Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

L’agenda delle Valli

Tutti gli appuntamenti giorno per giorno nelle zone montane. Sport, spettacoli ed eventi di ogni genere tra Valtellina, Valle Camonica, Val di Sole per arrivare in Trentino. L’Agenda delle Valli contiene eventi, manifestazioni, iniziative delle zone bresciane e trentine di cui si occupa il portale. Valli che spesso ospitano campionati nazionali e internazionali di diverse discipline e personaggi di fama internazionale. Esibizioni di cori, manifestazioni ciclistiche, raduni degli Alpini. Giorno per giorno tutti gli eventi tra Breno, Edolo, Passo Tonale, Vermiglio, Malè, Cles, Trento passando per Ponte di Legno, Temù, Vezza d’Oglio, Incudine, Malonno, Sonico, Cedegolo, Aprica, Cortenedolo, Caldes, Stavel, Velon.

 

ago
21
mar
2018
Domande per il tirocinio presso l’Ufficio per i rapporti con l’Unione europea di Bruxelles
ago 21@15:55–16:55

Si aprono il prossimo 20 agosto i termini per presentare le domande di partecipazione al tirocinio presso l’Ufficio per i rapporti con l’Unione europea di Bruxelles. Si tratta di una possibilità offerta a due laureati, per un periodo pari a 12 settimane, con l’obiettivo di offrire un’opportunità concreta per approfondire le conoscenze sul funzionamento delle Istituzioni europee.

Il tirocinante viene, infatti, coinvolto in tutte le attività dell’Ufficio, dal monitoraggio di politiche e programmi a gestione diretta dell’Unione europea, all’organizzazione di missioni istituzionali; dall’organizzazione di conferenze, seminari e workshop, visite di gruppi scolastici e di enti provenienti dal Trentino, alla partecipazione alle riunioni promosse dai vari network attivi a Bruxelles.
Durante il tirocinio verrà richiesta la stesura di un breve rapporto, elaborato su un argomento concordato con le Strutture provinciali di riferimento, che consente un approfondimento sulle politiche e i finanziamenti dell’Unione europea.
Ciascun tirocinante avrà a disposizione una postazione di lavoro con dotazioni informatiche e sarà seguito da un tutor. E’ prevista una borsa di studio di Euro 3.000,00.
Tutte le informazioni, comprese i criteri di selezione e le modalità di svolgimento del tirocinio nonché il modulo di presentazione della domanda di partecipazione alla selezione sono reperibili sul sito della Provincia autonoma di Trento al link:

http://www.europa.provincia.tn.it/tirocini_presso_bruxelles

e sul sito della Rappresentanza della Regione europea Tirolo-Alto Adige-Trentino al link sotto riportato, dove è anche possibile consultare i report dei tirocini effettuati negli anni scorsi:

http://www.alpeuregio.org/index.php/it/cercanelsito/526-tirocini-formativi-presso-l-ufficio-della-provincia-autonoma-di-trento-per-i-rapporti-con-l-unione-europea-2

Periodo di presentazione delle candidature:
dal 20 agosto al 20 settembre, di ogni anno, per i tirocini del primo semestre dell’anno successivo;
dal 20 gennaio al 20 febbraio per i tirocini del secondo semestre dello stesso anno.
Ulteriori informazioni possono essere richieste a:
Servizio Europa
tel. 0461 495324 / 495322
e-mail: serv.europa@provincia.tn.it

Forte Belvedere ospita ‘Come queste pietre è il mio pianto’
ago 21@16:15–17:15

La quarta edizione della rassegna Sentinelle di Pietra torna a fare tappa domani (martedì 21 agosto) a Forte Belvedere (Lavarone) con la visita teatralizzata “Come queste pietre è il mio pianto”, a cura della Compagnia Homless e proposta in tre momenti differenti del pomeriggio: alle 16.30, alle 17.30 e 18.30.

L’imponente fortezza ospita dunque il quarto appuntamento del mini-ciclo “Visite teatralizzate – Percorsi immersivi nei forti” che propone l’esperienza sensoriale di grande impatto a cura della Compagnia Homless. Come queste pietre è il mio pianto” è un evento di grande originalità, poiché si propone in primis il coinvolgimento diretto dei visitatori nella vita di cento anni fa all’interno del Forte: a partire dall’accoglienza all’interno del forte, dove saranno vestiti come i soldati, con pastrani militari, e dotati di coperte e lanterne, gli spettatori saranno coinvolti dagli attori della compagnia nel ripercorrere i momenti di vita quotidiana all”interno di Forte Belvedere; dall’attesa dei bombardamenti, alla logorante paura degli attacchi, all’aspettativa per l’arrivo della posta, immergendosi in prima persona nei sentimenti di sconforto, rabbia, paura.

Info e prenotazioni: Apt Alpe Cimbra, +39.0464.724100, info@alpecimbra.it | www.alpecimbra.it.

Palcoscenico d’eccezione di questa visita teatralizzata è Forte Belvedere (Lavarone): costruito a partire dal 1908 a difesa dell’alta Valdastico, comprendeva un blocco di casematte con alloggi dei soldati, servizi e depositi vari, un blocco batteria e un terzo blocco con postazioni per mitragliatrici, tutti collegati fra loro con una rete di gallerie e corridoi sotterranei. Conservatosi intatto negli anni, nel 1996 è stato acquistato e restaurato dal comune di Lavarone con il supporto della Provincia autonoma di Trento. Oggi è una sede museale, gestita dalla Fondazione Belvedere-Gschwent.

Sentinelle di Pietra, giunta alla quarta edizione, è un’iniziativa promossa dal Servizio attività culturali della Provincia autonoma di Trento e curata dal Centro servizi Santa Chiara e dalla Fondazione museo storico del Trentino e coinvolge 19 fortificazioni distribuite sull’intero territorio provinciale con eventi culturali, momenti di riflessioni, rappresentazioni musicali, teatrali ed artistiche in un cartellone molto ricco che si concluderà domenica 16 settembre a Forte Garda.

.Per restare sempre aggiornati sul programma di Sentinelle di Pietra, consultare i calendari, avere una preview degli appuntamenti, è possibile consultare i canali Facebook (@museostorico | @sentinelledipietra @arteforte) e Instagram (@Sentinelle di Pietra) o i siti web: www.museostorico.it www.trentinograndeguerra.it |

Aquila Basket Trento, Tomas Ress nuovo Academy Ambassador
ago 21@16:55–17:55

 

Continua a strutturarsi e ad arricchirsi di professionalità e competenza la Dolomiti Energia Basketball Academy: nei prossimi due anni a rivestire il ruolo di Ambassador del progetto territoriale bianconero sarà Tomas Ress, che comincerà nel “suo” Trentino Alto Adige la sua avventura fuori dal parquet. 

Tomas sarà a disposizione delle società di Dolomiti Energia Basketball Academy (oltre 30 settori giovanili distribuiti sul territorio, per un totale di oltre 3 mila giovani cestisti coinvolti) per mettere a disposizione la sua esperienza da atleta professionista, trasmettere principi educativi e valori e dispensare consigli tecnici e formativi. 

Il nativo di Salorno, inoltre, rivestirà il ruolo di assistant coach di Alessio Marchini nella squadra di punta del progetto giovanile di Dolomiti Energia Basketball Academyla squadra Under 18 di cui faranno parte le annate 2000 e 2001 del settore giovanile trentino.

TOMAS RESS (Ambassador DOLOMITI ENERGIA BASKETBALL ACADEMY): «Sono molto felice di essere tornato a casa, in regione, per muovere i primi passi di questa mia nuova avventura da allenatore: una volta chiusa quella da giocatore ho subito chiesto di poter essere parte di questa società e di questo gruppo di lavoro, mi metterò a disposizione per poter aiutare lo sviluppo dell’Academy e allo stesso tempo per crescere personalmente. In questa mia nuova veste sono felice di poter cominciare occupandomi di attività giovanili, perché dalla pallacanestro ho ricevuto tanto e sento di poter dare indietro qualcosa ai giovani. Questa mattina abbiamo cominciato la stagione con il gruppo under 18, con Alessio Marchini avrò tempo di entrare sempre più in sintonia».

SALVATORE TRAINOTTI (General Manager DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Diamo il benvenuto a Tomas Ress con grande entusiasmo perché si tratta di un momento di crescita per tutto il club, non solo per l’Academy. Vogliamo crescere dal punto di vista della produzione di giocatori di alto livello, ma allo stesso tempo vogliamo aiutare tutto il movimento cestistico territoriale a fare un passo avanti in termini di qualità del lavoro e capacità di attrattiva, e in questo Tomas, che conosce bene questo territorio, potrà darci una grossa mano. Vogliamo crescere un passo alla volta, anno dopo anno, cercando di seguire le stesse tappe del percorso che abbiamo affrontato con la prima squadra in questi anni».

ALESSANDRO GIULIANI (Direttore DOLOMITI ENERGIA BASKETBALL ACADEMY): «Questa è la settimana in cui oltre alla prima squadra, tornano a lavorare in palestra anche tutti i gruppi del nostro settore giovanile e più in generale delle società affiliate all’Academy. Abbiamo portato in bianconero un promettente lungo del 2002 nel giro delle Nazionali giovaniliLorenzo Torrigianie nelle prossime settimane proveremo ad aggiungere qualche altro ragazzo ai nostri gruppi: come ogni anno cercheremo di valorizzare i singoli giocatori e far crescere ogni squadra nel suo complesso.Tomas Ress ci può essere di grande aiuto nel processo di reclutamento dei giovani, in Trentino Alto Adige ma anche da fuori regione: Tomas hacarisma, esperienza e riconoscibilità internazionale, e saprà darci una grossa mano anche nello sviluppo dei ragazzi dentro e fuori dal campo».

La scheda da giocatore

TOMAS RESS
(Salorno, 22 agosto 1980)
15 stagioni in Serie A con Pesaro, Bologna, Reggio Emilia, Siena e Venezia
554 partite giocate
2166 punti segnati
5 Scudetti
3 Coppe Italia
6 Supercoppe
1 FIBA Europe Cup
34 presenze con la Nazionale Italiana

Borse di studio per universitari, domande
ago 21@16:55–17:55

Dal 20 agosto al 31 ottobre sarà possibile presentare la domanda online per borsa di studio e rimborso dei contributi universitari. Necessario lo SPID.

La domanda online per la concessione di una borsa di studio e per il rimborso dei contributi universitari per l’anno accademico 2018/2019 sarà attiva dal 20 agosto e terminerà il 31 ottobre 2018. Le domande possono essere presentate online utilizzando il servizio di E-Government all’indirizzo forms.civis.bz.it/borsadistudio. L’accesso alla domanda online da parte di studenti che, al momento della presentazione della stessa, possiedono la cittadinanza italiana o un documento valido di riconoscimento dello Stato italiano, avviene esclusivamente mediante il Servizio Pubblico di Identità Digitale (SPID) oppure mediante la Carta dei servizi attivata, con l’utilizzo di un lettore. Informazioni su entrambe le modalità di accesso o assistenza in caso di problemi tecnici possono essere richieste al numero verde 800 816 836 dall’Italia o +39 081 19737205 dall’estero. Ulteriori informazioni vedasi sui siti internet www.spid.gov.it e my.civis.bz.it.

Gli studenti che al momento della presentazione della domanda non sono in possesso della cittadinanza italiana e non dispongono di un valido documento di riconoscimento dello Stato italiano, possono accedere al servizio esclusivamente attraverso un account eGov certificato. Solo tali studenti sono autorizzati a farsi creare un account certificato presso l’Ufficio per il diritto allo studio universitario, presentando un codice fiscale ufficiale rilasciato dall’Agenzia delle Entrate e un documento di identità. Gli eGov account già esistenti devono essere nuovamente attivati, gli studenti devono presentarsi personalmente presso l’ufficio. Una novità di quest’anno, per quanto riguarda le borse di studio, è che il reddito depurato che viene calcolato ai fini della determinazione della situazione economica degli studenti è stato alzato da 32.000 a 35.000 euro. Ulteriori informazioni sul portale web della Provincia all’indirizzo www.provincia.bz.it/borsa-di-studio dove, per la prima volta, verranno pubblicati i risultati relativi ad assegnazione o diniego della borsa di studio.

Formazione e informazione per organizzare la prevenzione dei danni da grandi carnivori
ago 21@16:55–17:55

Nell’ambito di una riunione di aggiornamento per i propri Controllori di zona organizzato dalla Federazione Provinciale Allevatori di Trento a Malga Iuribello nel pomeriggio di venerdì 27 luglio, alla presenza del direttore e vicedirettore della Federazione stessa, è stato organizzato un incontro di formazione specifico, con il personale del Settore Grandi Carnivori della Provincia autonoma per parlare di opere di prevenzione e della attuale situazione di lupo e orso in provincia. L’iniziativa è stata promossa dalla Federazione stessa, in occasione dell’ultima riunione del Tavolo provinciale di concertazione, sede dove si discutono e si concordano le strategie e le procedure per gli indennizzi dei danni e per lo sviluppo e la fornitura di adeguate opere di prevenzione.  

Quest’anno il Servizio Foreste e fauna ha avviato un progetto sperimentale, finalizzato a valutare la fattibilità tecnica ed economica di varie tipologie di opere di prevenzione basate sull’utilizzo di recinzioni elettrificate e cani da guardianìa, con particolare riferimento alla protezione di bovini giovani mediante la loro stabulazione notturna. Sono stati illustrati gli obiettivi del programma e quanto sinora fatto nelle varie aree campione in cui sono state posizionate diverse tipologie di recinzioni elettrificate. Il confronto con la Federazione Allevatori e i suo Controllori assume una particolare importanza per riuscire a valutare nel dettaglio le situazioni e le esigenze specifiche di ciascuna area del Trentino, in modo da sperimentare e definire le soluzioni più adeguate e verificare la fattibilità su lungo termine. Il percorso è appena iniziato e dovrà portare ad una sinergia e ad una visione comune sempre più strette, al fine di pervenire ad una coesistenza sostenibile tra la zootecnia di montagna ed i grandi carnivori.
Al via i Campionati Europei Paralimpici di Atletica leggera di Berlino
ago 21@17:00–18:00

Sono ufficialmente iniziati a Berlino i Campionati Europei Paralimpici di Atletica leggera. La giornata inaugurale, che non ha visto impegnata la squadra azzurra, è partita con la conferenza di presentazione della rassegna continentale a cui è stata invitata Martina Caironi come special guest in rappresentanza dei 600 atleti partecipanti.

La campionessa europea dei 100 metri T63, due volte d’oro alle Paralimpiadi, esordisce così: “Sono prontissima e l’Italia è fortissima. Oggi iniziano le gare e noi abbiamo una rappresentativa sempre più corposa con atleti esperti e anche giovani. Sono molto fiduciosa e sono sicura che porteremo a casa delle medaglie. Io mi aspetto sempre molto da me stessa. La gara è il momento più atteso da parte di tutti perché è l’espressione massima di quello che è stato fatto durante l’anno. Sono determinata a fare bene nel lungo e anche nei 100, dove proverò come esperimento una partenza a tre appoggi in vista di Tokyo 2020.”

L’apertura degli Europei è stata sancita da una breve cerimonia di benvenuto per tutte le 40 delegazioni partecipanti. A portare la bandiera dell’Italia all’interno dello Stadio Friedrich Ludwig Jahn Sportpark, ci hanno pensato due giovani promesse azzurre, Farhan Hadafo Adawe Carlotta Bertoli.

Hadafo Adawe, nato in Somalia 21 anni fa, è diventato cittadino italiano l’anno scorso dopo una lunghissima attesa ed è al suo primo impegno internazionale in maglia azzurra. La sua specialità è la corsa in carrozzina, 100 e 400 metri T52.

La sprinter ipovedente friulana, componente di FISPES Academy, è invece già salita su un podio mondiale, quello giovanile, con l’argento vinto l’anno scorso nei 100 metri T13.

I due Azzurri hanno fatto l’ingresso in campo portando il lutto al braccio in memoria delle persone decedute durante il crollo del ponte di Genova, un modo per dimostrare la vicinanza di tutta la squadra alle famiglie e all’Italia intera.

 

Domani, martedì 21 agosto, è il giorno del debutto europeo per sette atleti della Nazionale. Sarà subito tempo di finale per il lanciatore in carrozzina Giuseppe Campoccio in odore di medaglia pesante nel peso F33, specialità in cui ha vinto il bronzo iridato a Londra nel 2017 e che quest’anno gli ha regalato il primo posto nel ranking mondiale. Il primo a scendere in pedana sarà però il giovane Marco Pentagoni impegnato nel lungo T63.
La pista offrirà il ritorno in una competizione internazionale di spessore per la pluridecorata Oxana Corso iscritta ai 100 T35, mentre Diego Gastaldi inizierà la sua ‘maratona’ di gare in carrozzina con i 200 T53.

Tra gli atleti in cerca di qualificazione per la finale ci saranno Raffaele Di Maggio nei 400 T20 per le disabilità intellettivo relazionali, mentre Simone Manigrasso (T64) e Emanuele Di Marino (T44), argento e bronzo mondiale nei 400 londinesi, si cimenteranno sui 200 a categorie accorpate.

 

Foto Marco Mantovani/FISPES

 

Gli Europei saranno in diretta televisiva e streaming su Rai Sport a partire dalle 17:30.

 

Programma di martedì 21 agosto

17:36

Marco Pentagoni Lungo T63

17:39

Raffaele Di Maggio 400 (qualificazione) T20

18:00

Oxana Corso 100 T35

18:20

Giuseppe Campoccio Peso F33

18:23

Diego Gastaldi 200 T53

19:33

Simone Manigrasso
Emanuele Di Marino
200 (qualificazioni) T64
T44

 

Programma degli Azzurri in gara
http://fispes.it/news.php?fldAuto=1683

 

Risultati live

https://www.paralympic.org/berlin-2018/results/info-live-results/ATBE18/eng/zz/engzz_athletics-daily-competition-schedule.htm

Aquila Basket Trento, dal mercato a rafforzare il reparto lunghi arriva Nikola Jovanović
ago 21@17:35–18:35

 

Il tassello che chiude il reparto lunghi e il roster della Dolomiti Energia Trentino 2018-19 è Nikola Jovanović: l’ala/centro classe ‘94 sarà parte della formazione bianconera che affronterà campionato italiano ed EuroCup. Nato il 6 gennaio 1994 a Belgrado, Jovanović ha giocato l’ultima stagione con la Stella Rossa fra campionato serbo, ABA League (16 presenze, 4,6 punti e 2,6 rimbalzi in 11’ di media) ed Eurolega (14 presenze, 4,1 punti e 3,1 rimbalzi in 9’).

La carriera collegiale del giovane lungo serbo, 211 centimetri per 107 chilogrammi, è stata di altissimo livello: con i Trojans dell’Università della Southern California il nativo di Belgrado ha giocato tre stagioni in costante crescendo, arrivano nell’anno da senior a viaggiare a 12,1 punti e 7,0 rimbalzi di media. Firmato dai Detroit Pistons in NBA nell’estate 2016, Jovanović ha disputato una stagione in G-League con le maglie di Grand Rapids Drive e Westchester Knicks (circa 9 punti e 6 rimbalzi di media complessivamente nelle sue due esperienze nella lega di sviluppo NBA) prima di tornare in patria per vestire i colori della Stella Rossa nel 2017-18, dove è stato compagno di squadra dell’altro neo arrivato in casa Aquila Basket Nikola Radičević.

Cresciuto a Belgrado nelle giovanili prima della Stella Rossa e poi del Partizan, Nikola nel 2012 si è trasferito giovanissimo negli Stati Uniti dove ha giocato un anno per l’High School di Arlington Country Day a Jacksonville, in Florida, prima di intraprendere la sua carriera collegiale a USC. Nikola è figlio d’arte: suo padre ha giocato per oltre 15 anni in vari campionati nazionali europei.

Ciclismo – Cycling Team Friuli: Continental nel 2019?
ago 21@19:00–20:00

Con l’approvazione e pubblicazione delle norme 2019 c’è la concreta possibilità che il progetto del Cycling Team Friuli faccia un ulteriore passo avanti nella prossima stagione acquisendo la licenza UCI Continental.

“La pianificazione è sempre stata una delle nostre priorità, i risultati arrivano solo grazie al lavoro portato avanti dai nostri tecnici e da quegli atleti che condividono la mentalità del team” ha spiegato il responsabile della formazione bianco-nera, Eros Biasotto. ”In questi anni abbiamo costruito una formazione ricca di talento che è cresciuta gradualmente dimostrando di essere in grado di imporsi anche in campo internazionale. Per questo motivo abbiamo il dovere di  pensare in grande per la prossima stagione valutando anche un eventuale passaggio nella categoria superiore la quale, ci consentirebbe di essere maggiormente competitivi negli appuntamenti più importanti del calendario internazionale Under 23 come il Giro d’Italia U23 e molte altre manifestazioni di questo rango”.

