Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad

L’agenda delle Valli

Tutti gli appuntamenti giorno per giorno nelle zone montane. Sport, spettacoli ed eventi di ogni genere tra Valtellina, Valle Camonica, Val di Sole per arrivare in Trentino. L’Agenda delle Valli contiene eventi, manifestazioni, iniziative delle zone bresciane e trentine di cui si occupa il portale. Valli che spesso ospitano campionati nazionali e internazionali di diverse discipline e personaggi di fama internazionale. Esibizioni di cori, manifestazioni ciclistiche, raduni degli Alpini. Giorno per giorno tutti gli eventi tra Breno, Edolo, Passo Tonale, Vermiglio, Malè, Cles, Trento passando per Ponte di Legno, Temù, Vezza d’Oglio, Incudine, Malonno, Sonico, Cedegolo, Aprica, Cortenedolo, Caldes, Stavel, Velon.

 

gen
29
mer
2020
Cooperative di comunità, convegno a Bolzano
gen 29@09:55–10:55

Convegno regionale sul tema “Le cooperative di comunità in Trentino Alto Adige”. Appuntamento il 29 gennaio a Palazzo Widmann.

Le cooperative di comunità in Trentino-Alto Adige – Nuove opportunità di partecipazione e sviluppo sociale” questo il tema del convegno promosso dalla Commissione regionale sugli enti cooperativi ed organizzato dalle Province di Bolzano e Trento in collaborazione con Regione Trentino-Alto Adige, Coopbund, Raiffeisenverband, Cooperazione Trentina, CooperDolomiti ed AGCI e con il supporto scientifico dell’Istituto Europeo di ricerca sull’impresa (EURICSE). Le cooperative di comunità sono società cooperative costituite da cittadini allo scopo di produrre vantaggi, beni e servizi, a favore della propria comunità territoriale. Queste cooperative diversificano la propria attività offrendo importanti servizi di vicinato, promuovendo attività culturali e di integrazione sociale, gestendo infrastrutture e attivando progetti nel settore dell’agricoltura della cura del territorio, del trasporto scolastico e turismo.

Cooperative di comunità sono già presenti in alcune regioni (Puglia, Emilia Romagna, Abruzzo, Sardegna) e soprattutto in zone a rischio spopolamento, ma anche in quartieri periferici delle aree urbane. “Dalle esperienze avute sino ad ora – commenta l’assessore competente Thomas Widmann – le cooperative di comunità si sono dimostrate un efficace strumento per promuovere l’integrazione sociale e una crescita economica sostenibile e rispettosa delle esigenze del territorio, principalmente in zone a rischio spopolamento o strutturalmente deboli”. Manca ancora una legge a livello nazionale e la Commissione regionale degli enti cooperativi si è data l’obiettivo di sviluppare un modello di cooperativa di comunità che risponda ai bisogni e alle caratteristiche del nostro territorio. Il convegno sarà l’occasione per indagare le potenzialità della cooperazione di comunità e come sostenere chi intende mettersi in gioco in prima persona per la propria comunità. Il convegno (in allegato il programma), al quale prenderanno parte gli assessori alla cooperazione di Bolzano e Trento, rispettivamente, Thomas Widmann e Mario Tonina, si svolgerà

mercoledì 29 gennaio 2020

alle ore 8.30

nel cortile interno di Palazzo Widmann

in piazza Magnago 1, a Bolzano

Le cooperative di comunità in Trentino Alto Adige, convegno a Bolzano
gen 29@10:45–11:45

“Le cooperative di comunità in Trentino Alto Adige – nuove opportunità di partecipazione e sviluppo locale” è il tema scelto per il convegno che si terrà il prossimo 29 gennaio a Bolzano, a partire dalle ore 9.00 a Palazzo Widmann, in piazza Magnago, 1. Al convegno interverrà il vice presidente e assessore alla cooperazione Mario Tonina.

L’iniziativa è stata organizzata, in collaborazione tra loro, dalla Provincia autonoma di Trento, dalla Provincia autonoma di Bolzano e dalla Regione Trentino Alto Adige Sudtirol, con le rispettive centrali cooperative.
La prima parte del convegno sarà dedicata al tema di cosa sono le cooperative di comunità e quali elementi le contraddistinguono. A seguire, in una tavola rotonda, il confronto su una nuova normativa per queste realtà.

Il modulo di iscrizione:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScgiUxZhKCOmh16ZHXjxVe3fw2qgPPmomPSFfNdYxZXaSDcg/viewform

SPI Trentino, convegno su invecchiamento attivo e assistenza domicialiare
gen 29@11:00–12:00

Invecchiare a casa propria è un diritto per gli anziani, che va reso esigibile anche attraverso un nuovo welfare per la terza età. E’ da qui che parte la riflessione proposta da Spi Cgil del Trentino e Auser regionale sulla domicialiarietà delle  cure e dei servizi nell’ambito di un convegno in programma mercoledì 29 gennaio alla sala conferenze del Muse, a partire dalle 9,30.

 

In Trentino gli anziani sono 119 mila e rappresentano il 22,1% della popolazione residente (Annuario statistico Ispat); le persone con più di 80 anni sono il 6,9% della popolazione residente, in crescita rispetto al 2,5% del 1981. Cifre che sono destinate a crescere nei prossimi anni.

A fronte dell’allungamento delle aspettative di vita la nostra comunità come il resto del Paese deve, dunque, fare i conti con il calo delle nascite e una platea di giovani sempre più ristretta: ci saranno sempre più anziani e molti di loro non saranno autosufficienti. Bisogna, allora, pensare a nuovi strumenti di welfare e nuovi servizi per dare risposte agli anziani e alle loro famiglie. Le strade maestre per andare in questa direzione sono principalmente due, la domiciliarità dell’assistenza e della cura e l’invecchiamento attivo. Perché vivere più anni non vuol dire automaticamente vivere bene.

 

Durante il convegno di Spi e Auser verranno presentati i risultati della ricerca sulla domicialirietà in Provincia di Trento, sulle principali criticità del sistema e sui limiti che impediscono agli anziani di invecchiare serenamente a casa loro.

I dati saranno anche lo spunto per interrogarsi e riflettere sugli attuali servizi di assistenza e cura per la terza età, sull’incompiuta riforma del welfare anziani e sulla sperimentazione dello spazio Argento.

 

Dopo gli interventi introduttivi del segretario provinciale dello Spi Ruggero Purin e della presidente regionale di Auser Chiara Vegher alla sala conferenza del Muse prenderanno la parola Renzo Dori, presidente della Consulta provinciale della Salute ed Enzo Costa, presidente dell’Auser nazionale.

E’ previsto anche l’intervento della vicesindaco e assessora comunale Maria Chiara Franzoia e della responsabile del Servizio Politiche Sociali della Pat Federica Sartori.

 

CETS Qualità Parco: la consegna del marchio a 27 strutture ricettive
gen 29@15:00–16:00

Saranno presenti i rappresentanti del Parco Naturale Adamello Brenta, della Provincia autonoma di Trento e di Federparchi Il Parco Naturale Adamello Brenta ha organizzato per domani pomeriggio, mercoledì 29 gennaio alle ore 15.00, presso le Cantine Ferrari a Ravina di Trento, la cerimonia di conferimento del marchio CETS – Qualità Parco a 27 strutture ricettive.
Le 27 aziende certificate hanno aderito volontariamente al progetto Qualità Parco che prevede un serrato percorso di attestazione per rimarcare la gestione ecosostenibile della propria ospitalità. La partnership con il Parco offre numerosi vantaggi sul piano del marketing ma richiede l’assolvimento di importanti requisiti come il risparmio energetico, il risparmio idrico e la sensibilizzazione della clientela ai temi ambientali. La famiglia sempre più numerosa delle strutture CETS Qualità Parco si allarga quindi a 41 strutture (25 alberghi, 5 garnì, 2 campeggi, 3 agriturismi, 2 case per ferie, 4 B&B) che hanno sede nei comuni del Parco.

Delle 27 strutture che saranno premiate domani, 11 sono alla prima attestazione mentre 16 hanno rinnovato il marchio alla scadenza dei tre anni di validità.
A raccontare il progetto Qualità Parco, avviato già nel 2003 e attualmente oggetto di un programma di rilancio, domani sono previsti numerosi interventi. Tra questi, vi saranno quelli dei rappresentanti di Laboratorio Sociale di Trento ed ANFFAS di Tione ai quali il Parco ha affidato la realizzazione delle nuove targhe in legno con lo skyline dell’Adamello e delle Dolomiti di Brenta.
Il programma della cerimonia sarà il seguente:
Ore 15.00
Saluti istituzionali e interventi
Mario Tonina, Assessore provinciale all’urbanistica, ambiente e cooperazione, con funzioni di Vicepresidente
Roberto Failoni, Assessore provinciale all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo
Joseph Masè, Presidente del Parco Naturale Adamello Brenta
Romano Stanchina, Dirigente provinciale del Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette
Giorgio Cestari, Dirigente provinciale del Servizio Turismo e sport
Giampiero Sammuri, Presidente di Federparchi / Europarc Italia
Maria Rosaria Boninsegna, Presidente Laboratorio Sociale di Trento
Luciano Enderle, Presidente di ANFFAS
Claudia Morelli, “Genitore Responsabile” ANFFAS di Tione
Ore 16.00
Consegna delle targhe alle Aziende che hanno ottenuto il marchio:
RINNOVI (in ordine di verifica)

Garnì Lago Nembia – Nembia – San Lorenzo Dorsino
Hotel Europeo – Pinzolo
Garnì Villanova – Molveno
Camping Spiaggia – Molveno
Comano Cattoni Holiday – Comano Terme
Hotel Bellavista – Giustino
Camping Faè – S. Antonio di Mavignola
Hotel Spinale – Madonna di Campiglio
Alpen Suite Hotel – Madonna di Campiglio
Hotel Caminetto – Dimaro Folgarida
Alp Hotel Taller – Dimaro Folgarida
Hotel Rio – Caderzone Terme
Albergo Alla Posta – S. Antonio di Mavignola
Hotel Gianna – Madonna di Campiglio
Hotel Alpina – Madonna di Campiglio
Villa Santi – Passo Daone – Tre Ville

NUOVE ATTESTAZIONI (in ordine di ingresso)

Hotel Vallesinella – Madonna di Campiglio
Garnì La Soldanella. S. Antonio di mavignola
Agriturismo Dalla Natura La Salute – Giustino
Agriturismo Baite di Prà – Val di Borzago
B&B Maso Azzurro – Premione – Stenico
Albergo Tuenno – Tuenno
Albergo Lodron Bertelli – Caderzone Terme
B&B la Cri – Giustino
B&B Sotto al Bosco – Spiazzo
B&B La Lanterna – Stenico
Agritur Leita – Tuenno

Consegna attestati marchio Qualità Parco
gen 29@15:00–16:00

Mercoledì 29 gennaio alle ore 15 presso le Cantine Ferrari a Ravina – Trento il Parco Naturale Adamello Brenta consegnerà il marchio Qualità Parco Cets a 27 albergatori che hanno convertito la gestione della propria struttura ricettiva secondo modalità ecosostenibili e in linea con i principi del Parco.
Il programma è il seguente:

Ore 15.00
Saluti istituzionali e interventi
Mario Tonina, Assessore provinciale all’urbanistica, ambiente e cooperazione, con funzioni di Vicepresidente
Roberto Failoni, Assessore provinciale all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo
Joseph Masè, Presidente del Parco Naturale Adamello Brenta
Romano Stanchina, Dirigente provinciale del Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette
Giorgio Cestari, Dirigente provinciale del Servizio Turismo e sport
Giampiero Sammuri, Presidente di Federparchi / Europarc Italia
Maria Rosaria Boninsegna, Presidente Laboratorio Sociale di Trento
Luciano Enderle, Presidente di ANFFAS
Claudia Morelli, “Genitore Responsabile” ANFFAS di Tione

Ore 16.00
Consegna delle targhe alle Aziende che hanno ottenuto il marchio.
Ogni imprenditore sarà chiamato a ritirare personalmente la propria targa e il proprio attestato.

UniMont ospita la terza CellFit Training School: “Meet the rising stars of emerging therapies”
gen 29@16:00–17:00

L’Università della Montagna – UNIMONT, polo d’Eccellenza dell’Università degli Studi di Milano decentrato a Edolo, ospiterà anche quest’anno la Training School internazionale organizzata da CellFit ed intitolata “Meet the rising stars of emerging therapies”, che vede la partecipazione di ricercatori da tutta Europa. UNIMONT, sempre più al centro di dinamiche e traiettorie internazionali, che animano il mondo della ricerca e dell’innovazione, ha saputo trasformare il decentramento in un’opportunità, offrendo spazi attrezzati e supporto in loco ad una iniziativa rilevante per la ricerca e l’innovazione.

La terza Training School organizzata da CellFit Meet the rising stars of emerging therapies” From 3D Bioprinting to Extracellular Vesicle isolation and encapsulation for delivery, si terrà presso UNIMONT – Università della Montagna e a Ponte di Legno dal 26 al 30 gennaio 2020. Nei quattro giorni di corso, i ricercatori selezionati potranno partecipare a lezioni teoriche e laboratori pratici tenuti da docenti europei, esperti in progettazione e stampa di piattaforme 3D e nell’uso di microvescicole  da utilizzare in terapia.

CellFit è una rete europea di eccellenza (COST Action CA16119) guidata dall’Università degli Studi di Milano, con competenze a tutti i livelli nell’ambito della biologia, bioingegneria e ricerca clinica. Il progetto consiste in un network di 34 Paesi Europei - che coinvolge atenei, centri di ricerca e piccole e medie imprese – impegnati a creare modelli di coltura su matrici 3D e generare organoidi per lo sviluppo di nuove tecnologie di terapia cellulare e applicazioni innovative in medicina rigenerativa e biologia dei tessuti.

