Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad

L’agenda delle Valli

Tutti gli appuntamenti giorno per giorno nelle zone montane. Sport, spettacoli ed eventi di ogni genere tra Valtellina, Valle Camonica, Val di Sole per arrivare in Trentino. L’Agenda delle Valli contiene eventi, manifestazioni, iniziative delle zone bresciane e trentine di cui si occupa il portale. Valli che spesso ospitano campionati nazionali e internazionali di diverse discipline e personaggi di fama internazionale. Esibizioni di cori, manifestazioni ciclistiche, raduni degli Alpini. Giorno per giorno tutti gli eventi tra Breno, Edolo, Passo Tonale, Vermiglio, Malè, Cles, Trento passando per Ponte di Legno, Temù, Vezza d’Oglio, Incudine, Malonno, Sonico, Cedegolo, Aprica, Cortenedolo, Caldes, Stavel, Velon.

 

ago
8
sab
2020
Ciclismo, Cycling Team Friuli impegnato su tutti i fronti
ago 8@13:55–14:55

L’estate è entrata nel vivo per il Cycling Team Friuli che in questi giorni è impegnata su tutti i fronti.

Dopo essere stato protagonista assoluto di ExtraGiro e aver interpretato con intelligenza il Gran Trittico Lombardo e la Milano-Torino, Giovanni Aleotti è stato convocato in nazionale anche per mercoledì 12 agosto quando si correrà il Gran Piemonte. Insieme a lui, questa volta, ci sarà anche il neo-tricolore della cronometro e dell’inseguimento individuale, Jonathan Milan.

Il resto del team con Pietro Aimonetto, Elia Alessio, Riccardo Carretta, Andrea Debiasi, Matteo Donegà, Edoardo Sandri e Matteo Vettor sarà impegnato, invece, domenica 9 agosto, sulle strade di Lastra a Signa (Fi).

A completare l’intenso periodo dei bianco-neri del presidente Roberto Bressan ci sono anche gli impegni su pista: Matteo Donegà, reduce dalla 6 Giorni delle Rose di Fiorenzuola (Pc), conclusa in quarta posizione, infatti, a partire da martedì tornerà a gareggiare all’interno del Velodromo Bottecchia di Pordenone in occasione della Tre Sere Internazionale - Città di Pordenone. Insieme a Donegà, per il Cycling Team Friuli saranno in gara anche Filippo Ferronato e Matteo Vettor.

“E’ un periodo straordinario che ci vede impegnati in diversi appuntamenti e su diverse specialità. La condizione fisica ottimale dei ragazzi, raggiunta grazie all’ottimo lavoro svolto con il CTFLab ci consente di far esprimere tutti i nostri atleti sui palcoscenici che più si addicono alle loro caratteristiche tecniche” ha illustrato il ds Renzo Boscolo. ”Giovanni Aleotti dopo l’annullamento del Tour de l’Avenir sta affrontando una serie di gare con la nazionale italiana e al Gran Piemonte potrà contare anche sull’appoggio di Jonathan Milan. Matteo Donegà a Fiorenzuola ha messo in luce un ottimo colpo di pedale e sarà il nostro punto di riferimento a Pordenone. In tutto questo non rinunciamo ad essere protagonisti in una prova classica come quella di Lastra a Signa, sulle strade toscane. Dopo il lungo digiuno queste settimane ci stanno riportando verso la normalità e, anche grazie ai risultati già ottenuti, l’entusiasmo di tutto il team è alle stelle”.

Ciclismo, la iseo Rime Carnovali nel Monferrato
ago 8@14:00–15:00

Domani da Fubine (Al) riparte la stagione del team bresciano che ha già nel mirino una nuova trasferta all’estero per prendere parte al Tour Bitwa Warszawska 1920 in Polonia.

La stagione 2020 della Iseo Serrature Rime Carnovali riprenderà in questo weekend grazie alla due giorni del Monferrato che vedrà i ragazzi diretti da Mario Chiesa e Daniele Calosso impegnati a Fubine (Al).

Sabato saranno in gara Matteo Furlan, Mattia Pellizzer, Luca Regalli, Enrico Spadini, Leonardo Tabarelli e Samuele Zambelli mentre domenica toccherà a Giacomo Ballabio, Filippo Bertone, Omar El Gouzi, Sebastiano Mantovani, Mattia Pellizzer ed Enrico Spadini.

Due prove, quelle piemontesi, che segneranno una nuova ripartenza dell’attività del team bresciano che ha già nel mirino un’altra importante trasferta all’estero.

Dal 12 al 16 agosto, infatti, si correrà in Polonia il Tour Bitwa Warszawska 1920: da Varsavia, dove si disputerà il prologo di apertura, a Plonk sede di arrivo della quinta ed ultima tappa. Alla corsa a tappe polacca prenderanno parte anche Giacomo Ballabio, Filippo Bertone, Krzysztof Domin, Matteo Furlan, Sebastiano Mantovani e Samuele Zambelli che saranno chiamati a bissare quindi l’ottima prestazione già messa in luce in occasione della Dookoła Mazowsza a metà luglio che si era chiusa con la doppia top ten centrata da Samuele Zambelli (8°) e Filippo Bertone (10°) nella frazione di chiusura.

“Questi due giorni di gara nel Monferrato saranno molto utili a tutti i ragazzi per non perdere il ritmo-gara e serviranno a preparare al meglio la trasferta in Polonia che ci attende” hanno spiegato Chiesa e Calosso. ”A Varsavia dovremo affrontare cinque giorni di gara molto impegnativi che ci consentiranno di misurarci con i migliori atleti dell’Europe Tour. Sarà un bel test in vista del Giro d’Italia Under 23 che ci attende a fine mese”.

Queste le tappe del Tour Bitwa Warszawska 1920:
12.08 – 1^ Tappa – Varsavia - Varsavia (1,6 km) - ITT
13.08 – 2^ Tappa – Radzymin – Radzymin (150 km)
14.08 – 3^ Tappa – Legionowo – Serock (131 km)
15.08 – 4^ Tappa – Nasielsk – Nasielsk (139 km)
16.08 – 5^ Tappa – Plock – Plonsk (160 km)

Ciclismo: ecco la nuova Milano-Sanremo, percorso inedito
ago 8@14:00–15:00


La Milano-Sanremo by Vittoria cambia il suo percorso. Sabato 8 agosto i protagonisti della Classicissima affronteranno un tracciato inedito che muoverà da Milano, il Km 0 è fissato sulla Nuova Vigevanese nel comune di Trezzano sul Naviglio, per proseguire verso la Lomellina, Alessandria, il Monferrato e le Langhe prima di affrontare la salita di Colle Nava a 70 chilometri dal traguardo di Sanremo. A Imperia si rientra nel percorso classico per affrontare la Cipressa da San Lorenzo al Mare e poco dopo il Poggio di Sanremo.

DESCRIZIONE DEL PERCORSO
La Milano-Sanremo by Vittoria dopo 110 anni cambia percorso e incontra il mare solamente a Imperia dopo aver attraversato la Pianura Padana e gli Appennini più a occidente del consueto. Dopo la partenza da Milano si attraversa la Lomellina su strade pianeggianti, larghe e rettilinee. Dopo Alessandria la corsa attraversa il Monferrato per poi passare nelle Langhe e affrontare la prima lunga asperità di giornata, la salita di Niella Belbo. Le pendenze sono dolci, ma sono presenti, specie nella parte iniziale tratti ripidi e la salita è lunga quasi 20 km (media 3%). Dopo Ceva inizia la lunga e facile ascesa al Colle di Nava (3.9 km al 3% nel finale). Segue la veloce picchiata su Pieve di Teco seguita dal falsopiano a scendere fino a Imperia. Salita e discesa si svolgono su strade larghe. L’attraversamento di Langhe e Monferrato presenta tratti ristretti. A Imperia si rientra nel percorso classico per affrontare la Cipressa (affrontata per la prima volta nel 1982) da San Lorenzo al Mare e poco dopo il Poggio di Sanremo (affrontato per la prima volta nel 1961).

CIPRESSA E POGGIO
La Cipressa (5.6 km al 4.1%) immette la corsa nella discesa molto veloce e impegnativa che riporta sulla ss.1 Aurelia. A 9 km dall’arrivo inizia la salita del Poggio di Sanremo (3.7 km a meno del 4% di media con punte dell’8% nel tratto che precede lo scollinamento). La salita presenta una carreggiata leggermente ristretta e 4 tornanti nei primi 2 km. La discesa è molto impegnativa, ristretta in alcuni passaggi, e con un susseguirsi di tornanti e di curve e controcurve fino all’immissione nella statale Aurelia. L’ultima parte della discesa si svolge nell’abitato di Sanremo. Da segnalare ai 750 m dall’arrivo l’ultima curva che immette sulla retta finale di via Roma.

Aquila Basket Trento, sotto le plance energia e talento: arriva JaCorey Williams
ago 8@15:55–16:55

La Dolomiti Energia Trentino si rinforza con l’arrivo di JaCorey Williams: il lungo statunitense, 203 centimetri per 102 chilogrammi, protagonista nelle ultime stagioni fra G-League e campionati europei, è pronto a debuttare con la maglia dei bianconeri in Serie A e 7DAYS EuroCup.

Nato a Birmingham, in Alabama, il 14 marzo del 1994, JaCorey andrà a completare il reparto lunghi della Dolomiti Energia: l’ultima parte della stagione 19-20 l’ha visto protagonista in Grecia con il PAOK Salonicco (8,3 punti e 6,7 rimbalzi in 6 partite tra campionato greco e Champions League FIBA prima dello stop causa COVID).

Si è trattata della seconda esperienza europea del centro USA, che nel 2018 aveva trascorso alcuni mesi nel campionato israeliano giocando per l’Hapoel Galil Gilboa (8,1 punti e 4,6 rimbalzi in 14 presenze).

Fra il 2017 e il 2019 Williams ha giocato per due stagioni in G-League, la lega di sviluppo della NBA, sempre con la maglia dei Canton Charge e con grande continuità di rendimento: 50 partite a 15,6 punti e 7,6 rimbalzi nel 2017-18; 50 partite a 15,2 punti e 7,0 rimbalzi l’anno seguente.

Il lungo mancino a livello collegiale ha disputato tre stagioni all’Università dell’Arkansas prima di chiudere la sua esperienza universitaria nel 2017 a Middle Tennessee State University, dove in 36 partite ha prodotto 17,3 punti e 7,3 rimbalzi di media tirando con il 54,6% dal campo.

NICOLA BRIENZA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA BASKET TRENTINO): «Con l’innesto di JaCorey inseriamo l’ultimo tassello del nostro reparto lunghi: Williams è un giocatore che ci ha colpiti per il modo in cui sta in campo, per l’energia che mette in ogni situazione. È un giocatore di presenza e impatto che a livello tecnico si inserisce bene con i suoi nuovi compagni di squadra, penso a Luke Maye e anche ai confermati Pascolo, Mezzanotte, Lechthaler e Ladurner. Non vediamo l’ora di averlo a disposizione in palestra assieme al resto della squadra».

Ciclismo, 111^ Milano-Sanremo: percorso prima Classica Monumento del 2020
ago 8@16:00–17:00

La 111^ edizione della Milano-Sanremo, prima Classica Monumento della stagione, è in programma sabato 8 agosto, con ritrovo in piazza Castello, partenza da Via della Chiesa Rossa alle 11.35 e arrivo a Sanremo in Via Roma intorno alle 18.30, dopo 291 km. Il percorso ricalca quello delle passate edizioni per una Classicissima come sempre incerta, ancora di più nella nuova data estiva, divisa tra chi proverà attaccare sul Poggio ed i velocisti che vorranno arrivare in Via Roma per giocarsi le loro carte allo sprint. Presenti all’evento presso la sede di Vittoria a Brembate Stijn Vriends, il nuovo Presidente e CEO del Gruppo Vittoria, Mauro Vegni, Direttore Area Ciclismo di RCS Sport e Matteo Mursia, Direttore Commerciale di RCS Sport. I corridori Caleb Ewan e Fernando Gaviria hanno voluto mandare il loro messaggio in attesa di essere al via della corsa.

DICHIARAZIONI
Stijn Vriends, il nuovo Presidente e CEO del Gruppo Vittoria, ha commentato la partnership con la Milano-Sanremo: “Vittoria sta attraversando uno dei periodi più importanti della sua storia. L’azienda è finalmente tornata in Italia, dove appartiene, e abbiamo voluto celebrare questo evento supportando una delle più iconiche gare UCI World Tour che si tengono in Italia. Abbiamo trovato il partner ideale nella Milano-Sanremo, la leggendaria Classicissima.
“La Milano-Sanremo 2020 è la gara della rinascita del ciclismo italiano. Dopo tutta la sofferenza che abbiamo vissuto, soprattutto qui a Bergamo, è arrivato il momento di un nuovo inizio, e vogliamo attivamente contribuire ad esso. Sono orgoglioso di dire che Vittoria, il produttore numero 1 di pneumatici con grafene per biciclette, è il presenting sponsor della 111esima Milano Sanremo – la gara che segna la ripartenza del ciclismo italiano.”

Mauro Vegni, Direttore Area Ciclismo di RCS Sport ha detto: “Quella dell’8 agosto è una data dettata dal momento difficile che stiamo vivendo con la conseguente rivoluzione del calendario ciclistico. Ci sarà qualche problema in più rispetto a marzo ma siamo fiduciosi che la risposta del territorio possa essere un segnale forte per la ripartenza, anche attraverso lo sport, del nostro Paese. Avremo al via molti dei grandi campioni del pedale a partire dal vincitore dello scorso anno Alaphilippe, ai nostri Nibali e Viviani, a velocisti del calibro di Sagan, dell’australiano Ewan, del colombiano Gaviria e alle nuove promesse Van der Poel e Van Aert, solo per citarne alcuni.
“Questa Classica Monumento verrà trasmessa, grazie alla produzione del nostro partner Rai, nei cinque continenti e avrà gli occhi di milioni di spettatori a seguirla. Siamo convinti che anche quest’anno, una delle corse di ciclismo più amate al mondo, avrà il successo e la visibilità che l’hanno resa mitica.”