Pertanto il Cycling Team Friuli, sta concretamente valutando la possibilità per acquisire nel 2019 la licenza Uci Continental, status che assicurerebbe alla società bianco-nera la possibilità di prendere parte anche alle gare professionistiche.

“Ormai da anni prendiamo parte regolarmente a diverse prove dell’UCI Europa Tour scontrandoci continuamente con team continental e professional” ha spiegato il DS Renzo Boscolo“Tutto ciò, ci ha consentito di studiare i team più organizzati d’Europa e di acquisire un prezioso bagaglio di esperienza. Attualmente la nostra è una squadra dilettantistica che svolge già una attività continental, per questo stiamo valutando concretamente il passaggio per ottenere anche il riconoscimento formale da parte dell’UCI, inoltre, la licenza Continental ci consentirebbe di ambire anche ad ottenere degli inviti per le gare professionistiche permettendo così ai nostri giovani talenti di mettersi alla prova anche in alcune prove del calendario della massima categoria”.

Naturalmente resta da valutare la necessità di implementare il budget, in quanto lo sforzo economico diventerà maggiore. Se il progetto dovesse avere sbocco, il Cycling Team Friuli ASD avrebbe una portata storica per l’intera Regione Friuli Venezia Giulia in quanto, a distanza di 50 anni dalla Cosatto Marsicano, riavrebbe una propria formazione al via nelle gare professionistiche.

I “giganti” del Bayern Basketball al lavoro nel Garda Trentino
ago 21@19:00–20:00
I Giganti sono tornati. Due stagioni dopo, e con il titolo di Campioni di Germania cucito sul petto, giocatori e staff del FC Bayern Basketball sono di ritorno nel Garda Trentino, che ancora una volta si conferma territorio d’elezione per realtà sportive ai massimi livelli.

Domenica 19 Agosto, la squadra allenata da Dejan Radonjic è approdata a Riva del Garda, dove vivrà – fino a venerdì 24 – la sua terza esperienza di ritiro nel Garda Trentino, dopo i fortunati precedenti del 2015 e del 2016. L’iniziativa avviene nell’ambito della partnership che vede coinvolti Garda Trentino e FC Bayern Basketball insieme all’Apt Madonna di Campiglio e a Trentino Marketing.

L’amicizia di successo fra Garda Trentino e Bayern è ormai una realtà consolidata, iniziata con i raduni estivi dei campioni di calcio tra il 2010 e il 2013 e proseguito con gli appuntamenti del Bayern Kids e gli incontri di Bayern All Stars, la formazione di vecchie glorie calcistiche del club bavarese.

Già dalla mattinata di lunedì 20, i campioni di Germania hanno iniziato un programma di lavoro intenso, che alternerà fasi di preparazione fisica e lavoro sul campo, oltre ovviamente ad occasioni pubbliche e momenti di relax attivo nei quali godere della splendida cornice del Garda Trentino.

Mercoledì 22 Agosto sarà il momento del photoshooting, che vedrà protagonisti gli atleti bavaresi in alcune delle location più iconiche e affascinanti del Garda Trentino.

Giovedì 23 agosto alle 13,15 sarà invece il momento del primo incontro ufficiale, con la conferenza stampadi presentazione, in occasione del tradizionale benvenuto da parte di Garda Trentino alla comitiva tedesca.

Il momento più atteso arriverà però venerdì 24 Agosto, quando al Palagarda avrà luogo il test match fra FC Bayern Basketball ed i vice-campioni d’Italia dell’Aquila Basket Dolomiti Energia Trento. Un test per ottenere i primi feedback dal campo e integrare i tanti nuovi innesti delle due squadre, ma anche un interessante antipasto d’Europa: nella stagione alle porte, il Bayern giocherà infatti in Euroleague, mentre l’Aquila Basket è attesa protagonista sui parquet dell’Euro Cup.

L’incontro sarà inoltre valido per il 4° Trofeo Trentino Alto Adige, organizzato dal Comitato Regionale Trentino della Federazione Italiana Pallacanestro.

biglietti d’ingresso per questa amichevole di lusso (costo 10 euro, ma per i ragazzi fino a 14 anni l’ingresso è gratuito) sono in vendita presso gli uffici Iat fino alle ore 13 del 24 agosto, quindi, dalle ore 16, sarà operativa la biglietteria del Palagarda. La vendita online procede su NOW e sul canale Geticket.

Alloggi privati offerti in locazione a scopo turistico: ora si registrano online
ago 21@21:55–22:55

Sono oltre 9.200 gli alloggi affittati da privati ai turisti in Trentino. Da oggi, i cittadini che offrono alloggi in locazione a scopo turistico possono dichiarare gli alloggi offerti e le loro caratteristiche direttamente online. I dati raccolti consentiranno alla Provincia di attivare politiche di supporto al comparto turistico coerenti con la realtà sul territorio.  

L’offerta turistica in Trentino è caratterizzata anche da una diffusa disponibilità di case e appartamenti (ad oggi ne sono stati censiti oltre 9.200), che i privati cittadini affittano a scopo turistico. Per attivare efficaci politiche di crescita di questo comparto è fondamentale avere una completa e aggiornata conoscenza dell’offerta di ospitalità in affitto presente sul territorio. Questo è uno degli obiettivi che ha spinto il Dipartimento Cultura, Turismo, Promozione e Sport della Provincia autonoma di Trento a realizzare una banca dati sistematica e completa agli alloggi dati in locazione da cittadini privati ai turisti.

Il sistema, sviluppato con il supporto di Informatica Trentina e disponibile sul portale www.servizionline.trentino.it - sezione Cultura, turismo e sport, consente ai proprietari degli alloggi (o loro delegati) di comunicare e aggiornare in tempo reale, da un qualsiasi computer e in qualsiasi orario, le caratteristiche degli alloggi messi a disposizione: i dati del gestore; l’indirizzo dell’alloggio e relativi dati; la dimensione della struttura e la dotazione fornita.

Maggiori informazioni sul sistema di registrazione alloggi turistici sono disponibili a questo indirizzo: http://www.alloggituristici.provincia.tn.it

Come accedere al sistema

L’accesso al sistema di registrazione è consentito dall’utilizzo di una identità digitale, che identifica in modo univoco il cittadino e assicura protezione e sicurezza alle informazioni inserite.

In Trentino l’identità digitale è garantita dall’utilizzo della Tessera Sanitaria/Carta Provinciale dei Servizi o delle credenziali SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale promosso dal governo italiano. Ad oggi, oltre 121.000 cittadini trentini utilizzano la CPS attivata per accedere ai servizi online messi a disposizione dal sistema pubblico trentino; sono invece oltre 8.000 quelli che utilizzano SPID.

Per informazioni su come ottenere l’identità digitale, consulta le sezioni dedicate su www.servizionline.trentino.it – Attiva la carta o Richiedi SPID.

Ciclismo – Giorgio Furlan sarà la guida tecnica anche nel 2019
ago 21@23:00–ago 22@00:00

Il successo conquistato ieri a Scomigo (Tv) rappresenta l’ennesima conferma dell’ottimo lavoro svolto in questa stagione dalla General Store bottoli: una vera e propria annata trionfale, quella dei ragazzi del presidente Diego Beghini, nel corso della quale il sodalizio giallo-nero-verde ha saputo far crescere e valorizzare i propri giovani talenti, conquistando traguardi prestigiosissimi.

Con questa consapevolezza il team scaligero è già al lavoro da alcune settimane per porre le basi della formazione 2019 e il primo tassello fissato dalla dirigenza giallo-nero-verde è la riconferma in ammiraglia del direttore sportivo Giorgio Furlan.

“Giorgio quest’anno è stato il nostro valore aggiunto. Ha saputo ascoltare i ragazzi, li ha fatti crescere senza pressioni e li ha motivati. Sotto la sua mano tutti i nostri atleti hanno dato il massimo e i risultati ne sono la dimostrazione principale” ha sottolineato il presidente Diego Beghini“E’ dunque normale che per costruire la General Store bottoli del prossimo anno ripartiamo proprio da lui che sarà affiancato come in questa stagione da Roberto Ceresoli, Angelo Ferrari e da uno staff esperto e preparato che avrà il compito di seguire i ragazzi sia in gara sia in allenamento”.

Entusiasta della stagione in corso l’ex professionista Giorgio Furlan è già pronto a programmare quella che verrà: “L’incognita più grande che ho dovuto affrontare quando lo scorso anno sono stato chiamato a ricoprire questo ruolo era il fatto che non conoscevo i ragazzi che avrei trovato in squadra. Per questo ho dedicato tutti i mesi invernali alla conoscenza reciproca: ho trovato un gruppo unito e molto umile che ha dimostrato di avere tanta voglia di fare. I risultati sono arrivati proprio grazie alla forza e alla compattezza di tutta la squadra ma quello che mi rende più orgoglioso, aldilà delle statistiche, è la crescita graduale e continua di tutti gli atleti che mi sono stati affidati. Ora il nostro ultimo obiettivo del 2018 è di chiudere in bellezza un’annata che sin qui ci ha regalato tantissime soddisfazioni, cercando di essere protagonisti sino all’ultima gara del calendario”.

E, guardando al 2019, Furlan ha aggiunto: “Il prossimo anno ripartiremo da uno zoccolo duro di atleti che hanno già dimostrato di avere le qualità giuste per ben figurare in campo nazionale ed internazionale. In questo gruppo cercheremo di innestare qualche ottimo elemento in grado di portare ulteriore esperienza e qualche altro giovane interessante per dare continuità al progetto portato avanti con la General Store bottoli”. 

ago
22
mer
2018
“Benvenuti al Nord” con il presidente Rossi
ago 22@11:30–12:30

“Benvenuti al Nord” è un appuntamento che, nell’ambito del Meeting di Rimini, riunirà i presidenti di 4 regioni: Ugo Rossi, presidente della Provincia autonoma di Trento; Massimiliano Fedriga, presidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia; Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia; Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria.
Obiettivo, un confronto a tutto campo sulle peculiarità del Nord e sulle vocazioni dei singoli territori, toccando temi sensibili come sanità, mobilità, welfare, lavoro ed educazione.
“Benvenuti al Nord” si terrà il 22 agosto alle 11.30 presso la Sala Neri UnipolSai alla Fiera di Rimini. Sarà possibile seguire l’evento anche in diretta streaming.

Il Meeting di Rimini si terrà dal 19 al 25 agosto, titolo: ”Le forze che muovono la storia sono le stesse che rendono l’uomo felice”; ancora una volta, dialogando con esperienze e culture diverse, il Meeting proverà a intercettare le domande dell’uomo di oggi, a partire soprattutto da quelle delle giovani generazioni.

Il Meeting può essere seguito attraverso gli account ufficiali di Facebook (facebook.com/meetingrimini/), Twitter (@MeetingRimini) e Instagram (instagram.com/meetingrimini) con l’hashtag ufficiale #Meeting18

A questo link la diretta streaming dell’appuntamento “Benvenuti al Nord” (22 agosto):

https://www.meetingrimini.org/default.asp?id=904&item=7185

Qui il programma della manifestazione:

https://www.meetingrimini.org/default.asp?id=904&edizione=7126&item=1

I Suoni delle Dolomiti
ago 22@12:00–13:00
In dieci giorni quattro grandi appuntamenti dedicati a generi tra loro diversi per concludere il festival I Suoni delle Dolomiti. Mercoledì 22 agosto in val di Fiemme ritorna la grande musica classica con un concerto che riunisce alcune tra le più note e apprezzate interpreti internazionali: Isabelle Faust, Kristin von der Goltz, Anne Katharina Schreiber, Danusha Waskiewicz
Propone un programma scoppiettante la fase finale del festival I Suoni delle Dolomiti con quattro appuntamenti imperdibili capaci di percorrere generi tra loro molto diversi. Si comincia il 22 agosto (ore 12) quando in località La Porta sul Monte Agnello, in Val di Fiemme, approda la grande musica classica. Un quartetto d’archi tutto al femminile con alcune delle più note e apprezzate interpreti internazionali: Isabelle Faust, Kristin von der Goltz, Anne Katharina Schreiber, Danusha Waskiewicz.
Il conduttore Carlo Conti tiene a battesimo Neif
ago 22@12:55–13:55

Il noto conduttore televisivo e radiofonico Carlo Conti, in vacanza in Val di Fassa, ha tenuto a battesimo la prima uscita ufficiale di Neif, la mascotte che nella lingua ladina significa neve e che, grazie agli atleti testimonial sportivi della valle trentina, inizierà il giro del mondo fino al 18 febbraio 2019, data di inizio dei Campionati Mondiali Junior di sci alpino, fra poco meno di 200 giorni.
Il presentatore e direttore artistico del Festival di Sanremo dal 2015 al 2017 si è prestato volentieri per uno scatto assieme a Neif, anche perché è componente del Consiglio di amministrazione della Fondazione Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, realtà con la quale il Comitato organizzatore dell’evento ha stretto un’importante collaborazione in ambito promozionale e di raccolta fondi durante la manifestazione. Da evidenziare inoltre che la Fondazione ha da pochi mesi attivato una partnership strategica con il Centro di Protonterapia di Trento in attività di ricerca scientifica, con la finalità di sviluppare terapie innovative per il trattamento di alcuni tipi di tumore infantile, combinando chemioterapia e terapia protonica.
I dieci testimonial sportivi della Val di Fassa fino a febbraio porteranno con loro in valigia anche Neif, che diventerà compagno fotografico dei loro allenamenti e delle loro competizioni. A partire dai tre slalomisti che sono diretti in Patagonia per un primo stage intensivo di preparazione tecnica, ovvero Chiara Costazza, Stefano Gross e Federico Liberatore. Ambasciatori dei mondiali junior saranno anche gli snowboarder Mirko Felicetti, Caterina Carpano, Giorgia Locatin ed Emil Zulian, la fondista Caterina Ganz, il freestyler Igor Lastei e la sci alpinista Giorgia Felicetti.
Prosegue dunque l’avvicinamento alla massima rassegna giovanile di sci alpino, che animerà le piste trentine della Val di Fassa dal 18 al 27 febbraio 2019 e che vedrà in gara circa 500 atleti di 50 nazioni, con in palio 11 titoli di campione del mondo e 33 medaglie da assegnare nelle due location di gara a Pozza di Fassa e a Passo San Pellegrino. Ma il programma prevede pure dei test event, considerato che a dicembre e a gennaio sono previste quattro gare di Coppa Europa. Le date da segnare in rosso sono quelle del 17 e 18 dicembre a Pozza di Fassa, dove si disputeranno due slalom gigante maschili, quindi dal 15 al 18 gennaio a Passo San Pellegrino andranno in scena due discese libere femminili.
Tutti i più grandi campioni di Coppa del Mondo sono transitati anche per i Mondiali Junior, spesso vincendo medaglie. Alcuni nomi? Il norvegese Henrik Kristoffersen, che ha vinto ben sei titoli iridati under 20, l’austriaco Marcel Hirscher, che ha vinto 3 medaglie d’oro, ed ancora Lindsey Vonn, Mikaela Shiffrin, Sofia Goggia. Federica Brignone e tanti altri.

Gilberto Simoni e Marco Patton mercoledì illustrano il Sentiero della Pace in Trentino, al Rifugio Trivena parlano dei 500km già fronte della Prima Guerra Mondiale
ago 22@15:00–16:00

Il campione Gilberto Simoni e il barbiere-maratoneta Marco Patton sono i protagonisti della conversazione dal titolo “500 km di Pace” in programma mercoledì 22 agosto alle ore 15 presso il Rifugio Trivena in Val di Breguzzo (Sella Giudicarie). L’appuntamento rientra nel cartellone del ciclo “Storie di guerra, luoghi di pace”, incluso nella quarta edizione di Sentinelle di Pietra. L’abbinamento non è casuale in quanto il ciclista trentino, tre volte vincitore del Giro d’Italia, ben conosce le salite sulle montagne della Guerra Mondiale e Marco Patton è tra i promotori-animatori del tracciato del Sentiero della Pace per averlo percorso tutto a piedi anche recentemente. L’incontro sarà animato dalle performances della compagnia Teatri Soffiati.

Protagonisti al centro delle riflessioni saranno i 500 chilometri che uniscono lo Stelvio alla Marmolada seguendo quello che fu il fronte della Prima Guerra Mondiale in Trentino sul quale tanti soldati, italiani e austro-ungarici perdettero la vita. Un tracciato lungo e suggestivo, che si snoda tra trincee, terrazzamenti, fortificazioni e piccole Chiesette alpine sorte nei luoghi della guerra. Un patrimonio fuso in un percorso nel 1988 per volontà del compianto vicepresidente della Giunta provinciale Walter Micheli che volle unire simbolicamente i luoghi della Grande Guerra a testimonianza di una nuova pagina di storia senza conflitti.

Info: Consorzio Turistico Valle del Chiese |+39.0465.901217 | +39.331.1928098 | info@visitchiese.it | www.visitchiese.it

L’incontro rappresenta il quarto e ultimo appuntamento del ciclo “Storie di guerra, luoghi di pace”, dopo quelli del 12 luglio al rifugio Stella d’Italia con lo storico Quinto Antonelli, del primo agosto al rifugio Contrin con l’inviato di guerra Lorenzo Cremonesi e dell’8 agosto al rifugio Altissimo Damiano Chiesa con Francesca Melandri. Il ciclo, novità di questa edizione di Sentinelle di Pietra, ha proposto infatti una serie di incontri con scrittori, giornalisti e studiosi che hanno affrontato il tema della guerra, con palcoscenici i rifugi, tutti collocati lungo il Sentiero della Pace, che diventano luoghi di memoria e riflessione.

E proprio di recente, la Valle del Chiese ha ospitato a Forte Larino l’appuntamento annuale di Altoi Tempo con la chiacchierata tra Reinhold Messner e il Giornalista Lorenzo Cremonesi, incentrata sul tema “La Forza di rinascere”. Teatro dell’incontro di mercoledì saranno i 1.650 metri di quota del rifugio Trivena in Val di Breguzzo nel comune di Sella Giudicarie, una zona che ha conosciuto da vicino la Prima Guerra Mondiale e che attraverso le sue testimonianze e il suo ambiente narra questa storia con grande suggestione.

Sentinelle di Pietra, giunta alla quarta edizione, è un’iniziativa promossa dal Servizio attività culturali della Provincia autonoma di Trento e curata dal Centro servizi Santa Chiara e dalla Fondazione museo storico del Trentino e coinvolge 19 fortificazioni distribuite sull’intero territorio provinciale con eventi culturali, momenti di riflessioni, rappresentazioni musicali, teatrali ed artistiche in un cartellone molto ricco che si concluderà domenica 16 settembre a Forte Garda.

Per restare sempre aggiornati sul programma di Sentinelle di Pietra, consultare i calendari, avere una preview degli appuntamenti, è possibile consultare i canali Facebook (@museostorico | @sentinelledipietra @arteforte) e Instagram (@Sentinelle di Pietra) o i siti web: www.museostorico.it www.trentinograndeguerra.it www.visitchiese.it |

“Il ruolo della donna per lo sviluppo di un turismo sostenibile dei territori di montagna”
ago 22@15:40–16:40

Il prossimo 22 agosto, a Cortina, nel cuore delle Dolomiti, una tavola rotonda, tutta al femminile, sulle buone pratiche per lo sviluppo turistico e sportivo delle terre alte e la lotta allo spopolamento.

Il tutto prendendo le mosse dalla Carta di Cortina, il documento, sottoscritto dal Ministero dell’Ambiente in vista di Cortina 2021, dedicato allo sviluppo turistico e sportivo in chiave sostenibile, e focalizzato su gestione delle risorse e limitazione delle emissioni di gas serra e dei costi energetici.

Riva del Garda, 30 km/h sulle vie Fontanella e Pasina
ago 22@15:55–16:55

Con l’occasione dell’ultimazione da parte della Provincia dei lavori di completamento degli impianti tecnologici della circonvallazione, che tra l’altro ha consentito di elevare il limite di velocità da 50 a 70 km/h (proprio oggi è stata installata la nuova segnaletica), l’Amministrazione comunale ha predisposto una ordinanza (in via di definizione) che a breve introdurrà sulla Provinciale 36 delle Grazie (dove da qualche tempo i residenti segnalavano un consistente transito di veicoli e di mezzi pesanti) una serie di modifiche alla viabilità aventi l’obiettivo di spostare una quota di traffico sulla circonvallazione.

