Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad

L’agenda delle Valli

Tutti gli appuntamenti giorno per giorno nelle zone montane. Sport, spettacoli ed eventi di ogni genere tra Valtellina, Valle Camonica, Val di Sole per arrivare in Trentino. L’Agenda delle Valli contiene eventi, manifestazioni, iniziative delle zone bresciane e trentine di cui si occupa il portale. Valli che spesso ospitano campionati nazionali e internazionali di diverse discipline e personaggi di fama internazionale. Esibizioni di cori, manifestazioni ciclistiche, raduni degli Alpini. Giorno per giorno tutti gli eventi tra Breno, Edolo, Passo Tonale, Vermiglio, Malè, Cles, Trento passando per Ponte di Legno, Temù, Vezza d’Oglio, Incudine, Malonno, Sonico, Cedegolo, Aprica, Cortenedolo, Caldes, Stavel, Velon.

 

mar
23
sab
2019
Trento, convegno su povertà e malattia
mar 23@11:00–12:00

Per la prima volta la Chiesa di Trento riunisce in un unico convegno annuale operatori e volontari della Caritas e della Pastorale della Salute. Accadrà sabato prossimo, 23 marzo, dalle 8.45 alle 12.00, presso il Collegio Arcivescovile, nel capoluogo. Titolo della mattinata: “Il povero e il malato profezia per tutti”.

Assemblea annuale elettiva dei soci del Museo della Guerra
mar 23@12:35–13:35

Sabato prossimo 23 marzo è in programma l’Assemblea generale annuale dei Soci del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto.

I lavori inizieranno alle ore 14.30 nella Sala Conferenze al Castello.

L’Assemblea è elettiva e i Soci saranno chiamati ad eleggere nell’occasione il nuovo consiglio direttivo del Museo. Successivamente – presumibilmente verso metà aprile – toccherà al Consiglio direttivo nominare il nuovo Presidente.

L’Assemblea è chiamata anche ad approvare il bilancio Consuntivo 2018 e Preventivo 2019.

Per la stampa sarà possibile assistere ai lavori dell’Assemblea, che si concluderà nella tarda serata.

I risultati delle votazioni saranno ufficialmente comunicati nella mattina di Lunedì 25 marzo.

Ciclismo: 110a Milano-Sanremo, dove seguirla in TV
mar 23@14:40–15:40

Il segnale internazionale della 110a edizione della Milano-Sanremo NamedSport, prodotto dall’host broadcaster RAI, coprirà in diretta le ultime tre ore di gara e verrà distribuito in 151 diversi Paesi del mondo, in tutti e cinque i continenti, attraverso 15 differenti network.

In Italia, tra diretta e speciali pre e post gara a partire dalle 14:00, la Classicissima di Primavera troverà su RAI 2 uno spazio di quasi quattro ore. Dalle 14:30 gli appassionati italiani potranno seguire la corsa anche su Eurosport, che apporterà un notevole contributo alla copertura internazionale della gara trasmettendo in 53 territori europei, in Australia e in 10 Paesi del Sud Est Asiatico, con commento in 20 diverse lingue.

Nel panorama europeo in chiaro, La Chaine L’Équipe offrirà la corsa in esclusiva sui propri schermi, mentre gli appassionati belgi potranno seguire l’evento su VTM Medialaan in lingua fiamminga e su RTBF in lingua francese.

La prima Monumento della stagione sarà trasmessa live in Sudafrica sugli schermi di Supersport e in tutto il Medio Oriente e Nord Africa sui canali di OSN.

Oltreoceano, la Sanremo andrà in onda in diretta sulle piattaforme Fubo.TV e FloSports in USA e Canada e su TDN in Messico e America Centrale, mentre il network ESPN coprirà il Brasile, il resto del Sudamerica e i Caraibi.

Collegamento in diretta anche dal Giappone, grazie alla copertura della piattaforma DAZN, mentre agli antipodi i tifosi neozelandesi potranno seguire la gara sugli schermi di Sky Sports.

Immagini della gara verranno altresì distribuite in tutto il mondo attraverso le agenzie SNTV e Perform.

Eventi sport e cultura in Valtellina
mar 23@14:45–15:45

Marzo e aprile sono sinonimo di primavera, di bella stagione e di voglia di stare all’aria aperta.
La Valtellina grazie alla sua conformazione geografica, è un territorio molto variegato in grado di soddisfare le esigenze di tutti coloro che decideranno di visitarlo. Le cime ancora ricoperte di neve diventano teatro di competizioni sportive, diversi paesi si colorano per celebrare il carnevale mentre il fondovalle comincia a tingersi di verde.

SUNÀ DE MARS
2 marzo – Aprica
L’appuntamento con la festa folkloristica più importante d’Aprica comincia a partire dalle 20.30. Quando questa località era ancora una realtà contadina e la neve non era la benedizione per la stagione turistica si andava a svegliare l’erba con i campanacci. Oggi questa tradizione è ancora attiva e dopo e aver percorso le vie del paese con le bronse e sampogn (i campanacci appunto) la manifestazione si conclude mangiando il mach, piatto tipico composto da polenta e salsicce.
valtellina.it/it/eventi/aprica/suna-da-mars

CARNEVALE

CARNEVÀL DI MAT
3 marzo – Bormio
Una tradizione antichissima che non ha eguali altrove, in cui per l’occasione il Sindaco cede il posto al Podestà di Mat, con tanto di incoronazione ufficiale. A questo punto l’Arlecchino, con la compagnia di Mat, legge pubblicamente pettegolezzi e lamentele depositate in forma anonima dai cittadini durante l’anno in un’apposita cassetta nella piazza del Kuerc.
La giornata prevede inoltre una sfilata per le vie del centro storico guidata dagli Arlecchini, con i bambini che scortano il Podestà.
www.valtellina.it/it/eventi/bormio/carneval-di-mat

CARNEVALISSIMO
3 marzo – Morbegno
Come da tradizione il Carnevalissimo sarà una giornata di festa con la sfilata di 8 carri allegorici provenienti anche da località limitrofe a Morbegno, bande musicali e maschere
valtellina.it/it/eventi/morbegno-e-dintorni/carnevalissimo

CARNEVAL VECC
10 marzo – Grosio
Nella prima domenica di Quaresima, mentre sono già iniziati i “fioretti quaresimali” le maschere grosine si concedono un ultimo momento di irriverente euforia. Protagoniste di questa festa sono proprio le maschere vecchie: volti dei personaggi della tradizione carnevalesca grosina che vengono indossate ogni anno dalle stesse persone come da tradizione. Ad accompagnare questa parata ovviamente non mancano i carri, satirici o fiabeschi, che molto spesso mettono in scena momenti importanti della vita del paese.
www.valtellina.it/it/eventi/tirano-e-dintorni/carneval-vecc-grosio

30° RADUNO SCI ALPINISTICO ORTLES – CEVEDALE 
Dal 14 al 17 marzo – Valfurva (Bormio)
Un classico appuntamento di 4 giorni, organizzato dal CAI di Valfurva, per gli amanti dello sci alpinismo, della neve ad altra quota e della montagna. A fare da sfondo alla manifestazione, le splendide cime della Valfurva, con il ghiacciaio dei Forni. Uno spettacolo mozzafiato che farà dimenticare la fatica!
valtellina.it/it/eventi/valfurva/raduno-internazionale-di-sci-alpinismo-ortles-cevedale

MADESIMO WINTER TRAIL
17 marzo – Madesimo
Un appuntamento imperdibile per gli amanti del trekking e del running. Si tratta di una gara di corsa sulla neve su un percorso di 9 km con dislivello positivo di 300 m. La partenza è nella zona Arlecchino di Madesimo, poi il percorso si snoderà sull’altopiano degli Andossi e offrirà ai partecipanti scorci indimenticabili.
I partecipanti potranno cogliere l’occasione anche per assaporare la cultura locale della Valchiavenna.
valtellina.it/it/eventi/madesimo-campodolcino/madesimo-winter-trail

PIEGA MALENCA
Dal 22 al 24 marzo – Valmalenco
Un evento dedicato agli amanti del telemark. Come da tradizione torna la Piega Malenca: 3 giorni ricchi di eventi e attività per tutti gli appassionati della sciata a tallone libero. Tra gli appuntamenti imperdibili, la tradizionale gara con abiti ed attrezzature antiche: una sorta di omaggio per ricordare coloro che inventarono questa tecnica circa 150 anni fa.
valtellina.it/it/eventi/valmalenco/piega-malenca

CIASPOLUNATA
23 marzo  – Madesimo
Une serata unica alla scoperta di pianeti e costellazioni sotto la luna guidati dal professore Andrea Grassi. Il ritrovo è previsto per le 18.00 a Motta e dopo una ciaspolata fino a Motta Alta per ammirare e conoscere il cielo aperto, seguirà una cena tipica presso Baita del Sole
madesimo.eu/events/ciaspolando-tra-le-stelle-ciaspolunata/

LA SKIEDA
Dal 30 marzo al 6 aprile – Livigno
Per il 25° anno si terrà il festival dedicato a coloro che vorranno scoprire o riscoprire il fascino del telemark, ossia della sciata a tallone libero. Ad accompagnare la Skieda, faranno da contorno numerosi altri eventi a tema culturale ma anche di svago e divertimento.
https://www.valtellina.it/it/eventi/livigno/la-skieda

COPPA EUROPA & MONDIALE JUNIORES SCI FREESTYLE
Dal 31 marzo al 6 aprile – Alpe Palù (Chiesa in Valmalenco)
Ritornano in Valmalenco le specialità Freestyle Ski, per attribuire i titoli di Coppa Europa e Mondiali Junior FIS sulle nevi dell’Alpe Palù.
31 marzo – 1 aprile: finali di Coppa Europa, specialità Aerials
4 aprile: finali dei Mondiali juniores di sci freestyle, specialità Aerials
5 aprile: finali dei Mondiali juniores di sci freestyle, specialità Moguls
6 aprile: finali dei Mondiali juniores di sci freestyle, specialità Dual Moguls
valtellina.it/it/eventi/valmalenco/mondiali-di-sci-freestyle

VALTELLINA VERTICAL TUBE RACE
6 aprile – Montagna in Valtellina (Sondrio)
Una delle gare più impegnative e interessanti del territorio: un chilometro di corsa in salita con ben 2.713 gradini e un dislivello di 500 metri.
Questa sfidante gara, giunta quest’anno alla sua 6^ edizione, richiama ogni anno tantissimi appassionati
valtellina.it/it/eventi/sondrio-e-dintorni/valtellina-vertical-tube-race

SONDRIO STREET CLIMBING
13 aprile – Sondrio
Il capoluogo valtellinese si trasformerà in una palestra a cielo aperto per l’evento sportivo di arrampicata urbana giunto quest’anno alla sua 8^ edizione. Palazzi istituzionali della città, come il municipio, le banche, la questura e il Palazzo della Provincia, oltre che le vetrine dei negozi del centro verranno scalati in stile bouldering da un centinaio di partecipanti.
L’evento coinvolge arrampicatori provenienti da tutta Italia, ed è uno spettacolo suggestivo per gli spettatori che vedranno atleti scalare “luoghi improbabili”.
valtellina.it/it/eventi/sondrio-e-dintorni/sondrio-street-climbing

I PASQUALI
21 aprile – Bormio
Un’antica tradizione che pone le sue radici nella cultura contadina e religiosa locale che è arrivata fino ai giorni nostri. I Pasquali sono una manifestazione unica nel suo genere che vede sfilare lungo le vie del paese elaborate portantine a tema religioso, preparate dai giovani del posto durante l’inverno, portate in spalla dai “pasqualiti”. La sfilata sarà accompagnata da donne, anziani e bambini, tutti in costume tipico.
I pasquali resteranno in esposizione in piazza del Kuerc fino al lunedì di Pasquetta.
valtellina.it/it/eventi/bormio/pasquali-bormio

BORMIO IN ARTE
27 aprile – Bormio
Le vie del centro storico saranno animate da pittori, artisti che dipingeranno le loro opere assicurando uno spettacolo live a tutti i visitatori. Per l’occasione sono stati previsti anche laboratori per bambini e l’apertura di alcuni palazzi storici.
booking.bormio.eu/bormio_in_arte

VAL BREGAGLIA TRAIL
28 aprile – Val Chiavenna
Una gara imperdibile per gli amanti del trekking e del running disegnata sugli antichi sentieri di confine tra Italia e Svizzera che negli anni passati ha richiamato ai nastri di partenza più di 300 runner
valchiavennaeventi.com/it/event/val-bregaglia-trail1

Assemblea generale annuale dei Soci del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto
mar 23@15:00–16:00

 Domani 23 marzo è in programma l’Assemblea generale annuale dei Soci del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto.

I lavori inizieranno alle ore 14.30 nella Sala Conferenze al Castello.

L’Assemblea è elettiva e i Soci saranno chiamati ad eleggere nell’occasione il nuovo consiglio direttivo del Museo. Successivamente – presumibilmente verso metà aprile – toccherà al Consiglio direttivo nominare il nuovo Presidente.

L’Assemblea è chiamata anche ad approvare il bilancio Consuntivo 2018 e Preventivo 2019.

Per la stampa sarà possibile assistere ai lavori dell’Assemblea, che si concluderà nella tarda serata.

I risultati delle votazioni saranno ufficialmente comunicati nella mattina di Lunedì 25 marzo.

Daniele Tabarelli al Rally Bellunese
mar 23@15:00–16:00

Aria di novità, di quelle grosse, per Daniele Tabarelli che, il prossimo fine settimana, tornerà ad indossare tuta e casco in occasione dell’edizione numero trentaquattro del Rally Bellunese.

Un evento molto caro al pilota trentino che, su queste strade, colse la sua seconda affermazione assoluta in carriera, alla guida della Mitsubishi Lancer Evo IX R4.

Era l’anno di grazia del 2014 quando il bilancio di fine stagione si chiudeva con ben quattro sigilli: Benacus, Bellunese, San Marino su terra e Due Valli.

La più gustosa delle novità, per il ritrovato portacolori della scuderia Omega, sarà costituita dalla vettura: parcheggiata temporaneamente la fida trazione integrale nipponica ad attendere Tabarelli, in quel di Santa Giustina, ci sarà una nuovissima Citroen C3 R5, messa in campo dal team G. Car Sport.

Non una partecipazione sporadica ma l’inizio di un programma completo nella Coppa Rally ACI Sport di zona 4: oltre all’appuntamento bellunese il calendario prevede anche il Dolomiti Rally (8 e 9 Giugno), il Rally Valli della Carnia (13 e 14 Luglio), il Rally Città di Scorzè (5 e 6 Agosto), il Rally del Friuli (2 e 3 Settembre) ed il gran finale con il Trofeo ACI Como (27 e 28 Ottobre).

Un ritorno a tempo pieno per il pilota di Nave San Rocco, il quale si potrà avvalere dell’esperienza consolidata di Mauro Marchiori, sul sedile di destra.

 

“Partiamo dal Bellunese con un chiaro obiettivo” – racconta Tabarelli – “ovvero quello di staccare il pass per accedere alla finale del Trofeo ACI Como, a fine Ottobre. Il Rally Bellunese è un evento molto sentito per noi, soprattutto per essere riusciti a vincerlo nell’edizione del 2014. Sono già passati cinque anni da quella stagione da favola che ci ha visto vincere quattro assolute, delle quali una addirittura su terra. Della vettura non conosciamo praticamente nulla, essendo arrivata da poco nella factory della G. Car Sport. Li ringrazio di cuore per avermi messo a disposizione la nuova arma di casa Citroen. È una bella responsabilità e cercheremo di onorare al meglio la fiducia che tutto il team, assieme alla scuderia Omega, ripone in noi. Un particolare ringraziamento lo voglio fare anche al presidente Ivano Griso, con il quale abbiamo condiviso tanti successi, soprattutto nei miei primi anni di attività ed a tutti i nostri partners.”

