Ad
a
Ad
Ad


“Mondo dell’emergenza, giornalisti e magistratura: un rapporto possibile?”

lunedì, 2 maggio 2022

Quando:
19 maggio 2022@23:00–20 maggio 2022@00:00 Europe/Rome Fuso orario
2022-05-19T23:00:00+02:00
2022-05-20T00:00:00+02:00

E’ possibile un rapporto corretto tra i professionisti dell’emergenza e i giornalisti? Ed è possibile che questi due mondi, sanitario e mediatico, si relazionino in modo proficuo con chi segue gli eventi di emergenza dal punto di vista giuridico? A queste domande cerca di rispondere una pubblicazione voluta dalla SIEMS, la Società scientifica dell’emergenza sanitaria, e scritta “a sei mani” da due giornalisti, Cristina Corbetta e Roberto Rotondi, e da un magistrato, Giuseppe Battarino.

La pubblicazione ha l’obiettivo di illustrare i vari punti di vista quando si parla di Emergenza Urgenza territoriale. Si parte dal quadro generale del Sistema di risposta all’emergenza sanitaria con gli aspetti relativi al rapporto con i Media e all’ordinamento giuridico per arrivare a una raccolta di domande e risposte tra il giornalista e il giurista; con le rispettive convinzioni, che in qualche caso restano differenti ma che aprono all’ascolto e alla reciproca comprensione. Infine un prezioso elenco di tutte le sigle e gli acronimi, spesso non noti, utili nella pratica della cronaca quotidiana.

“Il rapporto tra mondo dell’emergenza sanitaria e mondo dei media – spiega il Presidente di SIEMS Mario Costa – è delicato e complesso; si basa su un sottile equilibrio tra diritto di cronaca e diritto alla riservatezza, e si può facilmente incrinare per mille motivi. Ma una cosa è certa: i giornalisti sono di fatto interlocutori del Sistema di risposta all’emergenza sanitaria, e il rapporto con loro va costruito con trasparenza e correttezza Dedichiamo questa pubblicazione a tutti i giornalisti, e sono migliaia, nostri “compagni di viaggio” nel lavoro quotidiano”.

Il libro è disponibile al seguente link https://www.siems.it/download_pdf.html



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136