Caleb Ewan ha dichiarato: ”Alcuni dei miei ricordi più belli della Milano-Sanremo sono legati al mio secondo posto [nel 2018]. Ho corso questa gara tre volte e ricordo molto bene l’edizione in cui ho chiuso ad un passo dalla vittoria. Faceva molto freddo alla partenza da Milano ma quando siamo arrivati lungo la costa il tempo è cambiato e sono riuscito a finire con un buon risultato. Spero che quest’anno possa migliorare di una posizione!”

Fernando Gaviria ha detto: “La Milano-Sanremo è una corsa che mi piace tanto e che voglio vincere. È sempre aperta a tante soluzioni con corridori diversi che possono imporsi perché le situazioni in gara cambiano velocemente da un momento all’altro. Sono appena tornato dalla Colombia, adesso mi sto allenando in Europa per essere pronto l’8 agosto. Oltre alla Milano-Sanremo il mio grande obiettivo della stagione sarà il Giro d’Italia”.   

IL PERCORSO
La Milano-Sanremo si svolge sul percorso classico che negli ultimi 110 anni ha collegato Milano con la riviera di Ponente attraverso Pavia, Ovada, il Passo del Turchino per scendere su Genova Voltri. Da lì si procede verso ovest attraverso Varazze, Savona, Albenga fino a Imperia e San Lorenzo al Mare dove, dopo la classica sequenza dei Capi (Mele, Cervo e Berta), si affrontano le due salite inserite negli ultimi decenni: Cipressa (1982) e Poggio di Sanremo (1961). La Cipressa misura 5,6 km ad una pendenza media del 4,1% e presenta una discesa molto tecnica che riporta sulla SS1 Aurelia.

Ultimi km
A 9 km dall’arrivo inizia la salita del Poggio di Sanremo (3,7 km a meno del 4% di pendenza media con punte dell’8% nel tratto che precede lo scollinamento). La salita presenta una carreggiata leggermente ristretta e quattro tornanti nei primi 2 km. La discesa è molto tecnica su strada asfaltata, ristretta in alcuni passaggi, con un susseguirsi di tornanti, di curve e controcurve fino all’immissione nella statale Aurelia. L’ultima parte della discesa si svolge nell’abitato di Sanremo. Ultimi 2 km su lunghi rettilinei cittadini. Da segnalare a 850 m dall’arrivo una curva a sinistra su rotatoria e ai 750 m dall’arrivo l’ultima curva che immette sul rettilineo finale di via Roma, tutto su fondo in asfalto.

Funghi in mostra a Cles
ago 8@17:00–18:00

Funghi in mostra a Cles

Inaugurazione sabato 8 Agosto 2020
Ore 11.00
Atrio municipio Comune di Cles

La mostra rimarrà aperta
sabato 8 e domenica 9 agosto.
Orari 8.00 – 12.00 / 16.00 – 19.00.
Ingresso gratuito.

Pinzolo: primi tuffi nel Biolago
ago 8@17:00–18:00

Più di un lago! Un Biolago di nuova realizzazione perfettamente inserito nel verde dell’area “Pineta”, la zona sportiva multiservizi e parco giochi per bambini, fiore all’occhiello dell’offerta turistica estiva di Pinzolo. Desiderato, atteso, risultato di un innovativo progetto di ingegneria che unisce tecnologia e ambiente, aprirà al pubblico domani 8 agosto.

Ideato e voluto dal Comune di Pinzolo e realizzato su progetto firmato da un pool di tecnici coordinato dall’ingegnere Giuseppe Pellegri, la struttura dà un nuovo e importante valore aggiunto all’area della “Pineta”, in termini di servizi per gli ospiti e valorizzazione del paesaggio.

I dati tecnici e la tecnologia.

Il Biolago, situato in una zona di 6.000 metri quadrati, ha una superficie balneabile di 3.200 metri quadrati all’interno della quale è compresa anche una piscina per bambini di 100 metri quadrati con un’altezza massima di 45 centimetri. Può contenere fino a poco meno di 5.000 metri cubi di acqua e raggiunge un’altezza massima di 3,5 metri. La sua caratteristica principale è la depurazione naturale dell’acqua attraverso l’inserimento di specifiche aree di fitodepurazione con piante integrate ad impianti che garantiscono l’acqua pulita attraverso l’impiego di altri materiali naturali tra i quali diverse tipologie di argilla. Infine, l’ultima fase del processo di purificazione è garantita dai raggi ultravioletti. Ci sono più punti di immissione dell’acqua che ne assicurano il ricircolo. Inoltre, il fatto che non ci sia alcun torrente né in entrata né in uscita, al contrario dei laghi naturali, fa in modo che l’acqua, filtrata e depurata naturalmente, sia più calda e abbia una carica batterica minore.

Una serie di pontili dai quali è possibile tuffarsi impreziosisce il Biolago mentre una palazzina dei servizi, con docce e acqua riscaldata da un sistema solare termico, gli spogliatoi e l’infermeria, completa il tutto. Alcune docce, riscaldate direttamente dalla luce solare, si incontrano qua e là attorno al lago.

Ad integrazione della normale fornitura di energia elettrica è previsto un impianto fotovoltaico.

Alla costruzione del Biolago hanno lavorato diverse imprese tra le quali la ditta Salvadori Felice di Bagolino che ha eseguito i lavori strutturali. La gestione è stata affidata alla Cooperativa sociale Lavoro di Borgo Lares.

Il Biolago è dotato di un sistema di videosorveglianza e verso località “Pineta”, in via Miliani, il Comune di Pinzolo ha predisposto 45 nuovi posti auto.

L’accesso al pubblico.

Il Biolago sarà aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Non sarà necessaria la prenotazione, ma ci sarà la possibilità che gli ingressi possano essere interrotti una volta raggiunta la capienza massima. Nell’eventualità di sopraggiunto maltempo, lo Staff si riserva di valutare la chiusura e l’uscita dei clienti dall’area. In tale caso non verrà rimborsato il biglietto d’ingresso.

Le tariffe. 

Il biglietto d’ingresso costa 5,00 euro (adulti) e 3,00 euro (bambini sotto i 12 anni). Per i residenti in Val Rendena (da Porte di Rendena a Madonna di Campiglio), che devono identificarsi esibendo la carta d’identità, e i possessori della DoloMeetCard il costo è di 4,00 euro (adulti) mentre per i bambini sotto i 12 anni l’ingresso è gratuito. I minori di anni 18 devono essere accompagnati da almeno 1 adulto. I costi per il noleggio dell’attrezzatura sono i seguenti: sdraio (5,00 euro), armadietto (2,00 euro).

9° Swiss Mountain Film Festival 2020
ago 8@18:25–19:25

9° Swiss Mountain Film Festival 2020

Download the program

Malonno, le serate del Macil
ago 8@18:30–19:30

In Valle Camonica serate del Macil, con l’inaugurazione del Centro per l’itineranza e la lana di Malonno e una serie di iniziative di riflessione sulla cultura pastorale in valle.

Le serate del MACIL 7 – 8 – 9 agosto 2020
Cortile di Palazzo Martinengo
Malonno (Brescia)

Venerdì 7 agosto 2020
18.30
Inaugurazione di MACIL
Centro per l’Itineranza e la Lana di Malonno Intervengono:
GIOVANNI GHIRARDI – Sindaco di Malonno
ATTILIO CRISTINI – Presidente del Distretto Culturale di Valle Camonica
AGOSTINA LAVAGNINO – Responsabile AESS – Regione Lombardia
MARINA LOMBARDI – Presidente Associazione Coda di Lana

20.30
Presentazione della collana editoriale
“I quaderni del Macil” – in ricordo di TINO ZILIANI
Proiezione del documentario Rai Educational: “Sentieri del mondo” di PIETRO GRIGNANI
Intervengono: THERESE ZILIANI EMILIO VISCONTI
Presentazione del quaderno
“Volevamo andar vagando e pascolando” a cura di GIANCARLO MACULOTTI, da un documento del 1592 trascritto da LUCIO AVANZINI

Sabato 8 agosto
La Via della Lana: da ricerca storica a percorso sul territorio

18.30
L’attività dell’Associazione Coda di Lana per riattivare la liera della lana
Intervengono:
GIORGIO AZZONI – Direttore artistico di aperto_art on the border
EMILIO FANTIN – artista, autore di Scuola di arte animali e terra (aperto_2017)
MONICA SGRO – artista, autrice di Andare con il gregge (aperto_2019-2021)
GABI SCARDI – critica e curatrice
20.30
Presentazione della ricerca storica sulla Via della lana a cura di ALBERTO BIANCHI
Intervengono:
MOIRA GIACOMINI – Assessore alla Cultura del Comune di Malonno ALEX PENNACCHIO – Sindaco di Lovere
FILIPPO SERVALLI – Vicesindaco di Gandino

Domenica 9 agosto
Testimonianze di pastori e pastorizia

18.30
La lingua transumante
Documenti visivi e sonori sulla vita e il gergo dei pastori
Intervengono:
FABRIZIO ZANOTTI – responsabile di Maraèa. Archivio della memoria della Valle Camonica
GIORGIO SABAUDO – antropologo e ricercatore
MARIO BERRUTI – coautore del libro “Pastorizia nelle Alpi”

20.30
Si parla in Gaì, l’antico gergo dei pastori
a cura dell’Associazione EL TELER di Berzo Demo
Intervengono:
GIANCARLO MACULOTTI
I pastori BORTOLO e GIOVITTA RIZZI coordinati da IGNAZIO RIZZI Musica e parole in Gaì.

Visite guidate
7 agosto
Visita guidata alle stanze riservate di Palazzo Martinengo accompagnati da Angelo Moreschi e dal Gruppo Macil.

8 agosto
Visita guidata lungo il Re, torrente che alimentava mulini, folli e forno fusorio, accompagnati da Renata Bronzini, Stefano Morandi e dal gruppo Macil.

9 agosto
Visita alle Torri e Palazzo accompagnati da Giuliano Rossini e dal Gruppo Macil.

Cortile di Palazzo Martinengo
Le visite guidate sono gratuite, avranno inizio alle ore 17.30 e si accede solo previa prenotazione al 327 0360776 (Marco Moreschi).

Per cenare e gustare i piatti tipici di Malonno
sono disponibili i vari locali presenti nel paese: si consiglia sempre la prenotazione.
Le serate del Macil sono organizzate nel rispetto delle misure anti-Covid
e delle regole di distanziamento sociale.

Cinema, proiezione pubblica a Castel Belasi
ago 8@21:00–22:00

08 agosto ore 21.00 Castel Belasi
CINEMA/PROIEZIONE PUBBLICA
Il cammino per Santiago (2010) di Emilio Estevez, con Martin Sheen. Paesaggio e cammino come pellegrinaggio e riflessione.
Introduce: Michele Bellio

Ponte di Legno, presentazione volumi “I cimiteri militari della Guerra Bianca sul fronte dell’Adamello”
ago 8@21:00–22:00

UNA MONTAGNA DI CULTURA…LA CULTURA IN MONTAGNA. PRESENTAZIONE VOLUMI “I CIMITERI MILITARI DELLA GUERRA BIANCA SUL FRONTE DELL’ADAMELLO”. Centro Congressi Mirella. Organizzano: Pontedilegno-MirellaCultura e Pro Loco/Biblioteca Civica.

ago
9
dom
2020
Ceto, Cimbergo, Paspardo: “QI Gong e meditazioni in riserva”
ago 9@11:30–12:30

Domenica 9 Agosto 2020
QI GONG E MEDITAZIONI IN RISERVA
Nell’ambito della rassegna “Estate nel Parco 2019”, il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello,gestito dall’Associazione LOntànoVerde con il supporto del Parco dell’Adamello e del Comune di Paspardo, organizza una mattinata dedicata all’antica disciplina cinese del QI GONG, attraverso la quale è possibile catturare l’energia positiva dall’ambiente che ci circonda. Cornice ideale la Riserva Naturale delle Incisioni Rupestri di Ceto, Cimbergo Paspardo.
Il programma prevede
- ore 9.00 Ritrovo dei partecipanti presso il Museo di Nadro e ingresso all’area di Foppe;
- ore 9.30 – 11.30 Zhan Zhuang Gong, basi pratiche dell’esercizio dell’albero
il ciclo di trasformazione, le quattro direzioni e la rosa camuna
meditazione “i nove palazzi del cuore”
- ore 11.30 commiato e rientro a Nadro.
Si raccomandano:
scarpe e abbigliamento comodi (consigliato un ricambio) coperta o tappetino da yoga
L’attività si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti COVID19.
Si invitano i partecipanti a dotarsi dei dispositivi di protezione individuali. QUOTA A PERSONA € 15,00
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL 5 AGOSTO – max 10 persone PER INFO E PRENOTAZIONI: Museo di Nadro: 0364/433464
riservaincisioni@gmail.com

Programma gare al Dolomiti Golf Club
ago 9@14:55–15:55

Le prossime gare al Dolomiti Golf……

MERCOLEDI’ 5 AGOSTO – MERCOL CUP

Formula: 18 Buche Stableford, Cat. Unica (0-54)
Circuito con Finale Nazionale
Tee time a piacere prenotabili in segreteria sia per chi gioca in gara sia per chi gioca fuori gara
Tassa gara + Greenfee € 50,00

DOMENICA 9 AGOSTO – IL MELO GOLF CUP (3° edizione)
Formula: 18 buche 3 categorie Stableford – hcp (0 – 12/13 – 20/21 – 54)
Premi: 1° Lordo, 1° – 2° Netto di categoria, 1° Senior, 1a Lady, 2nd Shot to the Pin

CENA OFFERTA
Durante la Gara DEMO DAY Callaway – custom fitting della nuova e accattivante gamma di prodotti CALLAWAY!