 

Il Rally Bellunese, per l’edizione 2019, prevede due giornate di gara, con partenza nel tardo pomeriggio del Sabato per la speciale spettacolo “Oasi Circuit” (3,53 km).

La gara vera e propria si articolerà sulla giornata di Domenica, otto i tratti cronometrati previsti: due da ripetere per tre passaggi, “Lentiai” (7,20 km) e “Melere” (14,55 km), ed uno da affrontare per due tornate, “Cesio” (6,80 km).

 

“Il percorso è davvero bello” – sottolinea Tabarelli – “con tratti velocissimi e con dei cambi di ritmo importanti. Le speciali si adattano perfettamente a questa tipologia di vettura, la quale dispone di una tecnologia impressionante. Sarà una bellissima sfida personale quella di riuscire ad adattare il mio stile di guida, consolidato sulla Lancer, ad una C3 R5 di ultima generazione. La concorrenza sarà di elevato livello e questo ci stimolerà ulteriormente a dare il massimo.”

Inaugurazione nuova filiale del Gruppo Sovecar ad Arco
mar 23@16:00–17:00

inaugurazione della nuova filiale di Arco dedicata al settore Italnolo dell’azienda. 
Italnolo, presente anche con altre sedi in provincia di Trento, propone articoli a noleggio – attrezzature per il lavoro e per il tempo libero – destinati a privati, imprese ed enti vari.
L’appuntamento è per sabato 23 marzo ad Arco, in via della Croseta, 43: https://goo.gl/maps/9AuXL8yEG4o 

Di seguito il programma della giornata, aperta a tutta la cittadinanza:

·        ore 10.00 inaugurazione sede con buffet di benvenuto
·        ore 10.30 primo spettacolo di animazione con Cristiana Falconcini   www.facebook.com/CristianaAnimacri/
·        ore 11.00 primo spettacolo di bike trial con Alberto Limatore (va portata la propria bici) https://www.facebook.com/albertolimatore/ 
·        ore 11.30 scuola di bike trial per ragazzi/bambini con Alberto Limatore http://www.albertolimatore.it/
·        ore 12.00 apertura stand gastronomico
·        ore 13.30 scuola di bike trial per ragazzi/bambini con Alberto Limatore (va portata la propria bici) http://www.albertolimatore.it/
·        ore 14.00 secondo spettacolo di bike trial con Alberto Limatore
·        ore 15.00 tentativo rekord bike trial di Alberto Limatore
·        ore 16.00 secondo spettacolo di animazione con Cristiana Falconcini
·        ore 18.00 chiusura evento

Milanofil
mar 23@16:25–17:25

È stata inaugurata oggi a Milano, presso il “Superstudio Più” di via Tortona, la 32a edizione di Milanofil, la più importante manifestazione filatelica nazionale promossa come ogni anno da Poste Italiane, che si concluderà domani, sabato 23 marzo.

Oltre ai collezionisti di francobolli, Milanofil 2019 si rivolge anche agli appassionati di numismatica, fumetti, auto storiche, dischi in vinile, penne d’epoca e modelli ferroviari: una formula innovativa, già proposta con successo nell’edizione dello scorso anno, che allarga gli orizzonti e mette insieme passioni e interessi solo in apparenza lontani.

 

Tra gli eventi più importanti organizzati nell’ambito della manifestazione: gli incontri  e i workshop con fumettisti come Giorgio Cavazzano, uno dei più apprezzati artisti disneyani, Enzo Facciolo, tra i disegnatori del mitico Diabolik, e Alessio Spataro, autore di un “fumetto filatelico” realizzato espressamente per Milanofil; la lezione sui falsi filatelici del docente di criminologia Edmondo Capecelatro; le dimostrazioni e i corsi di calligrafia per riscoprire il piacere della scrittura con una penna da collezione.

 

Fra le tante sorprese di quest’anno, per rimarcare l’incontro e la sinergia tra filatelia e altre forme di collezionismo, i folder filatelici dedicati a celebrità del fumetto come Diabolik, l’Uomo Ragno e le Sturmtruppen, e ad un protagonista della storia musicale italiana come Domenico Modugno, con la riproduzione della prima edizione in vinile di “Meraviglioso”, pubblicata nel 1971.

Novità anche per quanto riguarda lo spazio espositivo: le consuete raccolte e rarità filateliche si accompagnano ad altri oggetti da collezione, come la Jaguar “E” di Diabolik o il plastico ferroviario in scala HO messo a disposizione dal Gruppo Fermodellistico Milanese.

 

Presentata oggi anche l’emissione filatelica dedicata alla Giornata della Filatelia: un foglietto di 6 francobolli che rivisita graficamente i temi della celebre serie “Democratica”, nel cui ambito furono emessi dal giugno del 1946 i primi francobolli della Repubblica Italiana.

 

Non mancheranno i consueti appuntamenti curati dalle associazioni filateliche, momenti importanti di confronto e scambio tra appassionati di filatelia e iniziative dedicate al collezionismo di francobolli tematici.

 

Milanofil 2019 è aperta al pubblico, con ingresso gratuito, oggi fino alle 20:00, e domani, sabato 23 marzo, dalle 9:30 alle 19:00.

Ciclismo, diretta tv e percorso Milano-Sanremo
mar 23@16:40–17:40

La 110a edizione della Milano-Sanremo NamedSport, prima Classica Monumento della stagione, è in programma domani, con partenza da piazza Castello alle ore 9.45, mentre il Km 0 sarà in via della Chiesa Rossa dopo un trasferimento di 7.500 m. Al via 175 corridori in rappresentanza di 25 squadre (18 UCI WorldTeams e 7 Wild Card) composte da 7 corridori ciascuna. Le previsioni meteo parlano di una giornata soleggiata.

Mai come quest’anno la sfida per la Classicissima sembra incerta, divisa tra chi voglia attaccare sul Poggio ed i velocisti che vorranno arrivare in Via Roma a ranghi compatti. Con il dorsale nr 1 Vincenzo Nibali, che l’anno scorso vinse con un attacco in solitaria nel finale. Tra i pretendenti più accreditati ci sono il Campione del Mondo su Strada UCI, Alejandro Valverde, i vincitori delle passate edizioni Michal Kwiatkowski (2017), Arnaud Demare (2016), John Degenkolb (2015), Alexander Kristoff (2014) con il compagno di squadra Fernando Gaviria, Julian Alaphilippe ed il compagno di squadra Elia Viviani, Peter Sagan, il Campione Olimpico Greg Van Avermaet e Caleb Ewan solo per nominarne alcuni.

COPERTURA TV

Il segnale internazionale della 110a edizione della Milano-Sanremo NamedSport, prodotto dall’host broadcaster RAI, coprirà in diretta le ultime tre ore di gara e verrà distribuito in 151 diversi Paesi del mondo, in tutti e cinque i continenti, attraverso 15 differenti network.

In Italia, tra diretta e speciali pre e post gara a partire dalle 14:00, la Classicissima di Primavera troverà su RAI 2 uno spazio di quasi quattro ore. Dalle 14:30 gli appassionati italiani potranno seguire la corsa anche su Eurosport, che apporterà un notevole contributo alla copertura internazionale della gara trasmettendo in 53 territori europei, in Australia e in 10 Paesi del Sud Est Asiatico, con commento in 20 diverse lingue.

Nel panorama europeo in chiaro, La Chaine L’Équipe offrirà la corsa in esclusiva sui propri schermi, mentre gli appassionati belgi potranno seguire l’evento su VTM Medialaan in lingua fiamminga e su RTBF in lingua francese.

La prima Monumento della stagione sarà trasmessa live in Sudafrica sugli schermi di Supersport e in tutto il Medio Oriente e Nord Africa sui canali di OSN.

Oltreoceano, la Sanremo andrà in onda in diretta sulle piattaforme Fubo.TV e FloSports in USA e Canada e su TDN in Messico e America Centrale, mentre il network ESPN coprirà il Brasile, il resto del Sudamerica e i Caraibi.

Collegamento in diretta anche dal Giappone, grazie alla copertura della piattaforma DAZN, mentre agli antipodi i tifosi neozelandesi potranno seguire la gara sugli schermi di Sky Sports.

Immagini della gara verranno altresì distribuite in tutto il mondo attraverso le agenzie SNTV e Perform.

PERCORSO
La Milano-Sanremo NamedSport si svolge sul percorso classico che negli ultimi 110 anni ha collegato Milano con la riviera di Ponente attraverso Pavia, Ovada, il Passo del Turchino per scendere su Genova Voltri. Da lì si procede verso ovest attraverso Varazze, Savona, Albenga fino a Imperia e San Lorenzo al Mare dove, dopo la classica sequenza dei Capi (Mele, Cervo e Berta), si affrontano le due salite inserite negli ultimi decenni: Cipressa (1982) e Poggio di Sanremo (1961). La Cipressa misura 5,6 km ad una pendenza media del 4,1% e presenta una discesa molto tecnica che riporta sulla SS1 Aurelia.

Ultimi km
A 9 km dall’arrivo inizia la salita del Poggio di Sanremo (3,7 km a meno del 4% di pendenza media con punte dell’8% nel tratto che precede lo scollinamento). La salita presenta una carreggiata leggermente ristretta e quattro tornanti nei primi 2 km. La discesa è molto tecnica su strada asfaltata, ristretta in alcuni passaggi, con un susseguirsi di tornanti, di curve e controcurve fino all’immissione nella statale Aurelia. L’ultima parte della discesa si svolge nell’abitato di Sanremo. Ultimi 2 km su lunghi rettilinei cittadini. Da segnalare a 850 m dall’arrivo una curva a sinistra su rotatoria e ai 750 m dall’arrivo l’ultima curva che immette sul rettilineo finale di via Roma, tutto su fondo in asfalto.

Programma week-end delle Strade Bianche di Romagna
mar 23@16:40–17:40

Nel 2017 ha vinto il russo Roman Kustadinchev, nel 2018 il campione sudafricano in carica Stefan De Bod. Sabato 23 marzo 2019, a partire dalle ore 13 a Mordano (Bo), i ciclisti Elite e Under 23 italiani cercheranno di nuovo di conquistare, per la prima volta, l’attesa Strade Bianche di Romagna, da pochi anni nel calendario ciclistico ma ormai considerata a pieno titolo una “classica di primavera”, per il suo percorso di 134,4 km caratterizzato anche da 17 tratti di sterrato (per 21 km “bianchi” in totale). Una gara dal profilo altimetrico non impossibile (circa 700 metri di dislivello), ma reso ogni anno estremamente selettivo da strappi che toccano il 20% di pendenza e dal percorso nervoso, con tante curve e molti cambi di ritmo. Arrivo della gara previsto alle 16.15 circa a Mordano (Bo), a 15 km da Imola.

Sno 170 i ciclisti Elite e Under 23 iscritti, in rappresentanza di 26 società sportive, tra cui quasi tutti i più forti team italiani e qualche formazione straniera. Ad organizzare la Strade Bianche di Romagna è laNuova Ciclistica Placci 2013 presieduta da Marco Selleri, società organizzatrice del Giro d’Italia Giovani Under 23, con la collaborazione di Clinic 4 di Marco Pavarini. Un appuntamento molto atteso nel mondo ciclistico Under 23, che arriva esattamente due settimane dopo la Strade Bianche che a Siena ha visto protagonisti anche i professionisti con la vittoria di Alaphilippe.

Per info sulla Strade Bianche di Romagna per Elite e Under 23: https://bit.ly/2U83uo4

Domenica 24 marzo, la nuova Granfondo Strade Bianche di Romagna

E, proprio come a Siena, per la giornata seguente gli organizzatori propongono una Granfondo amatoriale. La GF Strade Bianche di Romagna si svolgerà domenica 24 marzo 2019, per la prima volta, consentendo agli Amatori di sfidarsi sullo stesso percorso che, meno di 24 ore prima, avrà visto Elite e Under 23 darsi battaglia per la vittoria. Anche in questo caso si parte e si arriva a Mordano (Bo), a 15 km da Imola. Il ricavato delle iscrizioni alla Granfondo andrà totalmente a supporto dell’organizzazione del Giro d’Italia Giovani Under 23, la più prestigiosa gara a tappe internazionale per U23, in programma quest’anno dal 13 al 23 giugno 2019.
Gli Amatori potranno scegliere tra il percorso Lungo e il Medio di 84 km, che presenta 9 tratti di sterrato; ogni iscritto riceverà un ricco pacco gara, contenente anche una serie di opportunità speciali proposte dal partner FICO Eataly World, il Parco del cibo più grande al mondo. Domenica 24 marzo saranno disponibili anche due percorsi cicloturistici, con villaggio di partenza/arrivo e pasta party, nello spirito del tradizionale circuito romagnolo cicloturistico.

Il nostro obiettivo è duplice - spiega Marco Selleri, ideatore e presidente della Nuova Ciclistica Placci 2013 -: far crescere il movimento ciclistico giovanile italiano agganciando il forte interesse odierno verso le strade bianche e valorizzare un territorio attrattivo come l’Emilia-Romagna, anche attraverso la sensibilizzazione verso la tutela di tratti di strade bianche che possono rappresentare un fiore all’occhiello in ambito ciclistico e turistico”.

Un appuntamento giovane, ma con l’orizzonte già verso l’edizione 2020: “Stiamo lavorando – aggiunge l’altro organizzatore Marco Pavarini, Amministratore di Clinic 4 - per una seconda edizione ancora più suggestiva, in una location più grande e conosciuta. Il territorio regionale è al centro del nostro progetto, in cui il ciclismo rappresenta un fondamentale motore di attrazione di turismo, nazionale e soprattutto internazionale, con l’obiettivo di allargare i confini verso una vera e propria settimana di festa del ciclismo”.

Per info su percorsi e regolamenti della Granfondo:
www.stradebianchediromagna.it – info@stradebianchediromagna.it

Giornata mondiale della meteorologia 2019: il Sole, la Terra e il tempo
mar 23@16:55–17:55

Si celebra domani, 23 marzo, la Giornata Mondiale della Meteorologia per ricordare la data in cui, nel 1950, entrò in vigore la Convenzione Intergovernativa dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO), con la finalità di promuovere ricerca, cooperazione tra Paesi, scambio di informazioni e applicazioni meteorologiche per la sicurezza, il benessere della popolazione e la qualità dell’ambiente.

Ogni anno la Giornata Mondiale è dedicata a un tema particolare strettamente correlato con la meteorologia. Per il 2019, l’attenzione è rivolta al Sole, fonte dell’energia che alimenta la vita sulla Terra e motore del tempo meteorologico, delle correnti oceaniche e del ciclo idrologico.

Arpa Lombardia, con il suo Servizio Idrometeorologico Regionale, si unisce a questa celebrazione e rilancia, a livello locale, i temi proposti a livello globale.

Per fare un esempio, sappiamo che il Sole con i suoi cicli di attività è da sempre responsabile delle lente variazioni del clima. Tuttavia, il rapido riscaldamento globale e i conseguenti cambiamenti del clima rilevati negli ultimi decenni sono da imputarsi alla modifica dell’atmosfera terrestre da parte dell’attività umana e quindi alla mutata risposta del pianeta alla radiazione solare: viene trattenuto più calore. Onde di calore più persistenti, precipitazioni meno frequenti ma più intense, più lunghi periodi di siccità: sono alcuni dei fenomeni che osserviamo anche sulla nostra regione, manifestazioni del clima che cambia e che sollecitano a migliorare la gestione delle risorse.