Chair dell’Action è Tiziana Brevini, docente di Anatomia ed Embriologia Veterinaria della Statale e proponente del progetto. CellFit è stata selezionata tra oltre mille proposte provenienti da tutta Europa, come nuova COST Action, European Cooperation in Science and Technology per il quadriennio 2017-2021 e in questi anni implementerà la cooperazione, la ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica.

Per ulteriori informazioni:
CLICCA QUI

Trentino, rinnovo bollo auto in posta
gen 29@16:55–17:55

Rinnovare il bollo auto alle Poste è semplice, veloce e sicuro.

Anche quest’anno, infatti, i cittadini della provincia di Trento potranno usufruire del servizio di Poste Italiane che permette di pagare il bollo auto in qualsiasi Ufficio Postale della provincia comunicando semplicemente all’operatore i dati relativi al pagamento (Regione/Provincia Autonoma di residenza, Targa/Telaio, Tipo veicolo ed eventuale riduzione) senza preoccuparsi di calcolare l’importo dovuto e senza compilare alcun modulo.

Specificando anche la data di scadenza e i mesi di validità del pagamento, inoltre, sarà possibile regolarizzare anche le posizioni riferite alle annualità precedenti che non risultano saldate.

Tutti gli sportelli postali della provincia di Trento, infatti, hanno la possibilità di collegarsi direttamente con l’archivio delle tasse automobilistiche e conoscere in tempo reale l’importo del bollo auto comprensivo di eventuali more e interessi.

Il versamento della tassa automobilistica in scadenza il prossimo 31 gennaio può essere effettuato in contanti, con la carta Postamat o Postepay, con Carte di Credito del circuito Vpay e Maestro e con Carte di Credito Visa, Mastercard e American Express.

È possibile inoltre utilizzare il sito di Poste Italiane. Il servizio è disponibile per i correntisti BancoPosta e i titolari di carte PostePay, ma anche per gli utenti registrati al sito www.poste.it.

 

UniCredit annuncia nuove nomine nella Commercial Banking Italy e nel Corporate & Investment banking
gen 29@17:55–18:55

UniCredit annuncia oggi la nomina di nuovi manager sia nel Commercial Banking Italy (CB) che nel Corporate and Investment banking (CIB) come ulteriore passo per garantire il successo del nuovo piano strategico Team 23. Le nomine sono in linea con la politica del Gruppo di promuovere percorsi cross tra i diversi segmenti di business e divisioni rafforzando il concetto di cooperazione e di sinergie.

 

  • Salvatore Pisconti è stato nominato Regional Manager Centro subentrando a Giovanni Forestiero che andrà in pensione.
  • Luisella Altare è stata nominata Regional Manager Nord Est, subentrando a Francesco Iannella che diventa Deputy Head of CIB Italy.
  • Marco Bortoletti diventa Regional Manager Lombardia, subentrando a Giovanni Solaroli, che è stato nominato co-Head Global Transaction Banking, al fianco di Luca Corsini.
  • Stefania Godoli, attualmente Responsabile Global Equity Capital Market (ECM), diventa Head of CIB- CB Italy Joint Venture, subentrando a Luca Milanesi, che a sua volta diventa Head of Corporate Business  Region Nord Ovest. La posizione attualmente ricoperta da Stefania Godoli sarà assegnata ad interim a Luca Falco, Global Head of Global Syndicate and Capital Markets.

Tutte queste nomine entreranno in vigore a partire da febbraio 2020.

 

Inoltre Francesco Salvatori, attualmente Head of CIB Americas, è stato nominato co-Head of Corporate Sales and Marketing Italy, al fianco di Lucio Izzi. La nomina sarà effettiva da aprile 2020. Christian Steffens, attualmente Head of CIB UK, assumerà la carica di Head of CIB Americas dopo l’approvazione delle autorità competenti. La nomina del nuovo Head of CIB UK sarà comunicata successivamente.

Apprendimento lingue straniere: la parola all’autonomia delle scuole trentine
gen 29@18:00–19:00

Novità e alcuni chiarimenti per quanto riguarda il potenziamento della lingua tedesca ed inglese e la regolamentazione del tempo scuola, in vista della definizione dell’offerta formativa delle istituzioni scolastiche per il prossimo anno 2020/2021: le direttive deliberate recentemente in attuazione dell’art. 56 bis della legge 5/2006, apportano alcune modifiche al precedente Piano Trentino Trilingue, confermando l’importanza del potenziamento delle lingue tedesca ed inglese nelle scuole trentine e valorizzando al contempo l’autonomia scolastica, didattica ed organizzativa, degli organi collegiali di istituto. Non solo CLIL: in tutti i gradi di scuola il potenziamento linguistico potrà essere attuato anche mediante altre metodologie didattiche. Numeroso il ventaglio di attività che le scuole potranno pianificare, quali, a titolo di esempio, moduli di utilizzo della lingua in diversi situazioni e contesti, progetti interdisciplinari, eventi linguistici e culturali, settimane linguistiche, gemellaggi, scambi fra studenti, laboratori didattici anche in collaborazione con realtà territoriali museali e culturali, moduli per preparazione alle certificazioni. Su richiesta delle istituzioni scolastiche, la Provincia intende comunque garantire la prosecuzione dei positivi percorsi CLIL già intrapresi.
Per quanto riguarda l’articolazione del tempo scuola l’indicazione dell’amministrazione è che, se la scuola riceve un numero minimo di richieste che permettano di formare almeno una classe sui 6 giorni e se non sussistono problematiche logistico-organizzative, è possibile garantire tale scelta, fermo restando le decisioni assunte dagli organi collegiali di istituto.

Entrando nel dettaglio del potenziamento dell’inglese e del tedesco, per la scuola primaria e secondaria di primo grado, le ore di potenziamento devono essere almeno 3 in settimana per ciascuna classe: un monte ore che potrà essere garantito anche utilizzando le ore opzionali facoltative. Per la scuola secondaria di secondo grado le ore di potenziamento linguistico sono 60 per ogni anno di corso; nel quinto anno l’attività didattica va realizzata in CLIL per il 50% dell’orario annuale di una o più discipline non linguistiche, fermo restando il limite di 60 ore annue.
Qui il link al testo del provvedimento: https://www.vivoscuola.it/content/view/full/56398

Ciclocross, quattro atleti della DP66 ai Campionati del Mondo
gen 29@19:00–20:00

L’ultima gara della stagione, la più attesa di tutto l’inverno, vedrà protagonisti ancora una volta i ragazzi e le ragazze della DP66 Giant Selle SMP.

Dopo le ottime performance di Bryan Olivo e Sara Casasola nell’ultima prova di Coppa del Mondo andata in scena ieri ad Hoogerheide (Olanda), nelle quali gli atleti diretti da Daniele Pontoni hanno ottenuto rispettivamente un tredicesimo posto tra gli juniores ed una ottava piazza tra le donne Under 23 (23^ assoluta al traguardo), oggi è arrivata l’ufficializzazione delle convocazioni del CT Fausto Scotti in vista dei Campionati del Mondo in programma a Dubendorf (Svizzera).

Sono ben quattro gli atleti della DP66 Giant Selle SMP chiamati dal commissario tecnico a cimentarsi nelle prove iridate in altrettante categorie: Nicole Pesse e Bryan Olivo tra gli junior, Sara Casasola e Davide Toneatti per le gare Under 23.

Una notizia che oltre a riempire d’orgoglio la formazione friulana, è un vero e proprio riconoscimento della bontà del lavoro svolto da Daniele Pontoni e da tutto lo staff della DP66 con i ragazzi di tutte le categorie: non è un caso, infatti, che proprio la formazione che si è confermata Campione d’Italia per il secondo anno consecutivo sia anche quella che avrà il maggior numero di rappresentanti in azzurro ai Campionati del Mondo.

Queste quattro convocazioni vanno a sommarsi alle otto dei Campionati Europei e a quelle ottenute per le prove di Coppa del Mondo: in tutto in questo inverno gli atleti della DP66 Giant Selle SMP hanno vestito 24 volte la maglia azzurra onorandola sempre con il massimo dell’impegno dimostrato anche in campo internazionale. Ultime in ordine di tempo sono state proprio le performance firmate da Bryan Olivo e Sara Casasola sul fango di Hoogerheide dove, nonostante una partenza dalle retrovie, hanno saputo dare vita a delle straordinarie rimonte dimostrando lucidità e brillantezza sino alle ultime battute di gara.

“E’ un onore ed un orgoglio poter schierare ben quattro atleti ai Campionati del Mondo, in quello che è l’appuntamento più atteso ed ambito da tutti coloro che fanno ciclocross” ha commentato Daniele Pontoni. “Si tratta di una preziosissima occasione per Nicole, Bryan, Sara e Davide per mettersi in luce e per accumulare esperienza in un appuntamento iridato e, allo stesso tempo, è un bellissimo riconoscimento alla tenacia con cui si sono allenati in tutti questi mesi e a tutto il lavoro svolto con passione dal nostro staff che ha permesso loro di migliorarsi gradualmente sino a meritarsi un posto ai mondiali. Noi sabato e domenica saremo a Dubendorf per sostenerli e per fare il tifo per loro, certi che anche questa volta ce la metteranno tutta per portare in alto i colori della bandiera italiana”.

Gioele Bertolini lascia il Santa Cruz FSA Pro Team
gen 29@20:00–21:00

Lo staff dirigenziale del Santa Cruz FSA Pro Team annuncia la decisione consensuale che decreta la fine della collaborazione con l’atleta Gioele Bertolini.

Mostra “Leonardo e la Madonna Litta”
gen 29@20:00–21:00

LEONARDO E LA MADONNA LITTA
Milano, Museo Poldi Pezzoli

7 novembre 2019 – 10 febbraio 2020

La Madonna Litta, capolavoro dell’Ermitage di San Pietroburgo, torna a Milano dopo trent’anni

Al Museo Poldi Pezzoli di Milano è in corso sino al 10 febbraio 2020 Leonardo e la Madonna Litta, una mostra di grandissimo rilievo, in cui viene esposto eccezionalmente a Milano, per la prima volta dopo quasi trent’anni, il celebre dipinto dell’Ermitage, fra i massimi capolavori del museo nazionale russo.

L’esposizione viene organizzata grazie al sostegno di Fondazione Bracco, Main Partner, cui si affiancano Regione Lombardia Comune di Milano.

La mostra, a cura di Pietro C. Marani Andrea Di Lorenzo, con progetto allestitivo di Migliore + Servetto Architectse progetto grafico di Salvatore Gregorietti, è stata inoltre inclusa fra le celebrazioni nazionali dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vincipromosse e sostenute dal MIBAC – Ministero dei beni e delle attività culturali, in quelle promosse dal comitato territoriale di Milano e della Lombardia e nel palinsesto Milano Leonardo 500, promosso dal Comune di Milano | Cultura.

Insieme alla Madonna Litta viene presentato un nucleo selezionatissimo di opere – una ventina tra dipinti e disegni di raffinata qualità – provenienti dalle collezioni pubbliche e private di tutto il mondoeseguiti da Leonardo e dai suoi allievi più vicini - da Giovanni Antonio Boltraffio a Marco d’Oggiono, dall’ancora misterioso Maestro della Pala Sforzesca a Francesco Napoletano – negli ultimi due decenni del Quattrocento, quando il maestro viveva ed era attivo a Milano, presso la corte di Ludovico il Moro.

Programma semifinale Coppa italia FeralpiSalò-Juventus U23
gen 29@20:00–21:00

Sono stati ufficializzati gli orari per la semifinale di Coppa italia che la FeralpiSalò disputerà contro la Juventus U23:

Gara di andata: mercoledì 29 gennaio
Stadio Turina
Ore 20.00

Gara di ritorno: mercoledì 12 febbraio
Stadio Moccagatta (Alessandria)
Ore 15

Valle Camonica, corsi gratuiti per operatori agricoli
gen 29@20:00–21:00

Corsi gratuiti per operatori agricoli in programma dal mese di gennaio 2020 organizzati da Fondazione Scuola Cattolica di Valle Camonica.

PERCHÉ QUESTO PROGETTO
Parlare di agricoltura in Valle Camonica evoca una tradizione millenaria, la laboriosità di una civiltà contadina che nei secoli ha plasmato il territorio, ma allo stesso tempo indica una possibile opportunità di sviluppo futuro.
La tradizione agricola e zootecnica sopravvissuta tra molte difficoltà, ha trovato negli ultimi anni una nuova vivacità grazie ad un sempre più diffuso desiderio di tornare alla natura, alla cura dell’ambiente, a cibo sano e genuino.
Fare agricoltura di montagna non è però cosa sempre così semplice, sopratutto se si intende farne una fonte di reddito. Destreggiarsi tra pratiche burocratiche, controllo dei costi, problemi nella produzione, canali di vendita richiedono non solo il recupero di antichi saperi, ma anche innovazione nelle modalità produttive e nella gestione aziendale.
I corsi proposti in queste pagine intendono andare incontro a queste esigenze, offrendo percorsi teorico- pratici di apprendimento di tecniche di produzione e di gestione efficiente di un’azienda agricola moderna. Tutti i corsi sono tenuti da docenti qualificati, con grande esperienza professionale nella materia proposta e con una profonda conoscenza del mondo agricolo e del territorio.

Il progetto è finanziato con il contributo del Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020.
La partecipazione è aperta ad addetti del settore agricolo: imprenditori, coadiuvanti familiari o lavoratori subordinati.
Per essere ammessi al corso gli allievi devono provenire da aziende per le quali è stato costituito/aggiornato il Fascicolo aziendale.
L’iscrizione è totalmente gratuita, a fronte dell’impegno a frequentare almeno il 75% delle ore previste dal corso.
Al momento dell’iscrizione sarà possibile far presenti eventuali preferenze in merito a date e orari di svolgimento delle lezioni. Nel limite del possibile, si cercherà di andare incontro alle esigenze di tutti i partecipanti.

