QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad

L’agenda delle Valli

Tutti gli appuntamenti giorno per giorno nelle zone montane. Sport, spettacoli ed eventi di ogni genere tra Valtellina, Valle Camonica, Val di Sole per arrivare in Trentino. L’Agenda delle Valli contiene eventi, manifestazioni, iniziative delle zone bresciane e trentine di cui si occupa il portale. Valli che spesso ospitano campionati nazionali e internazionali di diverse discipline e personaggi di fama internazionale. Esibizioni di cori, manifestazioni ciclistiche, raduni degli Alpini. Giorno per giorno tutti gli eventi tra Breno, Edolo, Passo Tonale, Vermiglio, Malè, Cles, Trento passando per Ponte di Legno, Temù, Vezza d’Oglio, Incudine, Malonno, Sonico, Cedegolo, Aprica, Cortenedolo, Caldes, Stavel, Velon.

 

feb
24
sab
2018
Alla fiera Pescare Show di Vicenza verrà presentato il libro Fishing Alto Sarca e Chiese Dolomiti Di Brenta Trentino
feb 24@11:00–12:00

È la novità editoriale dell’anno ed è dedicata a un territorio posto nel Trentino Occidentale, tra le Dolomiti di Brenta e il Lago d’Idro, considerato tra i top a livello internazionale per la pesca mosca No Kill. È caratterizzato dai fiumi Sarca e Chiese ovvero due corsi d’acqua di natura glaciale, con una miriade di laghi, che contribuiscono a rendere speciale il Comprensorio delle Giudicarie caratterizzato com’è, nel suo insieme, da due riconoscimenti Unesco: per le Dolomiti di Brenta e per la sua Biosfera. Proprio la Comunità delle Giudicarie ha finanziato quest’opera assieme ai Bim del Sarca e del Chiese. 

Fishing Alto Sarca e Chiese | Adamello – Dolomiti di Brenta | Trentino – Italy è frutto di due anni di lavoro coordinato dal Consorzio Turistico delle Giudicarie Centrali con il supporto delle due associazioni di pescatori dell’Alto Sarca e dell’Alto Chiese, nonché il supporto dell’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, Terme di Comano Dolomiti di Brenta, del Consorzio Turistico Valle del Chiese.

 

 Fishing Alto Sarca e Chiese | Adamello – Dolomiti di Brenta | Trentino – Italy sarà presentato in anteprima alla stampa e agli operatori 

 

Sabato 24 febbraio alle ore 10.00
nella Hall 7 – Fishing Arena
Fiera Pescare Show a Vicenza.

La Sua presenza è particolarmente gradita

 

 

Esplorare le Valli Giudicarie si legge nella prefazione del libro significa scoprire una terra dove natura, benessere e turismo si uniscono a tradizioni radicate nella storia delle genti del luogo. 

In 220 pagine Fishing Alto Sarca e Chiese | Adamello – Dolomiti di Brenta | Trentino – Italy propone oltre 200 fotografie di grande impatto emotivo. Non solo dedicate agli scorci più belli dei fiumi Chiese Sarca, ma anche alle decine di laghi e laghetti che caratterizzano l’ambito delle Giudicarie: da Nembia a Nambino, da quelli della Valdaone alla Val di Fumo, tanto per citarne alcuni. 

Ma grande spazio viene dato anche agli aspetti legati alla flora, alla fauna e più in generale al territorio con le sue principali realtà culturali e naturalmente proposte gastronomiche, a cominciare dalla super conosciuta Farina gialla di Storo base imprescindibile per i vari tipi di polenta cucinati in zona. 

Completano il libro le tavole disegnate delle varie specie ittiche presenti nelle Giudicarie, vere e proprie opere d’arte dipinte da Pierluigi Dalmaso: Trota Marmorata, Fario e Iridea; Salmerino di fonte e alpino; Cavedano, Carpa, Pesce persico, Temolo e Luccio. Il tutto arricchito da brevi testi tradotti anche in tedesco e in inglese.

Mattinata di confronto “Sport è Futuro”
feb 24@11:00–12:00

Mattinata di confronto “Sport è Futuro“, in programma sabato 24 febbraio 2018 alle ore 10 al Teatro Nuovo di Milano. Sarà un momento di confronto tra il mondo dello sport e i candidati alle prossime elezioni.

La «Coppa Città della Pace» festeggia i 25 anni: programma eventi
feb 24@12:00–13:00

Il Campionato Italiano di Regolarità per Auto Storiche, per tutti Cireas, anche nel 2018 farà tappa nella nostra provincia. Nel nuovo calendario è infatti presente, ancora una volta, la «Coppa Città della Pace», organizzata sulle strade del Trentino meridionale dalla scuderia Adige Sport. Si tratta di uno degli appuntamenti motoristici più importanti dell’anno, per il nostro territorio, dato che assegna punti per il titolo italiano. La sfida trentina sarà anche questa volta la seconda di un calendario che si aprirà a Sora con la Coppa dei Lupi, la data prescelta dalla Csai rimane l’ultimo sabato di febbraio, il giorno 24.
Per gli organizzatori si tratta di un’edizione importante, perché sarà la numero 25. Per celebrarla è stato inserito nel programma, al termine della gara vera e propria, un «Regolarità Show», che metterà i migliori equipaggi l’uno contro l’altro in una sfida a eliminazione diretta. La base organizzativa rimane all’Hotel Nerocubo di Rovereto, dove nel pomeriggio di venerdì avranno luogo le verifiche tecnico-sportive.
Il percorso disegnato da Adige Sport è lungo circa 160 km, ricavato su strade al di fuori del traffico più pesante, per non creare problemi ai concorrenti, e valorizza le più belle strade del Garda Trentino, sulle quali i gentlemen driver si sono già sfidati qualche anno fa e nell’indimenticata «Otto Ore del Garda». Le prove cronometrate saranno 62, tutte gestite attraverso pressostati e tutte su asfalto, le strade saranno sorvegliate dai commissari di percorso, in alcuni casi si procederà a chiusure provvisorie per garantire la massima tranquillità nei passaggi. La sosta pranzo questa volta avrà per teatro l’Hosteria Toblino di Sarche, subito dopo i concorrenti si affronteranno le strade che costeggiano il Lago di Cavedine, per raggiungere via della Cultura a Rovereto, sede del MART, dove sarà allestito l’arrivo. Nel 2017 si impose la coppia bresciana composta da Pierluigi Fortin e Laura Pilè su una Fiat 1500 Aerodinamica del 1936.
Una volta che i concorrenti avranno concluso la gara, si darà il via al nuovo «Regolarità Show»: si sfideranno, uno contro uno, i primi otto della classifica nella power stage (una graduatoria a parte costruita tenendo conto delle penalità assegnate in alcune prove speciali), le quattro migliori del periodo Anteguerra e le quattro migliori Dame. Al trofeo delle scuderie parteciperanno le quattro più numerose. Le premiazioni avranno luogo, al solito all’Hotel Nerocubo. Sulla nuova locandina, anche questa volta, comparirà un’immagine studiata dall’artista Luisa Bifulco.

Sci di Fondo: a Schilpario i Campionati regionali Baby e Cuccioli
feb 24@12:00–13:00

Appuntamento questo fine settimana sulle nevi di Schilpario con le prove regionali di sci nordico riservate alle categorie Baby e Cuccioli del Comitato FISI Alpi Centrali. Organizzazione affidata allo sci club Schilpario che sabato e domenica si ciminterà nel coordinamento di questa due giorni di sport, ma sopratutto di festa. Si inizia con la gara a gimkana in tecnica libera. Nel pomeriggio grande festa in Piazza Cardinale Maj con la cerimonia di premiazione dei nuovi campioni regionali. Domenica, invece, spazio alla prova individuale sempre in tecnica classica. Start di entrambe le due gare alle ore 10.

Sci di fondo: programma Campionati Italiani Giovani Falcade
feb 24@12:00–13:00

Sabato 24 le gare sprint, domenica 25 le prove su distanza per le categorie Aspiranti e Juniores. Di scena anche la Coppa Italia Sportful per le categorie seniores. Organizzazione a cura dello Sci club Val Biois.

Falcade (Dolomiti bellunesi), 19 febbraio –  Le promesse dello sci di fondo azzurro si sfideranno a Falcade (Belluno) per i Campionati italiani in tecnica classica Giovani: l’appuntamento è per sabato 24 e domenica 25 febbraio, con una due giorni proposta dallo Sci club Val Biois, società che vanta 71 anni di storia.

Le gare si svolgeranno sulla pista intitolata a una delle glorie dello sci di fondo falcadino, vale e a dire Pietro Scola e saranno dedicate ad Aspiranti (atleti nati negli anni 2000 e 2001) e Juniores (1998 e 1999).  Sabato 24 si svolgeranno le gare sprint, con inizio alle 9.30. Domenica 25 le prove su distanza: le Aspiranti donne si confronteranno sui 5 chilometri mentre i coetanei uomini gareggeranno sui 10 chilometri. In ambito Juniores, invece, le ragazze sono attese da 7.5 chilometri e i ragazzi da 15 chilometri. Le gare, oltre che assegnare i titoli italiani, saranno valide pure per il circuito delle Coppa Italia Rode.

Nella due giorni di Falcade ci sarà spazio anche i Seniores, le cui gare saranno valide per la Coppa Italia Sportful: anche per loro sprint al sabato e prove su distanza alla domenica (10 km per le donne, 15 per gli uomini).

« La pista di Falcade, con la recente nuova omologazione, ha cambiato in parte il suo tracciato» spiega Fulvio Scola, ex sprinter azzurro, ora allenatore delle Fiamme Gialle, che nella sua Falcade si cimenterà per la prima volta con il ruolo di direttore di gara. «Si contraddistingue per una prima parte più facile e veloce ed una seconda parte, sulla destra orografica del torrente Biois, decisamente impegnativa con due salite che si faranno sentire nelle gambe degli atleti. Anche la sprint, con le dovute modifiche, seguirà il medesimo tracciato. Penso che i ragazzi più talentuosi potranno mettersi in mostra».

Le premiazioni delle gare di domenica si svolgeranno al campo gara mentre quelle della gara del sabato andranno in scena alle 20.30 alla Casa della Gioventù della parrocchia di Caviola-Falcade. «Sarà  un momento di festa che vogliamo condividere con il territorio» spiega Matteo Cagnati, presidente dello Sci club Val Biois. «Gli sport invernali e lo sci di fondo in particolare è legato a filo doppio con la storia di Falcade e della Valle del Biois: alla cerimonia di sabato abbiamo invitato gli amministratori locali ma anche gli atleti che hanno scritto pagine importanti per gli sport della neve. Ci saranno pure i tanti volontari che da mesi stanno lavorando a questo evento tricolore».

Record di iscritti per «Coppa Città della Pace»
feb 24@12:35–13:35

La «Coppa Città della Pace» è ormai alle porte. Venerdì prossimo gli equipaggi iscritti alla prima gara di regolarità per auto storiche del calendario 2018 raggiungeranno Rovereto e il giorno dopo si sfideranno, sul filo dei centesimi di secondo, sulle strade della Vallagarina, del Basso Sarca e della Valle dei Laghi. A testimoniare il prestigio che questa manifestazione si è costruita nel corso degli anni c’è il numero di iscritti, che ha quasi raggiunto quota 110, nuovo record, spiegato in parte dal fatto che quest’anno la gara organizzata dalla scuderia roveretana Adige Sport apre la stagione del Cireas (il campionato italiano), in parte anche dall’organizzazione certosina che la accompagna, molto apprezzata dai gentleman driver.
Per gli organizzatori si tratta di un’edizione importante, perché sarà la numero 25, tanto che per celebrarla è stato inserito nel programma, al termine della gara vera e propria, un «Regolarità Show», che metterà i migliori equipaggi l’uno contro l’altro in una sfida dimostrativa a eliminazione diretta. Questa appendice si svolgerà in Corso Bettini a Rovereto subito dopo l’arrivo dell’ultimo concorrente, la via che ospiterà anche gli stand egli sponsor e uno scivolo gonfiabile per i bambini. Il percorso questa volta valorizza le più belle strade del Garda Trentino, le prove cronometrate saranno 60.
Nel 2017 si impose la coppia bresciana composta da Pierluigi Fortin e Laura Pilè su una Fiat 1500 Aerodinamica del 1936. Questa volta le vetture più prestigiose, le cosiddette “anteguerra”, che sono anche quelle avvantaggiate da un coefficiente più elevato, saranno la Fiat 508 S Sport del 1933 di Turelli e Turelli, la Balilla 580C del 1939 di Riboldi e Riboldi, la Fiat 520 T di Spagnoli e Parisi, la Lancia Aprilia del 1937 di Sala e Cioffi e quella del 1938 di Peli e Donà, la Balilla 508 S del 1934 di Vesco e Guerini, la Fiat 508 C del 1937 di Aliverti, la Balilla Coupè del 1938 di Bertoli e Gamba, quella del 1934 di Loperfido e Moretti, la Fiat 508 C del 1938 di Bellini e Bellini, quella del 1937 di Scapolo e Scapolo, la Barchetta 508 S del 1933 di Riboldi e Sabbadini, la Peugeot 202 del 1938 di Crugnola e Vida, la Fiat 508 C del 1937 di Salari e Tiberti, la Fiat 508 Sport Spider del 1932 di Belometti e Vavassori, la Lancia Aprilia del 1937 di Sisti e Gualandi, la Fiat 508 C del 1937 di Gamberini e Falciroli. Con automobili più moderne, ma sempre di grande pregio ed eleganza, saranno della contesa anche altri equipaggi in grado di puntare al successo. Non resta che attendere sabato prossimo.

Verona MTB International
feb 24@12:45–13:45

Sfoggiando un prestigioso ‘parterre de roi’ la Verona MTB International si prepara ad accogliere l’esordio della stagione agonistica internazionale 2018. Campioni e stelle da tutta Europa saranno presenti ai nastri di partenza dell’appuntamento clou previsto dal programma gare che caratterizzerà la due giorni dedicata alla mountain bike da sabato 24 a domenica 25 febbraio. Uno spettacolo nello spettacolo che prenderà vita all’interno del Parco delle Colombare, a due passi dal centro di Verona.

