Ad
Ad


PNRR, Missione 5 in Trentino: approvati gli schemi di accordo col Ministero

sabato, 1 ottobre 2022

Trento – Corrispondono a un totale di 2.799.258,77 euro le proposte progettuali della Provincia autonoma di Trento per ’inclusione sociale di soggetti fragili e vulnerabili, e in particolare per l’implementazione di percorsi di autonomia per persone con disabilità, a valere sulla Missione 5 del PNRR.

La Giunta provinciale ha approvato gli schemi di accordo con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, che saranno sottoscritti nei prossimi giorni dall’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana, delegata dal presidente Maurizio Fugatti. “L’obiettivo è quello di potenziare le strutture rivolte alle persone fragili, con investimenti mirati per rendere più accessibili strutture pubbliche destinate all’accoglienza di persone con disabilità che intraprendono percorsi di autonomia abitativa – commenta l’assessore Segnana -; nel dettaglio si tratta di 6 progetti nei quali sono coinvolte l’Apss e tutte le Comunità di Valle per quanto riguarda la presa in carico, la valutazione e l’elaborazione dei progetti di vita delle persone, da condividere con gli interessati che, per la parte degli investimenti, interessano i Comuni di Torcegno, Primiero San Martino di Castrozza, Valle Laghi, Cavedine, Rovereto, Mori, Trento e Giovo”.

Nel dettaglio si tratta di sei progetti, per i quali lo scorso mese di marzo la Provincia aveva aderito al bando, relativi alla linea di investimento 1.2 della Missione 5 del PNRR, per interventi di ristrutturazione e domotizzazione; tutti i progetti sono stati ammessi al finanziamento:

Progetto 1 nell’ambito dei territori del Comunità di Valle dell’Alta Valsugana Bersntol, della Valsugana e Tesino e del Primiero ed in particolare il Comune di Torcegno ed il Comune di Primiero San Martino di Castrozza proprietari degli immobili, con un numero di beneficiari previsto pari a 5 e con un finanziamento previsto di 297.516,66 euro.

Progetto 2 nell’ambito dei territori delle Comunità della Valle dei Laghi, dell’Alto Garda e Ledro e delle Giudicarie, ed in particolare dei comuni di Valle Laghi e Cavedine proprietari degli immobili, con un numero di beneficiari previsto pari a 4 e con un finanziamento di 237.832,47 euro.

Progetto 3 nell’ambito dei territori della Comunità della Vallagarina e degli Altipiani Cimbri ed in particolare dei Comuni di Rovereto e di Mori proprietari degli immobili, con un numero di beneficiari previsto pari a 7 e con un finanziamento di 416.956,82 euro.

Progetto 4 nell’ambito del Territorio della Valle d’Adige e dei territori delle Comunità della Val di Non e della Val di Sole ed in particolare del Comune di Trento proprietario degli immobili, con un numero di beneficiari previsto pari a 12 e con un finanziamento previsto pari a 714.998,00 euro.

Progetto 5 nell’ambito del Territorio della Valle d’Adige ed in particolare del Comune di Trento proprietario degli immobili, con un numero di beneficiari previsto pari a 12 e con un finanziamento di 714.998,00 euro.

Progetto 6 nell’ambito dei territori della Comunità della Valle di Cembra, della Val di Fiemme, del Comun General di Fascia, della Rotaliana e Konigsberg e della Paganella ed in particolare del Comune di Giovo proprietario dell’immobile, con un numero di beneficiari previsto pari a 7 e con un finanziamento previsto pari a 416.956,82 euro.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136