Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Recuperati tre escursionisti milanesi sulle Orobie

domenica, 17 novembre 2019

Castione della Presolana – Disavventura a lieto fine per tre milanesi che hanno sfidato nebbia e neve per un’escursione.
Erano partiti ieri pomeriggio per raggiungere il bivacco Città di Clusone, a 2085 metri di quota. Avevano in programma di passare lì la notte e di scendere oggi ma la neve e il maltempo lo hanno impedito. Soccorsi nel pomeriggio i tre ragazzi, due di Milano e uno di Brugherio (Milano), tra i 21 e i 23 anni. La VI Delegazione Orobica del Soccorso alpino è stata allertata verso le 11:30. I soccorritori, impegnati in tutto una decina, sono partiti, nonostante la nevicata in corso, con l’attrezzatura adeguata e le competenze per muoversi in tale contesto. Sono stati impiegati anche l’auto ambulanzata e un mezzo fuoristrada. I tre ragazzi sono stati raggiunti e accompagnati a valle, illesi, in condizioni di sicurezza.

Quando le previsioni meteorologiche indicano maltempo e nevicate, bisogna essere molto attenti e valutare bene se si è in grado di rientrare dalla meta prescelta. L’elicottero non vola quando le condizioni lo impediscono. Inoltre, se il manto nevoso non è consolidato può esserci un certo rischio di valanghe o distacchi, variabile in base a diversi fattori. Il tempo, l’esperienza, l’attrezzatura giusta – portate sempre con voi artva, pala e sonda – vanno sempre considerati prima di partire, per muoversi in sicurezza.

 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136