Ad
Ad

L’agenda delle Valli

Tutti gli appuntamenti giorno per giorno nelle zone montane. Sport, spettacoli ed eventi di ogni genere tra Valtellina, Valle Camonica, Val di Sole per arrivare in Trentino. L’Agenda delle Valli contiene eventi, manifestazioni, iniziative delle zone bresciane e trentine di cui si occupa il portale. Valli che spesso ospitano campionati nazionali e internazionali di diverse discipline e personaggi di fama internazionale. Esibizioni di cori, manifestazioni ciclistiche, raduni degli Alpini. Giorno per giorno tutti gli eventi tra Breno, Edolo, Passo Tonale, Vermiglio, Malè, Cles, Trento passando per Ponte di Legno, Temù, Vezza d’Oglio, Incudine, Malonno, Sonico, Cedegolo, Aprica, Cortenedolo, Caldes, Stavel, Velon.

 

Ott
3
lun
2022
Campionati italiani di skiroll a Trento e sul Monte Bondone
Ott 3@06:45–23:45

Trento – L’8 e 9 ottobre tornano i campionati italiani di skiroll a Trento e sul Monte Bondone
Sventolerà il tricolore il prossimo fine settimana su Trento e sulle verticalità del Monte Bondone. Con la sfida sprint in zona Muse di sabato 8 e la competizione mass start in salita fra Candriai e Vason verranno assegnati i titoli italiani assoluti, giovani, children e master di skiroll per entrambe le specialità. Due location che negli ultimi anni hanno già ospitato appuntamenti della disciplina degli sci con le rotelle e ben tre edizioni di Coppa del Mondo.
In cabina di regia ci sarà il Team Futura del presidente Andrea Buttaboni e del direttore tecnico di gara Silvano Berlanda, pronti ad accogliere atleti provenienti da tutta Italia, a partire dal re dello sprint Emanuele Becchis e dal promettente giovane trentino Giovanni Lorenzetti, quindi gli specialisti delle gare lunghe Matteo Tanel, vincitore di Coppe del Mondo assolute, il fiemmese Tommaso Dellagiacoma, il veneto Riccardo Masiero, e fra i giovani il promettente livignasco Aksel Artusi. Sul tracciato di casa non mancherà nemmeno il trentino di Villazzano Alessio Berlanda, vincitore di tre titoli mondiali, ed ora impegnato con il Comitato Trentino per far crescere i giovani talenti. In campo femminile indosseranno il pettorale le sorelle Lisa e Anna Bolzan e nella sfida verticale occhio all’esperta Paola Beri che ha già vinto più volte sul traguardo di Vason.
Il programma prevede la sprint con inizio alle ore 15 di sabato 8 ottobre, con in gara le categorie giovanissimi e children, oltre ai giovani, senior e master, sulla distanza di 150 metri a tecnica libera.
Domenica mattina invece sono previste le sfide su varia distanza con partenza mass start a tecnica classica.
L’arrivo è previsto in località Vason, mentre le partenze sono previste a valle. Alle 10 toccherà agli under 10 sulla distanza dei 1000 metri, alle 10,05 gli under 12 sui 2000 metri, alle 10.10 gli under 14 che affronteranno 3 km. Le categorie under 16, quindi giovani, senior e master femminili partiranno dalle 10.20 da località Vaneze cimentandosi su un tracciato di 5500 metri, mentre alle 10.30 è previsto il via della sfida più attesa per giovani, senior e master maschile da Candriai a Vason, sulla distanza dei 9 km.

“Povera Lombardia”: viaggio tra chi sta peggio nella regione più ricca d’Italia
Ott 3@11:00–12:00

Un convegno dedicato alla povertà ed all’emarginazione in Lombardia, organizzato dall’Associazione Exodus per fare il punto e fornire un quadro aggiornato con dati e cifre sulla povertà nella nostra regione.

E’ quello che si terrà lunedì 3 ottobre alle ore 10 a Palazzo Pirelli e che sarà aperto dalla Vice Presidente del Consiglio regionale Francesca Brianza.

Durante l’evento verranno proiettate alcune video-interviste a personaggi che erano clochard e hanno superato la loro situazione di difficoltà, oppure che, al contrario, erano soggetti di buon livello sociale ma a causa di una serie di vicissitudini ora sono ora al limite dell’indigenza.

Il convegno “Povera Lombardia” vuole pertanto offrire un’analisi cruda ma dettagliata sul mondo degli emarginati, dei senza reddito e dei senzatetto che vivono nelle nostre città. In una regione tra le più ricche d’Europa resistono sacche di povertà assoluta con persone che trascorrono i loro giorni al limite della soglia di sussistenza, occupando stabili abbandonati o vecchie fabbriche. Spunti utili alla riflessione saranno forniti anche dai contenuti del libro “Ecco l’uomo” del fotografo Davide Caforio e del giornalista Silvestro Pascarella, un reportage che va al cuore del problema e si pone una domanda: come è possibile che non si possa fare nulla?

All’iniziativa interverranno don Antonio Mazzi per la Fondazione Exodus, Roberto Sartori della Cooperativa 4Exodus, Davide Caforio e Silvestro Pascarella autori del libro reportage sulla povertà in Lombardia “Ecco l’uomo”.
L’incontro sarà moderato da Maria Sorbi, giornalista e promotrice a Busto Arsizio (VA) del gruppo d’aiuto ai senza fissa dimora.

Cyberbullismo: Corecom e Lega Nazionale Dilettanti firmano un protocollo di intesa
Ott 3@12:30–13:30

Sarà siglato lunedì 3 ottobre alle ore 12.30, al Belvedere di Palazzo Pirelli, un protocollo di intesa contro i discorsi d’odio e contro il cyberbullismo che sancisce l’avvio di una collaborazione tra Corecom Lombardia e Lega Nazionale Dilettanti della Lombardia su temi legati alla cultura della responsabilità verso un uso corretto del linguaggio sia sui social che all’interno nelle comunità sportive.

L’obiettivo del protocollo è quello di promuovere iniziative di sensibilizzazione sui temi dell’educazione ai media, rivolte in particolare gli agli adulti (dirigenti sportivi, allenatori, genitori) allo scopo di fare squadra a protezione dei giovani, per contrastare insieme il dilagare di linguaggi d’odio sul web e di episodi di cyberbullismo.

Come evidenziato dalla Presidente del Corecom Lombardia Marianna Sala “la firma di questo protocollo va nella direzione di creare una rete tra le istituzioni per proteggere ed educare i nostri giovani in ogni ambito della loro vita, anche e soprattutto nello sport, strumento fondamentale per prevenire fenomeni come il bullismo e il cyberbullismo e per sviluppare una nuova cultura del rispetto e della tolleranza”.

Interverranno all’iniziativa il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi, il Presidente del Comitato regionale Lombardia Lega Nazionale Dilettanti Carlo Tavecchio, il Sottosegretario alla Presidenza Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi Eventi Antonio Rossi, il Direttore della Onlus FARE X BENE Giusy Laganà.

Saranno presenti i ragazzi della squadra dell’Arcellasco di Erba (CO), a cui il Corecom conferirà una targa di riconoscimento per essersi distinta con un comportamento lodevole a difesa di un compagno che, nel corso di una partita, aveva ricevuto degli insulti razzisti.

Droga, iniziativa Scuole Sicure 2022-2023 in provincia di Sondrio
Ott 3@14:35–15:35

Il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica (CPOSP) di Sondrio, presieduto dal Prefetto Roberto Bolognesi alla presenza del Presidente della Provincia, del Sindaco del Comune di Morbegno, del Comune di Sondrio, del Questore, del Comandante Provinciale dei Carabinieri, del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, ha esaminato e approvato un progetto in materia di videosorveglianza, presentato dal Comune di Morbegno, che si inserisce nell’ambito dell’iniziativa del Ministero dell’Interno “Scuole Sicure 2022-2023”, per la prevenzione e il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi delle scuole.
Il progetto, illustrato dal Sindaco del Comune di Morbegno e approvato dopo i prescritti approfondimenti durante la seduta del Comitato, prevede il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza esistente posto a presidio dell’area nella quale insiste uno dei principali comprensori scolastici della provincia.
L’importante intervento verrà cofinanziato in misura rilevante dal Ministero dell’Interno.
Al termine della seduta, il Prefetto di Sondrio e il Sindaco del Comune di Morbegno hanno sottoscritto il prescritto “Protocollo d’Intesa” che regola le modalità di erogazione del contributo economico statale.
L’iniziativa si inserisce nell’ambito dell’attività svolta in sinergia tra la Prefettura e le altre Istituzioni provinciali e le Forze di Polizia, al fine di arginare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, che spesso si registra in prossimità degli Istituti scolastici e nei luoghi più frequentati da studenti e ragazzi.

Medicina di gruppo Integrata Ledro
Ott 3@14:35–15:35

Dal primo ottobre, i medici di assistenza primaria che prestano il loro servizio nel territorio del comune di Ledro saranno riuniti in associazione, denominata “Medicina di gruppo Integrata Ledro”, con sede a Bezzecca, via Falcone Borsellino 6. Ne fanno parte la dottoressa Maria Marcella Straticò, il dottor Stefano Marzini, il dottor David Fasoletti e il dottor Luigi Ildebrando Manna.

L’assistito deve rivolgersi di norma al proprio medico ma, all’occorrenza, può riferirsi a uno qualsiasi dei medici dell’associazione. Le principali finalità di questa modalità organizzativa di lavoro, possono essere così riassunte:

garanzia di un’ampia disponibilità all’accesso nella sede dell’associazione, coordinandola con gli orari degli altri ambulatori sul territorio;
adesione a linee guida e progetti innovativi condivise a livello distrettuale o provinciale;
garantire l’attività assistenziale utilizzando supporti tecnologici e strumentali comuni;
possibilità di rivolgersi anche agli altri medici dell’associazione in caso di assenza del proprio medico;
favorire la continuità dell’assistenza mediante la disponibilità alla reciproca sostituzione in caso di ferie o assenze prolungate del proprio medico.
Gli orari di ambulatorio, i recapiti telefonici dei professionisti e dei servizi di segreteria per informazioni o per la prenotazione di appuntamenti sono consultabili tramite il sito internet dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari: https://servizi.apss.tn.it/ricmedico/.

È attivo inoltre Servizio di continuità assistenziale tutti i giorni nelle ore notturne dalle 20,00 alle 8,00 del giorno successivo, nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle 8,00 alle 8,00 del feriale successivo e nei prefestivi dalle 10,00 alle ore 8,00 del giorno festivo successivo, chiamando preventivamente il n. 116117 per accedere all’ambulatorio.

Trento: presentazione master saperi in transizione
Ott 3@15:30–18:30

Il master promosso da UniTrento con gli atenei di Verona e Parma formerà esperti ed esperte di progettazione sociale e ambienti sostenibili. Lezioni in presenza a Villa Sant’Ignazio. Lunedì 3 ottobre alle 17, il master verrà presentato in diretta Zoom

La transizione ecologica è un tema di strettissima attualità, un passaggio necessario per costruire un mondo sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale. Servono però competenze, abilità e strumenti adeguati alla complessità delle sfide da affrontare.
Per questo, le università di Trento, Verona e Parma hanno attivato “Saperi in Transizione. Strumenti e pratiche per una cittadinanza ecologica e globale”, un master di primo livello per formare professionisti e professioniste nel campo dell’educazione e della progettazione sociale di ambienti sostenibili. Dopo Verona e Parma, il master arriva quest’anno per la prima volta a Trento, negli spazi messi a disposizione da Villa Sant’Ignazio.
Per candidarsi al master serve una laurea triennale, magistrale, a ciclo unico, vecchio ordinamento, oppure un titolo estero equivalente. Le domande possono essere presentate entro lunedì 14 novembre 2022 tramite application online. È prevista l’assegnazione di tre borse di studio a copertura della seconda rata. Due borse saranno assegnate con criteri di reddito e una con criteri di merito.

Le indicazioni per partecipare all’open day sono su https://socioecologico.com/2022/08/07/saperi-in-transizione-online-open-day-3-ottobre-ore-17/
Iscrizioni al master su: www.unitn.it/ateneo/94421/master-in-saperi-in-transizione
Per informazioni: master.saperiintransizione@unitn.it

Delegazione di Trento a Praga I per i vent’anni del gemellaggio
Ott 3@16:00–17:00

Quest’anno si festeggiano i vent’anni del gemellaggio della città di Trento con Praga 1, importante quartiere della capitale ceca.

A giugno scorso – per le Feste Vigiliane – una delegazione ceca era venuta a Trento e adesso la visita viene contraccambiata con una rappresentanza di Trento guidata dall’Assessore alla Cultura e turismo Elisabetta Bozzarelli.

La visita culturale durerà due giorni che culmineranno nell’inaugurazione, martedì 4 ottobre alle 17, dell’esposizione collettiva WUNDERKAMMER alla galleria municipale Galerie 1, dove esporranno gli artisti trentini del gruppo La cerchia assieme ai loro colleghi delle altre due città gemellate con Praga I, Nîmes e Bamberga.

Le opere esposte dagli artisti de La cerchia verranno poi esposte anche nei locali della sede della cassa di Trento in via Belenzani (Palazzo Benvenuti) dal 18 novembre al 31/1/23. L’arte che unisce i popoli è un messaggio importantissimo in questi tempi bui in cui la  guerra – incredibilmente – è tornata in Europa.

Poste Italiane, pagamento pensioni ottobre in Provincia di Brescia
Ott 3@16:00–17:00

Poste Italiane comunica che in provincia di Brescia le pensioni del mese di ottobre saranno in pagamento a partire da sabato 1° ottobre esclusivamente negli Uffici Postali aperti anche il sabato mattina.

In continuità con quanto fatto finora e con l’obiettivo di evitare assembramenti, il pagamento delle pensioni in contanti avverrà preferibilmente secondo la seguente turnazione alfabetica che potrà variare in base al numero di giorni di apertura dell’Ufficio Postale di riferimento:

Pertanto,

i cognomi dalla A alla C sabato mattina 1° ottobre

dalla D alla K lunedì 3 ottobre

dalla L alla P martedì 4 ottobre

dalla Q alla Z mercoledì 5 ottobre

Poste Italiane comunica inoltre che le pensioni del mese di ottobre saranno disponibili, sempre a partire da sabato 1° ottobre, per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution che abbiano scelto l’accredito. I possessori di Carta di Debito associate a conti/libretti o di Postepay Evolution, quindi, potranno prelevare i contanti dai 120 ATM Postamat della provincia senza bisogno di recarsi allo sportello.