Dopo le conferme dei giorni scorsi che hanno annunciato la presenza dell’asso francese Stephan Tempier, del compagno di team ed idolo azzurro Marco Aurelio Fontana, oltre la presenza del campione italiano Gerhard Kershbaumer, dei ‘Braidot-Twins’, di Andrea #IronTibi Tiberi, di Gioele #IlBullo Bertolini e della rediviva Eva Lechner, ora anche le stelle che contraddistinguono il titolo continentale XCO nella massima serie fanno capolino sul tracciato veronese.

Florian Vogel, l’atleta svizzero attualmente numero 10 del ranking mondiale U.C.I. cross country, ha scelto Verona, ha scelto la sua tanto amata Italia per l’esordio stagionale: “Amo l’Italia e poter iniziare la stagione proprio da qui è un vero piacere - ha commentato Florian - trascorro molto tempo in Italia, sia per allenarmi che per visitare i magnifici posti che la contraddistinguono. Conosco Verona, una tra le città più belle al mondo, e l’idea di poter correre una gara di mountain bike a pochi passi dal centro di una delle capitali dell’arte e della storia mondiale è suggestivo e stimolante, una bella vetrina per il nostro sport, uno spettacolo incredibile per il pubblico che sarà presente a fare il tifo

 

Con la presenza di atleti in rappresentanza di 10 paesi europei, pronti a darsi battaglia e regalare spettacolo alla prima stagionale internazionale, con in palio i titoli del GP XCO d’Inverno per l’esordio del calendario nazionale, la Verona MTB International accenderà per un intero week end i riflettori dell’off-road mondiale su Verona. Uno spettacolo che a questo punto non ha più bisogno d’essere raccontato e presentato. Ora conta solo esserci!
Info gare:

sabato 24 febbraio: categorie amatoriali ID 142390

gara aperta a categorie Master maschili e femminili F.C.I. ed enti convenzionati

domenica 25 febbraio: categorie agonistiche ID 142379

gara riservata a categorie F.C.I. e U.C.I. Open e Junior maschili e femminili

Quota iscrizione:

€20,00 solo per categorie amatoriali da pagare al momento della verifica licenze

Fattore K obbligatorio per tesserati F.C.I.
Per i soli atleti delle categorie convenzionate compilare il form disponibile a questo LINK

 

Chiusura iscrizioni:

Tassativamente il giorno 21 febbraio alle ore 16.00

Successivamente questo termine non sarà più possibile l’inserimento.

Prenotazione area Team:
Entro il giorno 18 febbraio seguendo la procedura riportata a questo LINK

Ticket Ingresso Pubblico:
€5,00 solo per la giornata di domenica 25 febbraio.
Gratuito per bambini iminori di 16 anni (nati dal 2002)
Info dettagliate a questo LINK
Tutte le info e novità relative la Verona MTB International sono disponibili all’interno del sito web ufficiale già attivo cliccando www.veronamtbinternational.com

Verona MTB International
feb 24@12:45–13:45

Mancano solo due giorni all’apertura ufficiale del calendario nazionale agonistico di mountain bike 2018 e le luci si accenderanno proprio sulla passerella offerta dal “Parco delle Colombare” e dalla Verona MTB International che sabato 24 e domenica 25 offrirà due giorni intensi, di sport e spettacolo.

Titoli in palio, campioni e stelle del panorama internazionale prevenienti da tutto il continente in rappresentanza di ben 14 paesi, emozioni e sfide da vivere fino all’ultima curva, affrontando salite e tratti tecnici, una lotta cosante tra fatica e resistenza, tra equilibrio e forza di gravità, tra potenza e velocità. Ma la Verona MTB International non sarà solo questo. Non sarà solamente una questione di sano agonismo.

La mountain bike offrirà come sempre uno spettacolo vero e proprio, un grande show pensato e voluto dalla macchina organizzativa diretta dal Team Giomas che a 360º regalerà intrattenimento, ondate di divertimento e tanta adrenalina al pubblico presente. Un grande evento che merita d’essere raccontato con maestria e professionalità, ecco perchè saranno Paolo Mei, la voce che negli ultimi anni ha saputo scaladare ed entusiasmare il pubblico del Giro d’Italia, e Silvio Mevio, l’esuberante “guru” della mountain bike narrata, a tenere le redini dello spettacolo nel corso dei due giorni in programma.

Ad impreziosire il palinsesto agonistico ci penserà poi Alberto Limatore e le sue incredibili evoluzioni a due ruote che, nella giornata di domenica, intratterrà e coinvolgerà il pubblico presente. Per rendere ancora più comoda e piacevole la giornata del pubblico presente nella giornata di domenica, verranno trasmesse il diretta streaming su di un “ledwall” allestito in zona arrivo le immagini di gara catturate “live” nei punti più spettacolari del tracciato, per dar modo a tutti di non perdere nemmeno un istante dell’avvincente competizione.

Ma la Verona MTB International si potrà vivere anche a distanza grazie all’esclusiva partnership con l’emittente radiofonica Radio Viva FM che interverrà nel corso della giornata internazionale con dirette ed aggiornamenti direttamente dal Parco delle Colombare portando così le fasi più calde delle corse direttamente nelle case e nelle auto degli appassionati di tutto il nord Italia.
Programma gare:

sabato 24 febbraio:

ore 11:00 M5, M6, M7, MW, EWS

ore 13:00 M2, M3 e M4

ore 15:00 ELMT

domenica 25 febbraio:

ore 12:15 – Donne Open, Junior e Donne Junior

ore 14:45 – Open Uomini

Ticket Ingresso Pubblico:
€5,00 solo per la giornata di domenica 25 febbraio.
Gratuito per bambini iminori di 16 anni (nati dal 2002)
Info dettagliate a questo LINK
Tutte le info e novità relative la Verona MTB International sono disponibili all’interno del sito web ufficiale già attivo cliccando www.veronamtbinternational.com

4ª Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon
feb 24@13:00–14:00

Gli organizzatori dell’Apt Trento, Monte Bondone Valle dei Laghi e dell’Asd Charly Gaul Internazionale, che si avvalgono della collaborazione del Comune di Trento, del Centro Fondo Viote e della Scuola Sci Fondo Viote, hanno presentato questa mattina la quarta edizione della «Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon», che sabato 24 e domenica 25 febbraio proporrà una doppia gara in tecnica classica e in tecnica libera. L’evento, lanciato questa mattina nella sede dell’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, avrà duplice validità: sabato, sulla distanza dei 15 km e dei 30 km da affrontare in tecnica classica, la competizione avrà il compito di assegnare i titoli italiani cittadini e master, mentre domenica, sulle stesse distanze light e marathon ma in skating, assegnerà punti per le classifiche del Gran Fondo Master Tour.
La risposta degli specialisti degli sci stretti non si è fatta attendere, tant’è che la starting list sarà particolarmente qualificata. Al via ci saranno i forti portacolori del Team Trentino Robinson, tra cui Francesco Ferrari, recente vincitore alla «Pusterthaler Ski Marathon», seguito in scia dai due fiemmesi Mauro Brigadoi e Loris Frasnelli, che hanno già inserito il loro nome nell’albo d’oro della manifestazione rispettivamente nel 2016 e nel 2017. Assieme a loro ci saranno il responsabile del team Bruno Debertolis, i gemelli valtellinesi Nicolas e Thomas Bormolini, il bolzanino Matteo Tanel e la giovane fiemmese Veronika Broll, che tenterà di dare filo da torcere alla più esperta Antonella Confortola, assoluta regina della passata edizione, nella quale aveva dominato sia a tecnica libera sia a tecnica classica. Presenti anche gli alfieri del Team Futura, altra forte compagine trentina, che formalizzerà le iscrizioni dei propri atleti la prossima settimana. Per il momento hanno già confermato la propria presenza Francesco Mich, Marco Crestani, Silvano Berlanda, Gianni Zorzi, Andrea Longo, Paolo Sommadossi e Flavio Pellegrin.

«La Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon è nata quattro anni fa per valorizzare il centro del fondo delle Viote e il Monte Bondone – ha commentato la direttrice dell’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Elda Verones - Grazie alle abbondanti precipitazioni nevose, le piste si presenteranno nella loro veste migliore. Non è un caso che quest’inverno stiamo registrando numeri record in quanto a presenze nella nostra località. Voglio ringraziare fin d’ora il Comune di Trento, Asis, la Scuola Sci Monte Bondone e la Fisi, che ha dimostrato di credere nella nostra organizzazione. Grazie a questa sinergia stiamo crescendo anno dopo anno».
«Il Monte Bondone è diventata una delle località di riferimento per gli sport della neve, merita di ospitare una tappa di Coppa Europa, che potrebbe arrivare già con la quinta edizione l’anno prossimo» ha aggiunto il presidente del Comitato Trentino della Fisi Angelo Dalpez, seguito nel proprio intervento dall’assessore allo sport del Comune di Trento Tiziano Uez, dalla rappresentante dell’Ufficio Sport di Trentino Marketing Elisa Rosati e dal presidente di Asis Antonio Divan, il quale ha fatto cenno al prestigio che questa gara si è costruita in pochi anni di vita e agli importanti circuiti dei quali è entrata a far parte; inoltre ha voluto ringraziare il direttore di gara Giuseppe Ploner per la professionalità con la quale si occupa dell’allestimento del percorso. «Per il Centro del Fondo Viote questa è una stagione particolarmente felice – ha ribadito – dato che ad oggi abbiamo già contato 35.000 ingressi contro i 25.000 dello scorso anno».

Nelle due giornate di competizioni non mancheranno due nomi molto legati all’organizzazione e al Centro Fondo Viote, ovvero Luca Orlandi, che vanta esperienza di tanti anni di agonismo professionistico, e il neozelandese Jonathan Wyatt, marito di Antonella Confortola e presidente della World Mountain Running Association.
«Le condizioni delle piste sono ottime – ha spiegato l’ex azzurro Luca Orlandi durante la conferenza stampa di presentazione – L’innevamento è perfetto e ritengo che il tracciato sia all’altezza di ospitare eventi internazionali. Io sono cresciuto come atleta sulle piste delle Viote e, se sono riuscito a entrare nel professionismo, è anche grazie al Monte Bondone e alla qualità che è in grado di offrire. Recentemente ho testato il percorso, che saprà valorizzare sia l’aspetto tecnico che paesaggistico del centro del fondo delle Viote. Sarà una gara bellissima».
Il percorso verrà definitivo dal direttore di gara e dai tecnici del Centro del fondo delle Viote dopo il sopralluogo previsto pochi giorni prima del via. L’obiettivo è quello di prevedere un anello di 15 km, che per le gare lunghe verrà ripetuto per due volte.
Nella giornata di sabato (tecnica classica) verranno assegnati anche i titoli italiani Cittadini e Master. Under 20, Senior femminili e Master femminili F1, F2 e F3 e Master 5 maschili si confronteranno su un tracciato di 15 km, mentre per le altre categorie (senior e Master 1, 2, 3 e 4 maschili) la distanza da coprire sarà di 30 km, la medesima che verrà affrontata dagli atleti delle categorie assolute. Domenica 25 febbraio si replicherà con le gare in tecnica libera, valide per il circuito Gran Fondo Master Tour, anche in questo caso con la possibilità di scelta tra i due percorsi di 15 e 30 km.
Eccezion fatta per i partecipanti alla rassegna tricolore, che devono seguire la procedura tramite il sistema online della Fisi, le iscrizioni si inviano dal sito ufficiale della manifestazione (www.skimarathonmontebondone.it). C’è tempo fino alle ore 18 del 22 febbraio. Gli iscritti dell’ultima ora potranno garantirsi un pettorale anche il giorno stesso della gara, sia sabato sia domenica, fino alle ore 9, presso l’ufficio gare allestito al centro del fondo delle Viote.

Verona MTB International GP d’Inverno
feb 24@13:05–14:05

La città di Verona, simbolo italiano nel mondo dichiarata  patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2000, si prepara a rivivere le grandi emozioni della mountain bike internazionale con l’atteso appuntamento che nel week end del 24 e 25 febbraio richiamerà nell’incantevole Parco delle Colombare, a due passi dell’affascinante centro storico cittadino, centinaia di sportivi e migliaia di appassionati provenienti da tutto il mondo.

Rispetto l’edizione d’esordio targata 2017, la Verona MTB International anticiperà la data di una settimana per meglio integrare l’evento con le già esistenti attività ed eventi culturali che una città come Verona propone e rinnova ogni anno a favore dei milioni di turisti che ne fanno una delle mete più ambite e prestigiose d’Italia.

Anche per il 2018 sarà proprio la Verona MTB International ad assegnare i titoli del GP  d’Inverno per le categorie agonistiche e master. Riconoscimento che per il terzo anno consecutivo vede l’ASD Giomas ricevere la designazione da parte della Federazione Ciclistica Italiana dopo i brillanti successi organizzativi ottenuti con La Mesa Bike nel 2016 ed appunto con l’esordio in campo internazionale della prova cittadina di Verona della scorsa stagione.

Per l’edizione 2018 della Verona MTB International è prevista però l’inversione delle gare con le categorie agonistiche dei top rider mondiali che scenderanno in pista nella giornata di domenica 25 febbraio, mentre toccherà agli appassionati delle categorie amatoriali l’onore di esordire su di un tracciato rivisto, ma non stravolto, nella giornata di sabato 24 febbraio.

L’anello di gara non subirà infatti particolari cambiamenti ma qualche miglioria e variante saranno certametne apportate per ottimizzare la resa di quello che a tutti gli effetti è un palcoscenico d’assoluto livello internazionale, impreziosito da un panorama senza eguali, un balcone naturale affacciato su una della città più belle e suggestive del mondo.

Tutte le info e novità relative la Verona MTB International saranno a breve disponibili all’interno del sito web ufficiale già attivo cliccando www.veronamtbinternational.com

Previsioni meteo e crollo termico
feb 24@13:45–14:45

Crollo delle temperature e forti nevicate. I bollettini metereologici prevedono a partire dalla giornata di domani, sabato 24 febbraio, un brusco calo termico sulla zona alpina e appenninica, accompagnato dall’arrivo di importanti precipitazioni nevose su gran parte d’Italia. Una situazione che vedrà un improvvisò calo termico con clima molto freddo in montagna; il gelo che si estenderà fino nei fondovalle e in pianura. Dal weekend tutte le montagne italiane saranno in condizioni di allerta meteo: sono previsti forti venti con raffiche di burrasca, cali termici improvvisi e persistenti nevicate. Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico richiama alla massima prudenza i frequentatori della montagna. Ogni attività all’aperto in zone montane o impervie, se non rinviabile, dev’essere attentamente pianificata.