Gemme di gusto compie 10 anni, le iniziative
ago 9@15:00–16:00

Apericena itineranti tra le bellezze del territorio, degustazioni al tramonto o sotto le stelle, pic nic tra i vigneti, passeggiate e pedalate alla scoperta di angoli poco conosciuti del Trentino, accarezzati dalla brezza estiva e rapiti dai colori della natura nel pieno della sua vitalità.

Questa è la decima edizione di Gemme di Gusto (link), rassegna che la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino organizza insieme ai propri soci. Una kermesse che solitamente si svolge in primavera ma che quest’anno, causa lockdown, è stata spostata ai primi dieci giorni del mese di agosto.

E così, enoappassionati, gastronauti o semplici amanti delle cose belle della vita, potranno scoprire i tanti territori coinvolti – dalla Valle di Cembra alla Valle dei Laghi, dalla Piana Rotaliana alla Vallagarina, dall’Alpe Cimbra alla Valsugana, dall’Altopiano della Paganella alla Val Rendena, senza dimenticare Trento e le sue colline – attraverso una ventina di esperienze specialiche vedono il coinvolgimento di più di 90 soci dell’Associazione.

Le prossime in programma sono Tra passi e sapori (link), in programma per mercoledì 5 agostoalle 14.30, a Grumes di Altavalle: trekking nel bosco alla scoperta del Sentiero dei Vecchi Mestieri  – percorso etnografico che ripercorre la storia degli opifici legati alla forza dell’acqua – con aperitivo panoramico finale a “km 0″ al Green Grill – Info e Sapori, degustando i prodotti di Azienda Agricola Giove Officinali, Azienda Agricola Pojer e Sandri e Macelleria Zanotelli. La quota di partecipazione è di 8 euro a persona, comprensiva di degustazione vini e prodotti gastronomici, 5 euro per bambini e ragazzi fino a 18 anni. Il trekking è gratuito. Prenotazione obbligatoria, fino ad esaurimento posti, entro le 18.00 di martedì 4 agosto, contattando la Rete Riserve della Val di Cembra – Avisio ai numeri  349 5805345 e 327 1631773 (anche su whatasapp) o scrivendo una mail a reteriservecembra@gmail.com.

Una serata che potrà essere chiusa in bellezza, poco distante, con Alla scoperta del Maso (link) dove, a partire dalle ore 18.00, si potrà partecipare ad una visita guidata nel vigneto attorno a Maso Franch di Giovo, e scoprire i segreti dell’omonimo vino che verrà degustato al termine del tour in abbinamento a stuzzichini preparati per l’occasione dalla cucina del ristorante grazie alla collaborazione con Cantina La Vis e Macelleria Paolazzi. E per i più piccoli, succo di mela e focaccia fatta in casa. La quota di partecipazione è di 10 euro a persona comprensivi di visita guidata al vigneto e degustazione di vino, 5 euro per bambini e ragazzi fino a 14 anni. Iscrizione obbligatoria entro il 4 agosto contattando Maso Franch al numero 0461 245533 oppure scrivendo a info@masofranch.it.

Giovedì 6 agosto, dalle 17.30, è invece la volta di Fra cascate e bollicine (link), aperitivo a base di bollicine di montagna, accompagnato da prelibatezze locali di Azienda Agricola Le Mandre, La Corte dei Ciliegi e Panificio Moderno presso Maso Martis, azienda agricola bio tra le colline di Trento che ospiterà l’iniziativa e da cui, in compagnia dell’Ecomuseo Argentario, si intraprenderà una panoramica passeggiata per raggiungere e visitare il suggestivo canyon dell’Orrido di Ponte Alto. La quota di partecipazione è di 19 euro a persona, comprensivi di degustazione guidata, escursione con accompagnatore di territorio e visita all’Orrido, 7 euro per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni, gratuita per i bambini sotto i 6 anni. Iscrizione obbligatoria entro il 4 agosto tramite apposito modulo on line sul sito www.orridopontealto.it (scorrere le varie offerte nel modulo di prenotazione scegliendo l’opzione “Fra cascate e bollicine”). Per informazioni, contattare Ecomuseo Argentario al numero 335-6514145 o scrivendo a info@ecoargentario.it.

Lo stesso giorno, quindi giovedì 6 agostoalle 17.00, a Borgo Valsugana, si terrà Borgo, storia e sapori (link), visita guidata a cura di APT Valsugana del centro storico caratterizzato dall’antica via imperiale romana, che terminerà con uno sfizioso aperitivo a base di prodotti locali con Acqua Levico, Cenci Trentino e Crucolo. La quota di partecipazione è di 15 euro comprensivi di visita guidata e aperitivo. Iscrizione obbligatoria entro le 18 di mercoledì 5 agosto contattando l’APT Valsugana al numero 0461 727740.

Sempre giovedì 6 agosto, ma alle 18.00 è invece il turno di Gustando la Valle dei Laghi (link), pomeriggio presso Azienda Agricola Francesco Poli di Santa Massenza di Vallelaghi alla scoperta della Nosiola, uno dei vitigni più rappresentativi del territorio, con un percorso dal vigneto alla cantina, passando per l’arelaia – luogo dove vengono fatti appassire gli acini per la produzione di Vino Santo – e la distilleria, seguito da degustazione finale di 4 diverse tipologie di questo vino in abbinamento a gastronomia locale, con le specialità di Azienda Agricola Troticoltura Armanini, Azienda Agricola “La Quadra” e Panificio Pasticceria Tecchiolli. La quota di partecipazione è di 25 euro a persona, comprensivi di visita guidata all’azienda e 4 abbinamenti eno-gastronomici, 7 euro con visita e 1 abbinamento, 4 euro per bambini e ragazzi fino a 18 anni con 1 proposta gastronomica. Iscrizione obbligatoria entro martedì 4 agosto contattando l’Azienda Agricola Francesco Poli al numero 335 6314920 o scrivendo a info@s.massenza.net.

Venerdì 7 agosto si va invece sull’Altopiano della Paganella, grazie all’iniziativa Il Sentiero Argentato (link), in programma alle 17.00 a Fai della Paganella. Un aperitivo al tramonto sul sentiero dell’amore con le bollicine di montagna Trentodoc di Cantina Endrizzi e i prodotti caseari di Latte Trento, impreziosito dalle suggestive note di violino e cena finale presso il rifugio Alpine Lounge Meriz. Ma si sa, agosto è il mese delle stelle, per cui non può mancare un appuntamento a tema: ecco dunque che a Sarche di Madruzzo, presso Hosteria Toblinoalle ore 19.00, è in programma Aspettando San Lorenzo (link) , apericena dove gli sfiziosi piatti del ristorante, realizzati anche con i prodotti di Molino Pellegrini, incontrano il Trentodoc di Cantina Toblino.

Diversi gli appuntamenti di sabato 8 agostoAlle 17.30 a Civezzano, omaggio all’arte con Fiabe al forte (link), organizzato in collaborazione con il Comune di Civezzano e il Circuito dei Forti del Trentino. Un momento teatrale per i più piccoli tra i vigneti intorno al complesso fortificato Tagliata di Civezzano con merenda finale a base di sapori trentini proposti da Azienda Agricola “La Quadra” e Panificio Pasticceria Tecchiolli. Dalle 17.00 alle 20.00, apre invece le porte la cantina Villa Corniole, a Verla di Giovo, con AperiWine (link), aperitivo serale sulla terrazza con vini e bollicine Trentodoc abbinati a prodotti di Ca’ dei Baghi – Az. Agr. Valcanover Tullio e Trota Oro.

Sempre sabato 8 agosto, a Madonna di Campiglio, è la volta di Calici di stelle (link), apericena dolomitico presso lo Chalet Fiat, Monte Spinale, che prende il via alle 19.00, ammirando il tramonto, e si conclude con il naso all’insù per scorgere lo spettacolo delle stelle cadenti. Ad impreziosire la serata, la possibilità di degustare le eccellenze di ben 19 cantine e distillerie associate al Movimento Turismo del Vino Trentino-Alto Adige, tra cui Azienda Agricola Maso Grener, Borgo dei Posseri, Cantina Aldeno, Cantina La Vis, Cantina Endrizzi, Cantina Madonna delle Vittorie, Cantina Roverè della Luna Aichholz, Cantina Toblino, Cantina Sociale Trento, Cantine Ferrari, Cantine Mezzacorona – Rotari, Cembra cantina di montagna, Gaierhof Azienda Vinicola, Distilleria Bertagnolli, Distilleria Marzadro, Mas dei Chini, Maso Poli.

Restando in montagna, a Lavarone, si propone un tuffo nella storia e nel teatro con Notturna al Forte Belvedere (link), organizzato in collaborazione con Apt Folgaria, Lavarone e Luserna per un racconto teatralizzato delle storie vissute nel forte, con il sottofondo musicale delle note di un quartetto d’archi. Il tutto allietato da una gustosa degustazione di vini di Azienda Agricola Balter e Cantina Toblino e formaggi del Caseificio degli Altipiani e del Vezzena.

Domenica 9 agosto si torna in Valle dei Laghi con Vino Santo dal calice al vigneto (link), una passeggiata che parte alle ore 15.00 da Vallelaghi e il sentiero della Nosiola con visita alla nuovissima e altamente suggestiva Casa Caveau del Vino Santo, seguita da degustazione di questo prezioso nettare di una delle aziende produttrici tra cui Azienda Agricola Francesco Poli, Azienda Agricola Gino Pedrotti, Azienda Agricola Giovanni Poli S. Massenza, Cantina Toblino, e tappa finale presso Cantina Toblino.

Alle 18.00, invece, le fresche note di Müller Thurgau incontrano quelle della chitarra in occasione di  un  concerto “dal vino” en plein air:  Musica&Müller (link), un apericena sul prato della Baita Penna Nera di Grumes di Altavalle in cui gli ospiti potranno ascoltare una coinvolgente performance blues live degustando un cesto con salumi della Macelleria Zanotelli e formaggi locali, accompagnato da un vino di Villa Corniole, Cembra cantina di montagna o Zanotelli.

Programma completo, con info su prezzi, modalità di prenotazione e contatti, ma anche brochure sfogliabile online, disponibile sul sito della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, tastetrentino.it/gemmedigustoLa kermesse potrà subire variazioni in base alle disposizioni governative e provinciali legate all’emergenza Coronavirus

Gemme di gusto fa parte del calendario di manifestazioni enologiche provinciali denominato #trentinowinefest e viene organizzata in collaborazione con Consorzio La Trentina ed il supporto di BIM Adige e Comunità di Valle Alta Valsugana Bersntol.

Giochi e divertimento all’Euregio Summer Camp 2020
ago 9@17:00–18:00

Aperte le iscrizioni possibili per l’edizione 2020 dell’Euregio Summer Camp che si svolgerà a Dobbiaco in agosto. Possono partecipare ragazzi dagli 11 ai 14 anni.

Dal 9 al 16 agosto 2020, circa 60 bambini di età compresa tra gli 11 e i 14 anni provenienti dal Tirolo, dall’Alto Adige e dal Trentino vivranno insieme la pluralità culturale dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. L’occasione sarà data dall’Euregio Summer Camp 2020 in programma a Dobbiaco all’insegna del motto “La natura incontra la cultura”. Le iscrizioni sono possibili a partire da oggi (mercoledì 22 gennaio) sulla homepage dell’Euregio. L’Euregio Summer Camp si svolge per l’ottava volta. L’iniziativa avrà luogo nella cornice dell’Ostello della Gioventù di Dobbiaco nel Centro culturale dell’Euregio, struttura immersa nella natura che offre un’ampia gamma di opportunità per i giovani partecipanti nelle immediate vicinanze. “L’Euregio Summer Camp è un simbolo per l’idea comune dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. I giovani di tutti e tre i territori abbandonano le barriere linguistiche per conoscere e apprezzare le similitudini culturali e storiche. Questa conoscenza è fondamentale per una collaborazione rispettosa”, sottolinea il Presidente dell’Euregio, Günther Platter.

Stringere amicizie transfrontaliere

“Particolarmente importante – aggiunge il presidente altoatesino Arno Kompatscher – è che i giovani oltre a fare amicizia e scambiarsi esperienze apprendano in modo ludico informazioni sulla storia, la cultura e la natura del territorio. Inoltre, le amicizie transfrontaliere che si creano in questo modo sono formative per il futuro dei partecipanti e un valore aggiunto per l’Euregio nel suo complesso”. Il programma dell’Euregio Summer Camp è bilingue. “Attività congiunte e unità linguistiche in un’atmosfera rilassata facilitano la comunicazione tra i giovani”, concludono Platter e Kompatscher.

Fondo, Emozioni Nonese en ta Piaza da Fon
ago 9@20:00–21:00

Emozioni Nonese en ta Piaza da Fon – 9 agosto 2020 a Fondo, Val di Non
emozioni nonese en ta piaza da fonClicca sull’immagine per ingrandire la locandina.

Ponte di Legno, incontro con don Marco Pozza
ago 9@21:00–22:00

UNA MONTAGNA DI CULTURA…LA CULTURA IN MONTAGNA. INCONTRO CON DON MARCO POZZA, IL “PRETE DI GALERA” E DELLA VIA CRUCIS IN PIAZZA SAN PIETRO DESERTA. Centro Congressi Mirella. Organizzano: Pontedilegno-MirellaCultura e Pro Loco/Biblioteca Civica.

