Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Cembra, extracomunitario arrestato dai carabinieri

lunedì, 25 novembre 2019

Cembra – Controlli dei carabinieri in a Cembra (Trento), arrestata una persona. I militari della compagnia di Cavalese, sotto il coordinamento del Comando Provinciale di Trento, hanno effettuato controlli per prevenire i reati predatori e nell’occasione, i carabinieri della stazione di Cembra Lisignago, avendo notato un giovane, non conosciuto, mai visto in zona, che stava transitando a piedi poco distante dal dispositivo, l’hanno fermato e controllato.

carabinieri cavalese predazzoAll’esito degli accertamenti di rito, appuravano come lo stesso, 27enne extracomunitario provvisto di regolare permesso di soggiorno, fosse gravato da un ordine di carcerazione di 6 mesi circa per reati ( violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale e rifiuto di dare indicazione sulla propria identità) commessi fuori dal Trentino. Pertanto veniva accompagnato presso il comando della stazione carabinieri di Cembra per la notifica del provvedimento restrittivo emesso dalla Procura Distrettuale della Repubblica di Genova, per poi essere tradotto presso il carcere di Spini di Gardolo per scontare la pena.

Il positivo riscontro rimarca l’importanza della proiezione di servizi esterni dell’Arma, che senza soluzione di continuità, si susseguono con l’usuale impegno volti a prevenire e contrastare i fenomeni predatori e i furti.

Al successo di questi è evidente, oltre il consueto l’impegno dei carabinieri, il ruolo fondamentale giocato dalle segnalazioni dei cittadini, siano essi vittime oppure soltanto testimoni di fatti illegali, se non inusuali o “strani”, che se riferiti prontamente, possono risolvere la situazione, consentendo di restituire il maltolto alla vittima e assicurare alla giustizia i responsabili, soprattutto nei piccoli centri periferici dove possono la conformazione territoriale e la presenza di numerose strade secondarie, rendono non sempre facile, il controllo del territorio.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136