettore Paolo Collini ha dato il benvenuto al presidente Unci, sezione di Trento, Franco Zambiasi, accompagnato per l’occasione anche dal vicequestore (e cavaliere) Luigi Di Ruscio. Della delegazione trentina di UNCI facevano parte anche il vicepresidente Renato Trinco, il segretario Rino Angheben, l’ammnistratore Pierangelo Berghi e i membri Claudio Eccher e Paola Zambiasi.
Il rettore Paolo Collini ha accolto con un caloroso ringraziamento la donazione ricevuta spiegando quanto sia importante per l’Ateneo ricevere, oltre a utile materiale di consumo, anche attestazioni di vicinanza e attenzione da parte della società civile. Il carico di mascherine, tutte regolari e certificate, verranno consegnate nei prossimi giorni al dipartimento Cibio a Povo per permettere ai ricercatori di proseguire il lavoro di analisi dei tamponi in piena sicurezza.

Alto Adige, Alfreider: “Utilizzare i mezzi pubblici solo con un biglietto valido”
lug 2@16:55–17:55

L’assessore alla mobilità Daniel Alfreider ricorda a tutti i passeggeri del trasporto pubblico che un biglietto valido è obbligatorio quando si utilizzano i mezzi pubblici.

Dall’inizio delle misure di contenimento del coronavirus, il servizio di trasporto pubblico è stato garantito nella Provincia di Bolzano senza interruzioni, anche se in forma ridotta nella prima fase. Nei mesi di marzo e aprile è stato anche stabilito che, a causa dell’elevato rischio di infezione, non era necessario convalidare i biglietti. Tuttavia la situazione è cambiata ed è quindi nuovamente necessario convalidare i biglietti prima di ogni viaggio.

Utilizzare i mezzi solo con un biglietto valido

L´assessore alla mobilità Daniel Alfreider ricorda: “Ora però i servizi di trasporto in Alto Adige sono garantiti al 100 percento con tutti i costi che ne derivano. Ma poiché solo una parte dei passeggeri convalida regolarmente il proprio biglietto, i costi aggiuntivi causati dall’evasione tariffaria ricadono sulle casse pubbliche e quindi su tutti i cittadini.” Pertanto, l’assessore invita tutti i passeggeri a viaggiare solo con i mezzi pubblici se in possesso di un biglietto di viaggio valido. “Solo in questo modo sarà possibile ottimizzare gli standard di qualità del trasporto pubblico locale in Alto Adige. Ogni biglietto valido è anche un investimento in nuovi e moderni mezzi di trasporto e nell’ampliamento dell’offerta”, afferma Alfreider.

Chi utilizza l’Alto Adige Pass ha dei vantaggi

Per dare un ulteriore contributo in questa fase di ripartenza il Dipartimento Mobilità e Infrastrutture suggerisce ai viaggiatori di usare l’Alto Adige Passcome titolo di viaggio. In questo modo gli autisti sono sgravati dal compito di rilasciare titolo di viaggio a bordo.  Un ulteriore vantaggio dell’Alto Adige Pass è che le spese di abbonamento sono deducibili fiscalmente. Il Dipartimento ricorda inoltre che nelle prossime settimane verranno intensificati i controlli a bordo dei mezzi.

Su tutti i mezzi di trasporto è obbligatorio coprire naso e bocca con appositi dispositivi di protezione.

Bolzano, posti auto per i dipendenti con disabilità di nuovo in piazza Magnago
lug 2@16:55–17:55

Da questa settimana sono nuovamente fruibili in piazza Silvius Magnago a Bolzano due posti auto per i dipendenti provinciali con disabilità. Ripristinati su iniziativa dell’assessore Massimo Bessone.

dipendenti provinciali con disabilità che si recano al lavoro in auto dispongono di nuovo di due posti auto scoperti loro riservati all’interno dell’areale di piazza Magnago a Bolzano. Li potranno utilizzare per parcheggiare le loro vetture in superficie e raggiungere in pochi minuti il loro posto di lavoro in uno degli adiacenti palazzi della Provincia. Il ripristino dei posti auto dedicati è merito dell’intervento dell’assessore provinciale all’edilizia pubblica e al patrimonio Massimo Bessone. “Benché non fossero più previsti, ho fortemente voluto che i parcheggi per i dipendenti provinciali affetti da disabilità fossero ricollocati in piazza Silvius Magnago, dopo i lavori di rifacimento della stessa. È un piccolo gesto, ma significa molto per le persone in difficoltà. La politica deve essere fatta di azioni concrete che migliorano la vita dei cittadini”, fa presente l’assessore Bessone.

Possiblità di parcheggio

Il progetto di riqualificazione della piazza, tra le caratteristiche salienti, prevedeva l’allontanamento del traffico dall’areale con conseguente eliminazione dei parcheggi delle biciclette, delle moto e delle auto, compresi i due posti riservati ai dipendenti con disabilità. A questo, ora, è stato ovviato con il ripristino della possibilità di parcheggio. Per i cittadini con disabilità che si devono recare negli uffici pubblici, invece, sono disponibili alcuni parcheggi su piazza Stazione e via Renon, nonché posti auto nei parcheggi sotterranei attigui i palazzi provinciali.

Start up innovative: Giunta altoatesina approva misure straordinarie Covid-19
lug 2@16:55–17:55

La Giunta decide di aiutare aziende start up innovative che hanno riscontrato difficoltà finanziarie a causa del coronavirus con misure di sostegno a breve termine.

La Provincia sostiene start up innovative nell’ambito della promozione della ricerca e dell’innovazione come reso possibile dalla legge provinciale n. 14 del 2006. “Abbiamo deciso di aiutare queste piccole ma innovative imprese che si possono trovare in difficoltà finanziarie a causa del Coronavirus,” spiega il presidente Arno Kompatscher. “Queste start up potranno superare eventuali situazioni di disagio grazie alle misure straordinarie che abbiamo approvato nella Giunta”, conclude il presidente. Ieri (23 giugno) il presidente ha presentato la proposta per la deliberazione che mira a modificare le linee guida di applicazione per sostenere le start up per un breve periodo di tempo con un contributo al canone d’affitto.

Contributi fino al 100 percento per il canone di affitto 

Le start up con sede di produzione in Alto Adige avranno quindi la possibilità di fare domanda per un contributo fino al 100 percento per il canone d’affitto. Per il contributo verrà considerato il periodo dal 1° aprile fino al 20 settembre 2020. Possono fare richiesta tutte le aziende che sono registrate presso la Camera di Commercio di Bolzano nella sezione delle start up innovative, indipendentemente dalla loro forma di fondazione.

Le richieste per il contributo al canone d’affitto devono essere inviate in modalità elettronica entro il 15 ottobre 2020 all’Ufficio provinciale tecnologia e innovazione. Ulteriori informazioni sono disponibili sui siti web della Provincia nella sezione innovazione (http://www.provincia.bz.it/innovation-forschung/innovation-forschung-universitaet/innovation.asp).

Senza fissa dimora: potenziati i servizi di accoglienza diurni e notturni in Trentino
lug 2@18:50–19:50

Il sistema dei servizi rivolto alle persone senza dimora, alla luce dell’evoluzione della situazione di emergenza, è stato potenziato a partire da lunedì 8 giugno. Il potenziamento sarà protratto fino al 21 luglio, sia sul versante dei servizi diurni che notturni, al fine di prevenire assembramenti in fase di accesso e di continuare a soddisfare una richiesta fattasi anche più pressante con la diffusione del Coronavirus. Fra gli interventi attuati, un aumento dei posti letto e dell’orario di apertura delle strutture notturne, con l’offerta di accoglienza e distribuzione dei pasti alle persone ospitate. Vengono potenziati inoltre anche i servizi diurni e messi a disposizione degli spazi per l’accoglienza temporanea di persone sintomatiche in attesa dell’effettuazione del tampone.

La ridefinizione del sistema di accoglienza è l’esito del confronto avvenuto all’interno del Tavolo Inclusione che, riunitosi recentemente, ha visto la partecipazione dell’assessore provinciale alle politiche sociali Stefania Segnana, degli assessori alle Politiche Sociali del Comune di Trento Mariachiara Franzoia e del Comune di Rovereto Mauro Previdi e di tutte le realtà che a vario titolo sono coinvolte nel sistema.
La rimodulazione dei servizi prevede l’aumento dell’orario di apertura delle strutture notturne finalizzato ad offrire accoglienza mattutina e pasti alle persone accolte escludendo la possibilità che si verifichino possibili assembramenti in sede di accesso ai servizi diurni; il potenziamento dei servizi diurni nell’offerta di spazi di accoglienza e del servizio di guardaroba; l’aumento di posti letto per l’accoglienza notturna; la messa a disposizione di posti per l’accoglienza temporanea di persone sintomatiche in attesa dell’effettuazione del tampone.
A livello operativo, un gruppo tecnico individuato all’interno del Tavolo garantisce un costante coordinamento e monitoraggio dell’andamento del fenomeno e, anche alla luce dell’evoluzione della situazione epidemiologica, la conseguente valutazione dei diversi interventi e dei servizi offerti.

Cancellazione Shomano Festival
lug 2@18:55–19:55

Come moltissimi festival in tutta Italia, piccoli o grandi che siano, anche lo Shomano, il festival della canzone d’autore di stanza in Valle Camonica – ma a cui piace girare il mondo – annuncia la cancellazione della sua 18^ edizione.

Ecco la lettera che hanno scritto al proprio pubblico.

C’è uno Sciamano che da millenni corre senza sosta sui crinali della Valle dei Segni e da 18 anni lo fa imbracciando una chitarra: quella del festival della canzone d’autore Dallo Sciamano allo Showman. Solo una pandemia è riuscita a fermarlo, ma come organizzatori del festival – nel frattempo diventato semplicemente Shomano – ci teniamo a rassicurare il pubblico che si tratta solo di una pausa di riflessione. Una riflessione doverosa nei confronti di un tempo sospeso di dolore e speranza, che in un batter d’occhio ha modificato radicalmente il nostro modo di vivere.

 

In un’estate stravolta dagli effetti del Covid-19, in cui la cosa più importante diventa proteggere le persone mettendo in pratica rigidi protocolli e normative per la loro sicurezza, ci vediamo costretti a malincuore a cancellare la 18^ edizione del festival. Del resto diventare maggiorenni implica maturità, senso di responsabilità e capire che un festival come il nostro non ha senso senza il calore, la presenza e la forza del pubblico. Che a noi piace numeroso, eterogeneo, appassionato, perché la musica dei nostri artisti ci piace viverla INSIEME, all’unisono, e l’ultima cosa che vogliamo è perdere questa nostra preziosa essenza.

 

Ma non temete, il 2020 non sarà un anno sabbatico nel quale spariremo dai vostri radar: cercheremo comunque di essere presenti sul territorio, sempre seguendo i protocolli e laddove possibile, con eventi adatti alle normative Covid-19 che non mancheremo di comunicarvi.

 

Quest’anno lo Sciamano non corre.
Annusa l’aria, insegue il vento, continua a innamorarsi.
A piccoli passi.

Buona estate a tutti,

gli organizzatori dello Shomano

Dati Coldiretti su spesa a casa durante smart working
lug 2@20:00–21:00

Lo smart working gonfia di 10 miliardi di euro la spesa alimentare domestica degli italiani nel 2020 per effetto del maggior tempo fra le mura di casa anche per i timori ancora diffusi sulla sicurezza dei pasti in bar, ristoranti e pizzerie. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti che sulla base dei dati Ismea evidenzia un aumento del 6% del valore dei consumi domestici durante l’anno, in controtendenza con l’andamento generale di tutti gli indicatori economici.

 

Un trend in crescita nel corso dell’anno – evidenzia la Coldiretti – dopo che il lockdown ha profondamente modificato le abitudini di spesa delle famiglie italiane sia per quanto riguarda i canali di approvvigionamento con il graduale spostamenti verso botteghe e piccoli negozi sia per quanto concerne i cibi da acquistare per colazioni e pranzi a casa invece che al bar o al ristorante.

 

Lo smart working – sottolinea Coldiretti – ha spostato fra le mura domestiche tutti gli intervalli del tradizionale orario di lavoro con la necessità di organizzarsi a casa, magari anche per gli aperitivi di fine giornata. Infatti – continua la Coldiretti –si registra un +14% degli acquisti al dettaglio di latte UHT +29% per le mozzarelle, +14% pasta, +18% riso, +18% prosciutto crudo, +16% salame, +14% frutta fresca, +21% salse e passate di pomodoro, +23% uova, nei primi cinque mesi dell’anno. Con la fine delle limitazioni agli spostamento l’effetto “scorta” legato ai timori ingiustificati sugli approvvigionamenti si è progressivamente affievolito, ma è rimasta la spinta sugli acquisti domestici che segnala – sottolinea la Coldiretti -  nuove abitudini di spesa e di vita.

 

Una situazione che – continua la Coldiretti – sta rivoluzionando anche gli equilibri all’interno delle filiere produttive con i consumi alimentari fuori casa in bar, ristoranti e pizzerie dove la spesa registra nel 2020 un drammatico crollo per un valore di 34 miliardi di euro. Una drastica riduzione dell’attività che – sottolinea la Coldiretti – pesa sulla vendita di molti prodotti agroalimentari, dal vino alla birra, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura ma anche su salumi e formaggi di alta qualità che trovano nel consumo fuori casa un importante mercato di sbocco.

 

In alcuni settori come quello ittico e vitivinicolo la ristorazione – precisa la Coldiretti – rappresenta addirittura il principale canale di commercializzazione per fatturato.  La spesa alimentare fuori casa prima dell’emergenza coronavirus – conclude la Coldiretti – era pari al 35% del totale dei consumi a tavola degli italiani.

Selezione collaboratori amministrativi Provincia di Bolzano
lug 2@20:00–21:00

La Provincia cerca mediante selezione pubblica collaboratori amministrativi per l’amministrazione provinciale e l’amministrazione in varie località dell’Alto Adige. Domande entro il 3 luglio.

Posti a tempo pieno e a tempo parziale per tutti 3 i gruppi linguistici sono banditi tramite selezione pubblica dalla Provincia per l’assunzione a tempo determinato in qualità di collaboratrici amministrative collaboratori amministrativi per l’amministrazione provinciale e l’amministrazione scolastica, in diverse località dell’Alto Adige. La qualifica funzionale di inquadramento è la VI. Requisiti per accedere alla selezione sono il possesso dell’esame di Stato (ex maturità), dell’attestato di bilinguismo B2 (ex livello B). Attraverso questa procedura di selezione verrà stilata una graduatoriache avrà validità fino al 31 dicembre 2022. Per l’assegnazione dei posti, la selezione non è riservata ad alcun gruppo linguistico.