Parco dell’Adamello, “Tra falene e stelle cadenti”
ago 9@21:30–22:30

Domenica 9 agosto
TRA FALENE E STELLE CADENTI
Nell’ambito della rassegna “Estate nel Parco 2020”, il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello, gestito dall’Associazione LOntànoVerde con il supporto del Parco dell’Adamello e del Comune di Paspardo, propone una serata a cura dell’entomologo Maurizio Castagna.
Parola d’odine osservare…
che si tratti delle stelle cadenti che le notti di San Lorenzo ci regalano ogni estate o delle falene che popolano i boschi di pertinenza del Centro, l’importante è tenere gli occhi bene aperti e lasciarsi sorprendere!
L’attività avrà inizio alle ore 21.30 presso il Centro faunistico di Paspardo in località Fles.
EVENTO GRATUITO
PER INFO tel. 348 4595374 e-mail. lontanoverde@gmail.com
Si raccomandano abbigliamento comodo a strati, torcia.

ago
10
lun
2020
Parco dell’Adamello, mostra “L’arte della carta”
ago 10@15:45–16:45

Da domenica 9 a domenica 16 agosto 2020
Mostra: L’ARTE DELLA CARTA
Nell’ambito della rassegna “Estate nel Parco 2020”, il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello,gestito dall’Associazione LOntànoVerde con il supporto del Parco dell’Adamello e del Comune di Paspardo, organizza una mostra a cura dell’artista bresciana Ilaria Musiati.
Partendo dal riuso della carta,
nascono installazioni e opere ispirate al mondo della natura, con un effetto visivo dal grande impatto emotivo.
La mostra si terrà presso il Museo della Riserva delle Incisioni Rupestri a Nadro e sarà visitabile durante gli orari di apertura.
L’attività si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti COVID19.
Si invitano i partecipanti a dotarsi dei dispositivi di protezione individuali.
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: evento gratuito
PER INFO E PRENOTAZIONI: Museo di Nadro: 0364/433464
lontanoverde@gmail.com

Iniziativa “Parità Virtuosa” in Lombardia
ago 10@15:55–16:55

Dopo l’ampio numero di adesioni raccolte dalla prima edizione, che ha visto la presentazione di 80 candidature per 7 premiati, il Consiglio Regionale per le Pari Opportunità di Regione Lombardia (CPO) replica anche per il 2020 l’iniziativa “Parità Virtuosa – Iniziative creative e sostenibili di conciliazione vita-lavoro in Lombardia ai tempi del Covid-19”, che premia le best practice di welfare aziendale del territorio. Il progetto, che apre da oggi alle nuove candidature e che culminerà con una cerimonia di premiazione il prossimo autunno, si rivolge ad aziende, associazioni imprenditoriali, cooperative e sindacati che abbiano implementato esperienze davvero innovative e differenzianti, in particolar modo alla luce dei profondi e repentini mutamenti che ha subito il mondo del lavoro a causa dell’emergenza Covid.

“Lavoro agile, sistemi di sostegno ai dipendenti, congedo parentale, sono diventate tematiche di stringente attualità in tempi di Covid” ha commentato la Presidente del CPO Letizia Caccavale“la pandemia ha certamente rappresentato una sfida in più per imprese e lavoratori, in particolare per le donne lavoratrici madri, che più di tutti stanno pagando il prezzo della ricaduta sociale dell’emergenza sanitaria. Eppure, in questo contesto di difficoltà e incertezza, sono numerose in Lombardia le aziende e i privati che stanno dimostrando di essere un passo avanti rispetto alle istituzioni in termini di innovazione, flessibilità e valorizzazione delle pari opportunità. Con questo riconoscimento vogliamo dare visibilità al loro impegno, sia perché generi dibattito e nuove idee, sia perché sappiamo che la forza delle aziende sono le persone e che quello della conciliazione vita-lavoro è un cammino che si fa insieme: uomini e donne, imprese e istituzioni”.

È possibile partecipare all’iniziativa “Parità Virtuosa – Iniziative creative e sostenibili di conciliazione vita-lavoro in Lombardia ai tempi del Covid-19” da oggi al 16 ottobre 2020. La premiazione si svolgerà il 12 novembre 2020. Per informazioni scrivere a: paritavirtuosa2020@consiglio.regione.lombardia.it

Sondrio, lezione di monsignor Viganò
ago 10@16:00–18:00

Sondrio – L’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio organizza per lunedì 10 agosto – inizio alle 16.30 – una lezione intitolata “Racconti dei Racconti della vita di Gesù, Vangeli e riscritture audiovisive” a cura di Monsignor Dario Edoardo Viganò che si terrà a Sondrio, nella sala convegni dell’Unitre.

Terza edizione del Gran Galà della Neve e del Ghiaccio: i premiati
ago 10@16:00–17:00

Si è svolto sabato 1 agosto a Cortina d’Ampezzo la terza edizione del Gran Galà della Neve e del Ghiaccio che ha celebrato i campioni italiani di sport invernali che si sono messi in luce nella stagione 2019-2020.

Ai premiati sono stati consegnati Fiocchi d’Oro, Fiocchi d’Argento, Cristallo d’Oro e Cristallo d’Argento Si è trattato del primo grande appuntamento live nell’anno del Covid, realizzato rispettando il distanziamento tra il pubblico  richiesto dalle norme.

I protagonisti del Circo Bianco si sono ritrovati tutti insieme all’ombra delle Tofane per far festa e lanciare un segnale di speranza e ottimismo verso i Mondiali di Sci Alpino del prossimo febbraio.

Il premio organizzato da La Gazzetta dello Sport, Fisi e Fondazione Cortina 2021- l’ente organizzatore dei prossimi Campionati del mondo di sci alpino, che si disputeranno all’ombra delle Tofane dal 7 al 21 febbraio 2021 –  e con il patrocinio del Comune di Cortina d’Ampezzo, ha visto la presenza del direttore La Gazzetta dello Sport Stefano Barigelli, il presidente della Federazione Italiana Sport Invernali Flavio Roda, il presidente della Fondazione Cortina 2021 Alessandro Benetton, l’amministrazione delegato di Fondazione Cortina 2021 Valerio Giacobbi, il sindaco di Cortina Gianpietro Ghedina e il presidente della Federghiaccio Andrea Gios.

Presentatori della serata Cristina Fantoni, giornalista La7 e l’ambassador di Cortina 2021 Kristian Ghedina.

Il premio più ambito, il Fiocco d’Oro per il miglior atleta della stagione invernale, è andato a Federica Brignone, il Fiocco d’Oro alla carriera è stato consegnato a Isolde Kostner. Durante la serata sono stati svelati anche i vincitori degli altri fiocchi d’oro che sono stati vinti da Dorothea Wierer biathlon, Michela Moioli e Roland Fischnaller snowboard.

I Fiocchi d’Argento sono stati vinti da Dominik Paris sci alpino, Federico Pellegrino sci di fondo, Lara Malsiner salto e combinata nordica, Valentina Margaglio e Mattia Gaspari Skeleton, Lisa Vittozzi Biathlon, Dominik Fischnaller slittino artificiale, Giacomo Bertagnolli Andrea Ravelli sci paralimpico.

Per gli sport del ghiaccio il Cristallo d’Oro è stato assegnato a Arianna Fontana e il Cristallo d’Argento a Charlene Guignard e Marco Fabbri.

La Gazzetta dello Sport ha sempre seguito gli sport della neve con grande entusiasmo, su carta, web, social e anche attraverso il suo G Magazine. ” dice il direttore Stefano Barigelli. “Abbiamo dato vita al Gran Gala della Neve, diventato poi Gran Gala della Neve e del Ghiaccio, per manifestare tutta la nostra vicinanza a questi straordinari atleti, e amiamo molto questo premio. Questa edizione ha inoltre il fascino del ritorno a un evento in presenza dopo il periodo così particolare che abbiamo passato, e siamo lieti di celebrarlo in una località che oggi più che mai è il simbolo dello sport che riprende finalmente il suo posto”.

L’evento è stato realizzato con il contributo dei partner Audi, Forst e Levissima ed è stato trasmesso in diretta sul sito gazzetta.it.

UST – Lezione di Mons. Dario Edoardo Viganò
ago 10@16:30–17:30

Lunedì 10 agosto, alle ore 16.30, si terrà la lezione a cura di Mons. Dario Edoardo Viganò dal titolo ”Racconti dei Racconti della vita di Gesù, Vangeli e riscritture audiovisive“ promossa dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio.

Scuole dell’infanzia: focus su assunzioni, tempo pieno e chiamata anche fuori graduatoria in Trentino
ago 10@16:45–17:45

Con un provvedimento approvato oggi su proposta dell’assessore all’istruzione, la Giunta provinciale ha modificato e riapprovato le disposizioni per le assunzioni a tempo determinato del personale insegnante nelle scuole dell’infanzia della Provincia, puntando ad una maggiore organicità e sistematicità nella gestione del reclutamento attraverso il sistema di chiamata unica. Considerando anche le difficoltà a reperire personale insegnante una volta esaurite le graduatorie attualmente valide per l’assunzione a tempo determinato, la novità sostanziale rispetto alle disposizioni adottate finora riguarda le assunzioni “fuori graduatoria”, prevedendo titoli d’accesso ulteriori rispetto a quelli già previsti. Il provvedimento tiene anche conto dell’attuale contesto sanitario e delle necessità di garantire un immediato avvio del servizio ordinario, con un regolare svolgimento delle attività educative, definendo le modalità organizzative con cui far fronte alle necessità di copertura dei fabbisogni nelle scuole. Sono state inoltre approvate le modalità di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo parziale a tempo pieno del personale insegnante delle scuole dell’infanzia provinciali, nonché le modalità di integrazione oraria degli insegnanti assunti a tempo indeterminato a tempo parziale.

Scuola italiana: due nuovi dirigenti e un istituto comprensivo a Laives
ago 10@16:55–17:55

Due nuovi incarichi dirigenziali e un unico istituto comprensivo a Laives, queste le novità da cui parte la scuola italiana per il nuovo anno scolastico, in attesa dei protocolli di sicurezza.

La scuola di lingua italiana prosegue il suo cammino verso l’organizzazione del prossimo anno scolastico. Nell’attesa che vengano definiti dagli appositi servizi i protocolli di sicurezza per il rientro a settembre, la macchina amministrativa procede con il conferimento degli incarichi dirigenziali.

La prima novità è la creazione di un unico Istituto Comprensivo a Laives, dove il dirigente Marco Tovani lascia il proprio incarico per il collocamento a riposo e la dirigente Germana Fiore prenderà la guida di un istituto che riunirà tutte le scuole primarie del comune e la scuola secondaria di I grado “Filzi”. Saranno inserite invece nel terzo circolo, sotto la guida della direttrice Roberta Lubiato, le scuole dell’infanzia che attualmente fanno parte dell’Istituto pluricomprensivo.

Per quanto riguarda il capoluogo, invece, viene assegnata a Giuseppe Augello la direzione dell’Istituto Comprensivo Bolzano III – Viale Trieste. Un incarico nuovo per l’attuale ispettore all’inclusione, che prenderà il posto della prof.ssa Ada Duca, attuale reggente dell’Istituto, anch’essa collocata a riposo dal 1° settembre.

Infine, un’importante novità per Merano; il professor Fabio Furciniti, originario di Vibo Valentia e insegnante di materie letterarie, da numerosi anni in servizio a Milano, è stato chiamato a dirigere l’Istituto Comprensivo Merano I, in via XXX Aprile. Volto nuovo per la scuola italiana e per la scuola meranese in particolare, il dirigente Furciniti avrà il compito di guidare uno degli istituti meranesi nella fase delicata della ripresa delle lezioni in presenza dopo la sospensione dovuta all’emergenza Covid.

Il ringraziamento di Vettorato e Gullotta 

L’assessore Giuliano Vettorato e il sovrintendente Vincenzo Gullotta rivolgono un pensiero ai docenti che chiuderanno il loro lungo percorso all’interno della scuola. “Un grazie di cuore per il lavoro svolto in questi anni al dirigente Tovani ed alla professoressa Duca, che salutano la scuola italiana per volgere lo sguardo alla pensione. Un grazie particolare anche alla professoressa Maria Rosa Lombardo, vicaria dell’Istituto Merano I, che ha retto l’Istituto comprensivo con competenza e grande professionalità”.

Aiuti alle imprese nel post-lockdown in Trentino
ago 10@18:00–19:00

Continuano ininterrotte le procedure di erogazione del contributo a fondo perduto destinato agli operatori economici per le sofferenze dovute al lockdown causato dall’epidemia Covid 19. In virtù dei risultati raggiunti – ad oggi sono passate in pagamento 10.300 posizioni per un importo di circa 32 milioni di euro – la Giunta provinciale, su proposta dell’assessore allo sviluppo economico e lavoro Achille Spinelli, ha ora attuato una modifica dello strumento, ampliando la platea dei potenziali beneficiari e prorogando nel contempo i tempi di presentazione delle domande al prossimo 30 settembre, al fine di massimizzare l’efficacia della misura e la ricaduta sulle imprese e i professionisti.
Soddisfatto l’assessore Spinelli per il quale “avevamo promesso tempi di erogazione contenuti, nell’ordine di 10 giorni, ma sono particolarmente soddisfatto nel constatare che è possibile superarli e fare ancora meglio”.

