QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Scopriamo le migliori cantine del Sudtirolo: sulla strada del vino

mercoledì, 18 maggio 2016

Merano - Il Trentino-Alto Adige è considerato dalle maggiori guide internazionali una delle regioni più importanti d’Europa per la produzione vitivinicola. Sia nella provincia di Trento che in Sudtirolo hanno infatti sede cantine famose in tutto il mondo per i loro prestigiosi vini rossi e bianchi. L’Alto Adige, che è una delle zone vinicole più piccole d’Italia, grazie alla sua straordinaria ubicazione geografica regala agli amanti del “nettare degli dei” alcuni tra i migliori vini della penisola. Sono oltre 5.000 i viticoltori che operano nell’area compresa tra Silandro, Bressanone e Salorno, nel territorio della cosiddetta Strada del Vino del Sud Tirolo.  Non è un caso che la Südtiroler Weinstrasse (questo il nome tedesco) sia ormai da tempo una delle attrazioni turistiche più rilevanti della regione. Ogni anno migliaia di visitatori provenienti da tutto il continente decidono di trascorrere le proprie vacanze all’insegna dei vini altoatesini, delle due ruote e della rigogliosa natura di questi luoghi. Cortaccia vini

Per aiutare coloro che, in vista delle vacanze estive, stanno pensando di andare alla scoperta della Strada del Vino, GoEuro ha recentemente pubblicato sul suo blog una selezione delle migliori cantine che costellano il percorso. Si tratta di una piccola guida per non farsi trovare impreparati di fronte alle tante località da visitare e ai tantissimi vini da degustare. Il portale di viaggi ha descritto brevemente le undici città che si incontrano lungo il cammino e per ognuna di esse ha menzionato una o più cantine. Tra queste troviamo storiche case vinicole come l’Arunda di Meltina, la più alta cantina di spumanti d’Europa (1200m s.l.m), il Castello Rametz (Merano), una splendida tenuta vinicola di circa 10 ettari che già nel 1227 veniva menzionata come luogo in cui si producevano vini pregiati, e il Podere Provinciale Cantina Laimburg, nel territorio del comune di Ora (Bz), un’azienda attiva da oltre quarant’anni e particolarmente rinomata per l’intenso lavoro di sperimentazione nel settore della viticoltura.

Sulla Strada del Vino è possibile degustare nettari di qualità, ma anche visitare siti di interesse storico-artistico e naturalistico come il Museo Archeologico dell’Alto Adige e le antiche chiese gotiche di Bolzano, il borgo medievale di Egna e i meravigliosi laghi di Monticolo ad Appiano.

Insomma, le opportunità per godersi una vacanza enologica senza farsi mancare paesaggi mozzafiato e una dose di cultura sono davvero numerose. Basta avere le idee chiare su cosa si vuole bere e mettere lo zaino in spalla!


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136