Verona MTB International
feb 24@13:55–14:55
Sabato 24 e domenica 25 febbraio il Parco delle Colombaree la città di Verona apriranno nuovamente le porte alla mountain bike ed al primo evento internazionale della stagione agonistica italiana targata 2018. Alla sua seconda edizione la “Verona MTB International” richiamerà in una delle location più suggestive d’Italia i migliori atleti dell’off-road europeo per uno spettacolo che si preannuncia essere già esaltante e ricco di divertimento sia per il pubblico, che per i numerosi atleti attesi nei due giorni di gare.
Con l’inizio del count down ufficiale si apre quindi la fase organizzativa di rifinitura per lo staff del Team Giomas impegnato in questi giorni nella tracciatura del circuito di gara dopo gli ultimi test positivi sulle nuove varianti: “Nelle ultime settimane abbiamo definito l’anello di gara ufficiale - racconta Ivan Cristofaletti, responsabile dell’organizzazione - ed in questi giorni abbiamo avuto tester d’eccezione che hanno verificato per noi, ed apprezzato, le nuove soluzioni che abbiamo voluto apportare per alleggerire le ascese e rendere il tracciato ancora più fluido e divertente grazie anche all’inserimento di due nuove discese

Ecco un riassunto delle info utili per atleti, team e pubblico in vista dell’appuntamento con la Verona MTB International:

Info gare:

sabato 24 febbraio: categorie amatoriali ID 142390

gara aperta a categorie Master maschili e femminili F.C.I. ed enti convenzionati

domenica 25 febbraio: categorie agonistiche ID 142379

gara riservata a categorie F.C.I. e U.C.I. Open e Junior maschili e femminili

Quota iscrizione:

€20,00 solo per categorie amatoriali da pagare al momento della verifica licenze

Fattore K obbligatorio per tesserati F.C.I.
Per i soli atleti delle categorie convenzionate compilare il form disponibile a questo LINK

 

Chiusura iscrizioni:

Tassativamente il giorno 21 febbraio alle ore 16.00

Successivamente questo termine non sarà più possibile l’inserimento.

Prenotazione area Team:
Entro il giorno 18 febbraio seguendo la procedura riportata a questo LINK

Ticket Ingresso Pubblico:
€5,00 solo per la giornata di domenica 25 febbraio.
Gratuito per bambini iminori di 16 anni (nati dal 2002)
Info dettagliate a questo LINK
Tutte le info e novità relative la Verona MTB International sono disponibili all’interno del sito web ufficiale già attivo cliccando www.veronamtbinternational.com

Campionati italiani di sci di fondo Giovani e Coppa Italia Seniores a Falcade: programma
feb 24@14:00–15:00

 Falcade si vestirà di nuovo di tricolore. La località bellunese, infatti, il 24 e 25 febbraio prossimi ospiterà i Campionati italiani di sci di fondo delle categorie Giovani (Aspiranti e Juniores, atleti nati negli anni compresi tra il 1998 e il 2001) e la Coppa Italia della categoria Seniores.

La  prima giornata di competizioni prevede la disputa delle sprint mentre la seconda delle gare distance. In entrambe le giornate si gareggerà a tecnica classica: teatro di gara la piana di Falcade (pista Pietro Scola), un luogo  che ha ospitato da sempre grandi eventi, sia a livello giovanile sia a livello assoluto. Ad organizzare la  due giorni tricolore sarà lo Sci club Val Biois, società  che vanta ben 71 anni di storia e che ha cresciuto generazioni di fondisti. E proprio uno dei ragazzi cresciuti nel Val Biois sarà il direttore di gara. Si tratta del falcadino Fulvio Scola, l’ex sprinter azzurro che ha concluso la carriera agonistica da un paio di stagioni e che ora lavora come allenatore alle Fiamme Gialle.

«Quando il presidente del Val Biois, Matteo Cagnati, mi ha contattato, ho accettato subito con entusiasmo: è un piacere poter dare una mano alla società che mi ha visto crescere e lavorare sulla pista sulla quale ho sciato per una vita» spiega Scola, che ora vive in Val Gardena. «È la prima volta che mi misuro con il ruolo di direttore di gara: sarà qualcosa di nuovo e di stimolante. Il mio compito sarà supervisionare l’organizzazione complessiva dell’evento, sia dal punto di vista più prettamente tecnico sia da quello logistico.

Il rimpianto di Fulvio Scola atleta è di non aver partecipato alle Olimpiadi. Sarà protagonista indiretto di quelle imminenti di Pyeongchang. Allena infatti la valdostana Greta Laurent e la veronese Lucia Scardoni, le atlete delle Fiamme Gialle che saranno ai Giochi in Corea. «Lucia è stata bravissima a saper tornare competitiva dopo che in estate ha subìto la rottura del crociato» afferma Scola. «La sprint dei Giochi è difficile, adatta a una ragazza potente come la veronese. Per quanto riguarda Greta, con la valdostana abbiamo lavorato molto sulla resistenza e nell’ultima gara di Coppa, la sprint di Seefeld, ha ottenuto il suo miglior piazzamento, il nono posto. Entrambe possono togliersi belle soddisfazioni».

Per ulteriori approfondimenti: www.sciclubvalbiois.it.

Tracciati i percorsi della Viote Ski Marathon
feb 24@14:00–15:00

La Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon è pronta a vivere la propria quarta edizione, che si terrà sabato 24 e domenica 25 febbraio: nella prima giornata è in programma una gara in tecnica classica valevole anche per l’assegnazione dei titoli di campione italiano Cittadini e Master, mentre domenica sarà la volta di una gara in tecnica libera, inserita nel circuito Gran Fondo Master Tour.
Entrambe le competizioni prenderanno il via alle ore 10 e verrano proposte sulla doppia distanza di 15 e 30 chilometri, con gli atleti chiamati a percorrere rispettivamente uno e due giri del percorso predisposto in settimana dal comitato organizzatore coordinato dall’Asd Charly Gaul Internazionale e dall’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi in collaborazione con il Comune di Trento, il Centro Fondo Viote e la Scuola Italiana Sci Fondo Viote. Lo staff tecnico capeggiato da Nicola Fruner ha provveduto alla tracciatura dei percorsi, che interesseranno tutte e tre le piste del centro del fondo delle Viote del Bondone, ovvero la nera Cercenari, la rossa Val del Merlo e la nera Gervasi: l’anello di gara di 15 chilometri presenterà un dislivello attorno ai 260 metri, che raddoppierà per chi affronterà la prova da 30 chilometri, con una salita inserita nella parte finale, ideale trampolino di lancio per i pretendenti alla vittoria.
La doppia sfida in passo alternato e skating si annuncia avvincente, grazie alla presenza di alcuni dei migliori interpreti delle granfondo. Tra di loro spiccano gli atleti del Team Trentino Robinson che, oltre allo specialista Bruno Debertolis, schiererà ai nastri di partenza l’emiliano Francesco Ferrari, plurivittorioso in stagione, e i due fiemmesi Mauro Brigadoi e Loris Frasnelli, che si sono imposti rispettivamente nell’edizione 2016 e 2017. Ci saranno, poi, anche i loro compagni di squadra Nicolas e Thomas Bormolini, quindi Matteo Tanel.
Sarà presente in forze anche il Team Futura, che sarà guidato da Francesco Mich, con Marco Crestani, Silvano Berlanda, Gianni Zorzi e Andrea Longo in scia assieme ad altri compagni di squadra. Sarà in gara anche l’ex nazionale Luca Orlandi, che ha deciso di partecipare alla manifestazione che si svolge sulle piste che l’hanno visto crescere e maturare come atleta, con un occhio di riguardo anche per l’altro atleta di casa Stefano Detassis, portacolori del Gs Marzola già vittorioso lo scorso anno agli Italiani Cittadini e Master in tecnica classica.
Al femminile, invece, spicca il nome della ex azzurra e medagliata olimpica nella staffetta ai Giochi di Torino 2006 Antonella Confortola, che proverà a bissare il successo dello scorso anno, affiancata anche dal marito Jonathan Wyatt, campione della corsa in montagna.
Per gli iscritti dell’ultima ora ci sarà la possibilità di garantirsi un pettorale anche il giorno stesso della gara, sia sabato che domenica, fino alle ore 9, direttamente presso l’ufficio gare allestito al centro del fondo delle Viote.
La gara in tecnica classica di sabato, come anticipato, assegnerà anche i titoli tricolori Cittadini e Master. Under 20, Senior femminili e Master femminili F1, F2 e F3 e Master 5 maschili si confronteranno sui 15 km, mentre per le altre categorie (senior e Master 1, 2, 3 e 4 maschili) la distanza da coprire sarà di 30 km, la medesima che verrà affrontata dagli atleti delle categorie assolute.

Campionati italiani di sci di fondo Giovani a Falcade
feb 24@14:15–15:15

Anche l’arte sarà protagonista dei Campionati italiani di sci di fondo Giovani (e Coppa Italia Sportful per le categorie Seniores) che lo Sci club Val Biois proporrà a Falcade (Belluno) sabato 24 e domenica 25 febbraio. Il sodalizio presieduto da Matteo Cagnati ha infatti coinvolto nella rassegna tricolore Dunio Piccolin. Un’opera dell’artista falcadino, che già in passato si è cimentato con tematiche sportive e più in particolare legate allo sci, sarà infatti l’omaggio che lo Sci club Val Biois farà ai comitati regionali che saranno protagonisti del fine settimana nella località dolomitica.

 

«Si tratta di un’incisione ad acquaforte e acquatinta realizzata su lastra di zinco e stampata a tiratura limitatissima  su carta delle dimensioni di 50 x 35 centimetri presso la storica e prestigiosa stamperia d’Arte Busato a Vicenza, che opera e collabora con i più affermati artisti italiani ed internazionali dal 1946» spiega Dunio Piccolin. «Vi è rappresentato un gruppo di sciatrici e sciatori sotto uno scorcio paesaggistico della frazione di Falcade Alto, ex centro comunale, con sullo sfondo le  inconfondibili cime del Focobon».

 

«Questi campionati italiani vogliono essere non solo un evento sportivo di altissimo livello ma anche un’opportunità di valorizzazione del territorio» afferma Matteo Cagnati, presidente dello Sci club Val Biois. «Vogliamo farlo anche attraverso l’arte, in questo caso attraverso l’opera di Dunio Piccolin, artista a sempre vicino al nostro sci club».

Assemblea Annuale, consegna benemerenze e presentazione raccolta “Cuore d’oro”
feb 24@14:30–15:30

Sabato 24 febbraio alle 13.40, si terrà presso la sede di via L. Da Vinci 4 a Bergamo l’Assemblea Annuale Ordinaria AVIS COMUNALE BERGAMO in occasione della quale sarà presentato il bilancio consuntivo e previsionale della Onlus e saranno consegnate le benemerenze a chi si è più distinto tra i donatori.

L’Assemblea sarà un importante momento di confronto e riflessione sull’attività di Avis Bergamo con la relazione del Consiglio Direttivo, del Direttore Sanitario e del Collegio dei Sindaci. Attesi i dati sull’andamento delle donazioni (n. donatori attivi 3270, n. donazioni effettuate 6505 e n. nuove iscrizioni 590) che consentiranno di tracciare un bilancio sull’Associazione il cui impegno in provincia di Bergamo dura da oltre ottant’anni.

Lo spirito di abnegazione e solidarietà che ha caratterizzato i bergamaschi fin dai primi Avisini, infatti, ha sempre donato alla Onlus una straordinaria forza rendendone la mission ancora oggi saldamente presente ed efficace. Anche per questo, nel corso dell’Assemblea sarà presentata la nuova e attesa pubblicazione di «Cuore d’oro»raccolta di poesie dialettali selezionate durante i Concorsi tenutisi nel 2012, 2013, 2014 e 2015.

«Siamo felici di poter annunciare finalmente la pubblicazione della raccolta di poesie “Cuore d’oro”. Un’attività che, per diverse ragioni, non siamo riusciti a portare avanti negli anni scorsi, ma in cui crediamo moltissimo anche perché rientra a pieno titolo nei doveri di sensibilizzazione al dono del sangue. Del resto, la poesia, specie quella dialettale, è l’esempio più grande della capacità umana di cogliere le emozioni di una vita e di condividerle con un’intera comunità. Esattamente ciò che fanno i nostri soci quando scelgono di donare agli altri una parte di loro stessi. Un impegno che spero in tanti vorranno continuare a scoprire e condividere» - ha annunciato il presidente di Avis Comunale Bergamo, Roberto Guerini.

Verona MTB International
feb 24@15:00–16:00
Si preannuncia già come uno degli eventi internazionali più partecipati e rappresentati del calendario italiano della mountain bike per la stagione 2018 e quel che è certo è che nel wek end del 24 e 25 febbraio il Parco delle Colombare, l’oasi verde che domina dall’alto lo “skyline” della città di Verona, richiamerà a se alcuni tra i maggiori protagonisti dell’XCO internazionale.
Ad oggi sono già 9 i paesi europei rappresentati dagli atleti presenti nella lista degli iscritti della Verona MTB International. Francia, Svizzera, Rep.Ceca, Polonia ed Estonia le più importanti bandiere rappresentate, e non è ancora finita perché gli stessi organizzatori hanno già avuto contatti con altri importanti team internazionali attendendone solo la conferma ufficiale per poterne annunciarne la presenza.

E se da una parte la mountain bike d’oltre confine risponde presente per l’affascinante appuntamento di Verona, dall’altra non mancano certo le conferme di team e bikers italiani, determinati più che mai a far valere il fattore campo, puntando al massimo risultato possibile ed essere così “profeti in patria”.

Dopo le importanti, e già annunciate, conferme di presenza di Marco Aurelio Fontana, Andrea Tiberi, del campione italiano Gerhard Kershbaumer, i Braidot “twins” e de #ilbulloGioele Bertolini, ecco che al femminile arriva in questi giorni l’annuncio che sul tracciato di Verona ci sarà anche la pluricampionessa Eva Lechner, reduce da una brillante stagione nel ciclocross mondiale alla sua prima partecipazione a Verona.

