QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad
Ad

L’agenda delle Valli

Tutti gli appuntamenti giorno per giorno nelle zone montane. Sport, spettacoli ed eventi di ogni genere tra Valtellina, Valle Camonica, Val di Sole per arrivare in Trentino. L’Agenda delle Valli contiene eventi, manifestazioni, iniziative delle zone bresciane e trentine di cui si occupa il portale. Valli che spesso ospitano campionati nazionali e internazionali di diverse discipline e personaggi di fama internazionale. Esibizioni di cori, manifestazioni ciclistiche, raduni degli Alpini. Giorno per giorno tutti gli eventi tra Breno, Edolo, Passo Tonale, Vermiglio, Malè, Cles, Trento passando per Ponte di Legno, Temù, Vezza d’Oglio, Incudine, Malonno, Sonico, Cedegolo, Aprica, Cortenedolo, Caldes, Stavel, Velon.

 

nov
21
mar
2017
TEDxTrento 2017: online i biglietti per la quinta edizione dell’evento
nov 21@13:45–14:45
L’appuntamento sarà ospitato al Teatro Sociale di Trento sabato 25 novembre. Come da tradizione, protagoniste saranno le idee brillanti e che meritano di essere condivise
Oltre 50 speaker in 4 anni, il Teatro Sociale sempre sold out, stimoli, sinergie e soprattutto nuove idee. Si avvicina la data di TEDxTrento, di cui l’Università di Trento è Main Partner.
L’evento trae ispirazione dalla conferenza mondiale promossa dall’organizzazione non-profit TED, ormai punto di riferimento internazionale sulle tendenze in tema di creatività e innovazione. Con il format di talk brevi, incisivi e di una durata massima di 18 minuti.
Il tema di quest’anno completa quelli dei due anni precedenti in un percorso che porta dall’idea alla sua realizzazione. Dopo l’invito a mettersi in gioco dell’edizione 2015, intitolata “Il coraggio di osare”, e le “Prove di volo” dell’anno successivo, questa sarà l’edizione dell’azione, del F.A.R.E. – acronimo che sta per “Fidati, Agisci, Rischia, Esplora”.
La macchina organizzativa di TEDxTrento funziona già a pieno ritmo e da alcuni giorni è possibile acquistare online i biglietti per l’evento.
Informazioni e vendita biglietti sul sito di TEDxTrento: tedxtrento.com
Ats Bergamo ospita gli acquerelli del corso “IL PARKINSON NON FERMA LA VITA”
nov 21@14:55–15:55

da oggi Ats Bergamo ospita la mostra “IL PARKINSON NON FERMA LA VITA”, un collettivo di opere realizzate durante il Laboratorio di acquerello tenutosi quest’anno presso l’Associazione Italiana Parkinsoniani Onlus di Bergamo, rivolto a malati, familiari e amici con lo scopo di creare relazione, accettare e affrontare la malattia.

In attesa che la ricerca scientifica scopra il farmaco che possa prevenire e guarire la Malattia di Parkinson, l’esperienza insegna l’importanza delle terapie espressive nel rendere la vita del malato di Parkinson e dei suoi famigliari più accettabile.

La mostra “Il Parkinson non ferma la vita” sarà visitabile fino al 15 dicembre e verrà inaugurata martedì 21 novembre alle ore 11.

Gallerie d’Italia, Vicenza: apre la mostra “Grisha Bruskin. Icone Sovietiche”
nov 21@15:00–16:00

GRISHA BRUSKIN. ICONE SOVIETICHE

Mostra a cura di Silvia Burini e Giuseppe Barbieri

 

Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari

Sede museale di Intesa Sanpaolo a Vicenza

18 ottobre 2017 – 15 aprile 2018

 

Apre oggi al pubblico alle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari, sede museale e culturale di Intesa Sanpaolo a Vicenza, l’esposizione Grisha Bruskin. Icone sovietiche. Una mostra per ricordare in modo originale il centenario della Rivoluzione d’Ottobre rileggendo il sistema sovietico che ne scaturì a partire da un’unica opera: il dittico Fundamental’nyj Leksikon (Lessico fondamentale, 1985-1990) di Grisha Bruskin (1945), da tempo riconosciuto come il più grande e originale degli artisti russi viventi. Il capolavoro, per la prima volta in Italia, non è mai stato esposto nella sua interezza nemmeno in Russia.

Michele Coppola, responsabile Attività Culturali di Intesa Sanpaolo, afferma: “Il museo di Intesa Sanpaolo a Vicenza ha da sempre un rapporto privilegiato con la Russia e il suo patrimonio culturale, come testimonia la nuova mostra dedicata all’artista Grisha Bruskin. Raccontiamo la contemporaneità anche grazie a un’importante presenza di strumenti multimediali per approfondire dipinti, sculture e disegni esposti. Da Noma Bar nei mesi scorsi a Bruskin, le Gallerie d’Italia confermano l’apertura ai protagonisti e alle esperienze dell’arte internazionale, dando un contributo originale all’offerta culturale in città.” 

Nella storia dell’arte russa della seconda metà del Novecento Fundamental’nyj Leksikon gode di uno status mitico: nell’asta tenuta da Sotheby’s a Mosca il 7 luglio 1988, di fatto la prima in Unione Sovietica, una delle due tele fu battuta per la cifra record di 242.000 sterline (pari a 416.000 dollari, come scrisse in prima pagina il New York Times), generando una svolta all’interno del panorama artistico sovietico, fino a quella data privo di un mercato ufficiale. Un successo imprevedibile, che attestava il riconoscimento della qualità assoluta della ricerca dell’artista, accreditando Bruskin come “l’artista della perestrojka”.

L’opera è composta da due pannelli a olio su tela; ciascuno presenta 128 personaggi, 256 figure in totale. Ogni personaggio, colto di tre quarti, mostra un archetipo del mito ideologico sovietico (il pioniere, l’operaio, il soldato ecc.), ed è dotato di uno o più accessori, dipinti in tonalità molto accese, che ne fissano il ruolo e la funzione all’interno di quella società; tutti i volti presentano la stessa espressione, uno sguardo vuoto in avanti: Bruskin ha fissato l’aspetto apparente di un regime che pareva destinato a perpetuarsi all’infinito e che invece collassò pochi anni dopo. L’autore ha definito il dittico “un dipinto epistolare per gli uomini del futuro”. La mostra di Vicenza affianca alle due tele 24 disegni preparatori, 25 statuette in porcellana (1998-1999) e 49 sculture in bronzo realizzate dall’artista nel triennio 2001-2003, una sorta di maquette ex post, che rivela la tridimensionalità implicita delle figure dipinte, come se alcune di loro fossero scese dalla tela.

La struttura del dittico riprende quella dei menologi, le icone che dal X secolo raffigurano l’intero ciclo dei santi e delle feste liturgiche e che per questo vengono considerate icone-calendario. Il percorso espositivo confronta il processo creativo di Bruskin con due icone-menologio russe dalla collezione Intesa Sanpaolo, tra le più importanti in Occidente per numero e qualità delle opere, evidenziando tra i santi cristiani e gli eroi sovietici profonde connessioni, non solo formali, ma anche concettuali, in particolare per due elementi: la generale aura che li riveste e il loro essere depositari di una narrazione, di un discorso. Se ogni personaggio è il depositario di una porzione della generale narrazione del mondo sovietico, potrà raccontarla coinvolgendo il visitatore tramite le tecnologie multimediali con fotografie d’epoca, video appositamente realizzati dall’artista per l’occasione e altri rimandi visuali. La mostra presenta inoltre due gruppi di piccole sculture in porcellana e in bronzo rendendo evidente il passaggio dalla bidimensionalità di Lessico Fondamentale alla tridimensionalità dei progetti concepiti e realizzati dall’artista dopo il crollo dell’URSS e una selezione di disegni preparatori.

La collezione di icone russe di Intesa Sanpaolo si distingue per tre aspetti molto significativi: l’ampio arco cronologico, dal Medioevo all’età moderna, che consente di ripercorrere le diverse fasi della storia della pittura russa di icone; la grande varietà di scuole rappresentate – accanto ai centri artistici più noti come Mosca, Novgorod, Pskov, Tver’ e Vladimir, sono documentate le aree provinciali della Russia centrale e settentrionale –; infine il largo spazio dato alle tavole realizzate nel XVIII e XIX secolo, periodo successivo alle riforme dello zar Pietro il Grande. Circa 130 icone delle oltre 400 in collezione sono in mostra permanente presso le Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari a Vicenza.

Numerose sono le attività collaterali per approfondire i temi della mostra: si spazierà dai laboratori e visite guidate a incontri arte/musica e workshop fotografici, oltre ai percorsi di alternanza scuola – lavoro realizzati con l’ausilio dei curatori affinché giovani liceali possano essere mediatori culturali nel corso delle domeniche.

Grisha Bruskin vive e lavora tra Mosca e New York. Protagonista del Padiglione Russo della 57a Biennale di Venezia, le sue opere sono stabilmente esposte al MoMa di New York, al Centre Pompidou di Parigi, al Ludwig Museum di Colonia e nei più prestigiosi musei russi (a Mosca, il Puškin e la Galleria Tret’jakov, a San Pietroburgo il Russkij Museum).

Silvia Burini e Giuseppe Barbieri, curatori della mostra Grisha Bruskin, icone sovietiche, dirigono a Ca’ Foscari il Centro Studi sulle Arti della Russia (CSAR). Sono i co-curatori del Padiglione Russo alla Biennale di Venezia di quest’anno.

Il catalogo è edito da Antiga Edizioni, Crocetta del Montello (Treviso).

MontagnaFuturo: dalle linee guida al progetto 2018-2023 per la montagna lombarda
nov 21@15:00–16:00

Il 22 novembre presso la Sala Biagi di Palazzo Lombardia si terrà l’evento “MontagnaFuturo 2018-2023: dalle linee guida al progetto per la montagna lombarda” .
Ugo Parolo, il Sottosegretario alle Politiche per la Montagna di Regione Lombardia che ha promosso, in collaborazione con ERSAF, il progetto MontagnaFuturo, anticipa alcuni dei temi che saranno occasione di confronto il 22 novembre:  “Il percorso di MontagnaFuturo è stato entusiasmante: ha preso avvio il 14 marzo a Palazzo Lombardia ed è proseguito nelle province di montagna di Regione Lombardia, attraverso  cinque incontri che hanno permesso di ascoltare, di capire e di approfondire tante questioni che riguardano le nostre valli. Abbiamo riscontrato una partecipazione attiva, propositiva: anche se non è mancata qualche critica, in generale è stato apprezzato l’impegno per garantire l’ascolto del territorio. Un territorio dal quale sono giunte proposte assolutamente importanti, che ci hanno permesso di migliorare le iniziative che Regione già sta portando avanti per la montagna. Il 22 novembre vogliamo raccontare tutto questo, fissando alcuni temi portanti che sono già emersi quali la green economy, l’identità e i valori della montagna, ma anche la volontà di lavorare con i giovani, di offrire nuove opportunità per rimanere a vivere in montagna e – perché no – di ritornare ad attrarre persone e investimenti.”

Tra i qualificati relatori che parteciperanno all’evento Simone Moro, Lino Zani, Ugo Rossi, Vincenzo Torti e Annibale Salsa, anche il Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni che conferma: “Il territorio ha apprezzato come, pur in un contesto di limitate risorse, non sia mancata l’attenzione della nostra Regione per la montagna. Tra i temi da portare avanti, un valore prioritario assumono quelli della semplificazione burocratica e delle regoleche devono essere adeguate alle istanze di rappresentanza, rispetto a dei territori che ambiscono da sempre ad auto-governarsi.” 
Il 22 novembre sarà quindi una giornata che segnerà una tappa importante di un percorso, ma sarà soprattutto un’occasione straordinaria di condivisione e di rilancio affinchè tutti coloro che sono i veri protagonisti della montagna possano contribuire ad arricchire la strada tracciata, con un lavoro concreto che guardi al futuro: un futuro da riempire di contenuti, con la serietà e con la passione che da sempre contraddistinguono gli uomini della montagna. 
L’agenda completa della mattinata è disponibile sul sito montagnafuturo.it da dove è possibile registrarsi all’evento (a fini organizzativi si ricorda che la partecipazione è gratuita ed aperta a tutti, previa iscrizione obbligatoria).

Impegno ERSAF per la trasparenza
nov 21@16:00–17:00

Che cosa fa ERSAF, quali sono i suoi progetti, quali servizi offre? 
Nella “Giornata della trasparenza” in cui gli enti regionali lombardi fanno il punto sulle attività tese ad aumentare la trasparenza di quanto in via di realizzazione, ERSAF ha deciso di fare un passo ulteriore: “Abbiamo attivato  – spiega la presidente Elisabetta Parravicini – un’apposita sezione del sito contenente tutte le informazioni utili a conoscere i progetti, le attività e i servizi dell’ente: si tratta di una vera e propria radiografia di 173 (a oggi) progetti e servizi. ERSAF – a cui Regione Lombardia affida la realizzazione di molteplici attività -  ritiene infatti necessario (ma anche utile) riuscire a comunicare al meglio ai diversi “stakeholder” e rendere trasparente e partecipato come procedono gli interventi avviati, quali sono gli obiettivi, quali e quante criticità si sono incontrate, quali e quante risorse economiche e umane sono investite, chi sono i responsabili e i riferimenti per eventuali contatti.

Ma c’è di più. Attraverso la stessa piattaforma l’utente può esprimere (con semplicità) il proprio gradimento su ciascun progetto o servizio e lasciare il proprio commento e il proprio giudizio. Ci interessa non solo “far sapere”, ma avere un riscontro dai destinatari delle nostre attività. Da oggi è possibile farlo in qualunque momento, da pc o da palmare, con cognizione di causa e facilità”.

Il link ai progetti è il seguente: http://progetti.ersaflombardia.it/progetti_ersaf_progetti

 

Inoltre ERSAF, in un quadro di revisione di tutte le sue procedure e regolamenti per una maggior trasparenza ed efficienza, ha anticipato un’indicazione contenuta nel nuovo Codice degli Appalti, che istituisce l’Albo nazionale dei commissari. Entro febbraio 2018, ERSAF avrà un proprio albo da cui per sorteggio verranno individuati i componenti (prioritariamente esterni all’ente) delle commissioni giudicatrici nelle procedure di gara per lavori, forniture e servizi, da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

A maggior garanzia di imparzialità, la valutazione dei curricula per l’inserimento nell’Albo sarà effettuata d’intesa con Regione Lombardia.

Lavori sulla statale del Caffaro a Comano Terme, modifiche sulla viabilità
nov 21@16:05–17:05

Martedì 21 novembre inizieranno i lavori di pulizia della scarpata rocciosa a monte della statale 237 del Caffaro, nel tratto compreso tra le gallerie “Scurlo” e “Ponte Pià” in prossimità del chilometro 94, a Comano Terme.
Gli interventi, previsti della durata di tre giorni, sono finalizzati a ripulire la scarpata rocciosa posta in fregio alla sede stradale da sassi e/o frammenti di roccia che in caso di piogge intense potrebbero scivolare sulla sottostante piattaforma stradale e ad eseguire alcuni rilievi e controlli relativi alle barriere paramassi già in opera a protezione della strada dalla caduta di blocchi dalla parete rocciosa soprastante.
Durante l’esecuzione dei lavori si renderà necessaria la sospensione della circolazione nel tratto della S.S. n. 227 compreso tra la pr. km 94,000 e la pr. km 96,400 (a partire dall’imbocco lato Tione della galleria “Scurlo” fino all’imbocco lato Trento della galleria “Ponte Pià”).  