INTRODUZIONE ALL’AGRICOLTURA RIGENERATIVA
Via G. Marconi, 7 | Capo di Ponte – Loc. Cemmo
DAL 29 GENNAIO AL 4 MARZO 2020 24 ORE (4 incontri da 6 ore • dalle 8.30 alle 15.30)

INTRODUZIONE ALLA ZOOTECNIA RIGENERATIVA
Via G. Marconi, 7 | Capo di Ponte – Loc. Cemmo
DAL 6 NOVEMBRE ALL’11 DICEMBRE 2020 24 ORE (4 incontri da 6 ore • dalle 8.30 alle 15.30)

LA PRODUZIONE DEI FORMAGGI NEI CASEIFICI AZIENDALI E DI MALGA
Via G. Marconi, 7 | Capo di Ponte – Loc. Cemmo
DAL 30 GENNAIO AL 12 MARZO 2020 20 ORE (7 incontri • dalle 13.30 alle 16.30)

BILANCIO, ANALISI DEI COSTI E CONTROLLO DI GESTIONE NELL’AZIENDA AGRICOLA
Via G. Marconi, 7 | Capo di Ponte – Loc. Cemmo
DAL 21 FEBBRAIO AL 10 APRILE 2020 24 ORE (8 incontri da 3 ore • dalle 17.00 alle 20.00)

PRINCIPI E STRUMENTI DI MARKETING PER LE AZIENDE AGRICOLE
Via G. Marconi, 7 | Capo di Ponte – Loc. Cemmo
DAL 24 FEBBRAIO AL 20 APRILE 2020 32 ORE (8 incontri da 4 ore • dalle 14.30 alle 18.30)

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN MONTAGNA
Via G. Marconi, 7 | Capo di Ponte – Loc. Cemmo

Fondamenti di ecologia
7 FEBBRAIO 2020 • 2 ORE (dalle 18.00 alle 20.00)
La normativa di riferimento sull’agricoltura biologica 14 FEBBRAIO 2020 • 2 ORE (dalle 18.00 alle 20.00)
Impiantistica ambiente e tecniche di coltivazione delle piante officinali
- 27 FEBBRAIO 2020 • 3 ORE (dalle 18.00 alle 21.00) – 18 APRILE 2020 • 5 ORE (dalle 13.30 alle 18.30)
Impiantistica ambiente e tecniche di coltivazione delle principali colture orticole
- 12 MARZO 2020 • 3 ORE (dalle 18.00 alle 21.00) – 09 MAGGIO 2020 • 5 ORE (dalle 13.30 alle 18.30)
Impiantistica, ambiente e tecniche di coltivazione dei piccoli frutti
- 20 MARZO 2020 • 3 ORE (dalle 17.00 alle 20.00) – 11 APRILE 2020 • 5 ORE (dalle 13.30 alle 18.30)
I sostegni contributivi in agricoltura
27 MARZO 2020 • 2 ORE (dalle 18.00 alle 20.00)

Per richiedere informazioni o iscrivervi ai corsi, è possibile contattare lo 0364.331016 | Int. 3 o scrivere una mail a formazione@fondazionescv.it

Darfo Boario, Assemblea del Panathlon Club Vallecamonica
gen 29@20:15–21:15

E’ stata fissata per mercoledì 29 gennaio l’Assemblea annuale dei soci del Panathlon Club Vallecamonica. La conviviale si terrà presso il Ristorante San Martino a Darfo Boario Terme a partire dalle 20 ed avrà il seguente ordine del giorno:

1 – rendiconto consuntivo del Tesoriere sul bilancio anno 2019;

2 – rendiconto preventivo anno 2020;

3 – insediamento del nuovo Presidente;

4 – nomina cariche per il biennio 2020/2021;

5 – determinazione quota annuale per l’anno 2020;

6 – presentazione da parte del Presidente del programma per l’anno 2020;

7 – varie ed eventuali.

Arco, “L’orchestra da salotto”
gen 29@20:30–21:30

«L’orchestra da salotto. Trascrizioni per pianoforte a quattro mani di brani orchestrali di L. van Beethoven» è il titolo del concerto del duo pianistico Helmut Graf-Antonio Vicentini, che si tiene mercoledì 29 gennaio a Palazzo dei Panni, per la rassegna Corde Resonanti, la cui edizione 2019-2020 è dedicata al grande compositore tedesco, in occasione dei 250 anni dalla nascita. Inizio alle 20.30, ingresso libero.

 

Il programma: da «Egmont» l’ouverture, op. 84; da «Leonore» l’ouverture, op. 72b; la sinfonia n. 1 in do maggiore, op. 21 (1. adagio molto – allegro con brio; 2. andante cantabile con moto; 3. minuetto: allegro molto e vivace; 4. adagio – allegro molto e vivace); infine, da «Coriolano» l’ouverture, op. 62.

 

Duo Vicentini-Graf

Il duo Vicentini-Graf nasce nel 2011 debuttando con il concerto per due pianoforti e orchestra K 365 di W. A. Mozart con l’orchestra JFutura. Nello stesso anno partecipa al festival Contemporanea di Arco con un concerto monografico dedicato al compositore W. Mertens. Nel 2012 e nel 2013 partecipano alle edizioni della Festa Europea della Musica con concerti abbinati alla lettura di testi teatrali. Nel frattempo vengono chiamati a esibirsi durante rievocazioni storiche ottocentesche in tutto il Nord-Italia ad eventi organizzati da associazioni nazionali (Società di Danza, SDCI). Nel 2014 inaugurano la stagione dei Pomeriggi Musicali di Trento presso la sala della Fondazione Caritro a Trento. Suonano per il Museo Alto Garda in occasione delle aperture al pubblico del forti del monte Brione. Compongono le musiche di scena per lo spettacolo AYLAN del collettivo Clochard.

 

Helmut Graf, pianoforte

Ha studiato pianoforte con Livio Cadè e Anna Kravtchenko. Diplomato in didattica della musica nel 2014, è attualmente iscritto al corso di composizione e al biennio specialistico in nuove tecnologie e multimedialità al conservatorio F. A. Bonporti di Trento. Da anni si occupa di didattica della musica conseguendo nel 2011 il diploma di operatore Orff-Schulwerk italiano e specializzandosi in direzione corale con Lorenzo Donati e Mario Mora. É tra i membri fondatori della Trento Rumorist Improvisation Orchestra (TRIO) con la quale partecipa ai festival Transart (Bolzano) e MaerzMusik (Berlino) ed incide il disco “The orchestra of futurist noise intoners” (SubRosa, Bruxelles). Nel 2011 ha costituito un duo insieme al pianista Antonio Vicentini con il quale ha suonato in importanti aventi regionali anche con l’orchestra JFutura di Rovereto. Si occupa di composizione per spettacoli didattici partecipando anche a importanti festival nazionali (Musica al presente, Como). Svolge attività di pianista accompagnatore a corsi estivi per giovani strumentisti (Smarano String Academy) e spesso è invitato come membro di giuria a concorsi o selezioni (Selezioni nazionali Zecchino d’oro, Toscana). Nel 2015 è stato coordinatore per il Trentino-Alto Adige della Luxury Music Academy. Dal 2014 insegna pianoforte e solfeggio presso l’Accademia musicale San Carlo di Salò e dal 2015 pianoforte e solfeggio nella scuola paritaria Enrico Medi di Salò.

 

Antonio Vicentini, pianoforte

Antonio Vicentini si è diplomato in pianoforte al Conservatorio F. A.Bonporti di Trento, sezione di Riva del Garda, sotto la guida di A. Kravtchenko, studiando con R. Giavina, A. Lampo, F. Cipolletta e G. Bellucci. Nello stesso istituto ha conseguito il diploma accademico di secondo livello in musica da camera con C. Ruzza. Si è laureato in studi storici e filologico-letterari all’Università di Trento, dove poi ha conseguito la laurea magistrale in filologia e critica letteraria. Ha frequentato corsi di perfezionamento in pianoforte con F. Cipolletta, R. Cappello, R. Cominati, A. Nosè, G. Bellucci, F. Scala, L. Margarius e A. Kravtchenko; in musica da camera con G. Kleiner, R. Zadra, A. Barilli, G. Pretto, A. Pepicelli, L. Magistrelli e I. Rabaglia; per maestri collaboratori con M. Boemi, E. Ferrari e M. Arena. Ha svolto incarichi di insegnante supplente di pianoforte, coro, teoria e solfeggio alla Scuola Musicale Alto Garda, e di docente di pianoforte presso al collegio arcivescovile Dame Inglesi di Rovereto, al liceo F. Filzi di Rovereto e alla scuola musicale Il Diapason di Trento. Attualmente è maestro accompagnatore alla danza al liceo musicale e coreutico F. A.Bonporti di Trento e insegna pianoforte al centro Metroart di Riva del Garda, oltre al ruolo di pianista accompagnatore esterno al Conservatorio F. A.Bonporti di Trento. Ha fondato il duo Robur con la saxofonista Diana Pagotto, cogliendo numerosi riconoscimenti in vari concorsi. Ha collaborato con l’orchestra Jfutura, l’orchestra Haydn di Trento e Bolzano, la Banda sinfonica giovanile del Trentino e la Rovereto Wind Orchestra. L’attività di pianista accompagnatore e maestro collaboratore lo porta a esibirsi regolarmente in diverse città italiane ed estere (Germania, Austria, Olanda, Spagna e Uruguay) con impegni che spaziano dal concerto alle produzioni teatrali.

“La mamma pensa al futuro”, via al secondo ciclo di incontri
gen 29@21:00–22:00
A partire da mercoledì 29 gennaio prende avvio il secondo ciclo di 17 incontri informativi sulle misure di sostegno economico per le famiglie e la copertura previdenziale per i genitori.

Già nel corso del 2019 l’assessora provinciale alle politiche sociali, Waltraud Deeg, ha svolto una serie di incontri informativi denominati “La mamma pensa al futuro” durante i quali i genitori hanno potuto documentarsi in maniera approfondita riguardo alle misure di sostegno economico previste dalla Provincia per le famiglie ed in particolare in merito alla copertura previdenziale per i genitori. Il secondo ciclo di incontri inizia domani(mercoledì 29 gennaio), ed assieme all’assessora Waltraud Deeg saranno presenti anche Elisabeth Brichta, collaboratrice dell’Agenzia per lo sviluppo sociale ed economico (ASSE) ed Olav Lutz, presidente del Patronato KVW-Acli.

I risultati del primo ciclo informativo

“La Provincia sostiene le famiglie con una serie di misure economiche ed è importante vi sia la necessaria informazione circa le opportunità esistenti” afferma l’assessora Deeg. I risultati del primo ciclo di incontri informativi sono stati particolarmente tangibili per quanto riguarda la tematica della copertura previdenziale per i genitori. In quest’ambito la Provincia non dispone di una specifica competenza, ma attraverso la Regione numerose famiglie altoatesine hanno potuto ottenere un contributo annuo di 9.000 euro appunto per la copertura previdenziale dei periodi dedicati all’educazione dei figli. Mentre sino al 2015 le domande erano state circa 500 all’anno nel 2019 , grazie anche agli incontri informativi, queste hanno superato la soglia delle 1800 richieste. “Vogliamo informare i genitori e nel contempo sensibilizzarli riguardo alla necessità di pensare per tempo alla propria copertura previdenziale in età avanzata” aggiunge l’assessora.

Da domani 17 incontri in tutto l’Alto Adige

Nel corso delle 17 serate informative verranno date risposte esaurienti alle principali domande riguardanti le misure poste in atto dalla Provincia e dalla Regione per sostenere economicamente le famiglie ed assicurare la copertura previdenziale per i genitori. Le serate avranno luogo a Bolzano, Lana, Appiano, Prato allo Stelvio, Naturno, Merano, Bressanone, San Genesio, Vipiteno, Castelrotto, Dobbiaco, San Leonardo in Passiria e Campo Tures.  Per ulteriori informazioni si può consultare il portale web della Provincia dedicato al ciclo di incontri informativi La mamma pensa al futuro.

Areale ferroviario, rinviato il Market test
gen 29@21:00–22:00

Il cda di ARBO concede ai candidati fino al 21 febbraio per manifestare l’interesse. Il nuovo evento pubblico (Roadshow) fissato al 26 febbraio. Le informazioni confluiranno nel bando.

La società ARBO – Areale Bolzano Spa ha pubblicato l’avviso di posticipazione dell’indizione di un Market test e Roadshow per la riqualificazione urbanistica dell’areale ferroviario di Bolzano. Inizialmente fissato per il 24 gennaio con scadenza per la presentazione delle manifestazioni d’interesse il 17 gennaio, il Market test è stato ora rinviato. Obiettivo: consentire al maggior numero possibile di candidati di prendere parte al processo di raccolta delle indicazioni utili alla redazione finale del bando. La decisione di posticipazione del Market test, in accoglimento della richiesta presentata dalla Camera di commercio, è stata presa dal cda della società ARBO nella seduta dello scorso 14 gennaio.

Nuova data per il Market test: rinviato al 26 febbraio

La nuova data del Market test è fissata per il prossimo 26 febbraio, quando la Provincia – promotrice dell’iniziativa – svolgerà una presentazione pubblica del progetto nella sede della Camera di commercio di Bolzano in via Alto Adige 60. A questo evento pubblico parteciperanno Arno Kompatscher, presidente della Provincia, Renzo Caramaschi, sindaco di Bolzano, Hans Schmiedhofer, presidente di ARBO, e Umberto Lebruto, amministratore delegato di FS Sistemi Urbani, oltre ai tecnici incaricati di illustrare i dettagli esecutivi del Programma unitario di valorizzazione territoriale (PUVaT). Obiettivo: approfondire i contenuti del PUVaT, la cornice urbanistica, gli aspetti economico-finanziari e il contesto giuridico per verificare l’appetibilità del Programma sul mercato internazionale.

Manifestazioni d’interesse entro il 21 febbraio

L’avviso di posticipazione è pubblicato anche sui siti dei due soci di ARBO, ossia la Provincia e il Comune di Bolzano fino al prossimo 21 febbraio 2020. Entro quella data i soggetti economici in possesso dei requisiti necessari avranno tempo per presentare una manifestazione di interesse a realizzare le opere previste dal PUVaT sull’area che si estende su complessivi 48 ettari di superficie.