 

La principale novità è il limite di velocità di 30 km/h (prima era di 40 km/h) nel tratto compreso tra la rotatoria via Oleandri/via Ballino e l’intersezione con via Venezia (le vie Fontanella e via Pasina), voluto per migliorare la sicurezza della circolazione, ridurre il disagio acustico per i residenti e indurre lo spostamento del traffico sulla dorsale costituita dalla circonvallazione provinciale, sulla quale è ora consentito transitare -tra la rotatoria di via Monte Oro e l’intersezione a rotatoria con la Sp 37 in località Baltera, e tra la rotatoria in zona fiere e l’intersezione a rotatoria con la Sp 36 in località Pasina- a una velocità di 70 km/h, in coerenza con la velocità di progetto dell’opera (rimangono i 50 km/h tra la rotatoria con la Sp 37 e la rotatoria in zona fiere, in considerazione dei molti accessi, tra cui Crm, parcheggi vari e polo fieristico).

 

Inoltre sulla Sp 36 la velocità ridotta garantirà maggiori condizioni di sicurezza ai ciclisti, per i quali è ovviamente confermato il divieto al transito nelle gallerie della circonvallazione. Infine, la Sp 36 si libera anche del transito di trasporti di esplosivi e merci pericolose, che ora possono (e devono) percorrere la circonvallazione.

Aquila Basket Trento, date pre-season
ago 22@17:55–18:55

Mentre giocatori e staff della Dolomiti Energia Trentino caricano le batterie dopo la più lunga stagione di sempre nella storia dell’Aquila Basket (61 partite ufficiali fra campionato e coppe), è già tempo di concentrarsi sulle nuove sfide che attendono i bianconeri: le attività di avvio della nuova stagione 2018-19 dopo le consuete visite mediche prenderanno ufficialmente il via martedì 21 agosto con il raduno alla BLM Group Arena alle ore 10.00, poco prima del primo allenamento di gruppo.

In vista del debutto ufficiale della stagione, previsto per sabato 28 settembre con la semifinale di Supercoppa (competizione a cui i trentini partecipano per la seconda volta consecutiva), l’Aquila scalderà i motori con tanti allenamenti ma soprattutto con 7 prestigiose amichevoli che scandiranno il ritmo di lavoro dei bianconeri in vista di una stagione che li vedrà protagonisti per la quinta volta in Serie A PosteMobile e per la terza in 7Days EuroCup.

La prima amichevole dei ragazzi allenati per la tredicesima stagione da coach Maurizio Buscaglia si svolgerà al PalaGarda: ad affrontare i bianconeri ci sarà il Bayern Monaco in quella che ormai è una “classica” di fine estate in Trentino. I bavaresi campioni di Germania in carica saranno per la prima volta fra le 16 formazioni che disputeranno l’Eurolega: la vincente fra Dolomiti Energia e FC Bayern si aggiudicherà la quarta edizione del Trofeo Trentino Alto Adige organizzato da Trentino Marketing, Azienda per il Turismo di Madonna di Campiglio, Pinzolo e Val Rendena e da Garda Trentino.

Dopo la sfida al Bayern cominceranno una serie di tornei a formula “quadrangolare”: la Dolomiti Energia giocherà prima a Desio il Trofeo Lombardia (sabato 8 settembre la semifinale contro Varese, il giorno seguente contro Cremona o Cantù), quindi il venerdì successivo giocherà fra le mura amiche della BLM Group Arena la seconda semifinale del Memorial Brusinelli (contro Pesaro, al sabato la sfida con Reggio Emilia o con gli olandesi del ZZ Leiden).

A chiudere l’avvicinamento dei vicecampioni d’Italia alla nuova stagione sarà il Torneo Città di Jesolo: la Dolomiti Energia giocherà venerdì 21 settembre contro la Virtus Bologna, sabato 22 con Venezia o Cremona. Il sabato successivo al PalaLeonessa di Brescia si comincerà a fare sul serio con la sfida a Torino che varrà l’accesso alla Finale di Supercoppa, dove la vincente affronterà una fra Milano e Brescia.

La vita di guerra riproposta alla Batteria Roncogno a Trento, con la visita teatralizzata “Come queste pietre è il mio pianto”
ago 22@18:00–19:00

La suggestiva Batteria Roncogno (Trento) sarà teatro domani (mercoledì 22 agosto) del quinto ed ultimo appuntamento con la visita teatralizzata “Come queste pietre è il mio pianto”, a cura della Compagnia Homless. L’evento è inserito nel cartellone della quarta edizione della rassegna Sentinelle di Pietra. Due le occasioni di visita: alle ore 18 e alle 19.

La piccola casamatta che sorge sul lato est della città di Trento e costruita per controllare possibili incursioni dalla Vigolana, ospita dunque un nuovo appuntamento del mini-ciclo “Visite teatralizzate – Percorsi immersivi nei forti” che propone qui “Come queste pietre è il mio pianto”, esperienza sensoriale di grande impatto a cura della Compagnia Homless. Un evento di grande originalità, poiché si propone in primis il coinvolgimento diretto dei visitatori: a partire dall’accoglienza all’interno del forte, dove saranno vestiti come i soldati, con pastrani militari, e dotati di coperte e lanterne, gli spettatori saranno coinvolti dagli attori della compagnia nel ripercorrere i momenti di vita quotidiana all”interno di una struttura come la Batteria Roncogno; dall’attesa dei bombardamenti, alla logorante paura degli attacchi, all’aspettativa per l’arrivo della posta, immergendosi in prima persona nei sentimenti di sconforto, rabbia, paura.

Info e prenotazioni: CNGEI |+39.335.7859468 | giulio.giacomoni@cngeitrento.it | www.cngeitrento.it.

La struttura è raggiungibile dirigendosi dalla città verso Passo Cimirlo-Povo ed è possibile lasciare l’auto al parcheggio di Passo Cimirlo e raggiungere a piedi il luogo dell’evento.

La Batteria Roncogno sorge sulle pendici del monte Celva sopra la città di Trento, ed è stata costruita tra il 1879 e il 1880; è una casamatta di pietra calcarea a forma di ferro di cavallo che fu ammodernata nel 1904, ma poi abbandonata nel 1915 perché di architettura troppo vecchia ed ormai obsoleta. Nel 2010 sono iniziati i lavori di recupero che hanno restituito questa struttura alla comunità.

Sentinelle di Pietra, giunta alla quarta edizione, è un’iniziativa promossa dal Servizio attività culturali della Provincia autonoma di Trento e curata dal Centro servizi Santa Chiara e dalla Fondazione museo storico del Trentino e coinvolge 19 fortificazioni distribuite sull’intero territorio provinciale con eventi culturali, momenti di riflessioni, rappresentazioni musicali, teatrali ed artistiche in un cartellone molto ricco che si concluderà domenica 16 settembre a Forte Garda.

Per restare sempre aggiornati sul programma di Sentinelle di Pietra, consultare i calendari, avere una preview degli appuntamenti, è possibile consultare i canali Facebook (@museostorico | @sentinelledipietra @arteforte) e Instagram (@Sentinelle di Pietra) o i siti web: www.museostorico.it www.trentinograndeguerra.it |

Il ruolo della donna per lo sviluppo di un turismo sostenibile dei territori di montagna
ago 22@18:30–19:30

Il prossimo 22 agosto, a Cortina, nel cuore delle Dolomiti, una tavola rotonda, tutta al femminile, sulle buone pratiche per lo sviluppo turistico e sportivo delle terre alte e la lotta allo spopolamento.

Il tutto prendendo le mosse dalla Carta di Cortina, il documento, sottoscritto dal Ministero dell’Ambiente in vista di Cortina 2021, dedicato allo sviluppo turistico e sportivo in chiave sostenibile, e focalizzato su gestione delle risorse e limitazione delle emissioni di gas serra e dei costi energetici.

Seduta comune Unione dei Comuni della Valsaviore
ago 22@18:30–19:30
I consigli comunali dei comuni di Berzo Demo, Cevo, Saviore dell’Adamello, Cedegolo e Sellero sono sati convocati in seduta comune MERCOLEDÌ 22 AGOSTO 2018 ORE 18:30 presso la presso la sede operativa dell’Unione dei Comuni della Valsaviore in via S. Zenone, n. 9 a Berzo Demo per la trattazione del seguente ordine del giorno:
SCIOGLIMENTO DELLA CONVENZIONE TRA I COMUNI DI LOVERE, MALEGNO, CEDEGOLO, BERZO DEMO, CEVO, SAVIORE DELL’ADAMELLO E SELLERO PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI SEGRETERIA COMUNALE ED APPROVAZIONE DELLA CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI SEGRETERIA COMUNALE TRA I COMUNI DI CEDEGOLO, BERZO DEMO, CEVO, SAVIORE DELL’ADAMELLO E SELLERO.
La musica di Piovani al cinema: «Ginger e Fred»
ago 22@21:00–22:00

In attesa del concerto «La musica è pericolosa» di Nicola Piovani, in programma il 23 agosto al castello di Arco, l’edizione 2018 della rassegna «Contemporanea» propone «La musica di Piovani al cinema», una mini rassegna di due film al parco Arciducale dedicata al pianista, compositore e direttore d’orchestra romano. La prossima pellicola è la celebre commedia di Federico Fellini «Ginger e Fred» (Italia, 1985, durata 92 minuti), con Marcello Mastroianni, Giulietta Masina, Franco Fabrizi, Frederick Ledenburg, Martin Maria Blau, Frederick Thun, Jacques Henri Lartigue, Toto Mignone. Proiezione mercoledì 22 agosto con inizio alle ore 21 e ingresso libero. Con presentazione a cura di Ludovico Maillet e Guido Trebo.

 

Emuli di Fred Astaire e Ginger Rogers, Pippo e Amelia avevano ottenuto un discreto successo come ballerini, ma la vita li aveva separati. A quarant’anni di distanza si ritrovano; lei è appena rimasta vedova, lui tira a campare. A riavvicinarli, sull’onda di un amarcord tristemente struggente, è un programma televisivo che intende proporre al pubblico le vecchie glorie di un tempo. Tra i due ballerini, confusi in un mondo dello spettacolo che non riconoscono, sembra rinascere l’antica tenerezza, tanto che Fred propone alla sua Ginger una romantica, seppur tardiva, fuga d’amore. Non se ne farà nulla: lo spettacolo deve continuare e la malinconia, alla fine, avrà il sopravvento. Il film ha vinto quattro Nastri d’Argento, quattro David di Donatello e ha avuto una candidatura ai Golden Globes.

Elena Belussi al Brescia Calcio Femminile
ago 22@22:30–23:30

“Sono davvero molto contenta di prendere parte a questo importante progetto e dell’opportunità che mi è stata data, perché, per me, è una grande occasione non solo per mettermi in gioco ma anche per crescere come persona e come calciatrice”. Con queste parole si presenta Elena Belussi, difensore che dal prossimo anno come diverse sue compagne fa il grande salto dalla Primavera alla Prima Squadra del Brescia Calcio Femminile.
Nata il 22 maggio 2001, quindi appena diciassettenne, Elena, difensore centrale di piede destro, è consapevole delle difficoltà che comporterà la prossima stagione: “Il campionato di Eccellenza – commenta Elena, che ha cominciato a giocare a calcio nel Brescia a 11 anni, una parentesi al Mozzanica per poi tornare alla base l’anno scorso – è sicuramente molto impegnativo e competitivo, quindi sono pronta, assieme alle mie compagne, a dare il massimo in ogni singola partita in modo da fare il meglio possibile e raggiungere traguardi importanti”.
La voglia di impegnarsi non manca nelle Leonesse, come di consueto, ed Elena non fa eccezione, dimostrando molta maturità: “Sono a completa disposizione del mister e di tutto lo staff per imparare e rendere in campo nel miglior modo possibile – dice -. Mi aspetto un anno pieno di lavoro, spirito di sacrificio, adattamento e coesione del gruppo, quindi un anno, senza dubbio, molto impegnativo, ma mi farò trovare sicuramente pronta”.
Infine, lancia l’appuntamento e un messaggio ai tanti sostenitori del BCF: “Ho tantissima voglia di giocare e per questo non vedo l’ora di cominciare la nuova stagione con le altre ragazze il 16 agosto. Ai tifosi chiedo di continuare a sostenerci come hanno sempre fatto negli anni passati: con loro al nostro fianco ci sentiamo più forti”.

Esame di pesca: iscrizioni
ago 22@23:00–ago 23@00:00

Le iscrizioni al prossimo esame di pesca, che si svolgerà dal 22 al 26 ottobre, dovranno pervenire entro il 23 agosto.

 

C’è tempo sino al 23 agosto per iscriversi all’esame provinciale di pesca che si svolgerà dal 22 al 26 ottobre 2018.

L’esame si suddivide, come di consueto, in due parti, una prova scritta in forma di quiz e, qualora il candidato raggiunga il punteggio fissato, una prova orale. Le materie d’esame riguardano: ittiologia, legislazione sulla pesca, attrezzi ed esche, norme comportamentali durante la pesca, nonché conoscenze generali sulla tutela dell’ambiente.

Le domande di ammissione all’esame possono essere inoltrate, entro il 23 agosto, all’Ufficio caccia e pesca, che ha sede in via Brennero 6 a Bolzano. Per ulteriori informazioni in merito all’esame gli interessati possono consultare il sito dell’Ufficio caccia e pesca all’indirizzo dove è anche disponibile un questionario di preparazione all’esame composto da 300 domande sugli argomenti su cui verterà l’esame.

Il modulo per la presentazione della domanda può essere scaricato dal sito . Le domande dovranno essere munite di una marca da bollo da 16 €. All’esame verranno ammesse solo le persone che alla data dell’esame abbiano già compiuto i quattordici anni.

La data dell’esame verrà pubblicata sulla pagina web dell’Ufficio caccia e pesca, non verranno inviate comunicazioni scritte di convocazione all’esame. Ulteriori informazioni potranno essere richieste direttamente all’Ufficio caccia e pesca (tel. 0471/415171 oppure 0471/415172).

Val Badia, rinnovo e ampliamento per il centro scolastico di La Villa
ago 22@23:00–ago 23@00:00

Il centro scolastico di La Villa, in Val Badia, avrà nuovi spazi per le scuole medie, superiori e di musica. Approvato il programma planivolumetrico.

Il centro scolastico di La Villa nel Comune di Badia verrà riorganizzato e ampliato. L’intervento prevede anche nuovi spazi ulteriori per la scuola di musica della Val Badia, che finora aveva a disposizione solo spazi ridotti all’interno del centro scolastico stesso. Oggi (7 agosto), su proposta dell’assessore all’edilizia Christian Tommasini, la Giunta provinciale ha approvato il programma planivolumetrico per la riorganizzazione del centro scolastico. “In questo modo possiamo in un unico intervento ristrutturare l’edificio esistente e soddisfare il desiderio di ulteriori spazi per la scuola di musica, sfruttando al meglio le sinergie fra le scuole”, afferma l’assessore. Tale importante investimento di circa 15,8 milioni di euro, secondo Tommasini, “assicura al gruppo linguistico ladino strutture moderne, adeguate ai nuovi modelli formativi, e spazi per i circa 490 studenti di musica e i 302 studenti di scuola media e superiore”.

Dopo la ristrutturazione e l’ampliamento – progettati sulla base di un elaborato concetto pedagogico – il centro scolastico si estenderà su una superficie di 6.704 metri quadrati, di cui 937 metri quadrati per la scuola di musica. L’intervento prevede l’ampliamento e la sopraelevazione dell’edificio che ospita gli istituti superiori, dove si trovano l’Istituto tecnico economico, il Liceo linguistico e il Liceo per le scienze umane. E’ previsto anche il risanamento energetico dell’edificio. L’ala Nord della scuola media verrà demolita e ricostruita per creare nuovi spazi comuni al servizio della scuola media, della scuola superiore e della scuola di musica: Aula MagnaAuditoriumbibliotecapalestre e mensa. Al secondo piano dell’edificio troverà posto la nuova sede della scuola di musica della Val Gardena. Inoltre anche nelle parti rimanenti dell’edificio è previsto il rifacimento dei tetti e la sostituzione dei pavimenti di alcune aule.

Per quanto riguarda il finanziamento dell’intervento e la sua messa in opera la Provincia e il Comune di Badia elaboreranno una convenzione. Il programma planivolumetrico è stato predisposto sulla base di uno studio di fattibilità elaborato da Giuseppe Nagler e dalla Ripartizione provinciale edilizia e servizio tecnico. Alla redazione del programma planivolumetrico ha collaborato anche il Dipartimento scuola e cultura ladina con l’Intendente scolastico Roland Verra e l’ispettore scolastico Albert Videsott. “Questo intervento può e deve essere da stimolo per una maggiore collaborazione fra scuola media, superiore e istituto musicale. Idee e proposte esistono già in tema di sviluppo pedagogico soprattutto nel settore della musica” spiega il direttore della Ripartizione provinciale Scuola e cultura ladina Felix Ploner. “Si tratta di un investimento nel futuro, specialmente per i bambini e per i giovani della Val Badia e in questo modo anche per tutta la popolazione ladina” sottolinea l’assessore alla scuola e alla cultura ladina Florian Mussner.

Pergine: un sottopasso ciclopedonale per collegare il paese al lago
ago 22@23:15–ago 23@00:15

Sono stati consegnati oggi i lavori di realizzazione del sottopasso ciclopedonale in località Paludi a Pergine, sulla statale della Valsugana, asse viario di primaria importanza nell’ambito della viabilità a livello provinciale, e di collegamento Trento – Padova/Vicenza. L’intervento consiste in un sottopasso ciclopedonale alla strada statale, che permetterà ai residenti di Pergine, ed ai numerosi cicloturisti, di poter raggiungere la sponda nord del lago di Caldonazzo in completa sicurezza, senza dover attraversare la statale in prossimità dell’attuale incrocio da e per la località Darsena. I lavori dureranno circa un anno.
“E’ un investimento in sicurezza ed in qualità della vita – commenta l’assessore provinciale alle infrastrutture Mauro Gilmozzi – perché ad opera ultimata, il Comune di Pergine Valsugana potrà procedere con le sistemazioni viarie complementari dell’attuale percorso, rendendolo ciclo-pedonale, in modo da creare un’unica linea di unione fra il paese e il lago, immersa nelle campagne e fuori dal traffico veicolare”.  

L’intero intervento è stato suddiviso in 3 parti:

1) “Pista di raccordo lato Pergine” – è il tratto di ciclo-pedonale che dal sottopasso andrà a raccordarsi col percorso di collegamento con l’abitato di Pergine, percorso che sarà successivamente realizzato dall’Amministrazione comunale di Pergine.

2) “Pista di raccordo lato lago” – è il tratto di ciclo-pedonale che dal sottopasso andrà a raccordarsi con la futura viabilità comunale ciclo-pedonale che dalla S.S. 47 che porta alla località Darsena, in riva al lago di Caldonazzo.

Le piste di raccordo presentano le seguenti caratteristiche plano-altimetriche:

dimensioni interne utili: larghezza 4,00 m con:

- carreggiata bidirezionale ciclo-pedonale = 3,00 m

- banchina laterale sinistra bitumata di = 0,50 m

- banchina laterale destra bitumata di = 0,50 m altezza variabile,

sviluppo pista di raccordo: circa 30,00 m

raggio planimetrico minimo 10 m

pendenza longitudinale massima 8,00%

rampe di raccordo orizzontali ogni 10 metri

3) “Sottopasso” – è l’opera d’arte di sottopasso alla S.S. 47 della Valsugana ed avrà le seguenti caratteristiche:

dimensioni interne utili: base 4,00 m, altezza 3,00 con:

- carreggiata bidirezionale ciclo-pedonale = 3,00 m

- banchina laterale sinistra bitumata di = 0,50 m

- banchina laterale destra bitumata di = 0,50 m

sviluppo sottopasso circa 20,00 m

pendenza longitudinale massima 0,00%;

Per la realizzazione del sottopasso è prevista la deviazione provvisoria dell’attuale tracciato della SS47 a lato della zona di intervento e il successivo riposizionamento della stessa sul sedime attuale a lavori ultimati. Il tracciato provvisorio è previsto a doppio senso di marcia al fine di assicurare la fluidità del traffico durante tutta l’esecuzione dei lavori.

PRINCIPALI DATI TECNICO – AMMINISTRATIVI

Progettista: ing. Giancarlo Nardin

Direttore dei Lavori: ing. Sven Hermann

Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione: ing. Daniele Alberici

Impresa Appaltatrice: Associazione Temporanea d’Imprese: TAMANINI BRUNO Srl – Altopiano della Vigolana (TN), località Saletti n. 28,(Mandataria); EURO SCAVI Srl – Lavis (TN), via della Zarga n. 73-75(Mandante)

Importo finanziato: € 920.502,86

Importo lavori: € 675.903,98= a base d’asta di cui € 52.410,00= per oneri per la sicurezza.