Più in dettaglio: nei giorni 21, 22 e 23, dalle ore 08:30 alle ore 12:00 e dalle ore 13:00 alle ore 17:00, verrà disposta la totale chiusura del tratto stradale sopra indicato per periodi della durata di 30 minuti intervallati da brevi aperture al traffico, della durata di 10-15 minuti, con regolazione della circolazione da parte di movieri. I periodi di apertura saranno programmati in modo da evitare o limitare le attese per le corse del trasporto pubblico di linea sulla relazione Tione – Ponte Arche.
Nelle fasce orarie in cui saranno in corso i lavori, per le autovetture e le altre categorie di veicoli di dimensioni e massa relativamente più contenute, saranno consigliati, a cura del personale di assistenza al traffico presente sul posto, i seguenti itinerari alternativi:
- nella direzione da Trento e Sarche verso Tione, per i soli veicoli con massa complessiva < 10 tonnellate: lungo la S.P. n. 222 del Duron (attraverso il Passo Duron e l’abitato di Zuclo);
- nella direzione da Tione verso Sarche e Trento, per i soli veicoli non trainanti rimorchio e con altezza < 3,80 m : lungo la S.P. n. 34 del Lisano e Sesena, in sinistra del fiume Sarca.
Milano Music Week
nov 21@16:05–17:05

MILANO MUSIC WEEK: PRESENTAZIONE DELLA FESTA DELLA MUSICA MARTEDI’ 21 NOVEMBRE ALLE ORE 16 ALL’URBAN CENTER DI GALLERIA DEL CORSO DI MILANO

Intervengono tra gli altri il Coordinatore della Festa della Musica del Mibact Paolo Masini,  il responsabile Associazione Italiana Promozione Festa della Musica Marco Staccioli e Giordano Sangiorgi, responsabile della Festa della Musica dei 1000 Giovani

 

Sarà presentata a Milano alla Music Week (21-26 novembre) la nuova edizione della Festa della Musica.
Un grande coinvolgimento di Istituzioni, Associazioni, Enti e Partner vari, hanno reso particolarmente vivace e diffusa l’edizione 2017 della Festa della Musica.
Fortemente voluta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, nella persona del Ministro Dario Franceschini,e sostenuta da SIAE e AIPFM con il contributo di Carrefour, la Festa del 21 giugno ha saputo imporsi in ogni luogo, dai borghi, alle carceri, dagli ospedali, ai musei, agli aeroporti, contagiando tutti.
Un’edizione che ha visto più che raddoppiare il numero delle città partecipanti e le adesioni degli artisti, creando un’esplosione musicale diffusa in ogni angolo del Paese, una vera festa nazionale.
Il coinvolgimento nazionale dei partecipanti nello specifico:
215 Amministrazioni comunali, 170 città con evento Carrefour Market, 77 Proloco coinvolte da UNPLI, 77 Città coinvolte dalle Corali della Feniarco, 59 Luoghi MiBACT, 53 Borghi, 42 Case Circondariali del Ministero della Giustizia, 27 Associazioni musicali 16 Fanfare del Ministero della Difesa, 14 Aeroporti coinvolti da Assaeroporti ed ENAC, 13 Punti Luce Save the Children, 8 Bande del Ministero della Difesa.
Tutti questi dati portano ad un totale di circa 600 città coinvolte.
Quest’anno, più degli altri, l’evento ha raggiunto il suo obiettivo principale: ogni realtà ha ottenuto la sua specificità nella scenografia generale e i cittadini sono stati attori e spettatori di questo grande e unico spettacolo. Diffusa in oltre 300 paesi sparsi nei cinque continenti, la Festa della Musica non ha perso la sua vocazione spontanea e la sua dimensione fortemente popolare, adattandosi sempre alle specificità del luogo che la accoglie.
Un avvenimento ormai programmato, atteso, studiato durante tutto l’anno ma al tempo stesso spontaneo e anche organizzato in poche settimane da chi ne scopre lo spirito per caso e decide di sposarne la filosofia.
Maurice Fleuret, direttore della Musica al Ministero della Cultura francese nel 1982, dichiarava “La musique partout, le concert nulle part”, “Musica dovunque, concerti nessuno”. Questa è la parola d’ordine sulla quale è stata fondata la Fête de la Musique.
Nel novembre del 1997 i principi fondatori della manifestazione vennero fissati nella Carta di Budapest: una celebrazione spontanea e gratuita di tutti i tipi di musiche che si svolge ogni anno il 21 di giugno, giorno del solstizio d’estate, che coinvolga musicisti professionisti e amatori all’aperto per le strade, nelle piazze, nei giardini, etc.
Dal 2016, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo sostiene, insieme alla AIPFM e alla Siae, la Festa della Musica, coinvolgendo Istituzioni e Partner.
Interverranno
• Paolo Masini
MIBACT – Coordinatore Progetto Festa della Musica e Consigliere del Ministro Dario Franceschini
“IL MIBACT E LA FESTA DELLA MUSICA”
• Marco Staccioli
Presidente AIPFM – Associazione italiana per la Promozione della Festa della Musica “LA FESTA DELLA MUSICA: STORIA E NUMERI”

• Responsabile SIAE
“IL RUOLO DELLA SIAE NELLA FESTA DELLA MUSICA”
• Responsabile Carrefour
“LA FESTA DELLA MUSICA NEI PUNTI VENDITA CARREFOUR MARKET”
• Giordano Sangiorgi
Responsabile Progetto Festa della Musica dei Mille giovani a Palermo 2018 “16 GIUGNO 2018: ANTEPRIMA DELLA FESTA DELLA MUSICA
A PALERMO, CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA”
• Claudio Formisano
Presidente Cafim
“ IL RUOLO DELL’INDUSTRIA DEGLI STRUMENTI MUSICALI NELLA FESTA DELLA MUSICA”

• Maria Teresa Bocchetti
Segretario Generale ASSAEROPORTI “LA FESTA DELLA MUSICA IN PISTA”
• Francesca Calabretta
Responsabile unità cinema-manifestazioni-eventi del Comune di Milano “LA FESTA DELLA MUSICA A MILANO” e inoltre i rappresentanti di PMI, FIMI e altre associazioni musicali.

ERSAF in prima linea per la Giornata Nazionale degli Alberi: programma iniziative
nov 21@16:45–17:45

Sono 4282 le piante assegnate gratuitamente da ERSAF, da settembre ad oggi, a enti, comuni, scuole e associazioni che ne hanno fatto richiesta: il vivaio regionale di Curno (BG), gestito dall’ente, ha vagliato le richieste e consegnato le piante. “La maggior parte verranno piantumate domani, in occasione della Giornata nazionale degli Alberi – spiega la presidente ERSAF Elisabetta Parravicini – o comunque durante questa settimana. La Giornata Nazionale degli Alberi rappresenta l’occasione privilegiata per porre l’attenzione sull’importanza degli alberi per la vita dell’uomo e per l’ambiente. Il nostro vivaio coltiva attualmente 75 specie arboree ed arbustive autoctone, di provenienza locale. Si tratta di piante che sono tutte prodotte con seme raccolto in ambito padano-alpino. In tal modo tuteliamo attentamente il patrimonio forestale lombardo”.

ERSAF domani alle 10 sarà a Cremona per la messa a dimora di 550 piante del Bosco dei nuovi nati (2° lotto, nell’area compresa tra via Zocco, via Zaist e la ciclabile di via Arata) in collaborazione con il Comune di Cremona. Il personale di ERSAF seguirà nella piantumazione docenti e studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Stanga”, dello IAL di Cremona, del Liceo Scienze Umane Economico Sociale “S. Anguissola”, della Scuola secondaria di primo grado “Virgilio”, dell’Istituto Comprensivo Cremona 5, nonché di aderenti a FIAB Cremona (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) e di Legambiente. In base a disposizioni legislative, che risalgono al 1992 e al 2013, i Comuni che hanno una popolazione superiore ai 15mila abitanti sono tutti tenuti alla piantumazione di un’essenza arborea per ogni nuovo nato registrato all’anagrafe o adottato.

Domani ERSAF sarà anche a Calolziocorte dove l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con le scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado, nella settimana dal 18 al 24 novembre ha deciso di promuovere una serie di iniziative dedicate al verde con l’obiettivo di educare bambini e ragazzi al rispetto del verde.

 

Lombardia: seduta di Consiglio regionale
nov 21@17:00–18:00

 Il Presidente Raffaele Cattaneo ha convocato la seduta di Consiglio regionale per martedì 21 novembre dalle ore 10 alle 18, con sospensione dei lavori tra le ore 11.30 e le 14.30 in concomitanza con l’insediamento del tavolo milanese sull’autonomia a cui sarà affidato il confronto sulle materie che si riferiscono a Istruzione e Norme generali sull’istruzione (117, secondo comma lett. n); Rapporti internazionali e con l’Unione europea delle regioni; Grandi reti di trasporto e di navigazione; Previdenza complementare ed integrativa; Coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario.

All’ordine del giorno della seduta consiliare due progetti di legge, il primo che modifica alcuni aspetti normativi della legge istitutiva dell’Arpa, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (relatoreAndrea Fiasconaro, M5Stelle), il secondo che ratifica la dichiarazione di intenti per la cooperazione culturale nel biennio 2017-2018 tra Regione Lombardia, Repubblica e Cantone del Ticino, Cantone Vallese e Fondazione Svizzera per la Cultura Pro-Helvetia (relatore Marco Tizzoni, Lista Maroni Presidente).
Seguirà quindi una comunicazione della Giunta regionale sul tema “Politiche antiviolenza: Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”.
Sono quindi previste le nomine di un revisore legale e uno supplente per i Consorzi di bonifica e irrigazione Chiese, Dugali Naviglio Adda Serio, Est Ticino Villoresi, Garda Chiese, Media Pianura Bergamasca, Muzza Bassa Lodigiana, Navarolo Agro Cremonese Mantovano, Terre dei Gonzaga in Destra Po e Territori del Mincio.
In conclusione la nomina di un componente del Collegio sindacale dell’IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico e dell’Azienda Regionale per l’Emergenza Urgenza (AREU).

UniMont Edolo: “Festival della Pace”
nov 21@17:00–18:00

21 NOVEMBRE 2017, 14.30 – 18.00
Aula Magna, Università della Montagna, Via Morino 8 – Edolo (BS)

LE ALPI: LUOGO DI SCONTRO, LUOGO DI INCONTRO

Nell’ambito del “Festival della Pace”, organizzato dall’amministrazione comunale e della Provincia di Brescia, nelle giornate 23, 24 e 25 novembre, UNIMONT è stata invitata ad aprire il festival, come avamposto alpino dell’alta Provincia di Brescia, in cui risiede un centro di eccellenza universitario, polo dell’università degli studi di Milano.

Con la sua posizione strategica al centro dell’arco alpino, e spinta dall’obiettivo di formare giovani consapevoli preparati sulle risorse e le opportunità che questo territorio può generare, martedì 21 novembre l’Università della Montagna organizza un momento di confronto per raccontare le Alpi come luogo di scontro e luogo d’incontro. Partendo da un excursus storico, in cui le guerre hanno lasciato tracce indelebili, cancellando intere generazioni di giovani combattenti e costruendo/distruggendo muri che delimitavano i confini facendo leva sulla diffidenza, si giungerà a un’analisi dei tempi moderni, in cui il territorio alpino diventa un luogo d’incontro e di collaborazione, grazie anche ai moderni metodi di comunicazione emblema della liberalizzazione.

Un dibattito moderno, in chiave di talk show, ripercorrerà l’incessante processo di confronto e costruzione della pace sul territorio alpino.

LOCANDINA

LINK STREAMING

PROGRAMMA DEL FESTIVAL

Jazz Team Brescia
nov 21@17:30–18:30
Martedi 21 novembre 2017
La Movida
Via Giuseppe Mazzini, 59 Rezzato (BS)
presenta
in collaborazione con
Jazz Team Brescia

dalle 21.30

ADAM PACHE – JOE MAGNARELLI QUARTET 
 
Joe Magnarelli è senza dubbio uno fra i trombettisti più stimati e richiesti al mondo. Il suo lirismo e le soluzioni armoniche che propone, lo rendono un musicista legato alla tradizione, ma con una voce del tutto personale. In più di 30 anni di carriera ha collaborato con delle vere e proprie leggende del jazz: Lionel Hampton, Jack McDuff, Jimmy Cobb, Louis Hayes, Jon Hendricks, Tom Harrell Big Band, Aretha Franklin, Mulgrew Miller, Harry Connick jr. fra i tanti. Di fianco svolge un’intensa e prestigiosa attività didattica presso la Juilliard School of Music di New York e Rutgers University.
Frenetico è anche il suo lavoro discografico come sideman ma, soprattutto, come leader, avendo prodotto nove dischi a proprio nome; ed è proprio da uno degli ultimi lavori in studio, NEAR AND HOW, co-prodotto da Adam Pache, Paolo Benedettini e Bruno Montrone ed edito per AMP RECORDS, che il quartetto attingerà a piene mani per la scelta del repertorio che si articolerà fra originals e standards.
Ingresso libero
possibilità di cena a la carte o menu speciali Band
info e  prenotazioni
030 27 92 572
Follow us:
Trento, Virgo Fidelis: celebrazioni per la Patrona dei Carabinieri
nov 21@17:30–18:30

Alle ore 17.30 di oggi, 21 novembre 2017, presso la Chiesa dello “Sposalizio di Maria Vergine”, sita in via San Bernardino, si svolgerà la Santa Messa in onore della “Virgo Fidelis”, Patrona dell’Arma dei Carabinieri, celebrata dall’Arcivescovo di Trento,  Mons. Lauro TISI.

 

L’evento, che vedrà la presenza del Comandante della Legione carabinieri Trentino Alto Adige, Generale di Brigata Massimo Mennitti, al quale prenderanno parte anche le più alte cariche istituzionali della città, nonché rappresentanti dell’Arma in congedo e delle altre Associazioni combattentistiche e d’arma, viene commemorata il appunto 21 novembre, data in cui la cristianità celebra la festa liturgica della presentazione di Maria Vergine al tempio, ed al contempo anniversario della battaglia di “Culqualber”, fatto d’armi che ebbe luogo nel 1941 in Africa orientale, nel corso del quale un intero Battaglione di Carabinieri si sacrificò nella strenua difesa, protrattasi per tre mesi, del caposaldo di Culqualber.

 

Dal 1996, con la ricorrenza della “Virgo Fidelis”, si commemora anche la “Giornata dell’Orfano”, che rappresenta per i Carabinieri e per l’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri un’occasione di concreta vicinanza alle famiglie dei colleghi caduti.

 

La scelta della “Virgo Fidelis”, come celeste Patrona dell’Arma, è ispirata alla fedeltà, propria di ogni carabiniere che serve la Patria e le comunità ove presta servizio, caratteristica peculiare dell’Arma dei Carabinieri, alla quale è stato indelebilmente associato il motto: “Nei Secoli Fedele”.

 

Raspelli: la Focaccia di Recco col Formaggio e altri prodotti ad I.G.P. e D.O.P. in vetrina al teatro di Sori
nov 21@19:45–20:45

Potrebbe davvero essere un ricco menu assortito e completo: un paio di affettati del Nord e del Centro Italia, una pasta succulenta, un prezioso formaggio , una succulenta focaccia…il tutto da sbocconcellare con un pane antico ed invitante. Prodotti diversi ma tutti con un comun denominatore, sì, non è un gioco di parole: l’origine, il Comune di provenienza ce l’hanno proprio nel nome, nel marchio dato dall’Europa ed a cui l’Europa stessa ha assegnato le prestigiose bandiere della I.G.P. ( l’ Indicazione Geografica Protetta) o della D.O.P. ( la Denominazione d’Origine Protetta). Con il patrocinio di Regione Liguria, comuni di Recco Camogli Sori Avegno e Camera di Commercio di Genova, il Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio martedì 21 novembre 2017 organizza un incontro mirato alle eccellenze agroalimentari tutelate dall’Unione Europea ed “accomunate” da una denominazione che pone in risalto il Comune da cui l’eccellenza prende l’identificazione.Il Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio ha ottenuto il 15 gennaio 2015 il riconoscimento comunitario I.G.P., dopo un iter durato oltre 10 anni:una preparazione gastronomica con un grande valore aggiunto, riconosciuto solo nei comuni di Recco, Camogli, Sori e Avegno ed esclusivamente alle attività consorziate:

RISTORANTI:
a Recco ALFREDO – ANGELO – DA LINO – DA O VITTORIO – DEL PONTE – MANUELINA – VITTURIN – FOCACCERIA MANUELINA.
a Sori EDOBAR – IL BOSCHETTO.

PANIFICI e ASPORTI:
A Recco MOLTEDO G. B. – MOLTEDO LUISA
A Recco ed a Sori TOSSINI PANIFICI
A Camogli: REVELLO FOCACCERIA

“Fattore Comune” nasce proprio come evento mirato a sviluppare sinergie tra quelle eccellenze italiane già tutelate dall’Unione Europea attraverso la protezione accordata alla denominazione dei rispettivi Comuni da cui prendono origine. “Fattore Comune”, sarà una giornata d’incontro per produttori, Consorzi, Amministrazioni e Istituzioni per illustrare e condividere i percorsi fatti, i risultati e gli obiettivi che si vorrebbero raggiungere, un costruttivo dialogo tra tutte le parti coinvolte che hanno in comune una DOP e IGP che porta il nome del Comune d’origine.
Le denominazioni coinvolte quest’anno sono queste:

Valle d’Aosta – Lardo d’Arnad DOP
Piemonte – Robiola di Roccaverano DOP
Marche – Maccheroncini di Campofilone IGP
Umbria – Prosciutto di Norcia IGP
Lazio – Pane di Genzano IGP
Liguria – Focaccia di Recco col formaggio IGP.

La giornata dell’evento prevede due fasi. La prima sarà alle 15 al teatro di Sori (Genova), condotta da Edoardo Raspelli, giornalista, scrittore, conduttore televisivo e critico gastronomico con Liubetta Novari: un “talk show” aperto ai media, istituzioni e personaggi d’opinione, dove i produttori DOP e IGP e le relative amministrazioni racconteranno il proprio prodotto e le varie sfaccettature che la denominazione europea ha donato al Comune/territorio/prodotto rappresentato.Al termine, importanti interventi istituzionali regionali, nazionali ed europei.
La seconda fase, in serata, dalle 20, sarà il momento conviviale: da Manuelina, ristorante associato al Consorzio della Focaccia di Recco col Formaggio, verranno allestiti spazi dedicati ad ognuno dei prodotti DOP IGP presenti, con banchi d’assaggio con le degustazioni delle rispettive specialità con laboratori, dimostrazioni e racconti, in un affascinante tour gastronomico, preziosa occasione per conoscersi, incontrarsi, capire ed apprezzare queste realtà del patrimonio gastronomico italiano.

