Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Edolo: allargamento della vecchia galleria, scelto il progetto

mercoledì, 30 ottobre 2019

Edolo – Passo avanti sull’allargamento della vecchia galleria di Edolo (Brescia) che risale all’epoca asburgica: presso la sede della Sovrintendenza di Brescia si è svolto un incontro per valutare la soluzione progettuale migliore alla presenza dei tecnici Anas, Comune di Edolo e Comunità Montana Valle Camonica e degli amministratori, tra cui i sindaci Luca Masneri e Mauro Testini, quest’ultimo presidente dell’Unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica. Tre le ipotesi progettuali e quella approfondita nell’incontro a Brescia prevede la sistemazione della volta della vecchia galleria e l’ampliamento fino a 7 metri e mezzo di larghezza per consentire il passaggio di due mezzi pesanti in contemporanea.

edolo galleria 1Soddisfatti gli amministratori locali sull’avanzamento della fase progettuale: “Siamo in dirittura d’arrivo e soddisfatti della collaborazione tra tutti gli enti”, commenta il sindaco Luca Masneri, mentre Mauro Testini ha chiesto “uno sforzo da parte di tutti per migliorare la viabilità in Alta Valle Camonica”.

Tra i diversi progetti per liberare dal traffico l’Alta Valle Camonica la prima soluzione scelta dagli amministratori e ritenuta più veloce – anche se tecnicamente delicata nella fase realizzativa – è l’allargamento della vecchia galleria. Anas e Sovrintendenza sono ora d’accordo con gli enti locali della Valle Camonica e il 18 novembre a Brescia si terrà l’incontro conclusivo tra tutti gli enti e la sottoscrizione dell’intesa. Poi Anas avvierà l’iter per realizzare l’intervento sulla vecchia galleria.

© riproduzione riservata



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136