Importo contrattuale: € 588.720,67= comprensivo degli oneri per la sicurezza, al netto del ribasso percentuale del 13,983%.

Data consegna lavori: 06.08.2018

Tempo contrattuale: 360 giorni naturali e consecutivi

Presunta ultimazione dei lavori: 01.08.2019

ago
23
gio
2018
Anche in biblioteca c’è la Notte di Fiaba
ago 23@11:00–12:00

Ritorna in biblioteca l’appuntamento annuale con la Notte di fiaba: nella sala Ragazzi per l’intera durata della manifestazione (quest’anno dedicata alla Sirenetta, dal 23 al 26 agosto nel centro storico di Riva del Garda) saranno esposti e disponibili al prestito albi per bambini a tema, e proposti incontri e spettacoli.

Giovedì 23 agosto dalle ore 10.30 alle 11.15 «Il mistero del lago tenebroso. Storie di sirene e mostri» è l’incontro con Cristina Sedioli e i suoi racconti animati con effetti “artigianali” del cinema fantastico. Un racconto animato con piccoli effetti speciali per bambini da 5 a 9 anni d’età.

Cosa si nasconde nelle profonde acque del lago? Forse delle sirene dalle lunghe code colorate, ma celati tra le tenebre potrebbero nascondersi dei misteriosi mostri.
«Bestiario acquatico» è uno spettacolo di sand art di Nadia Ischia e Laura Lotti che si svolge giovedì 23 e venerdì 24 agosto alle 15, alle 16 e alle 17, e sabato 25 agosto alle 10 e alle 11 (la durata è di mezz’ora circa). È un viaggio che racconta attraverso le note di strumenti musicali e voce fiabe e filastrocche mentre le dita e i palmi delle mani disegnano creature marine reali e fantastiche come le sirene, i timidi coccodrilli, i cavallucci lanciati al galoppo, ricreando sul grande schermo le suggestioni di villaggi profumati di gamberi e granchi, il gracidio di rane al ritmo del suono di tamburi e molto altro. Con incredibili effetti speciali che fanno sembrare di trovarsi in fondo al mare!

Giovedì 23 e sabato 25 agosto dalle 16 alle 18.30 «Le mille bolle blu» è l’appuntamento con le letture di Elisabetta Parisi, che si svolgono a intervalli di circa 30 minuti. Le fiabe nascono per essere narrate, e proprio così, ascoltando i racconti, i bambini vivono avventure fantastiche, scoprono mondi diversi e tempi lontani trasportati dalla fantasia.

 

http://www.comune.rivadelgarda.tn.it/Aree-tematiche/Biblioteca-civica

Trekking dei forti con concerto gruppo Carlos Gardel Trio
ago 23@11:00–12:00

Trekking dei forti con concerto gruppo Carlos Gardel Trio | Giovedì 23 agosto 2018 alle ore 11.00 – Caserme di Strino

UniTrento – Immatricolazioni all’Università di Trento: ultima chiamata
ago 23@12:55–13:55
Ultima chiamata per le immatricolazioni all’Università di Trento. In un’unica giornata, giovedì prossimo, 23 agosto, si svolgeranno le prove di ammissione valide per la maggior parte dei corsi di studio. Sono 2.828 le iscrizioni ai test registrate per questa tornata (circa 200 in più rispetto al 2017, dato che conferma un trend in costante crescita). Giovedì prossimo la prova di ammissione ai corsi di laurea in Economia e Management, Gestione aziendale full time e part time, Amministrazione aziendale e diritto inizia alle 10.30 nella sede del dipartimento in via Inama 5 a Trento. Sono invece in programma a Palazzo Prodi (via Tommaso Gar 14) al mattino le prove per Beni culturali, Filosofia, Lingue moderne, Studi storici e filologico letterari, che prenderanno il via alle 10.30. Nella stessa sede, alle 15.30, sarà invece la volta di Scienze e tecniche di psicologia cognitiva, Interfacce e tecnologie della comunicazione, Studi internazionali, Sociologia, Servizio sociale, Giurisprudenza e Comparative European and International Legal Studies.
Come nelle precedenti edizioni, i test si svolgeranno in contemporanea a Trento (2225 iscrizioni ai test), Mantova (205 iscrizioni ai test), Roma (123 iscrizioni ai test), Bari (121 iscrizioni ai test) e Palermo (94 iscrizioni ai test). Per i candidati interessati ai corsi del Dipartimento di Economia e management è possibile sostenere la prova anche nella sede di Padova (60 le iscrizioni). Un’opportunità in più per accedere ai corsi dell’Università di Trento che si conferma sempre molto apprezzata dagli aspiranti iscritti all’ateneo trentino. Circa un quinto delle iscrizioni totali, infatti, è associato a una di queste sedi decentrate.
Giovedì 30 e venerdì 31 agosto sono invece in programma le prove selettive “Tolc” valide per l’ammissione ai corsi di laurea in Fisica, Matematica, Viticoltura ed Enologia, Scienze e tecnologie biomolecolari, Ingegneria per l’ambiente e il territorio, Ingegneria civile, Ingegneria industriale, Informatica, Ingegneria dell’Informazione e delle Comunicazioni e Ingegneria dell’Informazione e Organizzazione d’Impresa. A Trento il test Tolc si svolgerà al Polo scientifico e tecnologico “Fabio Ferrari” (via Sommarive 5, Povo). È possibile sostenere il test Tolc anche in una delle altre sedi messe a disposizione da Cisia (http://www.cisiaonline.it/).
Il 6 settembre si terrà invece la prova selettiva nazionale per l’ammissione al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Ingegneria edile-architettura. I posti disponibili per la sede di Trento sono 85.
Infine, l’ultimo giorno di test, il 12 settembre, vedrà le prove di accesso ai corsi di Educazione professionale (corso interateneo con l’Università di Ferrara) e Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro (corso interateneo con l’Università di Verona).
Riconfermata anche quest’anno la possibilità di richiedere l’abbonamento “libera circolazione”: una tariffa agevolata per l’abbonamento annuale al trasporto pubblico su tutto il territorio della provincia di Trento riservata agli iscritti e alle iscritte ai corsi di studio (anche interateneo con sede amministrativa diversa da UniTrento ma frequentanti a Trento), di dottorato, master e agli studenti che arriveranno a Trento nell’ambito di accordi e/o programmi di mobilità internazionale. Questo tipo di abbonamento, valido dal 1 settembre 2018 fino al 31 agosto 2019 a un costo di 50 euro, potrà essere attivato, dopo aver ultimato l’iscrizione all’anno accademico 2018/19, semplicemente completando la procedura online disponibile sul sito infostudenti.unitn.it/it/libera-circolazione. Al termine della procedura, entro qualche giorno gli studenti e le studentesse potranno viaggiare sui mezzi del trasporto pubblico urbano e extraurbano validando l’abbonamento tramite smart card o app Open move.
Tutte le informazioni sulle prove di ammissione, sulle tasse universitarie e sulla libera circolazione sono disponibili sul sito: www.infostudenti.unitn.it
Sara Cogoli al Brescia Calcio Femminile
ago 23@14:55–15:55

Non c’è crisi al settimo anno nel lungo sodalizio fra Sara Cogoli e il Brescia Calcio Femminile. La giovane portiere, nata a Brescia il 5 settembre del 2001, è entrata a far parte delle giovanili biancoblu sei anni fa, nelle Pulcine. E non ha la minima intenzione di fermarsi qui.
“Questa chiamata per la Prima Squadra è il premio per i tanti anni di sacrifici miei e della mia famiglia – le parole di Cogoli – anche se non me l’aspettavo di arrivare fino a questo punto. Non vedo l’ora di cominciare e mettermi alla prova insieme a tutte le mie compagne delle giovanili che sono arrivate insieme a me in Prima Squadra e alle altre ragazze. Sono convinta che faremo una buona stagione. L’obiettivo – prosegue – è uno solo: tornare in alto”.
Il portiere è sempre un ruolo particolare: solitario, quasi mistico. Perché questa scelta? “In realtà ho provato quasi tutti i ruoli in campo, poi visto che volevo rincorrere solo il pallone e farlo mio, ho pensato bene che il posto migliore in campo per fermare qualsiasi pallone che arrivasse dalle mie parti era quello del portiere”.
Che campionato ci dobbiamo aspettare? “Difficile, sarà molto combattutto. Ma sono certa che l’unione del nostro gruppo e l’amore e la spinta dei nostri tifosi ci darà la spinta necessaria per raggiungere grandi traguardi”.

Il tempo non è dei migliori? Si può visitare la Miniera della Bagnada in Valmalenco
ago 23@15:30–16:30

Il tempo non è dei migliori? Ecco una valida alternativa per non chiudersi in casa durante le vacanze: visitare la Miniera della Bagnada in Valmalenco.

Entrare nella Miniera e scoprire la montagna da dentro è un’emozione unica e indimenticabile. Corredata da speciali effetti audiovisivi visitarla suscita un forte impatto emotivo.

Il Museo della Bagnada è nato a Lanzada dal desiderio di riportare alla luce, e salvaguardare, un patrimonio che stava ormai scomparendo, incalzato dal presente. Il ripristino di una realtà che in Valmalenco ha fatto per lungo tempo da protagonista. Si sviluppa su 9 livelli, di cui 4 visitabili. Si possono osservare diverse tipologie di gallerie: filoni coltivati, gallerie di servizio, discenderie, camminamenti, gallerie e vuoti per la ricerca del materiale sterile. Sono visibili diverse attrezzature utilizzate un tempo e si assiste all’accensione delle lampade ad acetilene, la cui suggestiva luce accompagna i visitatori fino all’uscita. Le pareti rocciose della miniera sono bianchissime e riflettono la luce artificiale illuminando l’ambiente. Inoltre, diversamente da altre miniere dove si procede attraverso cunicoli stretti, la Bagnada ha gallerie molto ampie ed è facilmente visitabile.

Le aperture estive della Miniera della Bagnada (prima visita ore 9:30, seconda visita ore 14:30). Agosto: giovedì 16, sabato 18, domenica 19, martedì 21, giovedì 23, sabato 25, domenica 26, mercoledì 29. Possibilità di effettuare visite su prenotazione nelle altre date. Info: Comune di Lanzada (0342453243) Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco (0342451150).

Ma tra Sondrio e Valmalenco si pensa già anche agli eventi di settembre e in particolare al 35° Grappolo d’Oro di Chiuro, in calendario dal 7 al 16 settembre, e alla 19ª Festa dell’Alpeggio il 15 e 16 settembre a Chiareggio.

A Chiuro in programma frammenti di storia, incontri col gusto, momenti di cultura, spettacolo, musica e canto corale che faranno fanno da sfondo al vero re della festa: il vino valtellinese. Mentre in Valmalenco si celebreranno riti, tradizioni e ambienti tipici della realtà alpina con tanti eventi che terranno impegnati i visitatori in un viaggio fatto di sapori, colori e storia.

 

Sondrio e Valmalenco, nel cuore della Valtellina, è un territorio caratterizzato da una natura selvaggia, ma generosa, incastonato tra le Alpi Orobiche e Retiche, tra cui svetta, con i suoi 4.050 metri, il pizzo Bernina. Regno della neve d’inverno con 60 km di piste da sci, uno snowpark e una sconfinata offerta di attività all’aria aperta, tra montagne bellissime e maestose, sa regalare una scenografia di colori, profumi e sapori che mutano ad ogni stagione. Non mancano bellezze naturali, artistiche, storiche e scenari unici, come i terrazzamenti vitati, sul versante retico dell’Adda, sui quali si producono pregiati vini che ben si accompagnano ai migliori prodotti della tradizione enogastronomica valtellinese.

 

Info: www.sondrioevalmalenco.it

 

Trentino, in arrivo il personale per la Scuola dell’infanzia
ago 23@16:40–17:40

Scuola dell’infanzia: approvate le graduatorie per l’assunzione a tempo determinato di personale insegnante per il triennio scolastico 2018/2021 e stabilito il contingente di personale da assumere a tempo indeterminato con le qualifiche di coordinatore pedagogico e di insegnante per il prossimo anno scolastico, 45 figure in tutto. Sono queste le due distinte deliberazioni della Giunta provinciale, su proposta del governatore Ugo Rossi che mirano a completare il corpo insegnanti delle scuole materne del territorio, in vista dell’inizio dell’anno scolastico.  

Con la prima deliberazione, la Giunta provinciale ha approvato le graduatorie per l’assunzione a tempo determinato, facendo seguito al bando approvato lo scorso mese di marzo che riapriva le graduatorie per il triennio. Le graduatorie, suddivise per circolo di coordinamento pedagogico, saranno utilizzate per effettuare le assunzioni annuali con il sistema della “chiamata unica” e saranno utilizzate successivamente, nel corso dell’anno scolastico, dai coordinatori pedagogici per effettuare le assunzioni di personale a tempo determinato che si rendano necessarie.
Le graduatorie sono pubblicate agli albi dei circoli di coordinamento pedagogico, nonché sul portale tematico dell’amministrazione provinciale: www.vivoscuola.it

L’esecutivo ha anche determinato il contingente di personale da assumere a tempo indeterminato con la qualifiche di coordinatore pedagogico e di insegnante delle scuole per l’infanzia per l’anno scolastico 2018/’19. In seguito a numerosi pensionamenti infatti, vi sono sedi di circolo prive del coordinatore, è quindi necessario assumere nuove figure attingendo alla graduatoria del concorso effettuato nei mesi scorsi e recentemente concluso. Inoltre è necessario provvedere alla copertura dei posti di insegnante a tempo indeterminato delle scuole per l’infanzia vacanti, attingendo sia dalla graduatoria permanente del concorso del 2005/06, sia dalla graduatoria del concorso che si è svolto nel 2015.

Questa la ripartizione dei posti:

  • 8 posti il contingente di personale da assumere a tempo indeterminato con la qualifica di coordinatore pedagogico;
  • 21 posti il contingente per le assunzioni a tempo pieno e indeterminato del personale insegnante delle scuole dell’infanzia provinciali per l’anno scolastico 2018/2019, da ripartire nelle seguenti modalità:
    • 7 posti destinati all’assunzione dalla graduatoria dei vincitori del concorso indetto nel gennaio del 2015;
    • 6 posti destinati all’assunzione dalla graduatoria del concorso indetto nell’agosto del 2006;
    • 6 posti destinati alla trasformazione da rapporto a tempo parziale in rapporto a tempo pieno;
    • 2 posti riservati ad insegnanti che siano in possesso dell’attestato di conoscenza della lingua e cultura ladina;
  • 16 posti il contingente per le assunzioni con competenza in lingua straniera a tempo pieno e indeterminato del personale insegnante delle scuole dell’infanzia provinciali per l’anno scolastico 2018/2019 da ripartire nelle seguenti modalità:
    • 8 posti destinati all’assunzione dalla graduatoria dei vincitori del concorso indetto nel 2015;
    • 8 posti destinati alla trasformazione da rapporto a tempo parziale in rapporto a tempo pieno.

Questo il calendario delle convocazioni:

Lunedì 13 agosto:

  • a partire dalle ore 9, presso il Dipartimento della Conoscenza in via Gilli n. 3 a Trento (piano rialzato, aula magna) per la qualifica di coordinatore pedagogico;
  • a partire dalle ore 10, presso il Dipartimento della Conoscenza in via Gilli n. 3 a Trento (piano rialzato, aula magna) per la trasformazione da rapporto a tempo parziale in rapporto a tempo pieno;
  • a partire dalle ore 11, presso il Dipartimento della Conoscenza in via Gilli n. 3 a Trento (piano rialzato, aula magna) per l’assunzione a tempo indeterminato (prima convocazione).

Lunedì 20 agosto:

  • a partire dalle ore 10, presso il Dipartimento della Conoscenza in via Gilli n. 3 a Trento (piano rialzato, aule A1/A2) per l’assunzione a tempo indeterminato (seconda convocazione)

Infohttps://www.vivoscuola.it/

Indice di sportività 2018: il Trentino sul podio
ago 23@17:55–18:55

Mancano esattamente 51 giorni al via della prima edizione del Festival dello sport, la kermesse che dall’11 al 14 ottobre proporrà un ricco programma di dibattiti e approfondimenti insieme ai protagonisti dello sport nazionale e internazionale: atleti, olimpici e paralimpici, allenatori, personaggi istituzionali, tecnici ed esperti e appassionati.
A riprova della vocazione sportiva del Trentino è di oggi la pubblicazione del Sole 24 Ore dell’indagine curata da Clas-PTS Group che conferma il Trentino al secondo posto, dietro la provincia di Trieste, nella classifica che misura qualità e diffusione della pratica sportiva in 107 città italiane. Nelle varie graduatorie la provincia di Trento è presente nove volte tra le prime cinque e che rimane in testa all’albo d’oro dell’Indice di Sportività, essendosi affermata in quattro edizioni su 12 (2007, 2011, 2014 e 2016).  

Le 107 province italiane vengono monitorate sulla base di 30 indicatori, di cui tre di carattere generale (riguardanti prevalentemente i tesserati) e gli altri divisi in tre grandi “famiglie”: sport di squadra, sport individuali, sport e società.

Ecco i valori per tutti gli sport e le province italiane:
http://lab24.ilsole24ore.com/indiceSportivita/

Per maggiori informazioni sul festival:
https://www.ilfestivaldellosport.it/

Notte di Fiaba: i fuochi d’artificio saranno «danzanti»
ago 23@19:00–20:00

Quella di quest’anno, dedicata alla Sirenetta e in programma da giovedì 23 a domenica 26 agosto, è un’edizione della Notte di Fiaba ancora più ricca di proposte, eventi, spettacoli, con in più una grande novità: i celebri, attesissimi fuochi d’artificio sul lago (sabato sera, domenica in caso di pioggia) saranno intrecciati alla musica.

 

La magia si ripete ogni fine agosto, quest’anno con un’emozione in più: si celebra il traguardo storico delle 20 edizioni dedicate alle fiabe (la prima, nel 1999, fu con Alice nel paese delle meraviglie). Per salutare la fine dell’estate, ancora una volta Riva del Garda si trasforma nel regno della fantasia e diventa il magnifico scenario sul quale si celebra una fiaba o un personaggio famoso. Notte di Fiaba trasforma la città e l’intero territorio in una festa a tema, all’insegna del divertimento e delle emozioni. Bambini, adulti, famiglie possono immergersi nelle suggestioni di un mondo incantato e vivere quattro giorni di vacanza indimenticabile. Ad accompagnare i visitatori ci sarà la coinvolgente atmosfera del centro storico letteralmente invaso di spettacoli, giochi, laboratori, musica, eccellenze del gusto e un’infinità di proposte per tutte le età. L’offerta al pubblico è di 183 appuntamenti in quattro giorni, resi possibili dall’impegno di circa 140 volontari, tra cui i 35 componenti del Comitato. L’inaugurazione ufficiale della festa è fissata per giovedì 23 agosto alle ore 14 nel parco della Rocca.

 

La conferenza stampa di presentazione si è svolta nella mattina di lunedì 20 agosto in municipio, nella sala conferenze al piano terra, presenti il sindaco Adalberto Mosaner, il presidente del Comitato Manifestazioni Rivane (soggetto organizzatore) Enzo Bassetti, il presidente Marco Benedetti e la direttrice Roberta Maraschin dell’Apt Garda Trentino, e il presidente della Pro loco Alberto Perini.

 

«La Notte di Fiaba è nata negli anni Cinquanta -ha detto il presidente Bassetti- e quella di quest’anno è nel complesso, contando cioè le varie sospensioni che ci sono state negli anni, la 43ª, di cui 25 organizzate dal Comitato Manifestazioni Rivane con il sottoscritto come presidente. Si tratta di un grande successo, il pubblico in particolare ci segue con entusiasmo e ci dà grandi soddisfazioni, eppure abbiamo in previsione per l’anno prossimo di cambiare. Perché? In linea generale ci pare importante stare al passo di tempi che stanno cambiando rapidamente, nello specifico facciamo sempre più fatica a trovare i volontari disposti a sobbarcarsi l’enorme fatica dell’organizzazione di questo evento; poi ci sono le norme sulla sicurezza che stanno aggiungendo complessità, oltre ai costi che stanno costantemente lievitando. Per tutto questo stiamo riflettendo sull’opportunità di una edizione 2019 diversa. I dettagli sono ancora allo studio, quello che è certo è che la data sarà spostata in avanti di una settimana, così da evitare la concomitanza del mercato del mercoledì, che sempre più costituisce una seria complicazione per i lavori di allestimento. Per quanto riguarda quest’anno, invece, ci sono nel programma una serie di novità, tra cui in particolare i fuochi d’artificio, che saranno danzanti, ovvero al ritmo della musica».