Tra i tanti argomenti e le curiosità si parlerà anche della farcia che caratterizza la Focaccia di Recco col Formaggio (è una crescenza, uno stracchino: la cosiddetta prescinseua è solo una”leggenda metropolitana”) e dell’ ostia alimentare (prodotta appositamente ) che viene apposta sulla focaccia al momento che viene sfornata e prima di essere servita.

QUESTO IL PROGRAMMA DELL’EVENTO

Martedì 21 novembre 2017 ,teatro di Sori (Genova)

Ore 14.30 Accrediti ospiti partecipanti

Ore 15 – Conduce Edoardo Raspelli con Liubetta Novari
Saluto agli ospiti dal sindaco di Sori Paolo Pezzana
Premessa ed introduzione Lucio Bernini – Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio

Ore 15.15 “Talk show – interviste ai protagonisti :”Il valore di una eccellenza agroalimentare DOP e IGP per il suo territorio”.Interviste agli amministratori locali dei Comuni da cui i prodotti presenti prendono la propria Denominazione

Arnad , il sindaco Pierre Bonel
Roccaverano, il sindaco Fabio Vergellato
Norcia, l’assessore Giuliano Boccanera.
Campofilone, il sindaco Ercole D’Ercoli.
Genzano di Roma, il sindaco Daniele Lorenzon.
Recco, il sindaco Dario Capurro.

Ore 16.30 “Farinata break”

Ore 17 “Tutela e promozione per la valorizzazione delle eccellenze agroalimentari”. Interventi dei produttori:

Lardo di Arnad DOP, Lorenzo Borretta
Robiola di Roccaverano DOP, Fabrizio Garbarino.
Pane di Genzano IGP, Marco Bocchini
Prosciutto di Norcia IGP , Walter Ansuini
Maccheroncini di Campofilone IGP, Giovanni Marilungo.
Focaccia di Recco col formaggio IGP, Maura Macchiavello.

Ore 18 Interventi Istituzionali

Assessore Agricoltura Regione Liguria Stefano Mai;
Europarlamentare Alberto Cirio,
Europarlamentare Angelo Ciocca
Onorevole Massimo Fiorio
Onorevole Sergio Battelli.
Conclusioni: Edoardo Raspelli e Lucio Bernini

Ore 20 – Ristorante MANUELINA – Recco

Banchi d’assaggio, degustazioni e incontri prodotti DOP e IGP: Lardo d’Arnad DOP, Robiola di Roccaverano DOP, Prosciutto di Norcia IGP, Maccheroncini di Campofilone IGP, Pane Casereccio di Genzano IGP, Focaccia di Recco col formaggio IGP inoltre isola dedicata alle DOP Liguri: Olio extra vergine Riviera Ligure DOP, Basilico genovese DOP.
————————————————————————————————————————————————–

CONSORZIO DELLA FOCACCIA DI RECCO COL FORMAGGIO,via Vittorio Veneto 36/16,Recco(Genova),tel 0185.730748 www.focacciadirecco.it info@focacciadirecco.it

Daniele Gozzetti Acoustic Solo
nov 21@21:00–22:00
Martedi 21 novembre 2017
Enotema
Via delle Battaglie, 69
Brescia
presenta
DANIELE GOZZETTI ACOUSTIC SOLO
Daniele Gozzetti pubblica nel 2000 “L’è amò ac chèla”, il suo primo cd in dialetto bresciano prodotto da Charlie Cinelli. Viene segnalato nella categoria “miglior disco d’esordio” dalla rivista di settore “L’Isola che non c’era”). Nel 2002 pubblica “Malmustùs”, sua seconda fatica. Tra i momenti più felici la vittoria nel 2006 di “Musica nelle aie” a Faenza (RE) insime al gruppo “Archidamo” e l’apparizione a CDLive (Rai Due) all’interno di “Nu Roads”, in onda nel settembre 2005.
“Dani Goz” è il titolo del primo disco completamente in italiano, uscito nel Gennaio 2009 e prodotto dall’etichetta indipendente Violapop Records. L’uscita del disco è stata preceduta da una serie di aperture in acustico ai concerti di Omar Pedrini durante la sua tournèe estiva.
Nel 2011 il videoclip de “L’Amore succede” viene trasmesso, tra gli altri, anche da Rai Uno nella rubrica musicale “Note”, a cura di Leonardo Metalli.
Del 2012 viene intervistato da Cadena Ser, network radiofonico spagnolo.
Nel Giugno del 2012 esce “Malmustus e altri racconti”, una raccolta antologica della produzione più significativa di Gozzetti legata al dialetto, patrocinata dall’ente Provincia di Brescia. A Natale dello stesso anno realizza, in collaborazione con Piergiorgio Cinelli, il cd “Cantomcrismas” distribuito dal quotidiano “Giornale di Brescia” da cui viene tratto l’omonimo spettacolo musicale.
Nel Gennaio del 2013 pubblica il video della canzone “PCB”, trasmesso sia da Rai Tre nel programma “Ambiente Italia” (1 febbraio 2014) che da Corriere.tv.
Il 17 Gennaio 2015 presenta il nuovo lavoro: “In balia di forze oscure”, un progetto che comprende anche l’albo a fumetti “A Milano”, scritto da Daniele Gozzetti con i disegni di Paolo Zingarelli. Seguono alcune esibizioni live in varie location, tra le quali il Tambourine di Seregno (Mb), accompagnate da una mostra con tavole originali ed elementi che hanno ispirato l’opera. Il video “In balia di forze oscure” viene ospitato in esclusiva sul portale “Rockerilla.it”.
Dal 2 al 4 Ottobre 2015 partecipa al M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza (Ra) sia con la mostra legata al fumetto sia con la presentazione dal vivo del disco.
Nel marzo del 2017 partecipa alla compilation “Lo chiamavano Bud Spencer” realizzata in omaggio all’attore partenopeo con una cover di “They call me Trinity”, incisa insieme all’orchestra di fiati “Gasparo Bertolotti” di Salò.
Inizio concerto ore 21.00
Ingresso libero
Per informazioni
333 139 7601
Le parole ostili e amiche della meteorologia protagoniste a Rovereto
nov 21@21:00–22:00

Esagerazione, bomba d’acqua, superficialità, notizia a tutti i costi. Da opporre ad affidabilità, elasticità, conoscenza, attenzione, sviluppo, intelligenza, competenza e passione. Sono queste alcune delle parole ostili e delle parole amiche della meteorologia raccolte in occasione della tavola rotonda che il Festivalmeteorologia di Rovereto ha dedicato sabato alla comunicazione delle previsioni del tempo e dell’allerta meteo.

La comunicazione meteorologica è al centro di interessi economici sempre più forti e il dato dell’impatto dell’audience del pubblico sulle meteo notizie riveste oggi un ruolo sempre più cruciale. Questo fa si che non manchino polemiche e contraddizioni, anche a causa del progressivo moltiplicarsi di canali mediali dove vengono proposte informazione sul meteo. Per rispondere e ribaltare il trend è fondamentale costruire un’informazione di qualità che contrasti quello che spesso finisce per essere un flusso comunicativo superficiale e inopportuno.

 

Il Festivalmeteorologia, che ha richiamato al Polo Meccatronica di Trentino Sviluppo oltre duemila tra esperti, appassionati, curiosi e stakeholder del settore provenienti da tutta Italia e che si è chiuso oggicon l’ultima sessione di lavori dedicata alla formazione in meteorologia, ha dunque posto particolare attenzione in questa edizione al tema della comunicazione. Durante la tavola rotonda del sabato pomeriggio, condotta da Luca Calzolari direttore de Ilgiornaledellaprotezionecivile.it, gli spunti emersi hanno confermato quanta attenzione venga posta anche dal pubblico generalista all’informazione meteorologica. Il confronto ha visto tra i protagonisti Guido Caroselli, meteorologo e giornalista; Daniele Mocio, meteorologo, tenente colonnello dell’Aeronautica;  Paolo Corazzon meteorologo e responsabile del rapporto con i media di 3B Meteo; Andrea Giuliacci, previsore Centro Epson Meteo; Carlo Cacciamani, Dirigente Responsabile del Servizio Centro Funzionale Centrale, Dipartimento della Protezione Civile Alberto Trenti, Direttore di Meteotrentino; Marco Ferrazzoli, Capo Ufficio stampa CNR; Mario Rusconi, Vice Presidente dell’Associazione Nazionale Presidi.
Positivo il bilancio finale per la manifestazione organizzata da Università di Trento, Comune di Rovereto, Trentino Sviluppo e Fondazione Museo Civico di Rovereto e patrocinata da Provincia autonoma di Trento, Trentino Marketing, Accademia roveretana degli Agiati e SAT – Società degli Alpinisti Tridentini. Grande partecipazione, livello scientifico elevato, punto d’incontro per amatori, appassionati e aziende, questi i punti che confermano il Festivalmeteorologia come manifestazione di riferimento italiano e che consentono già da oggi di lanciare l’invito a tutti per l’edizione 2018. 

Pensione di invalidità, elevato il limite d’età in Alto Adige
nov 21@21:00–22:00

La Giunta provinciale ha approvato la delibera in base alla quale la pensione di invalidità viene erogata sino ai 66 anni e 7 mesi d’età. 

A partire dal 1° gennaio 2018 il limite d’età per il conseguimento della pensione viene fissato a 66 anni e 7 mesi, mentre sinora tale limite era attestato a 65 anni e 7 mesi. Affinché anche gli invalidi civili possano prolungare di un anno la loro pensione di invalidità la Giunta provinciale ha deliberato oggi(14 novembre) di elevare di un anno il limite d’età per l’incasso delle pensioni per gli invalidi civili per il periodo compreso tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2018. La pensione di invalidità civile attualmente ammonta a 435 euro al mese, in media vengono erogate ogni mese 4.850 pensioni ad invalidi civili, e nel corso del 2016 la cifra complessiva è stata di 28,3 milioni di euro. Il maggiore importo stimato per il 2017 ammonta a 407mila euro.

Trento Film Festival: film ed eventi imperdibili a Verona, Trento e Milano
nov 21@21:30–22:30
Il Festival, grazie al circuito “Trento Film Festival 365”, non si ferma mai. Ecco i prossimi appuntamenti “imperdibili”:

Domani 17 novembre a Verona ore 17.30, alla Società Letteraria di Verona, in Piazzetta Scalette Rubiani 1, il Trento Film Festival parteciperà all’appuntamento letterario “Parole appese” a cura del Premio Itas del Libro di Montagna. Durante la serata l’attrice Francesca Sorrentino, accompagnata al violoncello da Nicola Segatta, leggerà brani tratti dal libro “Messner o non Messner – Il versante ironico della montagna”.

Trento martedì 21 novembre, ore 18:00, presso la Casa della SAT in via Manci 57 parte la programmazione cinematografica del Trento Film Festival nell’ambito del Laboratorio Alpino e delle Dolomiti Bene UNESCO. In programma: Il tarlo di Andrea Balossi Restelli (Italia, 2010, 15’) e Tita Piaz-Il diavolo delle Dolomiti, di Giorgio Balducci (Italia, 1998, 37’).
Sempre il 21 novembre, a Milano ore 21.15, presso lo Spazio Oberdan (Viale Vittorio Veneto, 2) si svolgerà il secondo appuntamento della rassegna mensile “Le Grandi Montagne del mondo”, dedicata alle montagne d’Africa, promossa dalla rivista Meridiani Montagne in collaborazione con il Trento Film Festival. In programma: Rwenzori, cento anni dopo di Marco Preti (Italia/2007/28) e Niels et Juliette sur les épaules de l’Afrique, di Niels Dutrievoz (Francia/2016/52). Presenta il direttore di Meridiani Montagne e curatore della rassegna, Marco Albino Ferrari.

Per il programma completo degli eventi visita il sito: http://trentofestival.it/tff-365/ 

LORENZO LOTTO IN NUMERI: Chiude con successo l’esposizione a Palazzo Creberg.
nov 21@22:00–23:00

19.765 visitatori, 11mila cataloghi distribuiti, 144 visite guidate gratuite, 5 partnership per visite sul territorio e 4 eventi collaterali in 28 giorni di apertura: sono questi i numeri di “Lorenzo Lotto – I Capolavori della Santa Casa di Loreto”, l’esposizione, chiusasi ieri, giovedì 2 novembre, che ha visto il Palazzo Storico del Credito Bergamasco (Banco BPM Bergamo) ospitare i magnifici capolavori lotteschi provenienti dal Museo – Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto.
Grande l’apprezzamento manifestato per le opere esposte e per l’organizzazione della mostra, affiancata dall’esposizione di quattro opere di Andrea Previtali che il pubblico ha potuto ammirare dopo l’operazione di restauro della Fondazione Credito Bergamasco.

Formazione permanente degli insegnanti: 600 posti disponibili per i corsi di lingua straniera
nov 21@23:00–nov 22@00:00

Proseguono le proposte formative in campo linguistico dedicate agli insegnanti del sistema educativo trentino, attraverso l’attivazione di percorsi di formazione di lingua inglese e tedesca. L’azione, cofinanziata dal Fondo Sociale Europeo nell’ambito del Programma Operativo 2014-2020 della Provincia autonoma di Trento, costituisce un ulteriore tassello in attuazione del Piano Trentino Trilingue, che prevede tra l’altro, il rafforzamento della formazione per le lingue straniere. L’avviso, approvato oggi dalla Giunta provinciale, stabilisce i criteri per l’individuazione e ammissione degli insegnanti a specifici percorsi linguistici preparatori alle certificazioni linguistiche internazionali, anche ai fini dell’insegnamento in modalità CLIL. Le domande di ammissione potranno essere presentate dalle ore 13 del 20 novembre 2017 alle ore 17.30 del 7 dicembre 2017.  

L’innalzamento del livello qualitativo delle performance professionali degli insegnanti è sicuramente uno degli obiettivi primari del Piano Trentino Trilingue. Per perseguire questo obiettivo, la Giunta provinciale ha approvato oggi l’avviso per l’individuazione e l’ammissione degli insegnanti ai percorsi linguistici del catalogo 2018-2019 relativo agli interventi di formazione permanente di lingua inglese e tedesca. La prima edizione dei percorsi del nuovo catalogo è rivolta a circa 600 insegnanti di cui 180 delle scuole e dei nidi di infanzia e 420  degli Istituti del primo e del secondo ciclo di istruzione e formazione.

Possono partecipare ai percorsi:

- gli educatori dei nidi di infanzia a titolarità pubblica e gli insegnanti delle scuole dell’infanzia provinciali e equiparate, in servizio con contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato annuale fino al termine dell’anno educativo/scolastico, con un  livello minimo  di conoscenza linguistica  pari a A2.

- gli insegnanti del primo e secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione, in servizio con contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato almeno fino al termine delle lezioni, con un livello minimo di conoscenza linguistica pari a A2.

I percorsi partiranno indicativamente nel mese di febbraio 2018 nelle aree territoriali individuate dal nuovo catalogo, quali Trento, Rovereto, Borgo Valsugana, Cavalese, Cles, Fiera di Primiero, Riva del Garda e Tione. Al momento della presentazione della domanda di ammissione gli interessati dovranno scegliere la lingua di interesse e indicare l’area territoriale  in cui intendono effettuare il corso.

È possibile aderire all’iniziativa dalle ore 13.00 del 20/11/2017 fino alle ore 13.00 del 7/12/2017 registrandosi e compilando on line la domanda sul sitohttps://fse.provincia.tn.it/ – opportunità per le persone – Sezione Piano Trentino Trilingue. La domanda una volta compilata e confermata on line, deve essere stampata, firmata e presentata, sempre dalle ore 13.00 del 20/11/2017 fino alle ore 17.30 del 7/12/2017, con le modalità indicate nell’Avviso approvato oggi, che sarà pubblicato sul sito https://fse.provincia.tn.it/ e sul portale della scuola trentina all’indirizzo: www.vivoscuola.it.

nov
22
mer
2017
Convegno e consegna certificati audit famigliaelavoro
nov 22@09:45–10:45

Il 22 novembre a Bolzano a diverse imprese viene conferito il certificato “audit famigliaelavoro” e un convegno fa il punto sulla conciliabilità in Alto Adige.

Lo strumento di management “audit famigliaelavoro” promuove una politica aziendale del personale orientata alle esigenze della famiglia e sostenibile. Nell’ambito di una manifestazione informativa viene presentato a Bolzano lo stato attuale della conciliabilità famiglia e lavoro in Alto Adige, dando rilievo ai bisogni del personale e fornendo possibili risposte alle esigenze delle aziende. Relatori sono Oliver Schmitz, direttore della “berufundfamilie Service” di Francoforte e Federica Viganò, ricercatrice della Libera Università di Bolzano.

Nel corso della manifestazione verranno celebrate tutte le imprese ed organizzazioni che nel 2017 sono state certificate o ri-certificate e saranno consegnati loro i certificati audit famigliaelavoro. Il convegno e la consegna dei certificati sono in programma a Bolzano

  mercoledì 22 novembre

alle ore 9

nel Salone d’onore di Palazzo Mercantile

in via Argentieri 6 a Bolzano.

A consegnare i certificati audit saranno l’assessora provinciale alla famiglia Waltraud Deeg e il presidente della Camera di commercio Michl Ebner.