Ecco perché Arpa Lombardia, tra i servizi che fornisce al cittadino, include l’accesso ai dati meteorologici e idrologici rilevati in continuo dalla rete di monitoraggio regionale, le analisi meteorologiche e climatiche, le valutazioni sulla disponibilità di riserva idrica, le previsioni meteorologiche a diverse scale spaziali e temporali.

Tra i bollettini di previsione meteorologica, evidenziamo in questa occasione quelli orientati alla protezione dai potenziali pericoli derivanti dall’esposizione alla radiazione solare e al calore estivo: il bollettino Indice UV (emesso tutti i giorni dell’anno),  che esprime il livello di pericolosità ad una prolungata esposizione alla radiazione solare in base alla sensibilità della pelle umana, e il bollettino Humidex (emesso dal 1 giugno al 15 settembre) per la previsione del disagio da calore percepito in condizioni ambientali di elevata umidità e alte temperature.

Trentino, iniziativa “Acqua per te”
mar 23@16:55–17:55

L’Agenzia provinciale per le risorse idriche e l’energia (APRIE) e l’assessorato all’urbanistica, ambiente e cooperazione della Provincia autonoma di Trento celebrano la Giornata mondiale dell’acqua (World Water Day), che ricorre oggi ed è dedicata alla promozione di attività finalizzate alla tutela delle risorse idriche, con un’iniziativa di informazione sull’importanza del recupero di questa risorsa. L’infografica “ACQUA PERdiTE” sarà esposta per 15 giorni sui totem presenti in piazza Fiera, in piazza Duomo e in piazza Cesare Battisti a Trento.  

La Provincia autonoma di Trento, tramite l’Agenzia provinciale per le risorse idriche e l’energia, ha avviato un processo di acquisizione di dati sul tema delle perdite degli acquedotti, con il supporto dei Comuni e degli Enti Gestori delle reti, per mettere in campo azioni concrete mirate alla gestione delle perdite stesse, che possono trasformarsi in un recupero di risorsa idrica preziosa a favore dei cittadini.

Gli acquedotti trentini compongono un sistema molto complesso e ramificato che, pur caratterizzato da perdite di risorsa non trascurabili, è molto efficace.

L’obiettivo della pubblica amministrazione è la ricerca di un aumento dell’efficienza degli acquedotti, che si traduce nella necessità di trovare l’equilibrio tra i costi di manutenzione delle reti e il valore della risorsa idrica, che aumenta in caso di siccità.

Conoscere le perdite è necessario non solo per il risparmio idrico ma anche per aumentare la responsabilità ambientale. La gestione delle perdite si traduce anche nel riuscire a rispondere meglio agli eventi siccitosi.

Come si possono gestire le perdite? Diminuendo la pressione dell’acqua nelle reti, attraverso misurazioni costanti delle portate nei nodi strategici degli impianti, sostituendo progressivamente le tubazioni e mettendo in atto dei sistemi di lettura in tempo reale.

Per il 40% degli acquedotti trentini è necessario mantenere o migliorare la gestione delle perdite, senza interventi strutturali complessivi. Per i rimanenti acquedotti il percorso di rinnovamento è iniziato o sta iniziando, secondo quanto previsto dal Fascicolo Integrato di Acquedotto, predisposto da ogni Comune, che fornisce ai gestori una “fotografia” del proprio sistema idrico, mettendo in luce i punti di forza e di debolezza.

Alcuni esempi concreti:

- per un Comune di circa 700 abitanti la riduzione della pressione notturna della rete, il rifacimento parziale della condotta di distribuzione e il rifacimento degli allacci hanno portato ad una riduzione dei consumi idrici di circa il 70% ed energetici di circa il 40%;

- per un Comune di circa 600 abitanti è stato invece sufficiente installare un sistema di telelettura dei contatori per individuare un’unica utenza con un consumo anomalo e di conseguenza ridurre del 13% il volume immesso in rete;

- per il Comune capoluogo, Trento, la riduzione della pressione notturna della rete e il rifacimento progressivo e mirato della rete di distribuzione (1% km/anno di lunghezza della rete) hanno portato alla riduzione dei consumi idrici di circa il 5%.

Festa “Benvenuta primavera” a Sabbionara d’Avio
mar 23@17:00–18:00

Festa “Benvenuta primavera”, gli operatori economici si mobilitano

Sabato 23 e domenica 24 marzo a SabbIonara d’Avio

in concomitanza con le “Giornate di primavera” del Fai

Per l’ottavo anno consecutivo, le attività economiche di Avio in collaborazione con il Fai Castello di Avio e le associazioni locali, insieme all’Unione Commercio e Turismo di Rovereto e Vallagarina e con il sostegno della Cassa Rurale Vallagarina, organizzano l’evento “Benvenuta Primavera”, ideato dagli stessi operatori economici nel 2012 per valorizzare il tessuto commerciale ed artigianale di Avio in occasione delle “Giornate di Primavera del FAI”, che prevedono ogni anno l’apertura del Castello di Sabbionara d’Avio ed un ricco programma di intrattenimenti. L’idea originale e vincente è stata, fin da subito, quella di affiancare agli eventi proposti all’interno del Castello un programma di animazione e di attrazioni anche nelle vie e piazze del centro di Sabbionara, insieme all’apertura delle attività economiche del paese che sorge ai piedi del Castello, offrendo ai numerosi visitatori del Castello l’opportunità di conoscere e di apprezzare anche la comunità locale nelle sue varie espressioni (commerciale, artigianale, produttiva, artistica, associativa, ecc.).

Per l’edizione 2019 di “Benvenuta Primavera”, che coincide con la 27^ edizione delle “Giornate di Primavera del FAI”, gli operatori economici di Avio, in stretta sinergia con le tante associazioni che operano sul territorio, ha allestito un programma di animazione ed intrattenimento per i tanti visitatori e turisti che arriveranno a Sabbionara nel fine settimana del 23-24 marzo: oltre all’apertura delle attività presenti in paese, nel week-end ci sarà l’esposizione delle immagini premiate nell’ambito del contest fotografico 2018 presso la Cantina Bongiovanni ed una mostra di acquerelli dell’artista Raffaella Baldessari, allestita presso l’Agriturismo “Dai Menegheti “. Ricco il programma di animazione ed intrattenimenti nella giornata di domenica 24 marzo: si parte alle 10 con la camminata panoramica ludico-ricreativa accompagnati dagli istruttori federali di Nordic Walking (partenza nei pressi del castello), nel pomeriggio “giochi e animazione di primavera” per bambini con l’Associazione Peter Pan presso il negozio Conad, il sempre apprezzato “trucca bimbi” presso la sede degli alpini, un concerto “Fioriture musicali” del gruppo strumentale R.dionisi della scuola musicale Gianna Pederzini e a seguire i concerti corali del Coro Monte Vignol e del coro Eco del Baldo, tutti presso la chiesetta di Sant’ Antonio.

Dopo l’elevato gradimento della prima edizione dell’anno scorso, viene riproposto il “Contest fotografico” per gli appassionati di fotografia (riservato a maggiorenni non professionisti), con un montepremi in palio per le prime 5 immagini selezionate, offerto dalle aziende locali in collaborazione con il Circolo A.C.L.I. di Sabbionara (iscrizioni via mail a: circolo.acli.sabbionara@gmail.com).

Gli alpini di Sabbionara dalle 11.00 di domenica apriranno le porte della loro sede nei pressi della chiesetta di Sant’Antonio con panini e bevande per il ristoro, in più quest’anno ci sarà uno stand dell’Avis dalle 10.00 alle 17.00 in piazza Conciliazione, per sensibilizzare e informare sulla propria attività, tanto utile e preziosa.

La via centrale di Sabbionara sarà il fulcro della festa e verrà addobbata per rendere omaggio alla bella stagione in arrivo con decorazioni ed addobbi floreali realizzati e allestiti dagli stessi operatori economici di Avio.

Un evento caratterizzato da vari colori per iniziare bene la primavera, all’insegna del rispetto per l’ambiente, della valorizzazione del patrimonio naturalistico locale, del lavoro quotidiano umile e perseverante dei piccoli imprenditori e del volontariato quale elemento fondamentale e cruciale per lo sviluppo e la crescita della comunità.

Arco, due motori per la vita
mar 23@18:00–22:30

Arco di Trento – Un libro per mandare un messaggio di speranza anche a chi è o a chi ha una persona vicina che è (o sarà un giorno, o potrebbe esserlo) nelle sue stesse condizioni d’invalidità: è questo l’obiettivo con il quale Barbara Biasia ha deciso di scrivere «Due motori per la vita» (Tipografia Pesando, 2018, 200 pagine). L’autrice sarà sabato 23 marzo a Palazzo dei Panni ad Arco a presentare il suo libro assieme al dott. Fabio Gasperetti, chirurgo senologo, e alla dott.ssa Mara Cabriolu, medico di famiglia. Inizio alle ore 20.30, ingresso libero.

Oltre al diario dell’autrice, il libro raccoglie anche le testimonianze qualificate dei medici, dei parenti e degli amici e contiene i disegni di alcuni bambini che spezzano il racconto e ne approfondiscono i contenuti.

Perché due motori? A spiegare il titolo del libro è un momento cruciale della storia di Barbara: quando le viene diagnosticato un tumore al seno metastatico. Appena dopo essere stata ufficialmente dichiarata guarita dal cancro. Un incubo. La paura. La fine ormai immaginata. Prossima.

Come uscirne mentalmente? Lei, che già era stata operata di cancro e aveva fatto radioterapia e cicli di chemio, scopre allora, prima di riprendere le cure, di aver bisogno di una forza supplementare. La trova dentro di sé. Un secondo motore. Chiede a un’amica di portarla a camminare. Sì, proprio lei che quasi non si muoveva più, colpita pesantemente dal male. Barbara prende due bastoni per appoggiarsi e via! Prima solo pochi passi, poi dopo qualche giorno una camminata di centinaia di metri. Per lei non più abituata nemmeno a camminare, un miracolo. A quel punto non si ferma più. Percorre chilometri in montagna fino a quando non raggiunge la vetta. Là dove aveva solo sognato di poter un giorno arrivare. Inconsapevolmente Barbara fa da battistrada. Oggi anche grazie a lei sono da tutti riconosciuti gli effetti positivi del nordic walking anche in situazioni critiche come quella di Barbara. Barbara annota nel suo diario: “Chi l’avrebbe mai detto che una camminata nata come allenamento estivo per gli atleti di sci di fondo potesse darmi tanta (ulteriore) voglia di vivere?”.

Festa “Benvenuta primavera” a Sabbionara d’Avio
mar 23@18:00–19:00

Per l’ottavo anno consecutivo, le attività economiche di Avio in collaborazione con il Fai Castello di Avio e le associazioni locali, insieme all’Unione Commercio e Turismo di Rovereto e Vallagarina e con il sostegno della Cassa Rurale Vallagarina, organizzano l’evento “Benvenuta Primavera”, ideato dagli stessi operatori economici nel 2012 per valorizzare il tessuto commerciale ed artigianale di Avio in occasione delle “Giornate di Primavera del FAI”, che prevedono ogni anno l’apertura del Castello di Sabbionara d’Avio ed un ricco programma di intrattenimenti. L’idea originale e vincente è stata, fin da subito, quella di affiancare agli eventi proposti all’interno del Castello un programma di animazione e di attrazioni anche nelle vie e piazze del centro di Sabbionara, insieme all’apertura delle attività economiche del paese che sorge ai piedi del Castello, offrendo ai numerosi visitatori del Castello l’opportunità di conoscere e di apprezzare anche la comunità locale nelle sue varie espressioni (commerciale, artigianale, produttiva, artistica, associativa, ecc.).

Per l’edizione 2019 di “Benvenuta Primavera”, che coincide con la 27^ edizione delle “Giornate di Primavera del FAI”, gli operatori economici di Avio, in stretta sinergia con le tante associazioni che operano sul territorio, ha allestito un programma di animazione ed intrattenimento per i tanti visitatori e turisti che arriveranno a Sabbionara nel fine settimana del 23-24 marzo: oltre all’apertura delle attività presenti in paese, nel week-end ci sarà l’esposizione delle immagini premiate nell’ambito del contest fotografico 2018 presso la Cantina Bongiovanni ed una mostra di acquerelli dell’artista Raffaella Baldessari, allestita presso l’Agriturismo “Dai Menegheti “. Ricco il programma di animazione ed intrattenimenti nella giornata di domenica 24 marzo: si parte alle 10 con la camminata panoramica ludico-ricreativa accompagnati dagli istruttori federali di Nordic Walking (partenza nei pressi del castello), nel pomeriggio “giochi e animazione di primavera” per bambini con l’Associazione Peter Pan presso il negozio Conad, il sempre apprezzato “trucca bimbi” presso la sede degli alpini, un concerto “Fioriture musicali” del gruppo strumentale R.dionisi della scuola musicale Gianna Pederzini e a seguire i concerti corali del Coro Monte Vignol e del coro Eco del Baldo, tutti presso la chiesetta di Sant’ Antonio.

Dopo l’elevato gradimento della prima edizione dell’anno scorso, viene riproposto il “Contest fotografico” per gli appassionati di fotografia (riservato a maggiorenni non professionisti), con un montepremi in palio per le prime 5 immagini selezionate, offerto dalle aziende locali in collaborazione con il Circolo A.C.L.I. di Sabbionara (iscrizioni via mail a: circolo.acli.sabbionara@gmail.com).

Gli alpini di Sabbionara dalle 11.00 di domenica apriranno le porte della loro sede nei pressi della chiesetta di Sant’Antonio con panini e bevande per il ristoro, in più quest’anno ci sarà uno stand dell’Avis dalle 10.00 alle 17.00 in piazza Conciliazione, per sensibilizzare e informare sulla propria attività, tanto utile e preziosa.

La via centrale di Sabbionara sarà il fulcro della festa e verrà addobbata per rendere omaggio alla bella stagione in arrivo con decorazioni ed addobbi floreali realizzati e allestiti dagli stessi operatori economici di Avio.

Un evento caratterizzato da vari colori per iniziare bene la primavera, all’insegna del rispetto per l’ambiente, della valorizzazione del patrimonio naturalistico locale, del lavoro quotidiano umile e perseverante dei piccoli imprenditori e del volontariato quale elemento fondamentale e cruciale per lo sviluppo e la crescita della comunità.

Sogni Comuni a Malegno
mar 23@18:00–19:00

Arriva a Malegno, per la prima volta in Provincia di Brescia, il film “Sogni Comuni”, viaggio nelle amministrazioni virtuose.

Si tratta di un film-documentario di circa un’ora, realizzato da Alessandro Scilitani, partendo da un’idea di Marco Boschini e con la voce narrante di Paolo Rumiz.

 

E’ la storia di un viaggio, un viaggio attraverso l’Italia. Alla ricerca di sindaci e cittadini capaci di futuro. C’è il piccolo comune che come Davide contro Golia si è battuto a difesa di un pezzo di terra e quello che ha liberato il letto di un fiume che era stato intrappolato per far spazio ai capannoni. C’è il comune che è un’eccellenza europea nel campo del riciclo dei rifiuti e chi ha puntato tutto sull’integrazione tra culture diverse. C’è il comune che ha creato un’economia slow basata sul biologico e chi vive di cultura… Un viaggio di uomini e incontri. Gente capace di opporsi all’insensata monocultura del mondo contemporaneo

 

La proiezione è prevista per sabato 23 marzo, ore 18 presso il Circolo Arci “Sul Palco” in via Sant’Andrea 32 a Malegno, vicino alla Piazza Casari, famosa per il dipinto murale di Borondo.