Siamo sempre più orgogliosi del lavoro fatto e la conferma di queste presenze ci riempie di entusiasmo - commentano gli organizzatori - la Verona MTB International alla sua sola seconda edizione è già lanciata a diventare un importante evento internazionale di richiamo per i più blasonati team ed atleti. Verona, già patrimonio mondiale per la sua storia e la sua cultura, già conosciuta in altri ambiti sportivi, sta aprendo le porte ad un nuovo mondo e la mountain bike troverà un palcoscenico prestigioso dove poter crescere e farsi conoscere ulteriormente

Programma Verona MTB International 2018:

sabato 24 febbraio: categorie amatoriali

domenica 25 febbraio: categorie agonistiche

Tutte le info e novità relative la Verona MTB International sono disponibili all’interno del sito web ufficiale già attivo cliccando www.veronamtbinternational.com

Antonella Confortola alla Viote Nordic Ski Marathon
feb 24@16:00–17:00

A tre settimane dalle date prescelte per la quarta edizione, la «Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon» comincia ad entrare nel mirino dei fondisti. Di quelli che la conoscono e ne apprezzano percorsi e contesto scenografico, di quelli che invece meditano di iscriversi per la prima volta, magari stimolati dal passaparola. Sabato 24 e domenica 25 febbraio la gara organizzata dall’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e dall’Asd Charly Gaul Internazionale, in collaborazione con il Comune di Trento, il Centro Fondo Viote e la Scuola Italiana Sci Fondo Viote, assegnerà anche i titoli nazionali Cittadini e Master, un valore aggiunto per gli atleti di queste categorie.
Fra coloro che hanno già inserito il proprio nome nella starting list c’è Antonella Confortola, che da qualche tempo è solita scegliere le competizioni da affrontare ponendo un occhio di riguardo alla qualità del tracciato e alla sua cornice. «A chi non conosce la zona delle Viote riesce abbastanza difficile immaginare che a una distanza ravvicinata dalla città di Trento si possano trovare piste da fondo così lunghe e così belle – racconta l’atleta fiemmese – eppure le cose stanno così ed è grazie a manifestazioni come questa se nuovi appassionati vengono a contatto con questa località. Oltretutto quello allestito per la gara è un percorso duro e tecnico, che mette a dura prova. Se gareggi per il risultato ti concentri solo sulla prestazione, ma se ti vuoi divertire ti puoi godere il catino nel quale è immerso l’altopiano, come farò io».
Con quale condizione affronterai la Viote Ski Marathon? «In autunno sono rimasta ferma ai box a causa di un problema ad un tendine rimediato nella stagione della corsa, ma a gennaio ho ripreso l’attività sulla neve, partecipando alla Marcialonga e alla Moonlight Classic sull’Alpe di Siusi, dove ho conquistato il secondo posto. Un risultato che mi dà fiducia. Parteciperò sicuramente alla 30 chilometri in tecnica libera della domenica, se riesco anche a quella in tecnica classica del sabato».
Come accennato nella giornata di sabato (tecnica classica) verranno assegnati anche i titoli italiani Cittadini e Master. Under 20, senior femminili e Master femminili F1, F2 e F3 e Master 5 maschili si confronteranno su un tracciato di 15 km, mentre per le altre categorie (senior e Master 1, 2, 3 e 4 maschili) la distanza da coprire sarà di 30 km, la medesima che verrà affrontata dagli atleti delle categorie assolute. Domenica 25 febbraio si replicherà con le gare in tecnica libera, valide per il circuito «Master Tour», anche in questo caso con la possibilità di scelta tra i due percorsi di 15 e 30 km.
Eccezion fatta per i partecipanti alla rassegna tricolore, che devono seguire la procedura tramite il sistema online della Fisi, le iscrizioni si inviano dal sito ufficiale della manifestazione (www.skimarathonmontebondone.it). C’è tempo fino alle ore 18 del 22 febbraio. L’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ha confezionato il consueto pacchetto vacanza, che, partendo da 49 euro, consente di trascorrere una notte in un B&B, partecipare a visite guidate e utilizzare la Trentino Guest Card, con maggiori informazioni sul sito www.discovertrento.it. Gli iscritti dell’ultima ora potranno garantirsi un pettorale anche il giorno stesso della gara, sia sabato sia domenica, fino alle ore 9, presso l’ufficio gare allestito al centro del fondo delle Viote.

A Rovereto la 25ª «Coppa Città della Pace»
feb 24@17:00–18:00

Una quota di 109 vetture al via la «Coppa Città della Pace», gara automobilistica di regolarità per vetture storiche organizzata dalla scuderia Adige Sport, non l’aveva mai raggiunta. Ce l’ha fatta la 25ª edizione, presentata questa mattina presso il presso Rialto Le Bistrot, che si svolgerà sabato sulle strade della Vallagarina, del Basso Sarca e della Valle dei Laghi, forte di un lotto di concorrenti di livello altissimo. La competizione, che è ormai diventata un appuntamento fisso nel calendario delle manifestazioni invernali roveretane, sarà anche la prima tappa del campionato italiano di specialità (il Cireas) e offrirà al pubblico uno show finale con sfide “uno contro uno” in Corso Bettini al fine di mostrare a tutti come funzionano le gare di regolarità, una novità assoluta lanciata per rendere speciale l’edizione dei cinque lustri.
«Ci siamo dati da fare per costruire una proposta allettante per i concorrenti e interessante per chi vuole vedere queste vetture e i loro equipaggi in azione. – ha spiegato il presidente della scuderia Luca Manera – Uno dei nostri obiettivi è infatti quello di animare la città di Rovereto, il cui centro di sabato è sempre molto frequentato, speriamo che dopodomani lo sia ancora di più. La Coppa Città della Pace si è costruita nel tempo una buona fama, anche grazie alla qualità dell’ospitalità che siamo in grado di garantire, per questo vengono equipaggi da tutta Italia, Sicilia compresa».
«Il percorso è stato studiato, come sempre, per evitare il rischio di fare i conti con le nevicate, quindi le quote toccate sono modeste – ha aggiunto il vicepresidente Remo Trinco – ma questo non toglie certo interesse alla competizione. Basta, infatti, consultare l’elenco degli iscritti per notare quante vetture di pregio avremo al via. La sfida dimostrativa nel centro di Rovereto sarà la ciliegina sulla torta, pane per i denti di professionisti che si allenano sui tubi anche due ore al giorno».
Sono intervenuti all’incontro con la stampa anche Ivo Chiesa, assessore al commercio, turismo e artigianato del Comune di Rovereto, che ha ringraziato Adige Sport per la cura con la quale organizza questo evento, in grado di portare il nome di Rovereto in tutta Italia e di allestire per un giorno un vero museo viaggiante dell’automobile, e Paolo Moiola, presidente del consorzio “Rovereto InCentro”, che ha testimoniato tutto l’entusiasmo con il quale gli esercizi commerciali di Corso Bettini, lungo il quale saranno montati dei giochi gonfiabili per i bambini e saranno parcheggiate tutte le vetture al termine della gara, hanno deciso di collaborare con la scuderia.
Scorrendo l’elenco degli iscritti, ordinato per numero di gara, vi appaiono vetture come la Fiat 520 T di Spagnoli e Parisi, la Fiat 508 Sport Spider del 1932 di Belometti e Vavassori, la Fiat 508 S Sport del 1933 di Turelli e Turelli, la Barchetta 508 S del 1933 di Riboldi e Sabbadini, la Balilla 508 S del 1934 di Vesco e Guerini, la Ballilla Coupé del 1934 di Loperfido e Moretti, la Lancia Aprilia del 1937 di Sala e Cioffi, le Fiat 508 C del 1937 di Aliverti e di Scapolo e Scapolo, la Lancia Aprilia del 1937 di Sisti e Gualandi, la Fiat 508 C del 1937 di Gamberini e Falciroli, la Lancia Aprilia del 1938 di Peli e Donà, la Fiat 508 C Balilla Coupè del 1938 di Bertoli e Gamba, la Fiat 508 C del 1938 di Bellini e Bellini, la Peugeot 202 del 1938 di Crugnola e Vida, la Fiat Balilla 508 C del 1939 di Riboldi e Riboldi. Vanno citati altri equipaggi pronti a dare battaglia sul filo dei centesimi, fra i quali si fanno notare nomi come quelli di Canè e Galliani (Lancia Fulvia Coupé del 1969), Mozzi e Biacca (Lancia Fulvia Coupé del 1972), Passanante e Buccioni (A112 Elegant del 1977), Fontana e Grossi (A112 Abarth 58hp del 1972).
Il percorso valorizza le più belle strade del Garda Trentino, attraversando, oltre a Rovereto, Volano, Villalagarina, Mori, Nago, Arco, Drena, Cavedine, Pergolese, Lasino, Sarche e Santa Massenza. Le prove cronometrate saranno 60. Il primo equipaggio partirà alle ore 9 dal Mercure Nerocubo di Rovereto, i primi arrivi sono previsti per le ore 15,30. La giornata di domani sarà invece dedicata esclusivamente alle verifiche tecniche e sportive.

Quarta «Viote Bondone Ski Marathon»
feb 24@17:00–18:00

La quarta edizione della «Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon» si avvicina ad ampie falcate. Nel weekend di sabato 24 e domenica 25 febbraio la prestigiosa gara organizzata dall’Apt di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e dall’Asd Charly Gaul Internazionale, in collaborazione con Asis e con la scuola di Sci Viote Bondone, assegnerà anche i titoli nazionali dei Campionati Italiani Cittadini e Master, proponendo, secondo un cliché ormai consolidato, una gara in tecnica classica nella prima giornata e una in tecnica libera il giorno seguente, con la possibilità di scelta tra il percorso da 30 km e quello da 15 km. L’evento è diventato nel breve volgere di pochi anni un appuntamento fisso nel calendario nazionale, grazie all’ottimo lavoro svolto dagli organizzatori e a un centro del fondo particolarmente apprezzato, sia sotto il profilo paesaggistico sia sotto quello tecnico e logistico. Le condizioni del manto nevoso sono ottimali, forti delle abbondanti precipitazioni della prima parte della stagione invernale.
Sabato 24 febbraio, con partenza alle ore 10, si terrà la prova in tecnica classica: oltre che come gara a sé sulla doppia distanza di 15 e 30 km, la competizione assegnerà, come accennato, anche i titoli italiani Cittadini e Master. Under 20, senior femminili e Master femminili F1, F2 e F3 e Master 5 maschili si confronteranno su un tracciato di 15 km, mentre per le altre categorie (senior e Master 1, 2, 3 e 4 maschili) la distanza da coprire sarà di 30 km, la medesima che verrà affrontata dagli atleti delle categorie assolute impegnati nella prova valevole per le classifiche di Coppa Italia. Domenica 25 febbraio si replicherà con le gare in tecnica libera, anche in questo caso con la possibilità di scelta tra i due percorsi di 15 e 30 km.
Eccezion fatta per i partecipanti alla rassegna tricolore, che devono seguire la procedura tramite il sistema online della Fisi, le iscrizioni si inviano dal sito ufficiale della manifestazione (www.skimarathonmontebondone.it), con la possibilità di scegliere se prendere parte a entrambe le gare o a una soltanto. C’è tempo fino alle ore 18 del 22 febbraio. Gli iscritti dell’ultima ora potranno garantirsi un pettorale anche il giorno stesso della gara, sia sabato sia domenica, fino alle ore 9, presso l’ufficio gare allestito al centro del fondo delle Viote.
La quota, oltre a garantire un posto nella griglia di partenza, è comprensiva di pacco gara con prodotti tipici e gadget tecnico, utilizzo dello skibus sulla tratta Vason-Viote (con Guest Card Trentino anche sulla tratta Trento-Viote), assistenza medico-sanitaria, ristori, parcheggio riservato in località Viote e voucher per il pranzo.
L’Apt di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ha inoltre confezionato il consueto pacchetto vacanza, che, partendo da 49 euro, consente di trascorrere una notte in un B&B, partecipare a visite guidate e utilizzare la Trentino Guestcard, con maggiori informazioni sul sito www.discovertrento.it.

Girone 2 di serie B maschile: Libertas Perugia-Brescia Waterpolo
feb 24@17:30–18:30

Lunga trasferta per la capolista (a punteggio pieno) del girone 2 di serie B maschile: domani, alle 17.30, il Brescia Waterpolo sarà alla piscina del Passetto di Ancona, ospite della Libertas Perugia (il team umbro non dispone di un campo da 30 metri), per disputare il sesto turno di campionato. Dunque, per i ragazzi di Aldo Sussarello, difficoltà legate alla logistica, ma non solo: guidati da un tecnico di livello come il croato Ugo Marinelli (con un passato a Padova, Modena, Trieste), i neopromossi perugini hanno nella freschezza atletica, una delle principali armi. A tal proposito, ne sa qualcosa la Pallanuoto Bergamo che, nell’ultima giornata, ha faticato parecchio prima di riuscire ad imporsi per 8 a 6: grazie al grande dinamismo, fino all’inizio del quarto tempo, Perugia conduceva 5 a 4, poi la maggiore esperienza degli orobici, arricchita da alcune individualità di spicco, ha fatto la differenza. A Zugni e compagni, il compito di giocare con il massimo della concentrazione, fin dalla prima palla al centro.

«Il match si preannuncia delicato – dichiara coach Sussarello -: Perugia è una squadra giovane, veloce e ben organizzata, con un allenatore che sa valorizzare i talenti emergenti. Per noi, non sono le premesse ideali, visto il lungo viaggio che c’aspetta. Ad ogni modo, stiamo lavorando bene, con costanza e impegno, e questo, per me, conta più di ogni altra cosa: andiamo ad Ancona convinti dei nostri mezzi, poi vedremo cosa salta fuori».

Bagno di folla per Adam Ondra alla prima di Silence
feb 24@18:55–19:55

Adam Ondra protagonista assoluto anche quando non è appeso alle pareti di roccia per disegnare le sue linee magiche che sfidano la forza di gravità. Il giovane talento ceco dell’arrampicata sportiva, apprezzato ambassador del Garda Trentino nel mondo, ha rubato la scena stasera a Riva del Garda, scatenando fan e appassionati per un appuntamento sold out da diversi giorni.