Emozioni e economia: i massimi esperti a Bergamo
nov 22@12:30–13:30

ANTIFRAGILITÀ: COME PROSPERARE NEL DISORDINE
etica, emozioni e organizzazioni

mercoledì 22 novembre 2017
9:00 – 13:30
Centro Congressi Giovanni XXIII
Viale Papa Giovanni XXIII, 106 – Bergamo

Nei luoghi di lavoro circolano sistematicamente molte emozioni, ritenute fenomeni propri della natura umana, che spesso passano inosservate e si tende a non affrontarle dando loro inadeguata attenzione. La cultura organizzativa le conosce poco, non sa spiegarle e soprattutto il management non è in grado di governarle adeguatamente.

Mobbing, difficoltà a lavorare in team, problemi di comunicazione e altro ancora, possono quindi essere fatti risalire, almeno in parte, al risultato di alcune situazioni emozionali.

Su questi argomenti si confronteranno alcuni dei massimi esperti delle discipline di settore mercoledì 22 novembre 2017 al Centro Congressi Papa Giovanni XXIII, per capire quali sono gli approcci professionali e relazionali utili a un orientamento strategico delle finalità istituzionali.

Interverranno, tra gli altri:

APERTURA LAVORI

  • Mara AzziDirettore Generale ATS Bergamo 

ETICA E INCERTEZZA

  • Cesare MaffeiOrdinario di Psicologia Clinica Università Vita-Salute San Raffaele Milano 
  • Achille OrsenigoStudio APS Milano 

INVIDIA ED EMOZIONI

  • Mario PeriniPsichiatraPsicoanalista e Consulente organizzativoDirettore scientifico IL NODO group Torino 
  • Giovanni ForestiPsichiatra e Psicoanalista con funzioni di training della SPI e dellIPA,Dirigente Sanitario 

L’incontro, organizzato dalle Direzioni Sociosanitarie ATS BergamoASST Papa Giovanni XXIIIBergamo Est e Bergamo Ovest in convenzione con il Consiglio Regionale della Lombardia dell’Ordine degli Assistenti Sociali, sarà l’occasione per approfondire, riflettere e discutere sulle emozioni e gli elementi che, sebbene spesso siano poco evidenti, condizionano gli esiti delle prestazioni, i rapporti interpersonali nonché il clima organizzativo, incidendo sui risultati degli investimenti e degli sforzi organizzativi prodotti dalle istituzioni Sanitarie, Sociosanitarie e Sociali.

Il danno più consistente che tali sentimenti infliggono alla produttività aziendale dipende dal fatto che le persone creative e di talento, per timore di essere additate dagli altri, ridimensionino le proprie potenzialità, incidendo negativamente sui risultati del team.

Lavoro, con il “Career Day al Contrario” è l’offerta che stimola la domanda
nov 22@14:00–15:00

Si chiama “Career Day al Contrario” ed è una nuova modalità d’incontro tra domanda e offerta di lavoro. A mettere in campo la sperimentazione è il Centro per l’impiego di Trento, che ha voluto in tal modo rispondere alle sollecitazioni delle imprese che hanno partecipato ai precedenti Career Day. L’appuntamento è per mercoledì 22 novembre a partire dalle ore 14 presso il Centro per l’impiego di Trento, in via Maccani 80, alla rotatoria Poli e Lidl.

A differenza dei precedenti Career days in cui erano le aziende di determinati settori a presentarsi per poter avere dei colloqui con lavoratori interessati, in questa occasione saranno invece i lavoratori ad avere uno spazio di presentazione per accattivare le aziende presenti interessate ad assumere. Ogni lavoratore interessato avrà inizialmente a disposizione 2 minuti per auto-presentarsi alle aziende presenti in sala, le quali potranno successivamente approfondire la conoscenza del lavoratore con un colloquio individuale. Alla base del “Career Day al Contrario” c’è l’idea di mettere le imprese nella condizione di poter “scoprire”, incontrando i lavoratori e verificandone le competenze, l’opportunità di assumere figure professionali anche diverse da quelle per le quali si sono inizialmente rivolte al Centro per l’impiego.
Programma Appuntamenti UniTrento
nov 22@14:45–15:45
UNIVERSITÀ DI TRENTO
APPUNTAMENTI DAL 18 NOVEMBRE AL 1° DICEMBRE 2017
Fino a domenica 19 novembre
Festivalmeteorologia – La manifestazione, giunta alla terza edizione, fino a domenica 19 novembre propone a Rovereto incontri e conferenze, attività didattiche e ludiche, laboratori, mostre e concorsi, oltre a spazi espositivi dedicati a enti, aziende e associazioni. Il titolo dell’edizione 2017 è “Meteorologia: tra scienza e tecnologia”. Il Festivalmeteorologia riunisce gli operatori dei servizi meteorologici, i professionisti e le aziende del settore, i ricercatori, le scuole, gli appassionati di meteorologia. Le conferenze e gli stand di aziende, associazioni ed enti istituzionali sono ospitati al Polo Tecnologico di Trentino Sviluppo. Le attività didattiche si tengono nella sede della Fondazione Museo Civico di Rovereto. Il Festival è organizzato da Università di Trento, Comune di Rovereto, Trentino Sviluppo e Fondazione Museo Civico di Rovereto. Se non diversamente indicato, le attività sono a ingresso gratuito e fino a esaurimento dei posti a disposizione.
Programma e informazioni: http://www.festivalmeteorologia.it/
Lunedì 20 novembre (ore 11) e martedì 21 novembre (ore 9)
La tutela multilivello nei sistemi europei – Relatore Alexander Schuster. I seminari sono organizzati nell’ambito del corso di “Relazioni internazionali e Diritti umani”. Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aula 7 (Trento – Via Verdi, 26).
Lunedì 20 novembre, ore 14
Lo studente di servizio sociale fra motivazione personale, contenuti teorici ed esperienza sul campo – Relatore Fabio Cappello. Il seminario si tiene all’interno dell’insegnamento di “Individui, famiglie e società”. Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, aula 8 (Trento – Via Verdi, 26).
Martedì 21 novembre, ore 13
La crisi costituzionale in Spagna – Intervento di Roberto Toniatti (Università di Trento) per il ciclo “La costituzione tra teoria e pratica. Incontri di diritto costituzionale”. Facoltà di Giurisprudenza, aule A-B (Trento – Via Verdi, 53).
Martedì 21 novembre, ore 14
Cittadinanza e dintorni: nella quotidianità, nella teoria e nell’attuale dibattito italiano – Relatrice Stefania Yapo. Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aula 8 (Trento -Via Verdi, 26).
Martedì 21 novembre, ore 14.15
An overview of the UN: field activities and employment opportunities – Interviene Fabio Graziosi (Communications Officer for Italy UNRIC Brussels). Per il ciclo “International Career Series”. Scuola di Studi Internazionali, aula 108 (Trento – Via Tommaso Gar, 14).
Martedì 21 novembre, ore 14.30
Lingua, cultura e letteratura russa nell’Euregio – Seminario promosso dal Centro di studi russi nell’Euregio. Il Centro, nato per iniziativa degli Atenei di Bolzano, Innsbruck e Trento, si pone l’obiettivo di promuovere e coordinare attività scientifiche e didattiche relative allo studio e alla diffusione della lingua e della cultura russa nelle tre regioni. A questo riguardo, uno degli obiettivi principali è favorire lo sviluppo delle relazioni e delle collaborazioni con partner nazionali e internazionali, in primo luogo con i più prestigiosi istituti di istruzione superiore e di ricerca della Federazione Russa. Dipartimento di Lettere e Filosofia, aula 221 (Trento – Via Tommaso Gar, 14).
Martedì 21 novembre, ore 17
Poesie con numeri e date – Incontro con Domenico Scarpa. Per “Semper – Seminario permanente di poesia”. Dipartimento di Lettere e Filosofia, aula 1 (Trento – Via Tommaso Gar, 14).
Mercoledì 22 novembre, ore 9.30
The many sided act of visualizing data – Workshop intensivo con Federica Fragapane e Francesco Majno, due information designer. Lo scopo è consentire l’esplorazione di un progetto di visualizzazione di dati in tutte le sue molteplici forme: dalla scelta dei temi rappresentabili, all’analisi dei dati legati a tali temi, fino ad arrivare alla rappresentazione visiva delle informazioni scelte. Il risultato finale sarà una collezione di visualizzazioni diverse tra loro e strettamente legate alle inclinazioni creative e agli interessi dei partecipanti. Posti disponibili: 25. Per la partecipazione è obbligatoria la registrazione online gratuita. Dipartimento di Lettere e Filosofia, aula 229 (Trento – Via Tommaso Gar, 14).
Mercoledì 22 novembre, ore 16.30
L’introduzione all’algebra: il ruolo di mediazione dell’insegnante – Maria Alessandra Mariotti (Università di Siena) ripercorrerà alcuni momenti della ricerca in didattica della matematica relativa al pensiero algebrico, dal senso dell’uguale all’idea di variabile, portata fino allo sviluppo del concetto stesso di variabile. Inoltre presenterà il ruolo della discussione matematica nell’apprendimento e il significato di “una vera discussione matematica” da un punto di vista metodologico. Polo scientifico e tecnologico Fabio Ferrrari, aula A206 (Povo – Via Sommarive, 5).
Mercoledì 22 novembre, ore 17
“Winners drink free”. I Simpson e il Nobel – Proiezioni e introduzione a cura di Alberto Brodesco (Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, Università di Trento). Per il ciclo “Geni ed eroi della scienza”, incontri per approfondire i Premi Nobel e l’immagine pubblica della scienza. Fondazione Caritro, sala conferenze (Trento – Via Calepina, 1).
Mercoledì 22 novembre, ore 17
A Christmas Carol: Ebenezer Trump and the Ghosts of America’s Past, Present and Future – Guest Speaker Nick Allard (Brooklyn Law School). Facoltà di Giurisprudenza, sala conferenze (Trento – Via Verdi, 53).
Giovedì 23 novembre, ore 8.30
Il sacro. A cento anni dalla pubblicazione di “Das Heilige” di Rudolf Otto (1917) – Convegno internazionale. Un’occasione di confronto non soltanto per i filosofi della religione, ma, più in generale, per gli studiosi di scienze della religione. Un bilancio critico della teoria della religione di Otto che tuttavia guardi anche alle sue fonti, una valutazione della sua attualità e una ricognizione della sua influenza nelle scienze della religione del secolo scorso e contemporanee sono gli obiettivi che il convegno, organizzato dal Dipartimento di Lettere e Filosofia in collaborazione con l’Associazione italiana di Filosofia della religione (AIFR), si propone di raggiungere. I lavori proseguono nella giornata di venerdì 24 novembre, dalle 8.30. Dipartimento di Lettere e Filosofia, aula 1 (Trento – Via Tommaso Gar, 14).
Informazioni e programma: http://webmagazine.unitn.it/node/29871/
Giovedì 23 novembre, ore 11.30
Esposizioni, vetrine e oggetti. Simmel e la vita dei sensi – Relatrice Claudia Portioli (Università di Trento). Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aule 1 e 2 (Trento – Via Verdi, 26).
Giovedì 23 novembre, ore 14.30
Donne e appartenenze confessionali tra diritto dello Stato e diritti religiosi – Apertura di un convegno, che proseguirà anche nella giornata di venerdì 24 novembre. Obiettivo: approfondire in una prospettiva giuridica l’interazione tra diritti religiosi e diritti statali con riferimento alla condizione femminile. Gli interventi individueranno il ruolo della donna così come concepito dai diritti religiosi all’interno della comunità dei fedeli per poi studiare quali sono le conseguenti azioni e reazioni che si verificano nella società civile. Si analizzerà da un lato il ruolo e lo status della donna all’interno della confessione di riferimento, dall’altro il condizionamento e i dettami che la religione impone alla donna rispetto al “mondo esterno”. Il convegno indagherà il ruolo che la donna può rivestire nel processo di integrazione e prevenzione delle derive fondamentaliste. Per partecipare al convegno è necessaria l’iscrizione online. Facoltà di Giurisprudenza, sala conferenze (Trento – Via Verdi, 53).
Venerdì 24 novembre (ore 10 e 14.30) e sabato 25 novembre (ore 9.30)
Un’autonomia speciale dinamica, solidale, interattiva – Apertura della due giorni di approfondimento organizzata nell’ambito del progetto LIA (Laboratorio di Innovazione istituzionale per l’Autonomia integrale). Il primo momento sarà venerdì 24 novembre alle 10 con la tavola rotonda nella quale sarà presentata la ricerca “Sviluppi e mutamenti dell’autonomia dell’Alto Adige a partire dalla dichiarazione di chiusura della vertenza 1992”, alla Facoltà di Giurisprudenza, aula 3 (Trento – Via Rosmini, 27). Alle 14.30, questa volta al Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26), si terrà il convegno su “Il raccordo Stato-Regioni speciali: le nuove prospettive emergenti dalla Relazione finale dell’indagine conoscitiva parlamentare”. Gli incontri proseguiranno nella giornata di sabato 25 novembre: alle 9.30 alla Facoltà di Giurisprudenza, sala conferenze (Trento – Via Verdi, 53) ci sarà il dibattito su “Quale architettura istituzionale per il regionalismo differenziato italiano?”. Per la partecipazione è prevista l’iscrizione online.
Programma e informazioni: http://webmagazine.unitn.it/node/28123/
Venerdì 24 novembre, ore 15
Le donazioni indirette: nuovi “tipi” negoziali – Intervengono Aldo Giuliani (magistrato, Corte costituzionale), Andrea Cimino (notaio, Trento) e Pierluigi M. Fino (avvocato, Milano). Incontro nell’ambito dei “Dialoghi di Diritto civile”. Evento accreditato per i rispettivi ordini professionali. La partecipazione all’evento è gratuita. Ai fini dell’attribuzione dei crediti formativi, è necessaria l’iscrizione. Facoltà di Giurisprudenza, aula B (Trento – Via Verdi, 53).
Entro venerdì 24 novembre
Oltre. L’Assemblea di Ateneo continua – L’Assemblea di Ateneo dello scorso 21 giugno ha avuto come tema “”Salute, Sanità e Saperi”. Per far conoscere direttamente alla cittadinanza alcune delle attività di ricerca scientifica condotte in questo ambito nelle strutture dell’Ateneo, vengono ora proposte due giornate di “Porte aperte ai Laboratori di Ricerca” con visite guidate in alcuni centri di Rovereto e Mattarello (mercoledì 29 novembre) e in alcuni laboratori di Povo e di Mesiano (venerdì 1 dicembre). Nel medesimo periodo, si terranno, inoltre, due seminari, a carattere multidisciplinare, su temi di grande interesse nell’ambito della salute e della sanità. Il primo si svolgerà a Trento al Dipartimento di Lettere e Filosofia, aula 6, giovedì 30 novembre alle 18 e avrà come argomento “Nuove sfide e opportunità per la salute e la sanità”. Il secondo, su “La malattia di Alzheimer e le altre demenze. Le decisioni di fine vita”, si svolgerà martedì 5 dicembre alle 18 all’Urban Center di Rovereto.
Le visite ai laboratori sono possibili previa iscrizione online, da effettuarsi entro venerdì 24 novembre, indicando la struttura e l’orario di preferenza. Nessuna registrazione, invece, è richiesta per la partecipazione ai seminari. Informazioni e iscrizioni:
Sabato 25 novembre, dalle 8.30
TEDxTrento – Quinta edizione dedicata al F.A.R.E., acronimo che sta per “Fidati, Agisci, Rischia, Esplora”. Sul palco 14 speaker con le loro idee: dall’alpinista Federica Migolla alla giornalista Barbara Carfagna, dal coach Maurizio Buscaglia a Davide Dattoli, fondatore di Talent Garden, fino all’arcivescovo di Trento Lauro Tisi e molti altri ancora. La giornalista e conduttrice radio-televisiva Paola Maugeri accompagnerà il pubblico del Teatro Sociale e quello connesso via web da tutto il mondo tra le idee che si alterneranno sul palco, attraverso l’accattivante formula dei TED: talk di massimo 18 minuti, diretti ed efficaci, lanciati nel 1984 e ormai conosciuti in tutto il mondo. Tra le novità di quest’anno la Junior Class, rivolta agli under 17. Il format vede l’Università di Trento come ente promotore. L’ingresso all’evento sarà possibile dalle 8.30 con l’accesso ai diversi piani che ospiteranno varie attività legate al tema dell’edizione. I talk saranno suddivisi in tre sessioni, con inizio rispettivamente alle 10, 12 e 15. I lavori si concluderanno intorno alle 17.30. Evento riservato a chi abbia acquistato il biglietto. Teatro Sociale (Trento – Via Oss Mazzurana, 19).
Informazioni e programma: http://tedxtrento.com/
Lunedì 27 novembre, ore 11
Constitutional Adjudication and Nation Building in South Africa – Interviene James Fowkes (Westfälische Wilhelms-Universität, Münster) per il ciclo “Course of Comparative Constitutional Law – Guest-Lectures”. Facoltà di Giurisprudenza, aula 5 (Trento – Via Verdi, 53).
Lunedì 27 novembre, ore 16
Piccolo schermo, grandi (e piccoli) conflitti. Dalla serialità al talk show – Relatore Luca Barra (Università di Bologna). Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aule 1-2 (Trento – Via Verdi, 26).
Lunedì 27 novembre, ore 17
Il danno ambientale: interessi incisi e tutele – Interviene Ugo Salanitro (Università di Catania). Nell’ambito di un ciclo di lezioni e seminari, tenuti da autorevoli studiosi della materia, per approfondire criticamente alcuni temi chiave del diritto civile. Facoltà di Giurisprudenza, aula A (Trento – Via Verdi, 53).
Martedì 28 novembre, ore 17
Presentazione del Premio Nobel per la Pace 2017 – Paolo Foradori (Scuola di Studi Internazionali, Università di Trento) illustra il premio assegnato all’International Campaign to Abolish Nuclear Weapons/Campagna internazionale per l’abolizione delle armi nucleari (ICAN) «per il suo lavoro volto ad attirare l’attenzione sulle catastrofiche conseguenze umanitarie di qualsiasi uso di armi nucleari e per gli sforzi innovativi a favore di un trattato per il divieto dell’uso di tali armi». Per il ciclo “Geni ed eroi della scienza”, incontri per approfondire i Premi Nobel e l’immagine pubblica della scienza. Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26).
Martedì 28 novembre, ore 17
L’energia idroelettrica: sviluppo normativo, istituzionale e forme di tutela giudiziaria. l’esperienza regionale – Relatore Stefano Paltrinieri (Foro di Bolzano). Ne discutono Damiano Florenzano (professore di Diritto pubblico) e Sandro Manica (professore di Diritto dell’Energia). Per i “Dialoghi di Diritto dell’energia”. Facoltà di Giurisprudenza, sala conferenze (Trento – Via Verdi, 53).
Giovedì 30 novembre, ore 10
Family mainstreaming, economia circolare e strumenti per la creazione di valore sociale attraverso l’innovazione giuridica – Nell’incontro si parlerà di approcci al family mainstreaming dalla prospettiva dell’economica circolare, della sussidiarietà circolare e dell’organizzazione circolare. Spazio a testimonianze, esperienze e strumenti operativi nell’ambito della certificazione territoriale familiare. Appuntamento a cura dell’Università di Trento nell’ambito del Festival della famiglia. Comune di Trento, sala Falconetto (Trento – Via Belenzani, 20).
Giovedì 30 novembre, ore 16
I controlli sul lavoratore alla luce delle recenti riforme – Relatrice Patrizia Tullini (Università degli Studi di Bologna). Discussants: Gabriele Faggioli (docente al MIP, Politecnico di Milano) e Elena Tabet (ingegnera al Dipartimento Tecnologie digitali e sicurezza informatica del Garante della Privacy). La partecipazione all’evento è gratuita. Per ragioni organizzative è richiesta l’iscrizione online. Facoltà di Giurisprudenza, sala conferenze (Trento – Via Verdi, 53).
Venerdì 1 dicembre, ore 10.15
Il nuovo processo contabile: un primo bilancio – Incontro e tavola rotonda su “Il rapporto con i giudicati civili, amministrativi e penali”. Ai fini dell’attribuzione dei crediti formativi per gli ordini interessati, è necessaria l’iscrizione. Facoltà di Giurisprudenza, sala conferenze (Trento – Via Verdi, 53).
Venerdì 1 dicembre, ore 11
Interesse e rimedi nello specchio dell’obbligazione senza prestazione – Interviene Luca Nivarra (Università di Palermo). Nell’ambito di un ciclo di lezioni e seminari, tenuti da autorevoli studiosi della materia, per approfondire criticamente alcuni temi chiave del diritto civile. Facoltà di Giurisprudenza, aula 2 (Trento – Via Verdi, 53).
ALTRE SEGNALAZIONI
No alla violenza sulle donne: aperte le iscrizioni alla WIRun Italy
Nell’ambito delle iniziative per sensibilizzare e informare la cittadinanza sul fenomeno della violenza contro le donne, anche quest’anno le Women In Run hanno organizzato WIRun Italy, un percorso di 5 chilometri, non competitivo, che si correrà o camminerà, per le vie del centro di Trento. L’appuntamento, aperto a donne e uomini, sarà domenica 26 novembre con partenza alle 10 dai Giardini di Piazza Dante.
L’Università di Trento, insieme alla Provincia autonoma di Trento e al Comune di Trento, ha deciso di concedere il proprio patrocinio e sostenere la manifestazione. Parte del ricavato sarà devoluto al fondo di sostegno alle vittime di violenza “La violenza non è un destino”. Per ricordare il significato di questa giornata, viene chiesto ai partecipanti di indossare qualcosa di rosso.
Informazioni sull’evento e sulle iscrizioni: http://webmagazine.unitn.it/node/30075/
SuXr – Studenti universitari per i rifugiati
SuXr (da leggersi “super”) è l’acronimo di “studenti universitari per i rifugiati”. Il progetto, giunto alla terza edizione, si inserisce nelle azioni che l’Università di Trento, in collaborazione con Cinformi e Provincia autonoma di Trento, ha avviato con il nome “studenti richiedenti asilo in Università” e che hanno lo scopo di agevolarne l’inserimento sociale attraverso l’interazione con l’Ateneo e la comunità studentesca. L’obiettivo è la sensibilizzazione di studenti/studentesse sul tema dei rifugiati e richiedenti asilo politico e sul mondo del volontariato. Il progetto si propone inoltre come momento di incontro tra domanda-offerta nel settore del volontariato. La partecipazione è aperta studenti e studentesse UniTrento.
I prossimi incontri formativi saranno mercoledì 22 novembre alle 18 con Fulvio Cortese (Facoltà di Giurisprudenza) su “Il sistema di accoglienza italiano di richiedenti e beneficiari di protezione internazionale” nella sala conferenze Alberto Silvestri del Dipartimento di Economia e Management (Trento – Via Inama, 5) e martedì 28 novembre alle 18 con Ezio Elasdi (Psicologia e Scienze cognitive) su “Aspetti psicologici nel lavoro con i rifugiati” nella sala conferenze Alberto Silvestri del Dipartimento di Economia e Management (Trento – Via Inama, 5).
I giudici e l’economia
Il terzo convegno associativo ADDE (Associazione italiana dei Docenti di Diritto dell’Economia) si terrà a Trento giovedì 30 novembre (dalle 14.15) e venerdì 1 dicembre (dalle 9). L’Associazione si è costituita nel 2014 per iniziativa di docenti del settore scientifico disciplinare ius05, con lo scopo di promuovere lo studio e la cultura del diritto dell’economia e lo scambio di informazioni e conoscenze relative al funzionamento degli ordinamenti giuridici e delle istituzioni relativi alle attività economiche e ai mercati. Facoltà di Giurisprudenza, aula 1 (Trento – Via Rosmini, 27).
UNITRENTOMAG
È online il periodico di informazione dell’Ateneo UNITRENTOMAG www.unitn.it/mag
Lavori su provinciale Castelrotto-Ponte Gardena: modifiche per i bus. Gli orari
nov 22@16:00–17:00

