Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Melinda alla Corsa dei Santi: la delegazione trentina ai blocchi di partenza

mercoledì, 30 ottobre 2019

Cles – Melinda anche quest’anno è main sponsor della Corsa dei Santi di Roma. Un legame che, dopo diversi anni, è ormai consolidato e solidissimo. Tanti i valori in comune che sottendono alla partnership: rispetto della natura, piacere di stare insieme all’aria aperta, gusto per l’attività fisica, attenzione per una sana alimentazione.

Anche la solidarietà con chi ne ha più bisogno e l’attenzione ai problemi sociali però sono un filo rosso importante: la Fondazione Don Bosco Onlus, che ogni anno promuove la Corsa, ha come obiettivo affrontare l’emergenza umanitaria mondiale. La dodicesima edizione della Corsa dei Santi permetterà di raccogliere fondi per le missioni in Sierra Leone, un Paese tra i più poveri al mondo.

Melinda è molto vicina all’attività della Fondazione e la finalità sociale è uno dei motivi fondamentali del supporto a questa bellissima corsa. Come dal primo anno di partnership, Melinda sarà presente con il suo brand per tutto il percorso di gara e le sue mele porteranno un po’ di gusto trentino ai partecipanti. Tuttavia per il Consorzio non si tratta solo di un’operazione di visibilità e di marketing. “Non ci piace parlare di semplice sponsorizzazione” – afferma Michele Odorizzi, Presidente del Consorzio Melinda – “. La Corsa dei Santi è un evento che sentiamo molto vicino. Per questo non mancheremo, nemmeno stavolta. Un folto e motivatissimo gruppo di atleti della Val di Non parteciperà alla gara; io stesso, come sempre, correrò insieme alla mia famiglia e a diversi soci frutticoltori. A testimonianza del valore che diamo alla Corsa vogliamo che la nostra partecipazione sia davvero forte, autentica e coinvolgente”.

La solidarietà e il supporto reciproco sono i valori condivisi di un’intera comunità: quella delle oltre 4.000 famiglie di frutticoltori che coltivano circa 6.500 ettari di meleti nella Val di Non e Val di Sole e che, riunite in 16 cooperative, compongono il Consorzio Melinda. Fin dalla sua fondazione nel 1989 è cresciuto con continuità e costanza fino a diventare oggi una delle principali realtà italiane ed europee del mercato ortofrutticolo. Di pari passo all’attività operosa ed organizzata delle due valli del Noce, dove avviene la raccolta delle mele, è cresciuto e si è rafforzato negli anni il marchio Melinda, che proprio quest’anno ha festeggiato il suo trentesimo compleanno. Dalla raccolta alla distribuzione, Melinda rispetta i più severi standard nazionali e internazionali e vanta l’ideazione di un progetto straordinario: un impianto Ipogeo in cui vengono custodite le mele, progetto unico al mondo per la frigo-conservazione di frutta in grotte sotterranee in condizioni di atmosfera controllata. Date le sue caratteristiche innovative, le Celle Ipogee hanno ricevuto riconoscimenti internazionali in tema di sostenibilità ambientale.

In Italia Melinda copre il 15% della produzione media annua di mele. Conosciute da tutti sono le varietà Golden Delicious, Red Delicious, Renetta Canada – le uniche in Italia a Denominazione di Origine Protetta – Gala, Fuji ed Evelina, l’ultima nata. Oltre alla produzione melicola tradizionale, è all’attivo un Piano Bio che prevede nei prossimi anni la conversione di una consistente parte di ettari al biologico e un rinnovo varietale che permetterà di affiancare alle mele classiche, nuove varietà club.

L’appuntamento è a Roma, l’1 novembre, in Piazza Pio X!I a Roma per la 10 km competitiva, non competitiva e la 3 km Fun Run.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136