Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Val Venosta, più sicura la statale lungo il lago di Resia

giovedì, 12 novembre 2020

Quando:
26 novembre 2020@15:45–16:45 Europe/Rome Fuso orario
2020-11-26T15:45:00+01:00
2020-11-26T16:45:00+01:00

Un tratto della strada statale lungo il lago di Resia, a Curon Venosta, sarà spostato e reso più sicuro. Via libera della Giunta, Alfreider: “Valorizzazione per tutta la val Venosta”.

Un tratto di circa 1,5 km della strada statale (SS 40) lungo il lago di Resia nel comune di Curon Venosta, all’altezza delle gallerie paramassi, sarà spostato al fine di garantire maggiore sicurezza e una crescita dell’attrattività di tutta la zona. Le caratteristiche tecniche dell’opera sono state definite nel  corso della sua ultima seduta dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore alla mobilità Daniel Alfreider. L‘opera è prevista nel programma triennale 2020 – 2022 della Ripartizione Infrastrutture.

Nuova ciclabile e aree verdi

“Grazie allo spostamento del tracciato in direzione del lago possono essere bypassate le gallerie che necessitano di risanamento e si riesce a proteggere la strada dalla caduta massi”, fa presente l’assessore Alfreider. Il progetto prevede la realizzazione di una nuova pista ciclabile e di aree verdi. “La pista ciclabile che si snoderà lungo il nuovo tracciato della strada, comporterà una valorizzazione per l’intera zona e il raggiungimento dell’obiettivo di garantire maggiore sicurezza di transito e qualità di vita ai residenti, nonché nuove offerte per gli ospiti”, sottolinea Alfreider.

Ridotti i costi di manutenzione

L’investimento complessivo per gli interventi approvati ammonta a 18,1 milioni di euro. Secondo le stime della Ripartizione Servizio strade, grazie allo spostamento del tracciato stradale si prevede una riduzione dei costi per la manutenzione dagli attuali 60.000 euro a circa 13.000 euro. La realizzazione di questo progetto è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione fra le amministrazioni e gli enti coinvolti.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136