Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Nel Bresciano ubriaco semina il panico, si schianta su auto e sperona carabinieri

domenica, 1 dicembre 2019

Bagnolo Mella – Ubriaco alla guida semina il panico e finisce per schiantarsi sull’auto dei carabinieri, arrestato. I militari della Stazione di Leno, durante il normale servizio perlustrativo, giunti nei pressi del centro abitato di Bagnolo Mella (Brescia), hanno notato la cartellonistica stradale divelta e un auto, in sosta, danneggiata da evidente urto con altra mezzo. Mentre controllavano l’auto i militari sono stati richiamati dalle grida d’aiuto di una giovane che ha riferito di un pirata della strada che viaggiando a fari spenti era andato ad urtare la sua auto per poi fuggire.

Carabinieri - BS - controlli notturniI carabinieri, accertato che la ragazza non era ferita, hanno cercato di rintracciare l’autovettura. Dopo poco i militari intercettavano l’autovettura, una Opel Meriva di colere bianco, e intimatogli l’alt sono stati speronati per ben due volte dall’auto pirata che si è fermata poco distante a causa della rottura di un semiasse. I militari lo hanno quindi bloccato e condotto in caserma.

Sottoposto al test alcolimetrico è risultato positivo con 3,3 g/l (tasso sei volte superiore al limite consentito). L’uomo è stato identificato in un 41enne residente nella Bergamasca. La prognosi per i militari rimasti feriti è di alcuni giorni.

I carabinieri hanno quindi tratto in arresto l’uomo per il reato di Resistenza a Pubblico Ufficiale, Lesioni Personali, Danneggiamento aggravato, tra cui quello del veicolo militare, guida in stato di ebbrezza. L’uomo, a cui è stata sequestrata l’auto, dovrà risarcire tutti i danni causati che ammontano ad oltre 20mila euro. Sottoposto a rito direttissimo il Giudice ha convalidato l’arresto e disposto la presentazione alla Polizia giudiziaria in attesa del processo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136