 

Il link del trailer: https://www.facebook.com/sognicomuni/videos/306058246670942/

Donne Si Fa Storia, concerto ‘La mia terra’
mar 23@21:00–22:00

LA MIA TERRA
Sabato 23 Marzo 2019, ore 21.00
Teatro Comunale “Mario Del Monaco” di Treviso

Donne Si Fa Storia invita al concerto “La mia Terra”, un concerto dedicato agli alberi, alla terra, che ci accoglie e respira insieme a noi. Un progetto musicale inedito, ideato in esclusiva dal Maestro Diego Basso, con la partecipazione di Art Voice Academy, per la montagna veneta.
Riva del Garda, weekend al cinema
mar 23@21:00–22:00

Il film di animazione di Alexandre Astier e Louis Clichy «Asterix e il segreto della pozione magica» (Francia, 2018, durata un’ora e 45 minuti) è la proposta della rassegna cinematografica nella sala della Comunità in viale Rosmini a Riva del Garda per il fine settimana. Proiezioni sabato alle 21 e domenica alle 17.

 

Il biglietto costa 7 euro l’intero, 5 euro il ridotto. Sono disponibili gli abbonamenti a dieci film a scelta del fine settimana al costo di 50 euro e a cinque film a scelta della rassegna «Il piacere del cinema» a 25 euro. La biglietteria apre un’ora prima dell’inizio della proiezione.

 

La rassegna è proposta dalla Comunità Alto Garda e Ledro e dai Comuni di Arco, Riva del Garda, Ledro, Dro, Nago-Torbole, Tenno e Drena, per la cura del Coordinamento teatrale trentino e con il sostegno delle Casse Rurali trentine.

Iniziativa Comitato A.N.D.O.S. di Vallecamonica-Sebino
mar 23@22:00–23:00

Il Comitato A.N.D.O.S. di Vallecamonica-Sebino segnala un’iniziativa aperta a tutte le persone che hanno avuto (o che stanno avendo) problemi oncologici (o altre patologie invalidanti): il bando di Regione Lombardia “DOTE RITORNO AL LAVORO”.
Il Comitato è coinvolto nel progetto da SOL.CO. Brescia in quanto ente capace di fare rete nei confronti di quelle donne colpite da patologie oncologiche che stanno riprendendo (o che hanno da poco ripreso) il lavoro.

- Apertura periodo ricezione richieste: giovedì 21 marzo 2019
- possono fare domanda persone residenti e/o domiciliate in Lombardia che siano occupate in un’azienda o cooperativa (sempre in Lombardia) e che stiano rientrando sul posto di lavoro a seguito di cure oncologiche o invalidanti (con un’invalidità civile pari o superiore al 70%)
la dote messa a disposizione comprende: promozione del rientro sul posto di lavoro, rinforzo delle competenze professionali, sostegno psicologico per affrontare il rientro, accompagnamento alla eventuale riconversione professionale.

L’invito per tutte le persone che desiderano ricevere maggiori informazioni in merito è di contattare l’Agenzia per il Lavoro Camunia (tel. 0364 530016)

Basket, orari Serie A: Torino-Brescia
mar 23@23:00–mar 24@00:00

La Lega Basket Serie A ha definito la programmazione televisiva delle partite della 23/ma giornata, nella quale la Germani Basket Brescia affronterà la trasferta sul campo della Fiat Torino.

La gara contro la squadra piemontese, in programma nel nuovo PalaVela di Torino, si giocherà domenica 24 marzo alle ore 18.00, con diretta streaming su Eurosport Player.

Di seguito, il riepilogo delle partite di campionato della Germani Basket Brescia ufficializzate fino a oggi dalla Lega Basket Serie A:

21/ma giornata
GERMANI BASKET BRESCIA vs DOLOMITI ENERGIA TRENTINO
DOMENICA 10 MARZO 2019 – ORE 20.45
PalaLeonessa di Brescia
Diretta TV su Rai Sport HD e diretta streaming su Eurosport Player

22/ma giornata
GERMANI BASKET BRESCIA vs HAPPY CASA BRINDISI
DOMENICA 17 MARZO 2019 – ORE 19.15
PalaLeonessa di Brescia
Diretta TV su Eurosport 2 e diretta streaming su Eurosport Player

23/ma giornata
FIAT TORINO vs GERMANI BASKET BRESCIA
DOMENICA 24 MARZO 2019 – ORE 18.00
PalaVela di Torino
Diretta streaming su Eurosport Player

mar
24
dom
2019
1ª Viareggio Women’s Cup
mar 24@10:00–11:00

La prima semifinale della 1ª Viareggio Women’s Cup, in programma domenica 24 marzo allo stadio “Masini” di Santa Croce sull’Arno (in provincia di Pisa), avrà inizio alle ore 10 e non alle 11.

Congresso PATT
mar 24@10:25–11:25

 

CONGRESSO ORDINARIO DEL PATT

DOMENICA 24 MARZO 2019 con inizio ad ORE 9

A PERGINE VALSUGANA presso il TEATRO COMUNALE

in Piazza Garibaldi 5/g.

 

I lavori avranno inizio alle ore 9.00 con gli indirizzi di saluto dei rappresentanti dei movimenti autonomisti, del presidente e del segretario uscenti, cui farà seguito il dibattito congressuale e la presentazione dei candidati per le elezioni europee.

Canale 5, Melaverde a Paspardo
mar 24@11:25–12:25

Oltre il 35% del territorio italiano è costituito da montagna, superato solo da quello collinare con il 41%, ma nettamente superiore a quello di pianura che, pur essendo il più popoloso copre solo il 23% del nostro Paese. Su circa 60 milioni di Italiani solo 9 milioni vivono in queste terre difficili ed è grazie a loro se oggi possiamo godere di paesaggi di montagna dalla bellezza inestimabile. Per Le Storie di Melaverde, a Canale 5, domenica 24 marzo alle 11.20 Edoardo Raspelli ci porterà di nuovo a Paspardo, media Valle Camonica provincia di Brescia, per farci conoscere i custodi della montagna. Stiamo parlando di persone che hanno dedicato la loro vita alla montagna e che giorno dopo giorno proteggono, curano e valorizzano il patrimonio e la storia in alta quota. Sindaci che organizzano e gestiscono il territorio, i diversi problemi e le esigenze dei propri cittadini, malgari che ogni anno portano gli animali nei pascoli presidiando e tutelando così questa terra e la sua sicurezza, giovani che scelgono di restare e inventarsi nuove attività dando futuro alla montagna e poi loro, forse il simbolo per eccellenza, gli Alpini che oltre ad aver donato la vita alla montagna continuano ancora oggi a presidiare e salvaguardare le cime di tutto il paese.

Canale 5: Melaverde
mar 24@11:30–12:30

Domenica 24 marzo alle 11.20 su Canale 5, per Le Storie di Melaverde ,Edoardo Raspelli tornerà tra le montagne del Piemonte, nel Cuneese, per conoscere la pecora sambucana. Un animale che qualche decina di anni fa era quasi scomparso, e che grazie alla passione e anche alla lungimiranza di un gruppo di allevatori è stato oggi recuperato. Un ovino dalle carni particolari, dolci, che rappresenta oggi un’ importante fonte di reddito per un territorio di montagna che altrimenti poco avrebbe potuto offrire ai suoi abitanti. Un piccolo paese suggestivo dove tutto gira intorno a questo ovino sambucano. L’allevamento, la lana, il formaggio, la “tuma”, realizzato in un minuscolo caseificio casalingo da una signora. I salumi di pecora realizzati da alcuni giovani e poi il ristorante, dove assaggiare le squisite carni dell’ovino sambucano. Una storia da raccontare che arriva dal passato e che oggi è il motore per una crescente economia rurale che ha rivitalizzato un territorio ed ha permesso a tanti di rimanere in queste montagne.

Pallanuoto, Serie A2 femminile: Sori Pool Beach – An Brescia
mar 24@13:30–14:30

In casa della terza forza del campionato per dare il massimo e continuare a migliorare dal punto di vista tecnico e della tenuta mentale: per l’undicesima giornata di A2 femminile, domenica, alle 13.30, l’An Brescia sarà ospite del Sori Pool Beach. Per le leonesse, il confronto si annuncia piuttosto complicato (ad oggi, Sori è l’unico team che è riuscito a battere la capolista Trieste), ma le ragazze di Edvin Calderara non hanno la minima intenzione di rinunciare al proprio gioco esprimendo il potenziale del gruppo; la pressione sarà certo sulle spalle delle padrone di casa e anche questo dato andrà sfruttato per lottare con determinazione su ogni palla e maturare l’esperienza necessaria a proseguire al meglio la corsa verso la salvezza.

«La trasferta si presenta senz’altro difficile – dichiara il tecnico biancazzurro, Eddy Calderara -: rispetto alla prima parte del campionato, il Sori è cresciuto parecchio. All’inizio, il loro organico era molto rinnovato e, evidentemente, avevano bisogno di tempo per conoscersi meglio e l’intesa è progredita in modo ben chiaro: arrivano da un periodo molto positivo, con una serie di risultati che hanno determinato il terzo posto in graduatoria. Le qualità delle avversarie, per noi, devono essere costituire un forte stimolo per dare il cento per cento e sfruttare la sfida per crescere e accumulare esperienza; l’idea è di dare spazio a chi, fino ad ora, ha giocato un po’ meno e vedere di migliorare tutti quanti in modo, il più possibile, omogeneo. Ci dovremo impegnare al massimo per affinare gli schemi e gli automatismi che ci serviranno nel prosieguo del torneo, questo pensando soprattutto agli incontri casalinghi in cui affronteremo compagini più alla nostra portata. Insomma, la tappa di dopodomani sarà un importante test per far crescere la nostra condizione in vista degli incroci con le dirette avversarie».

Ski & Wine Arabba – Marmolada
mar 24@14:00–15:00

Sci ai piedi e calice in mano per degustare i migliori vini e brindare in pista: è l’accoppiata vincente diventata ormai marchio di fabbrica del divertimento sulle Dolomiti, riproposta per la terza edizione consecutiva da Ski&Wine, l’imperdibile appuntamento enogastronomico che si terrà domenica 24 marzo nel magnifico comprensorio di Arabba-Marmolada, tra i più suggestivi delle intere Dolomiti.

Il mese di marzo, com’è noto, sulle Dolomiti rappresenta l’inizio dello sci primaverile, le giornate si allungano e il sole rende piacevole lo stare sulla neve: ottime premesse per una piacevole alternativa alla solita giornata sugli sci. Domenica 24 marzo andrà in scena quindi una degustazione enogastronomica del tutto particolare che porterà gli amanti dello sci e della buona tavola alla scoperta di 12 rifugi diversi, con la possibilità di gustare ottimi calici di vino, bianco o rosso, accompagnati da finger food e prodotti tipici. Se cercate un’attività che unisca sport e enogastronomia, mettendo d’accordo gli amanti dello sci con quelli della buona tavola, lo Ski&Wine Arabba-Marmolada è l’attività giusta per voi.

Nella giornata del 24 marzo, aggiungendo al proprio skipass l’acquisto di un ticket da 20€ (25€ se si desidera la presenza di un maestro di sci), presso l’Ufficio Turistico di Arabba e Marmolada, sarà possibile dare via al divertimento, con la degustazione di vini selezionati. Durante le discese, infatti, 12 rifugi del comprensorio inseriti nel carosello sciistico Dolomiti SuperSki, accoglieranno gli sciatori, che potranno concedersi un calice di bollicine, oppure un ottimo vino bianco o un ricercato rossoaccompagnato da gustosi stuzzichini e assaggi di prodotti tipici. Un modo divertente per godere in modalità “slow” delle ricchezze del paesaggio, patrimonio mondiale dell’UNESCO, e affrontare le discese in modo divertente e “gustoso”.

Info ed iscrizioni:
Tourist Office di Sottoguda: 
0437 722277 – info@marmolada.com
Località Sottoguda, 33
32023 – Rocca Pietore (BL)

Tourist Office di Arabba:
0436 79130 – info@arabba.it
Via Mesdì, 66
32020 – Livinallongo del Col di Lana loc. Arabba

In alternativa è possibile effettuare l’iscrizione il mattino del 24 marzo a Malga Ciapela presso la partenza della Funivia Marmolada dalle 8:30 alle 10:30.

Basket, Serie A: Sassari-Trento
mar 24@16:25–17:25

Mian«Adesso viene il bello: contro Sassari servono pazienza e ritmo»

Fabio Mian e coach Maurizio Buscaglia presentano la trasferta di Sassari in cui i bianconeri cercano il sesto successo consecutivo e altri punti pesanti per la corsa playoff. Contro i sardi guidati in panchina da Gianmarco Pozzecco palla a due domenica alle 18.15

Banco di Sardegna Sassari (10-12) vs. Dolomiti Energia Trentino (12-10)

PalaSerradimigni | dom 24.03 | h 18.15 Eurosport Player | Radio Dolomiti

Game Notes (.pdf) | Kinesi Injury Report

FABIO MIAN (Guardia-Ala DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Le cinque vittorie di fila, dieci delle ultime tredici? Sono il passato, perché adesso arriva il bello. Dopo un inizio molto difficile ci siamo riconquistati una posizione playoff a cui ambivamo fin dal primo giorno, e ora dobbiamo solo continuare il nostro processo di crescita dando estremo valore ad ogni partita. Nella classifica cortissima della Serie A ogni vittoria può portarci in alto e ogni sconfitta può essere letale, quindi nel bene o nel male tutto si decide nei prossimi giorni. Contro Sassari, squadra di grande talento offensivo, dovremo essere pazienti e capaci di adattarci alla nostra avversaria restando fedeli alla nostra identità di squadra. Il controllo del ritmo e la capacità di non farci prendere dalla foga quando la Dinamo riuscirà a creare qualche break grazie ai suoi attaccanti di striscia».

MAURIZIO BUSCAGLIA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Sassari è una squadra lunga, e di talento: è reduce da una grande vittoria in coppa a Smirne contro il Pinar che sicuramente le ha dato inerzia ed entusiasmo. Non è facile affrontare la Dinamo perché vuol dire fare i conti con un settore interni ad assetto variabile, con la fisicità di Cooley e l’atletismo di Polonara a Thomas, ma anche con un gruppo di esterni con punti nelle mani, visione di gioco e capacità di lettura della partita. Pierre è in un ottimo momento di forma, McGee è un veterano di questo campionato e Smith personalmente lo considero tra le migliori point-guard della Serie A. I miei ragazzi però sono pronti: arriviamo al match in Sardegna con grande consapevolezza dei nostri punti di forza e dei nostri limiti, preparati ad un’altra partita dal sapore playoff, pronti a giocarci le nostre carte in questo finale di stagione che si preannuncia ancora una volta all’insegna dell’equilibrio e delle sorprese».

 

Dolomiti Energia Under 18 Eccellenza, impresa sfiorata a Bassano: 71-66 per la capolista

Non riesce l’impresa agli Under 18 Eccellenza nella trasferta in casa della capolista Bassano, ancora imbattuta in stagione, nonostante una prestazione di grande personalità da parte dei trentini, che cedono i due punti ai veneti solo negli ultimissimi minuti di gara. 

