Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Trento: abbandona rifiuti organici per nutrire gli animali, multato

Trento - Giro di vite della Polizia locale di Trento: a Candriai multato un trentino perché abbandonava rifiuti organici per nutrire gli animali.


Un'indagine della Polizia locale ha permesso di identificare l'autore dell'abbandono di rifiuti organici per adescare e nutrire la fauna selvatica a Candriai.


Da agosto - con la collaborazione di alcuni residenti e del vigile di quartiere - gli agenti del Nucleo ambientale della Polizia locale hanno effettuato vari sopralluoghi e acquisito documentazione digitale riproducente le azioni di abbandono di esche che avveniva in due punti appena fuori dal sobborgo, con il pericolo di attirare animali anche tra le case.


L’autore veniva quindi sanzionato per 156 euro poiché si configurava l’adescamento di fauna selvatica (in violazione della legge provinciale sulla protezione della fauna selvatica e l'esercizio della caccia).


Convocato in ufficio l’uomo, che abita in zona, è stato diffidato dal proseguire anche in considerazione del fatto che la zona del Monte Bondone è frequentata da grandi carnivori come l’orso e il lupo e quindi è assolutamente vietato, ai fini della tutela dell'incolumità pubblica, attuare queste azioni di adescamento.

Ultimo aggiornamento: 18/09/2023 12:52:58
POTREBBE INTERESSARTI
Lo stadio di Carciato ospita il confronto con l’Anaune Val di Non
Nella sede del Coni la cerimonia: l'elenco dei "rappresentanti" della provincia a Parigi 2024
Sono in corso accertamenti per chiarire le cause
ULTIME NOTIZIE
Risultati e classifiche della manifestazione "alla ceca"