Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


UniTrento, a tavola un posto rilevante per il microbioma intestinale

lunedì, 11 gennaio 2021

Quando:
16 gennaio 2021@23:00–17 gennaio 2021@00:00 Europe/Rome Fuso orario
2021-01-16T23:00:00+01:00
2021-01-17T00:00:00+01:00

Uno studio coordinato dall’Università di Trento ne evidenzia un forte collegamento con la dieta sana e con la salute cardiometabolica. Ogni persona, infatti, ha un microbioma altamente personalizzato e risponde in modo diverso al cibo e al controllo dei valori come glicemia, colesterolo e trigliceridi nel sangue. I risultati sono appena stati pubblicati sulla rivista “Nature Medicine”

Il lavoro svolto dal team di ricerca viene sintetizzato anche in un video: https://youtu.be/kUTjLulnwQM

L’articolo, dal titolo “Microbiome connections with host metabolism and habitual diet from 1,098 deeply phenotyped individuals”, è stato scritto per la rivista “Nature Medicine” da Francesco Asnicar, Gianmarco Piccinno, Mireia Valles-Colomer, Adrian Tett, Francesco Beghini, Léonard Dubois, Davide Bazzani, Andrew Maltez Thomas e Nicola Segata dell’Università di Trento in collaborazione con ricercatori e ricercatrici del King’s College London e dell’iniziativa commerciale inglese Zoe oltre che di altre istituzioni internazionali.
Sarà incluso nel numero di gennaio della rivista in stampa, ma la versione online è già disponibile in Open Access da oggi, 11 gennaio 2021: https://www.nature.com/articles/s41591-020-01183-8 (DOI: https://doi.org/10.1038/s41591-020-01183-8)



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136