Dopo un inizio di partita giocato in pieno equilibrio, è Bassano a trovare un primo mini allungo sul finire dei primi 10 minuti di gioco (23-18 fine primo quarto). Nel secondo periodo i padroni di casa alzano il ritmo di gioco riuscendo a mettere in difficoltà i bianconeri, che faticano a trovare canestri facili e a contenere i rapidi attacchi avversari: si va così all’intervallo sul 42-30. 

Nella seconda metà di gara sono sempre i veneti a tenere l’inerzia della gara, andando a toccare i 20 punti di vantaggio; ma proprio quando la gara sembra compromessa, gli aquilotti trovano la forza e l’unità di squadra necessarie per tornare in partita, tornando fino al -3 a fine terzo quarto (57-54) e addirittura passando in vantaggio nei primi minuti dell’ultima frazione. Nel finale di gara Bassano ritrova la vena realizzativa che era mancata nei minuti precedenti, e nella volata finale riesce a chiudere la gara sul definitivo 71-66. 

Oxygen Bassano 71

Dolomiti Energia Trentino 66

(23-18, 42-30; 57-54)

Dolomiti Energia Trentino: Covi 8, Jovanovic, Gecele, Voltolini 15, Bernardino 5, Kitsing 16, Tani, Torrigiani 8, Baldessari, Ladurner 14. Coach Marchini, ass. Ress, Gilmozzi.

Oxygen Bassano: Tersillo 12, Pellecchia 2, Da Campo 13, Basso 1, Bargnesi 3, Gajic 12, Agbamu, Ciadini 2, Filoni 18, Bogliardi 10. Coach Papi, ass. Neri. 

Volley, Pool Promozione A2 femminile: Delta Informatica Trentino a Soverato
mar 24@17:00–18:00

La lunga trasferta calabrese sul parquet del Volley Soverato (fischio d’inizio domenica alle 17) si preannuncia come una delle tappe più difficili tra quelle che attendono la Delta Informatica Trentino da qui al termine della pool promozione. Reduce da cinque successi consecutivi e rafforzato ulteriormente il secondo posto in classifica dopo l’affermazione su Caserta, la squadra di Nicola Negro andrà alla ricerca del sesto sigillo di fila su un campo però particolarmente ostico, visto l’ottimo rendimento casalingo espresso quest’anno dal team di coach Napolitano. Per Moncada e compagne si tratterà di un match particolarmente delicato, visto che in caso di ulteriore vittoria la Delta Informatica Trentino compierebbe un altro importante passo verso una chiusura della pool promozione in una posizione quanto mai favorevole in vista del tabellone playoff. Soverato, al momento, occupa infatti il quarto posto con tre soli punti in meno rispetto a Trento.

 

QUI DELTA INFORMATICA TRENTINO. Morale chiaramente alto in casa gialloblù con la squadra che, nonostante qualche lieve acciacco, ha potuto preparare nel migliore dei modi la lunga trasferta in terra calabrese. Rosa al completo, eccezion fatta ovviamente per Gloria Baldi. «Stiamo bene e siamo in fiducia – spiega Nicola Negro, tecnico della Delta Informatica Trentino – All’andata con Soverato giocammo una delle nostre migliori gare della stagione ma la partita del Sanbàpolis dobbiamo scordarla in fretta, perché le nostre avversarie in casa sanno esprimere una pallavolo ben diversa, decisamente più efficace e redditizia. Ci attenderà una gara molto difficile, così come sarà estremamente complicato questo intero rush finale di pool promozione, con tre trasferte molto impegnative ed una sola gara interna. Nonostante ciò siamo molto determinati a proseguire la nostra serie positiva, con l’obiettivo di chiudere questa fase della stagione più in alto possibile».

QUI VOLLEY SOVERATO. Fondato nel 1994, ha partecipato per otto stagioni al campionato di B1, conquistando la promozione in A2 nel maggio del 2010. Nel 2012/2013 ha agguantato per la prima volta un posto nei playoff (eliminato ai quarti), traguardo raggiunto anche nella stagione 2013/2014 quando le calabresi giunsero fino alla semifinale. Dopo un’annata al di sotto delle attese, con un quart’ultimo posto che è comunque valso la salvezza, nel 2015/2016 ha conteso a Forlì la promozione in A1 fino all’ultima giornata, mancando però il sorpasso. Le calabresi sono approdate ai playoff ma in semifinale sono state eliminate dalla Delta Informatica. Medesimo cammino pure due anni fa: dopo il quarto posto in regular season Soverato è giunto fino alla semifinale playoff, inchinandosi in questa circostanza a Legnano. Lo scorso anno la corsa delle calabresi si è invece interrotta nei quarti di finale dei playoff per mano di San Giovanni in Marignano. In estate la rosa è stata rivoluzionata. La prima novità riguarda l’allenatore, con l’arrivo in panchina di Napolitano. Rinnovatissimo il parco giocatrici con ben dodici volti nuovi, tra i quali spiccano i nomi della laterale americana Hillary Hurley, dell’opposto ex Trento e Orvieto Ramona Aricò, della regista Jennifer Boldini, lo scorso anno a Bergamo in A1 e della centrale Ludovica Guidi, ex Cuneo. 

I PROBABILI SESTETTI. Out la lungodegente Baldi, l’unico ballottaggio tra le fila della Delta Informatica riguarda l’opposto con Giorgia Mazzon e Sofia Tosi in lizza per una maglia da titolare. Resto dello starting six trentino confermato, con Moncada al palleggio, McClendon e Fiesoli laterali, Fondriest e Furlan al centro e Moro libero. Il tecnico calabrese Napolitano dovrebbe invece affidarsi a Boldini al palleggio, Aricò opposto, Hurley e Tanase in posto-4, Guidi e Boriassi al centro e Napodano libero.

CURIOSITÀ. Quella in programma domenica pomeriggio sarà la dodicesima sfida ufficiale tra Delta Informatica Trentino e Volley Soverato. Il bilancio sorride alle gialloblù del presidente Postal, in vantaggio per 8-3 nel computo dei precedenti. La gara più recente, quella relativa al match d’andata dell’attuale pool promozione, è stata vinta in quattro parziali dal sestetto di Nicola Negro. Saranno due le ex di questa sfida, la regista di Trento Elisa Moncada, a Soverato nel 2011/2012, e l’opposto delle calabresi Ramona Aricò, in gialloblù due stagioni fa.

ARBITRI. I direttori di gara del match tra Volley Soverato e Delta Informatica Trentino saranno Fabio Toni e Paolo Scotti.

MEDIA. Chi non potrà seguire la gara dagli spalti del PalaScoppa di Soverato potrà farlo tramite internet. Gli aggiornamenti punto a punto saranno curati dal sito della Lega Pallavolo (www.legavolleyfemminile.it). La Lega Pallavolo offre inoltre la pratica e utilissima applicazione “Livescore Lega Volley Femminile” grazie alla quale si possono seguire i risultati in direttahttps://www.youtube.com/channel/UCOaQQ0oszQAl6JE-pU_50Awdi tutte le partite. Ovviamente saranno costantemente aggiornati anche i canali social della Delta Informatica Trentino; sul nostro canale Youtube ufficiale (TRENTINO Rosa), all’indirizzo , potrete seguire la diretta streaming della partita. 

Arco, The Secret of Kells
mar 24@18:00–19:00

«The Secret of Kells» di Tomm Moore, cartoon del 2009 candidato all’Oscar 2010 come miglior film d’animazione e mai distribuito in Italia, è la proposta per domenica 24 marzo di «Animated Bites», la rassegna cinematografica del Centro giovani intercomunale Cantiere 26 ad Arco, che propone film d’animazione provenienti da tutto il mondo e poco conosciuti. Inizio alle ore 18, durata 75 minuti, ingresso libero con tessera Luha (5 euro, si può fare al momento). Proiezione in lingua originale con sottotitoli.

 

Tomm Moore crea delle ambientazioni fantastiche cariche di folclore irlandese, gli sfondi sono decorazioni curate nei minimi dettagli in continuo movimento e fanno da sfondo ad una storia piena di colpi di scena. La trama: siamo nell’Irlanda del IX secolo, il giovane Brendan vive nell’abbazia fortificata di Kells. Un giorno un famoso maestro illuminato arriva in queste terre straniere portando un antico ed incompleto libro traboccante di una segreta saggezza e di poteri. Per aiutare a completare il libro, Brendan deve superare le sue più profonde paure in un viaggio pericoloso che lo porterà al di fuori dei muri dell’abbazia e dentro alla foresta incantata, dove si nascondono magiche creature, qua incontrerà una misteriosa fata di nome Aisling che diventerà sua alleata. Ma con i barbari in avvicinamento, riusciranno la determinazione e l’artistica visione di Brendan ad illuminare l’oscurità e a mostrare che l’illuminismo è la migliore fortificazione contro il male?

 

La rassegna

«Animated Bites» è una rassegna curata da LuHa-ArtSurvivalKit che propone film d’animazione provenienti da tutto il mondo, poco conosciuti e, in alcuni casi, mai distribuiti in Italia. Un’occasione per riscoprire il significato dell’espressione «film animato», un prodotto non per forza indirizzato a un pubblico di bambini e ragazzi ma anche una fascia più adulta e matura, in grado di comprendere maggiormente i contenuti e i temi trattati.

Germani Basket Brescia a Torino con fiducia: “Ma guai a sottovalutare i nostri avversari”
mar 24@18:00–19:00

Concentrati e positivi, senza sottovalutare un avversario che ha 8 punti in meno in classifica: è questo lo stato d’animo che accompagna la Germani Basket Brescia verso la trasferta da disputare sul campo della Fiat Torino, in programma domenica 24 marzo alle ore 18.

La gara della 23/ma giornata di campionato, da giocare sul parquet del PalaVela di Torino, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato coach Andrea Diana e Gerald Beverly, lungo statunitense della Leonessa. Alla conferenza era presente anche Stefano Pagani, Amministratore Delegato di Cantina Lovera, azienda che per la stagione 2018-2019 ricopre il ruolo di Main Sponsor di Basket Brescia Leonessa.

“Ci aspetta una partita delicata, una gara nella quale entrambe le squadre partecipanti cercano una vittoria – le parole di Andrea Diana, coach della Germani -. La capacità di mantenere alta la concentrazione per tutto il match sarà fondamentale, al pari dell’aggressività che bisognerà mettere sia in attacco che in difesa”.

“Torino non naviga in buone acque dal punto di vista di classifica, ma ha un roster di innegabile valore – prosegue il coach della Leonessa -. È una squadra in grado di accendersi in qualsiasi momento e produrre un basket dinamico e aggressivo. Contenere le penetrazioni di Moore e Poeta sarà una delle chiavi della partita, ma sarà importante anche limitare Hobson, che è un po’ un loro play aggiunto, bravo a giocare per sé ma anche per i compagni”.

“Nelle ultime uscite, il coach di Torino Galbiati ha prediletto la soluzione con i due lunghi in quintetto e questo incrementa la fisicità della squadra – spiega Diana -. Anche la panchina della Fiat è di innegabile livello, non dimentichiamo che i piemontesi hanno disputato l’EuroCup e che all’inizio della stagione avevano costruito il proprio roster pensando al doppio impegno”.

“Per noi, l’errore più grande sarebbe quello di sottovalutare la partita pensando alla posizione in classifica del nostro avversario – conclude l’allenatore toscano -. Dovremo essere continui nell’arco di tutti i 40′, sapendo che avremo di fronte una squadra in grado di trovare parziali improvvisi. Dobbiamo soprattutto farci trovare pronti a reggere l’urto difensivamente, per questo chiederò alla squadra più continuità rispetto alla sfida contro Brindisi. Non possiamo permetterci cali d’attenzione, distrazioni o condizionamenti dovuti a nostri errori: conterà davvero essere squadra. Sarà un’altra battaglia, ma giocare partite che contano è il bello del nostro sport”.

“Mi sento bene, mi sono ripreso da un periodo in cui la mia forma non era ottima ma ho lavorato sodo in palestra e adesso sono tornato quasi al 100% – il pensiero di Gerald Beverly, lungo statunitense della Leonessa -. Dopo la vittoria di domenica scorsa, dobbiamo cercare di lavorare tutti insieme per provare a raggiungere i playoff e per farlo dobbiamo restare uniti. La stagione non è ancora finita, il finale è ancora tutto da scrivere e noi vogliamo chiudere il campionato in crescendo”.

“Ringrazio il coach per aver creduto nelle mie capacità – afferma Beverly parlando del suo utilizzo in campo, considerato che in campionato è partito ben 19 volte nello starting five -. Nel corso della stagione ho potuto perfezionare vari aspetti del mio gioco: partire in quintetto mi rende ovviamente felice, però ho sempre provato a portare la mia energia in campo anche quando subentravo dalla panchina”.

“Il pick-n-roll? È un fondamentale che conoscevo bene, ma che non avevo mai giocato così tanto in precedenza – prosegue il lungo di Rochester -. Luca Vitali mi ha aiutato molto nel comprendere il gioco in pick-n-roll e penso di essere migliorato in questo aspetto del gioco rispetto all’inizio della stagione. Sono sempre pronto ad ascoltare i consigli di Luca, David (Moss, ndr) e Brian (Sacchetti, ndr), giocatori esperti che sono da molti anni in questa lega e che sono sempre pronti a rispondere alle mie domande. Questa è la mia prima stagione intera in Europa, mi sto divertendo e sto imparando tante cose, non solo in campo ma anche dall’ambiente che mi circonda. Da questo punto di vista, sono andato oltre le mie aspettative”.

“Durante il match di domenica dovremo portare tutta la nostra energia in campo e rimanere concentrati e uniti, a partire dalla difesa – conclude Beverly -. Abbiamo una grande opportunità di conquistare un’altra vittoria e dovremo sfruttarla al meglio, senza guardare la classifica dei nostri avversari, ma tenendo ben presente il talento del loro roster”.

Come anticipato, la conferenza stampa è stata anche l’occasione per presentare la partnership tra Basket Brescia Leonessa e Cantina Lovera, l’azienda agricola che sorge nel cuore storico della Franciacorta e che per la stagione sportiva 2018-2019 ricopre il ruolo di Main Sponsor del club bresciano. Dal 7 al 10 aprile prossimo, Cantina Lovera sarà presente alla prestigiosa rassegna Vinitaly (PalaExpo | Stand 14), che si svolgerà presso la Fiera di Verona da domenica 7 a mercoledì 10 aprile prossimo.

