Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


“Narrazioni Sensibili”, racconti sulla fragilità nelle Valli Giudicarie

mercoledì, 21 febbraio 2018

Quando:
22 febbraio 2018@15:00–16:00 Europe/Rome Fuso orario
2018-02-22T15:00:00+01:00
2018-02-22T16:00:00+01:00

Comunità delle Giudicarie  e

Università Popolare Trentina – Scuola delle Professioni per il Terziario di Tione

presentano

Giovedì 22 febbraio 2018  ad ore 15.00 

c/o Sala “Sette Pievi” della Comunità delle Giudicarie

in Via P. Gnesotti, 2 – Tione

Narrazioni Sensibili

Racconti sulla fragilità nelle Valli Giudicarie

con la classe Prima UPT – Scuola delle Professioni per il Terziario di Tione

prof.ssa Michela Giovanelli

 

progetto, laboratorio e coordinamento artistico:  Sara Maino

assistenti:  Stefania Formisano, Gioele Maiorca

web project e archivi digitali:  Davide Ondertoller

Collettivo Portobeseno – Gruppo Come ti suona

 

in collaborazione con:

Cooperativa sociale L’Ancora – Centro di Tione

Cooperativa sociale Il Bucaneve – Centri di Storo e Bersone

Apsp Pinzolo – Centro residenziale “Abelardo Collini”

 

Il laboratorio “Narrazioni sensibili” sul tema della fragilità nelle Valli Giudicarie a cura di Sara Maino è stato realizzato assieme agli studenti della classe prima dell’UPT di Tione nel corso dell’anno scolastico 2017-18, con la collaborazione della prof.ssa Michela Giovanelli e del personale docente e con il sostegno della Comunità delle Giudicarie.

 

Durante il percorso didattico, gli studenti hanno ricevuto una formazione tecnologica, sociale e relazionale, focalizzata sull’ascolto di sé, sull’ascolto degli altri e dell’ambiente che li circonda per potenziare la loro capacità di attenzione e il loro sguardo sensibile e creativo.

 

Attraverso l’allenamento sensoriale e la pratica del field recording, o registrazione sonora – i partecipanti hanno registrato e catalogato in una mappa digitale i suoni della città e di altri centri visitati nel corso del laboratorio.

Oltre ai suoni, gli studenti hanno raccolto anche storie di vita. Gli allievi sono stati introdotti al metodo dell’intervista narrativa per registrare le testimonianze di utenti ed educatori che convivono quotidianamente con il mondo della fragilità.

 

Durante le uscite didattiche presso i Centri di Tione, Storo, Bersone e Pinzolo, gli allievi si sono resi attivi protagonisti di un confronto intergenerazionale, in dialogo con ragazzi, adulti e persone anziane, ascoltando le loro esperienze e accrescendo la consapevolezza dei bisogni altrui e dei propri.

Uno scambio fruttuoso in cui le storie di vita trasformano chi le ascolta e chi le narra.

 

Il progetto è stato ideato e condotto per scoprire e raccontare le Valli Giudicarie anche mediante  queste voci ed esperienze di vita vissuta.

Scopo della ricerca-azione è quindi la valorizzazione di queste conoscenze, portatrici di valore umano e sociale, la cui elaborazione ha trasformato gli incontri in “narrazioni sensibili”, cioè in risorse sconosciute da condividere finalmente con la comunità.

Il laboratorio ha prodotto una mappa interattiva sul web con gli archivi digitali che ne raccontano il percorso, rintracciabile alla pagina: https://archive.org/details/NarrazioniSensibili

 

Gli archivi consistono in raccolte di fotografie, suoni e interviste sul tema della fragilità realizzate a Tione, Storo, Bersone e Pinzolo.

Gli esiti del percorso sono presentati pubblicamente in un racconto multimediale e musicale che vede protagonisti gli stessi studenti della classe prima, giovedì 22 febbraio ad ore 15 presso la sala “Sette Pievi” della Comunità delle Giudicarie a Tione.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136