 

«Per noi la Notte di Fiaba è l’evento per eccellenza -ha detto il presidente di Garda Trentino Benedetti- e ha la particolarità che sono i bambini a decidere la destinazione della vacanza delle famiglie. La novità dei fuochi d’artificio danzanti mi pare molto interessante, anche perché gli spettacoli pirotecnici sono sempre più numerosi e riuscire a distinguersi è opportuno. Che poi il Comitato stia pensando di trasformare questo gioiello per renderlo maggiormente al passo coi tempi, è un’altra bella notizia. Un sentito ringraziamento al presidente Bassetti e a tutti i volontari che realizzano la Notte di Fiaba è assolutamente doveroso».

 

«La Notte di Fiaba è la settimana dei sogni di noi rivani -ha detto il sindaco Adalberto Mosaner- che ne viviamo tutta la magia fin da quando eravamo bambini. Ancora oggi, dopo tanti anni, si respira in città una attesa e una affezione fortissimi, ma la qualità più importante di questa manifestazione è la sua capacità di metterci tutti assieme, di costituire un collante e uno stimolo alla collaborazione, oltre che un forte elemento di identità. D’altronde è uno dei maggiori meriti del Comitato Manifestazioni Rivane e del presidente Bassetti, tenere vivo il ricordo e coltivarlo e migliorarlo, rendendolo sempre più affascinante. Tra le novità degli ultimi anni segnalo il concorso di illustrazione che include una pregevole pubblicazione con una importante casa editrice. La Notte di Fiaba sta quindi crescendo, riesce a rimanere il grande sogno che da sempre è per noi rivani, trasformandosi secondo i tempi, ma sempre rimanendo un momento di ritrovo collettivo per la nostra città, in cui ribadire l’orgoglio di essere rivani. È quindi bel lungo l’elenco dei meriti per cui il presidente Bassetti, il Comitato Manifestazioni Rivane e tutti i volontari che collaborano, meritano un sentito grazie».

 

NOTTE DI FIABA: TRADIZIONE E DIVERTIMENTO DI QUALITÀ

La storia di Notte di Fiaba ha origini lontane che risalgono addirittura all’Ottocento. Vecchie cronache dell’epoca raccontano di feste sul lago con imbarcazioni addobbate, luminarie, sfilate, spettacoli e musica. Sono degli anni Cinquanta secolo scorso, invece, le prime edizioni annuali, che nelle stagioni successive, tra pause e riprese hanno via via assunto il format attuale. È il Comitato Manifestazioni Rivane che mantiene viva questa tradizione, costruendo e organizzando un avvenimento suggestivo e divertente per nonni, nipoti, figli e genitori: ogni anno una fiaba diversa, con i suoi personaggi, buoni e cattivi, i suoi profumi, i suoi colori, per esaltare i luoghi e l’ospitalità del Garda Trentino. Una specie di pacifica invasione di strade e piazze che trasforma la città nel paese della fantasia per eccellenza. La festa coinvolge un numero elevatissimo di persone: i dati parlano di un’affluenza vicina agli 80 mila visitatori, e poi volontari (oltre 100), artisti e il supporto di una comunità intera, con 160 ore di animazione e oltre 2500 chili di artifici pirotecnici per lo spettacolo dei fuochi sul lago.

 

SPAZIO ALL’IRONIA, ALL’AMORE E ALL’ACQUA: LA SIRENETTA

Quest’anno l’evento è dedicato alla Sirenetta, una delle fiabe più note al mondo, capolavoro del genio creativo di Hans Christian Andersen. E mai soggetto di questo evento è stato più aderente per l’ambientazione, visto che si racconta di creature delle acque proprio nel luogo dove l’acqua è in magica sintonia con le montagne che la circondano. La Sirenetta è una delle fiabe più conosciute e più amate. Alla protagonista è dedicata una famosissima statua diventata uno dei simboli della Danimarca e situata nel porto di Copenhagen, mentre teatro, cinema, balletto e ogni altra arte visiva hanno preso spunto da questa storia di Ariel, per regalare magnifiche produzioni.

 

IL TEATRO STUPISCE: VIAGGIO NELLA FIABA – SIRENETTA STORY

Al centro delle rappresentazioni di Riva del Garda c’è il nuovo spettacolo Sirenetta Story, curato da Lupus in Fabula (testo e regia Michele Pandini, arrangiamenti musicali Luca Dossi, costumi Chiara Defant). La compagnia che è da sempre uno dei cardini del successo della Notte di Fiaba con i suoi spettacoli originali e coinvolgenti, terrà 19 repliche di questa riduzione teatrale inedita dell’opera di Andersen con partenza dal Parco della Rocca. Un appuntamento da non perdere, per i bambini e le famiglie in visita nel Garda Trentino per quattro giorni di assoluta magia estiva. La sintesi dello spettacolo è presto fatta. Che ci fa Ariel, una Sirenetta nelle chiare, fresche e dolci acque del lago? Forse si è finalmente avverato il suo desiderio: “Un giorno anche io, se mai potrò, esplorerò la riva lassù, fuori dal mare. Come vorrei, vivere là”… così sospira tutto il tempo, tra un tuffo e l’altro, la cara Ariel, sirenetta un po’ ribelle. Eh già, non vuole più saperne di stare sempre in ammollo. “Mi verranno i reumatismi!”, si lamenta la nostra amica che comincia anche a disubbidire al severo Re Tritone, rigido difensore delle rigorose tradizioni del regno acquatico. Per non parlare della strega Ursula e dei suoi fidi aiutanti, le murene. Ariel e i suoi amici dovranno avere occhi e branchie bene aperti per difendersi dai fantasiosi sotterfugi di questi abili birbanti. Ma Ariel è circondata da un gruppo di amici, insieme ai quali si diverte un sacco. Sott’acqua poi si possono fare mille e una goccia di inaspettati incontri. Insomma, tutto in qualche modo sembra filare liscio, finchè una tempesta catapulta nella storia della Sirenetta uno strano Principe, un principe che non t’aspetti, un principe “diversamente bello”. Sboccerà l’Amore? Per scoprirlo non resta che nuotare insieme alla Sirenetta tra le onde magiche della Notte di Fiaba.

Spettacolo a numero chiuso, su prenotazione

Orari

giovedì 23 agosto: ore 15.00 | 16.45 | 18.30 | 21.00

venerdì 24 agosto: ore 9.30 | 11.00 | 15.00 | 16.45 | 18.30 | 21.00

sabato 25 agosto: ore 9.30 | 11.00 | 15.00 | 16.45 | 18.30

domenica 26 agosto: ore 11.00 | 15.00 | 16.45 | 18.30

 

SPETTACOLI E NARRAZIONI IN OGNI ANGOLO DI RIVA DEL GARDA

Per gli amanti del teatro, del racconto e dell’affabulazione c’è l’imbarazzo della scelta. Ognuna delle quattro giornate della Notte di Fiaba propone appuntamenti per scatenare la fantasia e viaggiare con la mente. Si legge, si ascolta, si guarda e in un batter d’occhio si viene catapultati in mondi lontani per un viaggio stimolante nel regno della creatività.

 

I racconti della sirena

Narrazioni / Pozzo via Diaz e piazza Garibaldi

A cura di Elisa Salvini

Cosa ci fa una sirena seduta sul pozzo? Ascoltate la sua storia e immergetevi nel suo mondo.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 10.00 > 12.00

venerdì 24 agosto: ore 10.00 > 12.00

sabato 25 agosto: ore 10.00 > 12.00 | 16.00 > 18.00

domenica 26 agosto: ore 10.00 > 12.00 | 16.00 > 18.00

 

Il mistero del lago tenebroso – Storie di sirene e mostri

Racconto animato con piccoli effetti speciali “artigianali” del cinema fantastico / Biblioteca civica

Cosa si nasconde nelle profonde acque del lago? Forse delle sirene dalle lunghe code colorate, ma le tenebre potrebbero essere la dimora di misteriosi mostri. Non perdetevi l’appuntamento con Cristina Sedioli e i suoi racconti animati con effetti “artigianali” del cinema fantastico. Nella “Sala ragazzi” delle Biblioteca civica per la durata della Notte di Fiaba saranno esposti e disponibili al prestito albi per bambini a tema. Età consigliata 5-9 anni.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 10.30 > 11.15

 

Una storia tira l’altra

La Cantastorie e la Bottega dell’artista / Cortile interno della Rocca

A cura di Martina Folena e Fabio Paroni

Con la Cantastorie è il momento di conoscere le tante sirenette del mondo. Un angolo incantato per grandi e piccini, dove chi lo desidera può fermarsi ad ascoltare storie di creature acquatiche, palazzi di corallo e mari inesplorati. Un viaggio straordinario nell’antica tradizione dei narratori girovaghi, un’esperienza indimenticabile per bambini e adulti.

Nella Bottega dell’artista si può liberare l’immaginazione e imparare a disegnare i personaggi del mondo subacqueo guidati da un illustratore professionista. Ci si potrà sbizzarrire nel creare uomini con le branchie, fate d’acqua e pesci d’ogni sorta. Matite, fogli e colori sono pronti sul tavolo: bisogna solo portare con sé tanta creatività.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 11.00 > 13.00 | 15.00 > 18.00

domenica 26 agosto: ore 11.00 > 13.00 | 15.00 > 18.00

 

Bestiario acquatico

Narrazione accompagnata da sand art / Biblioteca civica

A cura di Nadia Ischia e Laura Lotti, in collaborazione con la Biblioteca civica.

Lo spettacolo è un viaggio che racconta fiabe e filastrocche attraverso le note di strumenti musicali e la voce, mentre le dita e i palmi delle mani disegnano creature marine e fantastiche come le sirene, i timidi coccodrilli, i cavallucci lanciati al galoppo, ricreando sul grande schermo le suggestioni di villaggi profumati di gamberi e granchi, il gracidio di rane al ritmo del suono dei tamburi e molto altro. In più, incredibili effetti speciali faranno sentire gli spettatori in fondo al mare.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 15.00 > 15.30 | 16.00 > 16.30 | 17.00 > 17.30

venerdì 24 agosto: ore 15.00 > 15.30 | 16.00 > 16.30 | 17.00 > 17.30

sabato 25 agosto: ore 10.00 > 10.30 | 11.00 > 11.30

 

Le sirene del Garda

Visita guidata con letture animate e laboratorio creativo / Centrale Idroelettrica di Riva del Grada

Iniziativa promossa da Dolomiti Energia

La monumentale centrale Idroelettrica di Riva del Garda, costruita negli anni 20 dall’architetto di Gabriele D’Annunzio, Giancarlo Maroni, nei 4 giorni di Notte di Fiaba ospita al suo interno un fitto programma di appuntamenti, preceduti da una visita guidata in uno dei luoghi più suggestivi della città.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 15.00 > 17.00 | 17.00 > 19.00

venerdì 24 agosto: ore 15.00 > 17.00 | 17.00 > 19.00

sabato 25 agosto: ore 15.00 > 17.00 | 17.00 > 19.00

domenica 26 agosto: ore 15.00 > 17.00 | 17.00 > 19.00

 

Un tuffo nelle fiabe

Letture animate e giochi in riva al lago / Parco della Rocca

A cura delle volontarie “Nati per leggere”

In 20 anni di Notte di Fiaba ne hanno raccontate un’infinità, ma a modo loro. È una sfida a conoscere le favole e gli strani personaggi che popolano queste narrazioni fantastiche. Sarà un grande divertimento partecipare alla “caccia” e risolvere tutti i misteri.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 14.45

venerdì 24 agosto: ore 10.30 | 14.45

sabato 25 agosto: ore 10.30 | 14.45

domenica 26 agosto: ore 10.30

 

Mi racconti una storia?

Narrazioni / Parco della Rocca

A cura di libreria Giunti al Punto

Storie di acqua e terra, misteri e leggende dal fascino antico, racconti moderni.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 16.00 |18.00

venerdì 24 agosto: ore 16.00 | 18.00

sabato 25 agosto: ore 16.00 |18.00

domenica 26 agosto: ore 16.00 |18.00

 

Le mille bolle blu

Letture animate dedicate ai bambini / Biblioteca Civica

A cura di Elisabetta Parisi in collaborazione con la Biblioteca Civica

Le fiabe nascono per essere narrate e i bambini, ascoltandole, vivono avventure fantastiche, scoprono mondi diversi e tempi lontani trasportati dalla fantasia.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 16.00 > 18.30

sabato 25 agosto: ore 16.00 > 18.30

 

La piazza dei teatri mobili

Spettacoli teatrali in luoghi insoliti / piazza Costituzione – Terme Romane

Con TeatroBus, CamionTeatro e Teatro Samovar

Prenotazione in loco: piazza della Costituzione – Terme Romane, dal 23 al 26 agosto 2018 (16.00-22.00) fino ad esaurimento.

Arrivano un bus e due camion, si aprono ed è subito spettacolo. I Teatri Mobili sono tre mezzi allestiti a teatro, che ospitano al loro interno spettacoli unici, creando al loro esterno un’area foyer all’aperto, uno spazio conviviale con un palco per la musica dal vivo, i teatrini emozionali (scatole elettromeccaniche per uno spettatore) e una biblioteca sulle arti dello spettacolo. In piazza della Costituzione verranno affiancati dal Teatro Samovar, un mezzo viaggiante e modulare di piccole dimensioni che aprendosi diventa una sala teatrale completamente attrezzata. Una scatola magica che contiene tutta la tecnica e l’arte dentro di sé, capace di adattarsi ai contesti più diversi.

 

Saranno rappresentati:

Manoviva (Teatrobus)

Un microcosmo dove solo le mani raccontano senza parole 30 minuti di spettacolo assolutamente unico. Manin e Manon meravigliano per la loro abilità: due incredibili personaggi capaci di esibirsi in numeri di giocoleria ed acrobatica, meglio di qualunque essere umano. Lui non è solo giocoliere, ma anche One man band e mangiafuoco, Lei funambola e non solo. Le luci della ribalta si accendono e tutti si ritroveranno immersi in un mondo fantastico in miniatura dove ogni cosa diventa possibile e reale. (Età consigliata, dai tre anni in su; durata 30 minuti).

 

Antipodi (Camionteatro)

Un punto qualsiasi sul globo ha il suo opposto. Paesaggi ed esseri molto diversi fra loro sono uniti da una linea uguale al diametro terrestre. Laddove tutto diventa raggiungibile pensiamo ad un luogo che esiste, ma che si allontana ad ogni nostro passo.

Tre personaggi invitano il pubblico a seguirli in un viaggio agli antipodi del mondo. Un viaggio surreale su un cavallo in miniatura, tra personaggi stralunati e minuscoli uomini d’ombra in corsa. Antipodi ė l’unione di diversi stili e tecniche del teatro di figura, dalle ombre cinesi alla manipolazione di oggetti, al teatro fisico. (Età consigliata dai 7 anni in su; durata 30 minuti).

 

Contrappunto (Teatro Samovar)

Lo spettacolo è stato creato appositamente per lo spazio del Teatro Ambulante ed è costituito da un linguaggio ancora poco diffuso in Italia, caratterizzato da un melting pot di arti che spaziano dal clown teatrale al teatro d’oggetti, utilizzando il linguaggio musicale. Si è dato spazio a questi tre aspetti attraverso la costruzione di strumenti musicali alternativi, macchinari scenici ingegnosi e gag create ad hoc. Lasciatevi coinvolgere da uno spettacolo a 360° con oggetti animati, clown, macchinari scenici ingegnosi e musica dal vivo. (Per tutti; durata 45 minuti)

Orari

giovedì 23 agosto e venerdì 24 agosto

17.00 Manoviva nel teatrobus (30 min)

17.30 Contrappunto nel teatro ambulante (40 min)

18.15 Antipodi nel camionteatro (30 min)

19.15 Manoviva

20.15 Antipodi

21.15 Manoviva

21.45 Contrappunto

22.30 Antipodi

sabato 25 agosto

9.15 Manoviva

10.00 Antipodi

10.45 Manoviva

11.30 Antipodi

17.00 Contrappunto

domenica 26 agosto

9.30 Contrappunto

11.00 Contrappunto

 

La sirenetta in love

Spettacolo di narrazione e musica dal vivo / Piazza San Rocco

A cura di Compagnia delle Nuvole con Enrico Tavernini e Alessio Kogoj

Una storia d’amore, di acqua, di musica e di streghe. La versione pirata, pazza e strampalata della più commovente, super divertente fiaba che si sia mai sentita.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 18.00

venerdì 24 agosto: ore 17.00

sabato 25 agosto: ore 17.30

domenica 26 agosto: ore 17.00

 

Mirabilis circus sirenae

Narrazioni / Piazza Craffonara

Uno spettacolo indimenticabile, una superba, sublime visione: l’incredibile storia dell’unica donna pesce catturata nei lontani mari delle farfalle.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 18.30 > 22.30

venerdì 24 agosto: ore 18.30 > 22.30

sabato 25 agosto: ore 18.30 > 22.30

domenica 26 agosto: ore 15.00 > 18.00

 

Bandus! Storie sott’acqua

Narrazioni / Piazza Marocco

A cura di Bandus… i narratori

Quattro appuntamenti per immergersi nel favoloso mondo della narrazione, con le storie sempre divertenti dei Bandus… i narratori. Licia, Giulia, Ciro e Daniele aspettano i piccoli spettatori come ogni anno nella splendida atmosfera della Notte di Fiaba.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 20.30

venerdì 24 agosto: ore 16.00

sabato 25 agosto: ore 15.00

domenica 26 agosto: ore 11.00

 

Sea parade

Performance itinerante su trampoli e a terra con musica / Piazza Cavour

A cura di “Teatro per caso”, di Barbara Frizzi e Erica Vincenzi

Per le strade e nelle piazze della città irrompono gli artisti di strada in una strampalata parata marina, disposti a tutto pur di catturare l’attenzione del pubblico.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 20.45

venerdì 24 agosto: ore 21.30

sabato 25 agosto: ore 18.00

domenica 26 agosto: ore 18.00

 

…e vissero felici e contenti!

Spettacolo / Cortile interno della Rocca

A cura di Lupus in Fabula

Al calare della sera di domenica, la fiaba volge al termine e Riva del Garda torna ad essere una tranquilla cittadina sul lago, le persone possono fare ritorno a casa felici e contente, con una valigia piena di ricordi ed un pizzico di nostalgia… Ma qualcuno si sta già preparando per il 2019. Come ogni anno la Notte di Fiaba si chiude infatti con il saluto dei protagonisti, che con un vero e proprio “coup de théâtre” annunciano l’attesissima fiaba protagonista la prossima estate.

Orario

Domenica 26 agosto: ore 21.30

 

LA MAGIA DELLA FIABA ISPIRA UN UNIVERSO DI GIOCHI E LABORATORI

Ci si può accostare alla magia della fiaba e viverla dall’interno attraverso le attività creative ispirate dal tema dell’evento. Come ogni anno, Notte di Fiaba regala momenti appassionanti ai visitatori più piccoli e alle loro famiglie con l’animazione, la sperimentazione e la socializzazione: è il mondo delle relazioni da costruire e vivere, per poi trasferirle nel bagaglio delle esperienze da riportare a casa.

 

La tana dei cavallucci marini

Giochi e colori per i più piccoli / Cortile interno della Rocca

Ingannare l’attesa o semplicemente rilassarsi colorando i numerosi disegni a disposizione e partecipando ai giochi organizzati dal gruppo Scout Agesci Riva 1.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 15.00 > 18.00

venerdì 24 agosto: ore 15.00 > 18.00

sabato 25 agosto: ore 15.00 > 18.00

domenica 26 agosto: ore 10.00 > 12.00

 

Il mistero degli abissi

Escape Room / Via Maffei – Palazzo Martini

Che misteri cela un relitto affondato? Gli indizi sono da scovare, scandagliando ogni palmo del fondale marino ma restando però sempre attenti ai granchi. L’esperienza della Notte di Fiaba da vivere in una Escape Room insieme al proprio team. Di cosa si tratta? È un gioco a squadre in cui si hanno esattamente 20 minuti per risolvere gli enigmi, ricercare oggetti e trovare formule, scoprire combinazioni per togliere il velo al mistero degli abissi.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 14.00 > 22.00

venerdì 24 agosto: ore 10.00 > 22.00

sabato 25 agosto: ore 10.00 > 21.00

domenica 26 agosto: ore 10.00 > 18.00

Prenotazioni in loco: dal 23 al 26 agosto, fino ad esaurimento posti.

Escape Room facile (per famiglie), costo 20 euro (max 4 partecipanti).