Basket, EuroCup: Segafredo Virtus Bologna-Dolomiti Energia Trentino
gen 29@21:00–22:00

Segafredo Virtus Bologna (2-1) vs. Dolomiti Energia Trentino (0-3)

Round 4 Top16, 7DAYS EuroCup | PalaDozza | mer 29.01 h 21.00 Eurosport Player ed Eurosport 2

Biglietti disponibili online a questo link o all’Aquila Basket Store!

Game Notes (.pdf) | Kinesi Injury Report

Probabili quintetti

Bologna
G – Milos Teodosic, G – Stefan Markovic, F – Kyle Weems, F – Giampaolo Ricci, C – Julian Gamble

Trento
G – Aaron Craft, G – James Blackmon, F – Alessandro Gentile, F – Davide Pascolo, C – Rashard Kelly

1) Imprese in trasferta

Con l’emozionante vittoria all’ultimo secondo a Sassari contro la seconda forza del campionato la Dolomiti Energia ha confermato la propria capacità di cogliere lontano da casa successi pesanti: la terza vittoria in trasferta consecutiva in campionato (Varese e Pistoia le due precedenti) ha portato a 5 vittorie e 5 sconfitte il bilancio in Serie A dei bianconeri (8-8 considerando anche l’EuroCup, 6-10 invece fra le mura della BLM Group Arena).

Capitan Forray e compagni, insomma, al PalaDozza mercoledì sera cercano un’altra impresa in trasferta: per farlo dovranno cavalcare l’entusiasmo del successo a Sassari e la quarta prestazione stagionale in Serie A oltre il 50% al tiro da campo: in tutte e quattro le occasioni (avvenute sempre in trasferta), Trento ha vinto la partita.

2) Devyn!

Contro i bianconeri c’è una Segafredo Virtus più che mai determinata a strappare il pass per i quarti di finale di EuroCup: Bologna ha confermato la propria leadership solitaria in campionato andando a vincere sul campo dei campioni d’Italia in carica di Venezia e nella coppa europea è reduce da due importanti successi consecutivi, l’ultimo a spese proprio della Dolomiti Energia.

Al gruppo capace di battere i trentini 67-73 in un combattutissimo Round 3 i felsinei hanno aggiunto un altro pezzo pregiato come Devyn Marble, che con la maglia di Trento ha giocato tra il 2017 e il 2019 ben 55 partite fra campionato e coppe realizzando 647 punti. L’esterno americano classe ’92 dovrebbe debuttare con la Virtus proprio contro la squadra che lo ha lanciato nel basket europeo.

Intanto la Virtus ha pareggiato i conti nei precedenti contro la Dolomiti Energia: cinque vittorie per parte nei 10 incontri disputati dall’arrivo dell’Aquila in Serie A.

3) Top 16

L’altra sfida del gruppo E di Top 16 va in scena a Belgrado, dove sempre mercoledì con palla a due alle ore 20.00 si sfidano di fronte ad una Stark Arena già soldout Partizan Belgrado (2-1) e Darussafaka (2-1).

Le altre due italiane impegnate in 7DAYS EuroCup: Venezia (2-1) gioca in casa contro il Promitheas Patrasso (1-2) martedì alle 20.00, Brescia (2-1) invece il giorno seguente è ospite di Oldenburg (1-2) in un altro match chiave per delineare i valori di un girone equilibratissimo (palla a due mercoledì alle 19.15).

Rovereto, Stagione Teatrale: “CERMIS Ciò che non si può dire” con Mario Cagol
gen 29@21:00–22:00
Mercoledì 29/01 alle ore 20.30 arriva a Teatro Zandonai nell’ambito della Stagione Teatrale 2019/2020 “CERMIS Ciò che non si può dire” ovvero il racconto del Cermis con Mario Cagol scritto da Pino Loperfido

Il 3 febbraio 1998, un aereo Prowler della base militare U.S.A. di Aviano (Pordenone) trancia di netto i cavi della funivia del Cermis.

Una cabina precipita nel vuoto causando la morte di tutte le venti persone che vi erano a bordo.

In questo monologo il racconto è affidato ad un protagonista, il manovratore del vagoncino che saliva verso la stazione intermedia, che restò appeso nel vuoto per un tempo indefinito, prima che un elicottero riuscisse a portarlo a terra.

Il protagonista, Francesco, è in una posizione “privilegiata”; spettatore unico, un inviato speciale sulla scena del disastro che improvvisa una telecronaca in diretta.
Quest’uomo solo, nella cabina vuota, con la morte che gli passa talmente vicino diventa il paradigma della solitudine umana, di una certa incomunicabilità.

Del fatto che le persone pensano talmente poco al loro destino e quando lo fanno è perché sentono di esserci arrivati di fronte, di averci sbattuto il naso sopra.
A quel punto non c’è più tempo per fare né dire niente.

Scheda spettacolo:

TeatroE Compagnia Teatrale
CERMIS Ciò che non si può dire. Il racconto del Cermis
di Pino Loperfido
con Mario Cagol
regia Mirko Corradini
musiche in scena Alessio Zeni

durata 1 h e 20’ senza intervallo

 

info e biglietti T 0464 452253 – 0464 452256

Hockey Inline, risultati e classifiche
gen 29@23:00–gen 30@00:00

Weekend di Hockey Inline. Il calendario ha veramente riservato degli accoppiamenti che hanno dato il via a sfide da cardiopalma con Vicenza e Padova “a valanga” su Asiago e Ferrara e Milano a passarla tutto sommato “liscia” sul campo del Real. A Monleale gli uomini di Zagni riabbracciano “Peruzzi e vittoria” ai danni di un Cittadella agganciato in classifica; a Piacenza ne succedono di tutti i colori con la Lepis che passa tutta la gara in vantaggio, poi prima trova il 4-3 nell’ultimo minuto ma pensa bene di farsi raggiungere al 49’54”. Nulla di fatto al supplementare mentre ai rigori è la freddezza di Vezzoli (unico a segnare) a dare l’extra point al Piacenza.
LE GARE – La gara fra Padova e Ferrara nelle premesse sarebbe dovuta essere alquanto equilibrata ma in realtà Campulla e soci escono dagli spogliatori con “il fuoco negli occhi” e annichiliscono in men che non si dica i Warriors grazie ad un Valente (ex Ferrara) particolarmente ispirato e autore di una tripletta nei primi 8 minuti. La prima frazione è un assolo dei Ghosts che chiudono il parziale con un 7-1 da stropicciarsi gli occhi. Nel secondo tempo, complice un normale rilassamento della formazione di casa, Ferrara trova qualche goal che rende meno amaro il passivo e chiude il referto sull’8-5. Queste le considerazioni di Elia Calore: << Partita da due volti con un primo tempo in cui siamo partiti a mille e concluso 7-1 mentre nel secondo tempo, complice un nostro rilassamento il Ferrara è riuscito a riaprire la partita. Una secondo tempo con parecchi falli di ambedue le squadre con un ritmo molto spezzettato è stato decisamente più brutto. Il risultato si ferma per 8-5 a nostro favore>>. Per Ferrara invece uno dei tanti ex della partita, Jacopo Veronese: <>

Alle 19.00 al Pala Trecate, il big match di giornata con il Milano Quanta a rendere visita al Real Torino priva del portiere titolare Mai e di Ronco. Partita aperta e a lungo inchiodata sullo 0-0 con i portieri Dal Vecchio (Real) e Pignatti (Milano) a fare buona guardia sulle incursioni avversarie. L’equilibrio si spezza al 17mo con gli ospiti a capitalizzare una penalità assegnata a Corio con Lettera ad iscriversi a referto su invito di Comencini. Tre minuti ed è Belcastro a trovare il raddoppio per i rossoblù con lo 0-2 che accompagna le squadre negli spogliatoi. Nella ripresa Milano converte in rete altre 2 penalità, subisce in meno di un minuto le reti di Letizia e Perazzelli ma poi “mette in ghiaccio” la gara con le marcature di Ferrari e Banchero per il 2-6 finale. Ecco cosa ci hanno raccontato negli spogliatoi due dei protagonisti dell’incontro: l’attaccante del Real Riccardo Corio << Ci aspettavamo forse un risultato diverso, abbiamo capito che in questo sport a certi livelli i dettagli fanno la differenza e questa volta il power-play del Milano ha fatto decisamente la differenza. Nulla da aggiungere, ci sta perdere e ci ha dato spunti su cui lavorare! Rispetto agli anni scorsi si è affrontato il Milano a viso aperto, non aspettando come fanno molte squadre, di questo siamo contenti>> ed il rientrante Matteo Barsanti per il Milano Quanta: << Stasera abbiamo disputato una buona partita su un campo dove è difficile esprimere un buon gioco e contro un Real che sta dimostrando di meritarsi appieno il 3° posto in campionato. Siamo stati bravi ad avere pazienza senza forzare il gioco e sfruttare bene praticamente tutte le situazioni di power-play>>

Alle 20.30 il derby vicentino fra Vipers e Diavoli ha visto un sostanziale equilibrio per i primi 15’ con l’Asiago addirittura più gagliardo degli ospiti. Per i padroni di casa però d’un tratto scende “notte fonda” con Zerdin, Delfino e Munari a capitalizzare le prime 3 superiorità numeriche per gli uomini di Roffo. I Vipers spariscono e i Diavoli banchettano su ciò che ne resta. 6-0 all’intervallo e 10-0 al cinquantesimo raccontano più di qualsiasi parola quanto impalpabile sia stata la prestazione di Berthod e compagni. Vicenza resta in scia di Milano mentre Asiago scivola mestamente all’ottavo posto in coabitazione con Ferrara. Queste le emozioni dei protagonisti raccolte a caldo: Gianluca Stella << C’è poco da dire quando si esce con un tale risultato. Abbiamo giocato un avvio di gara che mi aveva fatto ben sperare ma poi ci siamo letteralmente squagliati sullo 0-2 ed è iniziata una gara che non so come definire o, meglio, evito di definire. Di sicuro è meglio che tutti si parli meno, si sia meno “allegri” e che si cominci a giocare! >>. Per i Diavoli ecco come ha visto il match Andrea Ustignani: << Nei primi 15’ entrambe le formazioni hanno espresso un buon gioco tenendo un ritmo alto. Noi siamo stati bravi a sfruttare i power play che asiago ci ha concesso e alcune altre occasioni; Alberti “ha fatto il suo” tra i pali e abbiamo chiuso il primo parziale addirittura sul 6 a 0. Nel secondo tempo c’è stato troppo nervosismo da parte di Asiago che, a parere mio, a pensato più a puntare l’uomo che a recuperare nel punteggio e sinceramente credo che una squadra come la loro abbia tutte le qualità per metterci “ i bastoni fra le ruote” come ha dimostrato l’anno scorso in coppa Italia portandoci ai rigori. Nonostante tantissime penalità siamo riusciti a sfruttare tutte le occasioni andando a segno con tutte i blocchi e a non subire gol grazie anche al subentrato Frigo. Sono contento della squadra per come ha mantenuto calma e concentrazione e per come abbiamo interpretato la partita. Faccio un sincero in bocca al lupo all’Asiago per il resto del campionato >>.

La super-sfida salvezza di Piacenza fra Lepis e Verona sorride agli Emiliani ma ci vogliono addirittura i tiri di rigore per decretare la vincente della partita. Piacenza parte meglio (2-0) ma si fa raggiungere dal Cus (che per l’occasione ha schierato “a sorpresa” anche Cavazzana e Stevanoni) prima sul 2-2, poi sul 3-3 e, infine, sul 4-4 con pochissimi secondi sul cronometro. La squadra di Franko buca una superiorità in overtime e Cipriano, dall’altra parte, sventa una occasionissima per Sabaini; ai rigori segna solo Vezzoli che, così, regala ai suoi mezza salvezza. Per Piacenza grande festa ma anche l’impressione di aver gettato un punto come confermano le parole del coach slovacco Juraj Franko: <<E’ stata una partita molto combattuta, ci meritavamo l’intera posta in palio però si gioca fino alla fine e Verona ha sfruttato nostra disattenzione negli ultimissimi secondi per pareggiare. Complimenti alla mia squadra per l’impegno ed il cuore messi in campo. Complimenti sinceri anche ai nostri avversari che ci ha messo in grande difficoltà. Forza Lupi! >>. Per il CUS questa invece l’analisi “critica” di Luca Perini: << Questa era una partita molto importante per entrambe le squadre. Tutti i giocatori hanno combattuto per portare a casa punti sudando fino alla fine, ma è stata rovinata dalla coppia arbitrale che ha rovinato l’incontro. Complimenti però al Piacenza.>>

A Monleale, sono Sportleale e Cittadella a dar vita ad una partita alquanto interessante e combattuta per tutti i 50’. Alla fine a spuntarla è la squadra di casa che prima allunga sul 3-0 per poi vedersi rimontare fino al 3-2 dell’intervallo. Nella ripresa Xamin riporta a + 2 i Falchi (4-2) ma le reti di Tonin e Grigoletto impattano il match con 18 minuti sul cronometro. Al 35mo gira definitivamente l’incontro con Monleale due volte a rete in meno di 60 secondi: ancora Xamin e poi Alutto decretano il 6-4 che resiste fino al 50mo grazie anche alla buona vena di Peruzzi, vero e proprio “amuleto” dei piemontesi. Per Monleale ecco il commento del rientrante Marco Peruzzi: << Vittoria fondamentale in ottica classifica, abbiamo approcciato bene la gara e conquistato 3 punti fondamentali per i playoff. Finalmente eravamo quasi al completo (assente solo Romero, ndr) e questo ci ha permesso di chiudere il girone di andata con un’altra vittoria. Un po’ di amaro in bocca c’è perchè nella prima parte di stagione potevamo fare qualcosa di più specialmente nelle coppe >>. Queste invece le parole del giovane Elia Bragagnolo: << Partita non impossibile ma nemmeno facile su una pista per noi molto ostica. Le cose si sono subito messe in salita e anche a causa della superficie abbiamo faticato a tenere testa agli avversari nel primo tempo finendo sotto di due reti. Nel secondo tempo abbiamo cambiato mentalità e nei primi minuti di gioco abbiamo trovato il pareggio. Bravi però loro a gestire la partita e a farci nel giro di pochi secondi due goal che, purtroppo, non siamo più riusciti a recuperare >>.
Sabato prossimo al via il girone di ritorno che con 5 squadre in 4 punti, dalla quarta alla ottava posizione, si preannuncia a dir poco interessante e tutto da vivere.

