Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Disagi ai passaggi a livello sulla Edolo-Brescia, incontro a Malegno

sabato, 26 ottobre 2019

Malegno – I passaggi a livello sulla linea Edolo-Breno-Iseo-Brescia sono diventati un problema e quotidianamente si riscontrano disagi per l’abbassamento prolungato delle sbarre. Gli automobilisti hanno fatto la voce grossa e gli amministratori locali hanno fatto presente a Rfi e Trenord la situazione che si è creata in Valle Camonica. Negli ultimi giorni i disagi maggiori sono stati a Edolo, Malegno e Breno.

Treni Edolo-BresciaIl sindaco di Malegno Paolo Erba ha convocato un incontro per il 31 ottobre con all’ordine del giorno la questione passaggi a livello. “Il superamento dei passaggi a livello a Malegno – spiega Paolo Erba – è ormai da anni un grosso problema per la viabilità della zona e per gli abitanti del nostro paese e dei paesi vicini. La situazione è complessa: abbiamo monitorato i tempi di attesa ai passaggi a livello, che vanno dai 3 ai 6 minuti. Durante queste attese si creano lunghe code di automobilisti che, in alcuni orari e giorni, bloccano il traffico da e per l’altopiano del Sole, da e verso Breno, impediscono l’accesso al paese di Cividate e, talvolta, bloccano l’uscita della Statale 42 in direzione Nord. Grave è anche l’inquinamento che subiscono gli abitanti del paese di Malegno a causa dei lunghi tempi di attesa”.

Il Comune di Malegno ha dato incarico nel 2016 di predisporre uno studio di fattibilità per il superamento dei passaggi a livello sul territorio di competenza. “Questo studio, condiviso in fase progettuale anche con Trenord – aggiunge il sindaco – ha portata alla definizione di tre soluzioni progettuali che si stanno rivelando molto costose e di quasi impossibile attuazione tecnica a causa della presenza di numerose abitazioni. Vista la difficoltà nel trovare una soluzione strutturale al problema, chiediamo almeno che si trovino tutte le soluzioni tecniche necessarie per portare il tempo di attesa al passaggio a livello ad un tempo inferiore al minuto”.

Sull’argomento è stato convocato un incontro pubblico per giovedi 31 ottobre alle 17.30 presso il bivio in via Cava, all’imbocco della SP5 che sale verso Borno.

“Durante questi anni – conclude Paolo Erba – abbiamo lavorato con molti riferimenti politici a tutti i livelli, che ringraziamo per il supporto serio dimostrato. Chiediamo loro di aiutarci ancora, per trovare una soluzione a questo problema che coinvolge i cittadini dell’intera media valle Camonica”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136