Domande e informazioni

Il bando di concorso con tutti i dettagli della selezione è pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige 20.02.2019, Nr. 8. E sul portale della Provincia sezione concorsi . Le domande di ammissione alla selezione devono essere inviate entro il 03 luglio 2020, ore 12.00 alla Provincia Autonoma di Bolzano, Ufficio assunzioni personale. A tal fine è possibile utilizzare l’indirizzo pec, o quello normale: personalaufnahme.assunzionipersonale@pec.prov.bz.it, assunzionipersonale@provincia.bz.it. Per eventuali informazioni le candidate e i candidati potranno rivolgersi all’Ufficio assunzioni personale: William.Pedrazza@provincia.bz.it oppure tel. 0471 412110.

#Casabase: il Trento Film Festival su RTTR
lug 2@21:00–22:00

Dal 2 luglio al 20 agosto tutti i giovedì sull’emittente televisiva regionale RTTR andrà in onda la trasmissione #Casabase: otto film protagonisti delle scorse edizioni del Trento Film Festival, introdotti in studio da otto diversi ospiti, per raccontare con immagini e parole la storia della più antica rassegna internazionale di cinema e culture di montagna.

#Casabase andrà in onda alle ore 21.00, con replica alle 15.00 della domenica, e sarà visibile anche in live streaming sul sito www.radioetv.it .

Si parte giovedì 2 luglio con una puntata dedicata alla sezione principale del Trento Film Festival, il Concorso internazionale. In studio la direttrice del Festival, Luana Bisesti, e Daniele Ietri Pitton, produttore del film protagonista di questa prima puntata, il bellissimo Ninì (di Gigi Giustiniani, Italia / 2014 / 65′), che nel 2015 conquistò la Genziana d’Oro del CAI come miglior film d’alpinismo.

Nuevo Trio Magnum
lug 2@21:00–22:00
Giovedi’ 2 luglio 2020
Devil Kiss Urban Brew Pub
Via della Ziziola 105
 Brescia
GIO’ JAZZ, la rassegna musicale Jazz del Devil Kiss
NUEVO TRIO MAGNUM
Felice Cosimo – piano
Giuliano Dal Bosco – contrabbasso
Michele Carletti – batteria
Per rispettare le normative vigenti il concerto si svolgerà nei giardini estivi, grande novità di questa stagione del Devil Kiss.
Curatore della rassegna rimane Roberto Bellan, storico musicista cittadino.
Concerto da ascoltare gustando l’ottima cucina, le birre artigianali o per chi vuole sperimentare, la carta dei cocktail studiata apposta per la serata.
Ingresso LIBERO
inzio live ore 21.45
Posti a sedere limitati, si consiglia la prenotazione:
 3281259022
Programma estate nel Parco Naturale Adamello Brenta
lug 2@21:00–22:00

Un ricco programma di attività per l’estate è la bella sorpresa che il Parco Naturale Adamello Brenta vuole regalare dopo il difficile periodo dell’isolamento Covid-19.

Le misure imposte dal rischio contagio non hanno scoraggiato il Parco che a maggio si è messo a reinventare in corsa le iniziative su cui stava lavorando da tempo per assicurare le imprescindibili condizioni di sicurezza che ognuno di noi desidera. Libertà, spazi aperti e rispetto sono dunque gli ingredienti con cui, in collaborazione con le Apt d’ambito, ha definito l’edizione 2020 del tradizionale pacchetto “Un’estate da Parco”.

Potremmo definirla una proposta di “intrattenimento interessato”. Con queste iniziative, infatti, l’interesse del Parco rimane quello di catturare la curiosità dell’ospite per stimolare in lui alcune riflessioni riguardo alla necessità di conservare la natura.
Il programma si divide in quattro filoni diversi di attività che partiranno il 29 giugno.

Escursioni guidate
Dal 29 giugno al 10 settembre
Tantissime escursioni accompagnate dagli esperti del Parco con cadenza settimanale negli ambiti turistici interessati dall’area protetta. Camminate all’alba al Lago delle Malghette, immersioni nel bosco alla scoperta degli animali in Val d’Algone, passeggiate lungo il torrente in Val di Borzago per attraversare “tutto il bosco in un sentiero”, la rivelazione della potenza dell’acqua all’antica segheria Taialacqua a Molveno sono solo alcuni esempi delle esperienze proposte.

SuperPark
Dal 4 luglio al 29 agosto
SuperPark viene realizzato anche con la società Impact Hub Trentino. Comprende 14 “escursioni con accompagnatori straordinari” e 9 appuntamenti del “cinema al margine del bosco”.
Personaggi d’eccezione – chef, illustratori, scrittori, sportivi, registi, alpinisti e musicisti – attraverseranno i sentieri del Parco alla scoperta dei suoi angoli nascosti nelle vesti di originali accompagnatori. Le rocce, le piante, i prati, i sassi, i torrenti saranno la scenografia dei loro racconti.
Il bosco sarà la cornice di una rassegna di film serali che promette di fondersi e intrecciarsi con la natura, senza disturbarla: le proiezioni saranno possibili grazie all’energia solare immagazzinata durante il giorno e saranno silenziose grazie all’uso di cuffie, sistematicamente igienizzate.

PARtiCOlari
Dal 6 luglio al 4 settembre
In Val Genova, Vallesinella e Val di Tovel tutte le mattine dal lunedì al venerdì ogni mezz’ora dalle 9.30 alle 12.00 un operatore chiamerà a raccolta i presenti, con le dovute distanze, s’intende, per spiegare le particolarità naturalistiche del luogo. Ad ognuno sarà consegnata una mappa speciale contenente curiosità e aneddoti da scoprire in autonomia nelle vicinanze.

Sorprendenti Apparizioni
Dal 15 luglio al 3 agosto
6 appuntamenti teatrali, due in Val Genova, due a Vallesinella e due in Val di Tovel, ideati in collaborazione con Roberta Bonazza. L’immagine dell’orso e di tre personaggi storici appariranno misteriosamente dal bosco per sorprendere i presenti e lasciare delle suggestioni. Julius von Payer, John Ball e Aurelio Galleppini saranno i personaggi che, rispettivamente, in Val Genova, Vallesinella e Val di Tovel, sveleranno di volta in volta gli aspetti che hanno conosciuto bene di quei dei luoghi. L’orso spazierà tra le tre valli per raccontare invece come si vive in quei luoghi.
A completare l’offerta, dal 4 luglio saranno aperte continuativamente le Case del Parco Flora a Stenico, C’era una volta a San Lorenzo in Banale, Geopark a Carisolo e Lago Rosso a Tovel.

Accesso al Parco Naturale Adamello Brenta

Ricordiamo che l’accesso all’area protetta è sempre libero e gratuito per chi entra a piedi o in bicicletta. Vige invece la chiusura al traffico a motore sulle strade forestali, in base ad ordinanze comunali. In modo particolare, dal 4 luglio nelle valli più frequentate dal turismo, ovvero Val Genova, Vallesinella, Ritort-Patascoss, Val di Tovel, Val di Fumo e Val d’Algone è richiesto un ticket di ingresso a veicolo. Gli operatori del Parco presidieranno come sempre i punti parcheggio per favorire il decoro e l’ordine in queste zone, prese letteralmente d’assalto nei mesi estivi. Il ticket è concepito come una sorta di compensazione a fronte dell’impatto ambientale che le auto producono e quegli incassi vengono destinati a nuovi progetti di conservazione nell’area protetta.
Causa Covid, il classico servizio di trasporto collettivo con bus navetta che da 17 anni caratterizzava la mobilità sostenibile del Parco, dovrà fermarsi e i posti auto limitati dovranno essere prenotati online. Apt e comuni stanno provvedendo anche a fissare degli accordi privati per il noleggio di e-bike e di mezzi con conducente per offrire un servizio complementare poco impattante.
L’esperienza Covid è stata l’occasione anche per spingere l’acceleratore verso un approccio alla natura più esperienziale e intimo. Con questo proposito si stanno mettendo in calendario delle giornate a “traffico zero”. Nove Green day, tre in Val Genova, tre in Vallesinella e tre in Val di Tovel in cui dalle 10.00 alle 16.00 sarà sospeso completamente il traffico veicolare e gli escursionisti potranno avere la valle tutta per loro.
Informazioni dettagliate riguardo a orari, tariffe e modalità di prenotazione saranno consultabili a fine mese sulla App “AdamelloBrenta”, sul sito del Parco e sui siti delle Apt di riferimento.

Trentino, iscrizioni concorso ordinario docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado
lug 2@21:00–22:00

Si è aperta ufficialmente la finestra temporale per l’iscrizione al concorso ordinario per titoli ed esami, per l’assunzione a tempo indeterminato del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado e posti di sostegno, nelle istituzioni scolastiche provinciali a carattere statale della Provincia autonoma di Trento.
I candidati potranno presentare domanda entro le ore 12 di lunedì 20 luglio 2020. La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere compilata e presentata con modalità online, collegandosi al portale tematico della scuola trentina www.vivoscuola.it nell’area dedicata: “lavorare nella scuola – sezione concorsi” o al link: https://www.vivoscuola.it/concorso-ordinario-docenti2020 . L’accesso alla domanda online deve avvenire tramite la Carta Nazionale dei servizi (CNS) o la Carta Provinciale dei servizi (CPS) oppure tramite SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale. Seguendo il medesimo iter o tramite il link https://www.vivoscuola.it/abilitazione-docenti-secondaria2020 è possibile invece iscriversi, entro le ore 12 di lunedì 13 luglio 2020, alla procedura straordinaria per esami finalizzata all’accesso ai percorsi di abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di primo grado.

Prende ufficialmente il via la procedura concorsuale per 185 posti a tempo indeterminato rivolta al personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado e posti di sostegno, nelle istituzioni scolastiche provinciali a carattere statale della Provincia autonoma di Trento. Il concorso recluterà 55 posti distribuiti su 9 distinte classi di insegnamento destinati ai docenti della secondaria di primo grado, mentre per la scuola secondaria di secondo grado i posti disponibili sono 130 su 41 classi di concorso.
Inoltre, per i docenti in possesso dei requisiti specifici richiesti dal bando, ha già preso il via la procedura concorsuale straordinaria per esami finalizzata all’accesso ai percorsi di abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di primo grado. I concorsi si svolgono in analogia e con le procedure concorsuali bandite a livello nazionale dal Ministero dell’Istruzione nelle altre province italiane.

Alto Adige: eventi culturali dopo il lockdown
lug 2@22:20–23:20

Disponibile l’elenco degli eventi culturali per l’estate 2020 offerti da organizzazioni altoatesine su tutto il territorio. Vettorato: “Grande reazione del mondo della cultura”:

“Sono davvero piacevolmente sorpreso per come il mondo dell’associazionismo in Alto Adige abbia reagito allo schock per il lockdown da Coronavirus. La cultura sta ripartendo davvero con slancio e la ripartizione è pronta a sostenere decine di proposte”. Lo afferma l’assessore alla cultura in lingua italiana, Giuliano Vettorato, dopo che nelle scorse settimane gli uffici sono stati tempestati di comunicazioni e richieste da parte delle organizzazioni. Finora sono state raccolte oltre 60 proposte di attività culturali estive, sia a Bolzano, sia nel resto del territorio. L’elenco delle iniziative, che viene aggiornato continuamente, è disponibile sul sito www.provincia.bz.it/estatesiriparte  e rappresenta un vasto palinsesto di eventi culturali come concerti, proiezioni cinematografiche, mostre artistiche, laboratori per giovani e bambini e incontri con artisti.

Ripartono gli eventi culturali

Durante la fase del lockdown le attività culturali sono state trasferite sul web. Ora, con le nuove misure di sicurezza le organizzazioni possono ripartire e organizzare eventi culturali in presenza. La Provincia sostiene questi progetti che aiutano a riattivare la vita sociale sul territorio. L’assessore alla cultura italiana, ambiente ed energia Giuliano Vettorato è convinto dell’importanza delle iniziative: “La cultura è uno straordinario strumento sociale di cui tutti ci siamo resi conto, in questi mesi, di avere estremo bisogno. Vorrei ringraziare tutte le associazioni, i volontari e gli operatori che si sono impegnati per continuare”.

Eventi teatrali e letterari 

Tra le tante offerte culturali si trova per esempi l’iniziativa “Libri nel parco dei cappuccini” della Biblioteca Provinciale Claudia Augusta. Dal 13 al 27 luglio la biblioteca organizza incontri con i talenti locali dell’associazione Scittori di Bolzano e Lettera 7 presso il Parco Capuccini. Sempre a Bolzano, il Teatro Cristallo mette in scena i suoi pezzi su diverse piazze a Bolzano. Le rappresentazioni all’aria aperta si tengono, per esempio, in Piazza Vittoria, nella Piazzetta Anita Pichler, presso la Villa delle Rose o in Piazza Montessori. Anche il Teatro Stabile di Bolzano si è adattato alla situazione e organizza interventi di “microteatro” diffusi in tutto il territorio altoatesino da metà settembre a metà ottobre. Con questa iniziativa di nome “Teatro d’inciampo” il lo Stabile festeggia i suoi 70 anni di attività e si propone di uscire dai perimetri consolidati degli edifici culturali per irrompere in maniera sperimentale nelle città.

Arte e musica

Per quanto riguarda la sfera dell’arte e della musica, le organizzazioni propongono varie iniziative su tutto il territorio dell’Alto Adige. Il Festival Transart, per esempio, torna dal 9 settembre al 26 settembre e celebra i propri 20 anni. Il Südtirol Festival Merano invece propone dal 19 agosto al 20 settembre diversi concerti, tra l’altro di Valery Gergiev, Pavel Haas Quartet, Colours of music, the tallis scholars London, Trio wanderer, Ensemble L’arpeggiata e del Südtiroler Vokalensemble. In Val Pusteria il Centro culturale Euregio Gustav Mahler organizza un programma musicale nel parco del Grand Hotel a Dobbiaco.