Serie A – I risultati della 9a giornata (25 gennaio):
Ghosts Padova – Ferrara Hockey: 8-5 (7-1)
Real Torino – Milano Quanta: 2-6 (0-2)
Lepis Piacenza – CUS Verona: 5-4 ai rigori (2-2; 4-4)
Asiago Vipers – Diavoli Vicenza: 0-10 (0-6)
Monleale Sportleale – Cittadella HP: 6-4 (4-2)

La classifica dopo 9 giornate: Milano Quanta 27 punti; Diavoli Vicenza 24 punti; Real Torino 19 punti; Ghosts Padova 15 punti; Sportleale Monleale e Cittadella HP 12 punti;Asiago Vipers e Ferrara Hockey 10 punti; Lepis Piacenza 5 punti; Cus Verona 1 punto.

Risultati Pallanuoto Treviglio
gen 29@23:00–gen 30@00:00

Serie C

PN TREVIGLIO vs LIBERTAS VIRGILIANA MANTOVA

21-5

Sabato 25 gennaio ore 19:30

Piscina Comunale di Romano di Lombardia

UNDER 17

PN TREVIGLIO vs SPORTING LODI

9-4

Domenica 26 gennaio ore 13.30 

Piscina Comunale di Romano di Lombardia

 

UNDER 15

CAMPIONATO FIN GIRONE 1

SPORT MANAGEMENT- PALLANUOTO TREVIGLIO  

12 -7

Sabato 25 gennaio ore 19:30

Piscina di Busto Arsizio

 

UNDER 11

Domenica 26 gennaio ore 14.30

Piscina di Dalmine

 

Raggruppamento con: PN Treviglio, Onda Blu

Andata:

PN TREVIGLIO – ONDA BLU 4-8

Ritorno:

ONDA BLU-PN TREVIGLIO 10-4

Tirocini estivi in Provincia di Bolzano, scadenza termini domande
gen 29@23:00–gen 30@00:00

Studenti e neolaureati hanno tempo fino al 31 gennaio per presentare le domande di tirocinio nell’amministrazione provinciale per l’estate 2020.

Anche nell’estate 2020 la Provincia di Bolzano mette a disposizione 200 posti per giovani studenti delle scuole superiori e di neolaureati che potranno trascorrere all’interno dell’amministrazione un periodo da 1 a 3 mesi. Potranno presentare domanda di tirocinio estivo anche quei ragazzi che già in passato hanno trascorso un periodo di stage all’interno dell’amministrazione provinciale. Il termine per presentare le domande di tirocinio, comprese quelle per i tirocini negli uffici provinciali di Roma e Bruxelles, scade alle ore 12 di venerdì 31 gennaio. Il tirocinio estivo viene retribuito con una somma che va dai 30 ai 50 euro lordi al giorno.

Le graduatorie con le assegnazioni dei tirocinanti, anche in base alle richieste di Ripartizioni e uffici, saranno presumibilmente completate e pubblicate ai primi di marzo, i tirocinanti saranno contattati tramite posta elettronica entro il 20 marzo. Per ulteriori informazioni si può contattare l’Ufficio assunzioni personale di via Renon 13, a Bolzano: Irene Egger (0471 412118) per domande e graduatorie, Tanja Nicolussi Rossi (0471 412116) per assegnazioni e organizzazione. Per ulteriori informazioni e dettagli è possibile consultare il portale web della Provincia nella sezione praticantato estivo – assunzione nell’amministrazione provinciale.

gen
30
gio
2020
UST – “Un sopravvissuto di Varsavia”, racconto musicale di Arnold Schoenberg
gen 30@10:30–11:30

Nell’ambito delle numerose iniziative messe in campo dagli Istituti scolastici della provincia di Sondrio unitamente a quelle promosse da Comuni, Enti e Associazioni per le celebrazioni della Giornata della Memoria, l’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio promuove per giovedì 30 gennaio lo spettacolo rivolto agli studenti dal titolo “Un sopravvissuto di Varsavia“, racconto musicale di Arnold Schoenberg accompagnato dalla voce narrante del pianista e musicologo Pietro Ciapponi. La speciale “lezione-concerto” andrà in scena presso l’Aula Magna dell’Istituto “Nervi-Ferrari” di Morbegno dalle ore 10.30 alle ore 12.30.

A Bressanone il Tour of the Alps 2020 scopre i suoi protagonisti
gen 30@11:00–12:00

Mentre il Tour Down Under in Australia darà il via tra pochi giorni alla stagione del ciclismo internazionale, anche il Tour of the Alps si prepara a svelare le sue carte. L’evento euroregionale in programma dal 20 al 24 aprile 2020, il cui percorso è stato reso noto nella presentazione di Milano dello scorso ottobre, si accinge a rivelare anche quali saranno i protagonisti di questa 44a edizione.

 

La corsa a tappe che unisce Tirolo, Alto Adige e Trentino partirà da Bressanone, e sarà proprio la località altoatesina ad ospitare giovedì 30 gennaio la presentazione nell’ambito della quale saranno annunciati i nomi delle formazioni al via: l’appuntamento è per le ore 11:00 nella Sala Adrian Egger (Via Portici Maggiori 14, primo piano). In totale le squadre saranno 20, con una forte componente di formazioni World Tour, a garantire un livello tecnico di assoluto spessore.

 

Alla presentazione prenderanno parte, oltre al Presidente del GS Alto Garda Giacomo Santini, il Sindaco di Bressanone Peter Brunner, il Direttore di APT Brixen/Bressanone Werner Zanotti, il Direttore di APT Naturns/Naturno Uli Stampfer, il Presidente del Comitato FCI Alto Adige Nino Lazzarotto e la ciclista Élite Elena Pirrone, una delle tre ambassador di questa edizione del Tour of the Alps.

 

Caratterizzato da tappe brevi e frizzanti, ormai vero e proprio tratto distintivo della corsa euro-regionale, il Tour of the Alps è universalmente considerato lo spartiacque ideale in vista del Giro d’Italia. Non è un caso, quindi, che l’albo d’oro di questa corsa sia caratterizzato da alcuni dei grandi nomi del ciclismo mondiale. Geraint Thomas si è imposto nel 2017, mentre nel 2018 è stato il turno di Thibaut Pinot. Nel 2019, invece, è emerso un corridore giovane destinato ad una brillantissima carriera, Pavel Sivakov, che insieme al compagno di squadra Tao Geoghegan Hart si è reso protagonista di un’appassionante sfida con Vincenzo Nibali.

 

LE TAPPE

 

Lunedì 20 Aprile: Bressanone – Innsbruck, 142,8 Km
Dislivello: 1950 m. Difficoltà: **

 

Martedì 21 Aprile: Innsbruck – Feichten im Kaunertal, 121,5 Km
Dislivello: 2640 m. Difficoltà: ***

 

Mercoledì 22 Aprile: Imst – Naturno, 163,9 Km
Dislivello: 2290 m. Difficoltà: ***

 

Giovedì 23 Aprile: Naturno – Valle del Chiese/Pieve di Bono, 168,6 Km
Dislivello: 3880 m. Difficoltà: ****

 

Venerdì 24 Aprile: Valle del Chiese/Idroland – Riva del Garda, 120,9 Km
Dislivello: 2230 m. Difficoltà: ***

La Valle, più peso alle particolarità paesaggistiche
gen 30@14:55–15:55
Ok parziale della Giunta alle modifiche al PUC del comune di La Valle. Si a piccole zone turistiche per viles Cians e Tolpei, respinta quella per la vila Coz.

La Giunta provinciale, su proposta dell’assessora Maria Hochgruber Kuenzer, nella seduta di oggi (21 gennaio) ha preso in esame le modifiche al Piano urbanistico comunale deliberate dal Comune di La Valle e in particolare l’inserimento di tre nuove zone turistiche. Si tratta della previsione di nuove zone per insediamenti turistici alloggiativi presso le viles Cians, Tolpȅi e Coz, in merito alle quali la Commissione per la natura, il paesaggio e lo sviluppo del territorio aveva espresso un parere negativo. Seguendo criteri di sostenibilità, la Giunta provinciale ha fatto una valutazione dei tre siti che ha portato all’accoglimento delle piccole zone turistiche per le viles Cians e Tolpȅi e al respingimento di quella per la vila Coz. “Il lavoro svolto per la nuova legge sul territorio e il paesaggio – afferma l’assessora Hochgruber Kuenzer – porta i suoi frutti. Nessuno vuole impedire lo sviluppo dei nostri paesi, ma intendiamo valutare con maggiore sensibilità gli interventi al di fuori degli insediamenti compatti tutelando le nostre particolarità paesaggistiche”.

Le nuove piccole zone turistiche per le viles Cians e Tolpȅi sono state accolte perché entrambe presentano già più di 10 edifici abitativi e una densità edilizia di 1,0 e così le caratteristiche di un insediamento residenziale. Inoltre, i progetti previsti presso queste viles ben si inseriscono nella struttura insediativa compatta. La Giunta provinciale ha prescritto che i progetti per entrambe le nuove zone turistiche dovranno essere sottoposti preventivamente all’esame del Comitato per la cultura edilizia e il paesaggio. I motivi che hanno indotto, invece, la Giunta a disporre il respingimento della nuova zona per insediamenti turistici alloggiativi presso la vila Coz si riferiscono alle particolarità paesaggistiche in cui sono stati costruiti gli edifici residenziali esistenti ed anche alla necessità di tutelare questi edifici nel loro insieme.

Trento, le bancarelle del mercato tornano in via Esterle, via Borsieri e via al Torrione
gen 30@15:00–16:00

A seguito della conclusione dei lavori al parcheggio pertinenziale, da giovedì 30 gennaio 24 bancarelle (sulle 26 in totale) che nei mesi scorsi sono state trasferite temporaneamente in via Belenzani torneranno nelle postazioni originarie di via Esterle, via Borsieri e via al Torrione, mantenendo la medesima superficie di vendita. Altre due bancarelle (abbigliamento tecnico e alimentari) verranno invece trasferite da via Belenzani in via Verdi, come concordato con le associazioni di categoria.

Trento, CuraInsieme: iscrizioni al corso di formazione
gen 30@16:55–17:55

Partirà il 19 febbraio a Trento il primo corso di formazione gratuito per persone che assistono un familiare anziano non autosufficiente. I percorsi fanno parte del progetto CuraInsieme, frutto di una co-progettazione che ha visto impegnati Provincia, Comunità, APSS, UPIPA, Consulta per la salute e Fondazione Demarchi. CuraInsieme ha preso avvio lo scorso anno coinvolgendo i caregiver e, più in generale, tutte le persone interessate, in serate informative e di sensibilizzazione proposte sull’intero territorio provinciale.

I corsi, durante i quali saranno ripresi e approfonditi gli argomenti trattati nelle serate informative, si propongono di sviluppare le competenze tecniche e organizzative del familiare-caregiver per migliorare la sua capacità di assistenza in modo che possa affiancare e collaborare in maniera più efficace con i professionisti delle cure. Inoltre si vuole offrire un supporto alle famiglie, valorizzando il loro ruolo insostituibile, e contribuire al mantenimento del loro benessere psico-fisico.

Per ogni corso sono previsti 9 incontri di 2 ore ciascuno (di cui due laboratori presso le RSA) a cadenza settimanale. A supporto dei partecipanti saranno resi disponibili dei moduli on-line che anticipano i temi che saranno poi trattati e sviluppati negli incontri in aula.

A Trento il corso verrà attivato con un numero minimo di 14 iscritti e fino ad un massimo di 25.

È richiesta pertanto l’iscrizione, da effettuare entro il 31 gennaio contattando la Fondazione Franco Demarchi (n. tel. 0461 273639 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.30, e-mail: andrea.cortelletti@fdemarchi.it).

Gli incontri si terranno a partire dalle 17.30 presso la Fondazione Franco Demarchi, piazza S. Maria Maggiore 7, tranne i due laboratori organizzati il 18 e 25 marzo presso la RSA S. Bartolomeo – APSP Civica di Trento. Il calendario del corso è disponibile su www.comune.trento.it

 

Arco, Time Out Musical Lab
gen 30@18:00–19:00

Time Out Musical Lab è un laboratorio di canto, recitazione, danza e arti circensi per ragazzi delle medie e della prima superiore (età da 10 a 14 anni) che si svolge tutti i venerdì dalle 17 alle 19 nella palestra del Centro aperto «Punto X» dal 24 gennaio al 27 marzo.

 

L’intero percorso di Time Out (che dura fino a maggio) costa 20 euro, da sommare ai 20 euro della iscrizione annuale al Centro aperto «Punto X». La prima lezione è libera e gratuita. Si parte quindi il 24 gennaio con «Ricomincia l’avventura», con lo psicologo e drammaterapeuta del Centro Studi Evolution di Verona Andrea Picco (inizio alle 17, conclusione alle 19 con una pizza).

 

Il laboratorio di teatro musicale, condotto da Mariapia Molinari (esperta di canto e regista dell’associazione filodrammatica «L’arte delle muse»), Francesco Maria Moncher (maestro di coro, direttore d’orchestra e co-regista) e Martina Scalini (coreografa e aiuto regista dell’associazione filodrammatica «L’arte delle muse»), si tiene nei venerdì del 31 gennaio, del 14 e del 21 febbraio e del 20 marzo. Il laboratorio di coreografia e recitazione, condotto dda Giacomo Marcheschi (regista, attore e coreografo), si tiene nei tre giorni dal 6 all’8 marzo. Infine, il laboratorio di giococirco e tessuti aerei, con Sonia Cipriani (istruttrice di arrampicata ed esperta di acrobatica aerea), Diego Farina (educatore dell’Apsp Casa Mia ed esperto di teatr-circo) e Alberto Strain (educatore dell’Apsp Casa Mia e istruttore Isef), si tiene nei venerdì del 7 e del 28 febbraio e del 13 e del 27 marzo.