Da lunedì 6 novembre fino al 7 dicembre la strada provinciale Castelrotto-Ponte Gardena sarà chiusa al traffico per lavori. Deviazione e modifiche percorsi bus.

La strada provinciale tra Castelrotto e Ponte Gardena (SP 24) sarà chiusa al traffico per un mese, a partire da lunedì prossimo 6 novembre fino a giovedì 7 dicembre 2017, per consentire l’esecuzione di una serie di lavori. Per tale ragione sono previste alcune modifiche dei percorsi e degli orari dei bus.

Gli autobus della linea 171 vengono deviati sulla strada provinciale 64 verso Passo Pinei e Roncadizza e quindi sulla strada statale 242 verso San Pietro e Ponte Gardena. Tutte le fermate tra “Castelrotto, Autostazione” e Roncadizza “La Rodes” sono servite in entrambe le direzioni di marcia. Dalla fermata Roncadizza “La Rodes fino a “Ponte Gardena, Paese” sono sospese tutte le fermate.

Sono previste delle eccezioni: la prima riguarda la corsa delle ore 6.18 da Siusi per Bressanone transita per Fiè, Prato Isarco, Ponte Gardena.  Dalla fermata “Fiè, Rotatoria” fino alla fermata “Ponte Gardena, Starz” sono sospese tutte le fermate, prossima fermata utile “Ponte Gardena, Starz” (la fermata “Ponte Gardena, Stazione” non viene servita). La seconda eccezione riguarda la corsa delle 18.18 da Bressanone per Castelrotto, che transita per Siusi fino a Fiè (la fermata “Cabinovia, Alpe di Siusi” non viene servita).

Nasce FISPES Academy, l’accademia giovanile dell’Atletica paralimpica
nov 22@16:45–17:45

Tredici atleti Under 21 accompagnati dai loro tecnici personali hanno preso parte ad Olbia al primo raduno tecnico di FISPES Academy, l’accademia giovanile dell’Atletica paralimpica.
Il progetto, dedicato ad una selezione di atleti di età compresa tra i 14 e i 21 anni, intende valorizzare il loro talento in pista ed in pedana attraverso dei raduni collegiali a cadenza bimestrale coordinati dallo staff tecnico federale. L’obiettivo è di sostenere un ricambio generazionale naturale degli atleti top level con gli occhi puntati verso le Paralimpiadi di Tokyo 2020 e, allo stesso tempo, promuovere il valore educativo e culturale della pratica sportiva per giovani con disabilità.
Il Presidente FISPES Sandrino Porru ha lanciato quest’ambizioso progetto della Federazione durante l’incontro con la squadra ad Olbia: “Iniziamo oggi una grande avventura che vuole sostenere un’idea progettuale finalizzata ad un percorso di crescita dei ragazzi che praticano l’Atletica leggera paralimpica. I Mondiali giovanili di Nottwil e gli Europei a Savona sono state esperienze importanti per creare un gruppo di atleti affiatato e per capire gli scenari internazionali con cui si dovranno confrontare sempre di più in futuro. Questo percorso sarà realizzato insieme ai tecnici personali e allo staff della Nazionale in modo da creare una nuova strada che possa affiancare e poi avvicendare gli atleti di elite”.
Il Direttore tecnico Vincenzo Duminuco aggiunge: “Gli ottimi risultati ottenuti nel corso di questa stagione anche a livello giovanile se da un lato ci inorgogliscono, dall’altro ci caricano di ulteriori responsabilità: il futuro sportivo di questi ragazzi è un bene prezioso che non possiamo correre il rischio di disperdere. FISPES Academy è una possibilità di crescita condivisa tra atleta, tecnici, società e staff tecnico nazionale focalizzata su obiettivi, metodologie e contenuti, che mette al centro l’età e dei bisogni dei nostri giovani. Spesso, scovato il campioncino di casa, la tentazione è quella di ottenere il massimo in tempi rapidi con tutti i rischi che ciò comporta (infortuni, rapida crescita ma successivo ristagno delle prestazioni, demotivazione e abbandono). Mi auguro che l’avvio di questo progetto possa essere da stimolo anche per tanti altri giovani atleti e società sportive”.
Stefano Ciallella, responsabile FISPES del settore giovanile, dichiara: “Noi vogliamo mettere al centro l’atleta, educarlo al rispetto delle regole e valorizzarne il talento con allenamenti periodici. La condivisione degli obiettivi, anche con le famiglie, è importante per fare crescere i nostri giovani in modo costante a livello prestativo nella consapevolezza del loro ruolo e del valore dell’impegno”.

Pallanuoto: An Brescia-Florentia
nov 22@17:00–18:00

Archiviato il week-end senza impegni, con grinta e grande voglia di fare bene, l’An Brescia si appresta a fare i conti con una chiusura d’anno veramente intensa: in calendario, cinque turni di campionato, l’ultimo dei quali (sabato 23 dicembre) in casa dello Sport Management, e tre giornate di Champions League (mercoledì 29 novembre, a Mompiano, con l’Olympiacos, sabato 9 dicembre, a Budapest, contro l’Orvosi di Randjelovic e Ubovic, e mercoledì 20 dicembre, di nuovo a Mompiano, con i vice campioni dello Jug) da affrontare con il coltello tra i denti. La ripresa dopo la mini pausa è attesa dopodomani, alle 18, nella piscina di Mompiano, e i biancazzurri se la vedranno con la Rari Nantes Florentia, per la quinta tornata della rassegna tricolore. La sfida si annuncia come valido banco di prova per Presciutti e compagni: nel precedente incontro valido per la seconda fase di Coppa Italia, i gigliati sono, sì, stati superati largamente (15 a 5), ma la formazione di Tofani ha comunque dato a intendere che, nell’anno del ritorno in A1, potrà togliersi delle soddisfazioni. Finora la Florentia ha all’attivo solo tre punti (vittoria in casa del Posillipo), ma va considerato che gli altri tre match sono stati con la Canottieri Napoli, con lo Sport Management e con la Pro Recco, ovvero le realtà di vertice della pallanuoto italiana.

«Abbiamo già visto la Florentia – presenta la partita, il vice presidente, Alessandro Morandini -, schiera elementi di qualità ed esperienza come Bini, Razzi, Coppoli, Tomasic: senz’altro torneranno a Mompiano per mettercela tutta e fare bella figura. Noi abbiamo acquisito una buona maturità tecnico-tattica e sarà importante dare continuità alla crescita: la gara sarà un test di valore per automatizzare l’intesa e le sincronie di gioco, ottimizzando il lavoro fatto fino adesso, e, più in generale, farci trovare pronti per questa fine d’anno davvero impegnativa».

L’incontro potrà essere seguito in diretta radiofonica sul sito di Radio Brescia Sport.

Viaggio tra le lingue e i sapori alla Mediateca multilingue di Merano
nov 22@17:00–18:00

Mercoledì 22 novembre a Merano la Mediateca propone un viaggio tra le lingue accompagnato da piatti tipici preparati dai ragazzi della scuola alberghiera Ritz

Capire la costruzione ed il significato degli ideogrammi cinesi, imparare a scrivere il proprio nome in arabo, ascoltare la leggenda del mate sudamericano, partecipare ad un gioco a quiz sulla Russia o sull’Australia. Sono le esperienze multisensoriali che si potranno vivere mercoledì 22 novembre, dalle 17 alle 19.30, nella Mediateca Multilingue di piazza della Rena 10 a Merano. I piccoli laboratori saranno accompagnati dall’assaggio di piatti tipici delle diverse latitudini, preparati e serviti dagli studenti della Scuola alberghiera Ritz sotto la guida dei loro insegnanti.

L’iniziativa è organizzata in modo congiunto dalla Mediateca Multilingue, promossa dalla Ripartizione cultura italiana insieme alle agenzie linguistiche AlphaBeta, Palladio e Tangram ed all’Associazione Borodina. Si tratta di una collaborazione inedita, che vede insieme le diverse organizzazioni impegnate a sostenere l’apprendimento linguistico a Merano, attraverso corsi di formazione, scambi alla pari come Tandem o il volontariato linguistico, iniziative come i Caffè delle lingue o le Lingue al cinema, ed il supporto all’autoapprendimento individuale. Nel pomeriggio di mercoledì, oltre a visitare i diversi laboratori proposti nelle cinque isole linguistiche approntate, si potranno raccogliere informazioni su tutte le offerte esistenti per proseguire ogni giorno a migliorare la conoscenza di altri idiomi.

Il tutto con il profumo ed il gusto dei piatti delle diverse tradizioni culturali, perché ad ogni lingua corrisponde un mondo di saperi e tradizioni differenti. Essenziale perciò la collaborazione della Scuola alberghiera Ritz, che userà l’evento come occasione formativa per i propri studenti impegnati “dal vivo” prima nello studiare ricette particolari, e poi nel crearle e servirle ai visitatori. La partecipazione all’evento è libera e gratuita.

ATS della Montagna: linee guida per corretta alimentazione negli Asili Nido del territorio
nov 22@17:30–18:30

al seguente link
http://www.ats-montagna.it/asili-nido-lats-presenta-le-linee-guida-per-una-corretta-e-sana-alimentazione/
una notizia relativa alle linee guida per una
corretta e sana alimentazioni negli Asili Nido del territorio dell’ATS
della Montagna.

Settimana della riduzione dei rifiuti, la parola d’ordine è riuso
nov 22@17:30–18:30

Dare alle cose una seconda vita: questo il motto della Settimana europea della riduzione dei rifiuti. 700 alunni coinvolti in workshop di educazione ambientale.

In occasione dell’avvio della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, che parte sabato 18 e si conclude domenica 26 novembre, l‘Agenzia provinciale altoatesina per l’ambiente pone l’accento sull’importanza di un comportamento corretto e responsabile. Rivedendo le proprie abitudini di consumo, infatti, ogni cittadino può fornire il proprio contributo nell’abbattimento della produzione di rifiuti. “Il miglior rifiuto è quello che non viene prodotto - afferma l’assessore provinciale all’ambiente Richard Theiner - evitare la produzione di rifiuti e dare una seconda vita alle cose contribuisce a salvaguardare le risorse naturali secondo i principi dell’economia circolare e della tutela del clima”. In Alto Adige nella gestione dei rifiuti uno degli obiettivi prioritari è evitarne la produzione, seguito dal riuso di prodotti e dal riciclaggio di materiali, dove un ruolo importante riveste la raccolta differenziata. Le parole chiave, come spiegano gli addetti dell’Agenzia per l’ambiente sono tre: riduzione, riutilizzo e riciclo, traduzione italiana dello slogan internazionale “reduce, reuse, recycle”. Con l’espressione “reduce” si indica una minore propensione al consumo, con “reuse” ci si riferisce all’allungamento della vita degli oggetti, ad esempio tramite interventi di manutenzione e riparazione, mentre con “recycle” si intende il riutilizzo di materiali e oggetti.

