Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Festival della Memoria, la testimonianza della sopravvissuta Lidia Maksymowicz

giovedì, 21 gennaio 2021

Quando:
22 gennaio 2021@10:00–11:00 Europe/Rome Fuso orario
2021-01-22T10:00:00+01:00
2021-01-22T11:00:00+01:00

Trento – Dall’orrore del lager alla libertà. Nell’ambito del Festival della Memoria, domani mattina alle 10 interviene Lidia Maksymowicz, sopravvissuta alla detenzione nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. L’incontro avverrà in forma virtuale a causa delle restrizioni legate all’emergenza Covid. Pensato per la scuola secondaria di primo e secondo grado, l’appuntamento è aperto a tutta la popolazione: per seguirlo basta collegarsi al sito https://www.terradelfuocotrentino.org/living-memory-on-air. Si tratterà di un vero e proprio dialogo tra Maksymowicz – internata all’età di 2 anni e collegata da Cracovia – e la giornalista Denise Rocca, con il direttore della Fondazione Museo storico Giuseppe Ferrandi. Anche le ragazze e i ragazzi avranno la possibilità di porre i propri quesiti alla signora, che oggi ha 80 anni.

Il Festival della Memoria “Living Memory” si è aperto due giorni fa e da subito sta avendo un grande successo di pubblico, con oltre 3.000 contatti alla piattaforma attraverso la quale vengono trasmessi gli appuntamenti in diretta. Creato dall’associazione Terra del Fuoco Trentino, il Festival viene realizzato in collaborazione con la Fondazione Museo storico e con il sostegno della Provincia autonoma di Trento.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136