 

Time Out è realizzato dal Comune di Riva del Garda con la collaborazione dell’Apsp Casa Mia, del Centro Studi Evolution e dell’associazione filodrammatica «L’arte delle muse».

Informazioni e prenotazioni: Apsp Casa Mia, viale Trento 26, Riva del Garda, telefono 333 9164194 oppure 0464 576232, sito web www.casamiariva.it

Lombardia, presentato il rapport ERSAF sul patrimonio forestale regionale
gen 30@18:00–19:00

La Lombardia è la terza regione italiana per superficie forestale, che con una vastità di 619.893 ettari, ricopre il 26% del territorio lombardo e il 7% di quello nazionale, con uno sviluppo complessivo del 2,1% rispetto agli anni precedenti. Le aree boschive sono concentrate soprattutto nelle province di Como e Lecco (47%) e di Varese (44%). Seguono Brescia (27,7%), Sondrio (20,2%) e Bergamo (18,3%). Gli oltre 600 mila ettari del patrimonio forestale sono distribuiti per la maggior parte in montagna (81%): in collina si trova il 12% e in pianura il restante 7%. Le imprese boschive in Lombardia sono 312 e coinvolgono 1.349 addetti.

 

Questi sono i numeri illustrati oggi in Commissione Agricoltura, Montagne, Foreste e Parchi in occasione della presentazione delrapporto sullo stato delle foreste in Lombardia, relativo all’anno 2018, curato da ERSAF, l’Ente Regionale per i servizi all’Agricoltura e alle Foreste, e realizzato sulla base dei dati provenienti da fonti ufficiali di Regione Lombardia (SIARL, SITaB, Pianificazioni forestali, Direzioni Generali, ARPA) e dalle Associazioni di settore, dalle imprese boschive, dai Carabinieri Forestali, dagli Enti di ricerca e dagli Enti forestali.

 

“In ambito forestale - ha dichiarato Ruggero Invernizzi, Presidente della Commissione Agricoltura –  Regione Lombardia ha un grande potenziale nella produzione del legname per tutta la filiera, dalla pioppicoltura alla realizzazione di mobili, come emerge dal Rapporto ERSAF. La raccolta del legname, che viene riutilizzato anche per scopi energetici, mantiene pulite le foreste prevenendo gli incendi che, come si è visto in questi giorni in Australia, devastano un intero territorio con gravi ripercussioni ambientali”

 

“Dal rapporto ERSAF - ha dichiarato Gigliola Spelzini, Presidente della Commissione speciale Montagna -  emerge la multifunzionalità dei boschi lombardi, la loro importanza per la protezione del suolo, delle acque e della fauna. La supervisione di questi territori è fondamentale per prevenire incendi, frane o smottamenti. È necessario tenere sempre alta la guardia e alimentare la cultura della prevenzione senza limitarsi alla sola gestione delle emergenze”.

 

Nel rapporto presentato oggi viene evidenziata una diminuzione degli incendi, che nel 2018 sono quasi dimezzati rispetto alla media dell’ultimo decennio (89 in tutta la Lombardia su una media decennale di 159): negli interventi di spegnimento e soccorso sono stati coinvolti 1.964 operatori. La provincia più colpita è quella di Como con 28 incendi domati che hanno interessato una superficie forestale di oltre mille ettari.

Sempre nel 2018 sono 565.237 i metri cubi di legname fornito per soddisfare la  richiesta del mercato con un calo del 3,4% rispetto al 2017. La maggior parte della legna (76,2%) viene destinata per scopi energetici.

Poste, pagamento bollo auto in provincia di Brescia
gen 30@19:45–20:45

I cittadini della provincia di Brescia possono pagare il bollo auto in qualsiasi Ufficio Postale del territorio. Tutti gli sportelli sono collegati con l’archivio delle tasse automobilistiche ed è possibile conoscere in tempo reale l’importo del bollo auto comprensivo di eventuali more ed interessi.

E’ sufficiente comunicare all’operatore di sportello i dati relativi al pagamento (Regione/Provincia di residenza, Targa/Telaio, Tipo di veicolo ed eventuale riduzione) senza preoccuparsi di calcolare l’importo dovuto e senza compilare alcun modulo.

Sarà inoltre possibile regolarizzare le posizioni riferite alle annualità precedenti che non risultano saldate specificando la data di scadenza e i mesi di validità del pagamento.

Il versamento della tassa automobilistica in scadenza il prossimo 31 gennaio può essere effettuato in contanti, con la carta Postamat o Postepay, con Carte di Credito del circuito Vpay e Maestro e con Carte di Credito Visa, Mastercard e American Express.

Il servizio è disponibile anche online sul sito www.poste.it per gli utenti registrati al sito e per i correntisti BancoPosta e i titolari di carte PostePay.

FeralpiSalò, Calciomercato: Guidetti prolunga
gen 30@20:00–21:00

Feralpisalò Srl ha trovato l’accordo per il rinnovo contrattuale con il centrocampista Luca Guidetti. Il calciatore ha firmato con i Leoni del Garda il prolungamento dell’accordo che lo legherà ai verdeblù fino al 30 giugno 2021.

Tecnologia 5G, ultime serate informative
gen 30@20:00–21:00

A Brunico e Merano, il 29 e 30 gennaio, in programma le ultime due serate informative sulla tecnologia 5G. Successo di partecipazione per i primi due incontri.

Il 5G non è soltanto la quinta generazione di telefonia mobile, ma rappresenta un salto di qualità enorme nel settore delle telecomunicazioni. Nelle ultime settimane, in Alto Adige, la popolazione ha potuto informarsi sul tema grazie alle prime due serate informative tenutesi a Bolzano e Bressanone, volute dall’assessore all’ambiente ed energia Giuliano Vettorato e organizzate in collaborazione con l’Agenzia per l’ambiente e la tutela del clima. “Garantire una corretta informazione e sensibilizzare l’opinione pubblica è un aspetto fondamentale – spiega Giuliano Vettorato – rispetto a questa evoluzione tecnologica vogliamo fornire, quanto più possibile, un quadro dettagliato sulle questioni emergenti in materia di salute e ambiente”.

Ultime due serate a Brunico e Merano 

La campagna informativa sulla tecnologia 5G proseguirà la prossima settimana con gli ultimi due appuntamenti, tutti ad ingresso libero e con traduzione simultanea.  Alle serate prenderanno parte l’assessore Giuliano VettoratoLuca Verdi, del Laboratorio Analisi aria e radioprotezione dell’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima, che aggiornerà il quadro per la Provincia di Bolzano, e Daniele Mandrioli, del Centro di ricerca sul cancro “Cesare Maltoni” dell’Istituto Ramazzini di Bologna, che relazionerà sugli effetti sulla salute. Il prossimo appuntamento è programmato per

mercoledì 29 gennaio 2020

alle ore 19.30

presso il Liceo pedagogico in lingua tedesca

in parco Tschurtschenthaler 1, a Brunico

La quarta e ultima serata informativa sulla tecnologia 5G avrà invece luogo

giovedì 30 gennaio 2020

alle ore 20

presso la sala civica

in via Otto Huber 8, a Merano

Ulteriori informazioni sul tema della tecnologia 5G e, più in generale, delle radiazioni, sono disponibili sul portale web della Provincia dedicato all’ambiente nella sezione campi elettromagnetici.

A Rovereto arriva Licia Lanera, la signora punk del teatro italiano
gen 30@21:00–22:00

Giovedì 30 gennaio arriva a Rovereto (Auditorium Fausto Melotti, ore 21LICIA LANERA, la signora punk del teatro italiano, e porta con sé tutta la cupa inquietudine della letteratura russa. “GUARDA COME NEVICA 1. CUORE DI CANE”, spettacolo tratto dal romanzo di Michail Bulgakov, sarà il protagonista del quinto appuntamento di Altre Tendenze, rassegna organizzata dal Centro Servizi Culturali S. Chiara. Prodotto da Compagnia Licia Lanera, in coproduzione con TPE – Teatro Piemonte, lo spettacolo vedrà in scena la stessa regista barese – recentemente compresa nei “30 nomi che contano a Bari” dal Corriere del Mezzogiorno – accompagnata dalla musica elettronica live eseguita da Tommaso Qzerty Danisi.

“Guarda come nevica 1. Cuore di cane” è il primo capitolo di una trilogia dedicata all’ispirazione letteraria che giunge dai testi e dagli autori russi. Il progetto, originariamente nato per il programma “Tutto esaurito!” di Rai Radio 3 e per questo caratterizzato dalla supremazia della componente sonora, porta in scena l’adattamento del romanzo di Michail Bulgakov. La storia, frequentemente paragonata a Frankenstein, racconta del professor Filippovic, andrologo e ginecologo impegnato in una ricerca sul ringiovanimento del corpo umano. Il caso farà incrociare le strade dello scienziato e di Pallino, cane randagio in procinto di morire di fame e di freddo nelle vie di Mosca. Il professore deciderà di trapiantare i testicoli e l’ipofisi di un uomo morto al cane, creando un ibrido bestiale e rendendolo in grado di parlare e di pensare come una persona.

Uno spettacolo in cui l’inconfondibile verve dell’attrice barese e la musica elettronica di Tommaso Qzerty Danisi riescono a scavare l’ossessione per la bellezza e la giovinezza della società odierna, raccontandone l’angoscia attraverso un’irreale esasperazione. «In Cuore di Cane è presente l’ossessione per la bellezza e la giovinezza, tema a me molto caro che ho ampiamente affrontato in TheBlack’s Tales Tour. – spiega Licia Lanera nelle note di regia - Il mio interesse sta nell’analizzare le conseguenze di questo fenomeno che riproduce una società narcisista e sola, sempre giovane, così giovane da legare la nostra coscienza a una chat di Facebook o a un paio di scarpe; allontanandoci sempre più dalla possibilità di assumere responsabilità reali».

Biglietti in prevendita su www.primiallaprima.it (acquistabili fino alle ore 19 del giorno dell’evento).

Alto Adige, Natura 2000: piano d’azione da 66,5 milioni per il periodo 2021-2027
gen 30@21:00–22:00

Nel periodo 2021-2027 serviranno circa 66,5 milioni di euro per gestire Natura 2000 in Alto Adige. Via libera della Giunta provinciale alla proposta di azioni prioritarie d’intervento.

Il fabbisogno finanziario complessivo per la gestione di Natura 2000 in Alto Adige nel periodo 2021-2027 ammonta a circa 66,5 milioni di euro. Lo ha stimato la Ripartizione natura, paesaggio e sviluppo del territorio assieme alla Ripartizione foreste per la Provincia su incarico del Ministero dell’ambiente. La Giunta provinciale nella seduta di oggi (21 gennaio) ha preso in esame ed approvato il documento presentato dall’assessora competente Maria Hochgruber Kuenzer, la quale sottolinea che “questa pianificazione costituisce il presupposto per poter ottenere i previsti fondi comunitari al fine di attuare le misure necessarie alla salvaguardia di habitat e specie sia all’interno che all’esterno dei territori Natura 2000″. La stima va a completare lo strumento di pianificazione delle misure e delle risorse che lo Stato italiano predispone su richiesta della Commissione europea ai sensi della Direttiva Habitat. Tale strumento di pianificazione è il cosiddetto PAF (Prioritised Action Framework) con il quale gli stati membri UE indicano le azioni prioritarie di intervento nei vari ambiti di Natura 2000 riferite al rispettivo ambito territoriale.

Che cos’è Natura 2000?

Natura 2000 è la rete europea formata dalle aree destinate alla conservazione della diversità biologica ed in particolare alla tutela deglhabitat, di specie animali e vegetali ritenute meritevoli di protezione a livello europeo. Fino ad oggi in Alto Adige sono stati designati complessivamente 44 siti Natura 2000, dei quali 4 sono siti di interesse comunitario e 40 zone speciali di conservazione. Vi sono inoltre 17 zone di protezione speciale per la conservazione degli uccelli selvatici. Si tratta in totale di 150.000 ettari, ovvero di circa il 20% della superficie territoriale dell’Alto Adige. Le varie misure di mantenimento e di ripristino di specie e habitat relative ai siti Natura 2000 in Alto Adige vengono implementate dalla Ripartizione natura, paesaggio e sviluppo del territorio in sinergia con la Ripartizione foreste e il settore della sistemazione bacini montani della Protezione civile.

Azioni prioritarie sino al 2027

Per tali misure e per misure aggiuntive il quadro di azioni prioritarie stilato per il periodo 2021-2027 prevede un investimento annuo di circa 9,5 milioni di euro. Il 38% di questi fondi, ovvero 3.631.000 euro, sono destinati ai premi incentivanti per la cura del paesaggio. Altri importanti settori d’intervento sono l’educazione ambientale, l’attività di monitoraggio e quella di riqualificazione di specie ed ecosistemi.

Domande Trento Cultural Footprint
gen 30@21:00–22:00

Nell’ambito del protocollo d’intesa fra Università e Comune di Trento – Unicittà e dei relativi programmi di attività, è stato approvato e finanziato il progetto Trento Cultural Footprint, che mira a favorire il dialogo tra cittadini e comunità universitaria sostenendo proposte socio-culturali e creative per l’uso temporaneo di spazi di proprietà di Comune e Università poco utilizzati o conosciuti.

I progetti da realizzare devono coinvolgere cittadini e universitari e rientrare all’interno delle seguenti sezioni: installazioni artistiche e arredi urbani innovativi temporanei, anche attraverso soluzioni digitali e/o virtuali, performance ed eventi artistici, talk, workshop, conferenze, attività di valorizzazione, anche enogastronomica, del territorio trentino, combinazioni delle suddette sezioni.