Inoltre, i possessori di Carta di Debito associate a conti/libretti potranno usufruire gratuitamente di una polizza assicurativa che consente un risarcimento fino a € 700 all’anno sui furti di contante subiti nelle due ore successive al prelievo effettuato sia dagli sportelli postali sia dagli ATM Postamat.

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde

Seduta Consiglio Provinciale di Brescia
Ott 3@16:00–17:00

Il Consiglio Provinciale è stato convocato in videoconferenza, ai sensi del Decreto del Presidente della Provincia n. 77 del 31 marzo 2020, lunedì 3 ottobre alle ore 16.

Lo streaming sarà visibile cliccando qui: https://provinciabrescia.consiglicloud.it/home

Assemblea annuale Associazione pubblici esercizi del Trentino
Ott 3@16:30–17:30

Si terrà lunedì 3 ottobre prossimo dalle 16.30 presso il Grand Hotel Trento l’assemblea annuale dell’Associazione pubblici esercizi del Trentino. Tema dell’incontro – durante il quale si farà il punto sulla situazione del settore anche alla luce della difficile congiuntura economica – sarà il ruolo del pubblico esercizio all’interno della filiera enogastronomica trentina.

All’assemblea annuale dell’Associazione dei pubblici esercizi del Trentino, guidata dalla presidente Fabia Roman, parteciperanno il presidente di Confcommercio Trentino Giovanni Bort e il presidente dell’Associazione ristoratori del Trentino Marco Fontanari, il presidente della Provincia Maurizio Fugatti, gli assessori provinciali Giulia Zanotelli e Roberto Failoni e il sindaco di Trento Franco Ianeselli.

Nel programma dell’evento, al termine del quale è prevista la sottoscrizione della Carta dei Valori FIPE e un protocollo provinciale per la promozione della filiera enogastronomica, sono previsti gli interventi di Roberto Calugi, direttore FIPE nazionale, Camilla Lunelli, direttore comunicazione e relazioni esterne del Gruppo Lunelli, Maurizio Rossini, amministratore delegato di Trentino Marketing e, Davide Rampello, regista e divulgatore, già presidente della Triennale di Milano e curatore del Padiglione Zero di Expo Milano 2015.

Poste Italiane, in 9 comuni della provincia di Trento iniziativa “Etichetta la cassetta”
Ott 3@16:35–17:35

Arriva anche in provincia di Trento l’iniziativa di Poste Italiane “Etichetta la cassetta”. Nove i comuni coinvolti (Cavalese, Cles, Malè, Mezzolombardo, Pergine Valsugana, Riva del Garda, Rovereto, Tione di Trento e Trento) nei quali i cittadini con cassetta “anonima” stanno ricevendo dall’Azienda una comunicazione che li invita ad apporre le etichette con il proprio nome e cognome sulle cassette domiciliari e sul citofono condominiale. Le etichette da utilizzare, a strappo e adesive, sono state incluse gratuitamente nella lettera di avviso

Bolzano, SISP: trasferimento ambulatori vaccini e patenti
Ott 3@16:45–17:45

Dal 3 ottobre 2022, gli ambulatori del Servizio Igiene e Sanità Pubblica del Comprensorio sanitario di Bolzano (SISP) si trasferiranno nell’edificio principale dell’Ospedale.
Il Comprensorio sanitario di Bolzano informa che da lunedì 3 ottobre 2022 gli ambulatori del Servizio Igiene e Sanità Pubblica (SISP) relativi alle vaccinazioni dell’età evolutiva, dell’infanzia ed età adulta e alle certificazioni e visite mediche patenti, ora ubicati nel tratto C della Nuova Clinica, si trasferiranno nell’edificio principale – 5. piano – area blu (ex reparto di Chirurgia generale).

Per raggiungere più rapidamente i suddetti ambulatori si consiglia di utilizzare l’ingresso dell’edificio principale, accessibile dalla rampa dell’ospedale.

Trentino: scuole dell’infanzia, aperte le iscrizioni per l’inserimento a gennaio 2023
Ott 3@16:50–17:50

Dalle ore 8 di lunedì 3 ottobre e fino alle ore 20 di lunedì 10 ottobre 2022 sono aperte le iscrizioni online alle scuole dell’infanzia per l’inserimento a gennaio 2023 dei bambini nati nei mesi da febbraio ad aprile 2020. Secondo una prima stima, il termine riguarda circa 600 famiglie trentine. L’accesso al modulo di iscrizione online è possibile con Carta d’identità elettronica (Cie), Tessera sanitari/Cps e Spid.

Il sistema di iscrizioni online, sviluppato da Trentino Digitale, garantisce la procedura guidata, grazie alla quale il genitore compila in maniera agevole le sezioni che riguardano i dati anagrafici del bambino, la scelta della scuola, le indicazioni delle priorità di accesso, le richieste dei servizi quali il prolungamento d’orario o l’utilizzo dei trasporti, ai dati anagrafici dei responsabili. La maggior parte dei dati richiesti sono inseriti automaticamente dal sistema, ma è sempre possibile per l’utente modificare tali informazioni.

Grazie all’integrazione dei diversi sistemi informativi della Provincia autonoma di Trento, la fase di iscrizione si conclude con il calcolo in automatico dell’importo dovuto, che tiene conto della situazione ICEF (indicatore della Condizione Economica Familiare) e del numero di figli che frequentano contemporaneamente la scuola dell’infanzia. La somma è riportata nell’avviso di pagamento, che viene inviata alla email segnalata dalla famiglia, con accesso diretto alla piattaforma pagoPA.

Programma appuntamenti Università di Trento
Ott 3@17:00–18:00

Sabato 1 ottobre alle 10
Salute, diritto, futuro – I BioLaw Days si concludono con una tavola rotonda aperta alla cittadinanza. Intervengono Stefano Canestrari (UniBologna), Chiara Ghidini (FBK), Francesca Giardina (UniPisa), Andrea Ziglio (Ordine dei Medici di Trento), Daniel Pedrotti (Ordine degli Infermieri di Trento), Alessandro Quattrone (UniTrento), Loreta Rocchetti (medico). Moderano Enrico Franco (Corriere del Trentino) e Carlo Casonato (UniTrento). Sala conferenze Fondazione Caritro (Trento – Via Calepina, 1).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/112025/

Sabato 1 ottobre alle 20.30
Scienza e società: perché non si capiscono – La Piccionaia porta al Teatro della Meraviglia uno spettacolo tratto da un testo di Massimiano Bucchi. Scienza e società si incontrano e discutono animatamente: perché non si capiscono? C’è davvero una contrapposizione frontale tra scientisti e antiscientisti? O si tratta piuttosto di un gioco delle parti? Con Marta Dalla Via e Stefania Carlesso. Teatro Sanbàpolis (Trento – Via della Malpensada, 88).
Informazioni: https://www.teatrodellameraviglia.it/1-10.html

Lunedì 3 ottobre alle 17
Open Day del master “Saperi in transizione” – La transizione ecologica è un tema di strettissima attualità, un passaggio necessario per costruire un mondo sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale. Servono però competenze, abilità e strumenti adeguati alla complessità delle sfide da affrontare. Il master promosso da UniTrento con gli atenei di Verona e Parma formerà esperti ed esperte di progettazione sociale e ambienti sostenibili. Lunedì 3 ottobre alle 17, l’Open Day su Zoom.
Informazioni: https://socioecologico.com/2022/08/07/saperi-in-transizione-online-open-day-3-ottobre-ore-17/

Martedì 4 ottobre alle 20.30
La Terra fatta dagli umani – Per il Teatro della Meraviglia, una collaborazione fra l’Università di Trento e il Theater Arts del California Institute of Technology (Caltech). Quando gli umani hanno conquistato la terra? Quattro brevi commedie per rispondere a questa domanda. Gli attori e le attrici in scena sono studenti e studentesse dell’Università di Trento. Muse, Palazzo delle Albere (Trento – Via Sanseverino, 43).
Informazioni: https://www.teatrodellameraviglia.it/4-10.html

Mercoledì 5 ottobre alle 14.30
Transizione eco-sociale e pratiche femministe: quale genere di futuro – L’Osservatorio Coesione e Inclusione sociale organizza un convegno sul tema delle disuguaglianze di genere. In collaborazione con il Laboratorio Aperto dei Chiostri di San Pietro di Reggio Emilia e la Scuola Normale Superiore. Palazzo di Sociologia (Trento – Via Verdi, 26).
Informazioni: https://socioecologico.com/2022/08/02/transizione-eco-sociale-e-pratiche-femministe-quale-genere-di-futuro/

Mercoledì 5 ottobre alle 17
Intellectuals in Exile: Challenges and Responses – Il centro Jean Monnet propone una serie di appuntamenti dedicati alla libertà accademica. Comincia Peter Burke con un incontro (in inglese) dedicato agli intellettuali in esilio. Palazzo di Sociologia (Trento – Via Verdi, 26).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/113481/

Mercoledì 5 ottobre alle 20.30
Curious People Night – Doppia Augmented Lecture al Teatro della Meraviglia. Il Laboratorio di Arti Interattive della Facoltà di Arti Drammatiche di Belgrado (Serbia) presenta “Al-Sham – Epilogo”; subito dopo, il Teatro Arenberg di Anversa (Belgio) presenta “Extended Synthesis”. Entrambi gli eventi sono in lingua inglese. Teatro Portland (Trento – Via Papiria, 8).
Informazioni: https://www.teatrodellameraviglia.it/5-10.html

Giovedì 6 e venerdì 7 ottobre alle 10
Giuristi classici di origine ebraica – Il Dipartimento Facoltà di Giurisprudenza dedica un convegno al tema dei giuristi classici di origine ebraica nella scienza giuridica tedesca del XIX e della prima metà del XX secolo. Palazzo di Giurisprudenza (Trento – Via Verdi, 53).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/111889/

Giovedì 6 e venerdì 7 ottobre alle 14.30
Actio. Il ruolo dell’azione nelle discipline della Facoltà delle Arti di Parigi nel XIII secolo – Incontro annuale della “Societas Artistarum”, fondata nel 2012 a Parigi da Olga Weijers et Dragos Calma. Il convegno di Trento studia il concetto di “azione” (actio) e il suo ruolo all’interno delle discipline insegnate alla Facoltà delle Arti di Parigi nel Duecento. Palazzo Prodi (Trento, via Tommaso Gar 14).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/111085/

Giovedì 6 ottobre alle 15 e venerdì 7 alle 9
Persone e confini – Come vengono concepiti, disegnati e presidiati i confini in Europa dopo gli sconvolgimenti della Rivoluzione francese e dell’età napoleonica? Quale ricaduta hanno questi avvenimenti sulla libera circolazione delle persone? Se ne parlerà in una prospettiva interdisciplinare, alla luce degli scritti di Antonio Rosmini. Palazzo Prodi (Trento, via Tommaso Gar 14).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/110853/

Giovedì 6 e venerdì 7 ottobre alle 15.30
Lo statuto come fonte di autonomia nella storia – Convegno organizzato in occasione dei cinquant’anni dal secondo stato di autonomia. Si parte giovedì con la presentazione degli scritti di Diego Quaglioni e si prosegue il giorno successivo. Palazzo di Giurisprudenza, via Verdi 53, Trento.
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/110557/

Giovedì 6 ottobre alle 20.30
Another Curious People Night – Seconda serata in lingua inglese per il Teatro della Meraviglia. L’Arte Urbana Collectif di Sofia (Bulgaria) propone prima un’Augmented Lecture dal titolo “The synthetic man: dream, nightmare, reality?” e poi lo spettacolo “How to become Einstein in one hour?”. Teatro Portland (Trento – Via Papiria, 8).
Informazioni: https://www.teatrodellameraviglia.it/6-10.html

Venerdì 7 ottobre alle 14
La settimana che cambiò il mondo – Cina e Stati Uniti a cinquant’anni dalla storica visita di Nixon. Intervengono Barbara Onnis (Università di Cagliari), Umberto Tulli (Università di Trento), Laura De Giorgi (Università Ca’ Foscari Venezia). BUC Biblioteca Universitaria Centrale (Trento – Via Adalberto Libera, 3).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/113937/

Venerdì 7 ottobre alle 16
Le risorse idriche in prospettiva geostorica – Gestione, sfruttamento e valorizzazione tra pratiche consuetudinarie e termalismo. Se ne parla venerdì a Lettere in un convegno organizzato da Laura Dai Prà. Con Anna Guarducci (Università di Siena) e Vittorio Tigrino (Università del Piemonte Orientale). Palazzo Prodi (Trento, via Tommaso Gar 14).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/113981/

Venerdì 7 ottobre alle 20.30
Serata Biologia – La giornata del Teatro della Meraviglia si apre con l’aprispettacolo del Progetto Apollo. Subito dopo, Michela Denti e Maria Giulia Scarcella sono protagoniste dell’Augmented Lecture “La rivoluzione del RNA”. Supporto drammaturgico e regia di Maura Pettorruso. Teatro Sanbàpolis (Trento – Via della Malpensada, 88).
Informazioni: https://www.teatrodellameraviglia.it/7-10.html

Sabato 8 ottobre alle 20.30
Serata Matematica – L’ultima giornata del Teatro della Meraviglia 2022 è dedicata alla matematica. Sul palco del Teatro Sanbàpolis, Andrea Brunello e Valter Moretti portano “La Fisica e i mondi matematici possibili”. In apertura, Progetto Apollo con 15 minuti di brevi narrazioni. Teatro Sanbàpolis (Trento – Via della Malpensada, 88).
Informazioni: https://www.teatrodellameraviglia.it/8-10.html

Da martedì 11 a giovedì 13 ottobre
La favola tra Oriente e Occidente – Nessun genere letterario è stato più duttile e persistente della favola esopica. I risvolti morali e antropologici, l’empatia con la maschera animale, l’immediatezza dell’espressione ne hanno garantito sopravvivenza e propagazione. Il congresso vuole delineare alcune tappe significative di questo percorso millenario. Palazzo Paolo Prodi (Trento – Via Tommaso Gar, 14).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/111965/