Volley, SuperLega: Trento-Monza
mar 24@20:30–21:30

Si conclude in questo fine settimana la regular season di SuperLega Credem Banca 2018/19; sabato 23 marzo l’Itas Trentino sarà protagonista dell’unico anticipo del ventiseiesimo ed ultimo turno, ricevendo alla BLM Group Arena la visita del Vero Volley Monza. Fischio d’inizio programmato per le ore 20.30: diretta su Radio Dolomiti e live streaming su Lega Volley Channel all’indirizzo www.elevensports.it/superlega.
QUI ITAS TRENTINO Inserito fra la gara d’andata e di ritorno della Finale di 2019 CEV Cup contro il Galatasaray (e per questo motivo da giocare un giorno prima di tutti gli altri), l’incontro definirà la posizione finale dei Campioni del Mondo nella classifica del campionato, e, al tempo stesso, l’accoppiamento nei quarti di finale dei Play Off Scudetto (confronto al meglio delle tre gare, il via domenica 31 marzo). Per confermarsi al secondo posto (ed affrontare poi otto giorni dopo la stessa Monza o Padova) senza dover guardare al risultato della diretta concorrente Civitanova (impegnata domenica in casa con Vibo Valentia), a Giannelli e compagni servirà una vittoria al massimo in quattro set; in caso di arrivo a pari punti con la Cucine Lube infatti Trento scivolerà al terzo posto per minor numero di vittorie e sfiderà quindi la sesta (Verona).
E’ un appuntamento importante, che può offrire ulteriore significato al nostro percorso in campionato – chiarisce l’allenatore Angelo Lorenzetti - . Abbiamo infatti l’opportunità di concludere al secondo posto la regular season ma anche di migliorare il rendimento fatto registrare nel girone d’andata, quando conquistammo trentadue punti. Nel girone di ritorno sin qui ne abbiamo ottenuti uno in meno, trentuno, e quindi anche questo può rappresentare uno stimolo particolare rispetto a questa partita che ritengo in ogni caso molto difficile. Monza è infatti fra le formazioni meglio assemblate dell’intera SuperLega e solo questioni legate agli infortuni non le hanno permesso di posizionarsi più in alto in classifica. Dalla sua ha tanto talento che potrà tornarle molto utile anche per il futuro e viene gestita al meglio da un palleggiatore come Orduna che riesce a far rendere sempre al massimo i suoi attaccanti. Vista l’importanza della posta in palio, per entrambe le formazioni si tratta quasi di una finale e come tale vogliamo viverla”.
L’Itas Trentino completerà la preparazione al match con gli allenamenti del pomeriggio odierno e della mattinata di sabato alla BLM Group Arena, momenti in cui verranno valutate le condizioni dell’intera rosa (alla terza partita ufficiale in sei giorni) ed in particolar modo di Lisinac, che dovrebbe anche in questo caso restare ai box. Trentino Volley sosterrà la quarantaquattresima partita ufficiale della sua stagione (bilancio 37 vittorie e 6 sconfitte), l’807a della sua storia in cui inseguirà la vittoria numero 566.
GLI AVVERSARI Come l’Itas Trentino, il Vero Volley Monza affronta l’ultimo impegno di regular season nel bel mezzo del doppio confronto di una Finale di Coppa Europea, in questo caso la Challenge Cup. Mercoledì sera in Brianza la formazione allenata da Fabio Soli ha superato al tie break i russi del Belgorod, compiendo un primo incoraggiante passo verso il suo primo trofeo continentale. Il 3-2 alla Candy Arena ha messo ancora una volta in luce la grande vena offensiva della coppia di posto 4 Dzavoronok-Plotnytskyi, a segno ben 54 volte (27 punti a testa). Su palla alta un ulteriore contributo arriva anche dal recupero di Buchegger, assente per buona parte della stagione a causa di un serio infortunio, che offre un’alternativa credibile all’opposto titolare Ghafour. Le statistiche delle venticinque giornate di campionato già giocate raccontano come Monza sia una squadra particolarmente efficace a muro (seconda compagine per numero di block realizzati – in tutto 236) ed in battuta (quarta posizione con 157 ace), grazie soprattutto all’apporto offerto rispettivamente dal centrale Yosifov e dai due martelli di banda. La pericolosità del Vero Volley in trasferta è certificata pure dalle nove vittorie su dodici incontri sin qui disputati in SuperLega, fra cui quelle a Perugia, Modena e Milano.
I PRECEDENTI In archivio le due Società hanno già tredici precedenti, con un bilancio nettamente favorevole ai gialloblù (12-1). L’unica vittoria dei brianzoli è però relativa proprio ad un match giocato nell’ultima giornata di regular season, in quel caso campionato 2017/18: 3-2 al PalaCandy il 4 marzo 2018. Tra le mura amiche della BLM Group Arena Trentino Volley ha concesso agli avversari appena quattro set in sei match: uno il 20 dicembre 2015, due il 27 novembre 2016 ed uno nell’ultimo precedente, relativo al 26 dicembre 2017. La sfida più recente è invece datata 23 dicembre 2018, con successo al tie break per i Campioni del Mondo dopo 165’ minuti di gioco nella partita più lunga della storia del Club di via Trener: parziali di 25-22, 20-25, 25-21, 36-38, 8-15 e Giannelli mvp.
GLI ARBITRI L’incontro sarà diretto dalla coppia torinese composta da Marco Braico (primo arbitro, in massima categoria dal 2003) e Giuliano Venturi (secondo arbitro, in Serie A dal 2007). I due fischietti sono alla seconda gara congiunta in SuperLega Credem Banca 2018/19, la dodicesima personale per Braico (che in questa stagione ha già diretto Trento-Vibo 3-0 dell’1 novembre 2018) e la tredicesima per Venturi, che aveva arbitrato l’Itas Trentino l’ultima volta proprio nella gara di andata di Monza.
RADIO, INTERNET E TV La gara sarà raccontata in cronaca diretta ed esclusiva da Radio Dolomiti, network partner di Trentino Volley. I collegamenti con la BLM Group Arena di Trento saranno effettuati all’interno di “Campioni di Sport”, il contenitore sportivo dell’emittente di via Missioni Africane. Le frequenze per ascoltare il network regionale sono consultabili sul sito www.radiodolomiti.com, dove  sarà inoltre possibile seguire la radiocronaca live in streaming.
Prevista anche la diretta in streaming video sullo spazio web “Lega Volley Channel”, all’indirizzo internet www.elevensports.it/superlega (servizio a pagamento).
In tv la differita integrale della gara andrà in onda alle 21.50 di lunedì 25 marzo su RTTR, tv partner della Società di via Trener.
Su internet gli aggiornamenti punto a punto saranno curati dal sito della Lega Pallavolo Serie A (www.legavolley.it) e dallo stesso www.trentinovolley.it e saranno sempre attivi sui Social Network gialloblù (www.trentinovolley.it/facebook e www.trentinovolley.it/twitter).
BIGLIETTI E MERCHANDISING E’ possibile acquistare i biglietti per la sfida con Monza in qualsiasi momento su internet, cliccando www.vivaticket.it/ita/event/itas-trentino-monza/128539. I tagliandi saranno disponibili anche sabato presso le casse della BLM Group Arena, attive a partire dalle ore 19.30, stesso momento in cui verranno aperti anche gli ingressi del palazzetto.
All’interno, dietro la tribuna lunga lato nord, i tifosi troveranno a propria disposizione il punto merchandising gialloblù; in vendita una vastissima gamma di articoli ufficiali Trentino Volley.
“TRAMONTIN DAY” Sabato alla BLM Group Arena si celebrerà il “Tramontin Day”: Tramontin – azienda di arredamenti che ha sede a Lavis, in via Nazionale 154 – ha organizzato un evento speciale per offrire ancora maggiore visibilità. Il Palazzetto, la sala hospitality (in cui è già presente un angolo relax realizzato proprio da Tramontin) e il match program saranno infatti brandizzati con il logo Tramontin.
Targato Tramontin anche il premio del miglior giocatore, scelto grazie ai voti dei giornalisti presenti in tribuna stampa. Verrà consegnato da Mauro Tramontin – Titolare di Tramontin.

mar
25
lun
2019
Riva del Garda, lavori all’acquedotto
mar 25@12:10–17:30

Riva del Garda – Riqualificazione di un tratto di acquedotto.
Al via lunedì 25 marzo i lavori di risanamento di un tratto delle condotte dell’acquedotto all’interno della galleria Agnese, quella che collega Riva del Garda e la valle di Ledro, dove si trova la sorgente «Galleria» che alimenta il serbatoio «Riva», il più capiente della città. Per una ventina di giorni (i lavori dureranno circa un mese) nella galleria si circolerà a senso unico alternato.

«L’intervento -spiega l’assessore Alessio Zanoni- si inserisce in uno dei temi più sentiti di oggi, ovvero la gestione attenta della risorsa acqua. Già nel marzo del 2016, in seguito a una video-ispezione, si erano accertate numerose perdite localizzate e si era proceduto ad alcuni interventi di risanamento localizzato. Ora parte l’intervento complessivo, che sarà realizzato con la metodologia del “relining”, cioè risanando le tubazioni dall’interno con uno speciale rivestimento. Essendo annegate in un cordolo di calcestruzzo che corre a lato della strada, sostituirle avrebbe richiesto uno scavo impegnativo e tempi molto più lunghi, dell’ordine dei quattro mesi. In questo modo, invece, il cantiere dovrebbe essere smantellato in un mese, e il senso unico alternato dovrebbe essere limitato a 18 giorni. Per questo abbiamo concordato con l’impresa che lavorerà anche il sabato e su due turni e, oltre alla classica penale in caso di ritardi, abbiamo messo un premio di accelerazione, nel caso concludessero in anticipo. Il costo dell’intervento è impegnativo, 440 mila euro tutto compreso, ma si giustifica con l’importanza di poter disporre di acqua potabile in quantità e di qualità adeguata, eliminando gli sprechi. D’altronde la captazione dalla sorgente toglie acqua all’ecosistema, e anche per questo è importante eliminare le perdite. Nel 2016 il Comune di Riva del Garda è stato uno dei primissimi ad adottare il Fia, il Fascicolo integrato di acquedotto, uno strumento che ci permette di vigilare in modo efficace sul sistema idrico potabile e di garantire i migliori standard di qualità, obiettivi ai quali ogni anno dedichiamo risorse ingenti del bilancio».

Il tratto di tubazioni che saranno risanate si estende per circa 500 metri; poiché il relining in un’unica tratta di 500 metri non offre garanzie sufficienti di corretta esecuzione, si opererà su due tratte di 250 metri; per questo gli scavi saranno tre: i due in testa e in coda, e uno a metà del tratto.

La ditta che eseguirà i lavori è la Tecnoimpianti Paternoster Srl di Predaia, direttore dei lavori coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione è l’ing. Andrea Zanetti di Trento.

Trento, “San Marco: bene comune”: via alle iniziative di animazione
mar 25@12:55–13:55

“San Marco: bene comune”, i prossimi appuntamenti

 

Lunedì 25 marzo, dalle 13.30, giochi e attività dei bambini della scuola dell’Infanzia Tambosi in collaborazione con le studentesse del liceo musicale coreutico Bonporti; allestimento delle aiuole con la collaborazione dell’ufficio Parchi e Giardini del Comune

Martedì 26 marzo, in mattinata, allestimento delle aiuole con i bambini della scuola dell’infanzia Tambosi e con la collaborazione dell’ufficio Parchi e Giardini del Comune.

Sabato 30 marzo, dalle 15.30, proposta laboratoriale con il progetto Art-bus a cura di studio d’arte Andromeda. Appuntamento aperto a tutti.

 

Aprile

Venerdì 26 aprile, ore 18, presentazione del libro “Nel nostro fuoco” (edizione Hacca) con la presenza dell’autrice Maura Chiulli che, oltre alla presentazione, proporrà uno spettacolo di mangiafuoco. A cura della libreria Due Punti. Appuntamento aperto a tutti.

 

Maggio

13 maggio, ore 15, momento musicale a cura degli studenti del liceo musicale Bonporti. Appuntamento aperto a tutti.

21 maggio, ore 10-12, letture e giochi con i bambini della scuola dell’infanzia  Tambosi a cura della libreria Due Punti, la libreria Seggiolina Blu e l’associazione Culturale Lingua Attiva.

 

Giugno

•  1 giugno, dalle 10 alle 12, yoga con Fazia e Tania

3 giugno, dalle 13.30, giochi e attività con i bambini della scuola dell’infanzia Tambosi in collaborazione con le studentesse del liceo musicale coreutico Bonporti. Allestimento delle aiuole con la collaborazione dell’ufficio Parchi e Giardini del Comune.

4 giugno, in mattinata, allestimento delle aiuole con i bambini della scuola dell’infanzia Tambosi e con la collaborazione dell’ufficio Parchi e Giardini del Comune.

 

Trento, 21 marzo 2019

UniTrento – Cosa insegna la tempesta Vaia
mar 25@14:30–15:30
La tempesta Vaia dello scorso ottobre è stata un fenomeno distruttivo, inedito per intensità e portata. Vaia ha posto interrogativi nuovi a chi si occupa di tutela del territorio, ha dimostrato la necessità di adattare l’approccio alla gestione delle risorse naturali e alla difesa del suolo.
«Vaia ci impone di aggiornare progetti di ricerca e piani di intervento» osserva Maria Giulia Cantiani, docente di Ecologia al Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica dell’Università di Trento. Nel suo corso propone ora un incontro per approfondire la dinamica di quell’evento e per analizzare gli effetti sul patrimonio forestale trentino e delle zone confinanti. Il seminario, dal titolo “La tempesta Vaia: 28-30 ottobre 2018”, si terrà lunedì 25 marzo alle 14.30 nell’aula “biblioteca” del Dipartimento (Via Mesiano, 77).
«A seguito dell’evento di fine ottobre scorso, che ha gravemente colpito il territorio montano del Trentino, ho ritenuto utile fornire spunti di riflessione e di discussione agli studenti e a tutti gli interessati per comprendere meglio questo fenomeno, figlio dei cambiamenti climatici» spiega Cantiani.
Lorenzo Giovannini (Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica, Università di Trento) interverrà su “Caratterizzazione dell’evento sotto il profilo meteorologico”, Alessandro Wolynski (Ufficio Pianificazione, Selvicoltura ed Economia forestale, Provincia autonoma di Trento) parlerà del “Piano d’azione per gestire l’emergenza forestale”, mentre Davide Geneletti, Francesco Orsi e Marco Ciolli (Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica) si soffermeranno sulle connessioni tra l’evento e il progetto europeo Horizon 2020 InnoForESt.
InnoForESt (Smart information, governance and business innovations for sustainable supply and payment mechanisms for forest ecosystem services) nasce con lo scopo di individuare, quantificare e valorizzare il reddito derivante dai servizi ecosistemici non ancora riconosciuti dai mercati tradizionali. Per farlo è necessario approfondire le conoscenze di diversi approcci locali alla gestione forestale, individuare quelli più innovativi e provare ad applicare quelli più performanti a una scala di livello più ampio. L’Università di Trento collabora con il Servizio Foreste e Fauna della Provincia autonoma di Trento per individuare forme innovative di governance in uno dei casi studio del progetto, il Primiero, che è stato duramente colpito da Vaia. «La tempesta – racconta Cantiani – è stata occasione per ripensare l’approccio del progetto, che non può prescindere dal tenere in debito conto eventi calamitosi come quello che si è verificato lo scorso ottobre e con i quali in futuro dovremo sempre più confrontarci».
Cosa ha insegnato la tempesta Vaia? «Il principale obiettivo del progetto – risponde Cantiani – è costruire possibili futuri scenari di gestione delle risorse naturali coinvolgendo i portatori di interesse locali, con processi di partecipazione dal basso. La tempesta ha inciso in modo pesante sull’economia del luogo, in particolare sulla filiera del legno e sul turismo (penso alla distruzione della sentieristica), e ha colpito profondamente, anche da un punto di vista emotivo, le popolazioni locali, costringendo a ripensare gli scenari in uno sforzo collettivo, capace di far fronte all’emergenza e di trasformare in opportunità, dove possibile, gli effetti drammatici dell’evento (un esempio può essere il recupero a prato di aree boschive)».
«Ulteriore attività del progetto – conclude – è quella di costruire mappe dei servizi ecosistemici forestali europei. Questa attività, assieme alla mappatura degli attori e dei sistemi di governance, che verrà effettuata dai partner di progetto, permetterà di illustrare la varietà sociale, ecologica, tecnica e istituzionale delle forme di gestione delle foreste europee».
Isarco, nuovi lavori per la protezione dalle piene
mar 25@18:00–19:00

A partire dal 25 marzo proseguono i lavori per la messa in sicurezza del fiume Isarco all’altezza di ponte Loreto, a Bolzano

Il quinto lotto degli interventi antipiena e di tutela ambientale sul fiume Isarco a Bolzano verrà finanziato grazie ai 900.000 euro di fondi ambientali provenienti dalla centrale idroelettrica di Cardano gestita da Alperia Greenpower. I lavori di messa in sicurezza e di rinaturalizzazione dell’Isarco sono iniziati 5 anni fa. Attualmente si lavora in tre zone: fra ponte Roma e ponte Palermo è in corso la sistemazione dell’argine con l’uso di micropali sulla sinistra orografica del fiume, mentre sono già partiti i lavori di sistemazione della parte arginale del fiume stesso. Anche all’altezza del ponte ferroviario a valle del ponte Resia sono in corso lavori di messa in sicurezza dei piloni del ponte e di sistemazione del letto del fiume.