Escape Room difficile, costo 30 euro (max 6 partecipanti)

 

Giochi all’arrembaggio

Giochi per piccoli marinai / Piazza Tre Novembre

A cura degli educatori dei Centri Aperti e dei volontari del progetto Io ci sono Apsp Casa Mia

Orari

giovedi 23 agosto: ore 14.30 > 18.00

venerdì 24 agosto: ore 10.00 > 12.00 | 14.30 > 18.00

sabato 25 agosto: ore 10.00 > 12.00 | 15.00 > 19.30

domenica 26 agosto: ore 14.30 > 18.00

 

Un granchio per la testa

Laboratorio con le mani e con le chele / Piazza Tre Novembre

Potrebbe verificarsi una grande sorpresa: il granchio Sebastian pronto a dare una chela ai bambini, in questo laboratorio tutto manuale a cura degli educatori dei Centri Aperti e dei volontari del progetto Io ci sono Apsp Casa Mia.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 15.00 > 18.00

venerdì 24 agosto: ore 10.00 > 12.00 | 15.00 > 18.00

sabato 25 agosto: ore 10.00 > 12.00 | 15.00 > 19.30

 

In fondo al mar

Laboratorio creativo per bambini / Cortile interno della Rocca

In fondo al mar è una iniziativa grazie alla quale con un po’ di fantasia e creatività tutti potranno creare un simpatico portafoto con conchiglie e sabbia in vero stile marino, così da incorniciare le foto più belle targate #notte di fiaba. Costo 3 euro.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 15.00 > 18.00

venerdì 24 agosto: ore 10.00 > 12.00 | 15.00 > 18.00

sabato 25 agosto: ore 10.00 > 12.00 | 16.00 > 19.00

domenica 26 agosto: ore 10.00 > 12.00 | 15.00 > 17.30

 

Trucco, parrucco e arriccia-spiccia

Acconciature e trucco da sirenetta / Piazza Cavour in collaborazione con Blue Garden

Piazza Cavour sarà la sede di uno speciale salone di bellezza marino, con pennelli, pettini e arriccia-spiccia in grado di trasformare chiunque in un fantastico Tritone o una bellissima Sirenetta, da immortalare poi in una bellissima foto ricordo.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 15.00 > 18.00

venerdì 24 agosto: ore 15.00 > 18.00

sabato 25 agosto: ore 15.00 > 18.00

domenica 26 agosto: ore 15.00 > 18.00

 

Si selfie chi può

Stand fotografico #nottedifiaba / Piazza Cavour

Ecco il vero e unico Atelier de Mare, una bottega ormai introvabile, dove tutti possono ammirare e ammirarsi, vestirsi e travestirsi: avvocati, meccanici, giudici, cuochi, idraulici, imprenditori, politici, bambini e adulti, nessuno escluso. Solo qui è possibile trovare gli originali accessori per fissare in uno scatto un momento unico, tra stupore, meraviglia, curiosità e bellezza. Chi varcherà la soglia dell’Atelier del mare potrà riportare a casa un vero selfie da sirena, da creatura del mare o da tritone.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 15.00 > 18.00

venerdì 24 agosto: ore 15.00 > 18.00

sabato 25 agosto: ore 15.00 > 18.00

domenica 26 agosto: ore 15.00 > 18.00

 

Bolle, bolle, bolle

Science show / Piazza Marocco

A cura del Muse di Trento

Il fascino delle lamine saponose farà da sfondo a curiosi giochi ed incredibili effetti sorpresa. In un mare di bolle colorate sarà possibile sperimentare come crearne di grandi e piccole e, con il supporto di particolari telai, provare a creare una bolla non sferica.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 11.00 > 11.30 | 16.30 > 17.00 | 17.30 > 18.00 | 18.30 > 19.00

venerdì 24 agosto: ore 11.00 > 11.30 | 15.00 > 15.30 | 17.30 > 18.00 | 18.30 > 19.00

sabato 25 agosto: ore 11.00 > 11.30 | 16.30 > 17.00 | 17.30 > 18.00 | 18.30 > 19.00

domenica 26 agosto: ore 10.00 > 10.30 | 15.00 > 15.30 | 16.00 > 16.30 | 17.00 > 17.30

 

Gli amici di Ariel

Laboratorio creativo / Cortile interno della Rocca

Ecco un divertente laboratorio creativo proposto da “Patch Point “. In allegria e con materiale di riciclo sarà possibile realizzare gli amici marini di Ariel: Sebastian, Flounder e anche il gabbiano Scuttel. (costo 3 euro).

Orari

venerdì 24 agosto: ore 10.00 > 12.00 | 15.00 > 18.00

sabato 25 agosto: ore 10.00 > 12.00 | 15.00 > 19.00

 

Tatoo

Tatuaggi da veri marinai / Piazza Tre Novembre

A cura degli educatori dei Centri Aperti e dei volontari del progetto Io ci sono Apsp Casa Mia

Orari

giovedì 23 agosto: ore 15.30 > 17.30

venerdì 24 agosto: ore 15.30 > 17.30

sabato 25 agosto: ore 16.00 > 18.30

domenica 26 agosto: ore 15.30 > 17.30

 

Baby shark dance

Baby dance / Piazza San Rocco

A cura dei volontari del progetto Io ci sono Apsp Casa Mia

Ariel ama così tanto la musica e ballare da coinvolgere tutti nelle sue passioni. Un’ora di puro divertimento seguendo i passi degli animatori.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 16.00 > 17.00

venerdì 24 agosto: ore 15.00 > 16.00

sabato 25 agosto: ore 15.30 > 16.30

domenica 26 agosto: ore 15.00 > 16.00

 

MUSICA E BALLO IN PIAZZA CON I GENERI PIU’ POPOLARI

Notte di Fiaba è anche suono, canto e movimento. Gli spettacoli serali sono animati da band e artisti che spaziano attraverso i generi più popolari: dal rock al pop, dal blues, fino alle cover, in una contaminazione capace di scatenare energia ed emozioni e di coinvolgere visitatori dai gusti più diversi. Stesso obiettivo con gli appuntamenti legati al ballo, per scatenarsi con ballo liscio e da sala, moderno, caraibico, latino-americano e ballo di gruppo.

Cristian Mattei

Live acoustic music / Piazza Battisti

Orario

Giovedì 23 agosto: ore 18.30

 

Belli ignoranti

Live music / Viale Roma

All’insegna del loro motto “l’intelligenza ci insegue ma noi siamo più veloci”, ci sarà sicuramente da divertirsi con il trio musicale Belli ignoranti. Accompagnati dal loro furgoncino VW non potevano mancare a fare da colonna sonora nella zona food truck.

Orario

Giovedì 23 agosto: ore 20.30

 

Tempo libero

Live music / Piazza Cavour

I Tempo libero sono una band nata due anni fa e formata da Andrea (voce e chitarra), Claudio (voce e chitarra), Claudio (tastiere) e Mattia (batteria). Chi ama il pop italiano non deve perdere questo concerto.

Orario

Giovedì 23 agosto: ore 21.00

 

Jambow Jane

Concerto / Piazza Battisti

Serata al ritmo del pop rock internazionale: una miscela di cultura italiana e brasiliana, paesi lontani migliaia di chilometri ma con lo stesso grande cuore ad unirli. Una vera e propria famiglia musicale composta da Flavio, Marly, Beatriz, Julio, Marcelo e Nick.

Orario

Giovedì 23 agosto: ore 21.30

 

I Misantropi

Musica e ballo / Piazza Tre Novembre

La storia del gruppo “I Misantropi” ha inizio verso la metà degli anni ’60, agli albori della musica beat. Di questo periodo rimangono testimoni Renzo e Beppe, ancora animati, nonostante le decennali esperienze e attività musicali, da inalterata dinamicità e passione. I pezzi proposti spaziano da romanticissime e ritmate canzoni degli anni ’60, ’70 e ’80 fino alle new entry delle hit odierne.

Orario

Giovedì 23 agosto: ore 21.00

 

Akusma Acoustic

Concerto / Piazza Battisti, piazza Tre Novembre e piazza Cavour

Una serata dal tocco rock & blues con Akusma Acoustic. Emanuele, Alvise, Giacomo e Nicola aspettano gli appassionati con la loro interpretazione di brani arrangiati in chiave acustica ed elettrica.

Orario

Venerdì 24 agosto: ore 18.30 | 21.30

Sabato 25 agosto: ore 22.30

 

Black Lady

Concerto / Piazza Tre Novembre

Musica graffiante in chiave pop & blues con i Black Lady, gruppo, nato dall’iniziativa di Giulia (voce), Manuel (chitarra) e Andrea (batteria).

Orario

Venerdì 24 agosto: ore 18.30

 

Serata danzante con Onde Garda Dance

Musica e ballo / Piazza Cavour

Musica e ballo aperto a tutti in compagnia del gruppo Onde Garda Dance di Coordinamento 60 e più – Alto Garda e Ledro.

Orario

Venerdì 24 agosto: ore 20.30

 

Silent Disco by Fenz

Discoteca silenziosa / Piazza Tre Novembre

Tutti a fare un gran silenzio sul lungolago. In occasione della Notte di fiaba, Fenz organizza la discoteca silenziosa in un location da sogno, il Parco della Rocca. Di cosa si tratta?

Saranno disponibili a noleggio centinaia di cuffie wireless, con le quali si potrà scegliere di ascoltare tre generi musicali differenti. Il tutto avverrà in assoluto silenzio esterno, nel rispetto del luogo, con la musica che assume una dimensione del tutto personale.

Orario

Venerdì 24 agosto: ore 21.30

 

La principessa del mare

Spettacolo di ballo / Piazza Costituzione – Terme Romane

A cura dell’Academy of Dance and Ballroom di Dro

Lo Spettacolo sarà interpretato da allievi e professionisti dell’Academy of Dance and Ballroom di Dro. Seguendo gli stili della Danza Classica, della Break Dance, delle Danze Latino Americane, del Modern/Contemprary, delle Danze Standard e dell’Hip Hop, si metteranno in scena coreografie interpretate da ballerini di ogni età, cercando di incontrare i gusti di tutti i partecipanti per regalare l’emozione di uno spettacolo appassionante e coinvolgente.

Orario

Sabato 25 agosto: ore 18.30

 

Bulldags

Concerto / Piazza Battisti

I Bulldags nascono nel luglio 2017 dall’unione di ragazzi provenienti da diverse esperienze musicali. Accomunati dalla voglia di esibirsi live, creano un progetto musicale che in breve tempo diventa una realtà affermata. Propongono diversi generi musicali, spaziando a 360 gradi nel panorama italiano ed internazionale, privilegiando però le hit che hanno fatto la storia della musica negli anni ’80 e ’90, il tutto arricchito da un’energia contagiosa, alla quale sarà impossibile resistere.

Orario

Sabato 25 agosto: ore 18.45

 

Ticket to Hell

Concerto / Piazza Cavour

Band trentina attiva dal 2010, propone un repertorio coinvolgente, con assoli di chitarra, salti, sudore e groove, celebrando le più grandi band hard rock che abbiano mai calcato la scena (Led Zeppelin, Guns n’ Roses, AC/DC, Foo Fighters). Per veri rocker.

Orario

Sabato 25 agosto: ore 19.00

 

Vuoti a rendere

Concerto / Piazza Battisti

Rock&roll di qualità con Francy, Roby, Peter, Dado e Davide.

Orario

Sabato 25 agosto: ore 22.30

 

Onda su onda

DJ set con Giuse DJ / Piazza Tre Novembre

Orario

Sabato 25 agosto: ore 22.30

 

La Sirenetta in danza e ballo

Musica e ballo per tutti / Piazza Costituzione – Terme Romane

A cura dell’Academy of Dance and ballroom di Dro

Orario

Sabato 25 agosto: ore 22.30

 

Evolution

Concerto / Cortile interno della Rocca

Orario

Domenica 26 agosto: ore 20.30

 

“FOOD TRUCK STREET” E “MANGIAMOCI SU”: UNA PAUSA GOLOSA

Notte di Fiaba ha un legame particolare con la cultura del territorio, che nel Garda trentino significa anche cibo di qualità. Negli spazi dedicati alla gastronomia la festa diventa così il regno della condivisione e del piacere legato al palato.

Dal dolce al salato, dal Nord al Sud, alla Notte di Fiaba non mancherà niente per soddisfare anche le papille gustative più esigenti. Reduce dal grande successo delle passate edizioni torna il Food Truck Street, con un’attenta selezione di “cucine viaggianti”.

Coloratissimi furgoncini, rimorchietti ed Ape Car aspettano i visitatori in viale Roma. Dall’hamburger gourmet alle birre artigianali, dalla carne affumicata al fritto per tutti i gusti, dalle focacce farcite, agli gnocchi di bosco passando per hot dog, arrosticini, tigelle e tanto altro. Oltre a tantissimi cibi deliziosi ci saranno ottimi cocktail e rivitalizzanti estratti di frutta e verdura.

Per una scelta più tradizionale c’è l’offerta di “Mangiamoci su” in piazza Battisti. Incantati dalle storie della Sirenetta la magia continua tra gli stand di un intero villaggio dedicato ai gustosi prodotti tipici del “bel paese”. Per i visitatori a disposizione una vasta scelta di prelibatezze e tante sorprese riservate ogni anno ai visitatori. E se la fame tornerà a bussare, in centro si può scegliere tra pizzerie e ristoranti con menu per tutti i gusti.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 11.00 > 23.00

venerdì 24 agosto: ore 11.00 > 23.00

sabato 25 agosto: ore 11.00 > 24.00

domenica 26 agosto: ore 11.00 > 21.00

 

SHOPPING “CURIOSO”, DIRETTA SU RADIO DOLOMITI, PORTE APERTE AL MAG

Passeggiare e regalarsi un acquisto e una foto ricordo, oppure diventare protagonista di una intervista in diretta: tutto è possibile alla Notte di Fiaba. Gli eventi collaterali della manifestazione rivana arricchiscono un programma che offre la scelta più ampia in fatto di qualità e divertimento.

Mercatino del solito e dell’insolito

Mercatino / Viale Dante

Un’intera via, in centro a Riva del Garda, dedicata allo shopping tra bancarelle con prodotti curiosi e originali. Ampio spazio ai bambini con i giochi in legno, le bambole di pezza, i pupazzi fatti a mano, fionde e fischietti. Per i grandi bigiotteria realizzata con materiali insoliti, artigianato artistico, prodotti per la casa e per la cura della persona. Tutto quello che – forse – si può immaginare di trovare tra le bancarelle di un mercatino delle fiabe.

Orari

Giovedì 23 agosto: ore 14.00 > 23.00

Venerdì 24 agosto: ore 10.00 > 24.00

Sabato 25 agosto: ore 10.00 > 24.00

Domenica 26 agosto: ore 10.00 > 20.00

 

Radio Fiaba, in diretta su Radio Dolomiti

Viale Dante

Musica, informazione, approfondimenti e interviste ai protagonisti: questo è il format scelto da Radio Dolomiti per la Notte di Fiaba. La voce della Notte di Fiaba si fa sentire a tutto volume a Radio Fiaba, una speciale trasmissione radiofonica che vuole entrate nel cuore dell’evento… e in quello della gente.

Un mix vincente e accattivante che attraverso le voci degli organizzatori, degli ospiti e soprattutto dei bambini, racconta curiosità e gossip della manifestazione.

Orari

giovedì 23 agosto: ore 17.00 > 19.00

venerdì 24 agosto: ore 17.00 > 19.00

sabato 25 agosto: ore 19.00 > 21.00

 

Mostra d’illustrazione | Il nuovo palazzo della Sirenetta

Dal 14 luglio al 2 settembre (lunedì-domenica ore 10-18) / MAG Museo Alto Garda

Anche quest’anno le opere realizzate dai partecipanti al 5° Concorso di illustrazione “Notte di Fiaba” sono state raccolte in una suggestiva mostra allestita all’ultimo piano del Museo Riva del Garda. La mostra rappresenta la fase finale di questo progetto culturale di ampio respiro che propone un nuovo modo di raccontare la fiaba, quello delle immagini. Protagonista delle illustrazioni esposte è la Sirenetta. Le originali e diverse opere sono raccolte nel catalogo della mostra curato da Chiara Tomasi e in vendita al bookshop del Mag. La vincitrice del concorso, Tamara Tantalo ha inoltre ricevuto il prestigioso incarico di illustrare l’albo ufficiale della Notte di Fiaba 2018 edito da Orecchio Acerbo e romanzato da Marco Taddei.

Orari speciali durante la Notte di Fiaba

giovedì 23 agosto: ore 10.00 > 22.00

venerdì 24 agosto: ore 10.00 > 22.00

sabato 25 agosto: ore 10.00 > 20.00

domenica 27 agosto: ore 10.00 > 18.00

 

I FUOCHI D’ARTIFICIO: UNA SERATA INDIMENTICABILE SUL LAGO

Sabato 25 alle ore 22 è in programma l’appuntamento con i fuochi d’artificio. Tre colpi di cannone e il momento più atteso della Notte di fiaba ha inizio… La magia dei fuochi d’artificio in riva al lago è un momento irrinunciabile dell’estate di Riva del Garda. Esplosioni di stelle, fiori, piccole raggiere e lampi introducono lo spettacolo, rinnovato quest’anno in occasione del 20esimo anniversario. Si resterà senza fiato con i quadri di effetti a tutto cielo, palme, crisantemi, peonie e salici piangenti a ritmo di musica. E poi ancora candele romane, yellow stars, lemon tail crossette, gli artifici color dahlia, broode crown, silver strobe inframmezzati da giochi di colori al magnesio e stelle di luce a effetti vari.

Quasi quaranta minuti di emozioni che si concludono con un finale memorabile, in un susseguirsi di esplosioni di vario genere e potenza via via crescente, artifici di ogni forma e colore lanciati in rapida successione prima da una sorgente, poi da due e da tre, fino alla grande volata finale costituita da migliaia di stelle multicolori. La realizzazione artistica del progetto è a cura della ditta Martarello di Arquà Polesine.

Oltre quaranta minuti di spari che colorano le acque del lago di Garda e che fanno risuonare i monti che lo circondano: uno spettacolo davvero favoloso che fa rimanere con i nasi all’insù rivani e turisti ogni fine estate da oltre sessant’anni!

Come ogni anno per questo evento nell’evento sono attese decine di migliaia di spettatori. È la ragione per cui gli organizzatori consigliano di arrivare a Riva del Garda con largo anticipo, sfruttando i diversi parcheggi aperti per l’occasione. Il Comune, inoltre, mette a disposizione di persone con disabilità, ospiti della casa di soggiorno e ultraottantenni, uno spazio per assistere in “prima fila” allo spettacolo pirotecnico all’altezza dei giardini all’italiana di Punta Lido. Sarà una serata favolosa capace anche stavolta di stupire rivani e turisti come ogni fine estate.

 

QUALITÀ E RISPARMIO CON IL PACCHETTO SOGGIORNO

In occasione di Notte di Fiaba 2018, Garda Trentino ha messo a punto un pacchetto vacanza dedicato alle famiglie, per vivere nel modo più rilassante il soggiorno e l’esperienza della fiaba a Riva del Garda. Dal 23 al 26 agosto, il pacchetto parte da 490 euro e comprende: 3 pernottamenti in hotel 3 stelle con trattamento di prima colazione, partecipazione allo spettacolo teatrale Viaggio nella fiaba “Sirenetta Story”, Albo illustrato “il palazzo della Sirenetta” e tazza della Notte di Fiaba. Per rendere ancora più coinvolgente la vacanza si possono aggiungere le seguenti attività: Crociera Navigarda serale per vedere i fuochi d’artificio (prezzo da definire); Il mistero degli abissi – Escape Room (per famiglie 20 euro, per adulti 30 euro). Il prezzo si intende per famiglia di 2 adulti e 1 bambino fino a 12 anni in camera con 3 letti, tassa di soggiorno esclusa. La tassa di soggiorno dovrà essere pagata direttamente in hotel alla partenza. Soggiorno fisso. Su richiesta, prolungamento del soggiorno, trattamento di mezza pensione oppure appartamento. Su richiesta, transfer con mezzi propri e transfer da e per aeroporto.

 

Info e programma

www.nottedifiaba.it

www.facebook.com/nottedifiaba

www.instagram.com/nottedifiaba

http://www.gardatrentino.it/it/Notte-di-fiaba-riva-del-garda-lago-di-garda/

#nottedifiaba

Al “Cinema in Cortile” il film di Alessandro Aronadio “Io c’è”
ago 23@21:00–22:00

Penultimo appuntamento, giovedì prossimo, della rassegna “Cinema in Cortile”, promossa da Trentino Film Commission, Comune di Trento e Opera universitaria con la collaborazione del Coordinamento teatrale trentino. Il 23 agosto alle 21, nel cortile delle scuole Crispi-Bonporti a Trento (via S. Giovanni Bosco, 6), si proietta il film di Alessandro Aronadio “Io c’è”, che ha ottenuto due candidature ai Nastri d’Argento; la proiezione sarà sospesa in caso di pioggia.