Mercoledì 12 ottobre alle 9
Prevenzione e gestione del sovraindebitamento – Presupposti e procedure: dalla ristrutturazione dei debiti del consumatore alla liquidazione controllata. Palazzo di Giurisprudenza (Trento – Via Verdi, 53).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/114013/

Da mercoledì 12 a sabato 15 ottobre
Lezioni sul metodo storico – L’Hans Schadee Research Methods Center organizza un ciclo di incontri dedicati al metodo storico. Il filo conduttore è l’idea che la riflessione sul metodo storico può essere utile solo se viene proposta dopo l’indagine empirica. Il relatore è Carlo Ginzburg. Palazzo di Sociologia (Trento – Via Verdi, 26).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/113237/

Mercoledì 12 ottobre alle 17
“Di mia libera volontà”: intellettuali in fuga e fascismo – La storia delle centinaia di “vite in movimento” in fuga dal regime fascista si interseca e si sovrappone con la storia della libertà accademica in Europa e nel mondo. Se ne parla nel secondo degli appuntamenti organizzati a Sociologia dal centro Jean Monnet. La relatrice è Patrizia Guarnieri. Palazzo di Sociologia (Trento – Via Verdi, 26).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/113493/

Giovedì 13 e venerdì 14 ottobre
Giornate di studio su Hubert Jedin – L’Arcidiocesi di Trento propone al Museo Diocesano Tridentino due giornate dedicate allo studioso di origine tedesca, autore di una fondamentale Storia del Concilio di Trento. Museo Diocesano Tridentino, Sala degli Arazzi (Trento – Piazza Duomo).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/113969/

Venerdì 14 ottobre alle 17
Visita guidata alla BUC – Un giro di un’ora e mezzo tra gli scaffali e gli archivi della Biblioteca Universitaria Centrale. L’edificio, progettato da Renzo Piano, si trova nel quartiere Le Albere, dove una volta sorgevano gli stabilimenti Michelin. BUC (Trento – Via Adalberto Libera, 3).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/112941/

Altri appuntamenti

Sabato 1 ottobre
L’intervento nel processo amministrativo – Seconda e ultima giornata del convegno organizzato dall’Associazione italiana fra gli studiosi del processo amministrativo. Presiede e coordina Giancarlo Montedoro, consigliere di Stato. Palazzo di Giurisprudenza (via Verdi, 53 – Trento).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/111365/

Mercoledì 5 ottobre dalle 17
Questioni aperte in materia di tabulati telefonici – Nell’ambito del 23° ciclo di incontri “Dialoghi di diritto e procedura penale”, un evento accreditato per la formazione permanente di avvocati e praticanti (2 crediti formativi in materia non obbligatoria per ciascun evento).
Palazzo di Giurisprudenza (Trento – Via Verdi, 53).
Informazioni: https://webmagazine.unitn.it/node/112453/

Da giovedì 6 a sabato 8 ottobre
Beyond Borders. Minoranze germanofone in Italia e nel mondo – Il Dipartimento di Lettere e Filosofia, in collaborazione con il CeASUm – Centro di Alti Studi Umanistici, dedica un seminario internazionale di tre giorni al tema delle piccole lingue di minoranza in Europa. Palazzo Prodi (Trento – Via Tommaso Gar, 14).
Informazioni: https://event.unitn.it/beyond-borders2022/

Segnalazioni

Sabato 1 ottobre
Palazzi Aperti – Dal Concilio all’800
Ultimo giorno per la manifestazione promossa e coordinata dal Comune di Trento. Nel capoluogo, aprono le porte Palazzo Thun, Palazzo Roccabruna e il palazzo di Sociologia. Il Castello del Buonconsiglio e il Museo Diocesano Tridentino propongono percorsi a tema.
Informazioni: https://www.palazziaperti.it/

1-7-8 ottobre 2022
Mostra Trasversale di Level Up
Nell’ambito del programma del Teatro della Meraviglia, una mostra con curiose e sorprendenti installazioni scientifiche a cura di Level Up, giovane startup nata dal Laboratorio di Comunicazione delle Scienze Fisiche dell’Università di Trento. Foyer del Teatro Sanbàpolis (Trento – Via della Malpensada, 88).
Informazioni: https://www.teatrodellameraviglia.it/mostra.html

Fino al 27 novembre
Paesaggi forti. Un nuovo immaginario ecologico per i forti trentini
Un progetto espositivo e di ricerca nato con l’obiettivo di costruire un immaginario territoriale contemporaneo per i forti austro-ungarici della Prima Guerra Mondiale in Trentino, un cantiere di narrazioni alternative basato su una nuova visione ecologica. Cento anni fa la Grande Guerra si è iscritta sul territorio attraverso una serie di impronte e di strutture che hanno modificato profondamente la montagna, per poi essere parzialmente riassorbite dal contesto naturale nel corso del tempo. Paesaggio e architettura perdono ogni distinzione e permettono di leggere il territorio tutto come un insieme di relazioni interconnesse e in costante divenire, riproponendo strutture passate come traiettorie per narrazioni future.
Il progetto è curato dall’architetto Marco Ferrari in collaborazione con un team di studentesse e studenti universitari e giovani professionisti e professioniste coordinato da Alice de Martini di Valle Aperta e Beatrice Pedrotti, con il coordinamento scientifico di Sara Favargiotti dell’Università di Trento.
La mostra è a Trento, nello spazio Le Gallerie di Piedicastello, all’interno della Galleria Bianca. È visitabile dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 18. Ingresso libero.

Argine paravalanghe per messa in sicurezza strada della Val Martello
Ott 3@18:45–19:45

­
L’Ufficio sistemazione bacini montani Ovest ha completato in questi giorni la costruzione dell’argine paravalanghe nella zona soggetta a valanghe “Durraplatt”, in Val Martello.

­
­
Anche a seguito di piccole nevicate, negli ultimi anni nella zona “Durraplatt”, caratterizzata dalle valanghe nella parte interna della Val Martello, si sono verificati seri danni alla strada, riferisce Fabio De Polo, direttore dell’Area funzionale Bacini montani dell’Agenzia per la Protezione civile. Per questo motivo, l’Ufficio sistemazione bacini montani Ovest ha commissionato la costruzione di un argine paravalanghe lungo la statale 2 al chilometro 14 nel Comune di Martello.

L’Ufficio sistemazione bacini montani Ovest ha assunto l’esecuzione dei lavori, afferma il direttore del cantiere, Roland Schweitzer. Con questa struttura è stata aumentata la sicurezza ed è stata garantita l’accessibilità del fondovalle con il centro biathlon e le strutture ricettive anche nel periodo invernale. Durante un sopralluogo, il sindaco del Comune di Martello, Georg Altstätter, ha espresso la propria soddisfazione per l’esecuzione dei lavori.

Il team di costruzione, con il caposquadra, Hansjörg Stricker, ha completato in questi giorni l’argine paravalanghe alto 10 metri e lungo 160 metri. La struttura, che si trova nel Parco Nazionale dello Stelvio, è già stata piantumata e si integra bene con il paesaggio naturale. Il progetto, del valore di 515.000 euro, è stato finanziato dal Dipartimento Infrastrutture e Mobilità.

Nago – Torbole, scuola a suon di musica
Ott 3@18:45–19:45

Il Comune di Nago – Torbole sostiene i progetti musicali presso le scuole primaria e dell’infanzia proposti da Smag, Scuola musicale Alto Garda. A entrare nel dettaglio per spiegare l’iniziativa è la vicesindaca e assessora alla cultura e all’istruzione, Sara Balduzzi. «Prima della Pandemia, nelle scuole venivano proposti progetti musicali, con il supporto di insegnanti esperti. Spesso le esperienze si concludevano con la festa di fine anno scolastico. Ci sono stati dunque due anni di assenza di questo tipo di iniziative e ho ritenuto di attivarmi in tal senso.

L’idea è quella di dare ai giovani l’opportunità di avvicinarsi alla musica, di avere una prima infarinatura per poter poi avere gli elementi per decidere se proseguire nel percorso a partire dalla scuola secondaria. Serviva dunque dare una prima conoscenza degli strumenti e delle basi di questo linguaggio artistico. Mi sono confrontata dapprima con la scuola musicale e poi con l’insegnante di plesso. Un incontro è stato poi avviato anche con le scuole dell’infanzia di Nago e di Torbole.

La risposta del corpo docente è stata particolarmente positiva e dunque si può partire con i progetti. Dunque, alla scuola primaria il progetto sarà proposto alle classi terze: prevede 1 ora di lezione a settimana da ottobre e fino a fine maggio. Alla scuola d’infanzia di Torbole si partirà a ottobre e si terminerà a Natale e alla scuola dell’infanzia di Nago si inizierà a gennaio per proseguire lungo il 2023».

Confindustria Brescia, le attività per la scuola 2022-2023
Ott 3@18:55–19:55

Sono state presentate ieri pomeriggio – nel corso di un evento tenuto al Liceo Guido Carli di Brescia, a cui hanno partecipato oltre 60 dirigenti scolastici e docenti delle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Brescia – le numerose attività rivolte a tutte le istituzioni scolastiche della provincia coordinate dall’Area Education e Capitale Umano di Confindustria Brescia per l’anno scolastico 2022-2023.

Le attività proposte si dividono in:

  • Attività di orientamento scolastico: “A scuola d’impresa”, “Chi scuola lavora”, progetti di PCTO.
  • Corsi per diplomati, in particolare con la promozione dei corsi di Istruzione Tecnica Superiore in partenza tra ottobre e novembre sul territorio bresciano.
  • Progetti ed eventi rivolti alle scuole primarie (“Eureka! Funziona!”) e secondarie di primo grado (“Si può fare e PMI Day”). Per le scuole secondarie di secondo grado, sono invece stati realizzati percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento nelle zone Valtrompia-Lumezzane, Valsabbia Lago di Garda e Vallecamonica. Ad essi si aggiunge la formazione all’autoimprenditorialità, il progetto BEST e l’iniziativa “La tradizione e l’eccellenza bresciana nella lavorazione del metallo”, percorso didattico promosso da Consorzio Ramet.

Nell’incontro – moderato da Laura Galliera, Responsabile Area Education e Capitale Umano di Confindustria Brescia – hanno preso parte Elisa Torchiani (Vice Presidente Confindustria Brescia delegata al Capitale Umano), Giuseppe Bonelli (Dirigente Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia), Fabio Capra (Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Brescia), Clemente Bugatti (Coordinatore Zona Valtrompia-Lumezzane di Confindustria Brescia), Cristina Volpi (Consigliere Piccola Industria Confindustria Brescia), Francesco Veneziani (Vice Presidente Giovani Imprenditori di Confindustria Brescia con delega all’Istruzione e Capitale Umano), Cinzia Pollio (Direttore Generale Fondazione AIB), Antonella Vairano (Dirigente di Camera di Commercio di Brescia), e Brunella Corsaro (Funzionario Consorzio R.A.M.E.T.).

“Anche quest’anno, la varietà della nostra offerta proposta alle scuole testimonia l’impegno attivo e concreto dell’Associazione nell’ambito formativo e della cultura d’impresa – il commento di Elisa Torchiani, Vice Presidente di Confindustria Brescia con delega al Capitale Umano –. Una volontà in linea con quella del nostro mandato di presidenza per il quadriennio 2021-2025, che si pone l’obiettivo di sviluppare progetti per la creazione di competenze a tutti i livelli, nella consapevolezza della centralità che i nostri giovani hanno per il futuro di tutto il sistema bresciano.”

“Il rapporto tra Confindustria Brescia e le istituzioni scolastiche bresciane è ormai consolidato – aggiunge Giuseppe Bonelli, Dirigente Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia –: siamo di fronte opportunità che non sono certamente scontate, grazie alla presenza di una forte presenza imprenditoriale nel nostro territorio. Per la scuola questa è una grande opportunità, costruita sin dal primo ciclo, aspetto che rappresenta l’elemento di originalità del progetto.”

Per tutte le informazioni è possibile fare riferimento alla Segreteria dell’Area Education e Capitale Umano di Confindustria Brescia, chiamando i numeri 030/2292.324 – 311, oppure scrivendo a education@confindustriabrescia.it.

Lavaggio notturno autunnale delle strade cittadine di Trento
Ott 3@21:00–22:00

A partire da lunedì 3 ottobre e fino a venerdì 11 novembre, dal lunedì al giovedì dalle ore 20.15 alle 4, il venerdì dalle 20.15 alle 2.30, Dolomiti Ambiente provvederà alle operazioni di spazzamento e lavaggio notturno delle strade.

Almeno quarantotto ore prima dell’intervento, nelle zone interessate verrà posizionata la segnaletica indicante il divieto di sosta e fermata dalle 19 alle 5 del giorno successivo all’intervento.

La polizia locale ricorda che la segnaletica collocata in via temporanea per imporre prescrizioni, come quelle previste in occasione del lavaggio delle strade, hanno priorità rispetto alla segnaletica esistente e collocata in via permanente. L’invito agli automobilisti è pertanto di fare attenzione alla presenza di segnali temporanei e alle indicazioni riguardanti il giorno e l’ora in cui i divieti entrano in vigore e hanno efficacia.

La sanzione prevista ai sensi dell’articolo 7, commi 1 e 14 del codice della strada è di 41 euro. È possibile il pagamento con la riduzione del 30 per cento (28,70 euro) entro 5 giorni dall’accertamento.

Il calendario completo è disponibile sulle app La mia Trento e Trento pulizia strade ed è pubblicato su www.comune.trento.it.

Trentino: nuovo polo ospedaliero e universitario, ufficializzato l’affidamento al commissario
Ott 3@21:55–22:55

La Giunta provinciale ha incluso il progetto del Nuovo polo ospedaliero e universitario nell’elenco degli interventi da affidare al commissario straordinario, figura individuata da una norma apripista introdotta dall’esecutivo e già attiva in Trentino con l’obiettivo di velocizzare le opere strategiche per lo sviluppo del territorio. Un inserimento, come ha spiegato il presidente della Provincia autonoma di Trento, che segue quanto già annunciato in occasione dell’approvazione della nuova strategia per il polo ospedaliero previsto in via Al Desert nel capoluogo. Com’è noto, ad inizio settimana l’esecutivo ha preso atto della chiusura del procedimento per il Not e ha aggiornato la programmazione, in base alla nuova valutazione che tiene conto dello scenario attuale e futuro: le esigenze successive alla pandemia, il nuovo modello di gestione della sanità territoriale, nonché l’avvenuta costituzione della facoltà di medicina attivata dalle università di Trento e Verona.