Via ai lavori a ponte Loreto

Lunedì 25 marzo inizierà l’intervento di miglioramento strutturale sulla destra idrografica del fiume e valle di ponte Loreto. Lo scorso anno non si è riusciti a realizzare tutti i terrapieni previsti sul letto del fiume Isarco, perché il livello dell’acqua era troppo alto a causa dello scioglimento dei ghiacci. Un terrapieno di deviazione è una sorta di diga costruita trasversalmente all’interno del letto di un fiume che ha la funzione di proteggere gli argini: vengono costruiti particolarmente bassi e si trovano completamente al di sotto del livello dell’acqua. La direzione lavori e il progetto dell’intervento sono curati da Peter Egger dell’Ufficio bacini montani sud, mentre la pianificazione idroecologica è stata curata da Peter Hecher del Centro funzionale provinciale dell’Agenzia per la protezione civile.

Presentazione a Pisogne de “La roccia 12 di Seradina I”
mar 25@20:30–21:30

Lunedì 25 marzo alle h. 20.30 c/o la libreria Puntoacapo di Pisogne (BS),
si terrà la presentazione del volume “La roccia 12 di Seradina I” di Alberto Marretta

Rovereto, “Finestra per la Città”
mar 25@20:30–21:30
Lunedì 25 marzo ore 20,30 (presso Urban Center Rovereto) consueto appuntamento mensile tra il Sindaco e cittadinanza.
Dopo la consueta rendicontazione mensile, si farà il punto sul Progetto di Rigenerazione Urbana che nel corso di questo mese di marzo ha registrato importanti contatti e novità.
Sono invitati oltre ai cittadini tutti coloro i quali (commercianti in primis) sono coinvolti e traggono vantaggio dalle azioni del Laboratorio RUR.
Risultati Universiadi Martina Bellini
mar 25@23:00–mar 26@00:00

 «Devo ringraziare Unibg perché portandomi alle Universiadi mi ha permesso di vivere un’esperienza bellissima ed emozionante. Sembrava di stare nell’ambiente olimpico a tutti gli effetti. Il livello era molto alto e le gare super competitivo». Così esordisce la 21enne Martina Bellini, fondista del Cs Esercito, al rientro dalla spedizione studentesca in Siberia, a Krasnoyarsk, nel ricevere le congratulazioni del Rettore Remo Morzenti Pellegrini che nel stringerle la mano ha sottolineato: «Studiare è un impegno, un lavoro, allora chi fa sport a livelli agonistici ha un doppio lavoro. A questi studenti l’Ateneo dedica il programma di doppia carriera, che sostiene non solo gli sportivi a raggiungere gli obiettivi di studio ma anche a proporli come modello ai colleghi, perché è importante che gli studenti sfruttino appieno tutte le opportunità offerte dall’Università il cui obiettivo è semplice e ambizioso al tempo stesso: formare laureati sempre capaci, in qualsiasi situazione li porterà la loro vita professionale e civile, di riconoscere la forza di questo processo di crescita nel costruire ogni volta un bagaglio di saperi e di relazioni, aprendosi al mondo per confrontarsi con realtà diverse, ritornando arricchiti e rinnovati nello spirito».

Nella località russa di Krasnoyarsk, dal 2 al 12 marzo, è andata in scena la 29ª edizione delle Universiadi Invernali. Ad accompagnarla in questa avventura c’erano il suo preparatore storico Giulio Visini e il responsabile Fisi degli universitari Paolo Carminati, entrambi bergamaschi.

La fondista iscritta all’Università degli Studi di Bergamo ha portato a casa una medaglia di bronzo, ottenuta nella staffetta disputata insieme alle compagne di squadra della nazionale under 23 Ilenia Defrancesco e Francesca Franchi. «Sapevamo di poter fare bene nella staffetta. Era la prova su cui puntavamo di più. L’obiettivo era salire sul podio, e ci siamo riuscite». Il terzetto italiano è stato battuto solo dal team russo e da quello giapponese. E grazie a questa medaglia Martina Bellini riceverà il premio dell’esenzione dal pagamento delle tasse per l’anno accademico.

Studentessa del dipartimento di economia, la bergamasca di Clusone riesce a conciliare l’attività agonistica di altissimo livello allo studio universitario grazie alla dual career. «Appena arrivata in Università dalle scuole superiori ho fatto molta fatica a ingranare. Non c’erano solo le gare invernali, ma anche i raduni estivi. Non sapevo come organizzarmi per rispettare le date degli appelli d’esame. Con la dual career è cambiato tutto, in meglio. Frequentare l’università part-time e avere un tutor al mio fianco mi aiuta a proseguire negli studi».

Il tempo dedicato allo studio per la giovane sciatrice azzurra si concentra nei periodi in cui è a casa, in assenza di competizioni in giro per il mondo e raduni con il Cs Esercito e la nazionale. «Mi porto da studiare anche nelle trasferte ma in quelle occasioni devo focalizzarmi sulla gara. Con la dual career ho ritrovato l’equilibro fra attività sportiva e percorso universitario; la sola difficoltà, per quanto mi riguarda, è la discontinuità nello studio».

Materia preferita? «Economia aziendale, e, in generale, le discipline poco teoriche». Il prossimo obiettivo da studentessa? «Punto a dare un altro esame nel mese di maggio». La doppia carriera della talentuosa fondista è solo agli inizi.

mar
26
mar
2019
Ledro Comune virtuoso: i dati
mar 26@13:00–14:00

Ledro è un Comune virtuoso in tema di efficienza interna e integrazione settoriale, prevenzione di potenziali fonti di inquinamento e ricerca di un miglioramento continuo delle performance ambientali. È quanto emerge dalla certificazione EMAS, una sorta di radiografia operativa finalizzata a verificare il miglioramento della situazione ambientale e a indirizzare il territorio verso uno sviluppo sostenibile. L’operatività è basata sui dettami della norma ISO 14001 e sottoposta a verifiche periodiche da parte di un ente terzo che convalida e attesta la conformità al regolamento stesso. Tra gli aspetti oggetto di esame vi sono anche la gestione degli impatti diretti e indiretti delle attività nonché il rafforzamento dei poteri di governo del territorio capaci di influenzare con un’accorta pianificazione i comportamenti di tutte le parti interessate.

 

Come noto il Comune di Ledro gestisce e valuta tramite il proprio Sistema di Gestione Ambientale vari aspetti - chiarisce il sindaco Renato Girardi - tra i quali acqua (qualità e monitoraggio delle acque), energia (energia elettrica prodotta e consumata, illuminazione pubblica), rifiuti (monitoraggio dell’andamento della raccolta differenziata), suolo (malghe e pascoli, gestione patrimonio forestale) e acquisti di prodotti e servizi. Temi che abbiamo volutamente sottoporre a verifica di qualità e devo dire che lusinghiere sono le valutazioni di merito. Siamo soddisfatti di questa scelta che da un lato premia il lavoro fatto in questi anni dal Comune di Ledro e  dall’altro garantisce dirette ricadute sui nostri concittadini in tema di difesa ambientale e quindi qualità della vita ma anche di contenimento dei costi dei servizi.

 

La Registrazione EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) è uno schema definito su standard europei al quale le imprese e gli enti pubblici possono aderire volontariamente: mira a promuovere il miglioramento continuo delle prestazioni ambientali delle organizzazioni mediante l’istituzione e l’applicazione di sistemi di gestione ambientale, la valutazione sistematica, obiettiva e periodica delle prestazioni, l’offerta di informazioni ambientali, un dialogo aperto con il pubblico e le altre parti interessate.

 

Questo in dettaglio le valutazioni Emas:

 

ACQUA: l’Amministrazione si impegna costantemente per migliorare la qualità delle acque, nella ricerca e nella gestione di perdite. Attualmente i consumi di acqua totali pro capite sono di 263 litri all’anno mentre i consumi domestici pro capite sono di 169 litri anno

 

RIFIUTI: Grazie all’incremento dell’efficienza della raccolta e agli sforzi economici messi in campo dal Comune e dalla Comunità di Valle si è assistito ad un incremento della raccolta differenziata. Oggi la quota è del 57%.

 

SUOLO: il Comune di Ledro è proprietario di 18 malghe e si è dotato di un Piano Malghe finalizzato a migliorare la gestione di pascoli stabili e a potenziare le verifiche del carico di bestiame al pascolo. L’Amministrazione prosegue con il progetto inerente al trasferimento dei liquami prodotti dagli allevamenti presenti sul territorio alle aziende agricole di Storo, intervenendo a sostegno degli allevatori facendosi carico dei costi di traporto. L’obiettivo resta quello di ridurre l’impatto sui prati, gli effetti di eutrofizzazione delle acque e tutelare il lago.

 

ENERGIA: grazie al fotovoltaico installato su immobili comunali, alla centrale idroelettrica in Val Concei e al Micro impianto idroelettrico a Croina (in funzione dal 2018) ilComune di Ledro ha incrementato del 40% in quattro anni la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Si è così passati da una produzione annua di 1,76 Gigawattora del 2015 ai 2,48 GWh dello scorso anno ovvero 2,48 milioni di kilowattora (KWh). In tema energetico viene evidenziato come negli ultimi anni siano stati investiti circa 500.000 € per l’illuminazione pubblica con l’installazione di lampade a basso consumo e ridotto impatto ambientale. L’investimento ha permesso di quasi dimezzare i consumi, drasticamente calati dai 974 Megawatt 2016 ai 560 MWh 2018.

 

ACQUISTI DI PRODOTTI E SERVIZI: Il Comune di Ledro si è strutturato, anche grazie ad EMAS, per monitorare ed incrementare gli Acquisti Pubblici Verdi verso prodotti e servizi (come arredi per la biblioteca, per parchi e giardini, prodotti per le pulizie) che abbiano un impatto ambientale meno negativo.

 

E così con un’amministrazione e cittadini virtuosi anche le tariffe dei servizi ne risentono positivamente. A Ledro sono in calo come conferma la politica tariffaria adottata della giunta comunale del sindaco Girardi.

 

Anche nel 2019 abbiamo innanzitutto cercato di aiutare le famiglie abbassando le tariffe delle utenze domestiche di acquedotto, fognatura e Tari - spiega l’assessore competente Maria Teresa Toniatti -. Inoltre per quanto riguarda l’Imis è vero che la giunta ha istituito la tariffa per i fabbricati agricoli ma di fatto questa tariffa è invariata dal 2016: in valle nessun fabbricato agricolo supera infatti i 25.000€ di rendita catastale e di conseguenza tutti sono esenti. A questo si aggiunga che sono state introdotte due ulteriori agevolazioni: la detrazione del 50% per chi ha fatto domanda di inedificabilità e la cui richiesta non ha trovato accoglimento nella variante urbanistica; la detrazione del 50% sulla prima casa per i famigliari di primo grado a cui viene locato ad uso a titolo gratuito la casa e che ne abbiano registrato la locazione all’Agenzia delle entrate.

 

Segnali importanti che da un lato confermano la volontà di mantenere inalterata l’operativa del Comune in un periodo non certamente particolarmente florido sul versante della finanza pubblica e dall’altro di essere comunque vicini alle esigenze dei cittadini. Lo conferma l’applicazione delle tariffe di acqua e fognature. Il calo sulla tariffa base dell’acquedotto è pari al 15%, mentre per la fognatura, sommando tariffa fissa e variabile, è pari al 3,5% - conclude l’assessore Toniatti -. Quindi in un momento di aumento generalizzato si può dire che quella adottata dal Comune di Ledro anche per il 2019 è certamente una buona politica tariffaria.

 

Vi è poi la partita legata alla Tari. Le tariffe sono calate grazie all’ applicazione dell’avanzo vincolato e ad un leggerissimo calo della produzione dei rifiuti – chiarisce l’assessore Toniatti - Certo è che se i ledrensi ci aiutassero con una differenziata più puntuale, potremmo avere per il 2020 cali ancora più significativi, che comunque sono stati del 6.21% sulle utenze domestiche e il 7.81 % per le utenze non domestiche.

 

Un ultimo aspetto riguarda le valutazioni delle minoranze sulla partita tariffe-rifiuti.  Dalle minoranze ci è arrivata l’accusa di un trucco - spiega Maria Teresa Toniatti -: Non c’è nessun trucco nessun inganno. L’amministrazione non ha mai sostenuto che la manovra fosse dovuta ad un calo di produzione di rifiuti, come ho già detto il calo c’è ma è poco. Quindi da qui l’appello ai ledrensi ad essere ancora più virtuosi e quindi più precisi nel differenziare i rifiuti. Tanti piccolo gesti costanti portano ad un grande risultato. Anche in termini finanziari.

Arco e Riva del Garda, Consulenze gratuite in municipio
mar 26@14:00–15:00

Proseguono le consulenze gratuite in municipio attivate (solo su prenotazione) dai Comuni di Arco e di Riva del Garda: martedì a Riva del Garda dalle ore 15 alle ore 18 c’è lo «Sportello per consulenza nella materia condominiale» (a disposizione dei cittadini un esperto del Collegio geometri e geometri laureati della Provincia di Trento), mentre mercoledì ad Arco dalle 9.30 alle 12 c’è il servizio di consulenza notarile proposto in collaborazione con il Consiglio notarile di Trento (si possono ottenere informazioni su eredità, testamenti, donazioni, acquisto di prima casa e immobili in genere, ma anche sul mutuo e su ogni materia di competenza notarile).

 

La prenotazione si effettua telefonando al numero 0464 583502 per Arco (Segreteria del sindaco) e 0464 573996 per Riva del Garda (Sportello ai Cittadini) dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, oppure per email all’indirizzo viviana.parisi@comune.arco.tn.it per Arco e info@comune.rivadelgarda.tn.it per Riva del Garda.