L’Agenzia per l’incentivazione delle attività economiche (Apiae) processa ormai in tempo reale le domande di contributo presentate, che vengono successivamente transitate al Tesoriere provinciale per l’erogazione sui conti correnti degli operatori economici beneficiari del contributo. In parallelo opera anche il Servizio Agricoltura garantendo la copertura per le domande di competenza del settore, che sono in numero più esiguo ma sempre considerevole.
Rispetto alle 10.500 domande complessivamente presentate tramite il portale dedicato alla data del 16 luglio, l’Agenzia provinciale provvede quindi alla relativa concessione e al pagamento in parallelo, entro pochi giorni dalla presentazione. Ad oggi sono passate in pagamento 10.300 posizioni per un importo di circa 32 milioni di euro.
“Un plauso – sottolinea ancora Spinelli – va rivolto a tutta la macchina provinciale coinvolta nell’analisi, nello sviluppo e nella gestione delle procedure informatiche perché questo risultato parte da lontano, da un lavoro certosino svolto in team e avviato quando ancora la relativa disciplina era abbozzata nel disegno di legge. I paragoni con la macchina statale, che taluni propongono, sono fuorvianti in quanto il Governo dispone di strumenti, quale il cassetto fiscale e l’Agenzia delle Entrate, non scevri da qualche complicazione e conseguenti lungaggini, improponibili per la Provincia che ha invece implementato una piattaforma apposita progettata per semplificare al massimo gli oneri per i richiedenti e al contempo ridurre al minimo i tempi di istruttoria e di liquidazione del contributo. In virtù di questo successo, la Giunta provinciale ha ora attuato una modifica dello strumento, ampliando la platea dei potenziali beneficiari e prorogando nel contempo i tempi di presentazione delle domande al prossimo 30 settembre, al fine di massimizzare l’efficacia della misura e la ricaduta sulle imprese e i professionisti”.
Si ricorda che la presentazione delle istanze per il contributo Riparti Trentino è stata aperta in data 11 giugno, mentre gli operatori provinciali, Apiae e Servizio Agricoltura, hanno potuto cominciare a lavorarle in data 19 giugno, scontando anche alcuni giorni di avviamento. In meno di 30 giorni dall’avvio della raccolta delle domande e in 25 giorni dall’avvio delle istruttorie, dunque, sono state processate tutte le domande nel frattempo presentate, avviandole al pagamento.
Dagli uffici si rinnova la raccomandazione di attenta valutazione degli elementi inseriti in fase di compilazione delle domande sulla piattaforma, soprattutto IBAN e assoggettamento o meno alla ritenuta fiscale, in quanto gli errori che ancora si riscontrano quotidianamente hanno ripercussioni nella lavorazione delle posizioni e nei tempi effettivi di erogazione, con annullamenti e appesantimenti nei tempi di procedimento, pure come detto complessivamente assai ridotti.

Trentino, imprenditori e liberi professionisti: le domande per il sostegno al reddito
ago 10@20:00–21:00

E’ aperta la possibilità di fare domanda di sostegno al reddito per i titolari d’impresa, soci di società e professionisti che hanno cessato l’attività a causa del COVID-19.
L’iniziativa è realizzata nell’ambito del Programma operativo FSE 2014/2020 della Provincia autonoma di Trento, grazie al sostegno finanziario dell’Unione europea – Fondo sociale europeo, dello Stato italiano e della Provincia autonoma di Trento e da attuazione a quanto previsto dalla legge provinciale 3/2020 “Riparti Trentino” che ha rinviato alla Giunta provinciale il compito di definire, con propria deliberazione, criteri di accesso, importo e durata del sostegno.

L’intervento non ha pari nel panorama nazionale e mira a garantire una tutela del lavoro, in tutte le sue forme e senza distinzioni tipologiche, per consentire pari dignità a tutti i lavoratori, a partire dal principio secondo il quale il lavoro è sempre meritevole di tutela, sia nella sua forma subordinata, che autonoma.

La normativa nazionale ha lasciato scoperti dalla tutela proprio i disoccupati che in precedenza svolgevano la propria attività lavorativa in qualità di titolari di impresa o di liberi professionisti e che hanno cessato tale attività a seguito dell’emergenza COVID-19. È questo lo spazio che la Provincia ha inteso presidiare con l’attivazione di questo nuovo sostegno.

Il sostegno al reddito
Per l’accesso al sostegno, l’attività d’impresa o professionale che il disoccupato, potenziale beneficiario, svolgeva in precedenza deve aver avuto inizio prima dell’1 gennaio 2019 ed essere cessata dopo il 23 febbraio 2020 e aver occupato al massimo 5 dipendenti come media nell’ultimo semestre. Ulteriori requisiti sono dettagliati sul portale #RIPARTITRENTINO.

Il sostegno sarà erogato per un importo pari a 30 euro per ogni giorno in cui il soggetto risulta privo di occupazione, per una durata massima di 120 giorni, con decorrenza dalla data di rilascio, presso il Centro per l’impiego, della DID (Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro), ed è condizionato allo svolgimento di percorsi di politica attiva del lavoro volti a favorire il reinserimento lavorativo dei beneficiari.

L’iniziativa prevede inoltre un meccanismo  incentivante, volto a favorire il reingresso in tempi rapidi nel mercato del lavoro, prevedendo l’erogazione di un “premio” di 900 euro (pari ad una mensilità del sostegno) nel caso in cui il disoccupato si rioccupi con un rapporto di durata superiore ai 6 mesi nel periodo di beneficio dell’indennità.

Termini di presentazione della domanda

La domanda di accesso al sostegno è presentata online presso i Centri per l’impiego dell’Agenzia del lavoro, entro mercoledì 30 dicembre 2020, ore 12.30.

Per maggiori informazioni
Per ottenere maggiori informazioni è possibile:

  • visitare #RIPARTITRENTINO, il portale nel quale ottenere maggiori informazioni sul sostegno, sui requisiti di accesso e su come presentare la domanda: https://ripartitrentino.provincia.tn.it/
  • rivolgersi al Centro per l’impiego del luogo di domicilio
Trento, “Storie intorno al cerchio”
ago 10@20:30–21:30

L’Associazione Elissa APS, LEAF – laboratori esperienziali al femminile, Dott.ssa Maria Rostagno, il Comune di Trento – Assessorato alla Cultura, CSI Centro Sportivo Italiano e Ginnastica Trentina presentano il primo evento estivo con accesso gratuito “STORIE INTORNO AL CERCHIO: SOTTO LE STELLE! NELLA NOTTE PIÙ MAGICA DELL’ANNO VIENI A SCOPRIRE I TUOI DESIDERI!”

È il primo evento estivo in presenza, dopo due webinar già realizzati tra giugno e luglio, che Elissa insieme a LEAF promuovono nel Parco Santa Chiara di Trento; l’evento avrà luogo lunedì 10 agosto 2020 alle ore 20.30 previa iscrizione via email al sito www.associazioneelissa.org.

L’evento nasce da LEAF, Laboratori Esperienziali Al Femminile: progetto formativo ideato da Beatrice Monticelli (Formatrice comportamentale e Counselor sistemico-relazionale) e Stefania Santoni (Dottoressa di Ricerca in Letteratura Greca ed esperta di archetipi femminili) e che si è unito, attivamente, presso l’Associazione da qualche mese.

LEAF nasce dall’intento di sradicare gli stereotipi di genere e promuovere una cultura di parità ed equità fra uomo e donna attraverso l’uso della narrazione quale strumento potentissimo di formazione e facilitazione. Infatti, i partecipanti e le partecipanti di “Storie intorno al cerchio” hanno la possibilità di venire a conoscenza di meravigliose e ricche storie sconosciute ai più, al fine di costruire uno spazio protetto, e potente, come quello del cerchio. In questo spazio sarà possibile condividere il proprio vissuto e le conseguenti risonanze emotive scaturite dalle storie narrate, così da incoraggiare una “visione altra” arricchita da una centratura femminile.

Il valore aggiunto di questo evento è dato dall’esibizione di giovani ginnaste di GINNASTICA TRENTINA prima dell’attività: la connessione tra mente, corpo e anima è indice di benessere e armonia.

L’attività educativa culturale sarà totalmente gratuita ma risulta necessario registrarsi entro e non oltre il giorno 8 agosto 2020 poiché i posti liberi sono per un totale di 24 persone.

IN CASO DI MALTEMPO L’EVENTO SARA’ RINVIATO.

INFORMAZIONI E CONTATTI:
Sms, WhatsApp, Telegram ai numeri 340.5303723 e 347.6467661
Email per iscriversi: associazione.elissa@gmail.com ; stefania.santoni88@gmail.com

Arco, Fiabe e leggende delle Dolomiti
ago 10@21:00–22:00

A «L’Òra dei burattini» c’è la compagnia Gottardi con lo spettacolo «Fiabe e leggende delle Dolomiti», lunedì 10 agosto nel cortile della scuola elementare di Bolognano con inizio alle ore 21. Lo spettacolo mette in scena nove momenti tra fiabe, leggende e racconti della tradizione dolomitica, tra cui «I giganti di Pitcevert», «Il fuso d’oro»,«La strega Casara, «La Caora Bar- bantana», «Lo Schratl» e «La miniera di Valcava». I pupazzi, realizzati in legno, sono mossi a vista dall’animatore, Luciano Gottardi, che è anche il narratore delle storie.

Ingresso

Gli spettacoli sono tutti a entrata gratuita con prenotazione consigliata: per Arco telefonando al numero 0464 583619, o con il sistema Eventbrite (www.eventbrite.it/d/italy–arco/comune-di-arco/?page=1) oppure tramite Facebook (www.facebook.com/comune.arco.tn.it); per Riva del Garda telefonando al numero 0464 573916 o scrivendo all’indirizzo email cultura@comune.rivadelgarda.tn.it). Si assiste con la mascherina indossata.

 

Informazioni

Comune di Arco, 0464 583619;

Comune di Riva del Garda, 0464 573916, cultura@comune.rivadelgarda.tn.it

associazione teatrale Iride, 329 2119161, www.teatroiride.it

 

La rassegna

«L’Òra dei burattini» è organizzata dalle Amministrazioni comunali di Arco e di Riva del Garda, è curata dall’associazione teatrale Iride e ha il patrocinio di Unima, l’Unione internazionale della marionetta, e fa parte del circuito internazionale «Burattini senza confini» (www.burattinisenzaconfini.org)

Cles, Musica e non solo… omaggio a Ezio Bosso
ago 10@21:00–22:00

Parole che si fanno musica: omaggio a Ezio Bosso

Lunedì 10 Agosto 2020
Ore 21.00
Piazza Municipio Cles

In caso di maltempo il concerto si terrà presso l’Aula Magna “Giulia Ippolito”

Il concerto è una lettura del pensiero di Ezio Bosso, che ha saputo coniugare la passione per la musica e l’arte con la sofferenza fisica, testimoniando la bellezza della vita e le opportunità che offre ad ogni persona. Lo spettacolo è stato creato dalla Compagnia Musicale Piazza Viva e alterna musica pop e rock, pensieri, video, immagini e interviste.

Ponte di Legno, “Suoni in estate” in Chiesa parrocchiale
ago 10@21:00–22:00

SUONI IN ESTATE: “PIERINO E IL LUPO FIABA MUSICALE” presso la Chiesa Parrocchiale. Posti limitati. Info ed iscrizione gratuita, anche on-line: www.prolocopontedilegno.it

Programma 9° Swiss Mountain Film Festival 2020
ago 10@21:00–22:00

10 / 8 / 2020 — 21.00 Screening of four movies:
FORESIGHT | Dario Tubaldo | 2020 | Italien | 21 min
ARRIVERÀ NOVEMBRE | A. Basci, G. E. Ghilotti | 2019 | Schweiz | 20 min
LOST IN KARAKORUM | Antoine Girard | 2019 | Frankreich | 32 min
DEATH ZONE – NANGA PARBAT | Vitaly Lazo | 2019 | Russland | 55 min

Concerto di Manu Chao alla Campana dei Caduti di Rovereto
ago 10@21:30–22:30

Lunedì 10 agosto arriva a Rovereto MANU CHAO. L’artista e musicista francese suonerà per la prima volta in regione, nell’ambito dell’iniziativa promossa dal Comune di Rovereto e dal Centro Servizi Culturali S. Chiara, ospitato dalla Fondazione Campana dei Caduti. Manu Chao si esibirà in una location ricca di storia, un contesto ideale e suggestivo per valorizzare e veicolare, amplificandolo, il suo messaggio di Pace.

L’evento, sold out da giorni, avrà inizio alle ore 21.31 presso il locale anfiteatro, solo al termine dei 100 rintocchi della Campana “Maria Dolens”.

In merito alle modalità di accesso al concerto, si informa il pubblico di quanto segue:

-         l’apertura dei cancelli è prevista alle ore 20.00;

-         si ricorda che l’ingresso al concerto sarà consentito solamente ai possessori di un titolo di ingresso valido;

-          l’accesso avverrà nel pieno rispetto delle procedure anti Covid-19. Nello specifico, si ricorda che è obbligatorio l’utilizzo delle mascherine e il rispetto del distanziamento sociale, in ogni fase di ingresso. A ogni spettatore verrà rilevata la temperatura all’entrata. Non sarà in ogni caso consentito l’accesso a chi manifesti sintomatologia febbrile superiore a 37,5°;

-          è inoltre previsto un servizio di filtraggio borse;

-         l’accesso avverrà attraverso un unico varco, e una volta all’interno lo spettatore dovrà necessariamente accomodarsi nel settore indicato sul biglietto: Tribuna coperta e Tribuna scoperta (posti contrassegnati da pallini colorati), Platea non numerata (una sedia vuota tra i posti occupati) e Prato (posto indicato da “cinesini” colorati);

-         nel settore “Prato”, l’ascolto del concerto dovrà avvenire obbligatoriamente da seduti, così come stabilito dalle disposizioni pervenute dalla Questura di Trento;

-         è fatto assoluto divieto di spostare o rimuovere i pallini e i “cinesini” colorati atti ad indicare i singoli posti a sedere;

-         una volta all’interno, non è possibile spostarsi da un settore all’altro, ed è obbligatorio l’utilizzo della mascherina ogni qual volta ci si alzi dal proprio posto;

-         all’interno dell’area concerto è vietato introdurre sedie e sgabelli, ombrelli di qualsiasi forma e misura, lattine, bottiglie di vetro, borracce di metallo, bottiglie di plastica rigida di qualsiasi dimensione, bombolette spray e altri oggetti contundenti che possano ledere la sicurezza;

-         è invece consentito introdurre all’interno dell’area bottiglie di plastica senza tappo, felpe, coperte e cuscini da poter utilizzare come seduta;

-         non è previsto alcun servizio navetta;

-         il concerto si svolgerà anche in caso di pioggia.