Sinossi: Massimo Alberti si è imbattuto nella crisi: il suo bed & breakfast non naviga in buone acque e il fisco lo bastona avvilendo i suoi propositi imprenditoriali. Un giorno scopre che le sue vicine di casa, un gruppetto di suore, hanno avviato un business esentasse: affittare le stanze del convento in cambio di un’offerta volontaria, sulla quale l’Agenzia delle Entrate non può pretendere alcunché visto che il convento cade sotto la definizione legale di “luogo di culto”. Ecco la soluzione: inventarsi un culto che trasformi il bed & breakfast in luogo tax free.
Trailer:
Cinema in Cortile:
giovedì 30 agosto “Morto Stalin se ne fa un altro” (commedia, Gran Bretagna-Francia, 2017)
Cinema Ritrovato:
lunedì 27 agosto “La febbre del sabato sera” (musicale, Usa, 1977 – restaurato, in inglese con sottotitoli in italiano)
Informazioni generali
I film saranno proiettati nel cortile delle scuole Crispi-Bomporti a Trento alle 21 ad agosto. Il prezzo d’ingresso è di 5 euro per il biglietto intero e 3 euro per quello ridotto (ragazzi e ragazze fino a 15 anni). La cassa aprirà un’ora prima dello spettacolo. Le proiezioni saranno sospese in caso di pioggia.
Eventuali modifiche al programma verranno tempestivamente comunicate e pubblicate su www.trentocultura.it

Iniziative Parco dello Stelvio
ago 23@21:00–22:00

Mercoledì 22 agosto serata micologica “Il magico mondo dei funghi” presso Piazza Monari, in caso di maltempo presso la Sede del Parco a Cogolo alle ore 21.00
Giovedì 23 agosto serata naturalistica “Meteorologia di montagna” presso il Centro Visitatori a Rabbi Fonti alle ore 21.00
Venerdì 24 agosto Speciale venerdì nel Parco “Bioblitz: ricercatore per un giorno” ritrovo alle ore 14.00 presso il parcheggio Plazze dei forni a Rabbi Fonti

Maga Skymarathon nella serata al Palamonti
ago 23@21:15–22:15

Ripercorrere il passato per vivere il presente e scrivere il futuro. La Maga Skymarathon, la cui 11esima edizione è in calendario domenica 2 settembre 2018, toglie i veli e si racconta. Lo farà attraverso una serata aperta a tutti presso il Palamonti di Bergamo alla quale prenderanno parte, in qualità di ospiti speciali, Marino Giacometti e le guide alpine Omar e Michelangelo Oprandi.

“Come tutto è iniziato”. Come è nata la Maga Skymarathon? Cosa accadeva agli albori dello skyrunning? Se ne parlerà giovedì 23 agosto alle ore 20.45 al Palamonti (via Pizzo della Presolana 15 – Bergamo) in una serata organizzata dall’Asd Maga e dal Cai, con grandi ospiti e con un video-documentario.

Pioniere della disciplina e ideatore della Federazione, Marino Giacomettinarrerà la storia dello skyrunning. Spetterà invece alle guide alpine brembane Omar e Michelangelo Oprandi ripercorrere la storia della Maga Skymarathon; alle radici della manifestazione c’è una vicenda famigliare di passione e conoscenza della montagna.
Conoscenza della montagna è anche il requisito richiesto ai partecipanti della Maga Skymarathon edizione numero 11: ricordiamo che sono ancora aperte le iscrizioni alle tre gare. Le tariffe – 30 euro per la skyrace, 40 euro per la skymarathon e 50 euro per la ultra – resteranno invariate solo fino al 28 agosto; conviene non attendere troppo per accaparrarsi il ricco pacco gara.
Soprannominata the monster, la Ultra Maga Skymarathon – inserita nelle Skyrunner Italy Series – è la prova, fra le tre, che più attira la curiosità. Si tratta infatti di una new entry, disegnata su un tracciato di circa 50 chilometri che come nella skymarathon affronta le quattro cime (Menna, Arera, Grem e Alben), ma vi aggiunge alcune bretelle che la rendono una prova riservata agli skyrunner esperti supportati da un valido curriculum alle spalle.
Il comitato organizzatore diretto da Davide Scolari sta sfornando ulteriori iniziative che anticipano l’evento del 2 settembre. Il paese di Serina – località ricca di storia e cultura, che merita una visita approfondita – ospiterà una mostra fotografica dedicata alla Maga.
«La gara troverà spazio in paese anche nei giorni lontani dall’evento: per l’Asd Maga – commenta Scolari – si tratta di una novità significativa, vogliamo portare sempre più la Maga nel cuore della gente, far capire quanto sia importante per la promozione del territorio. Con questa mostra all’aperto ci rivolgiamo sia agli appassionati della corsa sia alle persone del posto».

 

Per ulteriori informazioni e per procedere all’iscrizione & alla preiscrizione consultare il sito ufficiale www.magaskymarathon.it.

 

Nicola Piovani al castello di Arco
ago 23@21:30–22:30

È Nicola Piovani l’ospite dell’edizione 2018 della rassegna «Contemporanea»: il pianista, compositore e direttore d’orchestra romano giovedì 23 agosto si esibisce nella emozionante cornice del prato della Lizza al castello di Arco (ore 21.30) nel concerto «La musica è pericolosa», in cui ripercorre la sua carriera attraverso la narrazione dei momenti più significativi e con le musiche più belle. Al via oggi la prevendita dei biglietti, online sul sito web www.primiallaprima.it e alle Casse Rurali del Trentino. Il costo è di 10 euro (gratuito per bambini fino a 5 anni). L’organizzazione è del Comune di Arco con il sostegno della Provincia autonoma di Trento e della Regione autonoma Trentino-Alto Adige.

 

«Contemporanea. Rassegna di musica nuova» è un evento legato al castello di Arco che propone un’indagine sulla musica contemporanea eseguita con strumenti classici, anche contaminati da nuove sonorità, e che propone indagini monografiche su compositori del Ventesimo e del Ventunesimo secolo. Fra gli ospiti delle passate edizioni, fra gli altri Wim Mertens, Johann Johannsson, Krisztof Penderecki e Karl Jenkins. Il progetto 2018 è dedicato a Nicola Piovani, musicista che ha lavorato per i maggiori registi italiani del Novecento, da Fellini ai Taviani, da Monicelli a Bellocchio, fino a Benigni e altri ancora, firmando alcune delle più celebri colonne sonore. Tra gli innumerevoli riconoscimenti nazionali e internazionali, l’Oscar nel 1999 per la musica del film «La vita è bella». È anche autore di teatro musicale e di musica da concerto. In passato ha fatto l’arrangiatore per la casa discografica Produttori Associati, ed è stato coautore con Fabrizio De André di due suoi celebri album: «Non al denaro non all’amore né al cielo» del 1971 e «Storia di un impiegato» del 1973.

 

La formula del festival prevede sia l’esecuzione musicale sia l’incontro con il musicista; al castello di Arco il pubblico avrà la possibilità di ascoltare non solo il concerto ma anche la testimonianza diretta di Piovani, che racconterà la sua carriera e dialogherà con il pubblico in merito alla sua poetica musicale e alla musica italiana, in particolare per quanto riguarda la relazione fra compositori e cinema. La cornice, assolutamente unica, del castello di Arco fa di questo evento non semplicemente un concerto, ma una vera e propria performance, che vive anche di paesaggio e stimoli culturali diversi.

 

Al castello di Arco Nicola Piovani sarà affiancato da Pasquale Filastò (violoncello, chitarra e mandoloncello), Rossano Baldini (tastiere e fisarmonica), Marina Cesari (sax e clarinetto), Ivan Gambini (batteria e percussioni) e Marco Laddo (contrabbasso).

 

Il castello di Arco
Il castello sorge su una rupe assai aspra che si eleva a nord della città, e si staglia netto verso il cielo, visibile da ogni direzione. Il nucleo più antico (costituito dalla torre sommitale) è precedente all’anno Mille e aveva uno scopo meramente difensivo per la città; nel corso dei secoli ha poi acquisito la fisionomia articolata e gigantesca del borgo fortificato che conosciamo dal dipinto di Albrecht Dürer, per cadere poi in rovina a partire dal XVIII secolo. Originariamente “bene della comunità degli uomini liberi di Arco”, dal XII secolo il nucleo fortificato diviene proprietà dei Conti d’Arco, che ne resteranno proprietario ininterrottamente fino al XX secolo, quando viene acquistato dal Comune di Arco. Dal 1997, al termine di un lunghissimo intervento di restauro operato dalla Provincia autonoma di Trento, il castello ha mantenuto una apertura al pubblico durante le ore diurne (7 giorni la settimana, con orario continuato, ad esclusione dei mesi di gennaio) e ospitato innumerevoli eventi serali e notturni, specialmente sul prato della Lizza –un ampio pianoro che si affaccia verso sud e consente di abbracciare con la vista l’intera pianura del Basso Sarca, fino al lago di Garda. Si tratta del monumento più visitato di tutto l’Alto Garda, che supera costantemente ormai da anni i 60 mila visitatori paganti l’anno e che, stimando i visitatori diurni che si fermano al prato della Lizza (il livello inferiore entro le mura) e il pubblico degli eventi serali, raggiunge costantemente i 100 mila ingressi annui.

 

Contatti

tel. +39 0464 583608

fax +39 0464 583615

email cultura@comune.arco.tn.it

web www.comune.arco.tn.it

Nicola Piovani al castello di Arco
ago 23@21:30–22:30

È Nicola Piovani l’ospite dell’edizione 2018 della rassegna «Contemporanea»: il pianista, compositore e direttore d’orchestra romano giovedì 23 agosto si esibisce nella emozionante cornice del prato della Lizza al castello di Arco (ore 21.30) nel concerto «La musica è pericolosa», in cui ripercorre la sua carriera attraverso la narrazione dei momenti più significativi e con le musiche più belle. Il biglietto costa 10 euro (gratuito per bambini fino a 5 anni). Il castello di Arco si raggiunge a piedi dal centro storico con una passeggiata di circa 15-20 minuti, in alcuni tratti ripida: si consigliano calzature adatte a un trekking leggero. L’organizzazione è del Comune di Arco con il sostegno della Provincia autonoma di Trento e della Regione autonoma Trentino-Alto Adige.

 

«Contemporanea. Rassegna di musica nuova» è un evento legato al castello di Arco che propone un’indagine sulla musica contemporanea eseguita con strumenti classici, anche contaminati da nuove sonorità, e che propone indagini monografiche su compositori del Ventesimo e del Ventunesimo secolo. Fra gli ospiti delle passate edizioni, fra gli altri Wim Mertens, Johann Johannsson, Krisztof Penderecki e Karl Jenkins. Il progetto 2018 è dedicato a Nicola Piovani, musicista che ha lavorato per i maggiori registi italiani del Novecento, da Fellini ai Taviani, da Monicelli a Bellocchio, fino a Benigni e altri ancora, firmando alcune delle più celebri colonne sonore. Tra gli innumerevoli riconoscimenti nazionali e internazionali, l’Oscar nel 1999 per la musica del film «La vita è bella». È anche autore di teatro musicale e di musica da concerto. In passato ha fatto l’arrangiatore per la casa discografica Produttori Associati, ed è stato coautore con Fabrizio De André di due suoi celebri album: «Non al denaro non all’amore né al cielo» del 1971 e «Storia di un impiegato» del 1973.

 

La formula del festival prevede sia l’esecuzione musicale sia l’incontro con il musicista; al castello di Arco il pubblico avrà la possibilità di ascoltare non solo il concerto ma anche la testimonianza diretta di Piovani, che racconterà la sua carriera e dialogherà con il pubblico in merito alla sua poetica musicale e alla musica italiana, in particolare per quanto riguarda la relazione fra compositori e cinema. La cornice, assolutamente unica, del castello di Arco fa di questo evento non semplicemente un concerto, ma una vera e propria performance, che vive anche di paesaggio e stimoli culturali diversi.

 

Al castello di Arco Nicola Piovani sarà affiancato da Pasquale Filastò (violoncello, chitarra e mandoloncello), Rossano Baldini (tastiere e fisarmonica), Marina Cesari (sax e clarinetto), Ivan Gambini (batteria e percussioni) e Marco Laddo (contrabbasso).

 

Il castello di Arco
Il castello sorge su una rupe assai aspra che si eleva a nord della città, e si staglia netto verso il cielo, visibile da ogni direzione. Il nucleo più antico (costituito dalla torre sommitale) è precedente all’anno Mille e aveva uno scopo meramente difensivo per la città; nel corso dei secoli ha poi acquisito la fisionomia articolata e gigantesca del borgo fortificato che conosciamo dal dipinto di Albrecht Dürer, per cadere poi in rovina a partire dal XVIII secolo. Originariamente “bene della comunità degli uomini liberi di Arco”, dal XII secolo il nucleo fortificato diviene proprietà dei Conti d’Arco, che ne resteranno proprietario ininterrottamente fino al XX secolo, quando viene acquistato dal Comune di Arco. Dal 1997, al termine di un lunghissimo intervento di restauro operato dalla Provincia autonoma di Trento, il castello ha mantenuto una apertura al pubblico durante le ore diurne (7 giorni la settimana, con orario continuato, ad esclusione dei mesi di gennaio) e ospitato innumerevoli eventi serali e notturni, specialmente sul prato della Lizza –un ampio pianoro che si affaccia verso sud e consente di abbracciare con la vista l’intera pianura del Basso Sarca, fino al lago di Garda. Si tratta del monumento più visitato di tutto l’Alto Garda, che supera costantemente ormai da anni i 60 mila visitatori paganti l’anno e che, stimando i visitatori diurni che si fermano al prato della Lizza (il livello inferiore entro le mura) e il pubblico degli eventi serali, raggiunge costantemente i 100 mila ingressi annui.

 

Contatti

tel. +39 0464 583608

fax +39 0464 583615

email cultura@comune.arco.tn.it

web www.comune.arco.tn.it

Calcio femminile, calciomercato: Giulia Pezzotta al Servette
ago 23@23:00–ago 24@00:00

Il Brescia Calcio Femminile comunica che l’attaccante Giulia Pezzotta ha accettato l’offerta del Servette, società della Serie A svizzera.
La società biancoblu ricorda che, stanti le vigenti regole in materia di trasferimenti di atleti dilettanti, non ci sono vincoli in casi di offerte di società estere.
Altresì, si tiene a specificare che la decisione di Pezzotta è stata accettata serenamente, in considerazione della grande opportunità professionale che si è presentata alla ragazza, che aveva scelto poche settimane fa, con grande coraggio e amore verso la maglia biancoblu, di affrontare il campionato di Eccellenza regionale nonostante diverse offerte di squadre italiane di categoria superiore.
Tutta la famiglia biancoblu ringrazia Giulia Pezzotta e le augura le migliori fortune per questa nuova avventura.

Concorsi, la Provincia di Bolzano cerca un aiuto cuoco per il City College
ago 23@23:00–ago 24@00:00

Concorso pubblico della Provincia per l’assunzione di un aiuto cuoco per il City College di Bolzano. Candidature entro il 24 agosto.

Il City College di Bolzano è un polo di servizi e di formazione destinato a studenti e formato da due convitti: il convitto Damiano Chiesa di via Fago e il convitto Rosenbach di piazza Nikoletti. La Provincia di Bolzano, proprietaria delle due strutture, ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione a tempo indeterminato e con contratto full time (38 ore settimanali) di un aiuto cuoco. Per accedere alla selezione è necessario essere in possesso della licenza elementare, aver maturato un’esperienza almeno quadriennale nel settore ed avere il patentino di bilinguismo A2 (ex livello D).

Le candidature dovranno essere presentate entro le ore 12 di venerdì 24 agosto all’Ufficio assunzioni personale di via Renon 13, a Bolzano (maddalena.pegolo@provincia.bz.it - 0471 412106). Ulteriori informazioni sul portale web della Provincia dedicato al personale, nella sezione dei concorsi per il personale amministrativo.

Contributi per l’acquisto di defibrillatori
ago 23@23:00–ago 24@00:00

Sport in sicurezza e 50.000 euro per dotare, nel 2018, ulteriori impianti sportivi delle attrezzature medico-sportive, in particolare i defibrillatori, previste come obbligatorie dalle norme attuali. E’ questo l’oggetto di un provvedimento, il primo sottoposto alla Giunta dall’assessore Luca Zeni da quando, recentemente, ha assunto anche la delega allo sport, adottato oggi dall’esecutivo. Si è deciso di finanziare nuovamente la dotazione di queste attrezzature in relazione alle nuove esigenze manifestate dal mondo dell’associazionismo sportivo. Le domande potranno essere presentate dal 20 agosto al 30 settembre prossimi. “Lo sport – ha sottolineato l’assessore Zeni – è una pratica da incoraggiare e che va sostenuta con un’attenzione particolare alla salute e alla sicurezza”.

Dal 2013 c’è l’obbligo di dotare di defibrillatori automatici tutti gli impianti nei quali si pratica attività sportiva (Decreto ministero Salute 24 Aprile 2013), e la Giunta provinciale già nel 2016 aveva finanziato l’acquisto di queste attrezzature.
La legge provinciale sullo sport prevede la possibilità di “individuare le tipologie di attrezzature medico – sportive per le quali può essere concesso un contributo ai proprietari e ai gestori di impianti sportivi, anche in relazione agli obblighi imposti dalla normativa statale, nel limite massimo del 95% della spesa ammessa.”
Nella deliberazione approvata oggi dalla Giunta provinciale si è deciso che il contributo sarà concesso per gli acquisti effettuati dal 1° gennaio 2018 fino alla data di presentazione della domanda.
Le domande potranno essere presentate dal 20 agosto al 30 settembre prossimi e il contributo sarà pari al 95% della spesa ammessa, che potrà essere al massimo di 1.000 euro.
La procedura sarà semplificata, a rimborso, cioè dietro presentazione della richiesta di concessione del contributo assieme alla fattura o ad un altro documento di spesa.

La Lago di Ledro Running 2018 si preannuncia da record, volano le iscrizioni
ago 23@23:00–ago 24@00:00

Si prospetta da record l’edizione 2018 della Lago di Ledro Running, il giro podistico della Valle di Ledro che domenica prossima (26 agosto) riproporrà il suggestivo tracciato di 10 chilometri ricavato attorno allo specchio d’acqua color cobalto, autentica perla alpina di un territorio inserito dall’Unesco nel progetto Riserva della Biosfera.

I numeri della gara organizzata dall’Atletica Alto Garda e Ledro con il supporto dell’associazionismo e del volontariato locale, parlano chiaro: le iscrizioni registrano un incremento di oltre il 50% rispetto allo stesso periodo dell’anno passato, con la possibilità di arricchire ulteriormente la starting list fino alla vigilia della gara. Già oggi la lista di partenza può mettere in vetrina atleti di spicco, come il mantovano Marco Salami (Esercito) ed il piemontese Stefano Guidotti Icardi, già capaci di conquistare il titolo di campioni italiani, ma gli organizzatori stanno ultimando gli accordi per avere al via altri atleti top del panorama nazionale. Oltre a Salami, recordman della gara con il 29’41 che dodici mesi fa gli ha regalato il successo, sarà presente al via anche la primatista femminile, la trentina Mirella Bergamo, vincitrice nell’edizione 2015 in 35’50.

Insomma, presenze qualificate che garantiranno un’altra edizione – la nona – di grande interesse, su un tracciato che può vantare ben pochi concorrenti al mondo. L’intera gara infatti si svolgerà a ridosso del Lago di Ledro, bacino celebre per la qualità dell’acqua e per aver ospitato sin dall’Età del Bronzo insediamenti preistorici e palafitticoli ancor oggi presenti e conservati a poche centinaia di metri dal traguardo, grazie al lavoro del Museo delle Palafitte di Ledro e del Muse di Trento.

Il quartier generale della Lago di Ledro Running sarà il parco dell’ex Colonia di Molina, sede della partenza ed arrivo di un tracciato di 9,350 chilometri realizzato sull’intero perimetro del lago. Si correrà in senso orario, proponendo dunque prima la riva meridionale con i fitti boschi di faggi che si specchiano nell’acqua, il passaggio per la suggestiva località Pur e l’ombreggiata camminata che porta al Lido di Pieve, all’estremità occidentale del lago. Da lì i concorrenti imboccheranno la scorrevole ciclopedonale che dopo aver toccato l’abitato di Mezzolago riporterà il gruppo a Molina, attraversando la spiaggia di Besta e costeggiando il sito palafitticolo.