Eventi per giovani e bambini 

Le varie organizzazioni propongono anche un programma vasto per giovani e bambini. Il Gruppo Flowers di Bronzolo, per esempio, organizza proiezioni cinematografiche in lingua italiana e tedesca sotto forma di “drive-in”. Ogni venerdì, dal 7 agosto fino al 4 settembre, gli spettatori potranno godersi film nella propria autovettura. A Bolzano invece, COOLtour dell’associazione La Strada – Der Weg organizza dal 28 al 31 luglio il primo Festival Don Bosco con la proiezione di immagini, concerti e spettacoli davanti alla chiesa S. Maria in Augia. Le Agenzie di educazione permanente e le agenzie linguistiche propongo per tutta l’estate corsi di lingua, di musica e asili linguistici. Inoltre, sono ripresi i grest delle associazioni Orizzonte, Cilla, Melograno e Juvenes.

lug
3
ven
2020
eState a Trento, programma appuntamenti “Parole e suoni in Badia”
lug 3@05:50–06:50

Appuntamenti estivi a Trento

IL SUONO DEL MATTINO

parole e suoni in Badia

 

presso la

BADIA DI SAN LORENZO / TEMPIO CIVICO

tutti i venerdì da fine giugno ai primi di settembre

 

primo turno: dalle ore 6.30 alle 7

secondo turno: dalle 7.30 alle 8

 

a cura di

COMUNE DI TRENTO

in collaborazione con TrentoSpettacoli, TeatroE, Compagnia Arditodesìo e i Frati Minori Cappuccini

 

L’invito è di alzarsi presto al mattino per recarsi nella splendida Abbazia di San Lorenzo e ricevere un piccolo regalo prima di iniziare la giornata. Un’attrice o un attore insieme ad un/a musicista ci offrono un momento di silenzio e ascolto, tra parole e suoni che possiamo poi portarci nel proseguo del giorno. 

La Badia di San Lorenzo è anche Tempio Civico della città, durante i secoli ha avuto altre funzioni, oltre a quella religiosa: fu carcere nel ’700, lazzaretto nell’800, ricovero e magazzino militare nel ’900.

In questo momento è un luogo fortemente simbolico, luogo di unione e condivisione della vita laica, spirituale e religiosa della nostra comunità.

 

Con offerta libera

Il ricavato sarà interamente devoluto ai Frati Minori Cappuccini per sostenere i loro progetti di solidarietà 

 

Parole: Andrea Brunello, Maura Pettorruso, Franco Arminio, Stefano Detassis, Maria Vittoria Barrella, Alessio Dalla Costa, Silvia Furlan, Michela Embriaco, Chiara Benedetti, Alessio Kogoj, Veronica Risatti.

 

Suoni: Stefano Rattini, Barbara Bertoldi, Daniele Di Bonaventura, Vincenzo Zitello, Giordano Angeli, John Diamanti Fox, Adele Pardi, Albert Hera, Paolo Delama, Candirù, Carlo La Manna, Sara Giovinazzi

 

IL PROGRAMMA

 

 

Venerdì 26 giugno
*in occasione di S.Vigilio, patrono della città di Trento

 

L’alba vinceva l’ora mattutina

 

parole: Andrea Brunello (voce)

suoni: Stefano Rattini (organo)

 

Testi di Dante Alighieri / musiche di improvvisazione organistica

Bio

 

Andrea Brunello è un attore diplomato alla “School After Theatre Advanced Training Program” condotta dal regista russo Jurij Alschitz. È autore di numerosi spettacoli messi in scena in tutta Europa ed oltre. È direttore del Teatro Portland di Trento e della Compagnia Arditodesìo.

 

Stefano Rattini, organista titolare della Cattedrale di Trento, è docente di Teoria, Analisi e Composizione al Liceo Musicale di Trento e insegna improvvisazione all’Istituto di Musica Sacra e, a contratto, presso alcuni conservatori italiani. Ha tenuto concerti in Italia e all’estero.

 

 

Venerdì 3 luglio

Io sono una rosa

 

parole: Maura Pettorruso (voce)

suoni: Barbara Bertoldi (violoncello)

 

Testi di Emily Dickinson / Musiche di Antonio Vivaldi, Johann Sebastian Bach, Claude Debussy

 

Bio

Maura Pettorruso è un’attrice e drammaturga. Dopo gli studi conseguiti alla Scuola ArteDrama di Moncalieri, lavora come attrice e drammaturga in diverse compagnie locali e nazionali. Si occupa di teatro contemporaneo e nuova drammaturgia. È inoltre insegnante di dizione e lettura espressiva. Vive e lavora a Trento.

 

Barbara Bertoldi è una musicista, violoncellista e docente trentina. Ha una personalità versatile e passa con grazia dal repertorio classico e da camera, al barocco più eccentrico eseguito con strumenti originali, per approdare a brani ironici e irriverenti e persino alla tradizione dei canti della montagna, da lei “reinventati” per voce e violoncello.

 

 

 

Venerdì 10 luglio

parole: Franco Arminio

suoni: Daniele Di Bonaventura e Vincenzo Zitello

 

 

Venerdì 17 luglio

Il tempo del canto è tornato

 

parole: Stefano Pietro Detassis (voce)

suoni: Giordano Angeli (voce, sax)

 

Testi dal Cantico dei Cantici e dal Qoelet / Musiche di Pierre Sandrin e Antonio Vivaldi

Bio

Giordano Angeli è musicista, polistrumentista, musicoterapeuta. Svolge, fin dagli anni ’80, attività concertistica con collaborazioni a livello nazionale ed internazionale, affiancando alla stessa quelle di compositore ed arrangiatore. Rivolge la propria attività artistica in particolare nella rielaborazione del repertorio di musica antica e a progetti di musica collettiva interculturale.

 

Stefano Pietro Detassis è un attore trentino formatosi a Bologna. Ha lavorato in ambito teatrale e cinematografico sul territorio nazionale e regionale. Intreccia un percorso di sperimentazione del linguaggio teatrale ad uno più legato alla tradizione.

 

 

Venerdì 24 luglio

Note dopo la notte

 

parole: Maria Vittoria Barrella (voce)

suoni: John Diamanti Fox (clarinetto)

 

Testi di William Shakespeare e altri / Musiche da improvvisazione al clarinetto

 

Bio

John Diamanti Fox è un clarinettista. Collabora attualmente in ambito cameristico con il Quartetto d’archi Indaco di Milano e con l’orchestra Milano Classica. È cofondatore de “La Piccola Orchestra Lumière”. Ha partecipato a festival e stagioni in ambito nazionale e internazionale e ha accompagnato solisti come Luis Bacalov, Giovanni Sollima, Anna Kravtchenko, Paolo Fresu, Goran Bregovic, Laura Marzadori, Irene Veneziano.

 

Maria Vittoria Barrella ha all’attivo esperienze cinematografiche come attrice (Sky Cinema, RAI Cinema, festival di Cannes) e teatrali come regista, attrice e danzatrice. È fondatrice della compagnia teatrale “La Burrasca”, con la quale ha realizzato numerosi spettacoli, molti dei quali site specific.

 

 

Venerdì 31 luglio

E.Stasi

 

parole: Alessio Dalla Costa (voce)

suoni: Adele Pardi (violoncello)

 

Testi di Salvatore Quasimodo, Giacomo Leopardi, Emily Dickinson / Musiche di Johann Sebastian Bach, Henry Purcell

 

Bio

Adele Pardi è una cantante, violoncellista, musicista di scena, compositore e attrice. Si è diplomata al Conservatorio di Trento in violoncello, canto jazz e canto pop. Collabora da diversi anni con la compagnia teatrale Borgobonò, con il Teatro delle Quisquilie e con La Piccola Orchestra Lumière. Suona nel duo elettro-pop Kitchen Machine e insegna al Cdm di Rovereto. Ha vinto il Festival Acustico 2012, il Premio Pavanello 2012, il Premio Suoni dall’Italia al Premio Bianca D’Aponte 2013 e la migliore borsa di studio per studenti a Nuorojazz 2013 .Il suo ultimo progetto è PerDido: una ri-armonizzazione dell’opera barocca di Purcell Dido and Aeneas (Barnum for Art 2019).

 

Alessio Dalla Costa è attore e formatore. Con l’associazione Emit Flesti di cui cura la direzione artistica insieme ad Annalisa Morsella, conduce corsi di recitazione e di lettura interpretata. Come attore collabora anche con altre realtà. Tra le ultime produzioni cui ha partecipato: Antipasti Letterari per la stagione teatrale del Centro Culturale Santa Chiara di Trento, Nevrotici Sessuali produzione Raumtraum, Il sogno di Jacopo di Emit Flesti. Negli ultimi anni ha iniziato un percorso di ricerca registica sfociato nello spettacolo “Con Voce Nuova. L’inferno di Dante”, lavoro artistico accessibile a sordi e udenti.

 

 

Venerdì 7 agosto

E.Stasi

 

parole: Silvia Furlan (voce)

suoni: Albert Hera (voce)

 

Testi di / Musiche di Johann Sebastian Bach, Henry Purcell

 

Bio

Albert Hera è un cantante jazz contemporaneo specializzato in improvvisazione corale e sperimentazione vocale con numerose collaborazioni con artisti di fama internazionale, tra cui Bobby McFerrin. Ha al suo attivo tre album ‘Positive conciousness’ (2006), ‘Aria’ (2011) e ‘SoloS’ (2016).

 

Silvia Furlan è attrice e responsabile, insieme a Elena R. Marino, della direzione artistica e didattica del Teatro Spazio 14 di Trento dove conduce corsi di teatro per bambini, ragazzi e adulti. Ha studiato danza classica, e poi recitazione con Pippo Delbono e Pepe Robledo, Catia Gatelli, Tullia Pedrotti, Laura Scudella, Anna Giovanazzi, Nevio Gambula, Alfio Petrini, Patricia Zanco, Maria Consagra, Przemek Wasilkowski, César Brie. Ha partecipato a film (“Grido” di Pippo Delbono, “Il reame del nulla” di Razi e Soheila Mohebi) e fiction (“Sposami”, RAI 1, 2012). Dal 1999 è attrice in tutti gli spettacoli della compagnia Teatrincorso e partecipa a numerosi festival di rilevanza nazionale e internazionale.

 

 

Venerdì 14 agosto

Cantico dei Cantici

 

parole: Michela Embriaco (voce)

suoni: Paolo Delama (organo)

 

Testi dal Cantico dei Cantici / Musiche di Johann Sebastian Bach, Johann Peter Kellner, Joseph Gabriel Rheinberger, Paolo Delama

 

Bio

Michela Embriaco è un’attrice e regista, laureata al Dams, teatroterapeuta, diplomata presso la scuola Politeama diretta da Walter Orioli. Nel 2009 fonda Multiversoteatro, con cui produce e interpreta spettacoli che parlano soprattutto del ruolo della donna nella storia e nella società contemporanea. Tra questi, “Una stanza tutta per sé”, tratto dall’omonimo saggio di Virginia Woolf, e “Il canto di Penelope” tratto da The Penelopiad di Margaret Atwood.

 

Paolo Delama è organista, compositore e direttore di coro. È referente del Servizio Liturgia dell’Arcidiocesi di Trento dopo esserne stato direttore dell’Ufficio Musica Sacra. Cospicui gli articoli di carattere organologico pubblicati anche su riviste nazionali.

 

 

Venerdì 21 agosto

La teoria del colore

 

parole: Chiara Benedetti (voce)

suoni: Candirù (chitarra acustica)

 

Testi dalle lettere di Vincent Van Gogh / Musiche di Candirù

 

Bio

Chiara Benedetti è attrice e regista. Ha diretto, recitato e curato la scrittura degli spettacoli “Il Maestro e Margherita” da Bulgakov, “Nel Paese dei ciechi” da H. G. Wells, “Tempo Orfano. La vera storia di Adam”. Lavora tra gli altri con la compagnia ariaTeatro e il Css di Udine.

 

Candirù è Iacopo Candela. Milita in numerose band dell’underground trentino prima di iniziare la sua attività da solista. Condivide il palco con molti nomi di spicco della scena musicale italiana e nel 2017 apre il concerto di Vinicio Capossela sul prestigioso palco dello Shepherd’s Bush Empire di Londra. Fa parte della compagnia Ariateatro per cui scrive colonne sonore.

 

 

Venerdì 28 agosto

Il quadro parlante

 

parole: Alessio Kogoj (voce)

suoni: Carlo La Manna (contrabbasso)

 

Testi e musiche di Alessio Kogoj e Carlo La Manna

 

Bio

Alessio Kogoj è autore, regista e attore, e ideatore di numerosi spettacoli di teatro contemporaneo, teatro ragazzi e performance d’arte. Nel 1996 fonda ‘I Teatri Soffiati’ compagnia attiva sull’intero panorama nazionale, e non solo. Segue una sua personale ricerca nel campo dell’antropologia teatrale e del teatro.

 

Carlo La Manna è musicista compositore, narratore. Ha collaborato e collabora con Bebbe Grillo, Sam Rivers, Compagnia Abbondanza/Bertoni, Arvo Part, Philip Glass, Antonella Ruggero, Mark Harris, Paolo Scarnecchia, Riccardo Tesi, Alessandro Pipino, Giovanni Sollima, Daniele Di Bonaventura, Marco Ambrosini, Paolo Vinaccia, Gianluca Petrella, Elias Nardi, Nazanin Piri Iri, Vincenzo Zitello, Max De Aloe, Mari Boine, Mark Francombe, Roger Ludvigsen, Snorre Bjerck, Baba Sissokò, Karin Nakagawa, Nina Zilli, Valerio Scanu, Federico Sanesi, Naomi Berril, Roberto Taufic, Saverio Tasca, Elio, Francesco Savoretti.

 

Venerdì 4 settembre

ÑANDUTì – La tela del ragno

 

parole: Veronica Risatti (voce)

suoni: Sara Giovinazzi (voce, percussioni)

 

Testi e musiche da repertorio tradizionale

 

Bio

 

Veronica Risatti è laureata al Dams di Bologna, e si forma come attrice professionista presso la Scuola Sperimentale dell’Attore di Pordenone diretta da Claudia Contin Arlecchino e Ferruccio Merisi. Dal 2010 è direttrice artistica della Bottega Buffa CircoVacanti.

 

Sara Giovinazzi è una cantante e musicista pugliese, d’esperienza ventennale con formazioni di musica tradizionale e world, tra tutte Alì’nghiastre, OrcheXtra Terrestre e Rotatorta, dal 2012 è parte integrante della compagnia teatrale Bottega Buffa CircoVacanti.

 

Trento, chiuse le biblioteche
lug 3@10:30–11:30

La mattina di venerdì 3 luglio tutto il personale bibliotecario e parte del personale ausiliario della Biblioteca comunale di Trento sarà impegnato in un esame di abilitazione all’uso del nuovo sistema gestionale “Alma”.

Tutte le biblioteche sono per questo motivo chiuse al mattino. La sede di via Roma aprirà alle 12.30.