L’evento culminato con la proiezione in prima mondiale del film Silence (pellicola con la regia di Bernardo Gimenéz, che descrive la preparazione e il compimento della prima via di grado 9c mai completata nella storia dell’arrampicata) ha emozionato come un concerto rock, a cominciare dalla affollatissima conferenza stampa con tanti giornalisti anche dall’estero.

Non é un caso che Ondra abbia scelto il Garda Trentino per questo bagno di folla. Il campione ha da sempre un rapporto speciale con questo territorio, che nel corso degli anni si è guadagnato l’appellativo di “Home of climbing”. Sulle falesie del Garda Trentino Ondra ha costruito capitoli importanti della sua carriera e le pareti tra Arco e il lago (16 le falesie che fanno parte dell’Outdoor Park Garda Trentino-Ledro) sono il suo abituale terreno di allenamento.

“Avrei potuto scegliere il mio Paese - ha detto Adam Ondra prima della proiezione - per presentare questa testimonianza filmata ma poi mi sono detto che era giusto farlo nella “casa dell’arrampicata”. È stata in tutti sensi la più importante via della mia carriera, vissuta con una concentrazione che non avevo mai provato. Spero possa servire di ispirazione per chi già ama il climbing e per chi presto se ne potrà innamorare”.

“Siamo orgogliosi di ospitare questa premiere mondiale - ha detto Roberta Maraschin, direttrice di Garda Trentino Spa, introducendo la serata - e siamo anche molto fieri di aver legato il brand del territorio a un atleta così famoso nel mondo. Adam Ondra è l’anello finale di un progetto partito da molto lontano, che ha visto lo sviluppo dell’Outdoor Park Garda Trentino, in accordo con i comuni dell’Alto Garda, la Provincia di Trento e la Sat. Anche attraverso la creazione di infrastrutture e servizi stiamo lavorando per rendere la sponda nord del lago il luogo ideale per l’attività sportiva all’aria aperta”.

A Riva del Garda Ondra aveva a fianco Jerry Moffat, storico protagonista nell’evoluzione del climbing moderno. Insieme i due campioni hanno deliziato la platea, parlando del fascino unico dell’arrampicata, dei limiti umani in rapporto all’attività sportiva, della sensibilità e della passione necessarie per concepire un progetto come quello realizzato da Ondra nella Grotta di Hanshellern in Norvegia.

Il campione ceco ha conquistato ancora una volta la platea con la sua semplicità e comunicativa, quel mix di qualità che lo hanno reso capace di inseguire imprese considerate impossibili. L’evento ospitato all’Astoria Park Hotel è stato trasmesso in diretta streaming su YouTube, piattaforma sulla quale è già disponibile per la visione il docu-film Silence, testimonianza di una impresa che gli esperti giudicano come una vera e propria pietra miliare che fa da spartiacque fra il prima e il dopo. Prima di Ondra e dopo Ondra.

Verona Mtb International
feb 24@19:00–20:00
Procedono senza sosta i lavori all’interno dell’incantevole Parco delle Colombare, l’oasi verde che domina dall’alto lo “skyline” della città di Verona, dove nel week end del 24 e 25 febbraio, a due passi dell’affascinante centro storico cittadino, tornerà ad essere protagonista la mountain bike internazionale.
Come preannunciato, rispetto l’edizione d’esordio dello scorso anno, quest’anno il tracciato di gara subirà qualche leggera modifica. Nulla di ecclatante, se non i tipici accorgimenti necessari a perfezionare una delle piste off-road più apprezzate a livello nazionale della stagione 2017. “Oltre a qualche modifica necessaria a migliorare la scorrevolezza riducendo possibili intoppi in caso di maltempo - raccontano gli organizzatori - abbiamo messo mano anche ai passaggi tecnici già esistenti. Senza stravolgere nulla. Ma certamente rendendo tutto ancora più piccante!
Nel frattempo la segreteria centrale della Verona MTB International ha già ricevuto la conferma di presenza da alcuni dei top team nazionali ed il contatto di alcuni tra i team più prestigiosi anche in campo mondiale. Forte della doppietta centrata lo scorso anno nella massima serie, sarà certamente della partita il Team Bianchi Countervail al gran completo, guidato dal “Prorider“ Marco Aurelio Fontana, decisio più che mai a difendere il titolo nazionale d’inverno ottenuto con forza, nove mesi fa, sempre questo percorso.
Il campione italiano Gerhard Kershbaumer, che guiderà il Team Torpado Gabogas, avrà come unico obiettivo quello di portare la maglia tricolore élite sul gradino più alto del podio in questa prima internazionale. Confermata anche la presenza del Team Focus Selle Italia dell’olimpionico Andrea Tiberi e del tricolore UN23 uscente Gioele Bertolini, quindi dei “Braidot-Twins” e tutto il CS Carabinieri, ma non solo!

In questi giorni stiamo ricevendo numerose conferme anche da parte di atleti internazionali di caratura mondiale - concludono gli organizzatori - Verona sarà ancora, per il secondo anno consecutivo, una delle perle italiane per quanto riguarda la mountain bike che conta. Terreno di divertimento e confronto per le categorie amatoriali, ma anche una grande vetrina, un palcoscenico prestigioso dove vedremo sfilare i big della mountain bike impegnati a dar vita ad uno spettacolo unico ed avvincente!

Programma Verona MTB International 2018:

sabato 24 febbraio: categorie amatoriali

domenica 25 febbraio: categorie agonistiche

Tutte le info e novità relative la Verona MTB International sono disponibili all’interno del sito web ufficiale già attivo cliccando www.veronamtbinternational.com

Breno, Ring Musicali 2018: c’è anche Charlie Cinelli
feb 24@20:30–21:30
Sabato 24 febbraio al Teatro delle Ali ritorna l’appuntamento con la musica emergente:
stiamo parlando della terza edizone dei Ring Musicali che quest’anno, oltre a vedere cinque band provenienti dalle province di Brescia e di Bergamo sfidarsi sul palco brenese, avrà anche l’onore di ospitare l’amato cantautore bresciano Charlie Cinelli, sia in veste di musicista che di giurato.

Ring Musicali 2018: 

cinque band emergenti
cinque giurati d’eccezione
un concerto esclusivo

una serata di grande spettacolo

Vi aspettiamo sabato 24 febbraio, dalle 20.30, al Teatro delle Ali di Breno.

Magic Dubai Dinner show
feb 24@20:30–21:30
Sabato 24 febbraio 2018
Teatro Alberti
Via Santa Maria, 49 Desenzano del Garda, Brescia
presenta:
Magic Dubai
Dinner show
Coreografie e spettacolo a cura della JB crew
dj set By Spike
live music by Ale De Magistris
special guest performer
Belen Carreras Bellydance
Belen nasce a Buenos Aires (Argentina) il 30 dicembre 1984. Muove i suoi primi passi nella danza sin dai primi anni della sua infanzia, coltivandone passione e accrescendo sempre più il suo talento innato. Dalla danza classica passa la Danza Jazz, Tango, Latinoamericano, Hip-Hop, Reggaeton, ma le sue specialità è la Danza del Ventre la quale diventa la sua professione, formandosi con i maestri più prestigiosi quali Amir Thaleb, Saida, Denise Arias, Mahmoud Reda, Raqia Hassan, Randa Kamel, Jillina, ecc. Ha lavorato in tantissimi locali e per molti spettacoli lungo tutta l’Argentina, passando dal Carnevale di Gualeguaychu a Grandi Hotel e ristoranti di Buenos Aires, prendendo parte ad importanti musical nei teatri argentini. Nell’anno 2007 intraprende un viaggio in Europa e Africa, la sua magia e il suo talento toccano Egitto, Marocco, Tunisia, Francia, Spagna, Slovenia, Hungaria e Italia, paese dove risiede da ormai sette anni.
ingresso libero
dalle 20.30
0309121670
3402294389

“Anima montis”: a Spiazzo, lo sguardo del Cinema sul Tibet
feb 24@21:00–22:00

“Drokpa-Nomads of Tibet” del regista Yan Chun Su è il film che sarà presentato sabato prossimo 24 febbraio, alle 21.00, presso il Teatro parrocchiale di Spiazzo nell’ambito della rassegna cinematografica di film di montagna “Anima montis”. Cresciuto professionalmente tra la Cina e gli Usa e appassionato di culture tradizionali, il regista racconta la vita del “Drokpa”, “gente degli alti pascoli”, una popolazione che vive sugli altipiani occidentali del Tibet. La popolazione è nomade, antica e assiste, suo malgrado, alla rapida desertificazione del suo territorio. La vita segue una durissima scansione quotidiana necessaria per far fronte all’inaridimento dei terreni e alla furia dei fenomeni atmosferici.

La terza e conclusiva proiezione si terrà sabato 17 marzo. Protagonista della serata sarà “Samuel in the clouds, film “Genziana d’oro” del belga Pieter Van Eecke. Lo scioglimento dei ghiacciai della Bolivia e la storia di Samuel, gestore della stazione sciistica che si trova lì vicino, sono al centro della narrazione nel film che chiuderà il calendario 2017/2018.

La rassegna “Anima montis”, ideata due anni fa da Silvia Bonzani, assessore alla cultura del Comune di Spiazzo, è proposta con la collaborazione del Trento Film Festival dal quale provengono i titoli selezionati e proposti alla visione del pubblico. Come nelle precedenti edizioni, i film, molto interessanti, indagano le montagne del mondo nel profondo, raccontando di genti e usanze, ma anche dei cambiamenti climatici che stanno trasformando le terre alte.

Luoghi lontani geograficamente, ma vicini per problematiche ambientali, sociali, economiche e spirituali rispetto agli spazi di Terra che occupiamo. La rassegna proposta vuole stimolare una riflessione e possibilmente una presa di coscienza rispetto alla necessità di proteggere e nutrire l’ambiente, la Comunità, le relazioni e quindi noi stessi.

Ciclismo, Strade Bianche 2018 – Al via Wout Van Aert
feb 24@21:50–22:50

Si è da poco laureato Campione del Mondo di Ciclocross per la terza volta consecutiva, così come Peter Sagan nella prova iridata su Strada. I due si incontreranno sul percorso delle Strade Bianche, sabato 3 marzo, che vedrà al via molti pretendenti al successo a partire dal vincitore della passata edizione, Michał Kwiatkowski. RCS Sport ha voluto inserire una squadra in più tra le wild card e così al via vedremo 21 formazioni per un totale di 147 corridori. Nella gara femminile le squadre saranno 24 composte da 6 atlete ciascuna. Col dorsale numero 1 partirà la vincitrice del 2017, Elisa Longo Borghini.

12a STRADE BIANCHE NAMEDSPORT – 184 km, 11 tratti e 63 km di Strade Bianche (34,2% del percorso)

UCI WORLDTEAMS – 18 (aventi diritto) - totale 21 squadre di 7 corridori ciascuna

  • AG2R LA MONDIALE – Bardet, Latour
  • ASTANA PRO TEAM – Moser, Grivko
  • BAHRAIN – MERIDA – Nibali, Colbrelli
  • BMC RACING TEAM – Van Avermaet, Küng
  • BORA – HANSGROHE – Sagan, Oss
  • FDJ – Roux, Roy
  • LOTTO SOUDAL – Benoot, Marczynski
  • MITCHELTON – SCOTT – Durbridge, Juul Jensen
  • MOVISTAR TEAM – Amador, Bennati
  • QUICK – STEP FLOORS – Gilbert, Stybar
  • TEAM DIMENSION DATA – Boasson Hagen, Eisel
  • TEAM EF EDUCATION FIRST – DRAPAC P/B CANNONDALE – Vanmarcke, Phinney
  • TEAM KATUSHA ALPECIN – Belkov, Haas
  • TEAM LOTTO NL – JUMBO – Kruijswijk, Roglic
  • TEAM SKY – Kwiatkowski, Moscon
  • TEAM SUNWEB – Dumoulin, Matthews
  • TREK – SEGAFREDO – Brambilla, Stuyven
  • UAE TEAM EMIRATES – Ulissi, Mori

UCI Professional Continental Teams – 3 wild card

  • ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC – Bisolti, Ballerini
  • NIPPO – VINI FANTINI – EUROPA OVINI – Canola, Grosu
  • VERANDA’S WILLEMS – CRELAN – Van Aert, Devolder

4a STRADE BIANCHE WOMEN ELITE NAMEDSPORT – 136 km, 8 tratti e 31,4 km di Strade Bianche (23,1% del percorso)