Manu Chao in concerto a Rovereto
ago 10@21:30–22:30

Manu Chao
CONCERTO DELLA PACE

10 AGOSTO 2020 – CAMPANA DEI CADUTI – Rovereto, ore 21.31

Per la prima volta approda sui palchi della regione Manu Chao. L’artista e musicista francese arriva a Rovereto nell’ambito dell’iniziativa promossa da COMUNE DI ROVERETO e CENTRO SERVIZI CULTURALI S. CHIARA, ospitato dalla Fondazione Campana dei Caduti.

Trento, Lucio Gardin recupera lo spettacolo “HOUSTON, ABBIAMO UN PROBLEMA”
ago 10@21:30–22:30

Dopo essere stato annullato lo scorso 11 luglio a causa del maltempo, la rassegna Risate al parco, proposta dal Centro Servizi Culturali S. Chiara e MUSE – Museo delle Scienze, ripropone lo spettacolo di Lucio Gardin intitolato “HOUSTON, ABBIAMO UN PROBLEMA”. Un appuntamento all’insegna del divertimento e del buon umore, che lunedì 10 agosto (ore 21.30) vedrà il comico trentino esibirsi sul palco allestito nel Giardino del MUSE con uno spettacolo da lui ideato e interpretato.

La Luna è fonte inesauribile d’ispirazione. Siamo riusciti ad andare sulla Luna, è innegabile, ma ne abbiamo poi afferrato il mistero? La Luna è mutevole, in lei si rispecchiano gli uomini, con la loro vulnerabilità e incostanza. Allo stesso tempo è rassicurante, nella sua presenza fissa, silenziosa testimone del nostro progresso, e come una guardia risoluta ci contempla da oltre quattro miliardi di anni. Nello spettacolo si parla della Luna in diversi ambiti. In agricoltura, dove i contadini ne analizzano le fasi per piantare i semi e avere raccolti migliori, in letteratura con i racconti di poeti e romanzieri, al cinema con i grandi film di fantascienza, nella musica con le canzoni che gli sono state dedicate e nella tecnologia con un parallelismo tecnologico tra le due epoche (1969-2019). Basti pensare che siamo andati sulla Luna con un computer della potenza di due Commodore 64, e oggi ha 4 Terabyte di memoria anche il minipimer. Ah, la luna. Quante volte ci siamo fermati a fissare quella palla luminosa? Con le sue facce strane! A me piace guardarla, che sia piena o mezza. LUNA vale l’altra.

Biglietti disponibili al costo di 5 euro sul sito www.primiallaprima.it, presso le Casse Rurali del Trentino e presso la biglietteria del Teatro Auditorium (da lunedì a venerdì, dalle 16 alle 19). Sarà possibile acquistare i biglietti anche la sera stessa dello spettacolo presso il MUSE.

In caso di pioggia l’evento verrà annullato.

Si ricorda, infine, che i biglietti acquistati in precedenza sono validi per la nuova data.

Modifica attività della Giunta altoatesina
ago 10@21:55–22:55

 

Le prossime riunioni della Giunta provinciale si terranno nelle giornate di martedì 11 e 25 agosto. La Giunta, infatti, sospende in parte la sua attività nel mese di agosto. Vengono in tal modo meno le sedute del 4 e 18 agosto.

Bando concorso Orchestrale della banda musicale della Polizia di Stato
ago 10@22:15–23:15

Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana 4^ Serie speciale “Concorsi ed esami” del 17 luglio 2020 è stato pubblicato il bando del concorso pubblico, per titoli ed esami, per il conferimento di 4 posti di
orchestrale della banda musicale della Polizia di Stato, indetto con decreto del Capo della Polizia del 13 luglio 2020.
Le domande di partecipazione potranno essere presentate dalle ore 00.00 del 18 luglio 2020 alle ore 23.59 del 17 agosto 2020, utilizzando esclusivamente la procedura informatica disponibile all’indirizzo
https://concorsionline.poliziadistato.it (cliccando sull’icona “Concorso pubblico”).
A quest’ultima procedura informatica, il candidato può accedere attraverso i seguenti strumenti di autenticazione:
1. Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), con le relative credenziali (username e password), che dovrà previamente ottenere rivolgendosi a uno degli identity provider accreditati presso l’Agenzia per
l’Italia Digitale (A.G.I.D.), come da informazioni presenti sul sito istituzionale www.spid.gov.it;
2. Sistema di identificazione digitale “Entra con CIE” con l’impiego della CIE (Carta di Identità Elettronica), rilasciata dal Comune di residenza, a cui si potrà accedere con tre modalità:
a) “Desktop” – si accede con pc a cui è collegato un lettore di smart card contactless per la lettura della CIE. Per abilitare il funzionamento della CIE sul proprio computer è necessario installare prima il“Software
CIE“;
b) “Mobile” – si accede da smartphone dotato di interfaccia NFC e dell’app “Cie ID” e con lo stesso si effettua la lettura della CIE;
c) “Desktop con smartphone” – si accede da pc e per la lettura della CIE, in luogo del lettore di smart card contactless, l’utente potrà utilizzare il proprio smartphone dotato di interfaccia NFC e dell’app “Cie ID”

Il candidato dovrà inoltre essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui personalmente intestato, dove riceverà le comunicazioni relative al concorso.

Mtb Appenninica cambia: nuove regole per la sicurezza
ago 10@22:30–23:30

L’Italia sembra essersi lasciata alle spalle la fase più critica dell’emergenza Covid-19, ma l’attenzione deve rimanere alta, anche e soprattutto in vista della ripresa delle competizioni ciclistiche nel Paese. Gli organizzatori di Appenninica MTB Parmigiano Reggiano Stage Race lo sanno, e per questo si stanno adoperando perché la gara a tappe, in programma dal 27 Settembre al 3 Ottobre, si possa svolgere in totale sicurezza per gli atleti, gli addetti ai lavori e il pubblico.
La Federazione Ciclistica Italiana ha garantito la possibilità di tornare a gareggiare, seguendo delle linee guida volte alla prevenzione durante le corse di gruppo o individuali. Il comitato organizzatore di Appenninica ha quindi già messo in atto misure ed accorgimenti importanti per ridurre significativamente qualsiasi situazione di rischio.
In queste settimane è stato costante il contatto fra gli organizzatori, gli atleti ed i loro accompagnatori, per aggiornarli continuamente sugli sviluppi dell’emergenza in Italia, oltre che per responsabilizzarli rispetto ai codici di condotta posti in atto dalle autorità nazionali e sportive. Al tempo stesso, oltre alla formazione del Comitato anti-contagio previsto dalle norme FCI, Appenninica sta provvedendo alla formazione di staff, volontari e partner esterni per favorire una più ampia conoscenza e recepimento delle misure di prevenzione.
La cosiddetta “Zona Gialla”, in cui confluiscono atleti e addetti ai lavori, verrà tenuta sotto stretta sorveglianza, in modo da evitare contatti non necessari e mantenere, dove possibile, il distanziamento sociale. Proprio per questo, alcune procedure tecniche inizialmente previste verranno modificate, oppure cancellate, per ridurre al minimo il rischio di assembramento in aree delicate.
Oltre alla misurazione della temperatura con i termoscanner, saranno predisposte diverse postazioni di erogazione di gel igienizzante, e non mancheranno segnalazioni specifiche sulle norme di comportamento in campo gara e negli spazi comuni. Specifiche cautele saranno inoltre adottate per i ristori e le cene serali, evitando la formula “a buffet”, mentre agli atleti sarà vietato scambiarsi borracce o bottigliette.
“Le linee guida della FCI vanno nella giusta direzione sul fronte della prevenzione – spiega Beppe Salerno, co-organizzatore insieme a Milena Bettocchi -. In questa fase è molto importante essere cauti, perché il Covid-19 non è stato ancora sconfitto. Confidiamo che queste misure, insieme al buonsenso di tutte le persone coinvolte, ci permetteranno di disputare il nostro evento in piena sicurezza”.
In questa direzione vanno anche due importanti accorgimenti riguardanti il format della gara, assunti dagli organizzatori per ridurre ulteriormente il rischio di contagio. Il primo è l’abolizione della categoria “Team” nell’edizione 2020: pertanto ogni biker gareggerà individualmente e non in coppia, venendo indirizzato automaticamente alla sua categoria di riferimento. “In questa situazione, è necessario che la bicicletta, gli attrezzi e ogni altro oggetto di uso in gara e fuori siano assolutamente personali, e inoltre lo scambio di borracce e barrette non è consentito: amiamo la formula ‘team’, ma crediamo che per quest’anno sia preferibile rinunciarvi come ulteriore misura di prevenzione. Oltretutto, con i regolamenti straordinari vigenti il podio è obbligatoriamente limitato a tre atleti” spiega ancora Beppe Salerno.
La seconda modifica riguarda la prima tappa di Domenica 27 Settembre, con partenza e arrivo nel cuore di Porretta Terme (Bologna), che non sarà più una frazione in linea ma una cronometro individuale. Questo permetterà una migliore gestione delle partenze, con gli atleti che si lanceranno distanziati di qualche secondo, e la creazione di griglie multiple a partire dalla seconda tappa, utili a mantenere il necessario distanziamento fra gli atleti al via.
Informazioni utili su Appenninica
Appenninica è una gara full-service, pertanto la quota di iscrizione è già comprensiva di numerosi servizi: dal pernottamento ai pasti e all’assistenza tecnica solo per citarne alcuni. Ad ogni modo, sono disponibili anche alcuni pacchetti di servizi extra per rendere l’esperienza più completa e confortevole.
La corsa toccherà quattro province, in quattro comuni immersi nella bellezza dell’Appennino, per un totale di sette tappe. Si partirà da Porretta Terme (Bologna), che ospiterà la prima tappa, una cronometro, e la partenza della seconda, per poi spostarsi a Fanano (Modena) e dalla quarta, la Queen Stage da oltre 4000 metri di dislivello, a Castelnovo ne’ Monti (Reggio Emilia). Gli arrivi delle ultime due tappe, invece, saranno a Noceto (Parma), nel cuore dell’area di produzione del Parmigiano Reggiano. IL PERCORSO NEL DETTAGLIO
Le iscrizioni per Appenninica MTB Parmigiano Reggiano Stage Race sono aperte sul sito. Le squadre che ancora non hanno avuto modo di pianificare la stagione 2020, possono mettersi in contatto con gli organizzatori per la partecipazione.

ago
11
mar
2020
“Quel che resta del tempo”, Luigi Ottoni a Case di Viso
ago 11@09:30–10:30

EMOZIONI DALL’ALBA AL TRAMONTO. “QUEL CHE RESTA DEL TEMPO”. Percorsi fantastici letterari e musicali liberamente tratti da “La fine del mondo storto” di Mauro Corona. Con Luigi Ottoni presso il laghetto a Case di Viso.  Info: www.prolocopontedilegno.it

I Fake open act Max Gazzè al Nosound Festival
ago 11@18:00–19:00

I FAKE aprono il concerto di Max Gazzè martedì 11 agosto a Servigliano (FM) al Nosound Festival

Videoclip “Così” Live Facebook: https://www.facebook.com/watch/?v=680404956099038

Info evento: http://www.besteventi.it/spettacoli/dettaglio/max-gazze-servigliano-11-agosto-2020-185

FAKE sui social:
Instagram: therealfake_official
Facebook: FAKE_Official
Mail ufficiale: info@fake-official.it

Per rifugi al top, nell’estate 2020 lavori in sei cantieri altoatesini
ago 11@18:00–19:00

Quest’estate aperti 6 cantieri per lavori nei rifugi. In esecuzione interventi di sistemazione in 5 rifugi, e ricostruzione rifugio Petrarca. Assessore Bessone: investimenti in strutture strategiche.

Il programma di lavori di manutenzione straordinaria sui rifugi provinciali, seguiti dalla Ripartizione patrimonio, indica due categorie di strutture a seconda della priorità d’intervento. Per gli 8 rifugi di prima priorità, nell’estate 2020 sono aperti 5 cantieri. Gli altri 3 cantieri saranno avviati nell’estate 2021. A quote elevate oltre i 2.000, infatti, per neve ed intemperie, è possibile intervenire solo nella stagione estiva. Per tutti gli 8 rifugi di seconda priorità, invece, sono stati affidati gli incarichi per la redazione dei progetti esecutivi, che dovranno essere approntati entro il 2020. All’inizio del 2021 si conta di poter bandire le relative gare d’appalto in modo da poter avviare i lavori all’inizio dell’estate 2021 almeno in alcuni cantieri.