L’esame è l’esito di una serie di corsi di formazione, organizzati dall’Ufficio Provinciale per il Sistema Bibliotecario Trentino, che hanno impegnato assiduamente il personale delle biblioteche della Provincia di Trento nel mese di giugno.

Durante la chiusura estiva delle biblioteche si svolgeranno le operazioni di migrazione dei dati e con la riapertura, dal 3 agosto, tutto il lavoro di biblioteca si svolgerà con i nuovi strumenti informatici.

Si è trattato, e si tratta, di un passaggio molto complesso, che sta impegnando tutto il personale dall’inizio dell’anno e che porterà – pur con qualche inevitabile disguido come la chiusura straordinaria delle biblioteche in qualche occasione – a un ampliamento e miglioramento dei servizio offerti.

Aquila Basket Trento nell’elenco delle 24 partecipanti della prossima 7DAYS EuroCup
lug 3@14:55–15:55

Il consiglio direttivo di ECA ha ufficializzato l’elenco delle 24 squadre che prenderanno parte alla prossima 7DAYS EuroCup, selezionando la Dolomiti Energia Trentino per prendere il posto lasciato dai Fraport Skyliners Frankfurt.

 

I bianconeri nella stagione 2020-21 scenderanno così in campo nella propria quinta partecipazione assoluta in 7DAYS EuroCup (la quarta consecutiva): la Dolomiti Energia Trentino insomma continuerà a vivere il ritmo incessante del doppio impegno nazionale e continentale, sfidando ai massimi livelli italiani ed europei alcune fra le grandi squadre del Vecchio Continente.

 

SALVATORE TRAINOTTI (General Manager DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Siamo molto contenti di prendere parte anche quest’anno alla 7DAYS EuroCup. Giocare la Coppa Europea è in linea con la nostra cultura aziendale e con i nostri valori, come abbiamo imparato in questi anni a conoscere e ad apprezzare. Affronteremo la coppa con la serietà, l’entusiasmo e la passione con cui l’abbiamo sempre vissuta: sono convinto che sarà un importante stimolo in più per affrontare la stagione con ambizione e slancio».

Aquila Basket ringrazia i propri abbonati

“Aquila Basket vuole ringraziare in maniera tangibile tutti quegli abbonati che hanno deciso di stare vicino al club non richiedendo il voucher di rimborso per le partite non godute nella stagione 2019-2020 a causa dell’emergenza Covid-19. 

Il primo regalo sarà la GIFT BOX AQUILA, ritirabile dal 24 agosto presso lo store di piazzetta Lunelli, contenente la t-shirt ”6th man”,  la mascherina Aquila Basket, la tazza e la sciarpa ufficiale.

Durante la stagione 2020-21 saranno diverse le iniziative dedicate a chi ha deciso di mostrarci ancora una volta il proprio supporto  in un momento  così delicato. 

NB. Per ritirare la tua gift box basterà recarti allo Store a partire dal 24 agosto, comunicando il tuo nome, cognome e i dati del tuo abbonamento”.

Al Museion un’esposizione con opere d’arte acquistate dalla Provincia di Bolzano
lug 3@15:55–16:55

Dal 26 giugno il Museo di museo d’arte moderna e contemporanea di Bolzano propone una mostra dedicata alle opere acquistate dalla Ripartizione cultura tedesca nel periodo tra il 2012 e il 2018.

Sal 26 giugno al 23 agosto, il Museion e la Ripartizione cultura tedesca della Provincia presentano “Unlearning categories”, una mostra e catalogo sulle opere d’arte acquistate dalla Provincia di Bolzano, Ripartizione Cultura tedesca, dal 2012 al 2018. Per l’occasione, oltre sessanta lavori tra dipinti, disegni, fotografie e installazioni, lasceranno il loro ambiente abituale, gli uffici in cui sono solitamente esposti, tra persone, piante, sassi, cartoline di vacanze con cui sono familiari, per “trascorrere” 59 giorni al Museion. Insieme alla mostra verrà pubblicato il secondo volume del catalogo delle opere “Arbeiten. Lavori in corso” edito dalla Ripartizione Cultura tedesca della Provincia di Bolzano, in cui sono pubblicati tutti gli acquisti di opere d’arte del periodo dal 2012 al 2018. Il catalogo è parte integrante della mostra che sarà inaugurata venerdì 26 giugno.

Ciclismo, Uc Sovizzo: in vista il cambio ai vertici
lug 3@16:20–17:20

Il 2020 non ha regalato agli appassionati di Sovizzo (Vi) lo spettacolo della Piccola Sanremo ma per la classicissima vicentina riservata agli Under 23, è stato un quadriennio di grande crescita ed evoluzione: quattro anni di grande lavoro per il direttivo capitanato dal giovane ed intraprendente presidente, Andrea Cozza che si chiuderanno nelle prossime settimane.

“Ci eravamo fissati come obiettivo quello di raccogliere dai nostri illustri predecessori un testimone ricco di storia e a portarlo avanti proponendo eventi ed attività all’altezza del blasone della storia dell’Uc Sovizzo: possiamo dirci di esserci riusciti e di aver regalato un futuro luminoso a questa manifestazione che fa parte del patrimonio culturale del nostro territorio e delle nostre comunità” ha commentato Andrea Cozza“A testimonianza dell’ottimo lavoro svolto da tutta la mia squadra, a fine 2017 l’Uc Sovizzo è stata premiata dal Comitato Regionale Veneto della Federazione Ciclistica Italiana per la sua eccellenza organizzativa e la Piccola Sanremo 2020 aveva ricevuto l’onorificenza del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero delle Politiche Giovanili e dello Sport. Grandi riconoscimenti che ci rendono orgogliosi di quanto siamo riusciti a realizzare insieme in tutti questi anni ma che, allo stesso tempo, ci stimolano a far proseguire il percorso di eccellenza intrapreso dall’Uc Sovizzo”.

Una grande famiglia di appassionati quella dell’Uc Sovizzo dove non c’è mai stato un primo ed un ultimo ma solo una squadra affiatata e ben collaudata: ”Ci tengo a ringraziare personalmente tutto il mio direttivo, composto dai Vice Presidenti, Segretario e Consiglieri che hanno collaborato in questi 4 anni, per la grande dedizione e passione nell’allestire insieme questa importante manifestazione, curandone ogni minimo dettaglio. Un grazie a tutti i soci che ci sono stati vicini e ci hanno aiutato a realizzare tutte le nostre manifestazioni e portare in alto il nome di Sovizzo in tutto il mondo” ha aggiunto Andrea Cozza.

Non è un caso se la Piccola Sanremo ha visto negli ultimi anni importanti evoluzioni: un radicale cambiamento nel 2017 dello staff organizzativo, una restrizione di categoria per i soli Under23 nel 2018, per arrivare, lo scorso anno, alla modifica del percorso collinare e affrontare, per la prima volta, una doppia salita: la classica salita di Vigo e l’inedito muro del castello di Montemezzo. Grandi novità che hanno permesso di proiettare la Piccola Sanremo verso il futuro, alzando ancor di più il livello tecnico, competitivo e sportivo. Cambiamenti graditi dal grande pubblico che, anche nella scorsa edizione, ha assiepato il percorso con oltre 5.000 persone a bordo strada, ben 100.000 visualizzazioni dal web che hanno coronato la presenza di 30 squadre al via in rappresentanza di 13 nazioni e 9 regioni italiane.

A completare il calendario dell’Uc Sovizzo sono state la Teenagers Sovizzo – Trofeo Cassa Rurale ed Artigiana di Brendola, gara ciclistica regionale esordienti che lo scorso anno hanno risposto ben 40 società provenienti da tutte le parti d’Italia per una vera e propria festa caratterizzata dal sorriso dei giovani atleti in gara, e la Gincana con Educazione Stradale.

“Tutti questi grandi risultati sono stati raggiunti solo grazie al supporto di tutti i nostri sponsor, in particolar modo la Cassa Rurale ed Artigiana di Brendola, Trevisan Macchine Utensili, Inglesina, ALI’ Supermercati, AACO Manufacturing, SABY Sport e Mainetti, alle amministrazioni locali, in particolar modo Sovizzo e Montecchio Maggiore e alla Regione Veneto, dalle forze dell’ordine, da tutti i movieri e collaboratori che assicurano la sicurezza degli atleti in gara” ha sottolineato Andrea Cozza. “Poche settimane fa abbiamo dovuto prendere un’importante e difficile decisione, ma era necessaria e responsabile nei confronti soprattutto di tutti gli sponsor che hanno sempre creduto in noi. Per questo ringrazio a nome mio e di tutta l’Uc Sovizzo alcuni sponsor e l’Amministrazione Comunale di Sovizzo che sono stati sensibili in questo obiettivo e ci stanno permettendo di ridurre l’impegno economico aiutandoci a coprire le spese sostenute”.

Guardando al futuro e al rinnovo del direttivo dell’Uc Sovizzo, Andrea Cozza ha anticipato di essere intenzionato a lasciare spazio dopo 18 anni di impegno sempre al servizio delle due ruote: “Per impegni personali purtroppo, come comunicato lo scorso anno al mio direttivo, dovrò abbandonare la guida dell’Uc Sovizzo. E’ una scelta per me molto difficile, visti i miei 18 anni di presenza, di cui dieci da segretario e quattro da Presidente. Stiamo lavorando duramente in questi giorni per cercare alcune nuove figure che possano andare a comporre il nuovo direttivo e guidare l’UC Sovizzo per i prossimi anni. Faccio i miei migliori auguri a coloro che raccoglieranno il nostro testimone perchè possano guidare la società lungo le migliori strade della vita associativa, le stesse che l’hanno contraddistinta dal 1972. Infine colgo l’occasione per ringraziare quanti mi hanno preceduto alla presidenza, uomini di grande passione come Aldo Bolzon, Agostino Andriolo, Enrico Nogara e Renato Finetti” ha concluso il numero uno della società berica.

Scuola italiana, pubblicato il concorso ordinario in Alto Adige
lug 3@17:45–18:45

La domanda di ammissione al concorso per la secondaria di primo e secondo grado va presentata entro il 31 luglio. Per il concorso straordinario si attendono le modifiche al bando del Ministero.

Pubblicato oggi (24 giugno) sul Bollettino ufficiale della Regione il “bando di concorso ordinario per esami e titoli finalizzato al reclutamento di personale docente delle scuole secondarie in lingua italiana di I e II grado della provincia di Bolzano, per posti vacanti e disponibili per gli anni scolastici 2021/22 e 2022/23.

A livello provinciale sono messi a concorso 11 posti per la scuola secondaria di I grado: italiano, storia, geografia: posti; matematica e scienze: 4posti; tecnologia: 3 posti. Altri 11 posti sono messi a concorso per la scuola secondaria di II grado: discipline letterarie: 4 postiscienze e tecnologie elettriche ed elettroniche: 3 posti; scienze naturali chimiche e biologiche: 2 postilaboratori di scienze tecnologie meccaniche: 2 posti.

La domanda di ammissione deve essere inviata all’Intendenza scolastica italiana, mediante posta elettronica certificata all’indirizzo pec: assunzionecarriera@pec.prov.bz.it oppure inviata tramite posta elettronica ordinaria, allegando copia di un documento di riconoscimento all’indirizzo mail: assunzionecarriera@provincia.bz.it entro e non oltre le ore 12  del 31 luglio.

Ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link http://www.provincia.bz.it/formazione-lingue/scuola-italiana/personale-scolastico/concorsi-personale-docente.asp.

Per quanto riguarda invece la pubblicazione del bando di concorso straordinario per il ruolo in provincia di Bolzano si attendono le modifiche all’analogo bando ministeriale, presumibilmente entro la prima metà di luglio. Le classi di concorso interessate saranno complessivamente 21 tra scuola secondaria di primo e di secondo grado.

Per quanto riguarda il concorso straordinario per la sola abilitazione, l’Intendenza sta lavorando alla possibilità di consentire a coloro che decidano di partecipare al bando nazionale e siano iscritti nelle graduatorie di Istituto della scuola della provincia, di completare il percorso previsto per conseguire l’abilitazione anche presso le scuole in lingua italiana della provincia.

Arco, luglio al parco Mandela
lug 3@18:25–19:25

Continuano anche in luglio gli appuntamenti di “Orto in Parco 2020”, organizzati dall’associazione Andromeda in collaborazione col Comune di Arco al parco Nelson Mandela in località Braile.

 

Il primo appuntamento, dedicato ai più piccoli, è “Arte al naturale”, giovedì 2 luglio dalle 17 alle 18, nel quale insieme a Claudia Lorenzi i bambini tra i 5 e i 10 anni di età potranno realizzare opere d’arte con gli elementi naturali del parco.

 

Il secondo, “Progetta il tuo erbario”, venerdì 3 luglio dalle 18 alle 19, è dedicato ai bambini tra gli 8 e i 12 anni di età. Replica di un appuntamento che in giugno ha avuto successo, questo laboratorio, condotto da Stefania Santoni, insegnerà ai ragazzi caratteristiche e proprietà di alcune piante raccolte nel parco, con l’obiettivo di costruire poi un erbario cartaceo. Tutti gli eventi sono gratuiti e vengono svolti anche in caso di pioggia, ma, a causa della normativa anti-covid19 sono a numero limitato e necessitano della prenotazione (347 3793339 o info.associazioneandromeda@gmail.com).

 

Inoltre, grazie alla partecipazione di Maura Mascolo, insegnante certificata, il 2, il 7 e il 14 luglio dalle 18 e il 9 e il 16 luglio dalle 8.30 si svolgeranno due distinti corsi di hatha yoga.

Programma Arena Milano Est
lug 3@21:00–22:00

E’ partito il conto alla rovescia:venerdì 3 luglio alle 21 si inaugura ufficialmente la nuovissima ARENA MILANO EST, polo funzionale multiculturale voluto dal teatro Cinema Martinitt per la città, che acquista così un nuovo sito per la cultura a tutto tondo sotto le stelle da ben 800 posti (ora 400 per le norme anti Covid).

Per il grande Openingil critico ed esperto cinematografico Franco Dassisti (giornalista e conduttore de La Rosa Purpurea su Radio 24, curatore di una rassegna a più temi che vedrà la partecipazione anche dei protagonisti dietro e davanti alla cinepresa) ha scelto per noiI VITELLONI, in omaggio al centenario di Federico Fellini e Alberto Sordi. A essere proiettata sarà laversione di recente restaurata.

Sabato 4 luglio, poi, a inaugurare la stagione di cabaret, ricca di spettacoli del genere stand-up, sarà niente meno cheMax Giusti con il suo “Va tutto bene 2020”, ovvero riflessioni e aneddoti sul nostro quotidiano, rivisitate all’epoca del Coronavirus.

