Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Bormio, classifiche Trofeo Zangrando

domenica, 27 settembre 2020

Quando:
28 settembre 2020@23:00–29 settembre 2020@00:00 Europe/Rome Fuso orario
2020-09-28T23:00:00+02:00
2020-09-29T00:00:00+02:00

Il gelo che improvvisamente ha attanagliato l’Alta Valle non ha minimamente scalfito il XXXV trofeo Zangrando, che ha portato 56 coppie a sfidarsi nella gara che dal 1986 impegna i partecipanti in un serrato confronto col cronometro. Nel calendario orfano di eventi ciclistici, la crono a coppie ha portato un soffio di vitalità al centro sportivo di via Manzoni e ridestato per un giorno l’anima sportiva di tesserati e amatori, che sugli 11 km del percorso si sono lanciati all’inseguimento l’uno dell’altro sino all’arrivo posto in via Funivia. Quasi 12 km di passione, con l’aria gelida ma il “motore” caldo, con l’obiettivo di migliorarsi, di spingere al massimo o semplicemente di tagliare felicemente il traguardo. Dilettanti, ex professionisti, giovanotti, pensionati…tutti insieme alla famiglia Zangrando per onorare la memoria di Angelo, grandissimo appassionato di ciclismo e instancabile organizzatore di gare.

Resiste il record di 15.29,08 del 2016 di Schena e Donei: il duo ricomposto anche in questa occasione ci ha provato, ma ci sono voluti 27″ in più per concludere la prova, complice un fondo stradale non proprio liscio. Posizioni successive appannaggio dell’Alta Valtellina Bike, con Denis e Federico Pedranzini in 16:42,6 e con Matteo Compagnoni-Michele Pozzi col tempo di 17:11,9.

Anche nella categoria cicloturistica il cronometro si ferma su tempi impressionanti; d’altra parte, quando il tabellino riporta nomi di olimpionici e azzurri, c’è poco da fare… Primo gradino del podio per l’ex Contador boy Daniele Cantoni in coppia con Michele Bracchi (16:48,0), seguiti da Juri Confortola e Cristian De Lorenzi (17:03,6) e dai “Mot” Alex Franzini e Giorgio Sassella (17:42,9).

Esordio alla Zangrando anche per le e-bike, seppur con numeri decisamente esigui rispetto alla “muscolare”.

Per il trofeo Funivia valevole per le coppie miste, la classifica premia Oriana Marelli con Fabrizio Duca (18:55,6), Michele Antonioli con Sarah Palfrader (18:57,9), Stefano Rinaldi con Daniela Secchi (19:45,4).

Al Pentagono, poi, spazio alle premiazioni per tutti i partecipanti e alla consegna di alcuni premi speciali: quello in memoria di “Quiro e Crapa” (alias Quirino Pedrana e Carlo Bedognè) “per l’impegno e la dedizione costante ed immutata negli anni per il ciclismo” è andato al sempreverde Aldo Peccedi, quello intitolato alla memoria di Angelo Zangrando “per la passione e l’amore per il ciclismo” è stato assegnato alla coppia Rosanna Idini-Gianfranco Mazzucchelli, entrambi nazionali  e campioni italiani ARI e grandi amici della famiglia USB. Menzione speciale e tanti complimenti anche per i due partecipanti agli antipodi d’età: Corrado Lamberti classe 1954 ed Elisa Bianchini del 2012 scontano ben 58 anni di differenza, ma sul tracciato della Zangrando hanno gareggiato entrambi con la stessa grinta, lo stesso sorriso e la stessa soddisfazione!

 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136