La Giunta, come ha precisato il presidente della Provincia, ritiene opportuno, nella logica di accelerazione delle procedure di affidamento e di realizzazione dell’opera, affidare l’intervento alla figura commissariale. Anche per superare il gap temporale che si è creato per effetto dell’esito della precedente procedura di affidamento (conclusasi con l’impossibilità di sottoscrivere il contratto a causa della mancata approvazione del progetto preliminare presentato dalla ditta indicata come soggetto promotore).

Per la realizzazione del Nuovo polo ospedaliero e universitario risulta inoltre necessario coinvolgere una pluralità di soggetti istituzionali (istruzione, sanità, strutture competenti al rilascio dei pareri e via dicendo) per cui, anche sotto tale profilo, appare estremamente opportuno, se non necessario, ricorrere a detta figura per snellire e semplificare i necessari contatti ed assumere le relative decisioni. Fermo restando che la Giunta provinciale conserverà il potere di indirizzo e di programmazione generale dell’intervento, in gran parte ancora da precisare nei suoi contenuti.

Ex Centro don Ziglio di Levico Terme: approvato lo studio di fattibilità
Ott 3@23:45–Ott 4@00:45

Oggi la Giunta provinciale, su proposta dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, ha approvato lo studio di fattibilità relativo alla riqualificazione dell’ex Centro don Ziglio di Levico Terme, per una spesa complessiva stimata di 15 milioni di euro. Si tratta di un passaggio funzionale alla presentazione della domanda di contributo al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibile, nell’ambito del “Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare”- PINQuA, che consente di finanziare non più di due proposte, ciascuna per un importo massimo di 15 milioni di euro.

Il don Ziglio di Levico Terme rientra tra i centri residenziali per disabili finanziati annualmente con le direttive in ambito socio-sanitario.
Il progetto rientra nella linea d’azione rivolta all’individuazione e utilizzo di modelli e strumenti innovativi di gestione, inclusione sociale e welfare urbano in quanto il compendio è collocato in una zona in prossimità del centro di Levico Terme, che ha vissuto una recente urbanizzazione a carattere residenziale, carente di verde pubblico e spazi di aggregazione.
La riqualificazione del complesso, oltre a migliorare gli standard di qualità per gli utenti, valorizza al massimo l’interazione con il contesto circostante consentendo di riqualificare spazi verdi e luoghi di aggregazione per la comunità, che favoriscono l’inclusione degli ospiti con i residenti del territorio. Spazi adeguati e consoni alla tipologia di bisogni e attività svolte, migliorano non solo l’efficacia degli interventi socio-riabilitativi e assistenziali e la qualità di vita degli utenti, ma anche le performance lavorative del personale.

Lo studio di fattibilità, redatto dal Servizio opere civili di Apop – l’Agenzia provinciale per le opere pubbliche, riguarda la ristrutturazione urbanistica, che contempla la conservazione e la riqualificazione energetica di una parte di edificio, e la realizzazione mediante demolizione e ricostruzione di un sistema di corpi edilizi che verranno destinati al “nuovo modello strutturale” dell’area disabilità del Centro Don Ziglio di Levico Terme. Il nuovo edificio ospiterà infatti due macro-gruppi di ospiti: persone con disabilità con autonomie praticamente nulle e persone con buone autonomie, con bisogno assistenziali minimo e maggior bisogno educativo-riabilitativo. Il progetto prevede la realizzazione di spazi a e aree esterne verdi accessibili anche alla popolazione del comune in modo da creare un inclusione sociale e un arricchimento culturale. La progettazione sarà orientata al forte utilizzo di fonti rinnovabili a discapito di quelle convenzionali fossili. L’obiettivo del rispetto del limite di classe “A” sarà raggiunto operando su più livelli: sull’involucro edilizio allo scopo di contenere le dispersioni termiche, sugli impianti, allo scopo di ridurre i consumi energetici (alti rendimenti) e sull’impiego di tecnologie rinnovabili a zero emissioni con lo scopo di abbattere i consumi energetici.

Ott
4
mar
2022
Pattinaggio di figura, Bergamo ospita i Centri di Eccellenza ISU
Ott 4@00:15–23:30

Il 6 e 7 ottobre il club bergamasco, l’unico italiano nella ristretta élite internazionale, ospita gli altri Centri di Eccellenza ISU per una due giorni di lavoro che svilupperà nuove forme di cooperazione nel corso del quadriennio di Milano-Cortina 2026. Previsto il saluto del Presidente del CONI Malagò e del Presidente FISG Andrea Gios al Vice Presidente ISU Benoît Lavoie
Giovedì 6 ottobre, a partire dalle ore 09.30 presso il palaghiaccio Icelab di Bergamo, prenderà il via una importante due giorni di lavori tra i sei Centri di Eccellenza Mondiali ISU del pattinaggio di figura, vale a dire il Detroit Skating Club (USA), l’Eissportzentrum di Oberstdorf (Germania), l’Ice Jar Comprehensive Training Center di Pechino (Cina), lo IWIS International Training Center di Bangkok (Thailandia) e lo Skating School of Switzerland di Champéry (Svizzera).

Icelab, unico impianto tricolore a far parte di questa ristretta élite e confermato per l’intero prossimo ciclo olimpico, accoglierà tutti i rappresentanti dei sei centri internazionali, riuniti per la prima volta in Italia, per un workshop che mira a trovare nuove forme di sviluppo e di cooperazione nel corso del quadriennio che conduce a Milano-Cortina 2026.

Alle ore 11.30 il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, darà il benvenuto al Vice Presidente della International Skating Union, Benoît Lavoie, e ai rappresentanti dei 6 centri di eccellenza. Presenti per questo saluto istituzionale anche il Presidente della FISG, Andrea Gios, l’Assessore allo Sport di Bergamo, Loredana Poli, e il Presidente di CONI Lombardia, Marco Riva.

Seduta Giunta provinciale Bolzano
Ott 4@11:00–12:00

Ogni martedì si riunisce la Giunta provinciale e, al termine della seduta, si tiene una conferenza stampa nella quale vengono presentate le delibere e le decisioni più importanti assunte dall’Esecutivo. La conferenza stampa si svolge in presenza e può essere seguita anche live su YouTube.

Cia Lombardia, Racconti di biodiversità: a Pavia la giornata-evento
Ott 4@13:45–14:45

Un’intera giornata dedicata ai temi della biodiversità presso l’Orto Botanico e l’Università di PaviaRacconti di biodiversità è l’evento organizzato da Casa dell’Agricoltura con Donne in Campo e Cia Pavia, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente e all’Orto Botanico dell’Università di Pavia.

Un primo momento prevederà l’incontro con le scuole primarie con visita guidata all’Orto e alla Banca del Germoplasma e la presentazione del libro “In un seme” (alla presenza dell’autrice Beti Piotto), dedicato a questa fascia di età. Un rapporto, quello con la scuola primaria, che i promotori considerano molto importante.
Un secondo momento sarà invece dedicato al confronto tra docenti, studiosi, agricoltrici e rappresentanti delle associazioni.

La giornata sarà anche l’occasione per ospitare la Festa di Donne in Campo Lombardia, appuntamento che da 15 anni si svolge in ottobre, mese nel quale ricorre la Giornata Mondiale della donna rurale. La festa sarà un momento di incontro, di scambio di esperienze e di riflessione sulle principali questioni che riguardano l’agricoltura e il suo rapporto con il territorio e la società. L’associazione è da sempre impegnata attivamente per l’ambiente e la biodiversità e ha promosso molte iniziative su questi temi (nel 2013 la festa regionale si era tenuta per la prima volta all’Università di Pavia). Quest’anno l’iniziativa è organizzata con la partecipazione di Donne in Campo Piemonte.

PROGRAMMA

Visita guidata: alla scoperta dell’Orto Botanico e del Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente con gli alunni della scuola primaria De Amicis dell’Istituto Comprensivo Scopoli di Pavia
9.30 Visita Guidata alla Banca del Germoplasma
10.30 Visita guidata all’Orto Botanico Con la partecipazione di Beti Piotto, autrice del libro “In un seme”

14.00 Apertura dei lavori e saluti istituzionali

MORENA TORELLI Presidente Associazione Donne in Campo di Cia Lombardia
EMANUELA CERUTI Presidente Associazione Donne in Campo di Cia Piemonte
GIOIA GIBELLI Presidente Associazione Casa dell’Agricoltura
PAOLO MACCAZZOLA Presidente Cia Agricoltori Italiani Lombardia
CARLO EMILIO ZUCCHELLA Presidente Cia Agricoltori Italiani Pavia
GABRIELE CARENINI Presidente Cia Agricoltori Italiani Piemonte

15.00 Interventi
Dott.ssa BETI PIOTTO Accademia Italiana di Scienze Forestali
Biodiversità: facile da dire difficile da spiegare

Dott. NICOLA ARDENGHI Università di Pavia, Curatore dell’Orto Botanico
La storia dell’Orto Botanico di Pavia

Prof. GRAZIANO ROSSI – Direttore del Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente, Università di Pavia
Dott. FRANCESCO FERRARI – Referente della Banca del Germoplasma Vegetale dell’Università di Pavia
Le banche dei semi: patrimonio di biodiversità

Acquaprofonda: un’opera civica di teatro musicale
Ott 4@15:30–16:30

Si terrà martedì 4 ottobre alle ore 15.30 presso la sede della Fondazione Caritro di Trento la presentazione e l’apertura del percorso “Acquaprofonda”, progetto che si è aggiudicato il bando Caritro “Reti Scuola-Territorio 2022”. Acquaprofonda nasce dalla collaborazione fra l’associazione H2O+, il Centro Servizi Culturali Santa Chiara, Fondazione Haydn di Bolzano e Trento, gli Istituti Comprensivi Trento 6 e Pergine 2 e Iprase, in un’ottica di collaborazione e crescita civica del giovane pubblico.
L’evento potrà essere seguito anche online sulla piattaforma e-learning di Iprase.

“Acquaprofonda” è un’opera contemporanea per ragazzi e ragazze (Produzione Teatro Sociale di Como – Aslico, in coproduzione con il Teatro dell’Opera di Roma) che ritrae in modo unico uno dei temi più rilevanti del nostro tempo: l’inquinamento delle acque. Questo progetto rientra in Opera Domani, il format di opera lirica partecipativa partendo dalla consapevolezza dell’importanza che le esperienze culturali hanno sui ragazzi durante i loro anni di sviluppo e dalla convinzione che un pubblico ben informato si traduca in cittadini ben informati. Si tratta di un percorso interdisciplinare e inclusivo che, attraverso la musica e il teatro, affronta in modo attivo e partecipato problematiche del nostro tempo quali la salvaguardia dell’ambiente e la sostenibilità ambientale, ponendo attenzione sul nostro vivere quotidiano e sulla responsabilità delle nostre azioni. Accompagnati attraverso un percorso dedicato, gli studenti delle classi coinvolte si preparano ad essere protagonisti attivi dello spettacolo e cittadini consapevoli per la tutela e la salvaguardia delle nostre acque.
Gli obiettivi sono quelli di sensibilizzare le classi e gli/le insegnanti attraverso un percorso attivo che possa far “toccare” concretamente gli aspetti più insidiosi dell’inquinamento ambientale, avvicinare bambini/ragazzi/insegnanti all’opera e allo spettacolo dal vivo, veicolare gli obiettivi e target dell’Agenda 2030 dell’ONU.

Informazioni e iscrizioni al link: https://www.iprase.tn.it/formazione/dettaglio-iniziative?corsoId=26001

Brentonico, variazione di Bilancio: fondi per Protezione civile e siccità
Ott 4@15:45–16:45

Durante l’ultima seduta, il consiglio comunale di Brentonico ha approvato – coi voti favorevoli della maggioranza e l’astensione delle minoranze – una variazione al bilancio di previsione 2022-2024 e la variazione al Documento Unico di Programmazione 2022-2024. Tra i vari punti contenuti nell’ampio provvedimento, due riguardano in particolare il lavoro del Corpo dei vigili del fuoco volontari: per la spesa in parte corrente sono stati stanziati 90 mila euro per finanziare il trasporto dell’acqua potabile, con autobotti, presso i serbatoi comunali a causa del perdurare dell’emergenza idrica che ha messo in sofferenza le sorgenti; per la parte in contro capitale si è previsto il maggiore stanziamento pari a 30.000 euro per integrare i lavori della realizzazione del polo di protezione civile.

L’assessore comunale con delega a Protezione civile e sicurezza, Mauro Mazzurana, spiega: «I lavori al polo della protezione civile sono già previsti da anni ma è chiaro che la loro realizzazione era messa in crisi dal generalizzato aumento di tutte le materie prime. Quanto al trasporto acqua, va anzitutto detto che la situazione purtroppo non si è ancora normalizzata e che il rifornimento dei serbatoi con autobotti prosegue anche in questi giorni.

Soprattutto nei mesi più critici di questa estate, l’intervento dei Vigili del fuoco volontari è stato fondamentale: non solo ha garantito il costante approvvigionamento di acqua a tutte le utenze, ma ha anche consentito un risparmio per le casse comunali. Se un tale servizio fosse stato interamente affidato a privati, infatti, l’esborso sarebbe stato maggiore.

Anche oggi è solo è solo grazie all’impegno dei vigili di Brentonico e Mori, nonché dei dipendenti comunali, che i disagi sono stati minimi per la popolazione. Inoltre la situazione emergenziale permane, per la ridotta capacità delle sorgenti del nostro territorio, e quindi si raccomanda una gestione più accurata dell’acqua da parte di tutti».

Di seguito i dati del lavoro dei pompieri volontari, dal 30 agosto al 25 settembre.

Per la località Lera si sono contati 210 viaggi verso i serbatoi; di questi 35 sono stati effettuati dal Corpo di Mori; 630 ore uomo di lavoro/volontariato; 4mila km percorsi coi camion; 2 milioni e 100mila litri portati.

