Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Da Ponte di Legno e Valfurva l'assalto dei ciclisti al Gavia

Ponte di Legno (Brescia) - Buona la prima: oggi più di 700 ciclisti sono saliti dal versante di Ponte di Legno e da quello di Santa Caterina Valfurva al Passo Gavia, chiuso a auto e moto per l'occasione. E' stata una mattinata speciale e a Sant'Apollonia, frazione di Ponte di Legno (Brescia), decine di ciclisti si sono presentati già alle 8 per poter salire al passo.


Dalle 8:30 il via all'iniziativa promossa in origine da Ersaf – Parco Nazionale dello Stelvio - che ogni anno vede crescere l'interesse e la partecipazione da parte degli appassionati. Nel 2022 sono state circa 17mila le presenze e quest'anno sono aumentate le salite verso i passi alpini chiusi al traffico.

È così che a fianco delle grandi salite del Parco Nazionale dello Stelvio come Stelvio, Gavia, Mortirolo e Cancano, si sono aggiunti lo scorso anno Passo Spluga, il Passo San Marco e la salita di Campo Moro. Tutte queste salite sono protagoniste anche dell’edizione di quest’anno di Enjoy Stelvio Valtellina con l’aggiunta, novità dell’estate 2023, del Passo Forcola di Livigno.


La prima giornata di chiusura è stata la salita al Passo Gavia, con chiusura a auto e moto dalle 8:30 alle 12:30 e i 700 ciclisti, di cui 400 partiti da Sant'Apollonia di Ponte di Legno, si sono divertiti .



"E' stata un’occasione imperdibile - il commento di due ciclisti di Edolo che all'alba sono partiti in direzione del Passo Gavia, raggiunto una manciata di minuti prima delle 11 - un'opportunità unica a contatto con la natura e la possibilità di vivere emozioni uniche percorrendo, in piena tranquillità, quei tornanti verso il Gavia".



E alcuni ciclisti si sono anche fermati a immortalare cervi che in questi primi giorni di apertura della strada si trovano sugli ultimi tornanti della statale 300, sul versante camuno.

Ultimo aggiornamento: 03/06/2023 18:37:55
POTREBBE INTERESSARTI
Bolzano - Dopo una settimana dedicata alle visite mediche e ai test atletici, la rosa biancorossa a disposizione di...
ULTIME NOTIZIE
Nella sede del Coni la cerimonia: l'elenco dei "rappresentanti" della provincia a Parigi 2024
I fatti del 5 giugno 1999 sarebbero legati al giro delle scommesse clandestine
Sono in corso accertamenti per chiarire le cause