Tutto questo, all’ombra delnuovo capolavoro degli Orticanoodles: il Murale delle Arti, omaggio di 600 mq ad alcuni protagonisti, viventi e non, della cultura intesa in ogni sua sfaccettatura.

Lombardia, bando e-commerce
lug 3@22:55–23:55

Da oggi è online il nuovo bando ‘E-commerce 2020′ per sostenere le imprese che intendono sviluppare e consolidare la propria posizione sui mercati internazionali tramite strumenti di commercio elettronico.

Il bando incentiva l’accesso a piattaforme cross border (business to business, B2B e/o business to consumer, B2C) e/o sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile).

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 70% delle spese ammissibili nel limite massimo di euro 10.000,00. Ogni impresa può presentare una sola domanda con un investimento minimo pari a 4.000,00 euro.

La dotazione complessiva è di 2.618.000 euro, di cui 1.810.000 a carico di Regione Lombardia e 808.000 a carico delle Camere di Commercio.

L’iniziativa è sostenuta dalla Direzione Generale Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione di Regione Lombardia nell’ambito dell’Accordo per lo sviluppo e la competitività del sistema economico lombardo.

REGIONE A FIANCO DELLE IMPRESE – “Anche e soprattutto in questa fase di ripartenza – commenta il vicepresidente Fabrizio Sala – la Giunta di Regione Lombardia si schiera a fianco delle imprese che intendono crescere sui mercati attraverso le tecnologie digitali per adeguarsi alle nuove esigenze e ai cambiamenti che questa situazione straordinaria comporta. Un’opportunità concreta, in grado di rendere competitive le micro, piccole e medie imprese che costituiscono la spina dorsale della nostra economia”.

E-COMMERCE PER LA RIPARTENZA – “L’economia lombarda e il sistema delle imprese stanno vivendo un periodo di grande difficoltà a seguito dell’emergenza sanitaria e delle necessarie misure e limitazioni adottate a tutela della salute pubblica. Di fatto – sottolinea il presidente di Unioncamere Lombardia, Gian Domenico Auricchio – è quasi impossibile la partecipazione diretta delle imprese a manifestazioni fieristiche per la commercializzazione dei propri prodotti al di fuori del mercato domestico e l’e-Commerce diventa uno strumento anche per rispondere all’emergenza e supportare la ripresa”.

PRESENTAZIONE DOMANDE – Al momento della presentazione della domanda, le imprese lombarde interessate dovranno avere già individuato il portafoglio prodotti da proporre sul canale di vendita online, i mercati esteri di destinazione e uno o più canali specializzati di vendita online, selezionati in coerenza con gli obiettivi di prodotto e del mercato di destinazione.

Le aziende potranno presentare progetti relativi all’apertura e/o al consolidamento di un canale commerciale per l’export dei propri prodotti tramite l’accesso a servizi specializzati per la vendita online b2b e/o b2c forniti sia da terze parti sia realizzati all’interno del portale aziendale proprietario.

Le domande di contributo possono essere presentate in modalità esclusivamente telematica con firma digitale sul sito http://webtelemaco.infocamere.it. Fino alle ore 12 dell’11 settembre 2020.

L’istruttoria delle domande verrà svolta con procedura valutativa a graduatoria.

Ulteriori informazioni e il testo completo del bando sono disponibili sui siti delle Camere di Commercio lombarde e di Unioncamere Lombardia www.unioncamerelombardia.it.

Bando Anas barriera spartitraffico centrale
lug 3@23:00–lug 4@00:00

Anas (Gruppo FS Italiane) ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando relativo a un accordo quadro quadriennale, del valore complessivo di 280 milioni di euro, per la produzione, fornitura e posa in opera, sull’intero territorio nazionale, della nuova barriera spartitraffico centrale in calcestruzzo.

 

“Il nostro obiettivo – ha dichiarato l’Amministratore delegato di Anas, Massimo Simonini - è di innalzare i livelli di sicurezza della nostra rete, riducendo anche i costi di installazione e la manutenzione dell’infrastruttura. È un prodotto interamente ideato e realizzato da Anas con alte performance di resistenza negli spazi ridotti, aspetto che risponde puntualmente alle esigenze di molte tratte della nostra rete stradale”.

 

La barriera spartitraffico, denominata National Dynamic Barrier Anas (NDBA), è stata ideata e progettata dalla Direzione Operation e Coordinamento Territoriale Anas, e ha ottenuto la marcatura CE nel 2019 dopo il superamento delle prove dell’apposito crash test eseguito a Bollate, in provincia di Milano, nel CSI (Gruppo IMQ), Centro di Certificazione e Analisi comportamentale.

 

Nel dettaglio il bando riguarda 16 lotti, ripartiti per regione che interessano le arterie viarie gestite da Anas. Per ciascuna regione gli investimenti sono: 30 milioni di euro per la Sicilia (lotto 1), 20 milioni per la Sardegna (lotto 2), 20 milioni per la Calabria (lotto 3), 30 milioni per la Basilicata (lotto 4), 20 milioni per la Puglia (lotto 5), 10 milioni per la Campania (lotto 6), 10 milioni per il Lazio (lotto 7), 20 milioni per l’Abruzzo e il Molise (lotto 8), 10 milioni per le Marche (lotto 9), 20 milioni per l’Umbria (lotto 10), 10 milioni per la Toscana (lotto 11), 30 milioni per l’Emilia Romagna (lotto 12), 10 milioni per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia (lotto 13), 20 milioni per la Lombardia (lotto 14), 10 milioni per il Piemonte e la Valle d’Aosta (lotto 15), 10 milioni per la Liguria (lotto 16).

 

Le imprese interessate dovranno far pervenire le offerte digitali, corredate dalla documentazione richiesta, sul Portale Acquisti di Anas https://acquisti.stradeanas.it, pena esclusione, entro le ore 12.00 del 28 luglio 2020.

 

Per informazioni dettagliate su tutti i bandi di gara è possibile consultare il sito internet www.stradeanas.it alla sezione Fornitori/Bandi di gara.

lug
4
sab
2020
Festival dell’Economia: dopo il Covid come cambiano le città e il mercato del lavoro
lug 4@10:00–11:00

Il Coronavirus sta cambiando profondamente il modo di lavorare, sia in Italia che in altri paesi. Per la prima volta, milioni di imprese hanno adottato lo smartwork. Negli Stati Uniti, grandi imprese come Google, Facebook e Apple hanno scoperto che i loro impiegati sono più produttivi da casa che in ufficio. Che impatto avrà il Covid-19 sul mercato del lavoro e sulle famiglie e quali cambiamenti ci saranno sulle città? Su questi interrogativi si incentra, durante la settimana appena iniziata, il confronto al Festival dell’Economia online.

Ecco gli appuntamenti fino al 4 luglio:

Martedì 30 giugno – ore 11.00

Appunti per la ripartenza

Innocenzo Cipolletta, Roberto H. Tentori

Massimizzare i profitti ad ogni costo non potrà più essere l’unica priorità per le imprese 

Mercoledì 1 luglio – ore 18.00

L’economia ai tempi del Covid (evento live)

Tito Boeri, Enrico Moretti

Come cambieranno le città dopo il Coronavirus

Giovedì 2 luglio – ore 15.00 

Intersezioni (evento live)

Alessandro Casarico, Chiara Saraceno

Modera Paola Pica

Gender gap: l’impatto del Coronavirus sul mercato del lavoro e sulle famiglie

Venerdì 3 luglio – ore 10.00

Cineconomia

Marco Onado presenta “Oltre il giardino” di Hal Ashby

Sabato 4 luglio – ore 10.00

Archivio

Giovannella Baggio

Donne e uomini: la salute diseguale (2017)

Tutte le conferenze sono visibili sul sito e sui canali Facebook e Instagram del Festival

www.festivaleconomia.it   

I canali social

Twitter: @economicsfest

Facebook @festivaleconomiatrento

Instagram: @festivaleconomia

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCV_rn55tQcM_PirueUYVKRQ

Primiero Dolomiti Marathon
lug 4@11:00–12:00

Alla primavera non manca poi molto… le temperature si fanno man mano più gradevoli ed è tempo di pensare a sfoderare i propri pantaloncini e scarpette per godersi una bella corsa, soprattutto nelle ore più soleggiate della giornata. Il “piano” è tuttavia quello di rimettersi in forma in vista di una delle più belle corse del panorama italiano: la quinta edizione della Primiero Dolomiti Marathon del 4 luglio in Trentino.

Gli iscritti – nonostante manchino svariati mesi allo start – sono già 350 circa, ma la ‘corsa’ è ancora lunga… e il comitato organizzatore dell’US Primiero nel corso dell’inverno è andato ‘in perlustrazione’ a promuovere il proprio evento, partecipando ad alcune maratone per conquistare seguaci e farsi conoscere, anche perché la ‘cavalcata’ della Valle di Primiero merita fiducia, nessuno se n’è mai pentito.

Una quinta edizione che è un primo traguardo, sempre più ‘performante’ dal punto di vista organizzativo e logistico, con il C.O. trentino capitanato dal presidente di US Primiero Luigi Zanetel e dal vice presidente Franco Orler ad affinare i dettagli per i propri corridori, sempre riconfermando il ‘piano iniziale’ che vede il suggestivo Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino protagonista della manifestazione trentina.

Tre i percorsi di differente lunghezza e difficoltà, con il marathon di 42K a scattare dalla Val Canali, il ‘classic’ di 26K dalla località di San Martino di Castrozza e il “Family Trail” di 6.5K da Fiera di Primiero, scenario d’arrivo anche degli altri due itinerari di gara. Le tariffe di partecipazione proposte a tutti gli appassionati della corsa sono vantaggiose e lo saranno fino al 29 febbraio, alla cifra di 37 euro per il tracciato più lungo, mentre chi ha partecipato a tutte le edizioni avrà “quota riservata” di 30 euro fino al 4 luglio. La tariffa per la 26K (sia competitiva che non) sarà invece di 32 euro, anch’essa entro il 29 febbraio, con i “sempre presenti” a poter partecipare alla cifra di 25 euro valida fino al 4 luglio. I “camminatori” della 6.5K ludico-motoria potranno infine saldare i 15 euro d’iscrizione fino al giorno di gara, divertendosi in una passeggiata che coinvolge famiglie, stranieri in vacanza e meno allenati attorno al caratteristico borgo primierotto. Il podismo raggiunge lo zenit in quest’angolo di Trentino.

Val Rendena: Madonna di Campiglio Pinzolo, apertura estiva impianti di risalita
lug 4@14:00–15:00

L’estate 2020 sarà una nuova estate, da tanti punti di vista compreso quello della mobilità che si presenterà agli ospiti completamente rinnovata. Il motivo non sono solo le misure per il contenimento del Covid-19, ma anche l’opportunità di cogliere dalla ripartenza l’occasione per sperimentare nuovi modi di accesso alle valli alpine e garantire ai turisti una vivibilità aumentata. 

Il progetto di sistema, con l’obiettivo di impostare una mobilitàsempre più green, è stato studiato dall’Azienda per il TurismoMadonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena insieme al Parco Naturale Adamello Brenta che considerano la mobilità sostenibile un’opportunità strategica per il futuro della destinazione. Fondamentale è stato anche l’appoggio ricevuto dai comuni e dagli enti di uso civico proprietari del territorio.

Val Genova e Vallesinella, insieme a Patascoss-Ritorto e a Campo Carlo Magno, sono le valli e le aree dove, dal 4 luglio al 6 settembre, saranno sperimentati nuovi modi di muoversi.

Verranno promosse il più possibile la mobilità attiva, a piedi e in bicicletta, e la mobilità condivisa attraverso l’attivazione di un servizio di “taxi” e minivan (da 9, 20 e 30 posti) che coinvolge l’imprenditoria privata locale dei noleggi con conducente (Ncc).

Faranno inoltre il loro debutto le Green day: 3 giornate in Val Genova (mercoledì 15 e 29 luglio, mercoledì 12 agosto) e 3 in Vallesinella (mercoledì 22 luglio, mercoledì 5 e 19 agosto) a “zero traffico”.Dalle 10 alle 16 ci si muoverà solo a piedi e in bicicletta con la possibilità di partecipare a un calendario di attività di scoperta dell’ambiente.

Cosa non ci sarà più a causa delle misure anti Covid-19? I bus navetta e i trenini che tradizionalmente trasportavano gli ospiti dalla Val Rendena e da Madonna di Campiglio all’interno delle valli del Parco Naturale Adamello Brenta.

Cosa ci sarà di nuovo? Principalmente quattro novità: la prenotazione obbligatoria con pagamento on line dei parcheggi (attraverso i due website campigliodolomiti.it e pnab.it e l’app “Adamello Brenta”); l’introduzione di un sistema di mobilità complementare costituito da “taxi” e minivan, anche in questo caso con prenotazione obbligatoria (attraverso campigliodolomiti.it e pnab.it); la possibilità di usufruire di un servizio di e-mobility con noleggio di e-bike in alternativa all’utilizzo dell’automobile; il noleggio, per una o mezza giornata, di golf car “emissioni zero” per muoversi in modo sostenibile nel centro di Campiglio.

La mobilità complementare.

Il servizio di mobilità complementare, attivo tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30, prevede la prenotazione obbligatoria e il pagamento online (tecnologicamente sviluppati dall’azienda trentina OpenMove), anche in tempo reale, tramite i siti web campigliodolomiti.it e pnab.it. La strada imboccata dall’Azienda per il Turismo è quella di offrire un servizio progressivamente più personalizzato, cominciando dall’orario che già da luglio potrà essere scelto dall’ospite. Una volta effettuata la prenotazione, l’utente riceverà la notifica di conferma servizio con indicazione dell’orario di pick up e del punto di raccolta insieme al biglietto. Le tratte disponibili sono: Campiglio-Vallesinella, Vallesinella-Campiglio, Vallesinella-Campo Carlo Magno (in questa tratta servizio attivo dalle 14.30 alle 18.30), Campiglio-Patascoss, Patascoss-Campiglio, Pinzolo e Carisolo-Ponte verde e Ponte verde-Carisolo-Pinzolo. La tariffa è di 5 euro a tratta per persona e le corse potranno essere condivise tra più persone nel rispetto delle normative anti Covid-19.

Qualche dettaglio in più.