UCI Women’s Teams – 24 squadre di 6 atlete ciascuna
  • ALÉ CIPOLLINI – Bastianelli, Hosking
  • AROMITALIA VAIANO – Leleivyte, Balducci
  • ASTANA WOMEN’S TEAM – Beggin, Sierra
  • BEPINK – Borghesi, Nosková
  • BOELS DOLMANS CYCLINGTEAM – Deignan, Blaak
  • BTC CITY LJUBLJANA – Bujak, Nilsson
  • CANYON // SRAM RACING – Ferrand Prevot, Niewiadoma
  • CERVELO – BIGLA PRO CYCLING TEAM – Lepistö, Ludwig
  • CYLANCE PRO CYCLING – Bronzini, Ratto
  • EUROTARGET – BIANCHI – VITASANA – Fidanza, Covrig
  • FDJ NOUVELLE – AQUITAINE FUTUROSCOPE – Gillow, Duval
  • HITEC PRODUCTS – BIRK SPORT – Guderzo, Heine
  • LOTTO SOUDAL LADIES – De Jong, Demey
  • MITCHELTON SCOTT – Spratt, Kennedy
  • MOVISTAR TEAM WOMEN – Biannic, Neylan
  • S.C. MICHELA FANINI – Balducci, Chacon Garcia
  • SERVETTO – STRADALLI CYCLE – ALURECYCLING – Dobrynina, Potokina
  • TEAM SUNWEB – Brand, Rivera
  • TEAM VIRTU CYCLING – Aalerud, Schweizer
  • TOP GIRLS FASSA BORTOLO – Cauz, Canvelli
  • TREK – DROPS – Buurman, Wiles
  • VALCAR PBM – Persico, Sanguineti
  • WAOWDEALS PRO CYCLING TEAM – Markus, Koster
  • WIGGLE HIGH5 – Longo Borghini, Ritter
Manara Live Cover Rock
feb 24@22:30–23:30
Sabato 24 febbraio 2018
La Movida
Steakhouse & Live Music
(Ex terzo cerchio)
Via Giuseppe Mazzini, 59
Rezzato (BS)
presenta
dalle 22.30
MANARA LIVE
COVER ROCK
Il 2018 è l’anno dei festeggiamenti
e del 25° anniversario di attività  di Millo manara & Manragang.
Band bresciana che vanta numerosi  live in tutto il nord Italia e li consacra  tra le tribute band ufficiali, nel proporre con molta minuziosità le ‘perle musicali’  dei mitici Guns’n’ Roses.
Era il 1993, quando il giovane Millo & band, davano adito hai loro primi vagiti musicali.
Son passati ben 25 anni e, come si vuol dire,  ne hanno fatta di strada i ragazzi..!!.
Quello dei Manaragang, non è soltantouna bella e spettacolare realtà cover,
ma il loro…!! “rock urlato al mondo”  introduce la band ad una continua ricerca
nella timbrica vocale, e nel sperimentare nuove sonorità, che negli anni, portano
Millo & i Manaragang ad un processo  poetico – creativo – musicale, dando vita
alla realizzazione di due album inediti:
“LIKE A DISASTER” del 1999.
“MANARA GANG” del  2006.
 INGRESSO con consumazione obbligatoria
info e  prenotazioni
030 27 92 572
Follow us:

 

feb
25
dom
2018
Il Trentino a Melaverde su Canale 5
feb 25@11:40–12:40

DOMENICA 25 FEBBRAIO SU CANALE 5

MELAVERDE CON EDOARDO RASPELLI

ORE 11 “LE STORIE DI MELAVERDE”: a Cavalese Maso dello Speck

Questa settimana Edoardo Raspelli ci riporterà lungo i sentieri della val di Fiemme, poco sopra Cavalese, esattamente a Daiano , in provincia di Trento, dove oltre 50 anni fa Tito Braito iniziò a lavorare le carni e a creare prodotti tipici della tradizione trentina. Il suo segreto era nascosto in piccoli gesti come la selezione di materie prime di qualità, la creazione del giusto mix di sale e spezie per il massaggio delle cosce, un’affumicatura dolce e tanta pazienza. Nasceva così quello che oggi è definito il principe della montagna: lo speck. Oggi la vecchia stalla, un tempo adibita agli animali, è diventata il “Maso dello Speck” dove Claudio, figlio di Tito, ripercorre tutte le fasi artigianali imparate dal padre riproponendo così gli stessi sapori di un tempo. Ma le sorprese non finiscono qui infatti scopriremo come nascono anche altri prodotti tradizionali come il Kaminwurz, un “salamino” ottimo per una merenda, diverse tipologie di wurstel e molti altri prodotti poi venduti nei diversi spacci/negozietti sparsi sul territorio o serviti nel ristorante del maso dove gli ospiti possono assaporare anche piatti tipici della tradizione !

ORE 11.50- MELAVERDE Prima Visione: legno del Piave

Questa mattina Edoardo Raspelli ci porta alla scoperta della foresta del Cansiglio, tra le province di Belluno, Treviso e Pordenone. Un luogo davvero unico che qualcuno ha definito un “mondo al contrario”. A causa del fenomeno dell’inversione termica, la temperatura cresce con l’aumentare dell’altitudine producendo una singolare distribuzione della vegetazione , con piante e prati di alta quota nelle zone più basse, e faggi, soprattutto, nelle zone più alte. Proprio da queste faggete la Repubblica Serenissima di Venezia, nel 1400, prelevava i tronchi per realizzare i remi delle sue navi, per la loro caratteristica unica di essere perfettamente dritti. Una foresta magnifica che da secoli l’uomo cura e protegge e dalla quale ancora oggi si estrae un legno pregiato utilizzato per prodotti altrettanto preziosi, come intarsi artistici o parquet, divenuti famosi in tutto il mondo. Dalla foresta, ci si sposterà poi in una storica azienda che produce da 142 anni botti da vino, ancora oggi seguendo tecniche artigianali, come la piegatura delle doghe con il fuoco. Una sapienza secolare alla quale si unisce la tecnologia più sofisticata, in grado addirittura di definire in anticipo quali profumi rilascerà il legno della botte una volta a contatto con il vino.

Pallanuoto, Serie B femminile
feb 25@12:30–13:30

Grintose e con tanta voglia di fare bene, le leonesse della pallanuoto sono pronte a dare battaglia: smaltita l’amarezza per l’eliminazione agli scorsi playoff, l’An Brescia femminile si accinge ad affrontare un altro campionato di serie B (girone 1), e il debutto stagionale sarà domenica, alle 12.30, in casa della Pallanuoto Milano (al Centro Saini). Da parte delle biancazzurre, tante le motivazioni per dare il massimo fin dalla prima azione: i notevoli stimoli arrivati con il nuovo tecnico, Edvin Calderara, il desiderio di alzare l’asticella del proprio percorso di crescita e, non ultima, la voglia di togliersi più di una soddisfazione. Nella prima parte dell’annata, l’An sarà impegnata in un raggruppamento da cinque squadre, con incontri di andata e ritorno che termineranno il 13 maggio: oltre che con la Pallanuoto Milano, le ragazze di Calderara se la vedranno con la Canottieri Milano, la Pallanuoto Treviglio, e l’Aquatica Torino. Una curiosità, le (quattro) partite d’andata saranno tutte in trasferta.

«Finalmente si inizia anche con la prima squadra – dice coach Calderara, responsabile di tutto il settore femminile -: sarà importante giocare senza fare tanti calcoli, con la mentalità giusta, ovvero con determinazione e concentrazione. Come in ogni esordio stagionale, le difficoltà saranno parecchie, in particolare, considerata l’età madia piuttosto bassa, a livello emotivo; ma non fa nulla, terremo conto anche di questo aspetto, vogliamo assolutamente partire col piede giusto».

Calendario del Gran Fondo Master Tour: programma gare ed eventi
feb 25@12:55–13:55

Il Gran Fondo Master Tour è pronto ad entrare nel vivo dopo la parentesi autunnale con le due nuove tappe riservate allo skiroll. Con l’avvento della neve il circuito riservato agli specialisti degli sci stretti di tutte le categorie senior è pronto a scattare per l’edizione 2017/2018, che si presenta subito con ulteriori novità, per un calendario completo di 10 tappe, delle quali 8 in versione invernale.

Il primo atto è previsto il 13 gennaio con la Pusteraler Ski marathon, quindi il 28 gennaio con la regina delle gran fondo, la Marcialonga di Fiemme e Fassa. Si prosegue poi con il tradizionale appuntamento in notturna del 31 gennaio, ovvero la Moonlight Classic, e pochi giorni dopo ecco la novità assoluta di questa edizione, una competizione in Spagna. «Abbiamo deciso di dare un ulteriore pizzico di internazionalità – racconta il referente organizzativo Andrea Buttaboni – e grazie alla disponibilità degli organizzatori della Marxa Beret, una gara che il 4 febbraio raggiungerà il traguardo delle 38 edizioni e che va in scena in Val d’Aran, sulla catena dei Pirenei, abbiamo deciso di inserirla nel nostro calendario con un pacchetto particolarmente interessante».
Il Gran Fondo Master Tour proseguirà poi con la Val Casies del 18 febbraio, la Viote Ski Marathon del 25 febbraio e si concluderà nel fine settimana del 3 e 4 marzo con la Val di Vizze e la Val Ridanna.
Il regolamento è disponibile sul sito ufficiale del circuito www.mastertour.org, prevede sette categorie in totale, cinque al maschile e due al femminile, nell’ordine U1 (nati tra il 1999 e il 1978), U2 (1977-1966), U3 (1964-1954), U4 (1953-1942), U5 (1941 e precedenti), D1 (1999-1978) e D2 (1977 e precedenti).
C’è già una classifica provvisoria dopo le due tappe di skiroll del 17 settembre in Val di Fiemme e del 29 ottobre a Garniga. I leader provvisori di categoria rispondono ai nomi di Paola Beri dell’Agonistica Valsassina nella D2 (1977 e precedenti), di Simone Ripamonti del Lissone nella U1 (nati fra il 1999 e il 1978), di Reinhard Kargruber del Team Futura nella U2 (1977-1966), di Guido Masiero dello Sci club Montebelluna nella U3 (1964-1954) e di Luigi Sebben del Nordic Sportful nella U4 (1953-1942).
Lo scorso anno il 13° Gran Fondo Maste Tour fu vinto da Deboarh Rosa nella D1, da Antonella Confortola nella D2, da Riccardo Mich nella U1, da Marco Mosconi nella U2, da Marco Crestani nella U3, da Elio Decrestina nella U4 e da Aldo Moresco nella U5.

Santa Caterina Winter Trail, prima tappa del Campionato Nazionale NORTEC-CSEN di Winter Trail
feb 25@14:10–15:10

Sarà una Santa Caterina innevata più che mai quella che domenica ospiterà atleti provenienti dalla Lombardia e da altre regioni d’Italia sul tracciato del suo Winter Trail.

Giunta alla quarta edizione, questa corsa podistica sulla neve dedicata a tutti gli appassionati della corsa, è entrata di diritto fra gli eventi che la Pro Loco della Valfurva (So) ha scelto di sostenere con decisione per un’offerta turistica sempre più ampia per la “perla” dell’Alta Valtellina.

Il percorso ha subito sostanziali modifiche rispetto alle passate edizioni, trovando in un tracciato lungo 11Km con 650mt+ un ottimo compromesso per far vivere agli atleti un’esperienza davvero unica in questa parte di territorio nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio. Dopo una fase di lancio nel Centro del Fondo La Fonte, si passa nel centro di Santa Caterina per poi affrontare la prima ascesa sulle pendici del Monte Confinale, toccando Spèluga, Ceisa di Sopra, Taulà Nòf, fino a raggiungere la strada dei Forni. Da qui una breve discesa fino a Losseda per poi intercettare lo spettacolare sentiero dei Fiocchi, e quindi ritornare a La Fonte. La sostanziale modifica è rappresentata dall’ultima salita che condurrà gli atleti dai 1740mt di Santa Caterina ai 2000mt del Rifugio Paradiso, sulle piste da sci di discesa, attraverso il nuovo sentiero “La Sorgente”.

Prevista anche la corsa non competitiva, adatta a tutti, con partenza e arrivo come per la gara maggiore, ma su un tracciato di circa 5km. Dopo l’arrivo è previsto il ritorno a valle per i concorrenti con la seggiovia.

Il Santa Caterina Winter Trail quest’anno rappresenta la prova d’esordio del Campionato Nazionale CSEN di Winter Trail promosso da Nortec Sport, l’azienda leader nel settore dei ramponcini da neve da applicare alle scarpe. La seconda e conclusiva tappa, si giocherà a Tarvisio il 10 marzo, gara promossa da quel Tadei Pivk che a Santa Caterina ha già posto il suo sigillo due volte (2016-2017). Tadei proverà a centrare l’obiettivo anche quest’anno, anche se la concorrenza sarà a dir poco agguerrita. Tra i candidati a giocarsi il titolo ci saranno anche il bellunese Luca Cagnati (Dynafit- Atl. Valli Bergamasche), il bergamasco Fabio Bazzana (Valetudo- Serim), il valdostano Franco Collé, oltre ai due promotori/organizzatori della competizione, il bormino Marco De Gasperi e il lariano Emanuele Manzi. Tra le donne si registra l’esordio in questa stagione dopo la recente maternità della campionessa di casa, Elisa Desco (Berg Outdoor-Atl. Alta Valtellina), ancora da scoprire i nomi delle contendenti sulla gara in rosa.

Le iscrizioni verranno raccolte in segreteria al Centro La Fonte anche il giorno della gara fino a un’ora prima della partenza, che avverrà alle ore 10 per la corsa competitiva e a seguire quella non competitiva e dei giovani. Nel pacco gara, oltre al gadget tecnico rappresentato dalla bellissima T-Shirts by Berg Outdoor, anche i prodotti gastronomici offerti da Dolciaria Valtellinese e Molino Filippini. Si ringraziano altresì le aziende valtellinesi Latteria Sociale di Chiuro, marmellate VIS, la Bosco, Macelleria Lumina, Alberto Marsetti Vini, Salumificio Bordoni e CLR Air Technology per il prezioso supporto.

Dopo la gara verrà distribuito il pranzo per gli atleti e accompagnatori, a seguire le premiazioni dei vincitori assoluti e di categoria.

Insomma, le premesse per una giornata di grande sport all’ombra del Pizzo Tresero ci sono tutte, non potete mancare!!!