La Polsa è stata servita da operatori privati coadiuvati dall’assistenza degli stessi pompieri volontari. Sono serviti 60 viaggi per 1 milione 980mila litri e 320 ore-uomo.

I dati sono parziali perché in costante divenire e perché l’emergenza idrica è iniziata già a metà luglio.

Lombardia, seduta di Consiglio regionale
Ott 4@16:00–17:00

Seduta dedicata agli atti di indirizzo quella convocata dal Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi per martedì 4 ottobre alle ore 10

All’inizio dei lavori l’Assemblea sarà chiamata a prendere atto delle dimissioni di Riccardo De Corato dalla carica di Consigliere regionale, con il conseguente subentro di Franco Lucente nel gruppo Fratelli d’Italia.
A seguire sarà discussa la mozione di censura all’Assessore regionale alla Sicurezza Romano La Russa “per un atto di celebrazione del fascismo, ai sensi dell’articolo 29 dello Statuto e dell’articolo 127 del Regolamento generale”, che ha come primo firmatario il capogruppo del PD Fabio Pizzul e che è stata sottoscritta da numerosi esponenti di tutti i gruppi di minoranza.

L’ordine del giorno prevede quindi lo svolgimento del “question time” con interrogazioni e interpellanze a risposta immediata.

Il Consiglio regionale sarà poi chiamato a discutere e votare la proposta di Risoluzione che introduce nuove misure di sostegno a favore della conciliazione famiglia/lavoro e della tutela della maternità (relatrice Silvia Scurati, Lega)

La seduta proseguirà con l’esame di sette mozioni sui seguenti temi: sostegno al credito cooperativo (primo firmatario Presidente Alessandro Fermi con gli altri componenti dell’Ufficio di Presidenza); sostegno al commercio ambulante e interventi strutturali a tutela della categoria (primo firmatario Luigi Piccirillo, Gruppo Misto); rafforzamento del ruolo di ricerca e innovazione all’interno delle strutture regionali, per una Lombardia all’avanguardia sui temi strategici (prima firmataria Elisabetta Strada, Lombardi Civici Europeisti); potenziamento delle funzioni dell’Agenzia di controllo del Servizio sociosanitario lombardo e interventi partecipativi all’attività di controllo e verifica nell’ambito del SSSR (primo firmatario Marco Fumagalli, Movimento 5 Stelle); richiesta di sospensione del divieto di accesso nell’Area B del Comune di Milano delle auto diesel Euro 5 e rinvio delle limitazioni per i diesel Euro 4 (primo firmatario Roberto Anelli, Lega); fondi a copertura degli oneri derivanti dalla protezione e tutela dei minori (prima firmataria Antonella Forattini, PD); revisione del masterplan “Malpensa 2035” e istituzione di un SIC/ZPS nell’area a sud dell’aeroporto di Malpensa denominata Brughiera del Gaggio (primo firmatario Roberto Cenci, Movimento 5 Stelle).

Prevista infine la nomina del revisore dell’Ambito Territoriale di Caccia n°2 di Cremona, in sostituzione di rinunciatario.

Trentino, programma appuntamenti Mart
Ott 4@16:45–17:45

Da ottobre a marzo tornano le prime domeniche del mese gratuite! Ingresso libero al Mart e alla Casa d’Arte Futurista Depero a Rovereto, a Palazzo delle Albere e alla Galleria Civica a Trento.

Sabato 8 ottobre Giornata del Contemporaneo: ingresso gratuito a tutte le mostre, a Rovereto e a Trento. Inoltre al Mart laboratori, visite, proiezioni.

Sabato 22 ottobre Notte Blu a Rovereto: ingresso gratuito dalle 18 alle 22 alla Casa Depero e alla mostra La forza del vero. I Pittori moderni della realtà al Mart.

EVENTI
2 ottobre
Mart Open Day
dalle ore 10 alle 18 – Mart Rovereto, Casa Depero, Galleria Civica di Trento, Palazzo delle Albere
In occasione della domenica gratuita al museo il Mart propone visite guidate, laboratori per famiglie e una giornata di festa in cui gli studenti della Scuola Musicale di Rovereto.
Vuoi scoprire il programma completo? Clicca qui!

8 ottobre
Giornata del Contemporaneo
dalle ore 10 – Mart Rovereto
Per la Diciottesima Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, oltre all’ingresso libero per visitare le mostre del Mart, della Casa d’Arte Futurista Depero, della Galleria Civica di Trento e di Palazzo delle Albere, il Mart organizza un ricco programma di appuntamenti gratuiti tra cui laboratori, visite guidate e proiezioni:
ore 9-13: workshop È sostenibile? per le scuole medie di secondo grado
ore 10-18: proiezione dell’intervista a Carlo Petrini e première del film The Cute and the Useful di The Cool Couple
ore 18: Talk con gli artisti The Cool Couple (Simone Santilli e Niccolò Benetton), Marta Bianchi e Marta Cereda, presidente e curatrice di Careof.
Scopri il programma completo

11 ottobre
Alla ricerca delle nostre origini
ore 18 – Mart Rovereto, Sala conferenze
Presentazione del libro Alle origini della Guarigione: Sciamanesimo e Neuroteologia interverrà l’autore, l’antropologo David Bellatalla, accompagnato da musica live a cura di Luciano Bosi, Patrizio Ligabue, Elisa Cattani. Evento organizzato da MONTURA in collaborazione con Oriente Occidente.
Ingresso libero con prenotazione obbligatoria all’indirizzo biglietteria@orienteoccidente.it
Scopri di più

22 ottobre
Notte Blu a Rovereto
dalle 18 alle 22 – Mart Rovereto e Casa Depero
Torna l’appuntamento con la Notte Blu: in occasione dell’anniversario delle Nazioni Unite la città di Rovereto e i suoi musei si accendono di blu per una notte straordinaria. Al Mart ingresso gratuito dalle 18 alle 22 alla mostra La forza del vero. I Pittori moderni della realtà con una speciale visita guidata alle 21. Anche alla Casa d’Arte Futurista Depero ingresso gratuito dalle 18 alle 22 e speciale visita guidata alle 19.
Partecipazione gratuita alle visite con prenotazione consigliata fino a esaurimento posti: education@mart.tn.it
Scopri di più

MEMBERSHIP
4 ottobre
Slow Art 1
Mart Rovereto
Prenotazioni entro il 4 ottobre

12 ottobre, ore 16.30
Visita alla mostra La forza del vero. I Pittori moderni della realtà.
Mart Rovereto
Prenotazioni entro il 10 ottobre

18 ottobre
Slow art 2. Confronto riguardo l’esperienza Slow Art
Mart Rovereto e online

28 ottobre
Visita preview alla mostra Achille Funi (1890-1972). Il volto, il mito
Mart Rovereto
Prenotazioni entro il 26 ottobre

29 ottobre
Visita preview alla mostra Adelchi Riccardo Mantovani
Mart Rovereto
Prenotazioni entro il 27 ottobre

Tutti gli eventi sono riservati ai possessori della Membership Card.
Info e prenotazioni: T 0464 454169 membership@mart.tn.it

Pomaria on the road
Ott 4@16:55–17:55

POMARIA ON THE ROAD: tra 10 giorni esatti andrà in scena l’attesissima rassegna che celebra la mela, l’autunno e i suoi prodotti.

Due settimane di attività ed esperienze direttamente nelle aziende socie della Strada della Mela e dei Sapori, che animeranno anche quest’anno le Valli del Noce per immergersi tra colori, sapori e profumi autunnali.

La rassegna si chiuderà con la grande festa di Pomaria, che dopo due anni di pausa ritorna, più bella che mai, ad animare il borgo di Casez il 15 e il 16 ottobre.

Festival dell’Economia Di Trento: in un podcast le voci dei protagonisti dell’edizione 2022
Ott 4@17:05–18:05

Quattordici puntate, due episodi a settimana, 7 settimane di programmazione, più di 25 voci coinvolte, 600 minuti di registrazione: sono alcuni dei numeri che caratterizzano la produzione del podcast “Le grandi voci del Festival dell’Economia”, un progetto inedito nato dalla collaborazione tra i media del Gruppo 24 ORE, organizzatore per la prima volta dell’appuntamento trentino che ha fatto registrare un grande successo con 228 eventi in programma e 600 relatori nell’edizione 2022.
La serie podcast è costituita da una selezione degli interventi relativi ai grandi temi di attualità toccati dal Festival: un’occasione per ascoltare, o riascoltare, le riflessioni di premi Nobel, economisti, accademici, politici sugli equilibri internazionali, le sfide dell’economia, i percorsi dell’innovazione, la transizione energetica, il nuovo senso della leadership, lo sviluppo sostenibile e la valorizzazione dei talenti superando il gender gap.

“Il Mondo che verrà”, “L’uomo nuovo tra mondo digitale e neuroscienza”, “Il rischio recessione per l’economia mondiale”, “Management, leadership e felicità” sono alcuni dei titoli delle puntate del podcast che coinvolgono Premi Nobel come Giorgio Parisi, Edmund Phelps, Mohammed Yunus, accademici come Arthur Brooks, Luciano Floridi, Natalino Irti, Paola Severino, Giulio Tremonti, imprenditori e manager come Diana Bracco, Emma Marcegaglia, Antonio Patuelli, Gianfelice Rocca, Paolo Scaroni, diplomatici come Giampiero Massolo ed ex premier come Massimo D’Alema e Romano Prodi.

A inaugurare la serie, on line da mercoledì 28 settembre sul sito del Sole 24 Ore, di Radio 24 e sulle principali piattaforme audio, i primi due episodi: “Le voci del Festival” con Fabio Tamburini, Direttore Il Sole 24 Ore, Radio 24 e Radiocor, Presidente del Comitato Scientifico Editoriale, Maurizio Fugatti, Presidente Provincia di Trento e Franco Ianeselli, Sindaco di Trento, Edoardo Garrone e Mirja Cartia d’Asero, rispettivamente Presidente e Amministratrice Delegata del Gruppo 24 ORE; e “Il mondo che verrà” con Natalino Irti, Università di Roma ‘La Sapienza’ e accademico dei Lincei, e Giorgio Parisi, Premio Nobel per la Fisica 2021.

Il progetto “Le grandi voci del Festival dell’Economia”, che inaugura una nuova linea di produzioni podcast a firma Gruppo 24 ORE, prepara l’appuntamento con la 18esima edizione del Festival, in programma dal 25 al 28 maggio 2023 e che avrà come tema “Il futuro del Futuro. Le sfide di un modo nuovo”. L’organizzazione sarà sempre curata dal Gruppo 24 ORE e da Trentino Marketing per conto delle istituzioni trentine.

Ascolta il podcast online su https://www.radio24.ilsole24ore.com/podcast-originali

Assemblea Generale 2022 Sessione Pubblica di Confindustria Brescia
Ott 4@17:30–18:30

Si terrà martedì 4 ottobre alle ore 17.30 (con accredito dalle ore 17.00) – l’Assemblea Generale 2022 Sessione Pubblica di Confindustria Brescia, intitolata “Il senso del tempo”. L’evento – inserito all’interno della manifestazione Futura Expo – si terrà al Palaleonessa di Brescia (via Caprera 5).

All’appuntamento, moderato dal giornalista Nicola Porro, interverranno Franco Gussalli Beretta (Presidente Confindustria Brescia), Stefano Barrese (Responsabile Divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo), Luigi Ksawery Lucà (CEO/Managing Director Toyota Motor Italia) e Luca Sra (President Truck Business Unit IVECO Group).

Il tema scelto per l’evento vuole rappresentare, in particolare, l’appello di Confindustria Brescia al mondo imprenditoriale e istituzionale per la costruzione di un sistema territoriale effettivamente favorevole al fare impresa e attento alla sostenibilità in tutti i suoi aspetti.

Tra gli argomenti che verranno affrontati nel corso dei lavori spiccano l’attualità nazionale, vista anche la vicinanza con le Elezioni Politiche 2022, le dinamiche geopolitiche ed economiche internazionali, il sogno green e l’impatto sul mondo manifatturiero, la visione industriale e le preoccupazioni sugli obiettivi futuri, oltre a un focus specifico su Automotive e Fit for 55.

Informazioni e iscrizioni sono disponibili sul sito www.confindustriabrescia.it, in homepage.

Trentino: al Teatro San Marco torna il Cineforum, programma eventi
Ott 4@17:30–18:30

Le due proiezioni di martedì 20 settembre proposte in collaborazione con Religion Today Film Festival, hanno come da tradizione aperto la nuova stagione di cinema al Teatro San Marco.
A partire dal 4 ottobre torna il Cineforum: 23 i titoli in cartellone, proposti ogni martedì in un doppio appuntamento, quello pomeridiano alle 17.30 con doppiaggio italiano e quello serale alle 20.45 in lingua originale con sottotitoli in italiano (la lingua di proiezione può variare in base all’effettiva disponibilità).

 

Si parte con Akeji, le souffle de la montagne, pellicola presentata all’ultimo Trento Film Festival, dove ha conquistato la Genziana d’Argento come Miglior Contributo Tecnico-Artistico.

Si prosegue poi ritrovando le tante proporte suddivise nelle varie sezione che caratterizzano il Cineforum. Ci sono le sezioni ricorrenti (Sguardi Femminili, Omaggi, il cinema d’animazione), le nuove sezioni dell’edizione di quest’anno (Viaggio in Oriente e Shakespeare On Screen) e le collaborazioni (Trieste Film Festival, Pace per Gerusalemme, Luca Coscioni).

Velluto bluTrono di sangue di Akira Kurosawa e Romeo+Juliet del visionario regista Baz Luhrmann sono solo alcuni dei titoli più celebri in calendario, poi ci sono come sempre le perle rare o le produzioni dimenticate che il Cineforum riscopre e ripropone agli appassionati. E poi c’è l’Otello di Orson Welles, un vero e proprio evento speciale: una proiezione in pellicola da una copia 35mm fornita dalla Cineteca di Bologna.

Immancabile torna anche quest’anno il Cineconcerto: nella data prenatalizia del 20 dicembre vengono proposti due film muti musicati dal vivo dal gruppo Radio Days.

A chiudere il programma sarà un film della rassegna Avvicinamenti, proposto dal Trento Film Festival.