Workshop REdUSE dell’educazione ambientale

Tra le varie iniziative, l’Agenzia provinciale per l’ambiente punta in modo particolare sulle giovani generazioni. In tal senso vanno lette le proposte del pacchetto di educazione ambientale sviluppato per le scuole e intitolato Scuola.Ambiente vi è il workshop “REdUSE” sul tema del riuso, ovvero del riutilizzo di beni, per ridurre la produzione di rifiuti e puntare al riciclo delle materie prime. Durante l’anno scolastico 2017/2018 sono circa 700 gli alunni di classi interessate delle scuole medie, superiori e professionali  che potranno partecipare all’offerta formativa. Nell’ambito della proposta educativa, della durata di due ore, viene mostrata quale introduzione una versione ridotta del filmato “REdUSE – di meno è di più”, realizzato nell’ambito dell’omonimo progetto internazionale supportato dalle organizzazioni Multivision e Global 2000 in collaborazione con enti partner in vari paesi europei; in provincia di Bolzano era stato proposto dall’Agenzia provinciale per l’ambiente nel 2013.

Ridurre i rifiuti e riutilizzare

La denominazione del progetto è la sintesi dei termini “reduce” ridurre e “reuse” riutilizzare, con il quale si intende porre l’attenzione sulla tutela delle risorse e sul loro uso consapevole puntando all’acquisto di prodotti di lunga durata, al riutilizzo di beni, alla riduzione dei rifiuti e al riciclo delle materie prime. Con un prelievo di circa 60 miliardi di tonnellate annue attualmente a livello mondiale vengono consumate circa il 50 per cento in più di risorse rispetto a trent’anni fa, molte risorse sono a rischio, quindi, la questione delle risorse costituisce una delle più grandi sfide. Gli alunni dopo la visione del filmato, confrontandosi con iniziative locali quali i negozi del mondo, ii portali second hand, o i mercati dello scambio, possono formulare soluzioni ai fini di uno stile di vita sostenibile.

Riuso, fenomeno di trend

L’attenzione sulla tematica del riuso è testimoniata dalle varie iniziative in varie località della provincia di Bolzano quali mercati di scambio e cosiddetti “repair cafes”, dove accompagnati da consulenza di esperti si riparano assieme oggetti rotti prolungandone la vita ed evitando così la produzione di rifiuti.

Zero compromessi, torna la campagna anti-alcol
nov 22@17:45–18:45

Sarà presentata il 22 novembre la nuova edizione della campagna di prevenzione contro l’alcol intitolata “Zero compromessi”.

Zero compromessi – 4 storie vere, è questo lo slogan che caratterizza la nuova edizione della campagna provinciale contro l’alcol organizzata dal Forum prevenzione in collaborazione con la Ripartizione alla salute. L’articolazione della campagna, che mira a stimolare la riflessione e la sensibilizzazione dell’opinione pubblica su questa importante problematica, sarà illustrata dall’assessora provinciale alla salute, Martha Stocker, e dal direttore del Forum prevenzione, Peter Koler.

Qualità dell’aria buona in Trentino: ecco le misure per migliorare ancora
nov 22@18:00–19:00

Secondo gli standard fissati dalla normativa europea e nazionale la qualità dell’aria in Trentino è buona e le concentrazioni di inquinanti in atmosfera mostrano, negli ultimi anni, trend di continuo miglioramento e riduzione dei valori, grazie anche alle politiche in materia di ambiente, energia, mobilità e comunicazione, messe in campo dalla Provincia autonoma di Trento. Esistono, tuttavia, delle criticità che emergono dal costante monitoraggio effettuato sul territorio, che riguardano il biossido d’Azoto, in prossimità delle emissioni del traffico, le polveri sottili, legate alla combustione di biomasse legnose e l’Ozono, inquinante secondario riconducibile alla totalità delle emissioni di inquinanti primari a livello globale e locale.
Per contrastare tali fenomeni, la Giunta, su proposta dell’assessore alle infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi, ha varato oggi in via preliminare il Piano provinciale di tutela della qualità dell’aria che contiene una serie di strategie e misure per consolidare i risultati ottenuti e per affrontare con maggiore efficacia le criticità.

Cinque i settori di intervento individuati dal Piano:
- nel settore civile ed energetico sono previste misure per il risparmio energetico e per la riqualificazione energetica degli edifici.
- nel settore dei trasporti sono previste misure relative al trasporto pubblico e privato e a quello delle merci, con incentivi alla mobilità sostenibile e all’intermodalità
- nel settore produttivo ed industriale le misure consistono nella diffusa e tempestiva applicazione delle migliori tecniche disponibili per raggiungere un elevato indice di protezione dell’ambiente
- nel comparto agro-zootecnico e’ prevista la diffusione di buone pratiche in ambito zootecnico e delle coltivazioni.
- nel settore della comunicazione sono previste campagne di sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza ed interventi di educazione nelle scuole.
Distretto sociosanitario di Merano, ok all’ampliamento
nov 22@18:45–19:45

Via libera della Giunta all’ampliamento del distretto socio-sanitario di Merano. Lavori anel 2019, Stocker: “Rafforzare l’assistenza sul territorio”.

Nell’ambito del distretto sociosanitario di Merano, che comprende i Comuni di Merano, Lagundo, Verano, Marlengo, Scena, Avelengo, Rifiano, Caines e Tirolo vivono circa 56.000 persone. Il distretto dispone di una sola sede laddove, ad esempio, il maggiore distretto provinciale, quello di Bolzano, a cui fanno riferimento 105.000 persone, può contare su cinque sedi. L’aumento della domanda ed il crescente numero di prestazioni hanno reso sempre più forte la carenza di spazi a Merano ed alcuni servizi sono stati anche decentrati in sedi prese in affitto. La Giunta provinciale ha approvato oggi(14 novembre) la delibera relativa all’ampliamento del distretto di Merano e circondario.

“Grazie a questo ampliamento del distretto socio-sanitario da un lato risolviamo i problemi di spazio per i servizi sociali e dall’altro realizziamo i presupposti affinché nell’ambito della nuova sede trovino collocazione quattro medici di medicina generale ed un pediatra. Si tratta di partner fondamentali per la realizzazione del sistema di assistenza sanitaria diffuso sul territorio e la loro collocazione nell’ambito del distretto è importante anche in relazione al cambiamento demografico ed al conseguente aumento del numero di persone affette da malattie croniche” sottolinea l’assessora Martha Stocker. Il costo complessivo dell’operazione sarà di circa 3,35 milioni di euro ed i lavori dovrebbero essere avviati nel 2019.

Concluse le riprese di “Moser – Scacco al tempo”
nov 22@19:00–20:00

Sono terminate in Trentino le riprese di “Moser – Scacco al tempo” un film di Nello Correale. La troupe ha affiancato Francesco Moser, tuttora il ciclista italiano con più vittorie di sempre, nel corso di un anno e lungo i percorsi a lui familiari per raccontare non solo il campione, ma per comporre un inedito ritratto dell’uomo, della famiglia e della comunità di Palù di Giovo, paesino in provincia di Trento dove è nato e dove è sempre tornato.

“Una troupe ha accompagnato, per quasi un anno, Francesco Moser per raccontare l’uomo , la sua famiglia, la comunità di Palù di Giovo e la sua eccezionale avventura umana. Un ritratto inedito del grande campione che  racconta la sua vita e la sua carriera  in modo inaspettato”, spiega il regista Nello Correale. Un’eccezionale avventura umana che documenta il legame profondo della leggenda del ciclismo con la sua terra e ne ripercorre le gesta in compagnia di Merckx, Saronni, Hinault. Una storia che si rivolge a tutti, non solo agli amanti del ciclismo.
Moser – Scacco al tempo è prodotto da Filmwork e Tipota Movie in collaborazione con Michelangelo film, con il sostegno di Trentino Film Commission, Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, e con il contributo di Banca Mediolanum, Barilla e Enervit spa.
Le riprese si sono svolte tra Italia e Francia. L’uscita è prevista per l’inizio del 2018.
Nello Correale – Autore, regista e sceneggiatore. Nel 1997 ha scritto e diretto il suo primo film “Oltremare”. Ha collaborato a molte sceneggiature tra cui “Journey of Hope” Premio Oscar come miglior film straniero nel 1991. Ha scritto e diretto numerosi documentari per emittenti nazionali e internazionali, tra cui “I ragazzi della Panaria” nominato al David di Donatello nel 2005, “Wolf on the Drum” per Kazakh Film (la prima coproduzione Italia/Kazakhstan) e di “La voce di Rosa – Rosa Balistreri la cantatrice di Licata”.
Ha ideato e dirige dal 2000 il Festival Internazionale del Cinema di Frontiera (Marzamemi-Sicilia).
Convegno “Agricoltura di montagna e biodiversità: il nostro futuro inizia dalle nostre radici”
nov 22@20:00–21:00

Il convegno: “Agricoltura di montagna e biodiversità: il nostro futuro inizia dalle nostre radici” organizzato dal Consigliere Provinciale Graziano Lozzer e dal Gruppo Consiliare del PATT avrà luogo a Mezzolombardo mercoledì 22 novembre 2017 alle ore 20.00 presso la sala “Spaur” in Piazza Erbe n. 36.

Una società in salute: due incontri con l’assessore Zeni
nov 22@20:30–21:30

Proseguono gli incontri-dibattiti dell’assessore provinciale alla salute e solidarietà sociale, Luca Zeni per presentare lo stato e le prospettive della salute e delle politiche sanitarie poste in essere sul territorio, nonché gli obiettivi della riforma sul welfare. Due gli incontri in programma la prossima settimana, entrambi alle 20.30, dal titolo “Una società in salute. Dalla rete ospedaliera alla riforma del welfare anziani”: lunedì 20 novembre l’assessore provinciale sarà a Lavarone, presso il Centro Congressi di Gionghi, mentre mercoledì 22 novembre alle 20.30 sarà a Pinzolo, presso la Casa della cultura e del sociale di via Roma.

Stand Up Comedy
nov 22@21:30–22:30
Mercoledi’ 22 novembre 2017
CARMEN TOWN
Via Fratelli Bandiera (Brescia)
presenta
Stand Up Comedy 
La stand-up comedy (comicità alternativa rispetto al cabaret italiano tradizionale, e più vicina allo stile anglosassone) torna al Carmen Town per una seconda stagione di risate da accompagnare alla sbronza più colossale.
I monologhisti che andranno in scena per questo appuntamento del 22/11/2017 saranno:
Andrea Saleri
Andrea Saleri, bresciano, videomaker, laureato alla Cattolica in procinto di sbattezzarsi, studia sceneggiatura e scrive monologhi da quattro anni, ha partecipato alla trasmissione televisiva “Natural Born Comedians” su Comedy Central.
David Shushan
David Shushan, israeliano, di Tel Aviv, immigrato per amore, regista teatrale, stand-up comedian da dieci anni, regala agli spettatori un esilarante ritratto dell’Italia con gli occhi dello straniero.
Gianluca Ettori 
Gianluca Ettori, bresciano, vicino di casa di Balotelli, blogger e pigro convinto, sale sul palco per riciclare le battute scritte sul web e sentire se fanno davvero ridere.
e gli ospiti
Michela Giraud
Michela Giraud, romana, attrice di cinema, televisione e teatro, monologhista comica, ha partecipato a numerose trasmissioni televisive tra cui “Sbandati”, “Sorci Verdi”, “Colorado”, “Challenge Four”, “Ccn”, “Stand-Up Comedy” e “Natural Born Comedians”.
Gabriele Antinori
Gabriele Antinori, romano, operatore e montatore, stand-up comedian dal 2012, stile riflessivo dal sapore casereccio, ha partecipato alle trasmissioni “Natural Born Comedians” e “Stand-Up Comedy”.
ingresso libero
dalle 21.30
per informazioni 3293987957

 

Lavori di manutenzione alla funicolare della Mendola, bus sostitutivo
nov 22@22:00–23:00

Da oggi (30 ottobre) al 9 dicembre la funicolare della Mendola sarà fuori servizio a causa di lavori di manutenzione. Servizio sostitutivo con bus.

La funicolare della Mendola rimarrà fuori servizio a causa di lavori di manutenzione da oggilunedì 30 ottobre, sino a sabato 9 dicembre incluso.

Come di consueto è stato istituito un servizio sostitutivo mediante autobus durante i giorni lavorativi, ad esclusione del sabato, che parte dal Passo della Mendola alle ore 6.50, da Caldaro alle ore 17.40 e da S. Antonio di Caldaro alle ore 17.44.

Trombe d’aria d’agosto: 500.000 euro per il ripristino degli impianti frutticoli e viticoli danneggiati
nov 22@22:00–23:00

La Giunta provinciale ha approvato i criteri e le modalità di concessione dei contributi per il ripristino delle strutture e degli impianti frutticoli e viticoli danneggiati dalle trombe d’aria e dalle grandinate della scorsa estate.  

Con il provvedimento della Giunta, che porta la firma dell’assessore Michele Dallapiccola, si prevedono contributi a favore delle imprese agricole che hanno subito danni nei mesi di luglio e agosto 2017 (trombe d’aria e grandinate). Il limite minimo della spesa ammissibile a contributo è di 2000 Euro, quello massimo di 37.500 Euro poiché il contributo è concesso in regime di de minimis e prevede un aiuto massimo di 15.000 Euro per azienda nell’arco di tre esercizi finanziari. Sono ammesse a domanda le richieste riguardanti danni a impianti e strutture.

Il budget a disposizione è di 500.000 Euro e le domande saranno raccolte a partire da lunedì prossimo, 13 novembre, fino a giovedì 23 novembre domande.

Gli interessati possono scaricare il modulo della domanda dal sito www.modulistica.provincia.tn.it, le domande vanno quindi presentate presso gli Uffici Periferici oppure, la sede del Servizio Agricoltura oppure presso le organizzazioni agricole di categoria.

Comitato FISI Alpi Centrali: squadra sci di fondo
nov 22@23:00–nov 23@00:00

La formazione del Comitato FISI Alpi Centrali del fondo cambia capo allenatore. Dalla prossima stagione guidare la squadra degli sci stretti della regione Lombardia sarà Daniele Compagnoni già allenatore insieme a Renato Pasini che diventa allenatore della formazione “rosa” del Centro Sportivo dei Carabinieri.

 

Una promozione sul campo alla luce degli ottimi risultati conquistati dagli atleti del Comitato FISI Alpi Centrali insieme a coach Pasini. Oltre a Compagnoni a guidare la formazione degli sci stretti ci sarà, altra new entry, Fabio Maj ex fondista azzurro, classe 1970 originario di Schilpario.

In tutto la squadra 2017-2018 della formazione lombarda sarà composta da 23 atleti. Ecco i nomi che compongono la formazione maschile e femminile dello sci nordico:

 

Squadra femminile

Alice Antonioli 1999 Polisportiva Le Prese

Laura Colombo 1999 Sci Club Primaluna

Vittoria Zini 1998 Sporting Livigno

Martina Bellini 1998 GS Carabinieri

Valentina Maj 2000 Sci Club Schilpario

Manila Tribbia 2000 Sci Club Valserina

Lara Centamori 2001 Sci Club Vigezzo

Giulia Cozzi 2001 UBI Banca Goggi

Anna Rossi 2001 Sci Club Primaluna

Sara Armellini 2001 Sci Club Alta Valtellina

Squadra maschile

Angelo Buttironi 1999 UBI Banca Goggi

Pietro Magli 1999 Sci Club Clusone

Michele Matli 1998 Sci Club Valle Antigorio

Luca Compagnoni 2000 GS Carabinieri

Michele Gasperi 2000 Sci Club Valtellina

Francesco Manzoni 2000 Sci Club Valtellina

Davide Mazzocchi 1999 Sci Club Clusone

Daniele Bettinaglio 2001 Sci Club Gromo

Nicolò Cusini 2001 Sporting Livigno

Andrea Gaglia 2001 Sci Club Alta Valtellina

Enrico Galbiati 2001 Sci Club Vigezzo

Mirco Bonacorsi 2001 Sci Club Gromo

 

“Fra conferme e qualche new entry riteniamo di aver allestito una formazione molto competitiva” il commento del responsabile dello sci nordico della Lombardia Federico Sosio che prosegue: “la squadra agli ordini di coach Compagnoni e Maj si è già ritrovata negli scorsi fine settimana e più precisamente dal 3 al 4 giugno e dove nella giornata di domenica sono stati ospiti sul circuito di Monza dove hanno potuto allenarsi accanto ai bolidi a quattro ruote. Il livello è alto e crediamo che la squadra sarà all’altezza delle nostre aspettative” la conclusione del responsabile delle prove nordiche Federico Sosio.

