Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Revò, interrogazione del PATT in Provincia sui lavori alla “Curva dei Ridi”

giovedì, 7 novembre 2019

Revò – E’ stata presentata un’interrogazione dal gruppo consiliare del PATT, a prima firma della consigliera Paola Demagri, sulla viabilità, in particolare sulla “Curva dei Ridi” a Revò (Trento).

Revò - strada curva“E’ intenzione della Provincia di Trento inserire come priorità la sistemazione del tratto stradale “Curva dei Ridi” a Revò? E’ il quesito che viene posto nell’interrogazione.

Gli amministratori locali e diversi cittadini della Val di Non sono preoccupati per il problema della sicurezza stradale nel tratto “curva dei Ridi” all’inizio dell’abitato di Revò. Il tratto di strada in questione è gravato dal traffico pesante diretto ai magazzini Melinda della Terza Sponda, oltreché dal traffico generato dalle scuole elementari e medie a cui affluiscono gli studenti di Revò, Cagnò, Romallo, Cloz e Brez. La curva in questione si presenta molto stretta e diviene estremamente pericolosa nel caso in cui un mezzo pesante incontri un altro veicolo.Considerato che questa Giunta più volte ha manifestato interesse per i territori decentrati, garantendo l’impegno della Provincia a favore del miglioramento della viabilità.

Tutto ciò premesso,
si interroga la Giunta Provinciale per sapere:
1. se intenda inserire la sistemazione del tratto di strada “curva dei Ridi” all’interno del piano degli investimenti per la viabilità della Legislatura 2018-2023;
2. in caso di risposta negativa al primo quesito, in che modo intenda garantire la sicurezza degli automobilisti che quotidianamente transitano su quel tratto di strada.
A norma di regolamento si richiede risposta scritta”.

Consiglieri PATT, Paola Demagri, Michele Dallapiccola e Ugo Rossi 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136