I progetti dovranno integrare le finalità di rigenerazione urbana, innovazione sociale, valorizzazione del patrimonio architettonico e culturale nell’ottica di favorire il dialogo fra città e comunità universitaria.

Il bando è aperto a partenariati costituiti da almeno due soggetti, rappresentanti rispettivamente della comunità universitaria e della comunità cittadina, dei quali almeno uno dotato di personalità giuridica.

Gli spazi messi a disposizione da Comune e Università degli studi di Trento sono le terrazze e i cortili del Polo Ferrari 2 (via Sommarive 9), il cortile del Dipartimento di Economia (via Inama 5) e il Cortile dei poeti (via delle Orfane 9).

La domanda di partecipazione dovrà essere sottoscritta e presentata dal soggetto capofila, completa di marca da bollo da 16 euro, tramite email inviata da casella di posta elettronica o pec a servizio.cultura-turismo@pec.comune.trento.it  entro le ore 12 di martedì 11 febbraio, allegando copia di statuto e atto costitutivo del soggetto capofila e lettere di adesione dei partner complete di descrizione del ruolo di questi nel progetto e sottoscritte dai rispettivi legali rappresentanti o, in caso di gruppi informali, del portavoce.

Il budget complessivo stanziato è pari a 13mila euro. Ciascun progetto selezionato sarà sostenuto attraverso un contributo pari al massimo all’80% delle spese ammissibili a finanziamento e fino ad un massimo di 3mila euro, la concessione gratuita degli spazi, la promozione e la pubblicizzazione delle attività proposte.

Il testo integrale del bando è pubblicato sul sito del progetto Unicittà.

 

Forward: seconda edizione per il percorso dedicato ai produttori cinematografici
gen 30@21:00–22:00

Forward è un laboratorio di alta formazione e mentoring professionale per produttori cinematografici promosso da Trentino Film Commission, che si terrà nel capoluogo dal 28 aprile al 1° maggio 2020. Arrivato alla sua seconda edizione, si avvale della collaborazione di Trento Film Festival e di RE-ACT, iniziativa trans regionale finalizzata allo sviluppo di co-produzioni audiovisive internazionali.
Gli incontri, coordinati e condotti dalle produttrici Nadia Trevisan, presidente e co-fondatrice di Nefertiti Film, e da Erica Barbiani, autrice, produttrice, story-editor e fondatrice di Videomante, offrono l’opportunità a 13 partecipanti di approfondire le competenze proprie del produttore cinematografico.
Il termine per presentare la propria candidatura è il 16 marzo.

Il laboratorio permette di acquisire e rafforzare competenze creative ed editoriali, di sviluppare capacità di progettazione imprenditoriale e posizionamento nel mercato contemporaneo, e di stimolare opportunità di co-produzione in ottica regionale, nazionale ed internazionale. Forward è dedicato sia a produttori emergenti, sia a produttori che hanno già un’esperienza comprovata nella realizzazione di prodotti audiovisivi per il mercato cinematografico e televisivo. Il workshop mira a costruire le basi necessarie per consolidare le competenze del produttore nello sviluppo di un progetto audiovisivo.
Verranno selezionati massimo 9 partecipanti con progetto e massimo 4 partecipanti (uditori) senza progetto.
I produttori selezionati parteciperanno a 4 giorni di workshop dal 28 aprile al 1° maggio; nei primi tre giorni, dal 28 al 30 aprile, a partire dai progetti dei partecipanti, il workshop si articolerà attraverso focus specifici e sessioni plenarie, affrontando in maniera organica temi come l’apporto creativo del produttore nello sviluppo dei progetti, la composizione del team creativo, strategie di finanziamento tradizionali ed alternativi, ecc. L’ultimo giorno sarà dedicato, al mattino, alle consultazioni individuali tra partecipanti e docenti sui progetti presentati, mentre nel pomeriggio i partecipanti parteciperanno a due masterclass di approfondimento su strategie di distribuzione per prodotti audiovisivi e cinematografici indipendenti.
A conclusione del corso, sabato 2 maggio, i partecipanti avranno la possibilità di prender parte all’Industry Day del Trento Film Festival, con incontri, tavole rotonde, one to one meetings con distributori, direttori di festival, commissioning editors.
Iscrizioni
Entro le ore 12 di lunedì 16 marzo 2020 sulla base delle indicazioni pubblicate sul sito: www.trentinofilmcommission.it/forward

Info prenotazioni pranzo sociale Comitato A.N.D.O.S. di Valle Camonica – Sebino
gen 30@21:00–22:00

Il pranzo, momento conviviale per eccellenza, sarà anche l’occasione per restare aggiornati sulle novità del Comitato A.N.D.O.S. di Valle Camonica – Sebino, con un resoconto delle attività svolte nel 2019 e un’anticipazione sul programma del 2020.
PRENOTAZIONI
entro martedì 11 febbraio
contattando:

Fulvia – 349 834 7065
Mariangela – 339 259 4052
Ivana – 0364 530601
Antonia – 328 293 7814
Gabriella – 347 458 7008

Quota solidale: euro 30; quota menù bambino: euro 20.
Evento su Facebook a questo link.
* la giornata verrà allietata dal Mago Johnny, che intratterrà gli ospiti con giochi di prestigio ai tavoli *

Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards: la montagna è “la terra promessa” dell’innovazione
gen 30@21:00–22:00

È tempo di emanciparci da una visione passatista e tradizionale della montagna. Siamo proiettati verso il futuro”. L’imprenditore ideatore di Lagazuoi Expo Dolomiti Stefano Illing presenta i Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards, concorso che racconta e valorizza il settore high-tech, il design, l’innovazione legati alle vette. “La montagna esprime valori propri, non è uno schermo bianco su cui proiettare bisogni che appartengono alla città o alla pianura”. La riscossa di questi territori passa attraverso l’innovazione, sempre nel segno della sostenibilità.

 

Spazio quindi alle tecnologie, ai materiali innovativi, alla creatività, alla capacità di creare nuove narrazioni – attraverso la cinepresa – e all’esplorazione di tutte le opportunità offerte da un approccio attento alla Green Innovation Sustainability

 

Le idee selezionate saranno in mostra dal 21 febbraio al 7 aprile in un luogo unico come il Lagazuoi Expo Dolomiti, a 2.778 metri di altitudine, con vista su un orizzonte di vette.

 

Quattro le categorie in concorso: ognuna è stata affidata ad un team di esperti di alto profilo, che ha segnalato una rosa di candidati scelti tra i progetti più interessanti nel panorama nazionale e internazionale.

Ad individuare i vincitori di ogni categoria sono quattro giurie, una per ambito, composte da studenti e dottorandi universitari selezionati per profilo, ambito di studi e competenza.

 

La categoria “Turismo e sostenibilità della montagna” strizza l’occhio a un nuovo tipo di turista, sensibile alle tematiche ambientali e abituato a scegliere i dettagli della propria vacanza, senza aderire a formule di soggiorno prestabilite. I candidati sono stati proposti da un team composto da Sebastiano Venneri, responsabile turismo di Legambiente; Daniela Berta, direttore del Museo nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” di Torino; Maria Corvi, giornalista de La Stampa.

La rosa dei selezionati sarà valutata da una giuria composta dagli studenti dell’Università della Montagna (Università di Milano) sede di Edolo. Il referente è la prof.ssa Anna Giorgi, direttrice di Ge.S.Di.Mont. – Centro Interdipartimentale di Studi Applicati per la Gestione Sostenibile e la Difesa della Montagna dell’Università degli Studi di Milano.

 

La categoria Abbigliamento e Attrezzature da montagna riassume le migliori proposte di abbigliamento tecnico e attrezzature adatte a quote e condizioni climatiche particolari, frutto di approfondite ricerche e test. A individuare i candidati, in veste di selezionatori,Andrea Bianchi, editore di Mountainblog.it; Marco Di Marco, direttore di Sciare; Luca Castaldini, giornalista di Sportweek, dorso settimanale de La Gazzetta dello Sport. In giuria, i giovani designer di L.UN.A Libera Università delle Arti di Bologna, guidati dalreferente, il Prof. Dario Apollonio, preside di L.UN.A Libera Università delle Arti di Bologna, docente di metodologia progettuale e design.

 

Non manca, naturalmente, la categoria Innovazione digitale & App, dedicata alla “rivoluzione digitale”: le idee che permettono di vivere la montagna in modo differente, che si tratti di sport o di turismo, di sicurezza o di geolocalizzazione. Nel team dei selezionatori, Jacopo Pertile, licensee manager di TEDxCortina; Eduard Martinelli, direttore Associazione Nazionale Esercenti Funiviari (ANEF); Emiliano Audisio, curator and event manager Wired. La giuria, in questo caso, è composta dai membri dello Ski Club dell’SDA Bocconi School of Management, guidati dal referente Prof. Federico Pippo, docente di Finanza aziendale presso SDA Bocconi School of Management.

 

Infine, la categoria dedicata al Corto Montagna. Una selezione di brevi video raccontano la montagna attraverso molteplici punti di vista. Immagini e parole, filtrate dalla sensibilità del regista, decostruiscono e ricostruiscono l’immaginario legato alle terre alte, dando accesso a nuove chiavi di lettura. Il team dei selezionatori è stato composto da Laura Agnoletto, co-founder & art director del Milano Montagna Festival; Luca Bich, art director Cervinia Cinemountain Festival; Marco Ribetti, vicedirettore del Museo nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” di Torino; Luana Bisesti, direttrice del Trento Film Festival. In giuria, gli studenti della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano, coadiuvati dalla referente Germana Bianco, Ufficio Relazioni Internazionali e Festival della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano.

Per ulteriori informazioni: www.lagazuoiwima.org

Il calendario delle successive esposizioni

 

30 maggio – 28 agostoLagazuoi Photo Award

Durante il periodo estivo la galleria espone gli scatti vincitori della prima edizione del Lagazuoi Photo Award, ideato e curato da Denis Curti, fondatore e direttore della Galleria Still di Milano. Fotografi, professionisti e non, sono stati invitati a immortalare le Dolomiti, gettando le basi di un nuovo linguaggio visivo dedicato alla montagna. La giuria è composta, oltre allo stesso Curti e all’imprenditore di montagna Stefano Illing da: Nathalie Herschdorfer, curatrice indipendente specializzata in fotografia e direttore del Musée des Beaux-Arts Le Locle in Svizzera; Andréa Holzherr, Global Exhibition Director e curatrice per Magnum Photos; Susanna Tamaro, scrittrice; Mario Calabresi, giornalista e scrittore.

 

30 agosto – 18 ottobre: K2

Dalla fine dell’estate il K2 diventa protagonista di una narrazione che procede su un doppio binario, tra gli scatti del fotografo Matteo Zanga e il documentario di SkyTg24 girato dal giornalista Daniele Moretti. La mostra racconta la spedizione italiana e pakistana che nel 2014 ha reso omaggio, a 60 anni dall’impresa, alla conquista italiana del K2. Un omaggio speciale a Lino Lacedelli, “scoiattolo” di Cortina che dopo l’impresa sul K2 del 1954 è stato uno dei soci fondatori della società Lagazuoi.

UniMont, corso di perfezionamento in Project Management per la Montagna
gen 30@21:00–22:00

Corso di Perfezionamento in PROJECT MANAGEMENT PER LA MONTAGNA

CALENDARIO

È stato pubblicato il calendario delle lezioni del corso di perfezionamento in Project Management per la montagnaIl percorso di formazione si articolerà in 4 macro-ambiti:

  1. Ricognizione e panoramica dei principali programmi a livello Europeo, Nazionale e Regionale
  2. Logica di progetto e costruzione di una partnership
  3. Costruzione di un progetto e gestione finanziaria
  4. Laboratori di sperimentazione europea e best cases

50 ore di didattica, erogate anche in modalità e-learning attraverso l’aula virtuale con due laboratori pratici in presenza presso il polo di Edolo (Bs).

Data di inizio: venerdì 13 marzo 2020
Scadenza iscrizioni: 5 febbraio 2020

Guarda la BROCHURE - Leggi il BANDO - Consulta il SITO WEB

La Segreteria Didattica di Edolo rimane a disposizione per chiarimenti e informazioni: 0250330500 – corso.edolo@unimi.it

“L’uomo perfetto” al Teatro Martinitt con Milena Miconi e Nadia Rinaldi
gen 30@21:00–22:00

Esordisce sul palco del Martinitt il testo vincitore dell’edizione 2018 del concorso per giovani penne “Una commedia in cerca d’autori®”. Una riflessione profonda sull’amore in ogni sua sfaccettatura, compreso il complicato rapporto genitori-figli. Pensieri e aspirazioni, timori e fantasmi nell’esistenza malinconica ma ancora carica di speranza di un uomo rimasto solo, ma non troppo. In scena dal 30 gennaio al 16 febbraio.

Sanità, domande per gli assegni di studio
gen 30@21:25–22:25

Scade il 4 febbraio il primo termine per la presentazione delle domande di concessione degli assegni di studio per la formazione di base in ambito sanitario.

La Provincia concede assegni di studio per la formazione di base in ambito sanitario. I corsi devono avere inizio nel periodo compreso fra il 1° agosto 2019 e il 31 luglio 2020. Tra i corsi della formazione di base rientrano anche le iniziative formative a tempo pieno nel settore dell’osteopatia e della chiropratica, effettuate presso una sede universitaria riconosciuta con una durata minima di cinque anni. Per la concessione degli assegni di studio valgono gli stessi criteri adottati dall’Ufficio per il diritto allo studio universitario nell’assegnazione di borse di studio per la frequenza di strutture universitarie  o scuole di specializzazione. A differenza dello scorso anno, con i nuovi criteri è stata introdotta la DURP (Dichiarazione unificata di reddito e patrimonio) come base per il calcolo degli assegni di studio. Le dichiarazioni DURP e il certificato “Valore della situazione economica” (VSE), che misura la situazione economica del nucleo familiare, sono gratuite e possono essere richieste presso i patronati o i CAAF convenzionati.