Agroalimentare lombardo a Londra
mar 26@15:00–16:00

Martedì 26 maggio, alla Royal horticultural halls di Londra, zona Westminster, si svolgerà l’iniziativa ‘Tre bicchieri 2019′, organizzata da Gambero rosso. L’incontro, al quale parteciperanno 12 aziende lombarde grazie al contributo erogato dalla Regione e da Unioncamere, prevede nella capitale inglese un percorso di attività promozionali, un esclusivo Seminario di approfondimento, l’allestimento di una Zona Degustazione dedicata ai Consorzi Lombardi e un momento di ristorazione organizzato con partner e chef locali.
MERCATO DA SVILUPPARE – “Il Regno Unito importa la metà dei prodotti alimentari che vengono consumati – dice Fabio Rolfi, assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e sistemi verdi -. Rappresenta il quarto mercato di destinazione dell’export italiano, con il settore alimentare che conta per il 10% delle esportazioni totali. Tra i prodotti italiani importati maggiormente in Gran Bretagna sono presenti anche i vini e i lattiero-caseari. È un mercato che vogliamo sviluppare e intendiamo accompagnare le aziende in questo percorso anche grazie a iniziative di livello come quella organizzata da Gambero rosso”.
L’INCONTRO – L’incontro di martedì sarà condotto da esperti giornalisti del ‘Gambero Rosso’, che garantiranno l’attenzione sia del pubblico specializzato che di appassionati e stampa. Il seminario dedicato ai prodotti agroalimentari di qualità lombardi si basa sulla collaborazione con i Consorzi di Tutela e costituisce un’occasione preziosa per raccontare territori, storia, tradizioni e per far conoscere le caratteristiche dei prodotti. Le degustazioni sono tra i principali strumenti per coinvolgere un pubblico numeroso e favorire la possibilità di sviluppare incontri commerciali e promozionali.
All’iniziativa parteciperanno:
- Consorzio Tutela Salame di Varzi – Consorzio Club del Buttafuoco Storico – Distretto del Vino di Qualità dell’Oltrepo’ Pavese – Consorzio Montenetto – Consorzio Tutela Lugana – Distretto Agroalimentare Di Qualità Valtellina

Funivia del Renon chiusa per manutenzione
mar 26@19:00–20:00

A causa dei consueti lavori di manutenzione e revisione dell’impianto, la funivia del Renon rimarrà chiusa dal 25 marzo al 13 aprile. Previsti bus sostitutivi.

Da lunedì 25 marzo fino a tutto sabato 13 aprile, il servizio della funivia del Renon sarà sospeso per lavori di manutenzione e revisione. Come di consueto, verrà istituito il servizio di autobus sostitutivi tra Soprabolzano e Bolzano, con arrivi e partenze dalle stazioni a monte e a valle della funivia. I bus sostitutivi della linea 161 viaggiano prevalentemente con cadenzamento orario, servendo anche le fermate extraurbane in direzione di Bolzano. Nel periodo di chiusura della funivia del Renon anche il servizio del trenino del Renon sarà ridotto: le corse verranno effettuate prevalentemente con cadenzamento orario.

Partenze bus sostitutivi da Soprabolzano: ore  6:45 (giorni feriali), 7:00 (giorni scolastici), 7:21, 8:04, 9:04, 10:04, 11:04 (giorni feriali), 12:04, 13:04, 14:04, 15:04, 16:04, 17:04, 18:04, 19:04, 21:20.

Partenze  bus sostitutivi da Bolzano (stazione a valle della funivia): ore 6:43 (giorni feriali), 7:26, 8:26, 9:26, 10:26 (giorni feriali), 11:26, 12:26, 13:26, 14:26, 15:26, 16:26, 17:26, 18:26, 19:26, 20:35.

Tione, “Come la tecnologia influenza la quotidianità del nostro lavoro”
mar 26@20:30–21:30

Come la tecnologia influenza la quotidianità del nostro lavoro
La Camera di Commercio I.A.A. di Trento e la Comunità di Valle delle Giudicarie incontrano imprese e professionisti 

Parlare di digitale partendo da due aspetti essenziali: quello infrastrutturale e quello umano. Questo l’obiettivo con cui la Camera di Commercio I.A.A. di Trento e la Comunità di Valle delle Giudicarie hanno condiviso la volontà di costruire, attraverso alcune serate informative, momenti di orientamento ai servizi digitali rivolti prevalentemente alla cultura aziendale e, in particolare, alle risorse umane così da mostrare l’utilità di una tecnologia al servizio del lavoro. Due gli eventi in programma che si terranno presso la Sala “Sette Pievi” Comunità delle Giudicarie di Tione di Trento alle 20:30:

martedì 26 marzo 2019 – ore 20:30 | Strumenti e servizi digitali a sostegno delle imprese

martedì 9 aprile 2019 – ore 20:30 | Servizi alle imprese e mercati elettronici

mar
27
mer
2019
Fit4Cooperation, come elaborare progetti transfrontalieri di successo
mar 27@10:30–11:30

Evento informativo per le pubbliche amministrazioni il 27 marzo a Bolzano. Sostegno ai progetti transfrontalieri grazie a Fit4Cooperation

7 paesi, 2 regioni europee, 1 obiettivo: le amministrazioni pubbliche di Alto Adige, Tirolo, Trentino, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Salisburgo e Carinzia si preparano alla cooperazione transfrontaliera con il progetto Interreg Fit4Cooperation, programma Interreg di supporto alla pianificazione e all’elaborazione di progetti transfrontalieri per le pubbliche amministrazioni. Grazie a Fit4Cooperation, Regioni, Province, Länder, comuni ed enti pubblici possono farsi accompagnare da esperti che li aiutano a trasformare le loro idee in progetti concreti. Obiettivo del progetto è quello di creare le basi metodologiche per un’elaborazione ottimale di progetti transfrontalieri di ogni tipo nelle pubbliche amministrazioni.

Fit4Co offre assistenza alla pianificazione del progetto anche tramite la creazione di tandem di cooperazione composti da due o più partner amministrativi dell’area di programma. Oltre a costruire competenze e creare nuove reti di collaborazione, l’accompagnamento professionale del progetto tramite Fit4Cooperation migliora le possibilità di finanziamento e di realizzazione futura. Per promuovere Fit4Cooperation sono stati organizzati 3 eventi informativi, il primo dei quali si svolgerà alla presenza del presidente dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino, Arno Kompatscher

mercoledì 27 marzo 2019 

alle ore 10.30 

presso il cortile interno di Palazzo Widmann 

in piazza Magnago 1, a Bolzano

Dopo i saluti del presidente Arno Kompatscher e del direttore generale della Provincia di Bolzano, Alexander Steiner, il segretario generale dell’Euregio, Christoph von Ach, presenterà in dettaglio il progetto Fit4Co concentrandosi su sfide e valore aggiunto della cooperazione transfrontaliera grazie anche alle testimonianze di Peter Gamper dell’Ufficio per l’integrazione europea e Michela Munari dell’Ufficio idrografico. Al termine della manifestazione informativa, l’Euregio offrirà colloqui di consulenza ai rappresentanti delle pubbliche amministrazioni.

Assemblea Comitato A.N.D.O.S. di Vallecamonica-Sebino
mar 27@20:30–21:30

Il Comitato A.N.D.O.S. di Vallecamonica-Sebino ricorda l’appuntamento dell’assemblea annuale dei soci.
L’assemblea avrà come obiettivo l’approvazione del bilancio 2018 (con relazione sulle attività svolte) e sarà l’occasione per presentare e discutere attività e fondi per l’anno in corso. Tutti i soci del Comitato sono invitati a partecipare, al fine di rendere costruttivo l’incontro.
Quando: mercoledì 27 marzo 2019
Dove: Sala Consigliare del Comune di Piancogno
Prima convocazione: h05:30
Seconda convocazione: h20:30

Consiglio Comunale a Borno
mar 27@21:35–22:35

Consiglio Comunale a Borno (Brescia)

Marcialonga news
mar 27@22:30–23:30

“Correre mi ha insegnato che perseguire una passione è più importante della passione stessa”. (Dean Karnazes)

 

Non c’è due senza tre, e come ultima prova della stagione e della Combinata Punto3 Craft Marcialonga sforna la podistica Coop del 1° settembre, un ‘richiamo’ di ciò che sarà poi l’inverno, con Moena e Cavalese ancora una volta chiamate in causa come teatri di partenza ed arrivo di una manifestazione sportiva Marcialonga. La diciassettesima edizione traccia sull’asfalto il logo di color verde, fluttuando in direzione della via glamour fiemmese dopo essere scattati dalla Val di Fassa, scrivendo nitidamente la linea di congiunzione tra le due location trentine, sempre unite nel cuor di Marcialonga. Il torrente Avisio darà una mano ad effettuare l’impresa, l’incedere del passo dei runners verrà infatti accompagnato dal fluire dell’acqua, e i paesi caratteristici faranno da sfondo alla sentita contesa di settembre. 26 i chilometri da percorrere, 30 euro la tariffa d’iscrizione fino a giovedì 27 giugno, un appuntamento della stagione podistica dei corridori quasi ‘obbligatorio’ anche perché, come disse Jeff Galloway… “se gli scienziati annunciassero che correre è dannoso accogliereste la notizia con interesse e poi uscireste per la solita corsa quotidiana”. Correre è diventato attività in pianta stabile nella vita di ogni sportivo, fare movimento libera la mente e ‘conduce lontano’, indipendentemente dalla distanza percorsa. A grande richiesta torna anche la Marcialonga Coop in staffetta, con i concorrenti ad aumentare sensibilmente anno dopo anno, composta da tre atleti, maschile, femminile oppure mista. Il percorso sarà lo stesso della gara principale, con una lunghezza complessiva di 26 km ma suddiviso in frazioni, e i tre staffettisti dovranno cimentarsi nei tratti Moena – Predazzo di 10 Km, Predazzo – Lago di Tesero di 8 km e Lago di Tesero –  Cavalese di 8 km, provando l’ebbrezza del passaggio di consegne e tutti assieme le emozioni uniche che solo Marcialonga Coop sa dare.

Info Graduatorie docenti scuole trentine
mar 27@23:00–mar 28@00:00

La Giunta provinciale ha approvato le graduatorie finali del concorso straordinario riservato per titoli, per l’assunzione a tempo indeterminato del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado e posti di sostegno, nelle istituzioni scolastiche provinciali a carattere statale della Provincia autonoma di Trento. Il concorso, come da norma, è riservato agli insegnanti già inseriti nelle graduatorie di istituto provinciali in possesso di abilitazione, che hanno svolto un periodo di almeno tre anni di servizio, negli otto anni scolastici precedenti l’entrata in vigore della legge di stabilità. Si tratta della seconda edizione della procedura, che ha per oggetto le classi di concorso non bandite nella prima edizione di maggio 2018. La graduatoria verrà utilizzata nei prossimi mesi dall’Amministrazione per effettuare le immissioni in ruolo, in vista dell’Anno scolastico 2019-2020.  

Il provvedimento approvato oggi dall’esecutivo provinciale convalida le graduatorie del concorso straordinario per titoli per l’assunzione a tempo indeterminato del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado e posti di sostegno. Il concorso riservato è finalizzato a valorizzare tutte le professionalità che da anni lavorano nella scuola trentina e a favorire la continuità didattica nelle scuole della provincia.

Le graduatorie  saranno pubblicate sul Bollettino Ufficiale della Regione Trentino Alto Adige-Südtirol e sul portale della scuola trentina all’indirizzo www.vivoscuola.it nell’area dedicata al concorso. Il Servizio provinciale competente attingerà da queste graduatorie per le assunzioni a tempo indeterminato dei docenti a partire dall’anno scolastico 2019/2020 fino al loro esaurimento.

Plus-Muse & Smart: tirocini in Europa per diplomati
mar 27@23:00–mar 28@00:00

Anche Giacomo Bertagnolli, campione paralimpico, ha aderito al progetto europeo PLUS-MUSE & SMART, che permette a diplomati della scuola secondaria superiore e del 4° anno della formazione professionale di realizzare 12 settimane di tirocinio all’estero in aziende che operano in settori cosiddetti “smart” (turismo, cultura, salute, meccanica, automazione, informatica, elettronica, elettrotecnica, energia e ambiente ecc.).

Tutti i costi sono a carico della Provincia autonoma di Trento. Bertagnolli ha scelto l’Irlanda. Ma è possibile anche andare nel Regno Unito, in Germania, Spagna, Bulgaria.

Il progetto è destinato a fornire ai partecipanti principalmente competenze trasversali (comunicazione, relazione, lavoro di gruppo, ecc.), linguistiche, e tecnico professionali (nel settore individuato).

Al termine del percorso i partecipanti potranno beneficiare di un servizio di accompagnamento all’inserimento professionale in Trentino oppure rientrare in un percorso accademico ordinario.

Chi può fare domanda

  • diplomati della scuola secondaria superiore e del 4° anno della formazione professionale
  • titolo conseguito da meno di 12 mesi
  • residenti o domiciliati in Trentino
  • conoscenza della lingua inglese e/o tedesca almeno ad un livello A2

 

Come partecipare

La procedura di adesione è regolata da un avviso pubblico di selezione.
I giovani interessati a partecipare sono invitati a compilare, senza alcun impegno e in qualsiasi momento, un  modulo di manifestazione d’interesse al progetto che è possibile trovare sul sito plusmuse.provincia.tn.it.
Successivamente e compatibilmente con i posti disponibili, il partecipante sarà invitato a formalizzare la propria adesione compilando un  Modulo di adesione

I candidati saranno invitati a partecipare ad una P prova linguistica, attitudinale e motivazionale,  per essere ammessi come partecipanti al progetto.

Tutti i costi relativi alla formazione, al tirocinio, alla tutorship, ai viaggi, alla permanenza (vitto e alloggio), all’assicurazione, agli spostamenti locali all’estero, ecc. saranno ad esclusivo carico della Provincia autonoma di Trento che si avvarrà del cofinanziamento del programma ERASMUS+.

Il progetto è coordinato dal Dipartimento sviluppo economico, ricerca e lavoro, Ufficio risorse Unione Europea e sviluppo del lavoro della Provincia autonoma di Trento.

Sul web:  

plusmuse.provincia.tn.it.

vivoscuola.it/Schede-informative/Progetto-PLUS-MUSE-SMART

mar
28
gio
2019
Passerella 2 Laghi, il varo con chiusura della SS45bis
mar 28@16:55–17:55

La nuova passerella pedonale sul canale 2 laghi, a fianco della SS 45bis Gardesana Occidentale, nel comune di Madruzzo, sarà posata nella notte tra il 28 e il 29 marzo. Le operazioni di varo della passerella, che collegherà il percorso pedonale lungo il lago di Toblino con la piazzola a fregio della SS45bis in prossimità dell’inizio del nuovo marciapiede che conduce a Padergnone, comporteranno la chiusura completa della SS45bis dalla mezzanotte alle ore 6 del 29 marzo con deviazione del traffico lungo la SP84 di Cavedine.

La passerella è costituita da una struttura portante a campata unica di 33 m, realizzata da un cassone chiuso in acciaio “corten” verniciato, con una larghezza utile netta di 3 m e dal peso complessivo di circa 33 tonnellate. I parapetti sono costituiti da montanti sagomati e corrimano tubolare realizzati entrambi in acciaio inox. Il parapetto è inoltre integrato da cavetti in acciaio inox.

Considerati i lavori di finitura necessari ed i tempi per il collaudo statico, si prevede di aprire al transito la passerella verso il prossimo mese di maggio.

PRINCIPALI DATI TECNICO – AMMINISTRATIVI.
Progettista: ing. Matteo Pravda

Direttore dei Lavori: ing. Matteo Pravda

Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione: ing. Rino Pederzolli

Impresa Appaltatrice: Metalcarpenterie Dalfovo S.r.l.di Mezzolombardo (TN).

Importo lavori: € 245.013,78= a base d’asta di cui € 18.159,24= per oneri per la sicurezza.

Importo contrattuale: € 226.438,93= comprensivo degli oneri per la sicurezza, al netto del ribasso percentuale del 8,188%.

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136