Il programma della giornata prevede il ritrovo alle ore 8 con la partenza della gara competitiva prevista alle ore 10. In precedenza spazio alla sfida promozionale riservata ai piccoli podisti under 12.

La Lago di Ledro Running rappresenta uno dei fiori all’occhiello dell’intensa stagione sportiva della Valle di Ledro, autentica palestra a cielo aperto che consente ed esalta la pratica di un’ampia varietà di attività sportive, dagli sport acquatici (Canoa, Vela e nuoto in prima fila) agli sport di montagna (arrampicata, trekking, mountain bike, canyoning) grazie alla profonda biodiversità e varietà territoriale garantita da una vallata che spazia dai 500 agli oltre 2300 metri e che negli ultimi anni ha meritato la ribalta internazionale proprio per essere sede di grandi eventi sportivi, come i Campionati Europei di vela, il triathlon sprint Ledroman, la Ledro SkyRace.

Valle di Ledro è sinonimo di sport ad alto livello e non è un caso se nel corso degli anni, alcuni dei maggiori protagonisti dello sport italiano l’hanno scelta per costruire i grandi traguardi delle rispettive carriere: tre nomi su tutti, i podisti Alberto Cova e Francesco Panetta ed il campione del mondo e vicecampione olimpico di fondo Federico Pellegrino

ago
24
ven
2018
Livigno, 38° Trofeo delle Contrade – 1K Shot
ago 24@09:55–10:55

Non capita tutti i giorni di vedere un fondista in pantaloncini e maniche corte… E quale altro luogo se non Livigno (SO) potrebbe riuscire in una tale impresa?

Il merito? Al Trofeo delle Contrade – 1K Shot che tra un mese circa, il 24 agosto prossimo, sfoggerà una 38.a edizione degna di essere seguita dal primo all’ultimo istante, anche perché non vedrà protagonisti solamente i campioni di sci di fondo e biathlon. Amatori ed appassionati potranno infatti curiosare in soffitta prima di scendere in pista a difendere la propria Contrada di appartenenza. La gara fondistica su neve “autentica” in piena estate è infatti un must per i livignaschi, ospitando una tradizione antica con attrezzatura consona agli stili sportivi (e non solo) di un tempo. Le vie centrali del paese verranno così innevate coinvolgendo anche i protagonisti di “1K Shot”, con gli atleti di punta di Coppa del Mondo a sentire il profumo della competizione alcuni mesi prima dello start della stagione agonistica.

Ma com’è possibile innevare con neve naturale in questo periodo dell’anno? Attraverso la tecnica dello snowfarming, una procedura tecnologica che consente la conservazione della neve a prescindere dalle condizioni meteo esterne, proteggendola con teli geotermici e segatura.

Il ‘Piccolo Tibet’ ospiterà una contesa ‘retrò’ che ben si sposa con le falcate dei protagonisti sugli sci stretti, regalando una serata tutta da vivere in compagnia di tanti ospiti illustri.

Amatori e fuoriclasse sono da sempre un tutt’uno in terra livignasca, la podistica Stralivigno da poco conclusa lo ha dimostrato, ed ora non resta che proiettarsi verso la prossima ed imminente sfida, il 38° Trofeo delle Contrade – 1K Shot.

Cronoscalata delle Pertiche
ago 24@10:00–11:00

 Dopo il grande successo ottenuto con la Sunset Bike a giugno, l’instancabile crew della Polisportiva Pertica Bassa si prepara ad offrire l’ennesima giornata di sport e divertimento in un format tutto nuovo ed entusiasmante. Torna con la sua 9ª edizione l’ormai tradizionale Cronoscalata delle Pertiche, un mix di discipline, tante passioni differenti, per un’unica ed avvincente lotta contro il tempo, tutta da vivere e condividere in un contesto che ormai non ha più bisogno di presentazioni.

Tre partenze distinte, tre tracciati differenti per cinque categorie sportive. Si parte tutti dalla frazione di Forno d’Ono e si arriva tutti alla frazione Livemmo di Pertica Alta e l’unico avversario di giornata sarà il veloce ticchettio delle lancette che scandiranno il tempo. Basta scegliere se partecipare in sella alla bici da strada o con ai piedi gli skiroll per affrontare la ripida e sinuosa strada asfaltata che in 7200 mt congiunge le due frazione. Oppure se montare su di una mountain bike, o ad una e-bike, per allungare la sfida sino a 8800 mt ed aver l’occasione di destreggiarsi anche in qualche passaggio tecnico attraverso i boschi. Ma per chi invece ama il contatto diretto con la natura preferendo la semplicità di un paio di scarpe da ginnastica può optare per la corsa a piedi ed affrontare tutti di corsa i 5600 mt che dritti dritti portano al traguardo.

Tante sfide, tante emozioni ma un solo ed imperdibile contesto. Lo splendido territorio dei comuni di Pertica Bassa e Pertica Alta si confermano a misura di sport, ma non solo. Tanti i servizi che accompagneranno la giornata di sport. Da un esclusivo pacco gara contenente tutti i sapori ed i prodotti della tradizione locale, gustosi ristori, ricche premiazioni, un efficiente servizio fotografico ed un imperdibile servizio con esperti fisioterapisti ed osteopati all’arrivo per rigenerare i partecipanti più stanchi. Chissà quanto costa tutto questo, direte voi! Ma non avete ancora fatto i conti con la proverbiale accoglienza di Pertica Bassa ed i suoi abitati! Ecco perché potrete partecipare, divertirvi e portare a casa con voi un pezzetto dei sapori locali il tutto a fronte di soli €10,00 d’iscrizione! Non male, no!?

Dalle ore 17.00 il via alle partenze con gli atleti che scatteranno uno per volta distanziati di 30″.
Premi di qualità, per i primi 5 atleti uomini Under 40 e Over 40 della MTB, le prime 5 donne sempre MTB, prime 5 donne e uomini categoria bici da strada, prime 5 atlete donne e uomini categoria podisti, primi 5 atleti uomini e donne categoria Skiroll, primo uomo e prima donna categoria E-Bike e primi 3 tesserati Polisportiva Pertica Bassa sia nella Mountain Bike che nel Podismo!!!!

Scuola tedesca, conferenza di inizio anno per i dirigenti
ago 24@11:00–12:00

Tradizionale appuntamento con la conferenza di inizio anno per i dirigenti delle scuole in lingua tedesca. Appuntamento il 24 agosto.

Momento di incontro e confronto, per i dirigenti delle scuole di lingua tedesca di ogni ordine e grado: dalle scuole per l’infanzia alle elementari, dalle medie alle superiori, dalla formazione professionale alle scuole di musica. A poco più di 10 giorni dal via del nuovo anno scolastico, è infatti in programma la conferenza dei dirigenti, alla quale parteciperanno l’assessore provinciale alla scuola tedesca Philipp Achammer, il direttore per l’istruzione e la formazione tedesca Gustav Tschenett e Sigrun Falkensteiner della direzione provinciale scuole in lingua tedesca. L’appuntamento è per

venerdì 24 agosto 2018

alle ore 9

presso il liceo classico ”Walther von der Vogelweide

in via Armando Diaz 34, a Bolzano

Weekend d’agosto sulla neve? A Livigno si può con il Palio delle Contrade
ago 24@11:55–12:55

Non servono carte meteorologiche e previsioni sinottiche per garantire che il prossimo 24 agosto Livigno si sveglierà imbiancata da una coltre immacolata: anche quest’anno si rinnoverà a Livigno, in occasione del Palio delle Contrade – 1K Shot, la “magia” che trasforma le vie centrali del paese in una pista da sci di fondo di neve vera della lunghezza di 1 chilometro.

Il Palio delle Contrade è senza ombra di dubbio una delle tradizioni più sentite dai livignaschi, che ogni anno si sfidano in un’appassionante gara di sci nordico sulla neve con abiti e attrezzature tradizionali per difendere i colori delle otto contrade cittadine: Centro, Comunìn, Pemónt, Fórcola, Ostarìa, Plàn da Sóra, Saròch, Teòla e Trepàl.

L’inverno irrompe nell’estate e il passato e il presente si incontrano in questa giornata speciale e fuori dal tempo, che vede sfidarsi accanto ai contradaioli anche un nutrito gruppo di campioni di sci di fondo e biathlon italiani ed internazionali. Sono i protagonisti dello show agonistico di altissimo livello 1K Shot: una gara all’ultimo respiro sugli sci stretti, a cui quest’anno prenderanno parte anche alcuni protagonisti di Coppa della scorsa stagione come gli azzurri Federico Pellegrino, Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi.

ERSAF propone quattro escursioni sui luoghi della Grande Guerra nell’Alto Garda bresciano
ago 24@13:00–14:00

A cent’anni dalla conclusione della Grande Guerra, ERSAF propone quattro giornate dedicate alle escursioni nell’Alto Garda bresciano. Filo conduttore sarà ripercorrere le zone dove il conflitto è stato vissuto, senza però lasciarsi sfuggire le bellezze dei panorami e della natura della Foresta Regionale Gardesana Occidentale.

 

“Nel 2017 – ricorda la presidente Elisabetta Parravicini - ERSAF ha lanciato il CamminaForeste Lombardia, un trekking di 42 tappe e quasi 1000 km attraverso le 20 foreste regionali e il Parco dello Stelvio, per scoprire la loro biodiversità, i valori che rappresentano e trasmettono attraverso l’incontro con le persone che vi abitano, il loro lavoro e i loro prodotti, le buone prassi di gestione e le potenzialità di crescita. Un’esperienza che è stata premiata da Legambiente con la Bandiera Verde per aver creato un’occasione per condividere esperienze diffuse nel territorio lombardo dando parola e creando ascolto con gli operatori, i residenti e i frequentatori dei territori forestali e di montagna e, quindi, promuovendo una forte occasione di comunicazione e riflessione sul valore delle foreste in generale e delle attività economiche in montagna.

Quest’anno, a cent’anni dalla conclusione della Grande Guerra, ERSAF propone alcune preziose occasioni per recuperare la memoria di un evento che ha cambiato il volto dell’Europa, riscoprendo insieme la bellezza del territorio lombardo, la sua cordiale ospitalità, la sua buona gestione. A piedi ci muoveremo tra trincee e presìdi militari, tra piccoli musei e cimeli; incontreremo persone ed esperienze; gusteremo ricordi, spettacoli, prodotti di quelle terre. Faremo memoria del nostro passato per crescere nel nostro futuro”.

 

Le zone perlustrate saranno l’altopiano di Tignale (venerdì 24 agosto), il Passo della Fobbiola (sabato 15 e domenica 16 settembre), Monte Carone passando per la Batteria Ariotti fino a Monte Stino (sabato 29 e domenica 30 settembre), Bocca Cocca e Bezplel, tra Valvestino e Capovalle (martedì 23 ottobre).

 

Da sabato 11 agosto a domenica 19 agosto ERSAF allestirà inoltre nella sede del Comune di Valvestino la mostra “Il paesaggio dell’Alto Garda Bresciano ai tempi della Grande Guerra: alcuni scatti inediti dall’archivio dell’Istituto Geografico Militare di Firenze” (orari dal lunedì al venerdì 9.30-11.30. Sabato e domenica 15.00-17.00). Nelle domeniche 26 agosto, 2-9-16 settembre la mostra sarà allestita all’Antico Mulino di Turano (orario 14.00-18.00).

 

Informazioni ed iscrizioni fino ad esaurimento posti contattando ERSAF Gargnano: Tel. 02.67.404.473 - camminaforeste@ersaf.lombardia.it; www.camminaforeste.it

 

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con:

Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano

Comuni di: Capovalle, Limone sul Garda, Tignale, Toscolano Maderno, Tremosine sul Garda, Valvestino, Vobarno

Associazione Nazionale Alpini sezione di Salò “Monte Suello”, Museo del Parco Alto Garda Bresciano, Riserva Naturale Valle del Prato della Noce, Ufficio del turismo di Tignale, Associazione Forti del Garda, Azienda Agricola Baldassari Ermes, Studio Pteryx, Rifugio Monte Stino.

La direttissima Trento Monte Bondone
ago 24@14:05–15:05

Un vertical in notturna e un K2 per veri gourmet dell’only up. A fine agosto lo skyrunning che conta farà nuovamente scalo in Trentino. Venerdì 24, ad alzare il sipario su questo week end di corse verso il cielo sarà “La Direttissima ByNight”. Domenica gran finale con la “K2 Trento Monte Bondone”. Già previsto servizio su Sky Sport  nel programma Icarus. Sport & Beneficenza. ogni iscrizione verrà effettuata una donazione ad ADMO l’associazione Donatori Midollo Osseo. Dietro le quinte tutta la passione sportiva del comitato organizzatore SCI CLUB MONTE BONDONE che ha messo insieme uno staff davvero motivato…

Visti i feedback positivi dell’edizione zero, il comitato organizzatore dello Sci Club Monte Bondone, presieduto dal “bondonero doc” Lino Nicolussi maestro di sci e organizzatore di eventi sportivi sulla montagna di Trento, è pronto a rilanciare con una doppia sfida in verticale in programma l’ultimo week end di agosto. Due competizioni altamente spettacolari, da 1000 e 2000 metri di ascesa, che avranno come comune denominatore lo start in piazza duomo a Trento e l’arrivo sul Monte Bondone risalendo la mitica direttissima.  Il format? A dir poco adrenalinico con start della prima prova “La Direttissima ByNight” il venerdì sera. Frontali cariche, la luce del tramonto con passaggio in centro in pieno orario aperitivo. E poi via con il cuore che batte all’impazzata per 9.6km. Da affrontare uno sviluppo positivo di 1456m. Fatica, acido lattico, pulsazioni alte, ma anche immagini mozzafiato sulla città di Trento che con le luci della sera assume un fascino irresistibile.

Domenica, gran finale con l’inedita “K2 Trento – Monte Bondone”. Lasciate le vie del centro, i corridori del cielo si misureranno su un tracciato tecnico e spettacolare puntando la finish line posta ai 2098m della Cima Palon. In questo caso il dislivello da affrontare sarà di 2053 con uno sviluppo da 12.7km. Una salita muscolare, resa ancora più dinamica da una breve discesa a metà percorso.

A fare da cornice a questa sfida riservata a veri temerari dell’only up uno scenario impagabile che spazia dalla catena dell’Adamello, al gruppo del Brenta, fino alle Alpi Austriache. Un anfiteatro unico sopra la città di Trento e la valle dell’Adige. Una gara bella da correre e facile da seguire visto che tecnici, pubblico e accompagnatori potranno usufruire dell’impianto di risalita che porta direttamente alla cima Palon dove sarà collocato il traguardo.

Dietro le quinte, uno sportivo a tutto tondo come, Lino Nicolussi ha saputo coinvolgere uno staff davvero motivato:«Da giovane ero solito allenarmi su questi sentieri in vista della stagione agonistica invernale. Anzi, direi che, dopo lo sci, la corsa in montagna è stata la mia seconda disciplina. Il Monte Bondone offre moltissimi sentieri montani, che raccontano la storia di questa montagna prima e dopo la guerra. Insieme a mia figlia Dody, da anni avevamo deciso di organizzare un evento che potesse mettere alla prova atleti e appassionati della corsa in montagna e dello skyrunning. Un evento rivolto ai campioni, ma anche a semplici appassionati».

Detto, fatto. Il sogno è realtà: «Questo week end id corse a fil di cielo saranno una bella vetrina sia per la città di Trento, dove partiranno le due corse, sia per il Monte Bondone che, oltre alla vocazione sciistica, annovera anche quella della corsa in montagna. Ci aspettiamo una nutrita partecipazione. Noi, ce la metteremo tutta perché tutto possa andare per il meglio».

Per chi volesse provare il percorso gara, il 4 agosto si terrà un vero e proprio test event, guidato da due runner local: Michela Cozzini vincitrice lo scorso anno, che guiderà un gruppo di sole donne “WomanSkyrace La Direttissima”. A questo evento prenderà parte anche il team donna4skyrace di Paola Rizzitelli al loro terzo allenamento.

L’evento andrà in onda anche nel programma Icarus in onda su Sky Sport e su altre reti. Inoltre da ogni iscrizione verrà effettuata una donazione ad ADMO l’associazione Donatori Midollo Osseo.

Per maggiori informazioni e iscrizioni: www.endu.net (Sono previste agevolazioni per gruppi e associazioni)

“Palio delle Contrade”
ago 24@16:00–17:00

…È già ora di mettere gli sci ai piedi a Livigno (SO). Col ferragosto alle spalle ecco un’opportunità unica, sciare in piena estate! Venerdì 24 infatti il “Palio delle Contrade” vedrà campioni e livignaschi sugli sci da fondo per una singolare sfida sulla neve.

L’estate nel ‘Piccolo Tibet’ – così viene appellata Livigno, il centro abitato più alto d’Europa col suo ampio altopiano a 1800 metri – promette ancora periodi indimenticabili; gli organizzatori del Palio delle Contrade grazie allo “snow farming” hanno in serbo decine di migliaia di mc di neve, stoccati con un particolare sistema alla fine dello scorso inverno a lato del torrente Aquagranda, a ridosso del centro del fondo. Parte della neve sarà stesa in centro, lungo le vie Ostarìa e Plàn, per creare una pista da fondo vera e propria con tanto di binari, la rimanenza servirà per l’apertura dell’anello del fondo ad ottobre, come tradizione.

Nel contesto del Palio delle Contrade si disputerà anche la “1K Shot”, una gara tra autentici campioni dello sci di fondo e del biathlon, atleti che abitualmente si allenano e preparano la stagione agonistica proprio a Livigno.

Così, ad oggi, l’elenco iscritti ci segnala al via tra gli altri Federico “Chicco” Pellegrino, Francesco De Fabiani, Dietmar Noeckler, Maicol Rastelli ed i britannici Andrew Musgrave ed Andrew Young, entrambi saliti sul podio di Coppa. Ovvio che sulla distanza “sprint” il poliziotto valdostano parte con i favori del pronostico, ma il livello dei rivali è comunque alto.

Nemmeno tra le donne si scherza, con Greta Laurent, Ilaria Debertolis, Elisa Brocard, Lucia Scardoni e la slovena Lampic, ma soprattutto con Marianna Longa, la campionessa locale che gareggerà sia nella sfida tra l’èlite del fondo sia nel Palio delle Contrade.

Al femminile fra le atlete del biathlon spiccano i nomi delle superwomen Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi, quest’ultima reduce da una stagione indimenticabile, entrambe a podio anche alle Olimpiadi. Tra i maschi si notano invece Lukas Hofer, Pietro Dutto, Saverio Zini, Thomas Bormolini e Paolo Rodigari. Lo spettacolo, insomma, è garantito, senza contare il “contorno” del Palio delle Contrade vero e proprio.

Per la “1K Shot” dalle 18 alle 19 si disputeranno le qualifiche per determinare i migliori che accederanno alla sfida vera e propria, ed a seguire le semifinali. Alle 19 sono in programma le finali, maschili e femminili, di biathlon e fondo, poi alle 20.30 il via al Palio delle Contrade.

Lo scorso anno a salire sul gradino più alto del podio a Livigno sono stati, e non poteva essere diversamente, Federico Pellegrino e Gaia Vuerich nel fondo, quindi Dorothea Wierer e Dominik Windisch nel biathlon.

Per gli appassionati degli sport invernali e sportivi in genere, per i tanti turisti che affollano Livigno e per i livignaschi venerdì sarà un’occasione speciale per affollare le vie del centro in una originale – grazie alla neve – “notte bianca”, quasi di luna piena. Se per i campioni l’imperativo sarà salire sul podio, per gli sportivi del fondo e del biathlon l’importante sarà davvero “partecipare” e calzare gli sci ad agosto.

Federico Pellegrino è già “carico”: “Ovvio che la 1K Shot di Livigno – afferma il campione azzurro – è una gara speciale per me, sciare il 24 di agosto non è poi così scontato, a meno che non sali in ghiacciaio. Ormai la gara è tradizione e vi garantisco che ci sarà da divertirsi… Oddio, divertirsi, sapete che quando ho un pettorale addosso non riesco a risparmiarmi, una gara è sempre una gara e vincere mi piace un mondo! A Livigno ci vengo spesso, tutte le volte che posso. Ci si allena in quota, ma non dimentichiamo che a Livigno ci si può svagare e rilassare. Dopo l’allenamento ed un bel relax all’Aquagranda fare due passi in centro è sempre piacevole, mettiamoci anche un bell’aperitivo nei tanti “salottini” all’aperto. In fondo oltre al fisico occorre accontentare anche la testa… Io ci sarò, sicuramente non solo per partecipare!”

Info: www.livigno.eu

 

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136