Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Boario Terme: siglata l’intesa tra Valle Camonica e Slow Food Great China

venerdì, 21 settembre 2018

Darfo Boario Terme – Un patto a tre, Valle Camonica, Slow Food Great China e città di Chengdu, riconosciuta come una delle città patrimonio Unesco, all’interno del Creative Cities Network, per valorizzare la cultura della gastronomia nel segno della biodiversità costruendo relazioni tra produttori e consumatori.

Darfo Boario Terme 04

L’intesa, sottoscritta alle Terme di Darfo Boario (Brescia) alla presenza delle autorità camune e i vertici del sodalizio cinese, è stata siglata oggi pomeriggio e ha visto gli interventi di Madam Qiao Ling e Vittorio Sun, rispettivamente presidente e segretario generale di Slow Food Great China, dell’onorevole Marina Berlingheri, del presidente della Comunità Montana di Valle Camonica Oliviero Valzelli, del sindaco di Darfo Boario Terme Ezio Mondini, dell’assessore alla Cultura della Comunità Montana Simona Ferrarini, della presidente delle Terme di Boario Terme, Michela Vielmi, del presidente del Consorzio DMO, Alberto Ficarra, e di Sergio Bonomelli, presidente del GIC del sito Unesco della Valle Camonica.

La presidente delle Terme, Michela Vielmi e il direttore del Parco delle Terme, Adelino Ziliani, hanno accolto nel prestigioso parco la delegazione cinese, le autorità italiane e gli operatori camuni che, sotto la cupola e nello spazio  antistante la sala Liberty, hanno presentato le bellezze e i prodotti della Valle Camonica.

“Per la Valle Camonica - hanno sottolineato il presidente della Comunità Montana di Valle Camonica, Oliviero Valzelli, e il sindaco di Darfo Boario Terme, Ezio Mondini - è un momento importante con l’obiettivo di far conoscere le bellezze del nostra territorio e avviare un progetto con Slow Food Great China”.Darfo Boario Terme 03

Nell’ambito di scambio internazionale la Valle Camonica ha presentato il proprio territorio agli operatori cinesi. Slow Food Great China sta lavorando da anni ad un nuovo programma chiamato Slow Village, un progetto volto a valorizzare l’economia agricola e i prodotti nelle realtà rurali cinesi. Il progetto pilota è stato presentato alla Biennale di Architettura di Venezia, alla presenza di Stefano Boeri, architetto italiano di livello internazionale e Carlo Petrini, fondatore di Slow Food.

La Valle Camonica è stata individuata, insieme a due villaggi cinesi di Sizhou ed un villaggio italiano del Monferrato, come uno dei territori fortemente connotati all’intreccio  di tradizioni, cultura gastronomica e patrimonio artistico Unesco.

Darfo Boario Terme 01

“Con questo progetto - sottolinea Vittorio Sun, segretario generale di Slow Food Great China – la comunità cinese punta a riportare nei villaggi l’attività, partendo dall’agricoltura fino ad arrivare a progetti culturali”. La firma del documento programmatico a Darfo Boario Terme prima e la restituzione di scambio a Shangai nei prossimi mesi, segneranno l’impegno da parte dei due territori di iniziare una lunga e duratura collaborazione e alleanza atta a riconoscere e valorizzare il patrimonio e la biodiversità.

L’INIZIATIVA - La delegazione cinese, capitanata da Madam Qiao Ling, presidente di Slow Food Great China, e composta da Vittorio Sun, Piero Ling, quest’ultimo Fondatore di Slow Food Great China, operatori e giornalisti cinesi, ha visitato la Valle Camonica. Il patrimonio Unesco è la caratteristica principale che unisce queste due realtà. I valori artistici, culturali e naturali della valle, con le incisioni rupestri e la nomination a Riserva della Biosfera nel programma “Man and the Biosphere”, collegano il territorio ai valori gastronomici di Chengdu, rientrando, così come la stessa Valle Camonica, nel programma Slow Food.

Darfo Boario Terme 02

Nella giornata odierna la visita in Valle Camonica. La delegazione ha avuto modo di vivere l’esperienza unica di viaggiare su una delle più antiche ferrovie italiane, a bordo di un treno vintage trainato da una locomotiva a vapore, gustando le migliori specialità culinarie tradizionali della Valle Camonica e del lago d’Iseo, godendo dei panorami mozzafiato che la costa lacustre sa offrire, viaggiando da Iseo a Sulzano.

LE TAPPE - Monte Isola, riconosciuta come uno dei Borghi più Belli d’Italia, è una terra di tradizioni. A bordo di una imbarcazione tradizionale, la delegazione è partita da Sulzano alla volta di Monte Isola, seguendo il percorso che nel 2016 ha visto più di un milione di curiosi visitatori camminare dalla costa a Peschiera Maraglio sui pontili giallo dalia dei Floating Piers di Christo. Castello Oldofredi ha ospitato l’evento di show-cooking, nucleo di Slow Food e scambio di tradizione tra cuochi italiani e cinesi. L’iniziativa è organizzata dalla DMO Valle Camonica e realizzata in collaborazione con Slow Food e Terra Madre si è conclusa nel pomeriggio alle Terme di Boario dove è stato sottoscritto l’accordo programmatico.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136