Per quanto riguarda, invece, le demo-ricostruzioni che interessano 4 rifugi e sono seguite dalla Ripartizione edilizia e servizio tecnico, per 2 rifugi i lavori sono stati ultimati (Ponte di Ghiaccio e Sasso Nero), per 1 sono in corso di esecuzione (Petrarca) mentre il quarto (Palla Bianca) gli interventi sono in progettazione. L’assessore provinciale all’edilizia pubblica e patrimonio, Massimo Bessone, sta compiendo un giro ricognitivo nei diversi rifugi per vedere di persona lo stato delle strutture e la situazione dei lavori in corso verificando con i gestori l’andamento della stagione dopo l’emergenza da Covid-19.

Investimenti in strutture strategiche

“I rifugi svolgono un ruolo di rilievo in termini di soccorso e protezione e sono pertanto strutture strategiche. Sono, infatti, dei capisaldi sul territorio, punti di riferimento per gli alpinisti e gli escursionisti che vi possono trovare riparo”, fa presente l’assessore che afferma “devono essere mantenuti in condizioni ottimali per garantire al meglio questo servizio”. Per gli interventi di manutenzione nei rifugi di prima priorità si tratta di investimenti per 5,6 milioni di euro, mentre per quelli nei rifugi di seconda priorità di 3,6 milioni di euro.

Per la demo-ricostruzione del rifugio Petrarca si parla di 3,1 milioni di euro. Lo stato dell’arte sull’andamento dei lavori sui rifugi, è stato fatto nei giorni scorsi dai rappresentanti della Provincia, Daniel Bedin (direttore Ripartizione atrimonio) e Volkmar Mair (vicedirettore Ripartizione edilizia e geologo provinciale) assieme ai i presidenti di CAI Alto Adige, Claudio Sartori, e AVS, Georg Simeoni, durante la riunione periodica della Commissione rifugi alla quale ha preso parte anche l’assessore Bessone.

Nell’estate 2020 lavori in 6 cantieri

Quest’estate sono aperti 6 cantieri per lavori nei rifugi. Attualmente sono in esecuzione interventi di sistemazione in 5 rifugi, seguiti dalla Ripartizione patrimonio. In particolare, i cantieri aperti sono presso i rifugi della prima priorità: Cima Libera, Gino Biasi al Bicchiere, Vedretta Pendente, Comici e Vicenza. È stata, inoltre, avviata la ricostruzione del rifugio Petrarca all’Altissima, seguita dalla Ripartizione edilizia e servizio tecnico. La riedificazione proseguirà nei periodi estivi dei successivi due anni. Il rifugio viene ricostruito al posto di quello vecchio a quota 2.875 metri in val di Plan, nel Comune di Moso in Passiria all’interno del parco naturale Gruppo di Tessa, sul versante sud delle Ötztaler Alpen. Se tutto procede da programma, dovrebbe essere pronto per l’estate 2023.

Prossimi lavori

Si svolgeranno, invece nell’estate 2021 i lavori previsti nei rimanenti rifugi di prima priorità: Giogo Lungo, Nino Corsi al Cevedale e Plan. Sono in corso le progettazioni degli interventi per tutti i rifugi della seconda priorità: Payer, Borletti, Cima Fiammante, Porro, Roma, Brigata Tridentina, Firenze e Bergamo. Almeno in alcuni cantieri, i lavori dovrebbero poter partire con l’inizio dell’estate 2021.

Scuole dell’infanzia: aggiornato il programma annuale 2020-2021 in Trentino
ago 11@20:00–21:00

La Giunta provinciale ha approvato oggi un aggiornamento della programmazione annuale della scuola dell’infanzia in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico 2020/2021. Il provvedimento si è reso necessario per adeguare il Programma annuale alle linee guida per la ripresa dei servizi scolastici indicate dalle autorità sanitarie e fatte proprie dalla Giunta. In particolare la Giunta ha confermato la ripresa della scuola dell’infanzia a settembre all’insegna della normalità, con le attenzioni per le misure di salute e sicurezza definite negli specifici protocolli di settore.
Il servizio scolastico funzionerà per sette ore giornaliere dal lunedì al venerdì; a queste potranno essere aggiunte fino a tre ore per il prolungamento d’orario a richiesta delle famiglie. E’ rivisto il parametro relativo al numero di bambini per sezione fissandolo a 22 bambini. Per assicurare il servizio di orario prolungato e qualità di frequenza ai bambini con bisogni educativi speciali sarà potenziato anche il contingente di personale insegnante assegnato inizialmente. La copertura dei maggiori costi che derivano è assicurata con le disponibilità finanziarie autorizzate dalla legge di assestamento.

Avvio regolare dell’anno scolastico 2020/2021 per i quasi 14.000 bambini che dal prossimo settembre frequenteranno le scuole dell’infanzia trentine. La Giunta provinciale ha aggiornato oggi con un apposito provvedimento la programmazione della scuola dell’infanzia per l’anno scolastico 2020/2021, armonizzandola con le linee guida indicate dalle autorità sanitarie per la ripresa dei servizi scolastici.
Cala il numero di bimbi per sezione che passerà dagli attuali 25 a 22. Le aule che ospitano le sezioni dovranno rispettare i 2,4 mq/bambino. La riduzione del numero di bambini per sezione determina come conseguenza un numero di sezioni maggiori di quelle attivate con l’originario Programma annuale. A seguito delle nuove disposizioni sono 67 le nuove sezioni che si vanno a costituire rispetto alle 664 iniziali, tra scuole provinciali e scuole equiparate: 22 sono le nuove sezioni per le scuole provinciali e 45 sono le nuove per le scuole equiparate.
Alle nuove sezioni sono assegnate due unità di personale insegnante e una di personale ausiliario. Inoltre per assicurare tempi adeguati nell’apertura degli spazi scolastici per l’accoglienza dei bambini al mattino e per le uscite, per l’igienizzazione degli spazi e degli arredi e per le varie necessità legate al funzionamento della scuola, la Giunta ha previsto un potenziamento di orario anche per il personale ausiliario.

Via libera all’ascensore verticale tra Trento e Mesiano e alla pista ciclabile
ago 11@20:00–21:00

La giunta provinciale ha approvato la variante urbanistica al Piano regolatore generale (Prg) del Comune di Trento che consentirà il collegamento ciclopedonale tra la città di Trento e la collina di Mesiano, grazie all’ascensore verticale. La delibera, a firma del vicepresidente ed assessore all’urbanistica Mario Tonina, aggiunge così un tassello importante al progetto più ampio di pista ciclabile tra la valle dell’Adige e la Valsugana e consentirà un sistema di mobilità alternativa al traffico veicolare, con minore inquinamento acustico e da emissioni di gas, verso la collina.

Il via libera odierno è il frutto di un confronto tra il Servizio urbanistica e tutela del paesaggio con gli uffici del Comune di Trento, non solo su aspetti urbanistici ma anche di coerenza con il sistema della mobilità pubblica. In sede di adozione definitiva, il Comune di Trento aveva risposto in maniera positiva alle richieste degli uffici provinciali, rimarcato la valenza ciclopedonale del collegamento in questione. Al riguardo l’Unità di missione strategica Mobilità della Provincia aveva rilevato come “il collegamento in questione possa risultare importante ma necessitante di essere accompagnato da provvedimenti gestionali regolatori in rapporto all’auspicata elevata diversione modale dall’auto”. Il servizio provinciale aveva quindi dato parere favorevole alla variante al Prg, chiedendo a sua volta un approfondimento di carattere gestionale, “teso ad assicurare un adeguato servizio urbano e una coerente risposta in rapporto all’auspicata elevata diversione modale dall’auto nelle ore di punta, tra l’altro in presenza di trasporto delle bici in cabina”.
Il progetto preliminare di ascensore verticale e di pista ciclabile era stato approvato dalla giunta comunale di Trento il 23 dicembre 2019 e prevede il collegamento diretto tra viale Bolognini e il Dipartimento di ingegneria di Mesiano. Il sistema scelto per superare un dislivello di circa 76 metri è quello dell’ascensore inclinato a cabina unica, su binario senza conducente. La velocità di percorrenza dell’ascensore arriverà a 2 metri al secondo sulle tratte a pendenza costante, di 1,6 metri al secondo nei tratti di raccordo verticale. Si stima che la cabina superi i 160 metri di sviluppo in circa 80 secondi, con un tempo di andata e ritorno compreso nei 5 minuti. La capienza della cabina sarà di 40 persone, per una portata oraria massima di circa 480 persone per le 12 corse orarie stimate. La cabina potrà trasportare anche le biciclette. Per l’accesso alla stazione di monte è previsto un tracciato ciclopedonale. Il costo complessivo dell’opera è di tre milioni di euro.

Breno: Teatro delle Ali, la stagione 2020/2021 al cinema teatro Giardino
ago 11@21:00–22:00

Nonostante i dubbi e le incertezze che hanno connotato gli ultimi mesi, soprattutto per quanto riguarda il settore dello spettacolo dal vivo, la stagione 2020/2021 del Teatro delle Ali di Breno sarà varata al più presto e si svolgerà col distanziamento, così come previsto dalle norme vigenti in materia.

Come lo farà? Spostando per un anno staff e programmazione al cinema teatro Giardino di Breno, a pochi metri di distanza in linea d’aria rispetto allo spazio di via Maria Santissima di Guadalupe.

Tutti i dettagli, il programma e gli ospiti saranno svelati nel mese di settembre, con la presentazione ufficiale della nuova stagione.

Trento: Aspettando le stelle al Salè, nell’era del Covid
ago 11@21:00–22:00

Il Comitato Associazioni Oltrefersina, in collaborazione con il servizio Attività sociali e la Circoscrizione Oltrefersina, e grazie alle numerose associazioni e ai tantissimi volontari, organizzano anche quest’anno nei martedì del mese di agosto una serie di iniziative per riallacciare amicizie e contatti pur nel rispetto delle misure di sicurezza dettate dall’emergenza sanitaria.

L’appuntamento è martedì 4, 11, 18 e 25 agosto dalle 16.30 alle 22 al Giardino Alexander Langer.

Nel pomeriggio spazio ad animazione per anziani, ginnastica dolce e mentale per tutti, lettura di storie e racconti per bambini e famiglie. In serata verranno proposti piccoli concerti e spettacoli teatrali per tutti.

Per motivi di sicurezza i posti saranno limitati, si entra da via Aosta e si esce da viale Verona.

Per informazioni è possibile contattare il 339 345 3391.

Alto Adige, cambio della guardia al dipartimento dell’assessore Bessone
ago 11@21:10–22:10

Nuovo direttore per il Dipartimento che fa capo all’assessore Massimo Bessone. Edilizia, libro fondiario, catasto e patrimonio dal 1° agosto sono sotto la supervisione dell’ingegner Davide Gemmellaro.

Davide Gemmellaro, 33 anni, laurea in ingegneria civile, conseguita presso l’Università di Bologna, iscritto dal 2012 all’Albo degli ingegneri, dal 1° agosto 2020 dirige il dipartimento Edilizia, libro fondiario, catasto e patrimonio, che fa capo all’assessore provinciale Massimo Bessone. Subentra a Paolo Montagner, che lascia il servizio per raggiunti limiti di età. “Sono onorato di essere stato scelto dall’assessore Bessone a ricoprire il ruolo di Capo dipartimento edilizia, libro fondiario, catasto e patrimonio”, afferma Gemmellaro.

“Ho scelto l’ingegner Gemmellaro per la sua preparazione professionale e per le sue doti e sono convinto che saprà dimostrare il suo valore”, afferma l’assessore Massimo Bessone ricordando che, prima di assumere la dirigenza, Gemmellaro, sin dall’inizio della legislatura per un anno e mezzo, è stato al fianco di Montagner dimostrando un ottimo rapporto con i dipendenti.

“Ho affiancato lo stimato dottor Montagner sin dall’inizio legislatura e ho potuto così apprendere moltissimo da lui”, fa presente il nuovo direttore di dipartimento Davide Gemmellaro che afferma: “Affronterò con responsabilità il delicato compito che mi è stato assegnato, dando continuità all’eccellente operato di chi mi ha preceduto. Ringrazio, inoltre, tutti coloro che hanno sostenuto la mia nomina, dandomi fiducia”.

La Germani Basket Brescia presenta Giordano Bortolani e Andrea Ancellotti
ago 11@23:00–ago 12@00:00

Tempo di presentazioni ufficiali in casa Pallacanestro Brescia: presso la nuova sede del club a San Zeno Naviglio, infatti, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dei nuovi innesti italiani che vestiranno la maglia della Germani Brescia per la stagione 2020-2021. Presenti all’appello coach Vincenzo Esposito, Giordano Bortolani e Andrea Ancellotti, mentre Salvatore Parrillo, che doveva essere presentato nella stessa circostanza è assente giustificato a causa dell’imminente nascita del primogenito.

“Abbiamo a disposizione due giocatori importanti per la tipologia di roster che abbiamo formato quest’anno – esordisce coach Vincenzo Esposito, introducendo i due atleti -. Mi è sempre piaciuto avere in squadra ragazzi giovani, vogliosi, emergenti e di talento: Giordano Bortolani risponde a queste caratteristiche, oltre a disporre di qualità fisiche e tecniche di primissima fascia”.

“Ciò che più mi ha colpito è il desiderio, la mentalità, la voglia e la personalità di questo ragazzo che, abbinata ai mezzi fisici e tecnici di cui è in possesso, credo potrà darci una grande mano – prosegue il coach della Germani -. Giordano rientra pienamente nella tipologia di giocatore e, ancora prima, di persona con cui mi piace avere a che fare”.

“Conosco Andrea Ancellotti da tanti anni – prosegue Esposito -: secondo le nostre precise volontà, nel pacchetto lunghi inseriamo un giocatore di taglia e, nonostante la giovane età, di grande esperienza. Andrea si è fatto rispettare su tanti campi, compresi i parquet di serie A con cui si è misurato vestendo la maglia di Pesaro: è un giocatore esperto ma, allo stesso tempo, ancora fresco fisicamente e in grado di contribuire in maniera importante sia a livello fisico che tecnico”.