Domande entro il 4 febbraio

Le domande dovranno essere presentate all’Ufficio ordinamento sanitario di via Gamper 1 (3° piano), a Bolzano, dove sono disponibili anche i relativi moduli. Il primo termine per la presentazione delle domande è stato fissato al 4 febbraio 2020 (ore 12), per i corsi iniziati tra il 1° agosto 2019 e il 31 dicembre 2019; la seconda scadenza è il 29 maggio 2020 (ore 12), per i corsi che hanno inizio tra il 1° gennaio 2020 e il 31 luglio 2020. Moduli e criteri possono essere anche scaricati dal portale web della Provincia nel servizio assegni di studio per la formazione di base in ambito sanitario. Per ulteriori informazioni è a disposizione l’Ufficio ordinamento sanitario (Claudia Paulato: 0471418152 – 0471418140 - ordinamentosanitario@provincia.bz.it).

Dario Bersanini Trio live
gen 30@21:30–22:30

Giovedì 30 gennaio 2020

Dario Bersanini Trio
live
presso
Devil Kiss Urban Brew Pub
Via della Ziziola 105
Brescia
Il Devil Kiss Urban Brew Pub si arricchisce di una serata speciale: GIO’ JAZZ, la rassegna musicale Jazz che si terrà tutti i giovedì sera nella seconda sala del pub.

Una programmazione ricca e ricercata, curata da Roberto Bellan, storico musicista cittadino, da ascoltare gustando l’ottima cucina, le birre artigianali o per chi vuole sperimentare, la carta dei cocktail studiata ad hoc per la serata.
Il Dario Bersanini trio si è formato circa 3 anni fa, quando i suoi componenti Dario Bersanini al sax, Lucia Viani al contrabbasso e Carlo Brufani alla chitarra, tutti provenienti da esperienze riferibili in senso molto ampio alla musica jazz e alle sue immediate articolazioni hanno deciso di proporre un loro progetto autonomo.

Il terreno di confronto scelto è la rilettura dei grandi classici provenienti dalla grande tradizione del song book americano in una chiave jazzistica.

Sono infatti presenti nel loro repertorio brani composti dai grandi song writers del secolo scorso, in ambito swing e be bop.

Non mancano all’interno del repertorio celeberrimi brani di bossa nova anch’essi riletti in chiave marcatamente jazzistica.
Dalle 21.30
Ingresso LIBERO

Posti a sedere limitati, si consiglia la prenotazione:

3281259022

Trento, bando tesi di laurea: ecco i vincitori
gen 30@21:30–22:30

Venti i laureati che hanno partecipato al bando proposto nell’ambito del Protocollo d’intesa sottoscritto tra Comune e Università degli Studi di Trento con lo scopo di premiare le migliori tesi di laurea discusse presso l’Ateneo trentino tra l’1 dicembre 2017 e il 31 luglio 2019, aventi come oggetto o come filo conduttore temi legati allo sviluppo e all’innovazione territoriale.

I testi candidati sono stati esaminati dai Servizi comunali competenti e da una commissione mista Comune – Università che le ha valutate secondo i seguenti criteri: originalità e rilevanza per l’argomento trattato, interesse del lavoro di tesi per lo sviluppo di politiche locali e l’innovazione del territorio, interesse ed appetibilità per i cittadini, motivazioni per la partecipazione al bando.

Sono state selezionate le tesi migliori, i cui autori saranno premiati con un riconoscimento in denaro di 500 euro ciascuno e con la possibilità di presentare il proprio lavoro nei prossimi mesi ad un pubblico non accademico.

I 10 vincitori parteciperanno ad un workshop di public speaking e divulgazione scientifica organizzato presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento in collaborazione con Unicittà.

Ecco i nomi dei vincitori e i titoli dei rispettivi elaborati:

  • Michele Anselmi Il turismo outdoor come modello di sviluppo sostenibile. Il territorio del Monte Bondone
  • Alex Benetti Conversione all’agricoltura biologica in Trentino: fattori di opportunità e criticità
  • Francesco D’Amico Nuovo centro natatorio di Trento: soluzioni energetiche e architettoniche per l’ottimizzazione degli impianti
  • Sara Dal Rì Vertical farming. Verso un nuovo scenario di agricoltura urbana per la città di Trento
  • Miriam Fiorenza Rigenerazione e politiche giovanili: quale collegamento per rispondere alle attuali sfide sociali? Un’analisi qualitativa del centro giovani Smart Lab di Rovereto
  • Francesco Giampiccolo La chiesa di Sant’Agata a Povo: rilievo, indagini archeometriche, monitoraggio strutturale e ipotesi di valorizzazione
  • Sandro Giuliari L’impresa di comunità: una forma organizzativa emergente per la gestione sostenibile dell’offerta turistica del territorio
  • Anna Maragno La città invisibile. Mappatura, rilievi avanzati e progetto di riuso del rifugio antiaereo “Alla Busa” di Trento
  • Cristina Pedersoli I tempi delle infrastrutture. Reti grigie, verdi e blu per la riprogettazione di spazi periurbani a Trento nord
  • Martina Trentini La salvaguardia del patrimonio artistico in caso d’incendio: linee guida con tre esempi di gestione della calamità in Trentino.
International Film Competition on Forests
gen 30@21:55–22:55

L’Associazione Montagna Italia indice il 3° Concorso Cinematografico Internazionale sulle Foreste. Il bando è aperto:

Festival del Cinema delle Foreste (novembre/November)

Deadline: 15/09/2020

Convocati e programma Mondiali junior short track a Bormio
gen 30@22:00–23:00

Formalizzate le convocazioni dei prescelti per i Mondiali junior di short track. Allo scoccare di domenica 26 gennaio 2020 il team azzurro si è riunito e ha fatto le sue valutazioni. Il gruppo di ragazzi affidati alle cure di Nicola Rodigari e di Gabriella Monteduro, che da mesi si allena costantemente con raduni collegiali e ritiri specifici, è composto a 10 atleti; di questi 8 prenderanno parte effettiva alla competizione mondiale e rispondono ai nomi di Elisa Confortola, Viola De Piazza, Luca Spechenhauser per la Bormio Ghiaccio, di Chiara Betti, Katia Filippi, Thomas Nadalini, Davide Oss Chemper per il Circolo Pattinatori Baselga di Piné e infine di Luca Lim per l’A.S.D. Velocisti Ghiaccio Torino. Tutti hanno già esperienza in campo internazionale e parecchi possono vantare titoli e medaglie conquistati sui campi di gara, anche su palcoscenici di grande rilevanza come i recenti Giochi Olimpici giovanili invernali (due bronzi a Losanna 2020 con Thomas Nadalini e Katia Filippi) o i Festival europei olimpici degli anni scorsi (a Sarajevo 2019 oro di Elisa Confortola nei 1500 mt e argento di Chiara Betti nei 1000 mt, bronzo di Luca Spechenhauser in Turchia 2017). Ulteriore motivo di orgoglio è stata la nomina di Elisa Confortola quale portabandiera sia agli EYOF di Sarajevo 2019 sia alla cerimonia di chiusura di Losanna 2020, mentre il suo compagno di squadra Luca Spechenhauser è stato l’unico junior a partire per la Coppa del Mondo di Montreal dello scorso mese di novembre insieme alla Nazionale senior di short track.

Del gruppo della Nazionale azzurra fanno parte anche i più giovani Pietro Castellazzi e Anna Spechenhauser, che non scenderanno sull’ovale per i Mondiali ma si sono sempre allenati con i compagni più grandi e restano a disposizione di coach Rodigari per gli impegni futuri.

 

La manifestazione prenderà il via giovedì mattina secondo il seguente programma:

 

GIOVEDÌ, 30 gennaio

8.00 Allenamenti ufficiali
19.30 Incontro di apertura

VENERDÌ, 31 gennaio

9.30 Apertura Manifestazione
9.50 Qualificazioni 1500, 500, 1000 metri donne e uomini
Qualificazioni 3000 meters staffette donne e uomini

SABATO, 1 febbraio

9.25 Ranking Finals 1500, 500 metri donne e uomini
13.20 Cerimonia di apertura
13.30 Semi finali e finali 1500 metri donne e uomini
Batterie, quarti, semi finali e finali 500 metri donne e uomini
Semi finali 3000 metri staffetta donne
Semi finali 3000 metri staffetta uomini
Premiazioni

DOMENICA, 2 Febbraio

9.30 Ranking Finals 1000 metri donne e uomini
13.15 Batterie, quarti, semi finali e finali 1000 metri donne e uomini
Finali 3000 metri staffetta donne
Finali 3000 metri staffetta uomini
Premiazioni
19.30 Festa finale

Accesso gratuito in tribuna

Meningite nel Sebino: per le aziende fornitura gratuita dei vaccini
gen 30@22:00–23:00

L’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo comunica che la fornitura gratuita di vaccini alle imprese terminerà il 31 gennaio.

 

Sarà garantita la fornitura delle dosi alle aziende che invieranno la richiesta ad ATS Bergamo entro lunedì 27 gennaio.

 

Ulteriori informazioni e la modulistica per le imprese sono disponibili al seguente link: http://www.ats-bg.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=17044

Risultati giovanili Pallanuoto An Brescia
gen 30@22:00–23:00

Nell’intenso fine settimana del vivaio pallanuotistico bresciano, di valore la prova dell’Under 19 femminile targata An che, nello scontro al vertice del campionato regionale (e ultima gara d’andata), viene superata solo ai rigori: in casa del Como Nuoto, le ragazze di Edvin Calderara lottano con generosità e determinazione, chiudendo sul 7 a 7 i tempi regolamentari e finendo sotto per 12 a 11 dopo i tiri dai cinque metri. Con i due punti della vittoria, ora, le lariane conducono la classifica con 11 punti, mentre l’An rimane staccata di una sola lunghezza.

«Dal punto di vista fisico – dichiara il tecnico biancazzurro, Calderara -, la partita è stata molto dura e le ragazze sono state bravissime a mantenere la giusta concentrazione lungo tutto il match. Portiamo a casa un punto decisamente prezioso perché, nonostante la sconfitta, rimaniamo a brevissima distanza dal Como».

Passando ai più piccoli, a Mompiano, nel secondo raggruppamento del girone A del campionato Under 11, il team 1 dell’An (guidato da Dario Bertazzoli) fa segnare un filotto di successi: 16 a 0 e 14 a 2, le vittorie sul Kosmo Piacenza, 11 a 4 e 7 a 3, quelle sullo Sporting Lodi.

Nel raggruppamento del girone B, con soli cinque atleti schierati a causa dell’influenza, il team 2, seguito da Camilla Zanola, viene superato 6 a 3 e 5 a 1, da Arese, mentre con la Metanopoli arrivano i primi risultati positivi: nel primo match, vittoria per 4 a 2, e 5 pari il risultato della seconda sfida. «Con un organico così ridotto – commenta coach Zanola -, sono arrivati i primi punti: una giornata da veri minileoni che dà morale e fiducia per continuare a lavorare sodo e divertirsi non da meno».

Nella prima giornata della seconda fase del campionato regionale Under 15 maschile, non fallisce l’appuntamento l’An di Enrico Oliva: a Mompiano, i giovani biancazzurri s’impongono per 10 a 5 sul quotato Nc Monza. «Sono molto contento della prestazione – dice il tecnico Oliva -: contro una squadra che, due mesi fa, ci aveva battuto 12 a 4, abbiamo dimostrato di essere cresciuti parecchio. Dopo due tempi di quasi perfetto equilibrio, abbiamo chiuso la gara con l’allungo che ci ha portato sul 10 a 2».

Infine, per la categoria Under 17 maschile, nella quinta giornata della fase nazionale, sul velluto i ragazzi di Oliva che, a Mompiano, segnano 18 reti alla Libertas Perugia senza incassarne neppure una; con i tre punti di ieri, l’An prosegue il cammino in solitaria in testa alla classifica del girone 2.

Nella terza giornata della seconda fase del campionato regionale, a Cantù, il Brescia Waterpolo cede per 19 a 6 davanti al Como Nuoto; a pesare, molto negativamente, sulla prova della squadra di Aldo Sussarello, le tante assenze per influenza e anche l’uscita anzitempo del giovane Stabiumi, colpito intenzionalmente al volto, da un avversario. Inspiegabilmente, il brutto episodio, pur essendo avvenuto a poca distanza dall’arbitro, non è stato minimamente sanzionato.

 

Riccardo Bonini al Trento
gen 30@23:00–gen 31@00:00

A.C. Trento S.c.s.d. ha reso noto di aver acquisito a titolo temporaneo (prestito sino al 30 giugno 2020, con opzione anche per la stagione 2020 – 2021) da A.C. Chievo Verona i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Riccardo Boni, difensore classe 2002.

LA SCHEDA DI RICCARDO BONINI

Nato a Venezia il 22 aprile 2002, Bonini è un difensore dall’ottima struttura fisica (190 cm x 80 kg), in grado di agire sia al centro del reparto arretrato che come esterno di destra.
Cresciuto e formatosi nel settore giovanli di Nettuno Lido, Padova, Venezia e ancora Padova, nell’estate 2016 approda alla Fiorentina, militando prima nella squadra Under 17 e poi nella formazione “Primavera”. Lo scorso anno è passato al Chievo Verona, dove è stato impiegato nella compagine “Primavera”.

Scadenza bandi Valle Camonica
gen 30@23:00–gen 31@00:00

Valle Camonica, il 31 gennaio 2020 è il termine ultimo per la presentazione delle seguenti domande:

  • Sostegno all’esecuzione delle analisi chimico-fisico del latte dei formaggi e derivati, ambientali e dell’acqua, per i costi sostenuti nel 2019 e non finanziati con il bando relativo al 1° semestre.
  • sostegno dei costi per lo smaltimento delle carcasse di animali da reddito, per i costi sostenuti dal 01/07/2019 al 31/12/2019.

Per maggiori informazioni consultare il sito internet www.cmvallecamonica.bs.it

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136