 

Recupero e riqualificazione energetica: altri 5.400.000 euro per l’anticipazione delle detrazioni fiscali
nov 22@23:00–nov 23@00:00

Ha avuto successo, in termini di domande, l’iniziativa riproposta anche per quest’anno e presentata per la prima volta nel 2016, in base alla quale, in attuazione della legge provinciale 1/2014, la Provincia assume a proprio carico gli oneri degli interessi derivanti dall’anticipazione delle detrazioni d’imposta, previste dalle disposizioni statali, per le spese relative agli interventi di recupero edilizio e di riqualificazione energetica. Per questo, su proposta dell’assessore alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa Carlo Daldoss, la Giunta provinciale ha deciso di destinare a questo scopo altri 5.400.000 euro, in dieci anni dall’esercizio finanziario 2019 al 2028, che si aggiungono ai 4.700.000 euro già prenotati a bilancio. Il bando 2017 prevede che le domande di contributo possono essere presentate fino al 30 novembre.  

“C’è stata una risposta positiva a questa opportunità – sottolinea l’assessore Daldoss – che è stata introdotta sia per incentivare il risparmio energetico che per sostenere le attività economiche legate all’edilizia. Per questo abbiamo pensato di incrementare l’impegno finanziario per darle attuazione, anche a voler sottolineare quanto questo intervento sia coerente con le ultime scelte urbanistiche che vanno nella direzione di recuperare l’esistente invece che costruire il nuovo occupando ancora preziose porzioni di territorio”.

Le risorse inizialmente stanziate hanno permesso di ammettere a contributo 659 domande ritenute ammissibili, presentate dall’apertura del bando il 18 aprile 2017 fino al 17 agosto scorso. Con le risorse aggiuntive si vogliono finanziare le domande presentate dal 18 agosto fino alla scadenza del bando.

Le novità del bando 2017

Si è deciso di estendere sia la tipologia delle unità immobiliari destinatarie degli interventi, sia i soggetti che possono presentare la domanda di contributo. In particolare, con riferimento alle categorie catastali, si è estesa l’ammissibilità anche agli interventi di recupero e/o di riqualificazione energetica di unità immobiliari classificate nella categoria catastale C/2 e C/6 per la trasformazione di questi fabbricati ad unità immobiliari ad uso abitativo. Inoltre si è estesa al coniuge e/o convivente, non proprietario, la possibilità di presentare la domanda congiuntamente al proprietario dell’unità immobiliare.

Un esempio pratico

Una persona che prevede di sostenere una spesa di ristrutturazione pari a 100.000 euro beneficia di una detrazione d’imposta teorica statale pari a 48.000 euro (il massimo previsto in caso di ristrutturazione) mediante dieci rate annue di 4.800 euro da inserire nella propria dichiarazione dei redditi. Qualora questa persona abbia accesso al contributo provinciale in oggetto, potrebbe recarsi presso una banca convenzionata e stipulare un contratto di mutuo della durata di dieci anni per l’importo di 48.000 euro (anticipando quindi in termini di liquidità la detrazione d’imposta statale di cui beneficerà nei successivi 10 anni). La persona dovrà poi rimborsare annualmente alla banca una rata del mutuo composta dalla quota capitale più la quota interessi. La Provincia rimborserà direttamente alla persona la totalità degli interessi pagati alla banca mediante 10 rate annuali di pari importo. Per effetto delle modalità di calcolo del contributo nei primi anni la persona riceverà un contributo leggermente inferiore rispetto a quanto pagato alla banca per la quota interessi ma negli ultimi anni riceverà un contributo leggermente superiore in modo tale che alla fine dei dieci anni il contributo totale corrisponderà agli interessi complessivamente pagati.

Ulteriori dettagli:

https://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Riqualificazione-energetica-confermata-per-il-2017-l-anticipazione-delle-detrazioni-fiscali

Trauttmansdorff, chiusa la stagione con 415mila visitatori
nov 22@23:00–nov 23@00:00

Oltre 415mila visitatori da più di 50 paesi hanno visitato nel 2017 i Giardini di Castel Trauttmansdorff. Superato il muro dei 6 milioni di persone in 16 anni.

Si è conclusa ieri (15 novembre) ai Giardini di Castel Trauttmansdorff e al Touriseum la stagione 2017, e i numeri confermo il successo della struttura. Oltre 415mila visitatori provenienti da più di 50 paesi hanno infatti trascorso quest’anno almeno una giornata ai Giardini di Castel Trauttmansdorff. Il mese con più visitatori è stato aprile con 71.350 persone, seguito da agosto con 65.700 persone. Con i 9mila visitatori del 2017, inoltre, il mese di novembre ha fatto registrare il dato migliore a partire dall’apertura nel giugno 2001. Tracciando un bilancio di più ampio respiro, emerge che negli ultimi 16 anni i Giardini di Castel Trauttmansdorff sono stati visitati da più di 6 milioni di persone, “muro” abbattuto il 27 settembre scorso.

Una delle attrazioni principali del 2017 è stata la mostra organizzata in occasione del concorso fotografico internazionale dedicato al verde “International Garden Photographer of the Year” di Londra. Su tutta la superficie dei Giardini è stato possibile scoprire i 50 scatti dedicati al verde, provenienti da tutto il mondo e selezionati da una giuria internazionale, comprese le foto vincitrici per la categoria “The Spirit of Trauttmansdorff” che sono state scattate proprio nei Giardini. Il Touriseum invece ha dedicato la sua mostra temporanea “Sui passi, pronti, via!” ai passi alpini, al loro fascino e al loro significato da un punto di vista turistico. La mostra, che è stata allestita in modo tale da ricordare una strada di montagna a curve, con tornanti, dislivelli e punti panoramici, tornerà anche nel 2018, quando il museo provinciale del turismo festeggerà il suo 15esimo compleanno.

Anche nel 2017 il giardino botanico di Merano è stato teatro di numerosi eventi: nel mese di maggio decimo anniversario della giornata delle porte aperte per persone con disabilità con circa 650 partecipanti, poi durante l’estate il World Music Festival con oltre 5.600 spettatori. Di particolare successo, il concerto del cantante pop tedesco Adel Tawil, che ad agosto è riuscito ad attirare quasi 1.900 fan. In ottobre è stato il turno della “Giornata di Sissi” con stazioni interattive  che invitavano a scoprire qualcosa di più sulla vita della principessa e sui suoi soggiorni a Merano e al Castel Trauttmansdorff. Nel mese di novembre, infine, si è tenuto per la prima volta il simposio Naturae&Purae che ha segnato l’inizio del Merano Wine Festival. I Giardini di Castel Trauttmansdorff resteranno chiusi fino al 30 marzo 2018, molte piante stanno andando nella loro meritata ibernazione, mentre Trauttmansdorff si sta preparando per la prossima stagione che sarà all’insegna delle piante più profumate e speziate.

nov
23
gio
2017
“La Sportiva Epic Ski Tour” : iscrizioni aperte
nov 23@11:15–12:15

 

 

 

Massimo “macha” Dondio è il tecnico incaricato di sviluppare la prima tappa all’Alpe Cermis, Thomas Zanoner la seconda al Passo San Pellegrino mentre Oswald Santin, organizzatore della “Sellaronda Skimarathon” del 16 marzo, è colui il quale coordina la tappa numero tre de “La Sportiva Epic Ski Tour”, otto chilometri e 980 metri di dislivello al Passo Pordoi che l’11 marzo chiuderanno la seconda edizione ed un trittico di giornate spettacolari nel cuore delle Dolomiti trentine.

L’Epic Ski Tour alterna ogni anno la propria “base logistica”, dislocata la scorsa stagione in Val di Fiemme, mentre nel 2018 il quartier generale sarà, dall’8 all’11 marzo, in Val di Fassa e più precisamente a Moena.

Anche la Sellaronda Skimarathon nel 2018 farà fulcro in Val di Fassa, a Canazei, ed in comune con La Sportiva Epic Ski Tour ha il protagonista assoluto, quel Damiano Lenzi che, in coppia con Anton Palzer, sfoggiò una prova da record nell’edizione 2015, quel Lenzi che è pure il vincitore della prima edizione de La Sportiva Epic Ski Tour.

Molti punti in comune tra le due manifestazioni scialpinistiche, insomma, tant’è che La Sportiva Epic Ski Tour e la Sellaronda Skimarathon hanno deciso di unirsi in un fruttuoso gemellaggio che porterà i due eventi a collaborare sin da ora.

Trapela soddisfazione dalle parole di Kurt Anrather, responsabile del comitato organizzatore “epico”: “Questo gemellaggio con la Sellaronda ci porterà a sviluppare la nostra gara nel migliore dei modi, proporremo ancor più iniziative volte a migliorare la nostra offerta già di per sé competitiva”.

L’offerta sportiva proposta dagli organizzatori dell’Epic Ski Tour è di quelle da non perdere, con la quota di 160 euro che darà la possibilità di usufruire di un omaggio a scelta fra La Sportiva Combo Helmet, con doppia omologazione, o una felpa tecnica da scialpinismo de La Sportiva del valore di 139 euro.

Lo scialpinismo è passione per la montagna, azione e natura, caratteristiche che regnano sovrane nell’evento firmato “La Sportiva”, scalare le cime del Trentino non è mai stato così a portata di mano.

Info: www.epicskitour.com

Agrialp: 25 edizioni per l’agricoltura
nov 23@14:00–15:00

Agrialp: 25 edizioni per l’agricoltura

 

Fiera Bolzano festeggia la 25a edizione della più importante fiera agricola alpina della regione, che offre la tradizionale combinazione fra prodotti innovativi e un programma di alto livello. Negli anni sono stati presentati, a partire dalla prima edizione, un totale di oltre 100 giorni di agricoltura da toccare con mano, con la migliore offerta delle aziende leader del settore! Quest’anno per la prima volta Agrialp si svolgerà da giovedì a domenica, dal 23 al 26 novembre, in Fiera a Bolzano.

“La tua agricoltura”

 

È questo il motto dell’edizione di quest’anno di Agrialp, il filo conduttore che unisce le diverse componenti del programma dell’Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi: una serie di discussioni, presentazioni ed eventi che si svolgono sul palco eventi in quattro giorni di fiera.

Futuro: l’industria della mela

 

Interpoma vuole rimodellare l’industria della mela con la seconda edizione dell’Innovation Camp. Il 23 novembre dalle ore 16.00 venite a scoprire ad Agrialp come si sviluppano le idee di 7 startupinnovative nel campo della melicoltura.

Segue aperitivo e networking!

Razza Bruna – Asta d’Elite

 

Sabato 25 novembre si svolge un’asta d’elite di esemplari di vacca razza Bruna, alla quale può partecipare anche il pubblico.

Sono presentati esclusivamente i migliori esemplari di questa importante razza bovina alpina.

 

La mostra del bestiame

 

La tradizionale mostra del bestiame si svolge, sabato 25 e domenica 26 novembre, nelle stalle del Consorzio Altoatesino per la Commercializzazione del Bestiame vicino alla Fiera: si possono vedere 200 esemplari di specie utili per il lavoro o la produzione di carne e latte tipiche dell’Alto Adige.

“Women Value Company 2018″: da Intesa Sanpaolo e Fondazione M.Bellisario la seconda edizione del premio per le PMI che valorizzano talento femminile e parità di genere
nov 23@14:00–15:00

Dopo il grande consenso e il successo di partecipazione raccolti nella prima edizione, riparte anche per il 2018 il «Premio Women Value Company – Intesa Sanpaolo», pensato e realizzato dalla Fondazione Marisa Bellisario insieme al Gruppo Intesa Sanpaolo. Obiettivo del riconoscimento, coinvolgere le imprese in un percorso di empowerment femminile e dare visibilità alle pratiche più virtuose e innovative, innescate dalle aziende per garantire pari opportunità e percorsi di carriera.

Le due imprese, una piccola e una di medie dimensioni, che più delle altre si siano distinte per aver investito sul superamento del gender gap e sulla crescita al femminile, saranno premiate a giugno del prossimo anno a Roma, nell’ambito della XXX edizione del Premio Marisa Bellisario «Donne ad alta quota».

Le imprese in target potranno autocandidarsi entro il 9 febbraio 2018, compilando il questionario on line pubblicato sui siti www.intesasanpaolo.com e www.fondazionebellisario.org. Intesa Sanpaolo selezionerà inoltre tra le proprie aziende clienti un panel di piccole e medie imprese eccellenti, invitandole a partecipare alla selezione.

Nasce l’Osservatorio in difesa delle aree carsiche
nov 23@14:45–15:45
Insieme per difendere i beni paesaggistici, compresi parchi e riserve naturali. È questo l’obiettivo del nuovo Osservatorio sul patrimonio ipogeo nelle aree protette costituito daClub alpino italiano (Cai), Federparchi e Società speleologica italiana (Ssi). Il suo compito sarà quello di fornire un quadro nazionale delle aree carsiche, delle grotte e degli ipogei artificiali, definendo inoltre attività (nuove e in essere) di ricerca e tutelache includano anche momenti di formazione e fasi didattiche.
Il protocollo d’intesa, della durata di tre anni, è stato presentato oggi a Finale Ligure (SV) in occasione di ”FinalMenteSpeleo 2017″, raduno internazionale dedicato alla speleologia che ha richiamato in Liguria più di 3mila persone.
«Le principali aree carsiche italiane e le maggiori e più importanti grotte ricadono nei confini di parchi e sono dunque considerate habitat protetto da direttive della Unione Europea» commenta Marco Menichetti, presidente della Commissione centrale speleologia e torrentismo del Cai. «È necessario quindi stabilire un rapporto virtuoso e proficuo che permetta un dialogo continuo tra chi gestisce quotidianamente le esigenze delle aree protette con quanti praticano l’attività speleologica. In un’ottica di azioni condivise, questo protocollo permette sia la diffusione a più soggetti della conoscenza geografica e scientifica del mondo sotterraneo, sia l’individuazione di strategie comuni di protezione e fruizione».
Cai, Federparchi e Ssi hanno tra le proprie finalità prioritarie proprio la tutela delle grotte naturali, dei paesaggi carsici epigei e degli ambienti sotterranei di valore naturalistico, storico e culturale. Insieme, con questo documento, intendono stabilire un rapporto virtuoso e proficuo tra i gestori delle aree protette e i gruppi speleologicicon l’obiettivo comune di operare per conservazione delle grotte.
«Si tratta di un accordo molto importante. Consentirà un costante monitoraggio delle criticità che riguardano grotte e territori carsici presenti sia nei parchi sia nelle aree protette» spiega Vincenzo Martimucci, presidente Ssi. «Avremo anche il compito di valutare la qualità degli incontri nazionali. Sostanzialmente si tratta di valutare le proposte che provengano da organizzazioni speleologiche e istituzioni. Non solo valuteremo contenuti e fattibilità, ma lavoreremo per evitare situazioni improvvisate o, peggio ancora, organizzate a fine di lucro».
Il protocollo, che fa seguito all‘intesa siglata a La Spezia nel giugno 2013  per la conoscenza e la tutela degli ambienti carsici,prevede inoltre l’organizzazione di attività congiunte di didattica ambientale, formazione e aggiornamento per la conservazione, tutela e conoscenza degli ambienti sotterranei.
Limitazioni al traffico per lavori sulla Statale 38
nov 23@15:50–16:50

Per consentire i lavori di posa di condotte del gas metano da parte di 2i Rete Gas, da lunedì 6 a giovedì 30 novembre, nella sola fascia oraria compresa tra le 9.00 e le 16.30 ed esclusi festivi e prefestivi, sulla strada statale 36 “del lago di Como e dello Spluga”sarà istituito il senso unico alternato, dal km 132,300 al km 133,000, nel comune di Campodolcino, in provincia di Sondrio.

 

Inoltre, da lunedì 6 a venerdì 10 novembre, lungo la statale 38 “dello Stelvio” sarà istituito il senso unico alternato dal km 18,000 al km 18,300, nel comune di Talamona, in provincia di Sondrio. Il provvedimento è necessario per realizzare la configurazione definitiva dello svincolo del Tartano. I lavori sono propedeutici alla futura immissione dell’attuale circolazione stradale nel nuovo tracciato della Variante di Morbegno, attualmente in fase di realizzazione.

 

Infine, da martedì 7 a lunedì 27 novembre, lungo la strada statale 336 dir “dell’aeroporto della Malpensa” saranno attivi in entrambe le direzioni un restringimento di carreggiata e la chiusura della banchina pavimentata, dal km 0,500 al km 1,350, nel comune di Somma Lombardo, in provincia di Varese. Nelle sole ore notturne comprese tra le 21.30 e le 5.30 sarà chiusa alternativamente la corsia di marcia o di sorpasso, mentre la chiusura della banchina pavimentata sarà attiva in orario continuato per tutto il giorno.

I provvedimenti sono necessari per consentire i lavori di rinforzo strutturale alla pila centrale, sostituzione degli appoggi e risanamento del calcestruzzo e dell’acciaio delle spalle dell’impalcato. Gli interventi rientrano nell’ambito dell’adeguamento sismico del sovrappasso ubicato al km 12,000 della statale 336 “dell’aeroporto della Malpensa”. Nelle aree interessate dai lavori sarà in vigore il limite di velocità di 50 km/h e il divieto di sorpasso, anche sulla carreggiata in direzione A4 dal km 0,500 al km 1,350.

 

Anas raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in `App store` e in `Play store`. Inoltre si ricorda che il servizio clienti `Pronto Anas` è raggiungibile chiamando il numero verde, gratuito, 800 841 148.

