Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad
 
Ad


Controlli dei carabinieri, due arresti in Valle Camonica

martedì, 11 maggio 2021

Darfo Boario Terme – Controlli dei carabinieri in Valle Camonica: due gli arresti.

Sono state portate a conclusione due diverse attività legate al contrasto dello spaccio di droga, che prendono spunto da alcune segnalazioni fatte dai residenti alla Stazione di Darfo Boario Terme.

I carabinieri di Artogne hanno proceduto al controllo di un veicolo che si trovava nella zona del centro congressi; alla guida dell’utilitaria c’era un cittadino tunisino, residente con il fratello a Pian Camuno. Durante l’identificazione, lo straniero è stato tradito dal nervosismo e per questo motivo i militari hanno deciso di perquisirlo.

Sotto il suo sedile sono stati rinvenuti due involucri contenenti 150 grammi di cocaina, mentre dalle sue tasche sono spuntati fuori quasi mille euro in contanti, ritenuti essere provento di attività di spaccio. I carabinieri stanno cercando di capire se il tunisino, a cui carico risultano precedenti specifici, si sia recato a Boario per acquistare la coca, il cui valore commerciale si aggira sui 12-13 mila euro, o invece dovesse venderla ad altri acquirenti.

Poco distante dal primo intervento, i militari della Stazione di Darfo Boario Terme hanno proceduto al controllo di un gruppetto di giovani che si trovavano all’interno di un parchetto. Alla vista della pattuglia uno di loro, un giovane cittadino colombiano di 23 anni, con un gesto maldestro, ha provato a nascondere qualcosa nella tasca dei suoi pantaloni.

Il repentino movimento non è passato inosservato e i Carabinieri hanno recuperato otto dosi di cocaina. Per entrambi è scattato l’arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio. All’esito dell’ udienza di convalida in Tribunale, il tunisino e’ stato collocato ai domiciliari, mentre al 23enne sud americano e’ stato applicato l’ obbligo di dimora a Darfo comprensivo di obbligo di firma.




© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136