In Val Genova si potrà entrare in auto tutti i giorni, dalle 8.30 alle 18.30, solo dopo aver prenotato e pagato online il parcheggio, oppure utilizzando il sistema di mobilità complementare, a piedi e in bicicletta.Lo stesso metodo sarà valido a Vallesinella, dalle 6.30 alle 18.30, con chiusura all’ingresso delle automobili private a partire dalle 10.00 fino alle 16.00. Per una gestione ottimale dei mezzi in entrata e in uscita è previsto, a Vallesinella, il senso unico alternato coordinato dal personale del Parco. Per i residenti nei comuni proprietari delle aree del Parco in Val Genova e Vallesinella, il posto auto sarà gratuito con pass rilasciato dal Comune.

Patascoss e Ritorto.

A Madonna di Campiglio, nella zona di Patascoss, dal 4 luglio al 6 settembre, nell’orario 9-18, l’accesso ai parcheggi a pagamento avverrà come l’anno passato (nessuna prenotazione, pagamento con parchimetro). Il trenino non ci sarà e malga Ritorto sarà raggiungibile solo a piedi, in bicicletta oppure a bordo di una suggestiva carrozza.

Impianti a fune.

Sul fronte degli impianti a fune è stato riprogrammato, da parte delle Funivie di Madonna di Campiglio e Pinzolo in accordo con l’Azienda per il Turismo, il Comune di Pinzolo e gli altri enti rappresentativi del territorio, il calendario delle aperture anticipando l’entrata in funzione della telecabina 5 Laghi dal primo agosto al 4 luglio.

Campiglio, dunque, la cabinovia Grostè aprirà sabato 27 giugno, la Pradalago e la 5 Laghi il 4 luglio, la Spinale il primo agosto (possibili anticipi saranno comunicati in seguito).

A Pinzolo, attivazione prevista della telecabina Pinzolo-Prà Rodont e della seggiovia Prà Rodont-Doss del Sabion il 4 luglio.

L’apertura degli impianti, sia a Campiglio che a Pinzolo, è prevista fino al 6 settembre.

Il commento.

“Siamo all’inizio di una nuova estate, diversa dal solito, con innovazioni importanti, tra le quali quelle che riguardano la mobilità”, commenta il presidente di Azienda per il Turismo Tullio Serafini. “Su questa iniziativa – prosegue – c’è un grande impegno di Apt sia in termini di risorse impiegate che di organizzazione. I prossimi mesi saranno il test di un progetto che dovrà diventare strutturale in futuro. La mobilità condivisa, la e-mobility, le golf car e le giornate Green day in modo particolare sono alcune iniziative simbolo della mobilità green, esprimono i valori che stanno alla base di quel sistema di sostenibilità che stiamo studiando per realizzare una destinazione che diventi modello di mobilità sostenibile”.

Mercato, Trentino Volley: il nuovo libero è Salvatore Rossini
lug 4@14:55–15:55

Dopo due stagioni, la maglia di libero dell’Itas Trentino torna sulle spalle di un grande interprete italiano. Ad indossarla sarà infatti Salvatore Rossini, da anni uno fra i giocatori più affidabili, esperti e vincenti di questo ruolo.
L’accordo con il trentatreenne originario di Formia (curiosamente la stessa città in cui è nato anche il suo nuovo compagno di reparto, Carlo De Angelis) è stato siglato su base biennale e permetterà a Trentino Volley di poter contare su una autentica sicurezza. Rossini è infatti uno specialista della seconda linea, abituato a giocare da tempo sempre ad alti livelli, come dimostrano le sue eccezionali statistiche in ricezione (che lo fanno figurare da anni fra i migliori della SuperLega). Nelle sue precedenti sei stagioni vissute a Modena, Salvatore ha vinto uno Scudetto, due Coppe Italia e tre Supercoppe italiane (tutte e cinque superando in finale proprio Trento), guadagnando anche spazio in Nazionale, con cui fra le tante, ha conquistato anche una medaglia d’Argento all’Olimpiade di Rio 2016.
“Benvenuto in Trentino Volley a Salvatore Rossini, un libero italiano che ha dimostrato in una piazza come quella di Modena tutte le sue doti – così lo ha accolto il Presidente Diego Mosna - . Per noi rappresenta la miglior scelta possibile in un ruolo delicato come il suo, diventato nella pallavolo moderna sempre più importante”.
“Giocare con questa maglia sarà sicuramente particolare, bello e piacevole perché è vero che ho affrontato spesso Trentino Volley in partite importanti ma ho sempre ammirato il prestigio di questo Club 
– sono state le prime parole di Salvatore Rossini da libero gialloblù - . Ora sono da questa parte della rete e la mia speranza è di disputare tante altre Finali e di alzare trofei, come è spesso accaduto in questa realtà. Trento è sempre stata protagonista e deve continuare ad esserlo”.
A Trento ritroverà Angelo Lorenzetti con cui ha instaurato da tempo un feeling particolare negli anni comuni a Modena. “Ritrovo Rossini con piacere e nella consapevolezza che non dovremo guardarci indietro ma solo pensare a trovare una strada da percorrere insieme per fare bene anche a Trento – ha dichiarato l’allenatore - . La nostra già ottima conoscenza deve aiutarci ad entrare subito in empatia e a fare in modo che possa essere d’aiuto per l’integrazione del gruppo. Salvatore è un giocatore che è cresciuto ancora rispetto a quando lo avevo allenato io. Arriva da Modena e sono convinto il pubblico trentino gli riserverà lo stesso affetto e la stessa gentilezza che ha avuto nell’accogliere qualche anno fa me e Vettori”.
La scheda
SALVATORE ROSSINI
nato a Formia (Latina), il 13 luglio 1986
184 cm, ruolo libero
2000/03 As Sud Pontino Formia D e giov.
2003/04 Pallavolo Latina D
2004/05 Pallavolo Latina D
2005/06 Pallavolo Aversa B1
2006/07 Cus Catania B1
2007/08 Pallavolo Sora B2
2008/09 Globo Sora B1
2009/10 Cortona Volley B1
2010/11 Gherardi Svi Città di Castello A2
2011/12 Acqua Paradiso Monza Brianza A1
2012/13 Andreoli Latina A1
2013/14 Andreoli Latina A1
2014/15 Parmareggio Modena SuperLega
2015/16 DHL Modena SuperLega
2016/17 Azimut Modena SuperLega
2017/18 Azimut Modena SuperLega
2018/19 Azimut Leo Shoes Modena SuperLega
2019/20 Leo Shoes Modena SuperLega
2020/21 Itas Trentino SuperLega
 

Palmares
1 Campionato Italiano (2016)
2 Coppe Italia (2015, 2016)
3 Supercoppe Italiane (2015, 2016, 2018)

In nazionale
142 presenze con la Nazionale Italiana
Medaglia d’Argento Olimpiade 2016
Medaglia d’Argento World Cup 2015
Medaglia d’Argento Europeo 2013
Medaglia di Bronzo Europeo 2015
Medaglia di Bronzo World League 2013, 2014
Medaglia di Bronzo Grand Champions Cup 2013 
Miglior libero World League 2014

La sfida culturale di Bergamo per ripartire
lug 4@15:10–16:10

Bergamo si rimette in moto con la voglia di buttare il cuore oltre l’emergenza Covid -19. Il lockdown ha registrato, nel solo settore culturale bergamasco, un danno di 1 milione e 800 mila euro e ha interrotto quello che in città è il periodo più festivaliero e movimentato, ossia i mesi da marzo a luglio. Questo ha fatto scaturire la necessità di ideare una rassegna che, grazie alla volontà dellAssessore alla Cultura Nadia Ghisalberti, propone dal 4 luglio fino a fine agosto “Bergamo Torniamo in scena. Estate duemila[e]venti”. Una manifestazione, sostenuta dalla Fondazione Comunità Bergamasca, simbolo concreto della rinascita: più di 30 compagnie, 20 spettacoli e 1 rassegna dedicata ai bambini nel programma Lazzaretto on stage, 120 performance, 60 artisti, 15 quartieri coinvolti in Affacciati alla finestra, il secondo filone della programmazione estiva dedicato ai quartieri.

 

Un’opportunità concreta per la popolazione che potrà tornare a godere della cultura e della propria Città. Per favorire il più possibile la partecipazione, l’assessore Ghisalberti ha voluto, in accordo con le compagnie, mantenere una politica di prezzi dei biglietti calmierati (costi biglietto da 2 a 7 euro più diritti prevendita): il Lazzaretto diventa così il nuovo e sicuro teatro cittadino a cielo aperto, con ingressi contingentati e nel rispetto delle normative anti Covid-19 che prevedono distanziamento sociale, misurazione della temperatura all’ingresso e sanificazione delle mani.

 

«Tornano a incontrarsi artisti e pubblico, è una grande opportunità per ritrovare quella socialità e quelle relazioni che la cultura sa creare - dice l’assessore Nadia Ghisalberti - abbiamo pensato una programmazione unica per luglio e agosto che restituisca, almeno in parte, ciò che in questi mesi è andato perduto. La risposta delle compagnie, dalle maggiori internazionali ai singoli artisti del territorio, è stata straordinaria, per la prima volta tutte insieme in un unico cartellone voluto dal Comune per ritrovare gli artisti sul palco dopo mesi di fermo obbligato».

 

Il luogo simbolico ed evocativo del Lazzaretto, diventa il palco ideale dove torneranno in scena manifestazioni internazionali e rassegne del territorio, da Bergamo Jazz, Stagione di Prosa e Donizetti Opera, Festival Pianistico, Festival Danza Estate a Orlando, deSidera, Eccentrici, Shakespeare is now!, Borghi&Burattini, i Teatri dei Bambini ma anche altre realtà come Pandemonium, Teatro Caverna, Teatro Prova, CDpM.

 

Lazzaretto on stage partirà il 4 luglio con 66/67, un progetto musicale nato dalla collaborazione artistica tra Alessio Boni e Omar Pedrini, che coinvolgerà il pubblico con brani della storia della musica dagli anni ‘60 a oggi.

Lunedì 6 luglio il secondo spettacolo è dedicato ai bambini con T-Rex. Gli amici non si mangiano del Teatro Prova. La vicenda parla dell’incontro/scontro tra i due protagonisti: un T-Rex sempre affamato e senza controllo e una topolina pasticciera un po’ saccente. Una riflessione sul sentimento che vince ogni paura: l’amicizia.

Giovedì 9 luglio è la volta del Teatro Caverna con La ballata del vecchio marinaio, tratto dal famoso testo di Samuel Taylor Coleridge, nella traduzione di Beppe Fenoglio, pagine necessarie per stimolare una riflessione sul senso del navigare e guardare in faccia la morte.

In Lucia Offsabato 11 luglio, Francesco Micheli racconta Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti, svelandone i segreti anche a chi non è appassionato d’opera, facendo scoprire la profondità della trama e la sua forza espressiva ancora oggi attuale.

Programma gare Golf Club Folgaria
lug 4@16:00–17:00

Gli appuntamenti previsti per questa settimana al Golf Club Folgaria.

01/07/2020
LADIES & FRIENDS BY BIRRIFICIO BARBAFORTE
Formula di gara: 18 buche stableford – 4 palle la migliore a coppie – categoria unica
Premi: 1°-2°-3° Copppia – 1° Coppia Lorda
Premi ad estrazione

02/07/2020
CIRCUITO AMICI DI FOLGARIA by FINECO TRENTO
Formula di gara: 9 buche stableford – 2 categorie;
Partenza shot gun ad ore 17.30
Premi: I – II Netto per categoria

04/07/2020
TOP TOUR CHALLENGE – ROLLS ROYCE

Formula di gara: 18 buche stableford – 3 categorie
Premi: 1°-2° Netto per categoria – 1° Lordo – 1° Signore
Premi ad estrazione

05/07/2020
X4ME
Formula di gara: 18 buche Medal 1 Categoria stableford – 2 / 3 categoria
Premi: 1°-2° -3°Netto per Categoria – 1°Lordo -Premi Speciali

1^ TAPPA VALIDA PER IL CAMPIONATO SOCIALE 2020

Colletta straordinaria Diocesi di Como per i progetti missionari di carità
lug 4@18:00–19:00

 

Sabato 4 e domenica 5 luglio per tutte le comunità della Diocesi il Vescovo Oscar propone una colletta straordinaria volta a finanziare i progetti della “Quaresima e Pasqua 2020” che, a causa dell’emergenza Covid-19, delle restrizioni imposte (sospensione di incontri, celebrazioni, isolamento forzato, ecc.) e di altre urgenze, inevitabilmente sono stati un po’ messi da parte.

 

«Questo però è soltanto il primo degli obiettivi della colletta proposta per il prossimo fine settimana – spiega don Alberto Pini, direttore del Centro Missionario Diocesano –. Il secondo è un appello, un invito a mobilitarsi tutti insieme e in fretta per aiutare don Savio Castelli, don Ivan Manzoni e don Roberto Seregni, i nostri missionari fidei donum in Perù, nell’affrontare la drammatica situazione originata dalla pandemia tra le persone che vivono nelle comunità di Puente Piedra, di Fatima e di San Pedro de Carabayllo a loro affidate: mancanza di acqua, di cibo, di medicine, di terapie intensive e altro ancora». Un’inziativa, quella del prossimo fine settimana, che è stata pensata e promossa con sensibilità e attenzione. «Sono testimone di come questa colletta ha preso forma – aggiunge don Pini –. Tutto ha avuto inizio con una richiesta rivolta al Vescovo da parte del Centro Missionario Diocesano di sensibilizzare l’intera Diocesi su quanto stava drammaticamente accadendo in Perù, invitando tutte le parrocchie a mobilitarsi urgentemente con una raccolta di fondi e chiedere che venisse inserita almeno una volta al mese tra le preghiere dei fedeli lette durante le liturgie domenicali, una preghiera per tutti i battezzati della Diocesi perché mai si dimenticassero del mandato missionario ricevuto da Cristo, dei nostri missionari e delle nostre missioni in Perù e Mozambico. Ho avuto poi la possibilità di parlare con il Vescovo di tutto questo e di ascoltare per primo le parole che sono diventate la sintesi della colletta: “Non lasciamoli soli”».

 

Oltre alla colletta, nelle parrocchie di tutta la diocesi verranno lette le preghiere dei fedeli preparate appositamente per questo momento di sensibilizzazione.

“Restiamo in scena – Estate duemilaEventi”, Bergamo riparte dalla cultura
lug 4@20:00–21:00

4 luglio – 24 agosto 2020

Torniamo in scena. Estate duemilaeventi è la grande manifestazione organizzata dall’Amministrazione comunale, primo importante evento collettivo dopo la pausa forzata di questo triste periodo, cheriunisce tutte le realtà bergamasche dello spettacolo dal vivo.