Seconda edizione dell’Employers’ Day
nov 23@16:00–17:00

Prosegue nel 2017 l’attività della Rete europea dei servizi pubblici per l’impiego, in collaborazione con Anpal (Agenzia nazionale politiche attive del lavoro). Un’occasione importante per l’Agenzia del Lavoro e i propri Centri per l’impiego (Cpi) che ritiene strategico valorizzare il ruolo dei servizi sul territorio provinciale a favore delle aziende e dei cittadini che sono alla ricerca di un’occupazione.
La seconda edizione dell’Employers’ Day, che si articolerà nelle giornate tra il 13 e il 24 novembre 2017, in Trentino prevede una serie di iniziative che si svilupperanno tra Trento, Borgo Valsugana, Cles, Pergine e Riva del Garda.  

Nel 2016, prima esperienza positiva della partecipazione alla Rete europea era stata l’organizzazione del Career day 2016 presso le Gallerie di Piedicastello e una serie di momenti informativi sulle professioni e sulle tecniche di ricerca del lavoro.
Questa edizione è più ambiziosa, perché intende promuovere i servizi offerti dai Centri per l’Impiego provinciali alle aziende creando un luogo d’incontro tra imprese e lavoratori con l’assistenza di operatori specializzati nell’incontro domanda offerta, rafforzare ulteriormente il rapporto di fiducia tra datori di lavoro e Centri per l’Impiego e offrire opportunità di contatto tra persone in cerca di occupazione e datori di lavoro.

Queste, in ordine cronologico, le iniziative in cui si articolerà l’ Employers’Day 2017 in Trentino:

Selezione EURES Svezia: si tratta di un appuntamento organizzato da Eures Svezia in collaborazione con Eures Trento per il giorno 15 novembre presso la sede dell’Agenzia del lavoro a Trento, Via Guardini 75, finalizzato a selezionare giovani laureati, con almeno due anni di esperienza nell’ambito dell’ICT e dell’ingegneria meccanica, per aziende svedesi interessate ad assumere personale dall’estero. All’evento è presente anche un’innovativa azienda svedese leader nel settore dell’ED TECH interessata ad assumere professionisti dall’Italia.

Job Cafè: si tratta di incontri informali ai quali partecipano i responsabili delle risorse umane delle imprese e i responsabili dei Centri per l’Impiego per discutere di tematiche legate al lavoro, ai profili professionali più richiesti e ai servizi offerti dai Centri per l’impiego alle aziende. Presso i Centri per l’Impiego di Riva del Garda (20 novembre) Pergine Valsugana (21 novembre), e Cles (22 novembre)si svolgerà un incontro tra il responsabile del Cpi e le aziende nel corso del quale saranno illustrati i servizi offerti dai Cpi con particolare riferimento alla pre-selezione e all’incrocio domanda e offerta. La finalità, oltre a quella di coinvolgere le aziende in un rapporto diretto con gli operatori dei Cpi, è quella di informare le imprese sulle opportunità offerte dal sistema pubblico, in modo da creare, o rafforzare, un rapporto di fiducia reciproca.

Careers days: nel corso di questi eventi le imprese avranno l’opportunità di incontrare e selezionare i potenziali candidati. I Careers Days si svolgeranno presso i Centri per l’impiego di Trento il 22 novembre a partire dalle ore 14.00 e Borgo Valsugana il 24 novembre dalle ore 15.00.
Il Career day di Trento è innovativo in quanto funzionerà al contrario. Saranno i lavoratori ad avere un proprio stand con le aziende in veste di visitatori. Successivamente avverrà la selezione dei candidati dopo un breve momento di presentazione iniziale. Il career day sarà preceduto, il giorno 20 novembre, da un incontro informativo circa le “tecniche di colloquio di lavoro” riservato ai candidati coinvolti nell’iniziativa. Nel Centro per l’impiego di Trento sarà inoltre presente un corner/totem informativo sui servizi offerti dai Centri per l’impiego.
Il Career day donna di Borgo Valsugana sarà declinato al femminile e offrirà alle candidate la possibilità di incontrare potenziali datori di lavoro e partecipare a due eventi informativi circa le opportunità occupazionali e l’utilizzo dei social network per la ricerca attiva del lavoro.

Ulteriori informazioni relative alle diverse iniziative sopra illustrate possono essere richieste ai Centri per l’impiego.

Trentino, la Provincia agli artigiani: grande attenzione alle Pmi chiamate a puntare su qualità e giovani
nov 23@16:05–17:05

La Provincia autonoma di Trento vuole riservare grande attenzione alle piccole e medie imprese, come dimostra anche la manovra finanziaria varata dall’esecutivo, che ha iniziato l’iter di approvazione, e intende proseguire sulla strada della concreta collaborazione con l’Associazione Artigiani e Piccole Imprese. L’invito rivolto a questo importante comparto produttivo è quello di continuare a investire nella qualità, nella formazione, nei giovani. Il presidente della Provincia autonoma di Trento e il vice presidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro lo hanno sottolineato, intervenendo oggi a Pergine Valsugana all’assemblea generale dell’associazione, presieduta da Marco Segatta, a cui ha partecipato anche il presidente nazionale di Confartigianato Giorgio Merletti. “La Banca d’Italia – ha detto il presidente Rossi – ha confermato che per la nostra economia si registrano dati positivi, che sono merito delle imprese e delle persone che hanno saputo resistere nei momenti di difficoltà e rilanciare la loro attività puntando sul far bene le cose, qualità che ci contraddistingue come trentini. Se oggi abbiamo un futuro ispirato alla parola fiducia lo dobbiamo a questo”. “Il Trentino – ha confermato il vice presidente Olivi – si è rimesso in moto, ha recuperato fiducia, sta investendo. Lo dimostra la massiccia adesione che abbiamo appena registrato da parte delle imprese nei confronti di alcuni bandi di finanziamento”.  

 

 

Le domande di Segatta e Merletti e gli stimoli offerti dai loro interventi hanno portato il confronto dall’economia ad altri temi come la fiscalità, la pubblica amministrazione e la sua efficienza, l’autonomia e i rapporti finanziari con lo Stato, l’alternanza scuola-lavoro, la giustizia.

Il presidente Rossi ha evidenziato quante e quanto importanti riforme di carattere istituzionale e normativo, a vantaggio dell’Autonomia, siano state concretizzate in questi ultimi anni: “Dal patto di garanzia, che consente alla finanza pubblica provinciale di guardare al futuro con ottimismo e con la possibilità di programmare partendo da basi certe, alla competenza sulla gestione amministrativa della giustizia, che è un ambito fondamentale per rendere più attrattivo un territorio per le imprese, alla concessione dell’A22 che confermerà risorse per il territorio e la possibilità di intervenire sul tema della sostenibilità del traffico”.
Quello degli incubatori di impresa, ha aggiunto Olivi, è un bel progetto su cui si deve insistere. “La Provincia su questo ha messo in campo – ha detto l’assessore – risorse e il supporto di Trentino Sviluppo. In Trentino sono nati molti nuovi artigiani”. Meccatronica, ha aggiunto il vice presidente, è esattamente l’inverso di una infrastruttura riservata alle grandi imprese. “E’ – ha detto Olivi – il luogo dove aziende flessibili e anche piccole possono crescere”. Disponibilità è stata poi espressa ad approfondire con tutte le parti coinvolte il tema della difficoltà di finanziamento delle imprese.

 

 

“Nella manovra di bilancio che ha appena iniziato l’iter di approvazione – ha spiegato il governatore Rossi – si è voluto dare sostegno alle imprese, accogliendo anche le loro richieste in materia fiscale, in particolare sulla riduzione dell’Imis, che tra l’altro non andrà a pesare sui comuni. In materia di credito c’è inoltre la disponibilità a rafforzare il ruolo dei Confidi”.
Nel confronto con l’Alto Adige, è stato spiegato, pesa la diversità dei mercati di riferimento che, per evidenti ragioni linguistiche, vede avvantaggiate le imprese altoatesine.
“Il sostegno che vogliamo assicurare alle imprese – ha aggiunto Rossi – ci piacerebbe fosse declinato nel valore della cultura del lavoro e nella sua qualità, nel rispetto delle regole e dei contratti, nella formazione dei lavoratori, nell’ attenzione all’ambiente, nella conciliazione dei tempi di lavoro con quelli di vita”.
Infine qualche considerazione anche sulla qualità della pubblica amministrazione trentina. “Possiamo – ha detto Rossi – essere ancora più veloci e flessibili ma quella trentina è considerata la migliore pubblica amministrazione per prestazioni e la meno costosa”.
Il presidente Segatta ha ricordato i progetti di volontariato e solidarietà messi in campo in centro Italia dagli artigiani trentini. Giorgio Merletti ha analizzato la situazione economica nazionale. In apertura il sindaco di Pergine Roberto Oss Emer ha ricordato la recente firma del protocollo con la Provincia sullo sviluppo economico e sulla riqualificazione e valorizzazione del territorio.

UNIMONT segnala il 1° Forum Annuale della Strategia Europea per la Regione Alpina (EUSALP)
nov 23@16:35–17:35

Il 1° Forum Annuale della Strategia Europea per la Regione Alpina (EUSALP) si svolge il 23-24 novembre 2017 presso la BMW World di Monaco. L’evento è organizzato congiuntamente dalla Baviera (Presidenza attuale di EUSALP) e dalla Commissione Europea (Direzione generale per la politica regionale e urbana).

Gli stakeholder della regione alpina si riuniranno per valutare i progressi realizzati finora e per definire la strada da percorrere. Il Forum mostrerà i primi risultati dei nove gruppi tematici di azione e affronterà le sfide future della Regione Alpina, come ad esempio il cambiamento climatico, la competizione economica internazionale, il traffico di transito nell’arco alpina e la diminuzione della biodiversità. Saranno, inoltre, discussi gli argomenti di miglioramento della governance e delle prospettive per una migliore integrazione delle strategie macro-regionali nella politica dell’UE dopo il 2020.

Al fine di coinvolgere la società civile, durante il Forum ci sarà anche una sessione di dialogo con i cittadini, una mostra interattiva e una conferenza dedicata ai giovani.

Ulteriori notizie, tra cui il programma, le informazioni pratiche e il form di registrazione sono disponibili qui.

Sport invernali, il programma delle gare settimanali: sci alpino fra Lake Louise e Killington, sci nordico a Ruka. Il biathlon parte a Oestersund
nov 23@16:45–17:45

Sono dieci le discipline impegnate questa settimana in Coppa del mondo. Dopo gli assaggi di Soelden e Levi, lo sci alpino comincia la trasferta nordamericana: gli uomini disputano sabato 25 e domenica 26 novembre discesa e supergigante a Lake Louise, mentre le donne sono impegnate in gigante e slalom a Killington, nel Vermont. Lo sci nordico apre la sua avventura in Finlandia, a Ruka con sci di fondo e combinata, raggiunti dagli specialisti del salto in arrivo dalla Polonia. In Svezia comincia a sparare il biathlon, impegnato domenica 26 novembre nella staffetta singola e in quella mista, mentre lo snowboard viaggia verso la Cina con il big air e il freestyle a Stubai con lo slopestyle. Seconda tappa stagionale per lo slittino artificiale a Winterberg, bob e skeleton concludono il tour nordamericano spostandosi a Whistler, in Canada. Ecco il programma completo delle competizioni e le eventuali dirette televisive.

SCI ALPINO
Mer. 22/11/17 – Cdm – 1a prova DH maschile Lake Louise (Can)
Gio. 23/11/17 – Cdm – 2a prova DH maschile Lake Louise (Can)
Ven. 24/11/17 – Cdm – 3a prova DH maschile Lake Louise (Can)
Sab. 25/11/17 – Cdm – DH maschile Lake Louise (Can) – ore 20.00, diretta tv Raisport ed Eurosport1
Sab. 25/11/17 – Cdm – GS femminile Killington (Usa) – ore 16.00 e 19.00, diretta tv Raisport ed Eurosport1
Dom. 26/11/17 – Cdm – SG maschile Lake Louise (Can) – ore 20.00, diretta tv Raisport ed Eurosport1
Dom. 26/11/17 – Cdm – SL femminile Killington (Usa) – ore 16.00 e 19.00, diretta tv Raisport ed Eurosport1

SCI DI FONDO
Ven. 24/11/17 – Cdm – Sprint TC maschile e femminile Ruka (Fin) – ore 12.30, diretta tv Raisport ed Eurosport1
Sab. 25/11/17 – Cdm – 10 km TC femminile e 15 km TC maschile Ruka (Fin) – ore 10.45 e 12.30, diretta tv Raisport ed Eurosport1
Dom. 26/11/17 – Cdm – 10 km TL femminile e 15 km TL maschile Ruka (Fin) – ore 09.45 e 12.00, diretta tv Raisport ed Eurosport1

SALTO CON GLI SCI
Ven. 24/11/17 – Qualificazioni HS142 maschile Ruka (Fin) – ore 18.00, diretta tv Eurosport
Sab. 25/11/17 – Cdm – Team HS142 maschile Ruka (Fin) – ore 16.15, diretta tv Eurosport1
Dom. 26/11/17 – HS142 maschile Ruka (Fin) – ore 15.00, diretta tv Eurosport

COMBINATA NORDICA
Ven. 24/11/17 – Cdm – Gundersen HS142/5 km Ruka (Fin) – ore 14.30 e 17.15, diretta tv Eurosport1
Sab. 25/11/17 – Cdm – Gundersen HS142/10 km Ruka (Fin) – ore 09.45 e 14.30, diretta tv Eurosport1
Dom. 26/11/17 – Cdm – Gundersen HS142/10 km Ruka (Fin) – ore 10.45 e 13.30, diretta tv Eurosport1

BIATHLON
Gio. 23/11/17 – Ibu Cup – Sprint maschile e femminile Sjusjoen (Nor) – ore 10.00 e 13.00
Sab. 25/11/17 – Ibu Cup – Sprint maschile e femminile Sjusjoen (Nor) – ore 10.00 e 13.00
Dom. 26/11/17 – Cdm – Staffetta singola e staffetta mista Oestersund (Sve) – ore 14.15 e 17.10, diretta tv Eurosport1 e streaming biathlon-results.com
Dom. 26/11/17 – Ibu Cup – Staffetta singola e staffetta mista Sjusjoen (Nor) – ore 10.00 e 12.30

SNOWBOARD
Mar. 21/11/17 – Fis – SS maschile e femminile Glacier (Svi)
Mer. 22/11/17 – Fis – SS maschile e femminile Landgraaf (Ola)
Gio. 23/11/17 – Coppa Europa – SS maschile e femminile Landgraaf (Ola)
Ven. 24/11/17 – Cdm – Qualificazioni BA maschile e femminile Pechino (Gia) – ore 12.30
Sab. 25/11/17 – Cdm – BA maschile e femminile Pechino (Gia) – ore 12.30
Sab. 25/11/17 – Coppa Europa – SS maschile e femminile Kaunertal (Aut) – ore 14.50
Dom. 26/11/17 – Coppa Europa – BA mashcile e femminile Kaunertal (Aut) – ore 14.50

FREESTYLE
Ven. 24/11/17 – Cdm – Qualificazioni SS femminile Stubai (Aut) – ore 11.00
Sab. 25/11/17 – Cdm – Qualificazioni SS maschile Stubai (Aut) – ore 11.00
Dom. 26/11/17 – Cdm – SS maschile e femminile Stubai (Aut) – ore 11.15 e 11.30
Dom. 26/11/17 – Coppa Europa – SX maschile e femminile Pitztal (Aut) – ore 13.00

SLITTINO SU PISTA ARTIFICIALE
Ven. 24/11/17 – Cdm – Nations Cup Winterberg (Ger) – ore 09.30
Sab. 25/11/17 – Cdm – Singolo maschile Winterberg (Ger) – ore 10.00 e 11.35, diretta tv Eurosport e streaming fil-luge.org
Sab. 25/11/17 – Cdm – Doppio maschile Winterberg (Ger) – ore 13.10 e 14.30, diretta tv Eurosport e streaming fil-luge.org
Dom. 26/11/17 – Cdm – Singolo femminile Winterberg (Ger) – ore 11.30 e 12.45, diretta tv Eurosport e streaming fil-luge.org
Dom. 26/11/17 – Cdm – Sprint singolo maschile, singolo femminile e doppio Winterberg (Ger) – ore 14.05, diretta tv Eurosport e streaming fil-luge.org

BOB SU PISTA ARTIFICIALE
Gio. 23/11/17 – Coppa Europa – Bob a due maschile Altenberg (Ger) – ore 09.00
Ven. 24/11/17 – Coppa Europa – Bob a due maschile Altenberg (Ger) – ore 09.00
Sab. 25/11/17 – Coppa Europa – Bob a quattro Altenberg (Ger) – ore 09.00
Sab. 25/11/17 – Cdm – Bob a due maschile Whistler (Can) – ore 00.00, diretta streaming fibt.com
Sab. 25/11/17 – Cdm – Bob a quattro Whistler (Can) – ore 23.00, diretta streaming fibt.com

SKELETON
Sab. 25/11/17 – Cdm – gara maschile Whistler (Can) – ore 19.00, diretta streaming fibt.com

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136