Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Edolo, in Consiglio comunale scontro su ciclo idrico integrato e sentenza sovracanoni Enel

martedì, 29 ottobre 2019

Edolo – Un Consiglio comunale infuocato su acqua e sentenza sui sovracanoni Enel. Gli argomenti più importanti della seduta consiliare di ieri sera sono stati nella parte finale, con le mozioni sul ciclo idrico integrato, i sovracanoni Enel e l’emergenza cinghiali. Se la questione cinghiali vede un avvio di iniziative a livello camuno, che coinvolgono l’intera Valle Camonica ed Edolo in prima fila, gli altri due temi hanno diviso l’assemblea.

Edolo municipioCICLO IDRICO INTEGRATO - La mozione sul ciclo idrico integrato è stata presentata dal gruppo di maggioranza “Io Amo Edolo, con il sindaco Luca Masneri che ha illustrato il documento e ha registrato l’immediata risposta dalla minoranza di “Insieme Edolo Vive” con Cristian Ramus intervenuto sul tema che nelle ultime settimane ha scatenato alcune proteste per i rincari. Il sindaco ha posto l’accento sul nuovo depuratore che costerà per il 1° lotto poco più di 5 milioni e sul rischio infrazione per la mancanza del servizio depurazione che si trascinava da lustri. Una situazione che l’attuale amministrazione – come detto dal primo cittadino – ha ereditato nel 2014. Il primo lotto con il cantiere che dovrebbe aprire entro fine anno e concludersi nel 2021. Il consigliere Cristian Ramus ha chiesto di integrare il testo della mozione, con un riferimento su avvisi in anticipo per i cittadini sui rincari delle bollette e sul costo degli investimenti. Al termine della mozione, la richiesta di Ramus è stata accolta e la mozione è stata integrata. Il documento finale, in cui si dice “Il Consiglio impegna il sindaco e la Giunta nella battaglia politica attiva sul ciclo integrato idrico”, quindi a portare avanti la battaglia per l’Ambito camuno, è stato approvata all’unanimità.

MOZIONI SUL SENTENZA ENEL – Le due mozioni, presentate una dalla maggioranza e l’altra dalla minoranza, sono state discusse in contemporanea. Per primo il capogruppo di “Insieme Edolo Vive”, Ivan Moles, ha illustrato la mozione sulla sentenza della Cassazione del 6 giugno 2019  in cui il Comune di Edolo è stato condannato a versare più di 1 milione e 825mila euro sui  sovracanoni a Enel. Una battaglia che risale addirittura al 1999 e che ha visto il suo epilogo il 6 giugno scorso con la sentenza definitiva e la condanna del Comune di Edolo. Il capogruppo Ivan Moles, al termine dell’illustrazione della mozione, ha chiesto di inserirlo come debito fuori bilancio per adempiere alla sentenza.

La seconda mozione è stata illustrata dallo stesso sindaco Luca Masneri, che ha ricostruito l’intera vicenda, partendo dal contenzione che è iniziato vent’anni fa, le diverse sentenze a favore e contro il Comune e i pareri dei legali. La mozione della maggioranza punta alla ricerca della migliore soluzione, di non iscrivere il debito a bilancio ma di affidare al sindaco e alla Giunta l’avvio di una trattativa per evitare di far pesare sui cittadini, con innalzamento delle tasse, la questione dei sovracanoni.

Il dibattito con gli interventi di Ivan Moles e Cristian Ramus si è infiammato, con botta e risposta tra minoranza e sindaco, quando Luca Masneri ha comunicato che “non sarà iscritto il debito a bilancio fino al termine della trattativa”. Un primo incontro è già stato effettuato e a breve ci sarà un secondo appuntamento con Enel che dovrebbe essere quello decisivo per un accordo sulla questione. Il confronto con battute tra una parte e l’altra si è protratto per circa un’ora, con i consiglieri di minoranza Cristian Ramus e Ivan Moles che hanno accusato l’Amministrazione Masneri e i rischi che “un debito del Comune possa provocare il commissariamento” e il sindaco che ha ribadito “è in corso una trattativa e vi informerò appena si sarà conclusa”. Le due mozioni sono state messe in votazione: bocciata quella di “Insieme Edolo Vive”, mentre è stata approvata quella di “Io Amo Edolo”.  Ora si attende l’esito della trattativa tra Comune ed Enel.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136