Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Escursionisti feriti: interventi del Soccorso Alpino in Valle Camonica e Valtellina

sabato, 8 agosto 2020

Edolo – Numerosi interventi del Soccorso Alpino in Valle Camonica e Valtellina. Due quelli più significativi, a Edolo e in Valgerola.

elisoccorso soccorso alpinoIntervento oggi in Alta Valle Camonica per un escursionista ferito a pochi metri dalla cima del Corno Baitone, a circa 2800 metri di quota. L’uomo, un quarantenne bergamasco, ha sbagliato il sentiero ed è caduto per una ventina di metri, sul versante verso il Garibaldi. Si è fermato su una cengia ma ha riportato ferite ed escoriazioni. È comunque riuscito a chiedere aiuto. La centrale ha inviato sul posto l’elicottero di AREU (Azienda regionale emergenza urgenza) , che ha sbarcato il tecnico di elisoccorso del Cnsas e l’équipe medica. L’uomo è stato recuperato e imbarellato; si è trattato di un intervento complesso, andato a buon fine.

Invece in Val Gerola è stata soccorsa una escursionista di Roma di 64 anni. La donna si trovava nei pressi della località lago di Pescegallo, a circa 1700 metri di quota, quando è caduta e scivolata lungo un pendio erboso per una ventina di metri. Ha riportato alcuni traumi e quindi è stato necessario chiedere aiuto. La Centrale operativa di AREU ha inviato sul posto i tecnici della VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna (cinque soccorritori della stazione di Morbegno) e il Sagf – Soccorso alpino Guardia di finanza. La donna è stata raggiunta e recuperata per un centinaio di metri, poi portata all’ambulanza della Croce Rossa di Morbegno e ricoverata in ospedale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136