 

I primi mesi del 2020 hanno segnato in modo inequivocabile le nostre vite: un periodo che sembrava infinito, in cui molti hanno subito perdite dolorose e in cui l’Italia si è fermata. Il settore culturale e dellospettacolo dal vivo è stato particolarmente colpito da questa crisi, proprio per le sue caratteristiche intrinseche di presenza fisica e vicinanza: tutte le iniziative culturali previste sono state annullate.

Questo ha comportato un grave danno sia per gli operatori del settore, che non hanno lavorato, sia per gli spet- tatori, che non hanno potuto godere di questa ricca offerta artistica.

L’Assessorato alla Cultura, per permettere ai cittadini di essere nuovamente pubblico partecipe delle realtà artistiche e culturali presenti sul territorio, ha pensato di organizzare una programmazione unica per luglio e agosto che restituisca, almeno in parte, ciò che in questi mesi è andato perduto.

 

Bergamo, tra le città più colpite in Italia, oggi riaccende lo sguardo, rialza la testa, in un’estate che quest’anno ci sembra come una primavera, una rinascita.” – dichiara Nadia Ghisalberti, Assessorealla Cultura della città – “Ci siamo fortemente impegnati per realizzare una programmazione che fa dello spettacolo la sua punta di diamante. Incontro, socialità, confronto, condivisione di spazi ed emozionidiventano allora il fulcro di questa estate che si avvicina, finalmente insieme, anche se magari ancora un po’ “a distanza”. È con il teatro, la musica, la danza che Bergamo torna a farsi vedere, chiamando a raccolta tutti i soggetti, le associazioni, i singoli artisti del nostro territorio”.

 

Due sono le azioni su cui l’Amministrazione comunale ha lavorato: un nuovo palco al Lazzaretto e i quartieri. Questi ultimi vengono valorizzati seguendo la linea di mandato di cultura diffusa: cortili e piazzettedi tanti punti della città si animeranno con incursioni light, rapide pennellate di svago, poesia, leggerezza, umorismo. Questa linea d’azione, in fase di definizione, sarà avviata a luglio e comunicata con appositaconferenza stampa.

 

Una stagione estiva più strutturata troverà invece spazio nel luogo simbolico ed evocativo del Lazzaretto, che così diventa il nuovo teatro cittadino, grazie a un palco professionale e una platea che potràospitare almeno 300 persone, per mantenere le distanze necessarie ma permettendo ugualmente l’incontro e la partecipazione. Lazzaretto on stage è il nome di questa proposta che si caratterizza comeuna “prima volta” in tanti sensi:

 

Bergamo riparte, e lo fa con un cartellone che raccoglie in un unico spazio e in un periodo ristretto il meglio della nostra creatività, quella stessa creatività che non ha potuto esprimersi a causa dell’emergenzasanitaria e della sospensione di tutte le attività artistiche.

 

Sono chiamati a raccolta i diversi soggetti che producono spettacoli, ciascuno con il proprio linguaggio specifico e unico: Bergamo Jazz, Stagione di Prosa e Donizetti Opera, Festival Pianistico, FestivalDanza Estate, Orlando, deSidera, Eccentrici, Shakespeare is now!, Borghi&Burattini, i Teatri dei Bambini, che erano pre- visti tra marzo e settembre, ma anche altre realtà come Pandemonium, TeatroCaverna, Teatro Prova, CDpM si ritrovano a condividere lo stesso obiettivo, ovvero coinvolgere bambini, giovani, adulti attraverso espressioni artistiche differenti, con l’auspicio di un inedito intreccio tra pubblici diversi.

 

Lazzaretto on stage partirà il 4 luglio con 66/67, un progetto musicale nato dalla collaborazione artistica tra

Alessio Boni e Omar Pedrini, che coinvolgerà il pubblico con brani della storia della musica dagli anni ‘60 a oggi.

 

In Lucia Offsabato 11 luglio, Francesco Micheli racconta Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti, sve- landone i segreti anche a chi non è appassionato d’opera, facendo scoprire la profondità dellatrama e la sua forza espressiva ancora oggi attuale.

 

E ancora: Gianluca Petrella ed Enrico Rava si esibiranno nell’ambito del Bergamo Jazz Festival, Borghi&Bu- rattini e i Teatri dei Bambini intratterranno i più piccoli, gli artisti di Festival Danza Estate danzeranno per regalare emozioni.

 

Davvero una proposta ricca e varia, un grande sforzo organizzativo che l’Amministrazione comunale, in dialogo costante con le molte e straordinarie realtà culturali cittadine, ha voluto costruire come parte diquell’impegno stipulato con la cittadinanza, che ha nei suoi obiettivi anche la cultura come cura e benessere della comunità. E per favorire il più possibile la partecipazione, ha voluto, in accordo con lecompagnie, mantenere una politica di prezzi dei biglietti calmierati.

 

 

Biglietteria

Biglietti in vendita esclusivamente on line su www.vivaticket.it a partire dal 22 giugno Costi biglietto da 2 a 7 euro (più diritti prevendita).

È possibile acquistare i biglietti fino 5 minuti prima dell’orario di inizio dello spettacolo. In caso di maltempo lo spettacolo sarà recuperato la sera successiva.

 

Lazzaretto on stage rientra nella programmazione estiva Torniamo in scena. Estate duemilaeventi organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo.

Fondazione Comunità Bergamasca sarà partner del progetto.

 

Resta informato su www.comune.bergamo.it e sulle pagine fb e instagram

Arco, Ursus Live
lug 4@20:30–21:30

Nuovo appuntamento, sabato 4 luglio, con «Famiglie in gioco crescono»: «Ursus Live» è una serata in due parti, scientifica e artistica, la prima con Alessandro De Guelmi, veterinario esperto di fauna selvatica e profondo conoscitore dell’orso, e la seconda con la performance teatrale «Ursus Live». L’iniziativa si svolge all’auditorium di Palazzo dei Panni con inizio alle 20.30. I posti sono limitati (causa le norme di contrasto del contagio di covid-19) ed è richiesta la prenotazione (al numero 327 3709845, chiamata o messaggio, oppure all’indirizzo di posta elettronica ass.giovaniarco@yahoo.it).

La parte scientifica della serata è affrontata da uno dei maggiori esperti trentini di orso, conoscitore del progetto Life Ursus, promosso dal Parco naturale Adamello Brenta in stretta collaborazione con la Provincia autonoma di Trento e l’Istituto nazionale per la fauna selvatica (Ispra) finalizzato alla ricostituzione di un nucleo vitale di orsi nelle Alpi Centrali, che in dialogo con Roberta Bonazza (autrice della performance «Ursus Live») parlerà dell’orso anche in relazione all’attualità e al dibattito che le vicende legate all’orso stimolano in Trentino e oltre i confini provinciali.

A seguire l’attore Alessio Kogoj indosserà i panni dell’orso nella performance «Ursus Live. Atto primo dell’orso delle Alpi», scritto da Roberta Bonazza e prodotto dal Parco naturale Adamello Brenta: un monologo che si trasforma in un dialogo con gli spettatori, in cui l’orso si presenta e si concede in una relazione con l’uomo, compagno di lotta e di vita fin dall’età delle caverne. Man mano che il racconto prosegue l’orso cambia tono, fino a entrare in un profondo sentimento di vicinanza, ricordando le sue origini arcaiche, il mito, le persecuzioni, i tentativi di salvaguardia. D’improvviso cambiano le luci, cambia l’umore e il tono della voce dell’orso, che dà ritmo alla narrazione, passando in rassegna gli aspetti del suo carattere e delle sue abitudini. Una performance sulla paura, sulla distanza, sulla bellezza della natura e sulla sfida quotidiana della convivenza tra l’uomo e l’orso. L’intensità della presenza scenica di Alessio Kogoj è sostenuta dalla straordinaria verosimiglianza della maschera, realizzata da due costumisti bulgari.

«Famiglie in gioco crescono» è il progetto a sostegno della genitorialità ideato dall’associazione Giovani Arco e finanziato dal Ministero del lavoro e delle Politiche sociali, realizzato in collaborazione con il Comune di Arco, la Comunità Alto Garda e Ledro, la Provincia autonoma di Trento e l’Istituto comprensivo di Arco.

Motori, situazione Leonessa Corse
lug 4@23:00–lug 5@00:00

La quarantena è finita anche per la Leonessa Corse. La squadra bresciana sarà infatti ai nastri di partenza del primo rally nazionale post Covid-19, il Casentino, insieme all’equipaggio Luca Fiorenti e Filippo Alicervi. Il pilota valtellinese tornerà in gara con la sua amata Renault Clio R3C con la quale affronterà tutta la serie asfaltata privata che si snoderà tra Casentino, Città di Bassano e Appennino Reggiano.

Il Rally Internazionale del Casentino si svolgerà sabato e domenica sulle strade nei pressi di Bibbiena, nel cuore della Toscana; Corezzo, Rosina e Crocina saranno i nomi delle tre prove speciali che ripetute tre volte andranno a comporre il totale di novanta chilometri.

Tuta e casco sono tornati all’ordine del giorno anche per i bresciani Giudo Tosini e Corrado Scalfi che sabato scorso hanno fatto fruttare al meglio la sessione di test organizzata a Dronero (CN). I due portacolori della Leonessa hanno tolto la ruggine in vista dei prossimi impegni del CIWRC che affronteranno sulla consueta Peugeot 208 R2B della Vieffecorse gommata Michelin.

“Siamo pronti per riprendere i programmi sportivi che il Coronavirus non aveva nemmeno fatto cominciare – commenta il presidente Saresera. Tra non molto anche altri equipaggi torneranno a far rombare i motori e noi non vediamo l’ora di seguirli sui campi gara.”

Raspelli Magazine
lug 4@23:00–lug 5@00:00

IL NUOVO “RASPELLI MAGAZINE”
FESTEGGIA IL PRIMO COMPLEANNO

Ristoranti ed alberghi illustrati con grandi foto,storie di cuochi ,l’annuncio (od i resoconti) degli eventi cui partecipa o che conduce il critico gastronomico -
Tra le 67 pagine ,le ricette di cucina leggera ed il verde di Maura Anastasia- Da un’idea di Stefano Piavani

Da mercoledì 1 luglio è online la nuova pubblicazione gratuita mensile ” RASPELLI MAGAZINE”: le eccellenze eno-gastronomiche del Belpaese, raccontate in 67 pagine dal giornalista Edoardo Raspelli, il “cronista della gastronomia” ,da cui la testata prende nome. Ristoranti e attività ricettive, storie di cuochi, eventi enogastronomici, trovano spazio nelle pagine del “Raspelli Magazine”.Il tutto è nato tra il milanese Edoardo Raspelli e la ABCDesign99 di Stefano Piavani, nell’ufficio di Romano di Lombardia (Bergamo).

lug
5
dom
2020
Percorso Bike Transalp 2020
lug 5@13:00–14:00

Il nuovo percorso della Transalp risveglia lo spirito di esplorazione
La più spettacolare corsa a tappe per mountain bike per tutti, che si svolgerà dal 5 all’11 luglio 2020, conduce da Nauders (AT) a Riva del Garda (IT) e, con la sua 23esima edizione, mostra che lo spirito di esplorazione della regione transalpina non si è per niente esaurito. Il nuovo itinerario della MAXXIS BIKE Transalp si snoda attraverso strade poco frequentate e sentieri ripidi che non sono stati originariamente costruiti per le mountain bike. Circa mille partecipanti da più di 35 paesi affronteranno la sfida di attraversare le alpi in sette tappe – in squadre da due o individualmente. Dovranno percorrere 577 chilometri e 18.940 metri di dislivello. Le iscrizioni sono aperte

La prima BIKE Transalp 1998 è stata per molti partecipanti un viaggio verso l’ignoto, un vero e proprio tour alla scoperta delle Alpi. 22 anni dopo è difficile trovare strade incontaminate o poco battute – ma non impossibile: “L’itinerario 2020 è la prova che lo spirito di esplorazione delle Alpi viene ancora ricompensato”; il responsabile dell’itinerario Marc Schneider annuncia un percorso allo stesso tempo selvaggio e meraviglioso.
La prima tappa che attraversa tre paesi, da Nauders a Livigno, è già una piccola Transalp. Dopodiché si continua nella ripida regione montana tra l’Ortles e il gruppo dell’Adamello. Sullo sfondo dell’imponente montagna ricoperta di ghiacciai, il percorso si snoda tra passi avventurosi, come il passo dell‘Alpe (2461 m), la Forcella di Montozzo (2613 m) e il Mortirolo (1852 m) – carrarecce sconnesse con brevi passerelle e ripide discese si alternano a sentieri scorrevoli attraverso boschi e prati.
Si prosegue con tre nuove tappe in Italia – Santa Caterina Valfurva, Aprica e Peio – e di conseguenza anche con nuovi tratti che non hanno mai fatto parte della BIKE Transalp. Ora anche le strade forestali diventano aspre. Una volta giunti in Val di Peio nel Parco nazionale dello Stelvio, si è già a metà della Transalp, prima di proseguire per Molveno verso la Valle del Chiese sul Lago d’Idro, e infine per Riva del Garda. Ma anche quando la Transalp si avvicina lentamente alla Mecca della mountain bike sul Lago di Garda, si trovano ancora sentieri che sono meno frequentati, ma non per questo meno fantastici. In breve: l’itinerario 2020 si avventura per strade originali, senza però rinunciare ai classici da sogno. Infatti, per chiudere in bellezza, la BIKE Transalp conduce dal passo di Tremalzo al passo Rocchetta, attraverso Pregasina e per la vecchia Strada del Ponale verso Riva: un’ultima discesa mozzafiato prima della meta duramente conquistata.
In una squadra o individualmente, come ciclista dilettante o come candidato al podio, come duo padre-figlio, con la migliore amica o con il proprio partner: la BIKE Transalp per molti mountainbiker è un’avventura indimenticabile, per cui si allenano duramente per mesi. Oltre all’aspetto sportivo, si tratta soprattutto di una sfida personale. Testare i proprio limiti, gareggiare tappa per tappa, sudare insieme agli altri ciclisti, soffrire e gioire, il tutto circondato dal suggestivo paesaggio delle montagne alpine.
La quota d’iscrizione per la corsa organizzata da BIKE Magazin e dalla Casa Editrice Delius Klasing è di 899 euro. La quota include cronometraggio professionale, copertura assicurativa, team di soccorso, ristoro, trasporto bagagli e assistenza meccanica, maglietta finisher e tanto altro. Così i partecipanti per sette giorni possono sentirsi come dei veri professionisti e concentrarsi solo su una cosa: la mountain bike. I ciclisti under 23 pagano solo 699 euro, incluso il pernottamento nel Transalp Camp.
Ulteriori informazioni e dettagli sul percorso 2020 sono disponibili su: https://bike-transalp.de/en/ Per l’iscrizione: https://www.online-registration.de/index.php?sec=start&lang=it
Un pacchetto per i media e ulteriori foto per i media sono disponibili su: https://bike- transalp.de/en/press/

Chiara Hudson “Autentica” primo singolo vincitrice Festival “Borgo In Canto”
lug 5@14:55–15:55
In radio e in tutti i digital store il primo singolo di Chiara Hudson, vincitrice del Concorso Nazionale di Musica Live a BORGOROSE (RI), Borgo In Canto, concorso nato con lo scopo di scoprire e promuovere voci e volti nuovi nell’ambito della musica leggera italiana e internazionale e nel contempo di diffondere e valorizzare la cultura musicale, organizzato da Noemi Rapetti e Michela Olivieri
Il concorso “Borgo In Canto” offre numerosi premi tra cui il premio discografico con la Joseba Publishing, che nel 2019 ha visto Chiara Hudson come vincitrice.