 

Per scoprire il programma completo clicca qui

 

Informazioni

Tutti i film sono proiettati il martedì alle 17.30 e alle 20.45 al Teatro San Marco di Trento (via San Bernardino, 8)

Prima di ogni proiezione ci sarà una breve introduzione, curata dal Circolo del cinema San Marco. Al termine del film seguirà una breve discussione, perchè il cineforum diventi anche occasione di dialogo, riflessione e confronto.

Abbonamenti e biglietti

Gli abbonamenti sono in vendita online, oppure al botteghino del Teatro San Marco. Sono disponibili questi abbonamenti:

  • Intero (24 date) – 55 euro
  • Ridotto studenti (24 date) – 35 euro
  • Sostenitore (24 date) – 80 euro

L’abbonamento “studenti” è riservato a

  • chi frequenta le scuole superiori;
  • iscritti e iscritte all’università con badge di riconoscimento.

L’abbonamento sostenitore/sostenitrice è dedicato a chi ama il cinema e vuole sostenere due realtà indipendenti come il Circolo del cinema “San Marco” e il Teatro San Marco.

È possibile assistere a singole proiezioni senza essere abbonati. Il costo del biglietto è di 5 euro e lo si può acquistare presso la cassa del Teatro San Marco da 15 minuti prima dell’inizio della proiezione. Non occorre prenotazione.

Il Cineforum

Il cineforum è organizzato dal Circolo del cinema “San Marco”, in collaborazione con l’associazione Il teatro delle quisquilie.
Coordinatore del Cineforum Miro Forti.
Collaboratori Stefano CòChiara ContKatia MalatestaSimone Semprini, Augusto Marsigliante, Luigi Pepe.
Direttore del Teatro San Marco Massimo Lazzeri.

Rovereto, Take your time: Volontariato e lavoro in EU
Ott 4@18:15–19:15

Investire un anno per lavorare, viaggiare, formarsi è possibile. Take your time è la rassegna di eventi che dimostrerà come si possa fare attraverso il volontariato, la cooperazione e il servizio civile all’estero. Si tratta del secondo ciclo di aperitivi informativi organizzati in rete da Civico 13, Lo sportello dei giovani in Trentino, Rovereto Giovani, Cooperativa sociale Smart e Urla Associazione universitari Rovereto. Mentre il primo ciclo primaverile si è concentrato sul tema del lavoro, questo ha l’obiettivo di presentare le opportunità rivolte a giovani dai 18 ai 30 anni che sono interessati a investire un anno all’interno di progetti di mobilità internazionale, formazione, lavoro all’estero e in Italia.

Il ciclo si compone di due incontri in cui interverranno esperti e giovani che porteranno le loro storie ed esperienze dirette. Verranno approfondite diverse opportunità di volontariato e lavoro in Europa, modalità di accesso a contributi per viaggiare e partecipare a progetti di cittadinanza europea, scambi internazionali, tirocini e servizio civile.

Il primo appuntamento è previsto per martedì 4 ottobre alle ore 18 presso il Centro Giovani Smart Lab, in collaborazione con Eures e Civico13/Punto Locale Eurodesk si parlerà di lavoro e volontariato all’estero. Questo momento è inserito nella campagna nazionale ed europea di Eurodesk denominata Time to Move.

Nel secondo appuntamento, in programma per martedì 18 ottobre alle 18.00 presso il Centro Giovani Smart Lab, si parlerà nello specifico del Servizio Civile Universale Provinciale assieme all’Ufficio SCUP della Provincia Autonoma di Trento.

Clausura del CdA dell’Azienda di Soggiorno di Bolzano
Ott 4@18:45–19:45

L’Azienda di Soggiorno di Bolzano è un’istituzione centrale per la città e, prima di tutto, una squadra. Un team che ha voglia di collaborare e aiutarsi per crescere e migliorare. Uno spirito che ha trovato concretizzazione nella clausura che il cda ha organizzato a San Genesio. In questa occasione è stato invitato come ospite lo straordinario campione di slittino Armin Zöggeler.

“UNO SPORTIVO ESEMPLARE”

Una personalità straordinaria – le parole del presidente Roland Buratti – capace di calarsi in qualsiasi contesto con grande empatia e preparazione. In questo caso, per esempio, ci ha illustrato il suo percorso psicofisico nella costante ricerca della massima motivazione. Non solo, ci ha raccontato di alcune tecniche che utilizza per focalizzare e raggiungere gli obiettivi: da quelli quotidiani ai massimi traguardi olimpici del passato. Particolarmente utili anche i consigli per il mantenimento del più alto grado di concentrazione in tutto quello che si fa. Ancora una volta abbiamo avuto la dimostrazione empirica di quanto lo sport sia, in realtà, una straordinaria palestra di vita e possa aiutare nella costruzione di un team affiatato e motivato”.

DELINEATO IL FUTURO DELL’AZIENDA

Le fasi più tecniche della clausura, invece, sono state dedicate a riflessioni e confronti sull’organizzazione dell’Azienda di Soggiorno e sulla definizione degli obiettivi strategici da porsi e raggiungere. “Tutto contraddistinto da una grande voglia di futuro e unità di intenti per l’Azienda, per il turismo sul territorio e per la nostra splendida città” chiude Buratti.

Arco, “Come on, let’s start!”
Ott 4@20:30–21:30

La biblioteca civica «Bruno Emmert» propone, ogni martedì a partire dal 4 ottobre, «Come on, let’s start!», ciclo di incontri di conversazione in inglese per adulti condotte da Francesco Neri. La conversazione, in biblioteca con inizio alle 20.30, sarà organizzata come una chiacchierata informale tra i partecipanti, prendendo spunto da fatti d’attualità, ricorrenze e proiezioni video.

È richiesto un livello base di conoscenza della lingua e la conversazione sarà adattata al livello di tutto il gruppo.

La prenotazione è consigliata, non obbligatoria, chiamando il numero 0464 516115 o scrivendo all’indirizzo biblioteca@comune.arco.tn.it.

Alto Adige, Comuni con esigenze abitative
Ott 4@23:00–Ott 5@00:00

­
In 21 Comuni dell’Alto Adige c’è carenza di alloggi. Sulla base dei dati elaborati dall’Osservatorio del Mercato immobiliare, la Giunta ha predisposto un elenco dei Comuni con problemi abitativi.

­
­
I Comuni con esigenze abitative in futuro, ai sensi della legge provinciale n. 3/2014 che istituisce l’Imposta Municipale Immobiliare (IMI), verranno tassati con un’aliquota più alta. L’elenco approvato dal Giunta provinciale oggi (27 settembre) comprende 21 Comuni altoatesini. Di questo elenco fanno parte Bolzano, le città di Merano, Bressanone, Laives e Vipiteno, i tre Comuni della Val Gardena, Selva, Ortisei e Santa Cristina, i Comuni di Badia e Corvara, nonché Marebbe,Terlano, Appiano, Ora e Caldaro. Gli altri Comuni sono Scena, Lana, Marlengo e Tirolo, Sesto in Val Pusteria e Varna (esclusa la frazione di Scaleres) in Valle Isarco. Secondo la legge provinciale, l’elenco deve essere approvato entro il 30 giugno di ogni anno. Gli effetti della classificazione decorrono dal 1° gennaio dell’anno successivo.

“Per ovviare alla carenza di alloggi, con le recenti modifiche alla legge sull’IMI abbiamo previsto una tassazione dell’aliquota più alta per gli immobili che rimangono sfitti a lungo termine, i terreni edificabili permanentemente inutilizzati e i cantieri perenni così da favorire la disponibilità di alloggi per la popolazione residente” dichiara il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, facendo presente che coloro che lasciano i loro immobili inutilizzati, daranno un contributo indiretto di solidarietà alla collettività attraverso una maggiore contribuzione in termini di tasse.

21 Comuni con esigenze abitative

La Giunta provinciale nello stilare l’elenco dei Comuni con esigenze abitative, si è basata sui dati forniti dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare che individua come valore idoneo il valore minimo di locazione in euro per metro quadro. Secondo la stessa Banca dati i Comuni con esigenze abitative sono quelli i cui prezzi minimi di locazione superano di almeno il 20% il prezzo medio d’affitto a livello nazionale.

Aumento della tassa sull’aliquota nel 2023

I Comuni con esigenze abitative, ossia quelli con maggiore carenza di alloggi, avranno una maggiore tassazione degli appartamenti sfitti. In questi Comuni si deve applicare un’aliquota maggiorata del 2,5%, fino a un massimo del 3,5% a discrezione dei Comuni. Lo stesso aumento dell’aliquota del 2,5%, con la possibilità di un aumento da parte del Comune al 3,5%, vale anche per i terreni edificabili. È previsto un periodo transitorio di 36 mesi dall’approvazione di eventuali strumenti urbanistici necessari o dalla prima applicazione a partire dal 1° gennaio 2026, ad eccezione dei terreni edificabili con valore di mercato fino a 100.000 euro, che possono essere aumentati dal Comune fino a 700.000 euro.

Nei Comuni con esigenze abitative l’aliquota ordinaria sulle abitazioni affittate, che attualmente è dello 0,76% nella maggior parte dei Comuni, sarà ridotta dello 0,1%. I singoli Comuni possono ridurre ulteriormente tale aliquota. Inoltre, è previsto che gli stessi Comuni che percepiscono redditi da canoni di locazione beneficino della riduzione dell’imposta sul reddito come previsto dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE).

A partire dal 2023 nei Comuni non soggetti a esigenza abitativa l’aliquota per abitazioni affittate deve comunque ridotta di almeno lo 0,2% rispetto all’aliquota ordinaria.

Ott
5
mer
2022
Cardano, inaugurazione ufficiale del nuovo Laboratorio geotecnico
Ott 5@10:10–11:10

­
Il nuovo Laboratorio geotecnico dell’Ufficio geologia e prove materiali, verrà inaugurato ufficialmente il 5 ottobre dall’assessore provinciale Massimo Bessone.

­
­
I lavori di costruzione del nuovo Laboratorio geotecnico dell’Ufficio geologia e prove materiali, che ha sede a Cardano, si sono conclusi. Il nuovo Laboratorio è il primo in Alto Adige che rispetta i parametri dell’Agenzia CasaClima e nell’ambito della sua attività garantisce qualità, sicurezza e soluzioni. L’Ufficio geologia e prove materiali, che fa capo al Dipartimento edilizia pubblica, da anni esegue analisi sui materiali per il settore stradale. Il direttore dell’Ufficio geologia e prove materiali, Volkmar Mair, durante la visita inaugurale illustrerà alcuni esperimenti concreti per garantire la sicurezza, ma anche la sostenibilità delle infrastrutture dell’Alto Adige. Oltre al riciclo dei materiali da costruzione verranno eseguite anche prove finalizzate a verificare la qualità dei materiali impiegati nella realizzazione delle strutture, principalmente calcestruzzi e acciai.

L’inaugurazione ufficiale del nuovo Laboratorio, alla quale prenderanno parte l’assessore all’Edilizia pubblica e Patrimonio, Massimo Bessone, e il sindaco del Comune di Cornedo all’Isarco, Albin Kofler, avrà luogo:

mercoledì 5 ottobre 2022,

alle ore 10.00,

presso l’Ufficio geologia e prove materiali,

via Val d’Ega 48, a Cardano.

ATS Bergamo, dottoressa Genini a Fara Gera d’Adda
Ott 5@14:35–15:35

A partire dal 1° ottobre, contestualmente alla cessazione dal servizio del dottor Massimo Faconti, la dottoressa Francesca Genini inizierà l’attività di sostituto nell’ambito di Fara Gera d’Adda, Distretto Bassa Occidentale.

Classe 1993, Laurea in Medicina presso l’Università degli studi di Milano nel 2019, ha già svolto l’attività di sostituto Medico di Assistenza Primaria nei Comuni di Trezzo sull’Adda, Treviglio e Colico.

Appassionata degli ambienti naturali e della montagna, particolarmente interessata alla Medicina d’Urgenza, ama il contatto diretto col paziente e il prendersi cura della persona, anche dal punto di vista umano.

“Prestare servizio ed occuparmi dei miei assistiti è esattamente ciò che ho sempre voluto fare, seguire il territorio nel mio ambito è motivo di grande orgoglio. La conoscenza del contesto della Bassa Occidentale mi consentirà di svolgere la mia attività al meglio, agevolandomi anche nelle visite domiciliari”

La professionista si appresta con entusiasmo a garantire l’accesso ai servizi sanitari ai suoi assistiti, tramite lo Studio Medico sito in Fara Gera d’Adda.

Trentino, Spazio Argento: estensione del modulo a tutto il territorio provinciale
Ott 5@16:55–17:55

Sarà esteso a tutto il territorio provinciale il modulo “Spazio Argento”, dopo l’avvio sperimentale nei tre territori della Valle dell’Adige, delle Comunità delle Giudicarie e del Primiero; lo ha disposto oggi la Giunta provinciale, secondo le indicazioni dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia.
Le Linee di indirizzo, come spiega l’assessore provinciale, sono state predisposte sulla base dell’attività di monitoraggio e di valutazione della Fondazione Demarchi, ente incaricato dell’attività di monitoraggio e di supporto ai territori nel corso della sperimentazione, e a seguito di un percorso partecipato che ha visto il coinvolgimento di rappresentanti di diversi soggetti esperti in materia di Welfare Anziani, quali Azienda Sanitaria, Servizi Sociali territoriali, Unione Provinciale Istituzioni Per l’Assistenza, Federazione Trentina della Cooperazione, Federazione Nazionale Pensionati FNP CISL, Sindacato Pensionati Italiani /Cgil del Trentino, UIL Pensionati del Trentino, nonché alcuni organi collegiali con funzioni consultive e propositive quali il Comitato per la Programmazione Sociale e le Consulte provinciali per la Salute e delle Politiche Sociali. Gli esiti della sperimentazione, aggiunge l’assessore, hanno evidenziato i numerosi punti di forza nonché gli aspetti sui quali porre particolare attenzione e di cui si è tenuto conto nella predisposizione delle linee di indirizzo.
Gli enti locali territoriali hanno espresso soddisfazione per questa iniziativa che punta a rispondere in modo innovativo e flessibile ai bisogni degli anziani, dei caregiver e delle loro famiglie. Dall’esercizio finanziario 2023 l’esecutivo ha messo in campo complessivi 2.138.500 euro annui.

