Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Raffica di arresti e denunce dei carabinieri nel Bresciano

mercoledì, 13 novembre 2019

Brescia – Raffica di interventi dei carabinieri del comando provinciale di Brescia e delle diverse Compagnie e stazioni del territorio.

carabinieri - BresciaVince alla slot machine gli amici lo picchiano e si impossessano della vincita: denunciati
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Desenzano, al termine degli accertamenti svolti a seguito della denuncia sporta da un 49enne di Pozzolengo, hanno denunciato in stato di libertà un 46enne e un 54enne, entrambi residenti a Pozzolengo, ritenuti responsabili di rapina.

I tre, nel primo pomeriggio di ieri, si erano ritrovati in un bar del luogo per giocare alle slot machines, per fatti in corso di accertamento, gli altri due lo hanno improvvisamente aggredito a calci e pugni impossessandosi della vincita per poi dileguarsi a bordo di un’autovettura per le vie limitrofe.

I militari hanno ricostruito i fatti attraverso le testimonianze di alcuni testimoni presenti al fatto che hanno confermato le dichiarazioni della vittima.

Pensionato spacciatore di cocaina, arrestato
I Carabinieri della Stazione di Roncadelle, hanno effettuato un servizio antidroga in Castel Mella durante il quale hanno fermato un pensionato 65nne mentre cedeva una bustina contenente cocaina ad un 21nne del luogo. Dalla successiva perquisizione personale del pensionato i militari hanno rinvenuto 3 confezioni in cellophane contenenti 5 gr. circa di cocaina; inoltre all’interno dell’autovettura in uso al 65nne i militari hanno rinvenuto un manganello. Le operazioni sono state estese all’abitazione dell’uomo dove i Carabinieri hanno rinvenuto ulteriore sostanza stupefacente per complessivi 40 grammi circa, denaro contante per un importo di 1700 euro ritenuto provento dell’attività di spaccio e materiale per il confezionamento, un bilancino di precisione ed una revolver cal. 38 Special con la matricola abrasa.

I Carabinieri hanno quindi tratto in arresto l’uomo per il reato di detenzione di arma clandestina, porto di armi od oggetti atti ad offendere e spaccio di stupefacente. Sottoposto a rito direttissimo il Giudice ha convalidato l’arresto.

Tentano furto in azienda sorpresi dal proprietario: un arresto
I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Verolanuova, a seguito di richiesta al 112, hanno effettuato un intervento presso un’azienda di autotrasporti di Pavone del Mella per un furto in atto. I militari giunti sul posto hanno trovato il richiedente, un 48enne del luogo, il quale era riuscito a bloccare uno dei tre individui che, mediante forzatura della porta principale e di una finestra si erano introdotti all’interno del capannone per rubare una bicicletta da corsa. L’uomo era riuscito a bloccare uno dei ladri ma era stato colpito alla testa da un complice e solo dopo un inseguimento all’esterno del capannone era riuscito a fermarne un altro mentre gli altri riuscivano a dileguarsi nelle campagne circostanti.

I Carabinieri hanno quindi arrestato per il reato di rapina impropria e lesioni il malvivente, identificato in un 19enne residente a Ghedi ma di origine senegalese. Sottoposto a rito direttissimo il Giudice ne ha convalidato l’arresto. Nella giornata odierna un altro complice si è costituito presso i carabinieri, è un 19enne marocchino residente a Ghedi.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136