Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
w

Ad
Ad
 
Ad


Parco dell’Adamello, “Storie di pietre in Valle Camonica”

lunedì, 3 maggio 2021

Quando:
16 maggio 2021@14:00–15:00 Europe/Rome Fuso orario
2021-05-16T14:00:00+02:00
2021-05-16T15:00:00+02:00

Nell’ambito della rassegna “Inverno nel Parco 2020 – 2021”, il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello, gestito dall’Associazione LOntànoVerde con il supporto del Parco dell’Adamello e del Comune di Paspardo (BS), offre l’occasione di conoscere la natura, la geologia e la storia della Valle di Lozio e delle sue numerose cave; tra le diverse tipologie di rocce da cava presenti vi sarà un focus sul nero venato, pietra da opera che ha delineato la storia naturale ed antropologica del luogo. Ad accompagnare i partecipanti la Guida Ambientale Escursionistica Giancarlo Bazzoni.
PROGRAMMA e NOTE TECNICHE
 Ritrovo dei partecipanti alle ore 9.30 c/o il parcheggio del cimitero di Malegno (BS) da cui con diversi spostamenti in auto e altrettante brevi escursioni, ci si recherà sui luoghi delle cave di pietra abbandonate.
 Pranzo al sacco a carico dei partecipanti.
 Si consigliano: abbigliamento da media montagna, scarponcini comodi da trekking, zaino. A piacere
bastoncini da trekking.
L’attività si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti COVID19.
Orari e modalità potranno essere adeguati alla normativa anti COVID19 vigente.
Si invitano i partecipanti a dotarsi dei dispositivi di protezione individuali. CONTRIBUTOPERLAPARTECIPAZIONE:€10,00singolo €25,00famiglia PRENOTAZIONEOBBLIGATORIA-N°MAXPARTECIPANTI:20pax – ETA’MINIMA:6anni
Per info e iscrizioni:
– LontànoVerde tel. 348 4595374 e-mail. lontanoverde@gmail.com
– Giancarlo Bazzoni: 349 3914140



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136