In base alle Linee di indirizzo oggi approvate, gli enti locali istituiranno fra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2022 le 6 Cabine di Regia Territoriali afferenti a sei raggruppamenti individuati nell’ambito dei tre distretti sanitari e, salvo gli enti locali che hanno già provveduto in sede di sperimentazione, realizzeranno l’analisi di contesto, la mappatura dei bisogni e della rete degli stakeholders coinvolti nel welfare anziani, identificheranno il personale da includere nell’Équipe Spazio Argento.. Tutti gli enti locali coinvolti dovranno elaborare un progetto comprensivo sia degli obiettivi ritenuti prioritari, sia delle azioni finalizzate al loro raggiungimento e saranno supportati dalla Fondazione Demarchi.

Si è inoltre stabilito di favorire con un incentivo economico le Comunità appartenenti allo medesimo raggruppamento che si associano per la gestione condivisa di Spazio Argento tramite la composizione di un’unica Équipe multidisciplinare, con un contributo di 100.000 euro per singolo raggruppamento.

Per la predisposizione delle Linee di indirizzo, oltre agli esiti della sperimentazione, sono stati considerati come elementi rilevanti da tenere presente per una maggiore congruenza delle risposte ai bisogni anche nuovi ed emergenti della popolazione anziana, gli effetti della pandemia da covid che ha evidenziato la centralità dei servizi sociali territoriali nelle funzioni di presidio territoriale e nell’attivazione di reti di prossimità e solidarietà, oltre alla necessità di sviluppare la medicina territoriale e la presa in carico unitaria socio-sanitaria a sostegno della domiciliarità delle persone anziane.

A tal fine sono stati individuati tre diversi livelli di governance (il tavolo tecnico provinciale, la cabina di regia a livello di aggregazione territoriale /distretto sanitario e l’Equipe di Spazio Argento operativa a livello di Comunità) con funzioni eterogenee al fine di garantire il presidio sul territorio, un monitoraggio costante delle condizioni della popolazione anziana, un’analisi dei bisogni e delle priorità maggiormente efficaci. L’individuazione di obiettivi e condizioni utili a definire e a implementare un progetto caratterizzato da una reale corresponsabilità tra l’ambito sociale e l’ambito sanitario, garantirà una fattiva integrazione socio–sanitaria. In particolare, tale carattere innovativo, verrà realizzato da parte dell’Équipe di Spazio Argento che svolgerà – nell’ambito del suo mandato – le funzioni del modulo organizzativo integrato relativo all’area anziani (P.U.A. anziani).

Le attività di monitoraggio e di valutazione accompagneranno costantemente l’estensione del modulo organizzativo di Spazio Argento al fine di garantire una capacità di modifica e di aggiornamento nel tempo dei servizi erogati e delle caratteristiche organizzative sulla base dell’evoluzione dei bisogni e dei processi di invecchiamento della popolazione.

UniMont Edolo, Il Ghiacciaio dell’Adamello e il progetto ClimADA
Ott 5@17:00–18:00

IL GHIACCIAIO DELL’ADAMELLO e il progetto ClimADA
Mercoledì 5 ottobre 2022, ore 17.00

Mercoledì 5 ottobre 2022, alle ore 17.00 il Polo UNIMONT dell’Università degli Studi di Milano (Edolo, BS) ospiterà l’Incontro divulgativo “IL GHIACCIAIO DELL’ADAMELLO e il progetto ClimADA” dedicato allo studio dell’archivio climatico custodito nella carota di ghiaccio estratta dal Pian di Neve nel 2021 e alle attività di monitoraggio delle variazioni recenti del più grande ghiacciaio delle Alpi italiane.

Durante l’incontro verrà trattata la situazione attuale del Ghiacciaio dell’Adamello con particolare riferimento ai cambiamenti climatici, alle finalità e ai contenuti del Progetto ClimADA.

SCOPRI DI PIÙ

PROGRAMMA DELL’INCONTRO

17.00 | Inizio dei lavori

INTRODUZIONE

Anna Giorgi – Responsabile Polo UNIMONT dell’Università Statale di Milano

RELATORI

Riccardo Scotti e Claudio Artoni – Servizio Glaciologico Lombardo

I Welsperg: a Bressanone convegno sulla nobile famiglia del Tirolo
Ott 5@19:00–20:00

­
A Bressanone, dal 5 all’8 ottobre, un convegno internazionale per ripercorrere in modo dettagliato la storia di una delle più eminenti e rinomate famiglie dell’antica nobiltà tirolese.

­
­
I baroni conti dell’Impero di Welsperg appartengono a una delle più eminenti e rinomate famiglie dell’antica nobiltà tirolese, della quale sono sopravvissute testimonianze non solo nella loro regione d’origine, l’Alta Pusteria, bensì ben oltre i confini tirolesi. Nel 2010, la Provincia di Bolzano ha potuto acquistare l’archivio Welsperg; la conclusione dei lavori di catalogazione del fondo offre l’opportunità di gettare una luce nuova sul ruolo rivestito da questa famiglia sotto diversi punti di vista in un convegno scientifico che si terrà a Bressanone.

Il convegno internazionale verrà inaugurato ufficialmente

mercoledì 5 ottobre 2022,

alle ore 19,

a Bressanone, Palazzo vescovile, nella Sala imperiale

dall’assessora provinciale Maria Hochgruber Kuenzer, dalla direttrice dell’Archivio diocesano, Erika Kustatscher, e da Gustav Pfeifer, dell’Archivio provinciale dell’Alto Adige. La conferenza di apertura sarà tenuta dallo storico William D. Godsey e si intitolerà “On the Usefulness of Noble History” (Sull’utilità della storia nobile). Il 6 e 7 ottobre, il convegno proseguirà presso l’Accademia Cusano con lezioni specialistiche di vari storici. La tre giorni si concluderà con una visita al Castello di Welsperg e alla Cappella Erasmus di Tesido, in programma nel pomeriggio di sabato 8 ottobre.

Basket, Brescia-Varese: info vendita dei biglietti
Ott 5@20:30–21:30

E’ attiva la prevendita libera dei biglietti per la partita tra GERMANI BRESCIA e OPENJOBMETIS VARESE, in programma SABATO 8 OTTOBRE ALLE ORE 20.30.

La partita, valida per la seconda giornata della regular season del campionato di Serie A, si disputerà al PalaLeonessa A2A.

I biglietti saranno acquistabili on line sul sito di VivaTicket (QUI il link diretto) o recandosi presso la sede operativa del club (Via Michelangelo Buonarroti, 1 | San Zeno Naviglio | BS) nei seguenti giorni:

Dal lunedì al venerdì
Dalle ore 9.00 alle ore 13.00
Dalle ore 14.00 alle ore 18.00

La procedure di accreditamento per le persone disabili, per le persone in possesso delle tessere FIP/CIA/SIAE e l’accreditamento dei media e dei rappresentanti della comunicazione saranno attivate nella giornata di lunedì 3 ottobre prossimo.

Bando concorso collaborazione con UniMont Edolo
Ott 5@21:00–22:00

Il polo UNIMONT dell’Università degli Studi di Milano – Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali – Produzione, Territorio, Agroenergia (DiSAA), ha attivato un bando di concorso per la collaborazione ad attività di ricerca che si svolgeranno presso il Polo UNIMONT a Edolo (BS) in Valle Camonica, nell’ambito del progetto “Montagne: Living Labs di innovazione per la transizione ecologica e digitale”.

Scopri di più sul progetto di ricerca: CLICCA QUI!

Il candidato si occuperà di:

Raccordo tecnico-scientifico con gli stakeholder territoriali a livello regionale, nazionale ed europeo attivi per lo sviluppo sostenibile dei territori montani al fine di implementare efficacemente le attività di terza missione del polo di Edolo.
Supporto all’organizzazione di eventi e seminari per la promozione della cultura scientifica attraverso l’elaborazione di metodi, strumenti o approcci innovativi.
Definizione di attività e progettualità innovativa per lo sviluppo dei territori montani, anche in relazione alla programmazione europea e al PNRR.
Supporto alla redazione di studi e report basati sull’approccio citizen science per favorire lo sviluppo sostenibile delle aree montane.
Raccolta ed elaborazione dati e report in materia di sviluppo territoriale (green community, smart villages) e best cases attivi in ambito montano su tematiche rilevanti per lo sviluppo di questi territori (turismo sostenibile, co-working) in coerenza con i processi europei e nazionali e relativa attività di disseminazione.

I candidati devono possedere i seguenti requisiti:

Assenza di condanne penali o di procedimenti penali in corso.
Diploma di Laurea o equipollente, conseguita secondo l’ordinamento didattico precedente il DM n 509/1999 e successive modificazioni e integrazioni ovvero diploma di laurea Specialistica ai sensi del DM n. 509/1999 corrispondente alla Laurea Magistrale conseguito ai sensi del DM 270/2004, oppure analogo titolo accademico conseguito all’estero e riconosciuto equipollente al titolo italiano dalle competenti autorità accademiche.
Esperienza pregressa nell’attività di ricerca nell’ambito delle tematiche connesse con lo sviluppo delle aree montane con particolare riferimento al turismo sostenibile.
Buona conoscenza degli strumenti e servizi di disseminazione e comunicazione (e-mail marketing, WordPress, Social Network), di programmi di grafica, del pacchetto Office, di software per analisi, raccolta ed elaborazione dati.
Comprovata capacità di elaborazione e stesura report scientifici.
Disponibilità a viaggiare.
Conoscenza della lingua: inglese.
L’attività di ricerca si svolgerà presso il polo UNIMONT dell’Università degli Studi di Milano con sede in Valle Camonica, a Edolo (BS).

Scadenza per l’invio della propria candidatura:
07/10/2022

Assegno di cura: la Giunta provinciale adegua i criteri in Alto Adige
Ott 5@23:00–Ott 6@00:00

La proroga dei termini per il riconoscimento dello stato di non autosufficienza, l’estensione del periodo dell’erogazione, una nuova modalità di valutazione e adeguamenti del software gestionale: con queste modifiche, in futuro la valutazione del fabbisogno di cura e di assistenza diventerà più rapida. Su proposta dell’assessora al Sociale, Waltraud Deeg, la Giunta provinciale ha approvato oggi (27 settembre) questa e altre variazioni ai criteri per il riconoscimento dello stato di non autosufficienza e per l’erogazione dell’assegno di cura. “Fin dalla sua introduzione, più di 14 anni fa, l’assegno di cura è stato un importante sostegno erogato dalla Provincia per promuovere l’assistenza a domicilio e nelle strutture di ricovero. È quindi importante che le persone che hanno un fabbisogno di cura e di assistenza possano accedervi il più rapidamente possibile”, sottolinea l’assessora Deeg.

Nel 2021 più di 15.400 persone bisognose di assistenza hanno ricevuto nel complesso quasi 255 milioni di euro sotto forma di assegni di cura e solo negli ultimi cinque anni l’importo è aumentato in media del 5% all’anno. In particolare dopo la pandemia e le relative restrizioni si sono registrati in tutti i Comprensori tempi di attesa maggiori per la procedura di valutazione. Le persone che necessitino di cura e di assistenza attendono in media circa sette mesi per il riconoscimento dello stato di non autosufficienza. “È un periodo troppo lungo, ne siamo consapevoli. Da un lato ciò è dovuto alla mancanza di personale nelle unità di valutazione, dall’altro possiamo migliorare gli aspetti gestionali”, ha affermato l’assessora provinciale. Fatto salvo il costante confronto con le autorità competenti sulla questione del personale per garantire il servizio esistente, la delibera di oggi implica soprattutto miglioramenti organizzativi che andranno, di riflesso, a beneficio dei cittadini.

I tempi di attesa devono essere ridotti

In particolare, i termini per la valutazione della non autosufficienza nel caso di domanda di prima valutazione e di rivalutazione passeranno dagli attuali 30 a 60 giorni. Il periodo di erogazione dell’assegno di cura per le persone con malattie in stato avanzato sarà inoltre esteso: attualmente il diritto al sostegno copre un periodo di sei mesi, in futuro sarà di dodici mesi. L’assegno di cura viene generalmente erogato per cinque anni, ma la modifica della normativa lo estenderà a tempo illimitato. Solo in caso di peggioramento delle condizioni di salute, del fabbisogno di cura e di assistenza potrà essere nuovamente rilevato e rivalutato.

La novità è che in futuro le valutazioni per l’erogazione dell’assegno di cura avranno luogo in locali privi di barriere architettoniche. Solo se il medico di famiglia della persona bisognosa di assistenza lo motiva per motivi di salute, la valutazione continuerà ad essere effettuata tramite una visita domiciliare. La ricerca di locali adatti è già in corso. In precedenza, ciò avveniva nell’ambiente domestico della persona bisognosa di assistenza. La delibera approvata oggi rivede anche i criteri per l’assegnazione d’ufficio del livello assistenziale, in modo che in futuro questa assegnazione possa essere gestita più facilmente e con maggiore tempestività. Un’importante modifica riguarda anche l’adattamento del software gestionale. Un cambiamento suggerito, tra gli altri, dal personale delle unità di valutazione al fine di ridurre l’impatto gestionale. Questa modifica rientra nel progetto di digitalizzazione dell’intero processo di istanza e valutazione e per il riconoscimento dello stato di non autosufficienza previsto per il 2023.

Tutti questi cambiamenti mirano a pianificare in modo più efficiente la valutazione per l’erogazione dell’assegno di cura. “Dobbiamo ridurre per le unità di valutazione l’impatto gestionale, in modo che possano dedicare il loro prezioso tempo a chi ha bisogno di cure. In questo modo possiamo accelerare l’iter per l’erogazione dell’assegno di cura”, riferisce convinta l’assessora provinciale Deeg. Attualmente l’Amministrazione procede ad un’attenta valutazione dei dettagli tecnici in modo che i cambiamenti possano essere attuati a partire da febbraio 2023 e diventare così miglioramenti tangibili per i cittadini.