“Bortolani e Ancellotti possiedono le caratteristiche mentali che cerco in un atleta – conclude l’allenatore campano -. Più che con il giocatore giusto, il più delle volte mi interessa più avere a che fare con la persona gusta. Posso ritenermi pienamente soddisfatto delle qualità umane dei giocatori che siamo riusciti a reclutare”.

“Al momento, abbiamo disponibili in campo sei atleti: Vitali, Sacchetti, Parrillo, Ancellotti, Bortolani e Moss, che si è aggiunto per ultimo ed è in buona condizione fisica – continua Esposito -. Entro la fine della settimana potremmo avere il via libera per inserire Chery, Crawford, poi a seguire Kalinoski e Burns. Al momento mancano all’appello Ristic, che ha ancora problemi a uscire dalla Serbia, e Cline, in attesa del rinnovo del passaporto. In ogni caso, la società è sul pezzo e si sta muovendo in maniera egregia”.

“Per me è la prima stagione a questo livello – commenta Giordano Bortolani, lo scorso anno a Biella, in Serie A2 -. Sono emozionato, positivo e carico. Fino ad ora abbiamo svolto solo un paio di allenamenti, legati alla preparazione fisica, e non vedo già l’ora di conoscere i nuovi compagni: è tutto nuovo, so che mi attende un periodo di adattamento e sono pronto ad affrontarlo. Milano da affrontare in Supercoppa? Sarà strano giocare contro la mia ex squadra, ma cercherò viverla come se fosse una partita come tutte le altre”.

“Brescia è una società organizzata benissimo e in questi giorni, fin dal nostro arrivo, ha saputo accoglierci in maniera perfetta – è il pensiero di Andrea Ancellotti -. Non appena è arrivata la chiamata da parte della società, non ho esitato ad accettare: per me si tratta di un’esperienza del tutto inedita, che mi porterà a confrontarmi sia con il campionato che con l’EuroCup. Non vedo l’ora: come sempre, sarà il campo a parlare, ma proverò a fare del mio meglio per provare a non far rimpiangere la coppia di lunghi che ha ben figurato nella passata stagione”.

Trentino, “Vuoi lavorare in agricoltura?” Aperte le candidature
ago 11@23:00–ago 12@00:00

A partire dal 30 luglio, Agenzia del Lavoro ha aperto una nuova raccolta di candidature finalizzata a rinnovare la disponibilità di quei lavoratori che si erano iscritti alla precedente lista e a intercettare nuovi candidati per il periodo agosto-novembre 2020. Sono 1.200 le persone attualmente candidate alla lista.
L’iniziativa, tenuta da Agenzia del Lavoro, in collaborazione con le Associazioni di categoria dell’Agricoltura (Confederazione Italiana Agricoltori, Confagricoltura, Coldiretti, Associazione contadini Trentini) e l’Ente bilaterale agricolo, nasce con l’intento di dare risposta alle difficoltà manifestate dal mondo agricolo nella ricerca di lavoratori stagionali.
In questa campagna di raccolta candidature, particolare attenzione verrà rivolta ai disoccupati, ai giovani in cerca di opportunità nel settore, oltre che ai percettori di ammortizzatori sociali (Cassa integrazione guadagni straordinaria limitatamente al periodo di sospensione a zero ore della prestazione lavorativa, NASPI e DIS-COLL, nonché Reddito di cittadinanza). A questi ultimi sarà consentito di stipulare con datori di lavoro del settore agricolo contratti a termine fino ad un massimo di 60 giorni, senza perdita o riduzione dei benefici percepiti, nel limite di 2.000 euro per il 2020.

L’iscrizione alla lista offre la possibilità ai candidati di essere segnalati e contattati direttamente dagli imprenditori agricoli in cerca di personale. Gli ambiti occupazionali riguardano la raccolta della frutta e la vendemmia, la coltivazione di frutteti e vigneti, l’allevamento e cura del bestiame.
In un momento difficile a seguito della pandemia da Covid–19, questa è un’occasione preziosa di lavoro, ma anche per dare una mano al settore agricolo trentino in una fase delicata e importante come quella della raccolta dei frutti.

Come candidarsi
Compila il form di candidatura seguendo le indicazioni fornite sul sito di Agenzia del Lavoro. La candidatura sarà segnalata agli imprenditori agricoli in cerca di personale e ti consentirà di effettuare dei colloqui di lavoro.

Come richiedere personale
Gli imprenditori agricoli possono richiedere i nominativi dei lavoratori disponibili compilando il modulo disponibile sul sito di Agenzia del Lavoro (www.agenzialavoro.tn.it) o rivolgendosi alla propria Associazione di categoria e all’Ente bilaterale agricolo.

Per maggiori informazioni

ago
12
mer
2020
Ciclismo: GranPiemonte, tra le colline delle Langhe con arrivo a Barolo. Il percorso
ago 12@13:55–14:55

Un tracciato impegnativo tra le splendide colline delle Langhe è il disegno che, RCS Sport in collaborazione con la Regione Piemonte, hanno voluto dare all’edizione 104 del Gran Piemonte in programma mercoledì 12 agosto con partenza da Santo Stefano Belbo e arrivo a Barolo dopo 187 chilometri.

IL PERCORSO
Percorso molto impegnativo all’interno delle Langhe a cavallo fra le province di Asti e Cuneo, con un circuito finale di circa 44 km da percorre due volte in mezzo ai vigneti della zona di Alba. Si affronta una lunga serie di salite e discese con pochissime possibilità di riposo. Nella parte di avvicinamento al primo passaggio si scalano Rocchetta Palafea, Mango, Barbaresco e Diano d’Alba. Dopo Grinzane Cavour si entra nel circuito che presenta le salite di La Morra, Barolo, e Monforte d’Alba. Salita finale comune all’arrivo della cronometro del Giro d’Italia 2014 Barbaresco-Barolo, con linea di arrivo diversa, con un breve tratto di ulteriore salita.

Ultimi km
Dopo la discesa della Morra si percorre una svolta a destra che immette della strada in salita che porta all’arrivo. Pendenze sempre attorno al 5-6%. A 600 metri dall’arrivo svolta a destra in marcata salita (circa 8-9%) fino all’ultima curva verso sinistra ai 300m dall’arrivo.

DICHIARAZIONI
Paolo Bellino, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RCS Sport
 ha sottolineato come: “Questa edizione del Gran Piemonte sarà davvero indimenticabile sia perché verrà organizzata dopo un periodo molto difficile e vuole essere segno di ripartenza per il territorio sia perché si svolgerà in una delle zone più belle d’Italia per le sue caratteristiche. Le colline delle Langhe, dove vengono prodotti alcuni dei vini più famosi al mondo, e poi l’arrivo a Barolo faranno vivere una giornata indimenticabile a tutti gli appassionati che potranno godere anche di uno spettacolo mozzafiato tra vigneti e luoghi che sono cari al ciclismo”.

“Poter annunciare la gara ciclistica GranPiemonte è sempre una gioia ma quest’anno la felicità è possibilmente ancora maggiore perché la competizione segna la possibilità di tornare a parlare di grande sport dopo mesi di stop forzato dovuto all’emergenza Coronavirus - afferma l’Assessore Regionale allo Sport Fabrizio RiccaTornare sulle strade del Piemonte in sella alla bici sarà per i corridori che si sfideranno un ritorno alla normalità che anche tutti i tifosi potranno vivere con loro. E sarà una nuova partenza anche per la nostra Regione, terra di sport, che vedrà la gara attraversare la bellezza delle Langhe”.

Matteo Ascari, Presidente del Consorzio Barolo, Brabaresco, Alba, Langhe e Dogliani ha detto: “Il nostro territorio si presta molto alle corse di ciclismo ed è già il paradiso dei cicloamatori che si recano in tantissimi nelle nostre zone. Siamo molto contenti che il ciclismo professionistico ritorni sulle nostre strade e il Gran Piemonte termini a Barolo dopo la bellissima cronometro del Giro d’Italia 2014. Per il nostro territorio sarà una promozione fenomenale”.

Il Sindaco di Barolo, Renata Bianco ha dichiarato: “Siamo contenti che il Gran Piemonte transiti e arrivi a Barolo. In questo anno 2020 cosi difficile, abbiamo assistito ad una battuta d’arresto inimmaginabile, si sono dovuti cancellare molti eventi, dalle sagre più piccole a eventi internazionali. Ne cito uno su tutti il festival Collisioni a Barolo e si ha  voglia di tornare a una pseudo normalità.  Una corsa così prestigiosa e di richiamo internazionale come il Gran Piemonte è un buon segno di ripartenza e sicuramente una grande opportunità per evidenziare ancora una volta la qualità,  competenza e professionalità che contraddistinguono le diverse eccellenze e attività del nostro territorio non a caso patrimonio dell’umanità”.

Al Sindaco di Barolo ha fatto eco il Sindaco Vicario di Santo Stefano Belbo, Laura Capra, ha dichiarato: “L’amministrazione comunale è veramente lieta che gli organizzatori di RCS abbiano scelto Santo Stefano Belbo per la partenza della Gran Piemonte, la corsa in linea con arrivo a Barolo.  Si va così a creare un bellissimo connubio tra due zone viticole vocate e un gemellaggio tra due vini (il moscato d’Asti e il Barolo)  famosi in tutto il mondo. Santo Stefano Belbo e  Barolo con Alba – città da dove partirà una tappa del Giro d’Italia il 24 ottobre – formeranno un triangolo di tutto rispetto nel panorama ciclistico internazionale pronto alla ripartenza dopo lo stravolgimento del calendario dovuto al Coronavirus. Santo Stefano Belbo è pronta ad accogliere gli atleti e i loro accompagnatori, certi che il nostro territorio sarà in grado di conquistarli con le sue bellezze”.

Il Direttore dell’Azienda Turistica Langhe e Roero, Mauro Carbone ha dichiarato: “La corsa attraversa le core zone del Patrimonio UNESCO del nostro ambito turistico: si parte dalla zona tipica del Moscato di Santo Stefano Belbo, si passa sopra le Cattedrali Sotterranee di Canelli e si fa un ampio giro nella zona del Barbera, in cui spiccano i Comuni di Nizza Monferrato e Costigliole d’Asti, per poi giungere nelle Langhe, a Neive e Barbaresco. Gran finale con un circuito a due passaggi nella Langa del Barolo e arrivo nel cuore del paese sotto il Castello Falletti di Barolo. Siamo contenti di ospitare i grandi campioni del ciclismo e di assistere alla loro cavalcata tra le nostre colline. Un motivo in più per essere orgogliosi di questo evento è che si tratta di ciclismo: la nostra offerta turistica punta molto sullo sport outdoor con servizi dedicati agli appassionati delle due ruote”.

Basket, Dolomiti Energia Trentino: presentato Jeremy Morgan
ago 12@17:45–18:45

Determinato, ambizioso e sorridente: Jeremy Morgan si presenta alla stampa mostrando voglia di crescere e di mettersi alla prova, pronto a fare un passo in avanti in una carriera che lo a sempre visto alzarsi di livello di stagione in stagione. Lo ha fatto al college, lo ha fatto in Europa, dove dopo le esperienze in Finlandia e Germania Morgan si confronterà per la prima volta con il campionato italiano e con l’EuroCup.

Assieme a lui, all’esterno della BLM Group Arena, il presidente di Aquila Basket Trento Luigi Longhi a dargli il benvenuto.

LUIGI LONGHI (Presidente DOLOMITI ENERGIA BASKET TRENTINO): «Sono molto contento di poter dare a Jeremy il benvenuto a Trento, spero che si possa trovare bene in questa città, una città ospitale e di grande passione per il basket e per lo sport. Per noi che viviamo il mondo della pallacanestro è fondamentale poter ricominciare, speriamo di farlo presto con il gruppo al completo e di poterlo fare anche con il pubblico in tribuna, almeno in parte. Lo sport senza pubblico è come un piatto senza sale, magari è bello da vedere ma manca di un ingrediente fondamentale. Non è facile, lo sappiamo, ma ci crediamo. Detto questo, ci aspetta un anno complicato ma entusiasmante, perché molte squadre si sono rinforzate, e nonostante tutto la pallacanestro di Serie A ha dimostrato di saper offrire appeal ed essere di interesse per fan e media. In questo contesto abbiamo costruito una squadra intrigante, con giovani che hanno esperienza europea ma anche tanto potenziale: Jeremy è uno di questi, e siamo convinti potrà aiutarci ad essere protagonisti di questo campionato».

JEREMY MORGAN (Guardia DOLOMITI ENERGIA BASKET TRENTINO): «Sono già entusiasta della città e della squadra: sono qui solo da qualche giorno, ma ho ottime sensazioni. Mi piacciono le montagne che circondano Trento, mi piace il modo in cui la squadra lavora in palestra. Per quanto riguarda l’aspetto più legato al basket, non vedo l’ora di potermi confrontare con l’alto livello del campionato italiano e dell’EuroCup: cercherò di fare il massimo per migliorarmi giorno dopo giorno come giocatore e per aiutare la squadra ad avere successo. Sono un lavoratore, uno che cerca di dare una mano ai compagni in campo: posso farlo con il tiro da fuori, che è una delle armi su cui ho lavorato di più in questi anni, ma anche con la difesa e il condividere la palla in attacco. Posso giocare in più posizioni, cerco di farmi valere a rimbalzo e avere un impatto in tanti aspetti del gioco. I miei nuovi compagni? Di persona non conoscevo nessuno, ma anche questo fa parte delle tante sfide che mi aspettano e non vedo l’ora di costruire qualcosa di importante con questa maglia addosso. Essere qui per me è una grande occasione e un grande orgoglio».

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136