“Autentica” è il singolo che nasce dal premio discografico ed è un brano che porta le firme di Giovanni Segreti Bruno, Gianni Testa, Giampaolo Pasquile e la stessa Chiara Falasca. Arrangiato da Giampaolo Pasquile, il brano è prodotto da Gianni Testa per la Joseba Publishing.

Videoclip “Autentica”: https://youtu.be/USzbJDJZsos

Si celebra la prima Giornata regionale per le Montagne lombarde
lug 5@14:55–15:55

Domenica 5 luglio ricorre e si celebra la prima Giornata regionale per le Montagne lombarde, istituita quest’anno a febbraio con legge regionale. 
Una Giornata che è stata appositamente dedicata alle montagne lombarde per promuovere e valorizzare i territori montani e sostenere la gente che in montagna vive e lavora, individuata ogni anno nella prima domenica di luglio, che rappresenta simbolicamente l’apertura della stagione turistica ed escursionistica su tutti i rifugi. 
La legge, approvata all’unanimità, di cui è primo firmatario il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi e sottoscritta dagli altri componenti dell’Ufficio di Presidenza, si pone l’obiettivo di salvaguardare le risorse naturali delle montagne lombarde e di diffondere le culture, i saperi, gli stili di vita delle genti dei Comuni montani. Sono previste ogni anno iniziative specifiche con il CAI l’Ufficio scolastico regionale, nonché con le Università e gli istituti di ricerca.

E’ nostro obiettivo e dovere garantire un futuro alle “sentinelle” montane, a cominciare da alpeggiatori e rifugisti –sottolinea Alessandro Fermi-. In montagna ho sempre incontrato persone animate da grande passione e di straordinaria umanità e questa giornata vuole essere semplicemente una testimonianza concreta di rinnovata attenzione e sensibilità nei loro confronti. Dobbiamo sviluppare politiche per la montagna ancora più incisive non solo nell’ottica dell’evento delle Olimpiadi invernali, ma anche su temi importanti come il turismo, la cultura del cibo e le sue tradizioni. Quando rimane viva e vissuta, la montagna è una sicurezza per tutti. È una grande opportunità per la Lombardia soprattutto in questa fase di ripartenza dopo l’emergenza legata al Covid-19 –conclude il Presidente Fermi- e dai primi dati legati a prenotazioni e spostamenti, questa estate dovrebbe registrare un grande boom di presenze di famiglie ed escursionisti sui rifugi e sulle montagne lombarde alla riscoperta della natura e di una rinnovata socialità”.

In occasione della prima giornata regionale dedicata alle Montagne lombardedomenica 5 luglio alle ore 12 sarà celebrata una Santa Messa in Presolana alla Cappella Savina (altitudine metri 2.085).
La Santa Messa sarà celebrata dal Vescovo di Bergamo Mons. Francesco Beschi a ricordo del 150° anniversario della prima ascensione in vetta alla Presolana, raggiunta per la prima volta da Carlo Medici, Federico Frizzoni e Antonio Curò il 4 ottobre 1870: 18 anni più tardi, nell’estate del 1888, la vetta della Presolana fu raggiunta anche dal Papa brianzolo Achille Ratti, allora sacerdote e poi pontefice col nome di Pio XI, che in Presolana salì almeno una decina di volte.
La celebrazione del 5 luglio sarà dedicata a tutti i defunti scomparsi quest’anno per il Covid-19.

Il provvedimento legislativo che ha istituito la Giornata regionale ha preso spunto dall’iniziativa che lo scorso settembre aveva visto una cordata istituzionale guidata dal Presidente Fermi salire prima ai 1.906 metri della Malga Demignone ubicata nella località valtellinese di Teglio, e poi al Rifugio Nani Tagliaferri, in Val di Scalve, che con i suoi 2.378 metri è il più alto delle Orobie: una giornata dedicata ad approfondire i temi e le problematiche contenute nel progetto di educazione e sostenibilità “Save the Mountains”.
L’11 dicembre, in occasione della Giornata internazionale delle montagne, a Bergamo si era tenuta la premiazione dei vincitori del bando per gli imprenditori montani under 35: un’ ulteriore occasione per ascoltare progetti, sogni, sacrifici e difficoltà. “Soltanto così possiamo cogliere direttamente dai protagonisti che in montagna vivono e lavorano le peculiarità che ci sono, da un punto di vista territoriale e umano, nonché le loro fatiche e i loro bisogni -sottolinea ancora il Presidente Alessandro Fermi-. La Lombardia è al loro fianco e li sostiene, senza dimenticare che ci sono anche bandi ministeriali ed europei da utilizzare e da cui attingere risorse importanti”.

Il territorio regionale lombardo, pari a 23.862 chilometri quadrati, è caratterizzato da una compresenza di aree montuose (40,5%) che, se sommate alle aree collinari (12,4%), rappresentano quasi il 53% della superficie complessiva, con 23 Comunità montane istituite e riconosciute dalla Regione.
In termini di popolazione, la Lombardia supera di poco i 10 milioni di abitanti residenti, di cui quasi il 32% concentrata nelle aree montane. Il 28,6% del flusso annuo di turisti negli esercizi ricettivi lombardi interessa le località montane.
Su undici siti Unesco lombardi, cinque sono localizzati in aree montane, dove si trovano anche otto parchi regionali di grande pregio ambientale e naturalistico.
Da sottolineare infine che sulle montagne lombarde sono presenti oltre 150 rifugi e circa 870 malghe, imprescindibili punti di riferimento e di appoggio per chi attraversa i sentieri montani.

Diocesi di Como, Sante Messe in tv
lug 5@15:00–16:00

Proseguono le Sante diffuse attraverso la televisione e il web, grazie alla collaborazione fra la Diocesi di Como e l’emittente EspansioneTv, la domenica mattina alle ore 10.00. La liturgia eucaristica viene trasmessa in diretta sul canale 19 del digitale terrestre (più i canali web e social) e sul canale YouTube de “Il Settimanale della diocesi di Como”.

«Fino al 31 luglio prossimo permane, in Italia, lo stato di emergenza – ricordano dalla Diocesi –, quindi, per le persone al di sopra dei 70 anni, per chi è cagionevole di salute o per chi è in contatto con soggetti fragili, è possibile vivere la Santa Messa, assolvendo il precetto domenicale, partecipando attraverso i mezzi di comunicazione. Anche davanti alla tv, al computer o allo smartphone –  è la raccomandazione –  si è parte dell’assemblea liturgica e non ci si deve accontentare di seguire distrattamente, magari mentre si fa altro». In queste settimane moltissimi fedeli stanno ritornando in parrocchia: «grazie alla preziosa collaborazione con la tv – sottolinea ancora la Diocesi – è possibile raggiungere davvero tante persone, in particolare gli anziani o malati che non hanno la possibilità di partecipare in presenza alla Santa Messa. È una grande assemblea condivisa».

Il servizio della Santa Messa domenicale in tv viene assicurato fino al mese di luglio, per riprendere con la solennità di Sant’Abbondio a fine agosto e proseguire nei mesi di settembre e ottobre.

Ecco quali comunità spalancheranno le loro porte per accogliere la celebrazione della Santa Messa.

  • 21 e 28 giugno 2020

Comunità pastorale di Brunate e Civiglio

presiede il parroco don Marco Nogara

chiesa di Sant’Andrea in Brunate

 

 

  • 5 e 12 luglio 2020

Comunità pastorale di Tavernerio-Solzago-Ponzate

presiede il parroco don Giorgio Cristiani

chiesa dell’Eucaristia in Tavernerio

 

  • 19 e 26 luglio 2020 

Comunità pastorale di Cadorago-Caslino-Bulgorello

19 luglio: chiesa di san Martino in Cadorago (presiede il parroco don Alfredo Nicolardi)

26 luglio: santuario di Sant’Anna (nella festa liturgica di sant’Anna)

25 anni NOS Magazine
lug 5@15:20–16:20

Un numero speciale per festeggiare 25 anni di vita e di pubblicazioni. NOS Magazine si presentò al pubblico nel giugno 1995 e oggi celebra l’importante compleanno con un numero monografico, che ripercorre i cambiamenti avvenuti nelle valli di Non e di Sole nell’ultimo quarto di secolo dal punto di vista sociale, economico, paesaggistico, culturale e sportivo.

Lo fa attraverso la penna, lo sguardo e le riflessioni di illustri giornalisti, professori ed esperti che negli anni hanno accompagnato la rivista delle valli del Noce.

Tanta vita scorre nelle pagine di NOS, che nel solo quinquennio 2015-2020 ha contato ben 100 firme!

Una coraggiosa avventura giornalistica e imprenditoriale, che si sostiene unicamente sul mercato della pubblicità e delle vendite, una piccola “rivoluzione culturale” che 25 anni cercava di unire le due valli del Noce in un percorso che per molti aspetti è stato anticipatore.

NOS è in arrivo in questi giorni nelle case degli abbonati e nelle edicole: online è disponibile la versione sfogliabile, consultabile gratuitamente previa registrazione al sito www.nosmagazine.it.

Parco dell’Adamello, corso di sopravvivenza nel bosco
lug 5@15:20–16:20

Domenica 5 luglio 2020
CORSO DI SOPRAVVIVENZA NEL BOSCO
Nell’ambito della rassegna “Estate nel Parco 2020”, il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello, gestito dall’Associazione LOntànoVerde con il supporto del Parco dell’Adamello e del Comune di Paspardo, organizza una giornata dedicata agli amanti della natura in collaborazione con l’associazione Xtreme Adventure.

Il corso si svolgerà presso la Riserva delle Incisioni Rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo, con ritrovo ore 9.00 presso la piazzetta antistante il Museo della Riserva.

Il corso è suddiviso in 4 step della durata di 1,30 h circa ciascuno:
- Accensione fuoco con pietre e con archetto, imparando a distinguere le pietre più adatte.
- Costruzione pugnale in pietra.
- Creazione di corde di varie misure con materiale naturale per monili, lacci o altri usi.
- Passeggiata nel bosco alla ricerca di frutti, bacche, erbe o radici commestibili.

DURANTE IL CORSO PER I PIU’ PICCOLI SARANNO ATTIVI DEI LABORATORI DIDATTICI
In contemporanea per chi volesse, in alternativa al corso potrà partecipare al Tour Guidato “Incisioni Rupestri Val Camonica”
Gadget offerti dagli sponsor sia per adulti che per bambini.
Abbigliamento comodo, pranzo al sacco.
L’attività si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti COVID19.
Si invitano i partecipanti a dotarsi dei dispositivi di protezione individuali.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE AL CORSO (COMPRESO BIGLIETTO DI INGRESSO ALLA RISERVA)
Adulto (dai 15 anni) 18€
Ragazzo (fino ai 14 anni compiuti) 8€
Bambino (fino ai 5 anni compiuti) Gratuito Accompagnatore Adulto (dai 15 anni) 8€ Accompagnatore Ragazzo (fino ai 14 anni compiuti) 5€ Accompagnatore Bambino (fino ai 5 anni compiuti) Gratuito PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Per info e iscrizioni: Museo 0364/433465 e-mail. lontanoverde@gmail.com

Linea Trento-Primolano: sostituiti alcuni treni con autobus e bicibus
lug 5@16:40–17:40

Domenica 5 luglio per lavori di manutenzione straordinaria lungo la Ferrovia della Valsugana, alcuni treni verranno sostituiti con autobus tra le stazioni di Trento e Primolano. La Ferrovia è attualmente sospesa per lavori nella tratta tra Primolano e Bassano del Grappa e sostituita con autobus.

Considerato che il trasporto bici sui treni in servizio non è previsto, per garantire la piena occupazione dei posti per i clienti, a partire dal 5 luglio e fino al 6 settembre sarà attivo un servizio giornaliero con autobus con carrello per il trasporto delle biciclette come da orario allegato.

Il carrello consente il trasporto massimo di 40 bici al seguito: è suggerita la prenotazione del servizio telefonando al 0461/821000 entro le ore 16 del giorno precedente. Ssenza prenotazione non è garantito il trasporto.

La tariffa del servizio giornaliera è pari a 5 euro e comprende anche il trasporto della bicicletta; il servizio è gratuito per i minori trasportati con la bicicletta di un adulto pagante.

Di seguito gli orari per domenica 5 luglio:

R 33600           PRIMOLANO        7:58    TRENTO              9:35    CANCELLATO da Primolano a Trento e SOSTITUITO CON BUS il giorno: 05 luglio

R 5401             TRENTO              8:05    PRIMOLANO         9:38    CANCELLATO da Trento a Primolano e SOSTITUITO CON BUS il giorno: 05 luglio

R 5507             TRENTO              9:05    PRIMOLANO       10:38   CANCELLATO da Trento a Primolano e SOSTITUITO CON BUS il giorno: 05 luglio

R 5508             PRIMOLANO       9:58    TRENTO              11:35   CANCELLATO da Primolano a Trento e SOSTITUITO CON BUS il giorno: 05 luglio

R 5418             PRIMOLANO      11:58   TRENTO              13:35   CANCELLATO da Primolano a Trento e SOSTITUITO CON BUS il giorno: 05 luglio

R 33603           TRENTO             11:05   PRIMOLANO       12:38   CANCELLATO da Trento a Primolano e SOSTITUITO CON BUS il giorno: 05 luglio

R 5515             TRENTO             13:05   PRIMOLANO       14:38   CANCELLATO da Trento a Primolano e SOSTITUITO CON BUS il giorno: 05 luglio

R 5512             PRIMOLANO      13:58   TRENTO              15:35   CANCELLATO da Primolano a Trento e SOSTITUITO CON BUS il giorno: 05 luglio

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136