Viabilità, lavori sulle strade di Levico Terme
Ott 5@23:00–Ott 6@00:00

Con la firma del verbale di consegna dei lavori, è iniziato oggi l’intervento di sistemazione delle intersezioni tra la strada provinciale 133 con le strade comunali a Levico Terme. Con un tempo contrattuale di 270 giorni naturali e consecutivi, si prevede che l’ultimazione dei lavori avvenga entro il mese di giugno del 2023.

Con questo intervento si vuole migliorare il collegamento tra gli insediamenti produttivi e residenziali della zona sud-est di Levico con lo svincolo sulla statale 47 della Valsugana in località Maines, e inoltre rendere più agevole l’accesso al centro storico mediante l’allargamento di via a Prà e gestire il traffico pedonale da e per la stazione ferroviaria di Levico.

La nuova rotatoria, che sarà realizzata all’incrocio della strada provinciale SP133 DIR di Monterovere con via a Prà e via Sottoroveri, permetterà una miglior gestione del traffico e la messa in sicurezza dell’attuale incrocio non regolamentato, snellendo il traffico interno alla città e la mobilità nei dintorni della stazione ferroviaria.

Tra il Comune di Levico Terme e la Provincia Autonoma di Trento è stato stipulato un atto convenzionale di delega nel quale sono state ripartite le competenze per le varie attività finalizzate alla progettazione e successiva esecuzione dell’opera e sono state indicate le relative risorse finanziarie, suddivise tra i due enti.

Descrizione dell’opera

L’opera nel suo complesso è interamente compresa nel territorio amministrativo del Comune di Levico, e può essere suddivisa in tre interventi:

– l’intersezione tra la SP133 DIR, via a Prà e via Sottoroveri sarà regolata da una minirotatoria a quattro bracci con diametro di 4,00 metri e corona circolare di 1,50 metri;

– sistemazione di via a Prà: oltre alla corsia per le macchine ci sarà una pista ciclopedonale;

– sistemazione di via Sottoroveri.

Principali dati tecnico – amministrativi

Progettista: ing. David Capraro – Libero professionista

Direttore dei Lavori: ing. David Capraro – Libero professionista

Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione: ing. David Capraro – Libero professionista

Impresa Appaltatrice: Associazione Temporanea tra le Imprese IMPIANTI CASETTA SRL con sede a Bieno (TN) e EDILPAVIMENTAZIONI SRL con sede a Lavis (TN)

Costo complessivo dell’opera:

lavori € 995.718,25= (dei quali € 48.841,15 per oneri per la sicurezza)

Importo contrattuale: lavori € 783.982,24= (dei quali € 48.841,15 per oneri per la sicurezza), al netto del ribasso percentuale del 22,362 %

Ott
6
gio
2022
Ciclismo, presentazione e percorso Gran Piemonte
Ott 6@12:00–13:00

106a edizione della corsa lungo un tracciato prevalentemente pianeggiante da Omegna a Beinasco. Partenza dal lago di Orta in leggera salita per portarsi attraverso la Cremosina a Borgosesia. Inizia l’attraversamento della pianura padana settentrionale con lunghe strade
piatte e rettilinee. Dopo circa 130 km si giunge alle pendici della Collina di Superga di cui
si scala il versante “Pilonetto” con pendenze che raggiungono la doppia cifra in prossimità di Rivodora. Discesa su Pino Torinese e breve salita verso l’Eremo per svoltare su Pecetto Torinese e raggiungere Cambiano dove inizia l’ultimo settore piatto della corsa.

Ultimi km
Ultimi 5 km pianeggianti su strade. Ampio rettilineo finale di 500 m.

LE 23 FORMAZIONI AL VIA
23 squadre, 16 UCI WorldTeams e 7 UCI ProTeams, di 7 corridori ciascuna.

ALPECIN-DECEUNINCK
ASTANA QAZAQSTAN TEAM
BAHRAIN VICTORIOUS
BORA – HANSGROHE
EF EDUCATION – EASYPOST
INEOS GRENADIERS
INTERMARCHÉ – WANTY – GOBERT MATÉRIAUX
ISRAEL – PREMIER TECH
JUMBO-VISMA
LOTTO SOUDAL
MOVISTAR TEAM
QUICK-STEP ALPHA VINYL TEAM
TEAM BIKEEXCHANGE – JAYCO
TEAM DSM
TREK – SEGAFREDO
UAE TEAM EMIRATES

BARDIANI CSF FAIZANÈ
BINGOAL PAUWELS SAUCES WB
CAJA RURAL-SEGUROS RGA
COFIDIS
DRONE HOPPER – ANDRONI GIOCATTOLI
EOLO-KOMETA CYCLING TEAM
TOTALENERGIES

Paolo Bellino, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RCS Sport, ha detto: “Con il Gran Piemonte viene consolidato sempre di più il legame tra RCS Sport e la Regione Piemonte che negli ultimi anni ha ospitato con regolarità grandi eventi come la Grande Partenza del Giro d’Italia nel 2021. Il nostro obiettivo è promuovere le bellezze di questa Regione e il Gran Piemonte, con i suoi percorsi mutevoli, ci permette di esplorare anno dopo anno luoghi nuovi aumentando il legame con il territorio. A tutto ciò aggiungiamo il grande interesse a livello globale per questo evento che è in continua crescita grazie alla partecipazione di corridori importanti e che viene trasmesso in tutto il mondo.”

“Il grande ciclismo torna nuovamente a percorrere le strade della nostra Regione e questo ci riempie di orgoglio. Il Gran Piemonte è una competizione su cui abbiamo scommesso da tempo, credendoci fortemente e investendo, e che ogni anno riesce ad unire uno spettacolo sportivo di altissimo livello a una grande partecipazione di pubblico e di appassionati – affermano Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte e Fabrizio Ricca, assessore allo Sport – Il ciclismo è uno sport che ha sempre trovato terreno fertile nella nostra regione, che ha attirato migliaia di atleti e tifosi e che si fonde con la storia sportiva locale. Siamo certi che questo evento che vedrà atleti e appassionati spostarsi per il nostro bellissimo territorio li convincerà a tornare nuovamente, da turisti, per scoprire quanto possa offrire in fatto di arte, cultura e patrimonio culinario il nostro meraviglioso Piemonte”.

Stefano Allocchio, Direttore di Corsa di RCS Sport, ha dichiarato: “Per questa edizione del Gran Piemonte abbiamo studiato un percorso adatto sia ai velocisti che ai finisseurs. Sarà interessante l’evoluzione del finale in quanto la salita del Pilonetto ha pendenze aspre e potrebbe creare più di un grattacapo ai velocisti puri. Avremo al via 23 squadre di cui 16 World Tour a evidenziare quanto sia importante e sentito l’evento. A conferma di ciò possiamo svelare alcuni dei primi iscritti tra cui ci sono il vincitore del Giro d’Italia Jai Hindley, Alberto Bettiol, Matteo Trentin, Michael Matthews, Mikel Landa, Marc Hirschi e Damiano Caruso. Dopo la settimana del Mondiale avremo un quadro più completo sui partenti ma siamo sicuri che la startlist sarà di assoluto prestigio.”

Pattinaggio di Figura, ad Icelab workshop tra i Centri di Eccellenza ISU. Presente anche Malagò
Ott 6@15:50–16:50

Il 6 e 7 ottobre il club bergamasco, l’unico italiano nella ristretta élite internazionale, ospita gli altri Centri di Eccellenza ISU per una due giorni di lavoro che svilupperà nuove forme di cooperazione nel corso del quadriennio di Milano-Cortina 2026. Previsto il saluto del Presidente del CONI Malagò e del Presidente FISG Andrea Gios al Vice Presidente ISU Benoît Lavoie
Giovedì 6 ottobre, a partire dalle ore 09.30 presso il palaghiaccio Icelab di Bergamo, prenderà il via una importante due giorni di lavori tra i sei Centri di Eccellenza Mondiali ISU del pattinaggio di figura, vale a dire il Detroit Skating Club (USA), l’Eissportzentrum di Oberstdorf (Germania), l’Ice Jar Comprehensive Training Center di Pechino (Cina), lo IWIS International Training Center di Bangkok (Thailandia) e lo Skating School of Switzerland di Champéry (Svizzera).

Icelab, unico impianto tricolore a far parte di questa ristretta élite e confermato per l’intero prossimo ciclo olimpico, accoglierà tutti i rappresentanti dei sei centri internazionali, riuniti per la prima volta in Italia, per un workshop che mira a trovare nuove forme di sviluppo e di cooperazione nel corso del quadriennio che conduce a Milano-Cortina 2026.

Alle ore 11.30 il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, darà il benvenuto al Vice Presidente della International Skating Union, Benoît Lavoie, e ai rappresentanti dei 6 centri di eccellenza. Presenti per questo saluto istituzionale anche il Presidente della FISG, Andrea Gios, l’Assessore allo Sport di Bergamo, Loredana Poli, e il Presidente di CONI Lombardia, Marco Riva.

Arco, iniziativa Story Time
Ott 6@17:00–18:00

Riprendono le storie in inglese per i bambini e le bambine, e quest’autunno torna a raccontarle Alessandra Prandi. La biblioteca civica «Bruno Emmert» vi aspetta per avvicinare i vostri bambini alla lingua inglese in modo divertente e coinvolgente, ogni primo giovedì del mese a partire dal 6 ottobre. Si inizia alle ore 17, non è necessario prenotare. Per informazioni: 0464 516115 ebiblioteca@comune.arco.tn.it.

Gli appuntamenti seguenti saranno il 3 novembre e il 1° dicembre.

Bostrico e maltempo: opere paramassi ad Anterselva e in Val Badia
Ott 6@19:35–20:35

Con due distinte delibere, la Giunta provinciale ha definito martedì scorso (27 settembre) le caratteristiche tecniche e l’importo di spesa presunta per le opere di protezione contro la caduta massi che saranno realizzate lungo la strada provinciale 44 di Anterselva, tra il km 4+750 e il km 6+200, e lungo la strada statale 244 della Val Badia, tra il km 10+900 e 12+400, sul territorio comunale di San Martino in Badia. “Si tratta di due interventi particolarmente importanti per la sicurezza stradale”, ha commentato l’assessore alla Mobilità e alle Infrastrutture, Daniel Alfreider.

Effetto della forte infestazione da bostrico e del maltempo del 5-7 agosto

Nella parte orientale della Provincia, in Val Badia, Val Pusteria e ad Anterselva si sono verificati due fenomeni imprevisti che hanno causato danni alle infrastrutture stradali e che potrebbero mettere in pericolo la sicurezza degli utenti della strada. Si tratta, in primo luogo, della forte infestazione da bostrico, soprattutto nelle valli di Anterselva e Badia e, in secondo luogo, dei danni provocati dal maltempo nel fine settimana del 5-7 agosto. A causa di questi due eventi, si sono verificati danni alle infrastrutture stradali e alle strutture accessorie lungo la strada provinciale 44 di Anterselva, la strada statale 244 della Val Badia e sulla strada provinciale 57 per Longiarù. Il costo stimato per gli interventi in diretta correlazione con l ́attacco del bostrico nella Val Badia e ad Anterselva si aggira attorno ai 2 milioni di euro. Tutti gli interventi saranno svolti come misure interdisciplinari nell’ambito delle diverse competenze forestali, geologiche e per la sicurezza stradale. I danni che richiedono un intervento immediato avvenuti nel fine settimana di maltempo ammontano a circa 350.000 euro, spese alle quali nell’immediato il Servizio strade competente ha fatto fronte con fondi del bilancio ordinario.

Il dettaglio tecnico e l’importo di spesa dei due interventi

Come illustrato nella sua relazione da Davide Ziller, dell’Ufficio tecnico strade nord-est, lungo la S.S. 244 della Val Badia, all’altezza del km 10+900 della SS244, il muro esistente deve essere ricostruito, per una lunghezza di circa 20 metri. È prevista la demolizione e la ricostruzione del muro per una altezza di 2,5 metri; al km 11 si è prevede d’intervenire con la costruzione di una rete protettiva per una lunghezza di circa 250 metri, inoltre è prevista l’installazione di reti protettive adiacenti (per circa 800 m²), che possono proteggere l’area dell’affioramento roccioso e dal distacco di pietre; la barriera di protezione esistente al km 12+400 circa deve essere ampliata di un campo, per proteggere la strada da un canale di erosione completamente privo di protezione da caduta massi. L’estensione prevista è di circa 12 metri di lunghezza. Il finanziamento dell’opera avviene attraverso il prelevamento dal fondo di riserva per spese impreviste, la valutazione del costo dell’intervento è stato effettuato dalla Ripartizione 12, intervenuta ad effettuare i primi interventi di messa in sicurezza del tratto stradale. Il costo complessivo è pari a 1.083.848,00 euro. Per l’opera prevista lungo la S.P. 44 di Anterselva è prevista una spesa complessiva di 884.353,60 euro.

Progetto Mentoring Cles
Ott 6@19:55–20:55

Da Cles l’annuncio: “Stiamo cercando giovani volontari dai 16 ai 35 anni. Due ore alla settimana possono fare la differenza: per affiancare bambini e ragazzi, fare esperienze e crescere insieme; con 15 ore di formazione, sempre seguiti da esperti, ma con molta libertà d’azione; per migliorare le proprie competenze, aiutando gli altri. Per conoscere se stessi; Per sostenere la propria comunità e fare rete, conoscendo enti e persone del territorio”. Per tutti i dettagli: https://bit.ly/3DLMoTs. Informazioni: Email: mentoring.cles@gmail.com – Telefono: 338.9229898

Panathlon Club di Vallecamonica, conviviale sulla vela con l’A.V.A.S. di Lovere
Ott 6@20:00–21:00

Proseguono a ritmo incessante le Conviviali del Panathlon Club di Vallecamonica. Dopo l’interclub con Sondrio al passo dell’Aprica tenutosi il 22 settembre scorso, il Club presieduto da Ottavio Bonino invita soci ed ospiti all’hotel ristorante Aprica di Boario Terme giovedì 6 ottobre a partire dalle ore 20 per una serata dedicata alla vela.

Sarà infatti l’Associazione Velica Alto Sebino la società ospite del Panathlon con il suo presidente Lino Locatelli, il vice presidente Fabio Bertoli, il responsabile sportivo Marco Giannini e il socio Alberto Romele.

Per il Panathlon Club di Vallecamonica sarà anche l’occasione per accogliere nel club due nuovi soci.

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136