Volley, Serie A2 femminile: Club Italia CRAI a caccia di un’altra impresa a Soverato
feb 25@14:55–15:55
A poche ore dalla splendida vittoria contro Mondovì nel turno infrasettimanale di Serie A2, il Club Italia CRAI femminile è già pronto per una nuova sfida: domenica 25 febbraio alle 17 la squadra della Federazione Italiana Pallavolo sarà impegnata sul campo del Volley Soverato per la nona giornata di ritorno della Samsung Galaxy Volley Cup. La trasferta è tra le più insidiose del campionato, anche perché la squadra calabrese attraversa un ottimo momento (5 le vittorie consecutive, l’ultima mercoledì a Montecchio) che le ha consentito di recuperare terreno sulle prime, pur restando al settimo posto in classifica. Il Club Italia, dal canto suo, ha messo a segno 8 successi nelle ultime 9 gare e in caso di ulteriore vittoria potrebbe raggiungere o superare Ravenna, ferma per il turno di riposo.
Le azzurre hanno ripreso il lavoro già giovedì con una sessione di pesi, per poi tornare ad allenarsi sul campo nel pomeriggio di venerdì. In giornata Elena PietriniChiara De Bortoli e il coach Massimo Bellano, insieme al coordinatore Alessio Trombetta, hanno partecipato inoltre all’incontro con gli studenti del Master in Marketing e Comunicazione dello Sport dell’università IULM organizzato al Centro Pavesi.
La partenza per Soverato avverrà nella mattinata di domenica. Nessun particolare problema di formazione per le azzurre: sta meglio anche Loveth Omoruyi, costretta a saltare gran parte della partita di mercoledì a causa dell’influenza. La gara di andata, vinta per 1-3 da Soverato, evoca ricordi poco piacevoli per il Club Italia: proprio in quell’occasione infatti Terry Enweonwu subì l’infortunio al ginocchio che da allora l’ha tenuta lontana dai campi. La numero 1 azzurra, operata in settimana per la ricostruzione dei legamenti, sarà dimessa sabato dalla Casa di Cura “Villa Stuart” di Roma.
Quella di domenica è un’altra partita che aspettiamo da tanto - ha spiegato Sylvia Nwakalor dopo la vittoria su Mondovì – e vogliamo assolutamente riscattare il risultato dell’andata, perciò cercheremo di arrivare più preparate possibile”.
Il Volley Soverato disputa quest’anno la sua ottava stagione consecutiva in Serie A2. Rispetto al girone d’andata, il tecnico Leonardo Barbieri ha a disposizione due nuove giocatrici: il libero Giada Cecchetto, dalla A1 di Legnano, e la palleggiatrice polacca Natalia Gajewska, che hanno preso il posto di Caforio e Bacciottini. L’osservata speciale rimane la schiacciatrice canadese Alexa Gray, leader incontrastata della graduatoria delle migliori realizzatrici del campionato con ben 558 punti. L’altra schiacciatrice è Melissa Donà, campionessa d’Italia lo scorso anno a Novara; come opposto c’è la statunitense Elizabeth Mc Mahon, al centro Laura Frigo e Serena Bertone e in palleggio Alice Pizzasegola. A disposizione la centrale Millesimo, le schiacciatrici Formenti e Valli e l’opposto Taborelli.
Gli arbitri della gara saranno Frederick Moratti e Alessandro Noce di Frosinone.
MEDIA – Aggiornamenti del punteggio in tempo reale saranno disponibili sul sito ufficiale www.legavolleyfemminile.it, sulla pagina Facebook www.facebook.com/ClubItaliaFFFpage e via Twitter su https://twitter.com/ClubItaliaFemm.
Volley Soverato-Club Italia CRAI
Volley Soverato: 3 Millesimo, 4 Formenti, 6 Cecchetto (L), 7 Gajewska, 8 Bertone, 9 Donà, 10 Gray, 11 Frigo, 12 Pizzasegola, 13 Valli, 16 Taborelli, 18 Mc Mahon. All. Barbieri.
Club Italia CRAI: 2 Fucka, 3 Malual, 4 Morello, 5 Lubian, 6 Cortella, 7 Pietrini, 9 Omoruyi, 10 De Bortoli (L), 11 Tonello E. (L), 12 Turco, 13 Fahr, 15 Nwakalor, 16 Mangani, 17 Bulovic. All. Bellano.
Arbitri: Moratti e Noce.
Il programma della giornata
Domenica 25 febbraio, ore 17.00
Volley Soverato-Club Italia CRAI
Battistelli S.G. Marignano-Delta Informatica Trentino
UBI Banca San Bernardo Cuneo-Fenera Chieri
Savallese Millenium Brescia-Golem Olbia
Barricalla Collegno-Golden Tulip Volalto Caserta (sab 24/2 ore 17)
P2P Givova Baronissi-Zambelli Orvieto
Sigel Marsala-Sorelle Ramonda Ipag Montecchio
LPM Bam Mondovì-Bartoccini Gioiellerie Perugia
La classifica
LPM Bam Mondovì 55; Battistelli S.G. Marignano 53; UBI Banca San Bernardo Cuneo 52; Savallese Millenium Brescia* 51; Fenera Chieri 50; Delta Informatica Trentino 47; Volley Soverato* 45; Conad Olimpia Teodora Ravenna 39; Club Italia CRAI 37; Barricalla Collegno* 36; Zambelli Orvieto* 35; P2P Givova Baronissi 25; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio*, Golem Olbia 20; Bartoccini Gioiellerie Perugia* 18; Sigel Marsala* 9; Golden Tulip Volalto Caserta* 8.
*Una partita in meno
Darfo, “Sbarazzando in cittadella”: 15 edizioni di shopping e divertimento
feb 25@18:00–19:00

Sbarazzando in Cittadella. Ovvero un mercato degli sconti che si trasforma in giornata di animazione, di incontro e di relax per grandi e piccini.

Domenica 25 febbraio, dalle 10,00 alle 19,00 nel centro cittadino di Corna (Darfo Boario Terme), una trentina di  attività commerciali coinvolte (tra cui anche espositori esterni) offriranno interessanti opportunità di shopping nel corso della manifestazione chiesta e reclamata dagli amanti dei saldi e delle occasioni speciali.

“Un evento come Sbarazzando consente di fare ottimi affari grazie ai prezzi ulteriormente ribassati rispetto ai saldi stagionali che si stanno concludendo, cui si affiancano sconti sulle collezioni primavera-estate – dichiara un commerciante storico della Cittadella, Natale Girelli- Inoltre, la presenza di differenti tipi di animazione rende questa una giornata di svago e divertimento”.

“L’Amministrazione comunale incentiva e sostiene  tutte le iniziative che danno vivacità economica e sociale alla nostra cittadina –dichiara l’Assessore al Commercio cittadino, Osvaldo Benedetti- Queste esperienze di partnership tra operatori rafforzano la rete che è alla base dello sviluppo e della crescita  di Darfo Boario Terme in termini sociali ed economici: una realtà che intende essere sempre più protagonista del mondo commerciale della  città e della Valle”.

Grazie alla consolidata collaborazione con il Club Novecento saranno esposte auto e moto d’epoca che riscuotono sempre ammirazione e approvazione; inoltre, una simpatica nota di colore sarà offerta da una mostra di macchine tuning, ovvero le quattro ruote modificate rispetto agli standard produttivi al fine di adeguarle ai propri gusti o a specifiche esigenze.

 

 

 

Non manca lo spazio riservato ai più piccoli con i giochi gonfiabili  in Viale Tassara, dalle 11,00 alle 17,00; mentre alle 14,30, presso il piazzale del Municipio, la spettacolare esibizione di zumba, il fitness nato negli anni Novanta che mescola aerobica e balli caraibici.

“In ogni edizione –continua Natale Girelli- cerchiamo di riproporre al pubblico ciò che più ha gradito, introducendo alcune novità che rendono curiosa la partecipazione”.

“Un particolare ringraziamento, quindi, a tutti coloro che hanno collaborato e che hanno reso possibile questa quindicesima edizione, in primis il gruppo dei Commercianti” conclude l’Assessore Benedetti.

Appuntamento per tutti, domenica 25 febbraio per i veri affari e il divertimento! Non mancate!

 

feb
26
lun
2018
Sotto tutela casa cantoniera a Chienes e posto di guardia al Brennero
feb 26@15:40–16:40

 La Giunta provinciale ha deciso di porre sotto tutela una casa cantoniera e una posto di guardia ferroviaria al Brennero.

La Giunta provinciale ha deciso di porre sotto tutela la casa cantoniera ferroviaria di proprietà di Rfi che si trova nei pressi della stazione di Chienes-Casteldarne e il posto di guardia ferroviaria che si trova all’uscita di un traforo fra il posto rifornimento a Moncucco e la stazione ferroviaria di Brennero.

La decisione di porre sotto tutela l’edificio di Chienes è stata presa alla luce del fatto che si tratta di “un buon esempio di casa cantoniera ferroviaria dell’epoca delle Imperialregie Ferrovie di Stato meridionali (1869-1871) nella tratta che collegava Vienna con il Tirolo e che dal 1869-1871 permetteva di raggiungere Fortezza attraverso la Pusteria”, sottolinea la direttrice dell’Ufficio beni architettonici e artistici, Waltraud Kofler Engl.  Allo stesso modo il posto di guardia ferroviaria di Brennero costituisce “un’eccellente testimonianza dell’architettura ferroviaria dell’epoca”, ed è parte dell’insieme della stazione ferroviaria del Brennero già posta sotto tutela.

Darfo: “Il cuore a convegno”
feb 26@17:00–18:00

“Inquadramento generale dell’apparato cardiovascolare”. Questo il titolo del convegno promosso da A.N.T.E.A.S. (Associazione Nazionale Tutte le Età Attive per la Solidarietà) in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Darfo Boario Terme e FNP-Cisl Pensionati il prossimo lunedì 26  febbraio, alle 17. Un tema che riporta l’attenzione sulla salute, bene prezioso per ogni persona.

“Questo del 26 febbraio è il primo incontro ed ha un carattere introduttivo, quasi propedeutico: conoscere gli organi del sistema per poterli curare e conservare al meglio –dichiara il portavoce del sodalizio- Ne seguiranno altri dedicati alle malattie cardiocircolatorie e  all’importanza della prevenzione che si attua anche con una sana  alimentazione e una scelta di adeguati stili di vita”.

I convegni sono nati da una idea di A.N.T.E.A.S., associazione attiva a Darfo Boario Terme che  offre aiuto gratuito alle persone in condizione di disagio o difficoltà, in collaborazione con  altre associazioni, gli Enti e, naturalmente,  con il Comune.

“L’Amministrazione Comunale ha aderito con entusiasmo a sostegno di questa e di altre iniziative di natura sociale, nella  consapevolezza che il volontariato è una componente preziosa e necessaria alla nostra comunità affinché la cittadinanza cresca nella solidarietà, nella cultura e nella partecipazione” dichiara l’Assessore ai Servizi Sociali, Doralice Piccinelli.

Consulta giovani in lingua italiana: Perlaska eletta presidente
feb 26@17:45–18:45

Adelina Perlaska eletta presidente della consulta giovani in lingua italiana. Seduta congiunta con i rappresentanti in lingua ladina e tedesca

Nelle scorse settimane la Giunta provinciale ha nominato i membri delle consulte giovanili italiana, tedesca e ladina per il periodo 2018-2020. I 36 membri della consulta giovani provinciale si sono riuniti oggi (23 febbraio) nel pomeriggio per la prima seduta congiunta.

Dopo un giro di presentazione di tutti i ragazzi, gli assessori ai giovani Philipp Achammer e Christian Tommasini hanno sottolineato l’importanza del lavoro svolto dalle consulte. “Fanno da portavoce alle richieste dei giovani e un prezioso lavoro di consulenza per la giunta”. “La consulta giovani – aggiunge Tommasini – ha assunto nel corso del tempo un ruolo sempre più incisivo nell’approfondimento di temi importanti per le politiche giovanili della provincia. Penso a casi concreti come l’attuale progetto sugli Ex Telefoni di Stato che sta nascendo con il pieno coinvolgimento della consulta. I ragazzi hanno lavorato andando a toccare con mano le diverse esperienze che esistono in Europa per consentire di progettare al meglio servizi che andranno a loro pieno vantaggio”.

Prima della seduta congiunta, si è svolta anche la prima riunione della consulta giovani in lingua italiana, durante la quale Adelina Perlaska, studentessa universitaria di Bolzano, è stata eletta presidente. Gli altri membri dell’organismo consultivo sono: Francesca Longhino (studentessa universitaria, Bolzano), Valentina Moderno (studentessa universitaria, Bolzano), Mattia Morale (volontario, Merano), Luca Pellegrini (studente universitario, Laives),  Ilaria Perri (studentessa universitaria, Bressanone), Maddalena Povinelli (libera professionista attiva a Bolzano), Fabio Raffaelli (studente universitario, Bolzano), Nicholas Santini (libero professionista, Bolzano), Paolo Sticcotti (presidente della consulta provinciale degli studenti in lingua italiana dell’Alto Adige), Valentina Stimpfl (libera professionista, Bolzano) e Maria Zambiasi (studentessa universitaria, Salorno). Eletti, sempre oggi, anche i presidenti delle consulte giovani tedesca e ladina, rispettivamente Verena Mittelelberger di Bolzano e Lena Mulser di Ortisei.

Consiglio della Comunità delle Giudicarie
feb 26@18:00–19:00

Convocazione Consiglio della Comunità delle Giudicarie per lunedì 26 febbraio ad ore 18.

Polisportiva Disabili Valcamonica
feb 26@18:00–19:00

Clicca sull’immagine per ingrandire la locandina relativa al saluto della Polisportiva Disabili Valcamonica ai suoi due atleti in partenza per le Paralimpiadi di Pyeonchang in Corea del Sud2602

UniMont Edolo – Workshop “Fintech: making money, creating social wealth“
feb 26@18:30–19:30

26th February 2018, 6.30pm
Milan - X-Perience Lab – Via Bocconi, 8


The Mountain University would like to inform you about the workshop Fintech: making money, creating social wealth, organized by Bocconi University as part of the extra curricular activities of the Master in Corporate Finance, which will take place on February 26th at 6.30pm.

This workshop will bring together entrepreneurs, experts and investors active in the field of Fintechto discuss the actual dynamics of the sector and to explore its foreseeable development. The leit motif of the event will be focus on the idea that Fintech could represent an ideal common ground to grant at the same time profitable business models and the creation of social wealth by enhancing the access to financial services.

The panel of discussants will bring together different experiences and point of views in areas like innovative banking services, peer-to-peer lending, cryptocurrencies, big data analytics and venture capital in Fintech.

REGISTER HERE

Euregio Sport Camp 2018, aperte le iscrizioni
feb 26@21:45–22:45

Torna anche nel 2018 l’Euregio Sport Camp, aperto a 60 ragazzi tra i 12 e i 14 anni di Tirolo, Alto Adige e Trentino. Camp a Malles, aperte le iscrizioni.

La scuola superiore per lo sport di Malles sarà il teatro dell’edizione 2018 dell’Euregio Sport Camp: 60 ragazzi di età compresa fra i 12 e i 14 anni, nati dunque tra il 2004 e il 2006, avranno la possibilità di conoscersi e condividere la passione per lo sport abbattendo la barriera rappresentata dalla lingua. Grazie alla presenza di allenatori e accompagnatori di madrelingua italiana e tedesca, saranno organizzate attività sportive in tante e diverse discipline: dall’atletica leggera all’arrampicata, dal tennis al badminton, dallo slackline al beachvolley, senza dimenticare calcio, tiro con l’arco ed escursioni in montagna.

