Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Arresti e denunce da parte dei carabinieri di Sondrio

martedì, 5 febbraio 2019

Sondrio – Continuano i controlli, da parte dei Carabinieri della Compagnia di Sondrio, su tutto il grande territorio di competenza, svolgendo attività di prevenzione e repressione nella commissione dei reati. La Compagnia disponeva numerosi servizi esterni di cui molti in orario serale e notturno per continuare  a vigilare sulla sicurezza sociale. Nella settimana appena trascorsa i Carabinieri di Sondrio hanno denunciato 8 persone e arrestato 3 soggetti.

Nello specifico nell’ambito mirati servizi di controllo del territorio:

  • i Carabinieri della Sezione Operativa, nei pressi della stazione ferroviaria di Sondrio, sottoponeva  al controllo un marocchino 26enne residente nel milanese. Successivi accertamenti permettevano di rinvenire nella sua auto  giubbotti,  borse e cinture, di pregiate marche che certamente sono sembrati sospetti ai Carabinieri. Successivi accertamenti hanno permesso di confermare che tutto il materiale era contraffatto e l’uomo quindi veniva denunciato per furto aggravato;
  • i Carabinieri della Radiomobile arrestavano per furto in concorso una coppia moldava, residente in Valle, e denunciavano altri 3 connazionali per un furto in concorso, perpetrato in un centro commerciale di Castione. Il controllo permetteva di rinvenire circa 500 euro di merce appena asportata e successiva perquisizione domiciliare faceva ritrovare ulteriore 300 euro di merce rubata alcuni giorni prima dallo stesso negozio. Inoltre uno degli straniere veniva anche denunciato per porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere veniva rinvenuto, infatti,  un punteruolo, modificato artigianalmente, utile proprio per manomettere la placca antitaccheggio dei prodotti. Inoltre i tutti i 5 soggetti sono stati denunciati per il furto perpetrato giorni addietro nello stesso centro commerciale;
  • i Carabinieri della Stazione di Teglio arrestavano  per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti continuata un 26enne nigeriano, nullafacente, regolare sul territorio. L’attività investigativa dei Carabinieri della Stazione permetteva di accertare che da circa 1 anno lo straniero aveva intrapreso l’attività di spaccio in Valle;
  • nell’ambito del progetto scuole sicure i Carabinieri continuano le attività di prevenzione e repressione. Qualche giorno fa “Grinder”, il cane antidroga del Nucleo Carabinieri  Cinofili di Orio al Serio (BG), durante un controllo nei luoghi di aggregazione giovanile, segnalava alcuni studenti. L’attività portava alla segnalazione alla Prefettura di Sondrio, quale assuntore di sostanza stupefacente,  un 17enne trovato in possesso di alcuni grammi di hashish; un 16enne  trovato con grammi di  marijuana, circa 400,00 euro, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. Durante i controlli qualcuno di disfaceva di 7 grammi di  hashish buttandoli  in un cestino dei rifiuti. Segnalata dal cane veniva sequestrata a carico di ignoti;
  • un valtellinese 42enne denunciato per evasione in quanto, seppur sottoposto alla misura della detenzione domiciliare, veniva trovato passeggiare per le vie del centro cittadino;
  • i Carabinieri di Sondrio qualche sera fa ricevevano la segnalazione, da parte dei genitori livignaschi, dell’allontanamento del figlio 15enne. Il ragazzino che già la sera prima si era allontanato per poi rincasare solo nelle prime luci del mattino, poche ore più tardi metteva in atto un nuovo piano di allontanamento. I genitori preoccupati si rivolgevano ai Carabinieri di Sondrio che accertavano che il ragazzino, in compagnia di un coetaneo, aveva preso il treno arrivando fino alla stazione ferroviaria di Bologna. Contatti diretti e la collaborazione con personale della Stazione Carabinieri di Bologna Centrale e della Sezione di Polizia Ferroviaria di Bologna permettevano di avviare immediate ricerche dei giovani che venivano rintracciati, sui binari della Stazione, alle  23.30 circa;
  • 3 le denunce per truffa tramite siti on line. Infatti con artifizi e raggiri i truffatori, dopo aver postato su varie piattaforme on line, merce in vendita, si facevano accreditare la somma senza poi inviare il prodotto. Settimanalmente arrivano all’attenzione dei Carabinieri molte denunci di questo tipo. Molti, dall’inizio dell’anno, i truffatori  di internet denunciati e sono ancora di più le vittime che preferiscono non sporgere neanche querela;
  • i Carabinieri di Morbegno, a conclusione di accertamenti, denunciavano per danneggiamento  un chiavennasco e un brasiliano, entrambi 20enni, per aver infranto, qualche notte prima, con una gomitata, la vetrina di un negozio;
  • i Carabinieri di Ponte in Valtellina denunciavano per porto d’ armi od oggetti atti ad offendere e per minaccia un 50enne che, per futili motivi, minacciava con una pistola un coetaneo. Immediati accertamenti dei Carabinieri permettevano di accertare che l’arma utilizzata era una pistola ad aria compressa ma perfettamente somigliante alla semiautomatica segnalata. L’arma veniva sequestrata e il soggetto denunciato;
  • i Carabinieri di Morbegno, denunciavano un macedone, buttafuori di una discoteca, in quanto durante il suo servizio minacciava e percuoteva un cliente causandogli lievi lesioni. Successivi accertamenti permettevano di appurare che lo straniero svolgeva attività senza la regolare autorizzazione prefettizia e , per tale ragione, gli veniva contestato anche l’ esercizio non autorizzato di attività di “security”.

I carabinieri hanno effettuato numerosi controlli su mezzi e persone e intervenuti su situazione per le quali veniva richiesto il pronto intervento.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136