L’Euregio Sport Camp 2018 avrà luogo dal 29 luglio al 5 agosto, le iscrizioni sono già aperte e si chiuderanno il 30 aprile: all’Alto Adige sono stati riservati 20 posti (un terzo del totale), e verrà data precedenza a chi non ha ancora mai partecipato all’Euregio Sport Camp. Per ulteriori dettagli, informazioni e iscrizioni: www.europaregion.info/sportcamp.

feb
27
mar
2018
Seduta giunta Alto Adige
feb 27@12:50–13:50

Martedì 20 febbraio è in programma la consegna delle onorificenze tirolesi a Innsbruck: salta la seduta di Giunta provinciale

Martedì 20 febbraio, nell’anniversario della morte di Andreas Hofer, il presidente e gli assessori della Giunta provinciale parteciperanno alla cerimonia di consegna delle onorificenze tirolesi che si svolgerà presso l’Hofburg di Innsbruck, in Rennweg 1, alle ore11. Non si svolgerà, quindi, l’abituale seduta di Giunta del martedì. La prossima seduta è in programma martedì 27 febbraio.

 

FEM-Weinsberg, 37 anni di collaborazione e 467 studenti trentini gemellati
feb 27@12:55–13:55

Una delegazione della Fondazione Edmund Mach, guidata dal direttore generale, Sergio Menepace, è intervenuta oggi in Germania, per la cerimonia dei 150 anni di fondazione dell’Istituto di Weinsberg. Con questa scuola che si trova nel cuore del Württemberg, zona di rinomata vocazione vitivinicola, i rapporti di collaborazione di San Michele risalgono al 1981, anno in cui è partito il gemellaggio che ha coinvolto fino ad oggi 467 studenti trentini.

Alle celebrazioni, presiedute dal direttore di Weinsberg, Dieter Blankenhorn, sono intervenuti per la delegazione trentina, i dirigenti del Centro Istruzione e Formazione, Marco Dal Rì, e Trasferimento Tecnologico, Claudio Ioriatti, e i docenti che hanno fatto nascere e portato avanti la collaborazione.
“L’obiettivo dei tirocini didattici – ha spiegato nel suo intervento il direttore generale, Sergio Menapace, – è sempre stato, da un lato, di far imparare il tedesco e, dall’altro, di far acquisire un’importante esperienza pratico-operativa in campo enotecnico grazie alle lezioni a scuola e le esperienze in azienda. Ma il gemellaggio ha consentito anche ai nostri ragazzi di vivere accanto ai momenti formativi anche esperienze umane e culturali importanti”. Il direttore ha ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile questa collaborazione. Per San Michele il ringraziamento va al dirigente di allora, il professor Giovanni Manzoni che considerò pregevole l’idea del professor Walter Eccli, riguardo l’attivazione di un gemellaggio tra le scuole di Weinsberg e San Michele, il vicepresidente del consiglio di amministrazione, Ferdinando Tonon, e i docenti che hanno contribuito ad organizzare in questi anni i tirocini, Michele Graifenberg, Salvatore Maule e Luca Russo”.
Da oltre vent’anni anche gli studenti di Weinsberg vengono in visita alla FEM; infatti la scuola organizza per loro una settimana tecnica ogni anno che prevede anche visite a cantine sia provinciali che extra provinciali.

Centro Missionario Diocesano, campagna di Natale da record
feb 27@15:10–16:10

Ottantaquattro mila volte grazie! Il bilancio della missione «Affidati alla stella» promossa durante il Natale 2017 da Centro Missionario Diocesano, Telaio della Missione e Ascom Bergamo è ancora una volta positivo. La generosità dei bergamaschi ha consentito di raccogliere 84 mila euro che saranno destinati a cinque progetti speciali.

 

Il ricavato sarà devoluto a: Il Patriarcato di Gerusalemme in Terra Santa a sostegno di una scuola per l’infanzia in Giordania (20 mila euro), a padre Leonardo Raffaini, missionario saveriano in Colombia, per sostener la formazione e l’accompagnamento scolastico di un centinaio di ragazzi (20 mila euro) e al Centro Diurno il Cortile di Oznam gestito dall’omonima Associazione nata da un’intuizione della San Vincenzo (25 mila euro).

 

A questi progetti maggiori si aggiungono altri piccoli, ma importanti, segni di solidarietà: un contributo da 5 mila euro alla Cooperativa Ruah, 5 mila euro alla parrocchia di Shenjin in Albania, 9 mila euro per il premio “Papa Giovanni XXIII” elargito a tre missionari bergamaschi del mondo: Teresina Caffidon Gianni Gambirasio e Ivo lazzaroni.

 

Una campagna da numeri record: raccolti 24.932,91 euro dagli stand all’Oriocenter e all’Iper di Seriate, 4485,52 euro dalla capanna sul sentierone, circa 18 mila euro dal progetto “Zucchero di stelle” in collaborazione con l’Istituto comprensivo di Stezzano e grazie alla partecipazione di Adasm, 6mila panettoni solidali venduti e il Concerto di Natale, come sempre con più di mille partecipanti.

A questi numeri si aggiunge l’iniziativa online del “Websolidale-Onlus” che ha raggiunto con 18mila cartoline spedite principalmente da Italia (80%), America Latina, Africa e altre nazioni, la cifra di 18.043 euro.

 

Una campagna “smart” che ha portato 1 milione di accessi totali ai siti www.cmdbergamo.org e www.websolidale.org e 15 mila utenti raggiunti, dal 12 dicembre all’8 gennaio, dai post sulla pagina Facebook del CMD dedicati alla campagna natalizia, ottenendo circa 650 interazioni a settimana.

 

Per ulteriori informazioni sui progetti consultare i siti: www.cmdbergamo.org www.websolidale.org www.iltelaiodellamissione.org

Buone pratiche per il recupero, la coltivazione e la valorizzazione di cultivar locali tradizionali lombarde
feb 27@15:55–16:55

27 FEBBRAIO 2018 – ore 15.30
Aula Magna, Università della Montagna, Via Morino 8 – Edolo (BS)


CEREALI DI MONTAGNA: SELEZIONE DEI SEMI DI CULTIVAR TIPICHE E TRADIZIONALI

Il seminario ha l’obiettivo di presentare alcune buone pratiche per la selezione e la conservazione dei semi di cultivar di cereali (e pseudocereali) tradizionalmente coltivate nelle montagne lombarde. In particolare si presterà attenzione alla selezione, al trattamento e alla conservazione di piccole quantità di semi (15 -150 kg) che generalmente dispone chi coltiva cultivar locali. Durante il seminario è prevista una dimostrazione pratica di selezione e trattamento del seme da utilizzare per i coltivi dell’anno successivo.

Chiusura della Funivia di San Genesio
feb 27@16:55–17:55

A causa di lavori di manutenzione da lunedì 26 febbraio fino a martedì 6 marzo la funivia San Genesio rimarrà chiusa.

Da lunedì 26 febbraio fino a tutto martedì 6 marzo la funivia San Genesio rimarrà chiusa per lavori di manutenzione e revisione all’impianto. Non verrà effettuato un servizio autobus sostitutivo. I collegamenti autobus della linea 156 tra San Genesio e Bolzano rimangono invariati.

News Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto
feb 27@17:45–18:45

Nelle prossime settimane il Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto sarà protagonista o partner in una serie di appuntamenti di rilevanza nazionale in programma a Rovereto e più in generale in Trentino.
Sia direttamente – con l’organizzazione di proprie iniziative – sia con il coinvolgimento in appuntamenti di grande significato qual è, ad esempio, l’Adunata nazionale degli Alpini in programma a maggio a Trento.
Proprio in vista di questo evento il Museo ospiterà nelle proprie sale la mostra fotografica dedicata agli alpini e poi ad aprile la mostra molto più articolata La Pelle del Soldati.
Poi a maggio, come detto,  sarà coinvolto negli eventi collaterali all’Adunata degli Alpini.
Il calendario degli impegni prevede quindi nei prossimi giorni la conclusione del ciclo di appuntamenti di formazione riservato agli insegnanti e della serie di conferenze pubbliche Storie e Storia, dedicate alla pubblicazioni di settore.
Per sabato 17 marzo è infine programmata l’assemblea dei soci, appuntamento che si può definire pietra miliare nell’ambito dell’attività annuale del Museo.

Alto Adige: prosegue il lavoro per l’attuazione del testamento biologico
feb 27@19:00–20:00

I cittadini possono registrare il loro testamento biologico presso il Comune. Fondamentale la consulenza da parte di un medico.

Il 31 gennaio è entrata in vigore la legge relativa al testamento biologico che consente al paziente di rifiutare l’accanimento terapeutico. Oltre ad un documento pubblico e ad un documento privato autenticato la legge prevede la terza possibilità per il cittadino di depositare il proprio testamento biologico presso il Comune di residenza.

“I Comuni hanno il compito di raccogliere tali dichiarazioni, controllare i dati della persona interessata, registrare il testamento biologico e di conservare il documento originale”, ha affermato Benedikt Galler, direttore del Consorzio dei Comuni, nel corso di un recente incontro al quale hanno preso parte presso l’Ospedale di Bolzano l’assessora provinciale alla salute, Martha Stocker, il presidente del Comitato etico, Herbert Heidegger, e rappresentanti dell’Azienda sanitaria.

Galler ha inoltre sottolineato che non è compito dei Comuni verificare il contenuto del documento. Non appena verrà istituito il registro centrale a livello nazionale previsto dalla legge, i Comuni provvederanno ad aggiornare anche questo sistema. Johannes Ortler, direttore dell’Ufficio governo sanitario, ha quindi annunciato che il testamento biologico potrebbe diventare, entro pochi mesi, parte integrante del fascicolo sanitario elettronico. In questo modo potrebbe essere più semplice il controllo da parte dei medici curanti in merito all’esistenza o meno di un testamento biologico del paziente.

“Vogliamo istituire un procedimento gratuito e il più semplice posisbile ed il percorso che prevede il sostegno da parte dei Comuni è indubbiamente il più semplice per il cittadino”, ha sottolineato l’assessora Stocker che ha posto in risalto anche la buona collaborazione con il Consorzio dei Comuni con il quale saranno organizzate delle serate informative sul tema del testamento biologico in tutti i Comprensori.

Parallelamente, ha aggiunto Stocker, medici e personale infermieristico seguiranno appositi corsi di formazione incentrati sulla predisposizione del testamento biologico. Sarà anche opportuno nominare una persona di riferimento in ogni Comprensorio sanitario in merito a questa tematica.

Il presidente del Comitato etico ha sottolineato che è fondamentale la consulenza da parte di un medico. In questo modo da un lato le persone saranno consapevoli della portata della loro decisione e dall’altro i medici potranno avere un concreto sostegno nelle loro decisioni in merito alle terapie da adottare.

Atleti olimpici e paralimpici invitati a Laimburg
feb 27@19:00–20:00

PyeongChang 2018, atleti altoatesini invitati a Laimburg il 27 febbraio. Nell’occasione sarà anche presentato l’Annuario dello Sport.

Olimpiade invernale di PyeongChang conclusa, gli atleti olimpici e paralimpici, di ritorno alla Corea, sono invitati

martedì 27 febbraio

alle ore 19

presso il Centro Laimburg

a Vadena.

Saranno presenti il presidente Arno Kompatscher e l’assessora allo sport, Martha Stocker. Nell’occasione sarà anche presentato l’Annuario dello sport 2017, un libro di 170 pagine pubblicato su iniziativa dell’Ufficio sport e promozione della salute  in collaborazione con Sportnews, che dà conto dei risultati sportivi ottenuti dagli atleti altoatesini lo scorso anno.

Diego Degasperi pronto per un 2018 da protagonista con l’Osella FA 30
feb 27@19:45–20:45

È tempo di cerimonie e di premiazioni, quello che sta vivendo in questo giorni Diego Degasperi, ma se celebrare i risultati raggiunti della stagione passata risulta motivo di grande soddisfazione, ancora più stimolante è dedicarsi ai progetti per il futuro, che è ormai dietro l’angolo. Soprattutto se tali disegni prevedono la partecipazioni a due diversi campionati e con una vettura altamente performante.
Domani pomeriggio il pilota trentino reciterà un ruolo da protagonista alla «Premiazione sportivi 2017», organizzata dall’Automobile Club Trento presso il concessionario Autoindustriale – Mercedes Benz, omaggiato una prima volta dal presidente Roberto Pizzinini per il successo nella classe E2SS 2000 del Civm, conquistato anche nel 2017 alla guida della Lola Dome Honda F3. Domenica sarà poi chiamato a concedere il bis: a Roma, presso la sede dell’Automobile Club d’Italia, verranno infatti ufficialmente consegnati trofei e coppe assegnati nella passata stagione agonistica.
Nella prima occasione, a Ravina, Diego ufficializzerà finalmente anche i propri programmi per il 2018. La nuova annata lo vedrà impegnato nel Campionato Europeo (Cem) ed Italiano (Civm) al volante della velocissima Osella FA 30, che nel 2017 aveva già guidato in alcune occasioni. L’accordo con il Team Faggioli è stato suggellato qualche giorno fa in occasione dei festeggiamenti organizzati dal driver toscano per la conquista de decimo titolo europeo e prevede che Diego corra con questa vettura sei gare del Cem e alcune del Civm, cercando poi di affrontare l’intero circuito continentale nel 2019.
«Sono davvero felice di aver concluso questo accordo – spiega – per molti motivi: perché far parte della squadra di Faggioli rappresenta un traguardo incredibile e perché poter affrontare un’intera stagione al volante di quella vettura mi rende euforico. L’esperienza nel Campionato Europeo, poi, ancora mi manca, quindi sarà un 2018 all’insegna delle novità. Non vedo l’ora di mettermi al lavoro, abbiamo programmato una serie di test e la partecipazione ad una gara italiana prima del debutto in Francia a Col Saint Pierre».
Con l’Osella FA 30 nel 2017 Diego ha già conquistato il secondo posto alla Salita dello Spino e alla Alghero Scala Piccada, il terzo alla Trento Bondone e alla Pedavena Croce d’Aune. Ora è pronto ad alzare l’asticella.

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136